Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine ottobre 2005
immagine

Nuove applicazioni del coenzima Q10 per la terapia del Cancro

Da Christie Yerby, ND
Grafico di computer di una molecola del coenzima Q10.
Le sfere verdi rappresentano il carbonio, le sfere rosse
è l'ossigeno e le sfere bianche sono idrogeno.

La ricerca nuova di promessa suggerisce che il coenzima Q10 possa essere una terapia adiuvante importante per i malati di cancro. Gli scienziati hanno scoperto che CoQ10 può programmare le cellule tumorali autodistruggersi prima di moltiplicarsi ai loro tassi consueti e letali. Per milioni di malati di cancro, le implicazioni di questa scoperta sono niente a corto di profondo.

Ciò che trova era una di vari dagli studi recenti intrapresi dai ricercatori all'university of miami (FL), facendo uso di CoQ10 come loro agente di prova.1 in un'intervista telefonica nel luglio 2005, il ricercatore che principale il Dott. S.L. Hsia ha detto il prolungamento della vita, “questo è la prima volta nella storia abbiamo potuti insegnare selettivamente ad una cellula tumorale a ucciderci con CoQ10, via un meccanismo mitocondriale, senza nuocere alle cellule sane.„

Secondo il ricercatore Niven R. Narain del gruppo, le cellule tumorali perdono il loro potenziale apoptotico, o la capacità di rispondere alla morte programmata delle cellule. “Che CoQ10 fa è ripristinare gli apoptosi alle cellule tumorali,„ Narain ha detto il prolungamento della vita. “I dati suggeriscono che CoQ10 riduca significativamente l'espressione della famiglia del gene bcl-2, che è responsabile della resistenza di conferimento alla morte delle cellule. In pratica, CoQ10 modula bcl-2 in un modo che permette che la cellula tumorale si uccida senza avversamente colpire le cellule normali. Ecco perché diciamo che è “selettivo, “perché la famiglia bcl-2 non è colpita in cellule normali.„

Ricerca CoQ10: Passato e presente

CoQ10, una sostanza nutriente solubile nel grasso e del tipo di vitamina che inoltre è chiamata “ubiquinone„ perché è trovato in ogni cellula umana, amplifica l'energia, è un antiossidante potente e può sostenere la salute immune. La ricerca crescente indica che CoQ10 è utile per affaticamento di combattimento, malattia cardiaca d'impedimento ed in carico ed alcuni cancri e possibilmente invertire alcuni degli effetti tossici della chemioterapia.2 come coenzima, sostiene molte reazioni biochimiche importanti nel corpo.

L'interesse negli usi terapeutici di CoQ10 può essere rintracciato fin da 1957, quando in primo luogo è stato identificato da Frederick Crane, PhD. Negli anni 60, Peter D. Mitchell, PhD, ha scoperto che CoQ10 produce l'energia al livello cellulare, lavoro che finalmente gli avrebbe guadagnato un premio Nobel in chimica nel 1978. Nell'inizio degli anni 80, Karl Folkers, il PhD, direttore dell'istituto per la ricerca biochimica all'università del Texas e Peter H. Langsjoen, il MD, FACC, hanno cominciato a studiare CoQ10. Nel 1983, sette anni prima che Folkers ricevesse la medaglia di scienza nazionale nel rispetto del suo lavoro, il fondamento del prolungamento della vita ha annunciato i benefici potenziali di CoQ10 per i problemi di salute che variano dall'invecchiamento neurologico alla malattia cardiaca ed ha attirato l'attenzione sui numerosi studi clinici che dimostrano la sua sicurezza.2

I risultati recenti circa CoQ10 possono significare quello nell'immediato futuro, una diagnosi di cancro può portare con più speranza per potere continuare a vivere una vita lunga e sana. Ma fa questa media che siamo più vicino a trovare una cura per cancro?

Materiale illustrativo del computer di una molecola dell'adenosina trifosfato (ATP). Gli atomi sono indicati come sfere e colore-sono codificati: carbonio (giallo), ossigeno (rosso), azoto (blu), idrogeno (bianco) e fosforo (verde).

“Incoraggiamo i malati di cancro a continuare il trattamento che tradizionale i loro medici raccomandano,„ dice il Dott. Hsia. Ritiene, tuttavia, quell'adiuvante, o integrante, terapia con CoQ10 può essere consigliabili. “Potrebbe essere vantaggioso dare a malati di cancro CoQ10,„ dice, “poichè aiuterà le cellule sane per produrre più ATP [adenosina trifosfato], la molecola di energia.„

Il Dott. Hsia nota che CoQ10 è concentrato nei mitocondri, “le centrali elettriche„ generarici di energia contenute in ogni cellula umana. CoQ10 è un cofattore importante, o ingrediente di contributo, nella produzione dell'ATP, la molecola che i servire da fonte di energia principale delle cellule ed è centrali a molti processi biologici vita sostenenti.3 alcuni esperti in salute credono che i livelli diminuiti di ATP possano condurre allo sviluppo delle malattie croniche, compreso cancro.

Agenti di CoQ10-Depleting

I depositi naturali del corpo di CoQ10 possono essere vuotati nei numerosi modi, compreso la biosintesi insufficiente dovuto la mutazione genetica, la produzione inibita causata dalle droghe d'abbassamento di statina, l'invecchiamento normale, l'esercizio gravoso ed il cancro.3 correggere queste carenze richiede spesso il complemento con le quantità elevate di CoQ10 che può essere ottenuto con le fonti dietetiche.3

Gli studi indicano che i pazienti hanno trattato con le droghe di statina hanno più bassi livelli del plasma di CoQ10, dall'acido mevalonic del blocchetto di questi farmaci, che è un precursore sia di colesterolo che di CoQ10.4-8 il completamento CoQ10 può impedire lo svuotamento del plasma senza colpire gli effetti d'abbassamento delle statine.9

L'invecchiamento normale può anche colpire i livelli CoQ10. “Dall'età 20,„ dice Narain, “CoQ10 diminuisce nei nostri corpi. È stato suggerito che i bassi livelli di CoQ10 potessero condurre ad una serie di stati di salute diminuiti, facenti una parte in molte malattie degeneranti.„

I tassi metabolici aumentati veduti in atleti durante l'esercizio gravoso di resistenza o della concorrenza possono accelerare l'utilizzazione del corpo di CoQ10. A meno che queste esigenze aumentate siano risposte a con il completamento, i livelli del CoQ10 del corpo possono rimanere in uno stato vuotato.10

La biodisponibilità in diminuzione CoQ10 può causare il danno cellulare con conseguente DNA alterato e conseguentemente conducendo agli studi del povero health.8 hanno notato i livelli diminuiti CoQ10 in malati di cancro ed altri con le malattie croniche.11-14 i risultati dagli studi di analisi si sono accumulati in 25 anni rivelano che l'infezione virale può vuotare i livelli CoQ10 e che i malati di AIDS mostrano una risposta utile “colpente„ al completamento CoQ10.15

Radicali liberi ed antiossidanti

I radicali liberi, che alterano le membrane cellulari e DNA, sono stati implicati nel processo di invecchiamento e lo sviluppo e la progressione di molte malattie croniche e degeneranti, compreso cancro.16 alcuni ricercatori ritengono che il danno del radicale libero possa contribuire alla patogenesi di cancro e che i supplementi antiossidanti possono contribuire ad invecchiare gli adulti contro gli effetti delle tossine ambientali.11,17,18

Gli antiossidanti inibiscono la formazione di radicali liberi o estiguono i radicali attuali, così fermando la progressione di danno del radicale libero. Molte sostanze nutrienti fungono da antiossidanti, con CoQ10 che è una dei più potenti.19 carenze CoQ10 possono contribuire così a maggior danno cellulare dai radicali liberi.

Alcuni terapie del cancro e trattamenti radioattivi convenzionali uccidono le cellule tumorali, in parte stimolando la formazione di radicali liberi.16 sebbene possa sembrare illogico fornire una fonte di antiossidanti durante il trattamento del cancro convenzionale, il valore di usando gli antiossidanti al cancro dell'ossequio rimane un argomento di grande dibattito, malgrado gli effetti contrari conosciuti della chemioterapia droga.18

I dati recenti, tuttavia, suggeriscono che gli antiossidanti possano aiutare contro gli effetti collaterali tossici degli agenti chemioterapeutici senza colpire le loro azioni anticancro. I risultati da uno studio che studia l'efficacia combinata del citrato di tamoxifene (Nolvadex®) e di CoQ10 sono stati riferiti nel maggio 2005. Il tamoxifene è comunemente usato impedire e curare il cancro al seno. Mentre noto per essere una droga anti-estrogena antiossidante come pure non steroidea, può produrre gli effetti collaterali avversi con uso esteso. I ricercatori hanno cercato di determinare se CoQ10 potrebbe contribuire a minimizzare gli effetti collaterali del tamoxifene mentre manteneva o aumentando le sue azioni antiossidanti.18

In questo studio, i ratti con carcinoma mammario chimicamente indotto esibito hanno abbassato i livelli di attività antiossidante, suggerenti un aumento possibile in radicali liberi ed il danno peroxidative risultante implicato spesso nello sviluppo del cancro. I ratti che hanno ricevuto i 28 giorni del tamoxifene e di CoQ10 avevano aumentato significativamente gli enzimi antiossidanti in relazione con il glutatione. I ricercatori hanno concluso che la combinazione di CoQ10 e di tamoxifene ristabilisce l'attività antiossidante che è diminuita di agenti chemioterapeutici ed aumenta le azioni antiossidanti che possono impedire la proliferazione della cellula tumorale e proteggere le cellule dal radicale libero danneggi.18

Un'altra droga della chemioterapia, Adriamycin® (doxorubicina), può danneggiare il cuore. Nel 1996, gli scienziati hanno notato che CoQ10 contribuito per impedire dalla la cardiotossicità indotta Adriamycin®. Ancora nel 2005, i ricercatori hanno riferito che CoQ10 sembra prevenire danni da indottoindotto Adriamycin® to i mitocondri del cuore.20

La gente con cancro afferma la loro credenza nei benefici dei supplementi nutrizionali aggiungendoli ai loro programmi di salute-ripristino. Uno studio recente ha indicato che 63% di 453 pazienti dell'oncologia ha usato le vitamine e le erbe, conducenti i ricercatori a richiedere ulteriori studi. “L'uso di camma (medicina complementare ed alternativa) probabilmente aumenterà,„ lo studio ha riferito.21

Secondo gli scienziati all'università di colorado, gli antiossidanti ad alta dose inibiscono la crescita delle cellule tumorali differenti entrambe dell'essere umano e del roditore in vivo e in vitro. Poiché ciascuno antiossidante può avere un meccanismo differente di azione sulle cellule del tumore, le cellule tumorali possono rispondere unicamente agli antiossidanti differenti. Mentre il trattamento antiossidante per un breve periodo (alcune ore) non può inibire la crescita della cellula tumorale, il trattamento su un periodo più lungo (24 ore o più) con la stessa dose può inibire la crescita del tumore. Quindi, l'efficacia degli antiossidanti può dipendere dall'ambiente cellulare.22

Le droghe della chemioterapia possono avere effetti collaterali tossici.20,23 riducendo il danno cellulare, gli antiossidanti possono contribuire a minimizzare questi effetti collaterali ed a migliorare i risultati per i pazienti con cancro. La prova emergente suggerisce che CoQ10 possa essere una terapia adiuvante importante per gli individui che subiscono la terapia convenzionale del cancro.

Effetti Cancro-preventivi

Già del 1961, i bassi livelli di CoQ10 sono stati notati in pazienti con il mieloma, il linfoma ed i cancri del seno, del polmone, della prostata, del pancreas, del colon, del rene, della testa e del collo.16 tuttavia, il valore potenziale di CoQ10 nell'impedimento del cancro al seno non è diventato evidente fino più di tre a decenni più tardi, negli studi intrapresi da Knud Lockwood, MD, uno specialista del cancro a Copenhaghen, Danimarca.24

Il trattamento di Lockwood di 32"„ pazienti di cancro al seno ad alto rischio con gli antiossidanti ed altre sostanze nutrienti, compreso una dose quotidiana di 90 mg di CoQ10, ha fornito i risultati notevoli. Sebbene quattro morti siano prevedute, nessuna morte ha accaduto. L'uso in diminuzione anche riferito degli oggetti degli antidolorifici, un'assenza di perdita di peso e un senso migliore di benessere. Dei 32 partecipanti, sei hanno mostrato la remissione parziale del tumore e due tratti giovamento da una dose elevata ancora di CoQ10. Una donna ha sperimentato un tumore stabilizzato quando prende 90 mg di CoQ10; dopo che lei dose quotidiana è stata aumentata a 390 mg, il tumore è scomparso, un'individuazione confermato dalla mammografia.Altri 24 pazienti che ha fatto un piccolo rimuovere tumore dal suo seno giusto hanno rifiutato di subire una seconda operazione per rimuovere un altro. Invece, ha cominciato a prendere 390 mg di quotidiano CoQ10. Tre mesi più successivamente, la mammografia ha confermato un'assenza di tumori o di metastasi in suo seno.25

In uno studio di approfondimento più di un anno più successivamente, altri tre oggetti nello studio originale che aveva combinato la terapia convenzionale del cancro con il completamento CoQ10 di 390 mg un il giorno inoltre hanno visto i loro tumori scomparire senza prova della metastasi.26 CoQ10 sembrano così essere la sostanza nutriente dominante che contribuisce alla regressione del cancro al seno ed alla prevenzione della sua ricorrenza.25

La correzione della carenza CoQ10 può essere essenziale per i buona salute. Secondo Stephen Sinatra in suo libro il fenomeno CoQ10, “senza CoQ10, il corpo non può sopravvivere a.„10 Sinatra raccomandano il completamento CoQ10, particolarmente per quelli che subiscono la terapia ed altre del cancro al seno che sono a rischio dello svuotamento dei depositi di CoQ10, compreso gli adulti di invecchiamento e gli utenti delle droghe d'abbassamento di statina.10

Continuato alla pagina 2 di 2