Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine ottobre 2005
immagine

Conservando e ristabilendo Brain Function

Da Dale Kiefer

La salute proteggente del cervello è vitale se l'inseguimento di una vita più lunga è di avere qualunque significato. Secondo la saggezza corrente, un certo grado di danno conoscitivo è quasi inevitabile poichè invecchiamo.1-6 cioè a meno che le misure siano prese per impedirla.7-12

Gli scienziati nel Texas recentemente celebre, “mentre la speranza di vita aumenta universalmente, le pandemie di danno conoscitivo e la demenza stanno emergendo come problemi sanitari di salute pubblica importanti.„2 che un altro gruppo di ricerca ha provato ad iniettare l'umore in questo argomento di calma:

“Gli aspetti conoscitivi di invecchiamento rappresentano una sfida grave per le nostre circostanze sociali come membri della spirale della generazione del baby-boom verso “un momento senior collettivo. “„5

Le notizie incoraggianti sono che gli scienziati hanno scoperto i metodi per conservare e perfino ristabilire la struttura neurologica e la funzione. Queste armi potenti danno ad adulti di invecchiamento il controllo senza precedenti sopra la loro salute conoscitiva.

I dati recenti indicano che fino a 9,4% degli europei sopra l'età di 65 soffrono da certa forma di demenza.13 un rapporto dalla Gran Bretagna notano che l'incidenza di danno conoscitivo può aumentare drammaticamente con l'età.14

Il danno conoscitivo è stato individuato in 18,3% degli oggetti in uno studio dei più di 15.000 anziani nel Regno Unito, approssimativamente la metà di cui aveva 75-79 anni.14 ricercatori francesi celebri recentemente, “nella maggior parte dei paesi, la prevalenza di demenza varia fra 6 e 8% per gli individui di 65 anni o più. Poi aumenta drammaticamente con ogni decade successiva, raggiungente intorno 30% della popolazione invecchiata oltre 85.„15

Purtroppo, queste statistiche non riescono a stimare l'incidenza di danno conoscitivo delicato (MCI). Più sottile della demenza, MCI è inoltre indubbiamente più prevalente. Il MCI, definito come stato intermedio fra invecchiamento e demenza normali, è caratterizzato “dai deficit conoscitivi acquistati, senza declino significativo nelle attività funzionali della vita quotidiana.„16 in Australia, un piccolo studio ha tentato di identificare la prevalenza del MCI senza demenza fra gli anziani dell'comunità-abitazione invecchiati 70-79. Un terzo degli oggetti ha mostrato la prova della circostanza.17

I ricercatori in Germania hanno studiato più di 1.000 adulti anziani invecchiati 75 e più vecchio. “Il danno conoscitivo delicato è molto frequente in gente più anziana,„ essi ha concluso. I tassi di prevalenza hanno variato da 3% a 36%, secondo i criteri diagnostici applicati. Nel corso di circa 30 mesi, fino a 47% di quelli identificati con il MCI ha diventato demenza.18

Strategie per la protezione del cervello

Il declino conoscitivo non è inevitabile con l'età d'avanzamento. È possibile vivere una vita più lunga e più sana, ma conservare la salute del cervello è determinante per l'effettuazione del questo scopo. I vari fattori cospirano rubarci dell'acutezza mentale mentre invecchiamo. Gli studi recenti suggeriscono che l'infiammazione (come determinato dai livelli elevati di interleukin-6 o proteina C-reattiva), l'ipertensione, l'alta insulina del sangue, l'eccessiva peso corporeo o obesità, la rigidezza arteriosa e lo stato sempre più comune conosciuto come la sindrome metabolica (caratterizzata da un mazzo dei termini anormali come insulino-resistenza, obesità, ricco in colesterolo ed ipertensione) siano tutta fattori di rischio indipendenti per demenza.19-24 la salute psicologica, compreso ansia e la depressione, recentemente è stata implicata come fattore di rischio pure.25

La strategia ideale per la conservazione della funzione del cervello comincia con impedire le malattie che possono contribuire al declino ed alla demenza conoscitivi. Buon nutrizione-compreso dietetico supplemento-e uno stile di vita sano può tenere molte di queste afflizioni alla baia. In un primo tempo verso l'assicurazione della salute del cervello, tenga la vostri pressione sanguigna e peso nel controllo, eviti la sindrome ed il diabete metabolici ed ottenga il trattamento per la depressione o i disturbi di ansia. Tuttavia, ci sono molto più che possono e dovrebbero essere fatti per proteggere il cervello di invecchiamento.

Gli scienziati hanno avanzato parecchie teorie per quanto riguarda le cause del declino conoscitivo connesse con l'età d'avanzamento. Un'ipotesi esperta propone che i sottoprodotti tossici di metabolismo cellulare conosciuti come i radicali liberi si accumulino lentamente all'interno delle cellule, in cui causano il danno cumulativo e finalmente mortale.26 cellule nervose (neuroni) nel cervello contano sulla fosforilazione ossidativa di glucosio all'interno dei mitocondri per assicurare i loro considerevoli bisogni energetici. Di conseguenza, l'appetito del cervello per glucosio e l'ossigeno è grandi.27 di conseguenza, il cervello è particolarmente suscettibile dello sforzo ossidativo. I radicali liberi sono prodotti dai mitocondri ad un tasso accelerato. Gli antiossidanti supplementari, quindi, sono particolarmente importanti a conservare la funzione conoscitiva sana.10

Il sistema colinergico al rischio

L'infiammazione inoltre è implicata nello sviluppo di vari disturbi neurologici, compreso il morbo di Alzheimer e la demenza vascolare. È creduto che l'infiammazione avvii una cascata degli eventi che quella conduce alla distruzione dei tessuti neurologici.28 nel morbo di Alzheimer, la presenza di proteina, l'beta-amiloide (Abeta), sembra avviare l'infiammazione.29 un declino in acetilcolina, prodotto chimico importante del messaggero o neurotrasmettitore, inoltre sono stati osservati in individui con il morbo di Alzheimer.30 nella fase iniziale, questi infiammazione e disfunzione colinergica possono essere sperimentate come danno o confusione delicato di memoria. Sinistra deselezionata, tuttavia, conduce invariabilmente ad avanzare il declino e la demenza conoscitivi. Le strategie antinfiammatorie hanno così significato nella protezione della funzione conoscitiva.

Le interruzioni in flusso sanguigno cerebrale inoltre sono state implicate nel declino conoscitivo,31,32 in modo dal flusso sanguigno d'ottimizzazione è una strategia logica per la funzione proteggente del cervello. La demenza vascolare una volta è stata considerata distintamente differente da demenza Alzheimer's tipa, ma gli scienziati ora ritengono quella demenza vascolare e la parte di Alzheimer una patologia-cioè comune, la rottura della funzione colinergica.Anche lo stress psicologico diminuente 33 può essere utile. La nuova ricerca indica che gli uomini più anziani che hanno secernuto i livelli elevati di epinefrina (un ormone di sforzo) erano più probabili soffrire il declino conoscitivo successivo.34 mentre i somatociti sono sostituiti facilmente, i nervi ed i tessuti di sostegno del cervello e del midollo spinale non può ancora essere sostituito una volta che sono danneggiati o si distruggono. Le cellule del cervello e del sistema nervoso sono incapaci di ulteriori divisione e rinnovamento una volta che raggiungono la maturità.35,36

I vari fattori di stile di vita contribuiscono ad invecchiamento sano del cervello, compresi l'esercizio regolare e sonno adeguato, stimolazione mentale sistematica, una prospettiva positiva e una rete sociale sana.7,37,38 tuttavia, il contributo nutrizionale al cervello di invecchiamento è similarmente di capitale importanza. I supplementi che combattono l'infiammazione, migliorano il flusso sanguigno cerebrale ed invertono la perdita di acetilcolina e di suoi ricevitori direttamente mirano alle cause del declino relativo all'età del cervello.

GPC avvantaggia Brain Health

Glycerophosphocholine, o GPC (precedentemente chiamato glycerylphosphorylcholine dell'L-alfa, o alfocerate della colina) è naturalmente presenti in tutti i somatociti. La sua importanza a vita e la sicurezza come supplemento sono provate dalla sua presenza sostanziale in latte materno umano.39,40 in primo luogo scoperto verso la fine degli anni 90, GPC ora è considerato essenziale allo sviluppo sano dei neonati, dovuto la grande richiesta di colina, particolarmente dal cervello rapidamente di sviluppo.40

Fra gli adulti di invecchiamento, la spiegazione razionale per la terapia di GPC ritorna ad ipotesi, sviluppata più di 30 anni fa, di cui i livelli diminuenti acetilcolina-e una diminuzione concorrente nel numero dei neuroni che sono suoi progettati obiettivo-sono responsabili di una gamma di deficit conoscitivi.L'acetilcolina 29 è un neurotrasmettitore essenziale in questione nel controllo di muscolo, nel sonno e nella cognizione. Il suo declino coincide con l'età d'avanzamento ed è un marchio di garanzia del neurodegeneration visto nel declino conoscitivo, nella demenza vascolare e nel morbo di Alzheimer. Amplificando l'acetilcolina livella nel cervello, l'ipotesi propone, dovrebbe essere fattibile invertire questi deficit e cambiamenti conoscitivi in struttura del cervello.1

Iniziali identificare un precursore adatto per acetilcolina hanno fallito finché gli scienziati non sperimentassero con GPC.41-44 venduto in Europa dalla prescrizione soltanto, GPC è disponibile negli Stati Uniti come integratore alimentare. GPC fornisce una particella elementare cruciale per la produzione di nuova acetilcolina nel cervello. I numerosi test clinici hanno controllato l'efficacia e la sicurezza di GPC in esseri umani e nei modelli animali dei disturbi neurologici umani.45-48 questi studi, grande e piccolo, controllato ed informale, hanno dimostrato universalmente l'efficacia, la sicurezza e la tollerabilità di GPC.1,49,50 gli studi hanno esaminato tutto dai cambiamenti in apprendimento, memoria e struttura del cervello in ratti, dai ai deficit conoscitivi indotti da colpo in esseri umani, deficit indotti e ristabiliti di memoria in animali da laboratorio.1,45-51

All'inizio del 2001, un'analisi retrospettiva dei dati clinici pubblicati che fanno partecipare 4.054 pazienti ha concluso che, il camice, GPC ha migliorato gli stati clinici dei pazienti. Dei 10 studi votati ai disordini di demenza, una maggioranza era prove controllate che hanno confrontato l'efficacia di GPC a placebo o ad una droga di riferimento. Il Dott. Lucilla Parnetti, un co-author dell'analisi, ha scritto, “amministrazione [GPC] dello stato clinico paziente significativamente migliore. . . i risultati erano superiori o equivalenti a quelli osservati nei gruppi di controllo nell'ambito del trattamento attivo ed in superiore ai risultati osservati nei gruppi del placebo. „ 1

I test clinici iniziali con GPC hanno usato i dosaggi quotidiani di mg 1200. Dopo le due - quattro settimane iniziali a questa dose, qualche gente riduce giornalmente la loro dose a 600 mg. Una dose quotidiana di 300 mg può essere appropriata per i giovani in buona salute.

GPC funziona in un modo approssimativamente simile ai farmaci dell'inibitore del colinesterasi di prescrizione quali donepezil (Aricept®) e la rivastigmina (Exelon®), che sono usati per combattere i deficit dell'acetilcolina in Alzheimer e nei pazienti vascolari di demenza.52 tuttavia, GPC affronta il problema di troppo poco acetilcolina da un angolo differente. Piuttosto che interferendo con l'enzima che riparte l'acetilcolina, GPC fornisce i mezzi affinchè il corpo fabbrichi la nuova acetilcolina.

Ashwagandha (withania somnifera)

Ashwagandha ed il cervello

Ashwagandha è una pianta medicinale utilizzata in India per trattare una vasta gamma di disordini relativi all'età.53-63 il suo effetto più notevole può comprendere la sua capacità di conservare la salute del cervello di invecchiamento.

Ashwagandha offre i benefici neuroprotective innumerevoli. Per esempio, uno studio ha indicato che una volta dato ai topi, l'estratto di ashwagandha promuove la conservazione di memoria, anche quando l'amnesia è stata indotta sperimentalmente.60 un altro studio hanno trovato che l'estratto di ashwagandha è capace di protezione dei cervelli dei ratti del laboratorio contro il colpo sperimentalmente indotto.61 costituente di Ashwagandha inoltre è stato indicato per inibire l'acetilcolinesterasi (dolore), un enzima responsabile della suddivisione dell'acetilcolina, il neurotrasmettitore che è nell'interruzione nelle forniture pericolosamente nei cervelli delle vittime del morbo di Alzheimer.62 questa azione di Dolore-didascalia sono simili a quello dei farmaci da vendere su ricetta medica quale Aricept® che attualmente sono usati per trattare i sintomi di Alzheimer.

La nuova ricerca emozionante indica che l'estratto di ashwagandha è capace di esitante e perfino di danneggiamento di riparazione delle cellule cerebrali in un modello sperimentalmente indotto del morbo di Alzheimer.63 scienziati nel Giappone hanno indotto l'atrofia della cellula cerebrale e la perdita Alzheimer's tipe di funzione sinaptica in topi esponendoli alla proteina tossica Abeta, che è stata implicata nella genesi del morbo di Alzheimer in esseri umani. “Trattamento successivo con [un costituente del ashwagandha] rigenerazione significativa indotta sia degli assoni che dei dendrites, oltre alla ricostruzione di pre- e di postsynapses nei neuroni,„ secondo gli scienziati.63

La fosfatidilserina mantiene Brain Cell Membranes

La fosfatidilserina, una componente naturale ed integrale di ogni membrana cellulare, è un'arma potente nella lotta contro invecchiamento del cervello. La fosfatidilserina è venduta Europa ed in Giappone mentre una droga regolata, in cui è prescritto spesso per combattere la perdita di memoria e deficit dell'apprendimento. Disponibile come supplemento nutrizionale negli Stati Uniti, fosfatidilserina serve da componente chiave di molte formule dimiglioramento del cervello.

Il corpo fabbrica la fosfatidilserina per assicurare il suo rifornimento continuo, sottolineante l'importanza di questo fosfolipide naturale. Purtroppo, tuttavia, invecchiare rallenta la produzione di questo contributore cruciale a salute del cervello.

La fosfatidilserina aiuta il cervello per usare efficientemente il suo combustibile. Amplificando il metabolismo del glucosio e stimolando la produzione di acetilcolina, la fosfatidilserina supplementare è stata indicata per migliorare lo stato dei pazienti che avvertono il danno età-collegato di memoria o il declino conoscitivo.8,64-67 i test clinici facendo uso di piccoli gruppi di pazienti con il declino conoscitivo hanno dimostrato i miglioramenti significativi con il completamento della fosfatidilserina, particolarmente fra i pazienti nelle fasi iniziali. Le ricerche della cervello-rappresentazione di tomografia a emissione di positroni (PET) hanno verificato che i pazienti che prendono la fosfatidilserina avvertissero gli importante crescite nell'assorbimento del glucosio confrontato agli oggetti che hanno ricevuto il supporto sociale o l'addestramento conoscitivo ma non la fosfatidilserina.68

Una grande prova multicentrata ha esaminato l'uso della fosfatidilserina combattere gli effetti del moderato al declino conoscitivo relativo all'età severo. I pazienti sono stati ricavati da medicina generale 23 o dalle unità geriatriche. Confrontato ai pazienti che hanno ricevuto le pillole fittizie del placebo, i pazienti fosfatidilserina-completati hanno dimostrato i miglioramenti comportamentistici significativi, compreso la socializzazione, la motivazione e l'iniziativa aumentate.69

La fosfatidilserina è generalmente sicura e tollerata bene, senza le interazioni della droga significative riferite.70

Continuato alla pagina 2 di 3