Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2005
immagine

Può il tè verde proteggere da carcinoma della prostata?

Da Coulson K. Duerksen

Negli ultimi anni, un corpo crescente della ricerca ha stabilito i molti benefici dipromozione di tè verde, che possono comprendere la protezione contro la coronaropatia, il colpo, l'osteoporosi, le infezioni ed altre circostanze.1

Il laboratorio e gli studi epidemiologici suggeriscono che questa bevanda a lungo stimata possa contribuire ad impedire e dirigere determinati cancri. L'anno scorso, per esempio, un articolo ha pubblicato nel giornale medico britannico prestigioso The Lancet (e ristampato nell'emissione del gennaio 2005 di prolungamento della vita) ha notato che un esame degli effetti del tè verde sulle cellule umane di leucemia “fornisce una forte base scientifica per la proprietà chemopreventive di tè verde che è stato arguito da parecchi studi epidemiologici.„2

Secondo l'articolo di The Lancet, “l'importanza dei nutraceuticals nella prevenzione del cancro ed il trattamento rimane in gran parte sottoutilizzati malgrado prova aumentante che indica che queste molecole hanno abilità chemopreventive e chemioterapeutica. . . Tè verde ed altri composti dieta-derivati. . . offra parecchi vantaggi come prodotti anticancro, perché questi composti sono non tossici, producono pochi effetti collaterali, sono ampiamente - disponibili e sia economico.„2

Malgrado prove crescenti degli effetti Cancro-preventivi del tè verde pubblicati in pubblicazioni mediche prestigiose, FDA recentemente ha negato una petizione che avrebbe permesso le società che fanno i prodotti del tè verde per comprendere un reclamo di salute sulle loro etichette del prodotto. Il reclamo proposto di salute avrebbe consigliato i consumatori che il tè verde, una volta ingerito a determinati livelli, aiuti combattesse il cancro. Mentre il richiedente ha citato 135 studi a sostegno del reclamo proposto di salute, l'esame “sistematico„ di FDA ha considerato soltanto determinati studi umani mentre trascurava l'altra prova.

In una dichiarazione pubblicata il 30 giugno 2005, Michael Landa, vice direttore per il regolamento al centro di FDA per sicurezza alimentare e nutrizione applicata, ha scritto che la prova scientifica corrente dagli studi umani non sostiene il reclamo proposto di salute per tè verde. Ha spiegato che mentre alcuni studi hanno indicato che il tè verde ha fatto diminuire il rischio per il seno ed i carcinoma della prostata, altri non hanno fatto.3

Secondo Landa, “due studi non mostrano quello tè verde bere riduce il rischio di cancro al seno in donne, ma si più debole, studio più limitato suggerisce che quello tè verde bere possa ridurre questo rischio. Sulla base di questi studi, FDA conclude che è altamente improbabile che il tè verde riduca il rischio di cancro al seno. „ Il ` Landa inoltre ha scritto, “uno studio debole e limitato non mostra quello tè verde bere riduce il rischio di carcinoma della prostata, ma un altro studio debole e limitato suggerisce che quello tè verde bere possa ridurre questo rischio. Sulla base di questi studi, FDA ha concluso che è altamente improbabile che il tè verde riducesse il rischio di carcinoma della prostata.„3 Landa inoltre hanno notato che FDA ha escluso dal suo esame una certa ricerca giapponese su tumore dello stomaco perché l'assunzione dietetica del sale nel Giappone differisce da quella negli Stati Uniti.

In breve, FDA ha concluso che la prova attuale non sostiene un reclamo qualificato di salute che associa il consumo del tè verde con un rischio riduttore di seno, di prostata, o di qualunque altro tipo di cancro. L'agenzia ha dichiarato che valuterà tutta la nuova prova che diventa disponibile per determinare se cambiare la sua decisione.

Lo studio italiano contraddice la posizione di FDA

Il contrario ai reclami di FDA, un test clinico dell'innovazione nello studio dell'Italia ha trovato che il tè verde effettivamente è efficace nell'impedimento del carcinoma della prostata negli uomini ad ad alto rischio per sviluppare la malattia.4 principale da Salverio Bettuzzi, il PhD, un gruppo che comprende i ricercatori da due università italiane ha dimostrato che le catechine del tè verde erano 90% efficaci nell'impedimento del carcinoma della prostata negli uomini con le lesioni premaligne.4

RAGIONI DI INCLUDERE TÈ VERDE NEL VOSTRO PROGRAMMA DI BENESSERE

Tra altri benefici, tè verde:

1. Contiene gli antiossidanti. Gli antiossidanti possono contribuire a proteggere il vostro corpo dagli effetti di invecchiamento e di inquinamento.1
2. Ha meno caffeina che il caffè. Una tazza di caffè dell'otto-oncia contiene circa 135 mg di caffeina, mentre il tè contiene mg soltanto 30-40 per tazza.
3. Può ridurre il vostro rischio di attacco di cuore e di colpo. Il tè verde bevente può contribuire a promuovere la salute cardiovascolare e cerebrovascolare.1
4. Protegge le vostre ossa. I bevitori del tè sembrano avere un rischio riduttore per osteoporosi.1
5. Elasticità voi un sorriso dolce. Il tè contiene i tannini che possono contribuire a combattere la placca.28
6. Amplifica il vostro sistema immunitario. Il tè bevente può ridurre il rischio di infezioni batteriche e virali.1
7. Sostiene il vostro metabolismo. Il tè verde può sostenere gli sforzi di perdita di peso e promuovere il peso corporeo sano.29

Il carcinoma della prostata è il secondo cancro comunemente diagnosticato negli uomini dopo il cancro di pelle del non melanoma.5 secondo l'associazione del cancro americana, più di 232.000 nuovi casi di carcinoma della prostata saranno diagnosticati questo anno negli Stati Uniti da solo. Mentre spesso lento svilupparsi, il carcinoma della prostata può essere letale-più di 30.000 uomini degli Stati Uniti moriranno dalla malattia questo anno.

La ricerca del laboratorio lungamente ha indicato che le catechine del tè verde, compreso epigallocatechin-3 gallato (EGCG), inibiscono la crescita della cellula tumorale. Tuttavia, i risultati dal nuovo italiano studio-che sono stati presentati nell'aprile 2005 alla novantaseesima riunione annuale dell'Associazione per la ricerca sul cancro americana dimostrano che il tè verde può impedire il carcinoma della prostata negli uomini con le lesioni precancerose.4 uomini a rischio di carcinoma della prostata dovrebbero prendere così il in considerazione serio l'aggiunta il tè verde o dei supplementi del tè verde alle loro diete.

Bettuzzi ed i suoi colleghi hanno reclutato 62 uomini, anziani 45-75, con neoplasia intraepiteliale prostatica di prima scelta, uno stato che premaligno quello conduce a carcinoma della prostata in un anno in quasi un terzo di tutti i casi. Si sono esclusi dallo studio i vegetariani, i consumatori di tè verde o dei prodotti del tè verde e gli uomini che avevano usato gli antiossidanti o le terapie anti-androgene.4

Trentadue oggetti hanno ricevuto 200 mg di catechine del tè verde (50% EGCG) tre volte giornalmente, mentre gli altri 30 uomini hanno ricevuto un placebo. Le biopsie sono state condotte sei mesi ed un anno a più successivamente. Notevolmente, soltanto un uomo nel gruppo del trattamento è stato diagnosticato con carcinoma della prostata, confrontato a nove uomini nel gruppo di controllo che ha sviluppato la malattia. Nessun effetti collaterali o reazione avversa sono stati riferiti negli oggetti che hanno ricevuto le catechine del tè verde.4

“Una proiezione dei nostri dati ha suggerito che fino a 90% di efficacia di chemoprevention potrebbe essere ottenuto tramite [l'amministrazione della catechina del tè verde] al nel carcinoma della prostata di sviluppo incline degli uomini, quali gli anziani, afroamericani e quelli con una storia della famiglia di carcinoma della prostata,„ il Dott. Bettuzzi ha notato. Lui ed il suo gruppo seguiranno i partecipanti dello studio per cinque anni e sperano di condurre una più grande prova confermativa in futuro.

Meccanismi possibili di azione

Mentre il tè verde contiene i numerosi composti potenziali di Cancro-combattimento, gli studi suggeriscono che la sua attività anticancro soprattutto sia associata con la catechina conosciuta come EGCG. Con una struttura chimica simile alle sostanze trovate in vino rosso ed in verdure quali i broccoli, la biodisponibilità superiore di EGCG (o capacità essere assorbito nel corpo) può rappresentare la sua efficacia. Quanto a come il tè verde impedisce il cancro, la ricerca fin qui indica che il tè verde ha parecchi meccanismi chemopreventive di azione:

  • Promozione degli apoptosi della cellula tumorale. Bettuzzi ed i suoi colleghi hanno trovato che EGCG specificamente ha mirato alle cellule di carcinoma della prostata per la morte programmata delle cellule, o apoptosi, senza danneggiare i comandi benigni. Clusterin, il gene più importante in questione in apoptosi, ha potuto essere un mediatore per azione della catechina, secondo i ricercatori. Le ricerche di laboratorio precedenti hanno indicato che gli apoptosi impediscono la metastasi, mentre i promotori del tumore inibiscono spesso gli apoptosi.6 così, se EGCG induce gli apoptosi specificamente in cellule tumorali, può essere molto utile nella gestione e nella terapia di cancro metastatico.
  • Alfa riduttasi d'inibizione 5 e DHT. Altri studi di tè verde hanno indicato che il gallato EGCG e epicatechin-3, conosciuto come ECG, è efficace nell'inibizione del tipo 1 della riduttasi dell'alfa degli enzimi 5, così riducendo la sintesi del diidrotestosterone (DHT), una forma potente di testosterone implicata nel contributo all'ingrandimento della prostata ed il cancro.7
  • Impedire angiogenesi. Per svilupparsi, i tumori devono avere un rifornimento di sangue adeguato fornito dai vasi sanguigni locali. I numerosi studi indicano che le catechine del tè verde, specialmente EGCG, bloccano lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni, un processo conosciuto come l'angiogenesi.8 se il tè verde la impedisce l'angiogenesi in tumori umani, quindi spiegherebbe perché il tè verde sembra essere efficace nell'impedire tanti tipi differenti di cancri.
  • Enzimi d'inibizione. I dati in vitro indicano che nelle linee cellulari umane, EGCG e ECG possono inibire gli enzimi che sono associati con un rischio elevato di tumore del colon, uno dei cancri più prevalenti sia in uomini che in donne.9 in uno studio giapponese, i ricercatori hanno trovato che le catechine del tè verde hanno inibito la secrezione degli enzimi della collagenosi dalle cellule altamente metastatiche del tumore del cancro polmonare. Gli enzimi della collagenosi possono partecipare all'invasione ed alla metastasi delle cellule del tumore.10
  • Attività antiossidante. L'attività antiossidante del tè verde può contribuire ad impedire il cancro impedendo il danno ossidativo e pulendo i radicali liberi.11 questo meccanismo di azione completamente non sono conosciuti, poichè i polifenoli del tè verde possono agire sinergico con altri costituenti della pianta.
  • Proteina obbligatoria 90 del colpo di calore. I ricercatori dall'università di Rochester a New York recentemente hanno riferito che EGCG da tè verde mira ad una proteina conosciuta come la proteina 90 del colpo di calore, che è presente nei livelli elevati in cellule tumorali che in cellule normali.12 proteine del colpo di calore permettono ad alcune cellule tumorali di sopravvivere a anche di fronte a radiazione ed alla chemioterapia tossiche. Legando con la proteina 90 del colpo di calore, EGCG può contribuire a contrastare la crescita e la sopravvivenza della cellula tumorale.

L'altra ricerca suggerisce che le catechine del tè verde possano anche lavorare sopprimendo la formazione di amine eterocicliche (composti tossici creati durante grigliare dell'alimento),13 vie ed enzimi sostenenti del fegato che disintossicano i composti indesiderabili,14,15 e comportarsi come il metotrexato, una droga usata per trattare i cancri del seno, i polmoni, il sangue, l'osso, il sistema linfatico e l'utero.16

Continuato alla pagina 2 di 2