Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Estratti

LE Magazine gennaio 2006
immagine

Osteoporosi

Osteoporosi maschio: nuove tendenze relative alla diagnosi ed alla terapia.

L'osteoporosi è uno stato comune negli uomini che colpiscono circa 2 milione maschi negli Stati Uniti. Rispetto alle donne, l'osteoporosi si sviluppa più successivamente nella vita e l'incidenza delle fratture in relazione con l'osteoporosi è più bassa negli uomini. La morbosità e la mortalità connesse con le fratture osteoporotiche sono molto maggiori negli uomini rispetto alle donne e le cause secondarie di osteoporosi (in circa 50% dei casi) sono identificate più frequentemente negli uomini rispetto alle donne con osteoporosi. L'eccessivo consumo dell'alcool, l'eccesso glucocorticoide ed il ipogonadismo sono le cause il più comunemente identificate. L'osteoporosi primaria negli uomini è stata collegata ai cambiamenti nella secrezione steroide del sesso, nell'asse del tipo di ormone della crescita factor-1 (GH-IGF-1) della crescita e nel hydroxyvitamin 25 la D [25 (l'OH) D] - sistema dell'ormone del D-paratiroide della vitamina (PTH) di PTH. La diagnostica dell'osteoporosi negli uomini è complicata da un dibattito in corso sopra se usare i valori di riferimento sesso-specifici per densità minerale ossea (BMD) o valori di riferimento femminili. La società internazionale per densitometria clinica raccomandata facendo uso di un punteggio di T di -2,5 o di di meno dei valori di riferimento maschii per diagnosticare osteoporosi in uomini che sono > o anni =65. Tuttavia, questa definizione deve ancora essere convalidata in termini di incidenza e prevalenza di frattura. L'assicurazione dell'assunzione adeguata di vitamina D e del calcio è la pietra angolare di tutto l'impedire puntato su regime o di trattamento dell'osteoporosi negli uomini. I bifosfonati sono attualmente la terapia della scelta per il trattamento di osteoporosi maschio. Un breve corso dell'ormone paratiroidale (1-34) [teriparatide] può essere indicato per gli uomini con il BMD molto basso o in quelli in cui la terapia di bifosfonato è infruttuosa. L'uso della terapia della testosterone-sostituzione per la prevenzione e del trattamento di osteoporosi maschio rimane discutibile ma probabilmente avvantaggiare gli uomini osteoporotici con il ipogonadismo evidente.

Invecchiare delle droghe. 2005;22(9):741-8

Andropause: la terapia sostitutiva dell'androgeno è indicata per il maschio di invecchiamento?

Il numero degli uomini negli Stati Uniti > o degli anni =65 di GE è proiettato aumentare nel 2030 da 14.452.000 nel 2000 a 31.343.000. Circa 30% degli uomini 60-70 anni e 70% degli uomini 70-80 anni hanno bassi livelli bioavailable o liberi del testosterone. I sintomi ed i risultati della carenza del testosterone sono simili a quelli connessi con invecchiamento. Comprendono la perdita di energia, l'umore depresso, libido in diminuzione, disfunzione erettile, massa e forza in diminuzione del muscolo, massa aumentata del grasso, debolezza, osteopenia ed osteoporosi. Parecchi piccoli test clinici indicano che la terapia sostitutiva del testosterone può migliorare molti di questi risultati; tuttavia, gli studi non sono stati alimentati per valutare i rischi potenziali, quale l'esigenza del trattamento dilagante dell'iperplasia prostatica benigna, dello sviluppo di un carcinoma della prostata clinico, o degli eventi cardiovascolari. Quindi, il rapporto del beneficio/rischio di terapia sostitutiva del testosterone negli uomini di invecchiamento è non noto.

Annu Rev Med. 2005;56:117-37

Medicina climaterica: Menopausa e società europee di Andropause (EMAS) le dichiarazioni di 2004/2005 di posizione sui peri e sulla terapia ormonale sostitutiva postmenopausale.

In donne sperimentare affliggendo i sintomi climaterici durante i peri e il postmenopause là è prova concludente dalle prove controllate randomizzate abbondanti che la terapia ormonale sostitutiva sistemica (terapia ormonale sostitutiva) di qualunque tipo permette il sollievo di sintomo, senza il trattamento alternativo producendo il simile effetto. Sebbene questa prova stia accumulandosi, la domanda di come fornire la migliore pratica clinica nel tentativo di sia alleviare i sintomi della menopausa che impedire le malattie degeneranti postmenopausali più a lungo termine è ancora nell'ambito del dibattito. Nel fornire la medicina climaterica, la dose ed il regime della terapia ormonale sostitutiva deve essere individualizzata hanno basato per principio di scelta della dose appropriata più bassa relativamente alla severità dei sintomi e sull'età della menopausa. Tuttavia, pochi dati a lungo termine sulle formulazioni differenti di terapia ormonale sostitutiva esistono in donne sintomatiche, che inoltre rappresentano il rischio della linea di base di malattia cardiovascolare (CVD), di cancro al seno e di osteoporosi. Nella maggior parte dei casi, una prescrizione individualizzata insieme alla gestione di stile di vita sosterrà le possibilità per gli effetti benefici netti sui sintomi climaterici, la qualità della vita (QoL), sessualità ed osteoporosi, con soltanto il rischio raro di effetti contrari severi. Con la prospettiva fornita dai risultati epidemiologici recenti, specialmente dal braccio dell'estrogeno soltanto dello studio di iniziativa della salute delle donne (WHI), della menopausa e delle attività di ricerca europee di sostegni della società di Andropause (EMAS) in donne sintomatiche di nuove formulazioni di terapia ormonale sostitutiva per colpire positivamente l'equilibrio del beneficio e del rischio clinici, compreso informazioni specifiche su QoL ed anche rappresentare le differenze tradizionali nelle modalità di trattamento fra gli Stati Uniti e l'Europa e la differenza in BMI, nello stile di vita e nella dieta. In donne che avvertono i dati correnti iniziali della menopausa (anno <45) sostenga un beneficio globale specifico della terapia ormonale sostitutiva. Attualmente, la terapia ormonale sostitutiva sistemica più a lungo termine può essere considerata in donne ad ad alto rischio delle fratture osteoporotiche, in particolare quando le terapie alterne sono o inadeguate o insufficientemente efficace, come benefici supererà tutti i rischi in peso. Al contrario, i sintomi urogenitali possono essere indirizzati efficientemente e sicuro con la terapia locale a lungo termine dell'estrogeno.

Maturitas. 16 maggio 2005; 51(1): 8-14

Fumando ed ormoni nella salute e nei disordini della ghiandola endocrina.

Il fumo ha effetti multipli sulla secrezione dell'ormone, alcuna di cui è associata con le implicazioni cliniche importanti. Questi effetti pricipalmente sono mediati tramite l'azione farmacologica di nicotina ed anche dalle tossine quale tiocianato. Il fumo colpisce l'ipofisi, la tiroide, la funzione adrenale, testicolare ed ovarica, il metabolismo del calcio e l'azione di insulina. Gli effetti clinici salienti principali sono il rischio e la severità aumentata di ipertiroidismo delle tombe e opthalmopathy, osteoporosi ed hanno ridotto la fertilità. Il fumo anche contribuisce allo sviluppo di insulino-resistenza e quindi di diabete di tipo 2 melliti. Una preoccupazione importante è inoltre l'effetto di fumo sul feto e sui bambini piccoli. Il trasferimento passivo di tiocianato può causare la perturbazione della dimensione e della funzione della tiroide. Ancora, il fumo materno causa la produzione aumentata della catecolamina, che può contribuire ad aspersione di sotto dell'unità fetoplacentale.

EUR J Endocrinol. 2005 aprile; 152(4): 491-9

Prova randomizzata di etidronate più calcio e della vitamina D per il trattamento di densità minerale ossea bassa nel morbo di Crohn.

FONDO & OBIETTIVI: Il morbo di Crohn causa un aumento in osteopenia e nell'osteoporosi. Questo studio ha valutato l'efficacia di aggiunta del etidronate al calcio ed al completamento di vitamina D per il trattamento di densità minerale ossea bassa nel morbo di Crohn. METODI: Cento cinquantaquattro pazienti con il morbo di Crohn con densità minerale ossea in diminuzione, determinata usando i raggi x di doppio-energia absorptiometry, sono stati assegnati a caso per ricevere il etidronate (400 mg oralmente) o non per i 14 giorni; entrambi i gruppi poi sono stati dati il calcio quotidiano (500 mg) ed il completamento di vitamina D (400 IU) per i 76 giorni. Questo ciclo è stato ripetuto 8 volte durante il periodo di 24 mesi. Le caratteristiche e le densità minerali ossee biochimiche sono state valutate a 6, 12 e 24 mesi. RISULTATI: Dopo 24 mesi la densità minerale ossea è aumentato significativamente dalla linea di base sia etidronate- che nei gruppi non etidronate trattati (sia gruppi che ricevono calcio che completamento di vitamina D) al tratto lombare della colonna vertebrale (P < .001), al raggio ultradistal (P < .001) ed ai siti del trocantere (P = .004), ma non all'anca totale. L'aumento nella densità minerale ossea era simile in ogni gruppo del trattamento. Nessuna differenza di densità minerale ossea è stata trovata quando i gruppi sono stati analizzati secondo il genere, l'uso del corticosteroide, la densità minerale ossea alla linea di base, o l'età. CONCLUSIONI: La densità minerale ossea bassa è associata frequentemente con il morbo di Crohn. Il completamento con calcio quotidiano e la vitamina D è associato con gli aumenti nella densità minerale ossea. L'aggiunta di etidronate orale più ulteriormente non migliora la densità minerale ossea.

Clin Gastroenterol Hepatol. 2005 febbraio; 3(2): 122-32

Promozione della salute generale durante la terapia di privazione dell'androgeno (ADT): una rassegna di punto della rapida 10 per i vostri pazienti.

La privazione dell'androgeno affinchè l'uso del carcinoma della prostata si applichi soltanto nello stadio avanzato del processo di malattia, così, l'emissione di promozione della salute generale durante questo tempo non era una preoccupazione perché l'argomento di vita e morte era più preminente. Tuttavia, grazie ad individuazione tempestiva di carcinoma della prostata, c'è stato una migrazione della fase generale in questa malattia. Gli uomini stanno scegliendo più presto e più presto queste terapie della fase tradizionalmente recente. Di conseguenza, l'argomento di qualità della vita su questo trattamento ora ha raccolto tant'attenzione quanto le edizioni di sopravvivenza. Le preoccupazioni di salute mentale o conoscitive, i cambiamenti del colesterolo, le vampate di calore, l'osteoporosi e gli effetti secondari di altro lato stanno indirizzandi e trattandi con varie medicine convenzionali. Tuttavia, l'emissione del ruolo del paziente o che uomini possono fare personalmente per promuovere migliore salute mentale e fisica è necessaria disperatamente in questa area. Vario stile di vita utile cambia e gli agenti non quotati in borsa possono avere un impatto enorme sulla salute degli uomini durante la privazione dell'androgeno. I supplementi di vitamina D e del calcio, l'esercizio di resistenza ed aerobico, la consapevolezza e la riduzione del colesterolo, la perdita di peso ed altri diversi cambiamenti hanno potuto avere un impatto enorme sulla qualità e quantità di vita di un uomo. Alcuni dei questi cosiddetta “linea inferiore„ raccomandazioni sono esaminati in questo articolo per autorizzare il paziente durante questo tempo e per inviare chiaramente il messaggio che ha un ruolo oltre appena al prendere ed a usando un farmaco da vendere su ricetta medica per gli effetti collaterali ed il suo ruolo è appena come critico per il miglioramento della probabilità di vivere più lunga e migliore.

Urol Oncol. 2005 gennaio-febbraio; 23(1): 56-64

a linee guida basate a prova per la prevenzione ed il trattamento da di osteoporosi indotta da glucocorticoide: un documento di consenso del club belga dell'osso.

I glucocorticoidi (GCs) sono prescritti frequentemente per vari termini infiammatori e/o pericolosi riguardo a molti sistemi nel corpo. Tuttavia, possono provocare molte ripercussioni, di cui l'osteoporosi (OP) è una delle complicazioni paralizzanti, con il suo ospite delle fratture. L'aumento drammatico nella fragilità dell'osso è pricipalmente attribuibile dalla alla perdita rapida indotta da gascromatografia dell'osso in tutti i compartimenti scheletrici. Abbiamo esaminato le meta-analisi ed abbiamo randomizzato gli studi controllati che riferiscono gli interventi terapeutici medici attualmente registrati nel Belgio per la gestione di GC-OP comparativamente con un placebo. Sulla base di questa ricerca, una riunione d'esperti ha sviluppato un consenso sulla prevenzione e sulla terapia di GC-OP. La patofisiologia di GC-OP è complessa. Parecchi fattori, agendo esclusivamente o sinergico, sono stati descritti. Il loro grande numero potrebbe contribuire a capire la rapidità di perdita dell'osso e dell'avvenimento di fragilità dell'osso, indicando che un intervento terapeutico rapido dovrebbe essere implementatoe per evitare le complicazioni. Tutti i pazienti sul GCs sono minacciati per OP, in modo dalla prevenzione e/o la terapia di GC-OP dovrebbero essere considerate non solo per le femmine postmenopausali, ma anche per le femmine premenopausa osteopenic e per i maschi messi su una dose quotidiana almeno del prednisolone equivalente di mg 7,5 che si pensa che duri almeno 3 mesi. gli interventi Non farmacologici, quali l'esercizio e l'evitare tabacco e l'alcool, dovrebbero essere raccomandati, anche se il loro ruolo definitivamente non è sistemato nella prevenzione di GC-OP. Il calcio supplementare e la vitamina D dovrebbero essere considerati come la terapia prima linea a causa della diminuzione nell'assorbimento intestinale del calcio provocato dal GCs. Anche hanno potuto essere considerati come terapia isolata in pazienti che prendono meno il prednisolone di mg di 7,5 quotidiano e/o per i più brevi di 3 mesi preveduti di un periodo o come terapia adiuvante ad altre droghe più potenti. La terapia ormonale sostitutiva ha potuto essere considerata in giovani femmine postmenopausali su GASCROMATOGRAFIA, come in OP postmenopausale, o negli uomini con i bassi livelli dell'androgeno. La calcitonina sembra avere un effetto protettivo sull'osso trabecular in GC-OP, appena come in OP postmenopausale. C'è un corpo aumentante di prova che sostiene l'efficacia di antifratturativo dei bifosfonati, considerevolmente alendronati e risedronate. La terapia preventiva e curativa di GC-OP dovrebbe essere mantenuta finchè il paziente è sul trattamento di GASCROMATOGRAFIA e potrebbe essere fermato dopo lo svezzamento dalla GASCROMATOGRAFIA, perché c'è più della prova circostanziale di un certo recupero del BMD quando il GCs è fermato. Non c'è indicazione in GC-OP per qualunque combinazione di due agenti antiresorptive (eccezione fatta per calcio e la vitamina D) o per un agente antiresorptive ed anabolico. Non c'è effettivamente prova che i costi aumentati dei trattamenti combinati tradurranno in efficacia terapeutica aumentata.

Osteoporos Int. 11 ottobre 2005

Differenze di genere nelle abitudini di salute e nella motivazione per uno stile di vita sano fra gli studenti universitari svedesi.

Lo scopo dello studio presente era di studiare le differenze di genere nelle abitudini della salute degli studenti e la motivazione per uno stile di vita sano. Il campione degli studenti ha compreso un campione stratificato sistematico di probabilità da ogni dipartimento ad una piccola università nel sud-ovest della Svezia (n = 479). Un questionario creato per questo studio è stato usato per la raccolta di dati. la salute Auto-stimata è stata misurata dal numero dei reclami di salute, dove il buona salute è stato definito come avendo meno di tre reclami di salute durante l'ultimo mese. Un indice sano di stile di vita è stato computato sulle abitudini relative al fumo, al consumo dell'alcool, alle abitudini alimentari, all'attività fisica ed allo sforzo. Le studentesse hanno fatte relativo le abitudini più sane al consumo ed alla nutrizione dell'alcool ma erano sollecitate. Gli studenti maschii hanno mostrato un ad alto livello di sovrappeso e dell'obesità ed erano meno interessati nel consiglio e nella salute di nutrizione che migliorano le attività. Le differenze di genere sono discusse relativamente all'impatto dello sforzo sulla salute delle studentesse ed al rischio per gli studenti maschii nell'avere abitudini nutrizionali non sane congiuntamente ad essere fisicamente inattive ed a bere troppo alcool.

Salute Sci di Nurs. 2005 giugno; 7(2): 107-18

Valori di riferimento per il silicio del siero in adulti.

Il silicio è una sostanza nutriente essenziale di importanza fondamentale a biologia umana. È stato indicato che il silicio è richiesto per l'osso, la cartilagine e la formazione del tessuto connettivo. Tuttavia, la valutazione di concentrazione nel silicio è difficile poichè i valori di riferimento stanno mancando di. Lo scopo dello studio presente era di stabilire i valori di riferimento per gli individui apparentemente in buona salute. Le concentrazioni nel silicio sono state determinate in siero di 1325 individui sani 18-91 anni facendo uso di spettrometria per assorbimento atomico. Le mediane per le concentrazioni nel silicio del siero hanno mostrato una dipendenza statisticamente significativa del sesso e dell'età. Negli uomini 18-59 anni la mediana era 9,5 micromol/L ed in diminuzione a 8,5 micromol/L a 60-74 anni. In donne c'era un aumento nella mediana dall'età 18-29 anni (10,00 micromol/L) - 30-44 anni (11,10 micromol/L) seguito da una diminuzione nel gruppo d'età di 45-59 anni (9,23 micromol/L). Negli oggetti invecchiati in 74 anni gli indici mediani del silicio del siero erano 7,70 micromol/L per gli uomini e 8,00 micromol/L per le donne. I risultati più importanti in questo studio sono la diminuzione di silicio ed il corso delle concentrazioni nel silicio con l'età, particolarmente in donne. Lo studio presente è un presupposto importante per gli studi che mirano ad identificare gli effetti sulla salute e le implicazioni mediche di silicio.

Biochimica anale. 1° febbraio 2005; 337(1): 130-5

Continuato alla pagina 5 di 5