Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine settembre 2005

immagine

Quanti Americani è il magnesio carente?

MORTI AMERICANE CALCOLARICI
CAUSATO DALLA CARENZA DI MAGNESIO

“La carenza di magnesio sembra causare 8 milione morti coronarie improvvise in America durante il periodo 1940-1994. L'inutili si trascinano l'economia statunitense dalla carenza di magnesio superano $86 miliardo all'anno. . . il tasso americano di morte dalla carenza di magnesio è probabile essere sopra la media del punto di riferimento perché la dieta americana è specialmente magnesio carente; La birra americana contiene soltanto una frazione del magnesio contenuto in birre europee; L'acqua in bottiglia americana contiene soltanto 10% tan magnesio quanto l'acqua in bottiglia nel resto del mondo; e l'americano ha trasformato gli alimenti e gli spuntini sono magnesio-carenti perché elaborare rimuove spesso il magnesio.145

— Paul Mason

Sfidare i critici

Dal 1981, il prolungamento della vita ha raccomandato i supplementi ad alta potenza del magnesio, perché il magnesio è forse il minerale più carente nella dieta americana.

Con tutta la ricerca che collega l'assunzione bassa del magnesio con gli alti rischi cardiovascolari, questo minerale a basso costo sembrerebbe essere un modo semplice ricambiare l'odierna epidemia del colpo e di attacco di cuore. Purtroppo, il magnesio è così economico che virtualmente nessuno sta promuovendolo come minerale di salvataggio.

Nell'inizio degli anni 80, il fondamento del prolungamento della vita è stato criticato da medici della corrente principale per la raccomandazione delle dosi elevate al del calcio relativo del magnesio. Anche abbiamo fatti i nostri supplementi del magnesio afferrare da FDA perché abbiamo presentato la prova che questo minerale potrebbe aiutare per impedire l'attacco di cuore.

L'ignoranza medica continua ad essere la causa della morte di numero-un. Come membro del prolungamento della vita, siete regolarmente informato circa le scoperte scientifiche che possono permettergli di evitare trasformarsi in in un ferito di odierno sistema sanitario tagliato. Coloro che segue il nostro programma di base di supplemento ottengono mg 325-665 di magnesio supplementare ogni giorno.

Lodiamo Paul Mason per la sua compilazione meticolosa della rappresentazione di dati che milioni di persone stanno morendo ogni anno dagli effetti della carenza di magnesio. Osserviamo Paul come eroe non lodato per la sua battaglia per chiarire il mondo circa queste statistiche sensazionali. Il forse un giorno la comunità medica ascolterà.

Per vita più lunga,
immagine

William Faloon

Rate Your Bottled Water

La tavola qui sotto di 10 manifestazioni principali delle acque in bottiglia dell'America quante vite potrebbero essere conservate se queste marche l'uno o l'altro commutassero alle molle che sono naturalmente ricche in magnesio o fortificassero la loro acqua con magnesio.

Lle acque in bottiglia del principale 10 del MONDO della BEVANDA di 1999

RANGO

MARCA

VENDITE (milioni)

QUOTA DI MERCATO

GALLONI STIMATI
(milioni)

MAGNESIO mg/liter

PAESE
DELL'ORIGINE

STIMATO
VITE CONSERVATE
ALL'ANNO
se l'acqua avesse
90 mg/liter
magnesio

1

Primavera della Polonia

$406.2

8.2%

278.8

2

Gli Stati Uniti

1,242

2

Sagittaria

$315.0

6.4%

217.6

5

Gli Stati Uniti

937

3

Aquafina

$285.0

5.8%

197.2

22

Il Canada

679

4

Sparkletts

$246.5

5.0%

170.0

5

Gli Stati Uniti

731

5

Evian

$219.0

4.4%

149.6

24

La Francia

500

6

Parco dei cervi

$167.4

3.4%

115.6

1

Gli Stati Uniti

521

8

Zephyrhills

$147.5

3.0%

102.0

7

Gli Stati Uniti

428

9

Ozarka

$144.6

2.9%

98.6

1

Gli Stati Uniti

444

10

Hinckley Springs*

$134.2

2.7%

91.8

?

Gli Stati Uniti

?

 

MARCHE DEL PRINCIPALE 10

$2,216.8

44.9%

1,526.6

8,4 mg/l

80% STATI UNITI

6,308

 

Tutte le marche

$4,900.0

100.0%

3,400.0

2,7 mg/l

Principalmente gli Stati Uniti

15,032

L'acqua in bottiglia con il contenuto più elevato del magnesio (110 mg/liter) è venduta nell'ambito della marca commerciale
“L'acqua sorgiva di Noè.„ Purtroppo, la distribuzione di questa marca di acqua in bottiglia è limitata a determinate parti della California.144
*Formerly conosciuto come Hinckley & Schmitt. NOTA: Figure di vendite preliminari. FONTE: Beverage Marketing Corporation.

Riferimenti

1. Tribunale di prima istanza degli Stati Uniti, distretto nordico di California, Paul W. Mason, querelante contro Donna Shalala, segreteria sanitaria i servizi sanitari e sociali e Dott. Michael Friedman, commissario sostituto degli Stati Uniti Food and Drug Administration, difensori. CASO NO. C97-20686 RMW.

2. Disponibile a: http://www.saltinstitute.org /idd.html. 6 giugno 2005 raggiunto.

3. Disponibile a: http://www.mayoclinic.com/invoke.cfm?id=DS00217. 6 giugno 2005 raggiunto.

4. Spazzoli la B, prevenzione di Altland J. Goiter con sale iodizzato: risultati di uno studio trenta anno. J Clin Endocrinol Metab. 1952 ottobre; 12(10): 1380-8.

5. Kimball OP. L'efficienza e la sicurezza della prevenzione del gozzo. JAMA. 1928 91:454-60.

6. Disponibile a: http://www.mgwater.com. 6 giugno 2005 raggiunto.

7. SIG. di Joffres, Reed dm, Yano K. Relationship dell'assunzione del magnesio e di altri fattori dietetici a pressione sanguigna: lo studio del cuore di Honolulu. J Clin Nutr. 1987 febbraio; 45(2): 469-75.

8. Singh R, Sircar A, Rastogi S, modulatori di Singh R. Dietary di pressione sanguigna nell'ipertensione. EUR J Clin Nutr. Del 1990 aprile; 44(4): 319-27.

9. Pavone J, Folsom A, Arnett D, Eckfeldt J, Szklo M. Relationship del siero e del magnesio dietetico ad ipertensione di incidente: il rischio di aterosclerosi nello studio delle Comunità (ARIC). Ann Epidemiol. 1999 aprile; 9(3): 159-65.

10. Ascherio A, Hennekens C, Willett W, et al. studio prospettivo dei fattori nutrizionali, pressione sanguigna ed ipertensione fra le donne degli Stati Uniti. Ipertensione. 1996 maggio; 27(5): 1065-72.

11. Gottlieb S, Fisher m., Pressel m., zoccolo R, Weinberg m., Greenberg N. Effects del solfato di MAGNESIO endovenoso sulle aritmia in pazienti con guasto di scompenso cardiaco. Cuore J. 1993 di giugno; 125(6): 1645-50.

12. Zehender M. Magnesium nelle aritmia sopraventricolari e ventricolari. Z Kardiol. 1996; 85 supplementi 6:135-45.

13. Shechter m., Sharir m., Labrador m., Forrester J, B d'argento, terapia del magnesio di Bairey Merz C. Oral migliora la funzione endoteliale in pazienti con la coronaropatia. Circolazione. 2000 7 novembre; 102(19): 2353-8.

14. Maier J, Malpuech-Brugere C, Zimowska W, Rayssiguier Y, magnesio di Mazur A. Low promuove la disfunzione endoteliale delle cellule: implicazioni per aterosclerosi, infiammazione e trombosi. Acta di Biochim Biophys. 24 maggio 2004; 1689(1): 13-21.

15. Magnesio ed aterosclerosi di Maier J. Low: ad un collegamento basato a prova. Mol Aspects Med. 2003 febbraio-giugno; 24 (1-3): 137-46.

16. Tanabe K, Noda K, Kamegai m., et al. angina variabile dovuto la carenza di magnesio intracellulare. Clin Cardiol. Del 1990 settembre; 13(9): 663-5.

17. Ravn H, Korsholm T, il completamento del magnesio di Falk E. Oral induce i cambiamenti antiatherogenic favorevoli in topi ApoE-carenti. Arterioscler Thromb Vasc Biol. 2001 maggio; 21(5): 858-62.

18. Liao F, Folsom A, Brancati F. È la concentrazione bassa nel magnesio un fattore di rischio per la coronaropatia? Il rischio di aterosclerosi nello studio delle Comunità (ARIC). Cuore J. 1998 di settembre; 136(3): 480-90.

19. Sheu J, Hsiao G, Shen m., Lee Y, effetti di Yen M. Antithrombotic del solfato di magnesio in in vivo sperimenta. Int J Hematol. 2003 maggio; 77(4): 414-9.

20. Mussoni L, Sironi L, Tedeschi L, Calvio A, Colli S, Tremoli E. Magnesium inibisce gli emboli arteriosi dopo la lesione vascolare in ratto: in vivo danno di coagulazione. Thromb Haemost. 2001 novembre; 86(5): 1292-5.

21. Shechter M. Il ruolo di magnesio come terapia antitrombotica. Wien Med Wochenschr. 2000;150(15-16):343-7.

22. Toft G, Ravn H, Hjortdal V. Intravenously e magnesio attuale applicato nella prevenzione di trombosi arteriosa. Ricerca di Thromb. 2000 1° luglio; 99(1): 61-9.

23. Whang, R. Electrolyte e metabolismo dell'acqua nelle attività di sport. Compr Ther. 1998 gennaio; 24(1): 5-8.

24. Shechter m., Bairey Merz C, Stuehlinger H, Slany J, Pachinger O, Rabinowitz B. Effects della terapia orale del magnesio su tolleranza di esercizio, su dolore toracico indotto dall'esercizio e su qualità della vita in pazienti con la coronaropatia. J Cardiol. 1° marzo 2003; 91(5): 517-21.

25. Geiss K, Stergiou N, giullare, Neuenfeld H, Jester H. Effects del orotate del magnesio su tolleranza di esercizio in pazienti con la coronaropatia. Cardiovasc droga Ther. 1998 settembre; 12 supplementi 2:153-6.

26. Smetana R, Wink K. Magnesium, infarto miocardico acuto e lesione di riperfusione. Calcio di Clin. 2005 febbraio; 15(2): 261-4.

27. Shechter m., sparviere H, Rabinowitz B, Boyko V, risultato di Chouraqui P. Long-term della terapia endovenosa del magnesio nei pazienti acuti trombolisi-ineleggibili di infarto miocardico. Cardiologia. 2003;99(4):205-10.

28. Chiu H, Chen C, Tsai S, Wu T, Yang C. Relationship fra magnesio livella in acqua potabile e nella morte in culla. Ricerca di Magnes. 2005 marzo; 18(1): 12-8.

29. W cauto, Reyes A. Magnesium e morte improvvisa. S Afr Med J. 1983 22 ottobre; 64(18): 697-8.

30. Douban S, Brodsky m., Whang la D, Whang R. Significance di magnesio nel guasto di scompenso cardiaco. Cuore J. 1996 di settembre; 132(3): 664-71.

31. Disponibile a: casa di http://www.seattlechildrens.org//about_children/press_releases/000100.asp. 6 giugno 2005 raggiunto.

32. Schmitz C, Perraud A, Johnson C, et al. regolamento di omeostasi cellulare vertebrata di Mg2+ da TRPM7. Cellula. 25 luglio 2003; 114(2): 191-200.

33. Disponibile a: http://www.mgwater.com/ heart.shtml. 6 giugno 2005 raggiunto.

34. Magnesio di re D, di Mainous A terzo, di Geesey m., di Woolson R. Dietary e livelli C-reattivi della proteina. J Coll Nutr. 2005 giugno 24(3): 166-71.

35. Disponibile a: http://ods.od.nih.gov/factsheets/magnesium.asp. 6 giugno 2005 raggiunto.

36. ANNUNCIO di Pradhan, Manson JE, Rossouw JE, et al. biomarcatori, terapia ormonale sostitutiva e coronaropatia infiammatori di incidente: analisi futura dallo studio d'osservazione di iniziativa della salute delle donne. JAMA. 28 agosto 2002; 288(8): 980-7.

37. Decensi A, Omodei U, Robertson C, et al. effetto dell'estradiolo transcutaneo ed estrogeno coniugato orale su proteina C-reattiva nella prova del retinoide-placebo in donne in buona salute. Circolazione. 3 settembre 2002; 106(10): 1224-8.

38. Wang TJ, Larson MG, imposizione D, et al. proteina C-reattiva è associato con la calcificazione coronaria dell'epicardio infraclinica negli uomini ed in donne: lo studio del cuore di Framingham. Circolazione. 3 settembre 2002; 106(10): 1189-91.

39. Proteina C-reattiva di Kanda T. (CRP) nell'apparato cardiovascolare. Rinsho Byori. 2001 aprile; 49(4): 395-401.

40. Ridker PM, Cushman m., Stampfer MJ, Tracy RP, Hennekens CH. Infiammazione, aspirin ed il rischio di malattia cardiovascolare in uomini apparentemente in buona salute. Med di N Inghilterra J. 3 aprile 1997; 336(14): 973-9.

41. Proteina di Ora J, di Berent R, di Lassnig E, di Eber B. e coronaropatia C-reattive. Cuore J. 2002 di Jpn novembre; 43(6): 607-19.

42. Ridker PM, seppellente JE, Shih J, Matias m., Hennekens CH. Studio prospettivo di proteina C-reattiva ed il rischio di eventi cardiovascolari futuri fra le donne apparentemente in buona salute. Circolazione. 25 agosto 1998; 98(8): 731-3.

43. L'influenza dei Di Napoli m., del papà F, di Bocola V. Prognostic di proteina C-reattiva aumentata ed il fibrinogeno livella nel colpo ischemico. Colpo. 2001 gennaio; 32(1): 133-8.

44. TB di Harris, Ferrucci L, Tracy RP, et al. associazioni di interleukin-6 elevato e livelli C-reattivi della proteina con mortalità negli anziani. Med di J. 1999 maggio; 106(5): 506-12.

45. Invitti C. Obesity ed infiammazione sistemica di qualità inferiore. Minerva Endocrinol. 2002 settembre; 27(3): 209-14.

46. Sitzer m., Markus HS, Mendall mA, et al. proteina C-reattiva e spessore mediale intimal carotico in una popolazione della comunità. Rischio di J Cardiovasc. 2002 aprile; 9(2): 97-103.

47. CE di Teunissen, van Boxtel MP, Bosma H, et al. indicatori di infiammazione relativamente a cognizione in una popolazione di invecchiamento in buona salute. J Neuroimmunol. 2003 gennaio; 134 (1-2): 142-50.

48. Mendall mA, DP di Strachan, Butland BK, et al. proteina C-reattiva: relazione per ammontare alla mortalità, alla mortalità cardiovascolare ed ai fattori di rischio cardiovascolari in uomini. Cuore J. 2000 di EUR ottobre; 21(19): 1584-90.

49. Pasceri V, Willerson JT, Yeh ET. Diriga l'effetto proinflammatory di proteina C-reattiva sulle cellule endoteliali umane. Circolazione. 2000 31 ottobre; 102(18): 2165-8.

50. Ridker PM, Cushman m., Stampfer MJ, Tracy RP, Hennekens CH. Concentrazione nel plasma di proteina C-reattiva e rischio di sviluppare malattia vascolare periferica. Circolazione. 10 febbraio 1998; 97(5): 425-8.

51. Proteina e coronaropatia C-reattive di Rifai N.: implicazioni diagnostiche e terapeutiche per la prevenzione primaria. Cardiovasc Toxicol. 2001;1(2):153-7.

52. Ridker PM. proteina C-reattiva di Alto-sensibilità: aggiunta potenziale per la valutazione del rischio globale nella prevenzione primaria della malattia cardiovascolare. Circolazione. 3 aprile 2001; 103(13): 1813-8.

53. Rifai N, Ridker PM. proteina C-reattiva di Alto-sensibilità: un romanzo e un indicatore di promessa della coronaropatia. Clin chim. 2001 marzo; 47(3): 403-11.

54. Disponibile a: http://www.lef.org/magazine/ mag2001/gennaio 2001 _awsi.html. 6 giugno 2005 raggiunto.

55. Disponibile a: http://www.lef.org/magazine/ mag2000/marzo 00 - report.html. 6 giugno 2005 raggiunto.

56. Disponibile a: http://www.lef.org/magazine/ mag2000/luglio 2000 _itn.html. 6 giugno 2005 raggiunto.

57. Disponibile a: http://www.lef.org/magazine/ mag2001/gennaio 2001 _itn.html. 6 giugno 2005 raggiunto.

58. Disponibile a: http://www.lef.org/magazine/ mag2000/febbraio 00 - report2.html. 6 giugno 2005 raggiunto.

59. Disponibile a: http://www.lef.org/magazine/ mag2002/gennaio 2002 _awsi_01.html. 6 giugno 2005 raggiunto.

60. Brod SA. L'infiammazione non regolata accorcia la longevità funzionale umana. Ricerca di Inflamm. 2000 novembre; 49(11): 561-70.

61. Concetti di Corti R, di Hutter R, di Badimon JJ, di Fuster V. Evolving nella triade di aterosclerosi, infiammazione e trombosi. Trombolisi di J Thromb. 2004 febbraio; 17(1): 35-44.

62. Meccanismi di Alvaro-Gonzalez LC, del Freijo-Guerrero millimetro, diSadaba-Garay F. Inflammatory, arteriosclerosi e colpo ischemico: dati e prospettive clinici. Rev Neurol. 1° settembre 2002; 35(5): 452-62.

63. Lindahl B, tiro H, Siegbahn A, Venge P, Wallentin L. Markers di danno e di infiammazione del miocardio relativamente a mortalità a lungo termine nella coronaropatia instabile. Gruppo di studio di FRISC. Fragmin durante l'instabilità nella coronaropatia. Med di N Inghilterra J. 2000 19 ottobre; 343(16): 1139-47.

64. Packard CJ, O'Reilly DS, Caslake MJ, et al. fosfolipasi Lipoproteina-collegata A2 come preannunciatore indipendente della coronaropatia. Ad ovest del gruppo di studio coronario di prevenzione della Scozia. Med di N Inghilterra J. 2000 19 ottobre; 343(16): 1148-55.

65. Smith deviazione standard di DA, Irving, Sheldon J, Cole D, Kaski JC. I livelli del siero della citochina antinfiammatoria interleukin-10 sono diminuiti in pazienti con angina instabile. Circolazione. 14 agosto 2001; 104(7): 746-9.

66. Devaux B, Scholz D, Hirche A, Klovekorn WP, Schaper J. Upregulation delle molecole di adesione cellulare e la presenza di infiammazione della qualità inferiore in infarto cronico umano. Cuore J. 1997 di EUR marzo; 18(3): 470-9.

67. Santoro A, effetti di Mancini E. Cardiac di infiammazione cronica nei pazienti sottoposti a dialisi. Trapianto del quadrante di Nephrol. 2002; 17 8:10 del supplemento - 15.

68. Brouqui P, Dumler JS, dimostrazione di Raoult D. Immunohistologic del coxiella burnetii nelle valvole dei pazienti con endocardite di febbre Q. Med di J. 1994 novembre; 97(5): 451-8.

69. Miller GE, Stetler CA, RM di Carney, Freedland KE, conta WA. Depressione clinica ed indicatori infiammatori di rischio per la coronaropatia. J Cardiol. 15 dicembre 2002; 90(12): 1279-83.

70. Shacter E, Weitzman SA. Infiammazione e cancro cronici. Oncologia (parco di Williston). 2002 febbraio; 16(2): 217-26, 229.

71. Zavros Y, KA di Eaton, Kang W, et al. gastrite cronica nel topo gastrina-carente hypochlorhydric diventa l'adenocarcinoma. Oncogene. 31 marzo 2005; 24(14): 2354-66.

72. Ballaz S, Mulshine JL. I contributi potenziali di infiammazione cronica a carcinogenesi del polmone. Clin Lung Cancer. 2003 luglio; 5(1): 46-62.

73. Radicali di Maeda H, dell'ossido di azoto di Akaike T. e dell'ossigeno nell'infezione, nell'infiammazione e nel cancro. Biochimica (Mosc.). 1998 luglio; 63(7): 854-65.

74. Chen Z, Malhotra PS, Thomas GR, et al. espressione delle citochine proinflammatory e proangiogenic in pazienti con il cancro di collo e capo. Ricerca del Cancro di Clin. 1999 giugno; 5(6): 1369-79.

75. Risch ha, Howe gr. Malattia infiammatoria pelvica ed il rischio di cancro ovarico epiteliale. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 1995 luglio; 4(5): 447-51.

76. RB di Ness, ruolo di Cottreau C. Possible di infiammazione epiteliale ovarica nel cancro ovarico. Cancro nazionale Inst di J. 1° settembre 1999; 91(17): 1459-67.

77. Deeb ZE, LA di Fox, deFries UFF. L'associazione della malattia infiammatoria cronica in planus del lichene con cancro della cavità orale. J Otolaryngol. 1989 settembre; 10(5): 314-6.

78. Chapman RW. Fattori di rischio per carcinogenesi biliare del tratto. Ann Oncol. 1999; 10 supplementi 4:308-11.

79. Ekbom A, Helmick C, Zack m., Adami UFF. Colite ulcerosa e cancro colorettale. Uno studio basato sulla popolazione. Med di N Inghilterra J. 1° novembre 1990; 323(18): 1228-33.

80. JUNIOR di Jackson, mp del seme, Kircher CH, Willoughby DA, Winkler JD. Il codependence dell'angiogenesi e dell'infiammazione cronica. FASEB J. 1997 maggio; 11(6): 457-65.

81. Grisham m., Jourd'heuil D, articolo di Wink D. Review: infiammazione cronica e metabolismo-implicazioni reattive dell'azoto e dell'ossigeno nel danno e nella mutagenesi del DNA. Alimento Pharmacol Ther. 2000 aprile; 14 supplementi 1:3-9.

82. Wiseman H, Halliwell B. Damage a DNA da ossigeno e dalle specie reattivi dell'azoto: ruolo nella malattia infiammatoria e progressione a cancro. Biochimica J. 1996 1° gennaio; 313 (pinta 1) 17-29.

83. Tossicità di Wenk GL, di McGann K, di Hauss-Wegrzyniak B, di Rosi S. The dell'fattore-alfa di necrosi del tumore sopra i neuroni colinergici all'interno dei basalis del nucleo ed il ruolo di norepinefrina nel regolamento di infiammazione: implicazioni per il morbo di Alzheimer. Neuroscienza. 2003;121(3):719-29.

84. Schmidt R, Schmidt H, bordo JD, et al. infiammazione e demenza iniziali: seguito di 25 anni dello studio di invecchiamento dell'Honolulu-Asia. Ann Neurol. 2002 agosto; 52(2): 168-74.

85. Etminan m., branchia S, Samii A. Effect degli anti-infiammatori non steroidei sul rischio di morbo di Alzheimer: rassegna e meta-analisi sistematiche degli studi d'osservazione. BMJ. 19 luglio 2003; 327(7407): 128.

86. Stephenson J. Più prova collega NSAID, uso dell'estrogeno con il rischio riduttore di Alzheimer. JAMA. 8 maggio 1996; 275(18): 1389-90.

87. JB ricco, Rasmusson DX, Folstein MF, et al. anti-infiammatori non steroidei nel morbo di Alzheimer. Neurologia. 1995 gennaio; 45(1): 51-5.

88. Emsley HC, Tyrrell PJ. Infiammazione ed infezione nel colpo clinico. Flusso sanguigno Metab di J Cereb. 2002 dicembre; 22(12): 1399-419.

89. Walston J, McBurnie mA, Newman A, et al. debolezza ed attivazione dei sistemi di coagulazione e di infiammazione con e senza le morbilità concomitanti cliniche: risultati dallo studio cardiovascolare di salute. Med dell'interno dell'arco. 11 novembre 2002; 162(20): 2333-41.

90. De Keyser F, Elewaut D, De Vos M, et al. infiammazione dell'intestino e gli spondyloarthropathies. Nord del Rheum DIS Clin. 1998 novembre; 24(4): 785-813.

91. Guebre-Egziabher F, conseguenze di Fouque D. Metabolic di infiammazione in insufficienza renale. Nephrologie. 2003;24(7):383-6.

92. Tomita m., Holman BJ, Williams LS, fitta KC, Santoro TJ. La disfunzione cerebellare è associata con sovraespressione dei geni proinflammatory di citochina nel lupus. Ricerca di J Neurosci. 1° aprile 2001; 64(1): 26-33.

93. Bruck W, Stadelmann C. Inflammation e degenerazione nella sclerosi a placche. Neurol Sci. 2003 dicembre; 24 supplementi 5: S265-7.

94. Speer CP. Nuove visioni della patogenesi di infiammazione polmonare in infanti prematuri. Neonato di biol. 2001;79(3-4):205-9.

95. Glabinski AR, O'Bryant S, Selmaj K, RM di Ransohoff. Espressione dei ricevitori di chemokine CXC durante l'encefalomielite autoimmune sperimentale ricadente cronica. Ann NY Acad Sci. 2000;917:135-44.

96. MN di Ajuebor, Hogaboam cm, Kunkel SL, Proudfoot EA, Wallace JL. Il chemokine RANTES è un mediatore cruciale della progressione da acuto a colite cronica nel ratto. J Immunol. 1° gennaio 2001; 166(1): 552-8.

97. PS del Hogan, Mishra A, Brandt eb, et al. Una funzione patologica per eotaxin e gli eosinofilo nell'infiammazione gastrointestinale eosinofila. Nat Immunol. 2001 aprile; 2(4): 353-60.

98. Shiels IA, Taylor MP, DP di Fairlie. Fenotipo delle cellule come obiettivo della terapia farmacologica nelle malattie infiammatorie croniche. Med Hypotheses. 2000 febbraio; 54(2): 193-7.

99. Licinio J, Wong ml. Il ruolo dei mediatori infiammatori nella biologia della depressione principale: le citochine del sistema nervoso centrale modulano il substrato biologico dei sintomi depressivi, regolano i sistemi sforzo-rispondenti e contribuiscono a neurotossicità e al neuroprotection. Mol Psychiatry. 1999 luglio; 4(4): 317-27.

100. Willard libbra, Hauss-Wegrzyniak B, Wenk GL. Conseguenze patologiche e biochimiche del neuroinflammation acuto e cronico all'interno del sistema colinergico del forebrain basale dei ratti. Neuroscienza. 1999 gennaio; 88(1): 193-200.

101. Van der Meide PH, Schellekens H. Cytokines e la risposta immunitaria. Bioterapia. 1996;8(3-4):243-9.

102. Blaser MJ. Ipotesi sulla patogenesi e sulla storia naturale da di infiammazione indotta da pilori di helicobacter. Gastroenterologia. 1992 febbraio; 102(2): 720-7.

103. Cominelli F, Dinarello CA. Interleukin-1 nella patogenesi di e nella protezione dalle malattie intestinali infiammatorie. Bioterapia. 1989;1(4):369-75.

104. Vie di Deon D, di Ahmed S, del Tai K, et al. di diafonia fra IL-1 e di segnalazione IL-6 nei fibroblasti sinoviali di artrite reumatoide. J Immunol. 1° novembre 2001; 167(9): 5395-403.

105. Wu H, Dwyer chilometro, fan Z, et al. fibra dietetica e progressione di aterosclerosi: lo studio di aterosclerosi di Los Angeles. J Clin Nutr. 2003 dicembre; 78(6): 1085-91.

106. Ajani uA, Ford es, Mokdad AH. Fibra dietetica e proteina C-reattiva: risultati dai dati nazionali di indagine dell'esame di nutrizione e di salute. J Nutr. 2004 maggio; 134(5): 1181-5.

107. Re DE, BM di Egan, Geesey ME. Relazione di grasso dietetico e di fibra all'elevazione di proteina C-reattiva. J Cardiol. 1° dicembre 2003; 92(11): 1335-9.

108. McCarty MF. le diete di Basso insulina risposta possono fare diminuire la proteina C-reattiva del plasma influenzando la funzione del adipocyte. Med Hypotheses. 2005;64(2):385-7.

109. Livelli e insulino-resistenza in donne non obese con la sindrome ovarica policistica ed effetto C-reattivi della proteina di Bahceci m., di Tuzcu A, di Canoruc N, et al. del siero (CRP) del bicalutamide sul irsutismo, sui livelli di CRP e sull'insulino-resistenza. Ricerca di Horm. 2004;62(6):283-7.

110. Putz dm, Goldner WS, Antivari RS, GRUPPO DI LAVORO di Haynes, WI di Sivitz. Adiponectin e proteina C-reattiva nell'obesità, nel diabete di tipo 2 e nella terapia del monodrug. Metabolismo. 2004 novembre; 53(11): 1454-61.

111. Salmenniemi U, Ruotsalainen E, Pihlajamaki J, et al. anomalie multiple in glucosio e nel metabolismo energetico e cambiamenti coordinati nei livelli di adiponectin, di citochine e di molecole di adesione negli oggetti con la sindrome metabolica. Circolazione. 21 dicembre 2004; 110(25): 3842-8.

112 . Pereira mA, Swain J, Goldfine ab, Rifai N, Ludwig DS. Gli effetti di un carico basso glycemic sono a dieta sui fattori di rischio di dispendio energetico e della malattia cardiaca di riposo durante la perdita di peso. JAMA. 24 novembre 2004; 292(20): 2482-90.

113. DP di Daskalopoulou ss, di Mikhailidis, Elisaf M. Prevention e trattamento della sindrome metabolica. Angiologia. 2004 novembre; 55(6): 589-612.

114. Jenkins DJ, Kendall CW, Marchie A, et al. effetti di una cartella dietetica di colesterolo-abbassamento degli alimenti contro le lovastatine sui lipidi del siero e sulla proteina C-reattiva. JAMA. 23 luglio 2003; 290(4): 502-10.

115. Richter V, Purschwitz K, Rassoul F, et al. effetti di modifica di dieta sul rischio cardiovascolare: risultati dallo studio sano di nutrizione di Leipzig. L'Asia Pac J Clin Nutr. 2004 agosto; 13 (supplemento): S106.

116. Pirro m., Schillaci G, Savarese G, et al. attenuazione di infiammazione con intervento dietetico a breve termine è associato con una riduzione di rigidezza arteriosa degli oggetti con ipercolesterolemia. EUR J Cardiovasc Prev Rehabil. 2004 dicembre; 11(6): 497-502.

117. Aronson D, Sella R, sceicco-Ahmad M, et al. L'associazione fra forma fisica cardiorespiratoria e proteina C-reattiva negli oggetti con la sindrome metabolica. J Coll Cardiol. 16 novembre 2004; 44(10): 2003-7.

118. Il casson PR, Andersen Marina militare, HG di Herrod, et al. deidroepiandrosterone orale nelle dosi fisiologiche modula la funzione immune in donne postmenopausali. J Obstet Gynecol. 1993 dicembre; 169(6): 1536-9.

119. Kipper-Galperin m., Galilly R, Danenberg HD, Brennero T. Dehydroepiandrosterone inibisce selettivamente la produzione dell'alfa di fattore di necrosi tumorale e di interleukin-6 [correzione di interlukin-6] in astrocytes. Sviluppatore Neurosci di Int J. 1999 dicembre; 17(8): 765-75.

120. Bellinghieri G, Santoro D, Calvani m., Savica V. Role di carnitina nella sintesi delle proteine di modulazione di acuto-fase nei pazienti di emodialisi. J Ren Nutr. 2005 gennaio; 15(1): 13-7.

121. Savica V, Calvani m., Benatti P, et al. sistema della carnitina in pazienti uremici: aspetti molecolari e clinici. Semin Nephrol. 2004 settembre; 24(5): 464-8.

122. Jiang Q, BN di Ames. il Gamma-tocoferolo, ma non l'alfa-tocoferolo, gli eicosanoidi di diminuzioni e l'infiammazione proinflammatory danneggiano in ratti. FASEB J. 2003 maggio; 17(8): 816-22.

123. Himmelfarb J, Kane J, McMonagle E, et al. alfa e metabolismo del tocoferolo di gamma negli individui sani ed in pazienti con la malattia renale di stadio finale. Rene Int. 2003 settembre; 64(3): 978-91.

124. Devaraj S, il completamento del tocoferolo di Jialal I. Alpha fa diminuire i livelli C-reattivi della proteina e del monocito interleukin-6 del siero nei volontari di normale e nel tipo - 2 pazienti diabetici. Med libero di biol di Radic. 2000 15 ottobre; 29(8): 790-2.

125. Jialal I, Devaraj S, Venugopal SK. Sforzo ossidativo, infiammazione e vasculopathies diabetici: il ruolo di alfa terapia del tocoferolo. Ricerca libera di Radic. 2002 dicembre; 36(12): 1331-6.

126. Patrick L, malattia cardiovascolare di Uzick M.: proteina C-reattiva ed il paradigma di malattia infiammatoria: Inibitori della riduttasi HMG-CoA, alfa-tocoferolo, riso rosso del lievito e polifenoli dell'olio d'oliva. Una rassegna della letteratura. Altern Med Rev. 2001 giugno; 6(3): 248-71.

127. Upritchard JE, Sutherland WH, MANN JI. Effetto del completamento con il succo di pomodoro, la vitamina E e la vitamina C su ossidazione di LDL ed i prodotti di attività infiammatoria in diabete di tipo 2. Cura del diabete. 2000 giugno; 23(6): 733-8.

128. Wang XL, acqua piovana DL, Mahaney MC, Stocker R. Cosupplementation con la vitamina E e coenzima Q10 si riduce fare circolare gli indicatori di infiammazione in babbuini. J Clin Nutr. 2004 settembre; 80(3): 649-55.

129. Murphy RT, Foley JB, la TA del tomo, et al. modulazione della vitamina E di proteina C-reattiva in fumatori con le sindromi coronariche acute. Med libero di biol di Radic. 15 aprile 2004; 36(8): 959-65.

130. Marchioli R, Barzi F, Bomba E, et al. protezione iniziale contro morte improvvisa dagli acidi grassi polinsaturi n-3 dopo infarto miocardico: analisi di del tempo corso dei risultati del Gruppo Italiano per nell'Infarto Miocardico (GISSI) - Prevenzione di Sopravvivenza di della dello studio dello. Circolazione. 23 aprile 2002; 105(16): 1897-903.

131. Lopez-Garcia E, MB di Schulze, Manson JE, et al. consumo (n-3) degli acidi grassi è collegato con i biomarcatori del plasma di infiammazione e dell'attivazione endoteliale in donne. J Nutr. 2004 luglio; 134(7): 1806-11.

132. Se di Pischon T, di Hankinson, Hotamisligil GS, et al. ingestione dietetica abituale di n-3 ed acidi grassi n-6 relativamente agli indicatori infiammatori fra gli uomini e le donne degli Stati Uniti. Circolazione. 15 luglio 2003; 108(2): 155-60.

133. Madsen T, Skou ha, Hansen VE, et al. proteina C-reattiva, acidi grassi dietetici n-3 e le dimensioni della coronaropatia. J Cardiol. 15 novembre 2001; 88(10): 1139-42.

134. Ciubotaru I, Lee YS, vaga RC. L'olio di pesce dietetico fa diminuire la proteina C-reattiva, interleukin-6 ed il triacilglicerolo al rapporto del HDL-colesterolo in donne postmenopausali sulla terapia ormonale sostitutiva. Biochimica di J Nutr. 2003 settembre; 14(9): 513-21.

135. Il TM, l'olio di pesce di Arden NK, Wootton SA, et al. e gli antiossidanti tripli alterano la composizione e la funzione di fare circolare le cellule mononucleari nella malattia di Crohn. J Clin Nutr. 2004 novembre; 80(5): 1137-44.

136. Jellema A, Plat J, Mensink RP. La perdita di peso, ma non un'assunzione moderata dell'olio di pesce, abbassa le concentrazioni di indicatori e di antigene infiammatori PAI-1 in uomini obesi durante il digiuno e lo stato postprandiale. L'EUR J Clin investe. 2004 novembre; 34(11): 766-73.

137. Nestel P, Shige H, Pomeroy S, et al. N-3 gli acidi grassi acido eicosapentanoico e acido docosaesaenoico aumentano la conformità arteriosa sistemica in esseri umani. J Clin Nutr. 2002 agosto; 76(2): 326-30.

138. Chin JP, dardo. HBPRCA Astra Award. Ripristino terapeutico della funzione endoteliale negli oggetti ipercolesterolemici: effetto degli oli di pesce. Clin Exp Pharmacol Physiol. 1994 ottobre; 21(10): 749-55.

139. Paquette DW. Il collegamento periodentale-cardiovascolare. Ammaccatura di Compend Contin Educ. 2004 settembre; 25(9): 681-92.

140. Disponibile a: http://www.latimes.com/features/health/la-he stroke28mar28,1,3986403.story? ctrack=1&cset=true. 6 giugno 2005 raggiunto.

141. Disponibile a: http://www.mgwater.com/calcs.shtml#summary. 6 giugno 2005 raggiunto.

142. Disponibile a: www.mgwater.com. 6 giugno 2005 raggiunto.

143. Disponibile a: http://www.mgwater.com/adobe.shtml. 6 giugno 2005 raggiunto.

144. Disponibile a: http://www.mgwater.com/waters.shtml. 6 giugno 2005 raggiunto.

145. Disponibile a: http://www.mgwater.com/calcs.shtml. 6 giugno 2005 raggiunto.