Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine aprile 2006
Nelle notizie

Le cellule staminali possono contribuire a trattare la malattia cardiaca

Disossi le cellule staminali midollo-derivate sono sicuro ed efficace nel trattamento della malattia cardiaca avanzata, secondo le presentazioni da parecchi gruppi di ricerca indipendenti alle sessioni scientifiche di associazione 2005 americani del cuore a Dallas, TX.*

L'uso delle cellule staminali derivate dal midollo osseo per trattare il tessuto cardiaco nocivo che segue l'infarto miocardico si riferisce a come cardiomyoplasty cellulare.

Volker Schachinger, MD, di J.W. Goethe University a Francoforte, la Germania, ha presentato i risultati di uno tale studio. Schachinger ed i colleghi hanno trovato che i destinatari delle cellule staminali midollo-derivate osso hanno migliorato significativamente la loro frazione ventricolare sinistra di espulsione, una misura dell'efficienza di pompaggio del cuore. La frazione ventricolare sinistra di espulsione diminuisce generalmente col passare del tempo in coloro che ha avuto un infarto miocardico, come conseguenza della morte delle cellule e della formazione cardiache del tessuto della cicatrice. Questo deterioramento progressivo nella funzione del cuore può infine condurre ad infarto, ad una causa importante dell'inabilità ed alla morte prematura negli Stati Uniti.

Cento nove pazienti con la malattia cardiaca ischemica stabile si sono iscritti allo studio. I pazienti hanno stato in media 59 anni nell'età ed avevano avuti un attacco di cuore documentato fra tre mesi e più in anticipo 12 anni. Nel sottogruppo di pazienti che hanno ricevuto un'infusione dell'osso midollo-ha derivato le cellule staminali, la frazione ventricolare sinistra aumentata di 3,1%, un miglioramento clinicamente significativo di espulsione.

Inoltre, la dimensione dell'area di infarto è diminuito, suggerendo la ripopolazione significativa delle cellule del cuore dalle cellule staminali midollo-derivate osso. Al contrario, la frazione ventricolare sinistra di espulsione è diminuito entro 1,2% nel gruppo di controllo che non ha ricevuto le cellule staminali. Finora, gli studi hanno indicato che l'effetto benefico dell'infusione della cellula staminale midollo-derivata osso persiste per sei - 24 mesi.

I test clinici in corso stanno studiando i termini ottimali per l'infusione midollo-derivata osso della cellula staminale, compreso l'itinerario dell'infusione, del numero delle cellule per infondere e di cronometrare dell'infusione. Mentre lo studio del Dott. Schachinger ha fatto partecipare i pazienti con la malattia cardiaca cronica, disossi la cellula staminale che midollo-derivata l'infusione è stata dimostrata per migliorare i sintomi fin dai quattro giorni dopo un infarto miocardico. Disossi la cellula staminale che midollo-derivata l'infusione sembra essere sia sicura che efficace, senza i rapporti collegati degli effetti collaterali quali il rifiuto, l'infiammazione, o l'aritmia.

— Linda M. Smith, Marina militare

Riferimento

* Disponibile a: http://www.medscape.com/ viewarticle/517528. 6 gennaio 2006 raggiunto.

L'alto carotenoide, livelli del selenio riduce il rischio della mortalità

Un rapporto pubblicato nel giornale di nutrizione rivela che le donne più anziane con i livelli elevati del siero dei carotenoidi e del selenio hanno un più a basso rischio della morte nel corso di cinque anni che le donne di cui i livelli di queste sostanze nutrienti sono low.*

Il selenio è un minerale della traccia trovato nelle piccole quantità in alimenti animali e del pianta. I carotenoidi si presentano in alimenti vegetali ed includono l'alfa carotene, il beta-carotene, il licopene, la luteina e la zeaxantina.

I ricercatori a Johns Hopkins hanno analizzato i dati da 632 donne invecchiate 70 - 79 chi iscritto alla salute ed all'invecchiamento delle donne studia la I ed II. Gli studi sono stati destinati per valutare le cause ed il corso dell'inabilità fisica nelle donne più anziane dell'comunità-abitazione. I livelli del carotenoide e del selenio sono stati misurati sopra l'iscrizione ed i partecipanti sono stati seguiti per cinque anni.

Alla conclusione del periodo di seguito, 14% delle donne era morto. Le cause della morte primarie hanno compreso la malattia cardiovascolare, il cancro, il colpo, l'infezione, la malattia polmonare ostruttiva cronica e gli incidenti. Coloro che è morto erano più vecchi e più probabili da essere afroamericani, fumatori e sovrappeso. I livelli elevati di selenio e le diverse e concentrazioni totali nel carotenoide sono sembrato essere protettivi contro la mortalità. Le donne di cui il selenio o carotenoide totale livella erano nel 25% più basso dei partecipanti hanno avute un maggior rischio di morte che quelli di cui i livelli erano nel 75% principale e mentre i livelli nutrienti aumentati, tassi di mortalità sono diminuito. Per coloro che è morto, il carotenoide ed i livelli medi del selenio erano 1,40 e 1,43 micromole per litro, confrontato a 1,72 e 1,54 micromole per litro per coloro che è sopravvissuto a.

Gli autori hanno notato che il meccanismo biologico di fondo di cui ha diminuito livelli di carotenoidi e di selenio contribuisce ad un rischio aumentato di morte potrebbe essere sforzo ed infiammazione ossidativi aumentati. I livelli del carotenoide del siero sono considerati come il migliore indicatore per l'assunzione della verdura e della frutta e gli studi hanno indicato che l'alta assunzione di questi alimenti riduce i biomarcatori infiammatori e protegge dalla malattia cardiovascolare. I livelli carenti del selenio sono stati associati con aterosclerosi e lo sforzo ossidativo aumentato.

Gli autori hanno concluso che il loro lavoro “fornisce una certa comprensione iniziale nella relazione fra le sostanze nutrienti antiossidanti e la mortalità fra le donne più anziane,„ ed ulteriori studi raccomandati.

— Dayna Dye

Riferimento

* Ray AL, Semba RD, Walston J, et al. il selenio basso del siero ed i carotenoidi totali predicono la mortalità fra le donne più anziane che vivono nella comunità: gli studi della salute e dell'invecchiamento delle donne. J Nutr. 2006 gennaio; 136(1): 172-6.

Congresso antinvecchiamento di indirizzo degli esperti nel prolungamento della vita

Parecchi medici affiliati con il fondamento del prolungamento della vita erano fra i relatori descritti al tredicesimo congresso internazionale annuale su medicina antinvecchiamento, tenuta 9-12 dicembre 2005, a Las Vegas, NV. La riunione è stata patrocinata dall'accademia americana di medicina antinvecchiamento (A4M), da una società medica senza scopo di lucro dedicata al progresso tecnologico, promuovendo la ricerca e fornendo l'istruzione allo scopo di ottimizzare il processo umano di invecchiamento.

Il congresso annuale è la conferenza scientifica prima del mondo sugli argomenti concernente gli interventi medici per impedire e trattare le malattie e le inabilità connesse con invecchiamento. I relatori del congresso esaminano una vasta matrice dei campi di promessa di medicina preventiva, variando dalla terapeutica della cellula staminale e medicina rigeneratrice alla prevenzione ed il trattamento della malattia cardiovascolare, biomarcatori di invecchiamento e terapie della sostituzione dell'ormone e della vitamina.

La riunione di quest'anno ha messo un'annotazione per partecipazione, il disegno più di 5.000 medici, i professionisti sanitari, le aziende leader ed altri membri da più di 50 nazioni intorno al mondo. Come il Dott. Robert Goldman del presidente di A4M celebre, “questi 5.000 partecipanti rappresenta i pionieri più innovatori in avanzamenti nel potenziamento di vita e nella medicina del prolungamento della vita intorno al mondo.„

Fra i relatori affiliati con prolungamento della vita erano Sergey Dzugan, il MD, il PhD e Steven V. Joyal, MD. Il Dott. Dzugan, presidente di informazione scientifica del prolungamento della vita, inc, ha presentato “una nuova teoria del trattamento di emicrania: Il ripristino simultaneo di integrità neuro-ormonale e metabolica.„ Il Dott. Dzugan precedentemente ha pubblicato la sua esperienza con questo uso approfondito, innovatore ed estremamente riuscito della terapia hormonorestorative per la gestione di emicrania e ricca in colesterolo nel 2002 e 2003 nelle ipotesi mediche pari-esaminate delle pubblicazioni ed il bollettino della medicina di recupero ed urgente, rispettivamente. Il Dott. Joyal, vice presidente degli affari scientifici a prolungamento della vita, ha presentato “il trattamento e la gestione Non chirurgici dell'obesità: Un approccio integrato.„ Il Dott. Joyal precedentemente ha pubblicato una panoramica delle strategie del trattamento dell'obesità negli obiettivi correnti pari-esaminati della droga del giornale nel 2004.

Per ulteriori informazioni su A4M e sulle conferenze antinvecchiamento imminenti, visiti prego www.worldhealth.net.

— Matt Sizing