Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine aprile 2006

immagine

Pygeum

Un estratto da questo albero africano indigeno riduce i sintomi dell'iperplasia prostatica benigna Da Nina Flanagan

Il ciliegio africano, africanum di pygeum, è un sempreverde trovato alle più alte elevazioni attraverso l'Africa. Il suo uso medicinale data ai 1700s, quando le tribù in Africa del Sud hanno insegnato ad esploratori in anticipo a come usare la corteccia dell'albero per trattare il disagio della vescica.Il 1 estratto di Pygeum è stato utilizzato in Europa per trattare l'iperplasia prostatica benigna dagli anni 60 ed è attualmente il terapeutico più comunemente usato per questo termine in Francia.2

L'iperplasia prostatica benigna colpisce circa 50% degli uomini invecchiati 51-60 e fino a 90% degli uomini sopra l'età di 80. Questa circostanza induce la ghiandola di prostata ad ingrandire, restringendo l'uretra e rendendola difficile affinchè la vescica svuoti. I sintomi comprendono la corrente riduttrice dell'urina, la frequente minzione (particolarmente alla notte), l'urgenza, la colatura e la ritenzione urinaria urinarie. L'iperplasia prostatica benigna severa può avere effetti sulla salute a lungo termine seri, quali infezioni delle vie urinarie, danno del rene o della vescica, calcoli della vescica, dolore durante il rapporto sessuale ed incontinenza. Le terapie per trattare questa circostanza includono le droghe farmaceutiche quali Proscar®, Hytrin® e Flomax® come pure opzioni non chirurgiche e chirurgiche. Tuttavia, tutti questi rimedi hanno associato gli effetti collaterali. Gli studi clinici suggeriscono che l'estratto della corteccia di pygeum sia efficace nella riduzione dei sintomi dell'iperplasia prostatica benigna, con pochi effetti collaterali.3,4

La causa dell'iperplasia prostatica benigna completamente non è conosciuta o non capita. Una teoria è che la conversione di testosterone al diidrotestosterone via la alfa-riduttasi degli enzimi 5 contribuisce all'ingrandimento della prostata.5 inoltre, mentre gli uomini invecchiano, avvertono spesso un aumento nei livelli adi testosterone relativo dell'estrogeno, indicanti che l'estrogeno può partecipare allo sviluppo di questa circostanza. In uno studio, gli estratti di radice dell'ortica e di pygeum parzialmente hanno bloccato rispettivamente l'azione di due enzimi, aromatasi ed alfa-riduttasi 5, che sono compresi nella produzione di estrogeno e del diidrotestosterone. Pygeum ha mostrato l'efficacia molto più alta alle dosi più basse che irriti la radice, ma la combinazione di entrambe le erbe era sensibilmente più efficace dell'uno o l'altro da solo nel blocco dell'enzima di aromatasi.6

Come Pygeum funziona?

La corteccia di Pygeum contiene i numerosi costituenti utili, compreso i fitosteroli quali i beta-sitosteroli, che esibiscono l'azione antinfiammatoria inibendo la produzione delle prostaglandine nella prostata. Altre componenti di pygeum includono gli esteri ferulici, che riducono i livelli di prolattina (un ormone che promuove l'assorbimento del testosterone nella ghiandola di prostata) ed i triterpeni pentaciclici, che inibiscono un enzima in questione nell'infiammazione e contribuiscono a ridurre l'edema. Gli scienziati ritengono che questi phytochemicals funzionino insieme per contribuire a neutralizzare i cambiamenti strutturali e biochimici connessi con l'iperplasia prostatica benigna.1,7

Pygeum può contribuire ad impedire la crescita eccessiva delle cellule della prostata che possono contribuire all'iperplasia prostatica benigna. La ricerca suggerisce che il pygeum possa fare questo mediante l'inibizione del fattore di crescita di base del fibroblasto, un implicato biochimico di segnalazione nello sviluppo dell'iperplasia prostatica benigna.8 in una ricerca di laboratorio, l'estratto di pygeum ha dimostrato un effetto antiproliferativo sulle cellule della prostata derivate dai ratti, che era in parte mediato tramite inibizione di fattore di crescita di base del fibroblasto.9

Sezione tramite la ghiandola di prostata umana. La prostata consiste del tessuto ghiandolare incastonato in una matrice delle cellule fibromuscolari (arancio e nero).

L'ingrandimento della ghiandola di prostata può ostruire la vescica che di svuotamento, che può condurre ai cambiamenti cellulari e funzionali nel tessuto della vescica. Gli studi dei conigli suggeriscono che pretrattamento con gli aiuti di pygeum per proteggere la vescica dallo sviluppare le disfunzioni contrattili e biochimiche indotte tramite l'ostruzione parziale dello sbocco della vescica, possibilmente proteggendo la vescica dalla lesione ischemica.10,11 i ricercatori suggeriscono che il pygeum possa lavorare in entrambi i conigli ed esseri umani per proteggere il muscolo liscio della vescica da danno cellulare indotto tramite flusso ostruito.10

Riduzione dei sintomi di BPH

I test clinici suggeriscono che il pygeum possa sicuro e efficacemente aiuto ridurre i sintomi dell'iperplasia prostatica benigna. In una prova multicentrata in Europa, 85 uomini con delicato per moderare l'iperplasia prostatica benigna sono stati dati due volte al giorno 50 mg di pygeum per due mesi. I partecipanti di studio hanno dimostrato una diminuzione nel punteggio internazionale di sintomo della prostata, una valutazione soggettiva di 40% della severità dei sintomi dell'iperplasia prostatica benigna. Ancora, gli uomini pygeum-completati hanno riferito una diminuzione di 32% nella frequenza di minzione notturna (nicturia) e un miglioramento di 31% nella qualità della vita. Dopo che il completamento con il pygeum concluso, i pazienti è stato seguito per un mese supplementare. I benefici derivati dalla terapia di pygeum sono continuato persino durante questo periodo senza trattamento, indicante un effetto terapeutico durevole.12

In un più grande controllato con placebo, lo studio di prova alla cieca, 263 uomini ha ricevuto 100 mg di pygeum o il placebo quotidiano per i 60 giorni. Il gruppo di pygeum ha dimostrato un miglioramento 17,2% nel flusso urinario, in una diminuzione 24,5% nel volume residuo della vescica, in una diminuzione di 31% nella nicturia ed in una diminuzione 19,4% nella frequenza urinaria di giorno. In generale, 66% del gruppo di pygeum ha riferito il miglioramento, confrontato a soltanto 31% del gruppo del placebo.13

Secondo due separati

le revisioni bibliografiche, l'estratto di pygeum dimostra statisticamente i benefici significativi per l'iperplasia prostatica benigna. La rassegna più recente, effettuata nel 2000, studi analizzati che datano dal 1966 al 2000. In 18 ha randomizzato le prove che fanno partecipare 1.562 uomini, il pygeum ha fornito il miglioramento significativo nel risultato combinato dei sintomi e delle misure urologici di flusso. Ancora, gli uomini che prendono il pygeum hanno riferito il doppio miglioramento nei sintomi globali.3 una revisione bibliografica più in anticipo pubblicata nel 1995 hanno esaminato 12 clinici, controllato con placebo, studi di prova alla cieca, in cui 358 pazienti hanno ricevuto il pygeum e 359 hanno ricevuto il placebo. Di nuovo, quelli pygeum di consumo hanno dimostrato statisticamente i benefici significativi confrontati a quelli che ricevono il placebo.4

Micrografo leggero di una sezione tramite una ghiandola di prostata umana normale, che circonda la cima dell'uretra.

Assegni complementari di Pygeum

Pygeum inoltre è stato usato per trattare l'infiammazione della prostata, o la prostatite. La prostatite può accadere dovuto le cause contagiose o non infettive e può causare i sintomi quali frequenza, urgenza, o dolore urinaria. In un test clinico, 47 pazienti con prostatite cronica hanno ricevuto 100 mg di quotidiano di pygeum per cinque - sette settimane. Ottantanove per cento hanno riferito una remissione completa dei sintomi.4

In un altro studio, gli uomini con disfunzione sessuale dovuto l'iperplasia prostatica benigna o la prostatite cronica hanno ricevuto giornalmente l'estratto di pygeum (200 mg per i 60 giorni) da solo o con gli antibiotici. Gli uomini che ricevono l'estratto della corteccia di pygeum hanno avvertito la funzione sessuale migliore, anche se non c'erano differenze significative fra i livelli di ormone o la rigidità del pene notturna prima e dopo la terapia. Sulla base dei loro risultati, i ricercatori ritengono che il pygeum possa essere utile ai pazienti con disfunzione sessuale o riproduttiva.14

COME PARTECIPARE ALLA RICERCA DI PYGEUM

Grande uno studio clinico di fase III intestato dal Dott. il J. Curtis Nickel, professore dell'urologia all'università della regina a Kingston, Ontario, confronterà il pygeum (africanum di Pygeum), ha visto il palmetto (repens del Serenoa) e Flomax® (tamsulosina) a placebo nel controllo dell'iperplasia prostatica benigna.

I pazienti saranno assegnati a caso ad uno dei tre trattamenti o placebi e saranno seguiti per quattro anni. Lo scopo dello studio è di valutare l'efficacia, la sicurezza e gli effetti collaterali dei due trattamenti di erbe per l'iperplasia prostatica benigna confrontata a Flomax® ed a placebo. L'assunzione paziente ancora non ha cominciato. Gli uomini interessati alla partecipazione allo studio ad uno di parecchi centri degli Stati Uniti possono imparare più da http://www.clinicaltrials.gov/ct/show/ di visita NCT00097136? order=1.

Sicurezza e dosaggio

I test clinici condotti fin qui suggeriscono che il pygeum possa notevolmente avvantaggiare gli uomini con l'iperplasia prostatica benigna con la sua capacità di fare diminuire la frequenza urinaria notturna, di diminuire l'urgenza urinaria, di inibire la proliferazione delle cellule della prostata, di migliorare la qualità della vita paziente e di ridurre il volume residuo dell'urina nella vescica. Ancora, i dati suggeriscono che il pygeum sia sicuro e tollerato bene.

La maggior parte dei studi riferiscono gli effetti contrari non significativi del pygeum, sebbene ci siano stati istanze rare delle perturbazioni gastrointestinali quali diarrea, costipazione e mal di stomaco. Uno studio clinico ha riferito un profilo di sicurezza soddisfacente dopo che 174 uomini hanno usato una volta giornalmente 100 mg di estratto di pygeum per 12 mesi. Lo stesso studio ha dimostrato quello che regola la dose di pygeum a 50 mg presi la simile efficacia due volte al giorno resa come misurata da qualità della vita, dalla portata massima e dal punteggio internazionale di sintomo della prostata.L'estratto di 15 Pygeum non ha interazioni conosciute con le droghe, le erbe, o gli integratori alimentari. La posologia dell'estratto di pygeum è mg 100-200 al giorno.

Riferimenti

1. Simons AJ, Dawson IK, Dugunba B, problemi di Tchoundjeu Z. Passing: prostata e prunus. HerbalGram.1998; 43:49-53.

2. Isaacs JT. Importanza della storia naturale dell'iperplasia prostatica benigna nella valutazione di intervento farmacologico. Supplemento della prostata. 1990;31-7.

3. Ishani A, MacDonald R, Nelson D, Rutks I, appassisce TJ. Africanum di Pygeum per il trattamento dei pazienti con l'iperplasia prostatica benigna: una rassegna sistematica e una meta-analisi quantitativa. Med di J. 2000 1° dicembre; 109(8): 654-64.

4. Andro MC, Riffaud JP. Estratto del africanun di Pygeum per il trattamento dei pazienti con BPH: una rassegna di 25 anni di esperienza pubblicata. Ricerca di Curr Ther. 1995;56:796-817.

5. Bartsch G, Rittmaster RS, Klocker H. Dihydrotestosterone ed il ruolo di 5 inibitori della alfa-riduttasi in iperplasia prostatica benigna. Urologe A. 2002 settembre; 41(5): 412-24.

6. Hartmann RW, segno m., Soldati F. Inhibition di alfa-riduttasi 5 e dell'aromatasi da PHL-0081, una combinazione di estratti PY102 (africanum di Pygeum) e UR102 (urtica dioica). Phytomedicine. 1996;3(2):121-8.

7. Bassi P, Artibani W, De L, V, Zattoni F, estratto di Lembo A. Standardized del africanum di Pygeum nel trattamento dell'ipertrofia prostatica benigna. Studio clinico controllato contro placebo. Minerva Urol Nefrol. 1987 gennaio; 39(1): 45-50.

8. Anon. Africanum di Pygeum (africanus) del Prunus (susino africano). Monografia. Altern Med Rev. 2002 febbraio; 7(1): 71-4.

9. Yablonsky F, Nicolas V, Riffaud JP, effetto di Bellamy F. Antiproliferative dell'estratto di africanum di Pygeum sui fibroblasti prostatici del ratto. J Urol. 1997 giugno; 157(6): 2381-7.

10. Il RM di Levin, Whitbeck la C, Horan la P, Bellamy F. Low-dose tadenan protegge la vescica del coniglio da ischemia bilaterale/da da disfunzione contrattile indotta da riperfusione. Phytomedicine. 2005 gennaio; 12 (1-2): 17-24.

11. RM di Levin, Das AK, Haugaard N, et al. effetti benefici della terapia di Tadenan dopo due settimane dell'ostruzione parziale nel coniglio. Neurourol Urodyn. 1997;16(6):583-99.

12. Breza J, Dzurny O, Borowka A, et al. efficacia ed accettabilità di tadenan (estratto di africanum di Pygeum) nel trattamento dell'iperplasia prostatica benigna (BPH): una prova multicentrata in Europa centrale. Curr Med Res Opin. 1998;14(3):127-39.

13. Barlet A, Albrecht J, Aubert A, et al. efficacia dell'estratto di africanum di Pygeum nel trattamento dei disordini di micturitional dovuto l'iperplasia prostatica benigna. Valutazione dei parametri obiettivi e soggettivi. Wien Klin Wochenschr. 23 novembre 1990; 102(22): 667-73.

14. Valutazione sessuale di Carani C, di Salvioli V, di Scuteri A, et al. urologico e del trattamento della malattia prostatica benigna facendo uso del africanum di Pygeum alle dosi elevate. Arco Ital Urol Nefrol Androl. 1991 settembre; 63(3): 341-5.

15. Chatelain C, Autet W, Brackman F. Comparison di una volta e due volte al giorno forme di dosaggio di estratto di africanum di Pygeum in pazienti con l'iperplasia prostatica benigna: un randomizzato, studio di prova alla cieca, con l'estensione aperta dell'etichetta di lungo termine. Urologia. 1999 settembre; 54(3): 473-8.