Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine agosto 2006
immagine

Nuovi benefici di CoQ10


I risultati inattesi sostengono gli effetti notevoli di CoQ10 nel melanoma di combattimento, nel diabete, nella disfunzione endoteliale ed in più! Da Russell Martin

Miglioramento della glicemia nelle vittime del diabete

Il diabete ora ha raggiunto i livelli epidemici negli Stati Uniti e non mostra segno di riduzione. Medici sono sopraffatti con i nuovi casi e le complicazioni orribili che accompagnano la malattia. Due test clinici importanti indicano che CoQ10 può contribuire a mantenere il controllo ottimale della glicemia ed ad evitare così le complicazioni potenzialmente letali di questa malattia insidiosa.

Uno studio australiano ha trovato che i pazienti con il diabete di tipo II che ha richiesto a 200 mg di CoQ10 un il giorno oltre 12 settimane indicate hanno migliorato il controllo della glicemia. Il completamento ha prodotto, in media, un aumento triplo nei livelli CoQ10 negli oggetti di prova, mentre faceva diminuire la loro pressione sanguigna ed emoglobina A1C, un indicatore a lungo termine di controllo della glicemia. Migliorando la pressione sanguigna ed ottimizzando la glicemia, CoQ10 può contribuire ad impedire le complicazioni metaboliche pericolose del diabete.8

Che cosa è coenzima Q10?

CoQ10 è un composto potente e solubile nel grasso che è trovato naturalmente in tutte le forme di vita animale. Biosynthesized nelle membrane delle cellule, CoQ10 svolge un ruolo vitale nella produzione di energia cellulare.

CoQ10 in primo luogo è stato isolato nel 1957 ed ha nominato “l'ubiquinone„ nel rispetto della sua presenza in ogni cellula umana. Funziona di concerto con enzima-che è, funge da “coenzima„ — come parte delle reazioni chimiche essenziali nelle cellule. È particolarmente cruciale per la conservazione della salute delle cellule e dei tessuti che richiedono l'energia abbondante, come quelle del cardiovascolare e dei sistemi immunitari. Oltre al suo ruolo vitale nella produzione di energia cellulare, CoQ10 è un antiossidante potente che impedisce il danno ossidativo causato dai radicali liberi.1

In ancora un altro studio messo a fuoco sul diabete, CoQ10 ha aiutato i pazienti ad ottimizzare i loro livelli della glicemia mentre si difendevano da uno stato pericoloso ha chiamato la chetoacidosi diabetica. In questa prova, 39 pazienti diabetici hanno ricevuto 120 mg di analogo CoQ10 per 2-18 settimane. In circa un terzo dei pazienti, i livelli della glicemia sono caduto drammaticamente, diminuendo almeno da 30%. Ulteriormente, più della metà dei pazienti indicati hanno fatto diminuire i livelli di corpi di chetone, che sono prodotti della scomposizione del metabolismo dell'acido grasso. I livelli eccessivamente alti di corpi di chetone possono condurre a chetoacidosi diabetica, una circostanza segnata dall'eccessiva acidità del sangue che può provocare una perdita di coscienza.9

Questi risultati incoraggianti di studio indicano che CoQ10 può risultare essere un bene in gente d'aiuto con il diabete per dirigere con successo il loro stato e da difendersi dalle complicazioni pericolose connesse con la malattia.

CoQ disfunzione endoteliale del contatore del 10 maggio

La capacità di CoQ10 di migliorare la salute del cuore è la proprietà che il primo ha attirato gli scienziati e gli adulti salute consapevoli verso questa sostanza nutriente estremamente importante. Per anni, gli scienziati hanno saputo che sostenendo la produzione di energia nei tessuti del cuore, CoQ10 può aiutare i termini quali guasto di scompenso cardiaco, angina, l'aritmia, il prolasso valvolare mitralico e l'ipertensione.La nuova prova coercitiva 10 suggerisce che CoQ10 possa combattere un fattore d'istigazione nella minaccia insidiosa di malattia- del cuore conosciuta come disfunzione endoteliale.

La disfunzione endoteliale accade quando i vasi sanguigni non possono dilatare in risposta alla domanda aumentata di flusso sanguigno. La disfunzione endoteliale svolge un ruolo centrale nello sviluppo della malattia cardiovascolare, causa del numero-un dell'America della morte prematura.

In uno studio emozionante dalla Germania, i ricercatori hanno trovato che quando gli uomini con la funzione endoteliale alterata hanno ricevuto CoQ10 supplementare, hanno dimostrato la funzione endoteliale migliore dell'arteria brachiale, che fornisce il sangue ai braccia ed alle mani.11 questa individuazione importante suggeriscono che il completamento CoQ10 possa contribuire ad impedire e trattare la disfunzione endoteliale, così la protezione dell'apparato cardiovascolare contro una causa d'inizio di aterosclerosi.

Un esteso test clinico di otto anni ha trovato che pazienti aiutati CoQ10 con la malattia cardiovascolare attuale per migliorare il loro stato e per fare diminuire il loro ricorso ai farmaci del cuore. Dopo 18 mesi del completamento CoQ10, un 58% impressionante ha migliorato i loro punteggi americani di associazione del cuore da una “classe,„ o dalla pendenza di salute, mentre 28% è migliorato da due classi. Per di più, quasi la metà di tutti i partecipanti ha dimostrato un'esigenza in diminuzione dei farmaci.12

Gli scienziati ed i medici acconsentono che le droghe di statina comunemente usate trattare ricco in colesterolo possono vuotare i livelli di CoQ10 nel corpo.Il prolungamento della vita 10 consiglia gli individui che usano le droghe di statina per completare con CoQ10 per ricambiare una carenza nutrizionale nociva.

Rallentamento Parkinson e delle malattie di Neurodegenerative

Fin qui, non c'è cura conosciuta per la malattia del Parkinson, un disordine neurogenerative caratterizzato spesso da rigidità del muscolo, tremore e una riduzione o una perdita di movimento fisico. Tuttavia, CoQ10 può svolgere un ruolo nel rallentamento della progressione di questa malattia devastante come pure nell'impedire altri disordini neurodegenerative.

All'università di California prestigiosa a San Diego, gli scienziati hanno condotto un test clinico randomizzato e controllato con placebo per esaminare gli effetti di CoQ10 nel rallentamento del declino funzionale procurato da Parkinson. Ottanta pazienti con la malattia del Parkinson precoce che ancora non ha richiesto il trattamento per il loro stato sono stati assegnati a caso per ricevere 300 mg, 600 mg, o mg 1200 di quotidiano CoQ10, o di placebo. Sono stati seguiti per fino a 16 mesi o fino al loro stato ha richiesto la terapia farmaceutica.

Alla conclusione della prova, i pazienti che hanno ricevuto la più grande dose di CoQ10 hanno dimostrato un tasso più lento 44% impressionante di declino confrontato al gruppo del placebo. Tutti gli oggetti che hanno ricevuto CoQ10 hanno avvertito meno inabilità che hanno fatto il gruppo del placebo ed i benefici erano più grandi nel gruppo 1200 di mg. Inoltre, tutti i pazienti che hanno ricevuto CoQ10 hanno avuti livelli ematici significativamente della sostanza nutriente ed hanno tollerato il completamento senza complicazioni.13

Gli scienziati ritengono che con il rallentamento della progressione della malattia del Parkinson, CoQ10 possa tenere la promessa nell'impedire o nel controllo delle altre circostanze neurologiche relative a produzione di energia alterata ed allo sforzo ossidativo, quali la malattia di Huntington, l'atassia di Friedrich, la sclerosi laterale amiotrofica (ALS) ed il morbo di Alzheimer.14,15 mentre la ricerca in queste aree è ancora nelle fasi preliminari, la capacità di CoQ10 di migliorare la produzione di energia ed estiguere lo sforzo ossidativo può finalmente contribuire ad invecchiare gli adulti per respingere una miriade di disordini neurodegenerative.

Sintetico contro CoQ10 naturale

CoQ10 può accadere come uno di due isomeri, che sono molecole che dividono la stessa formula chimica ma hanno disposizioni fisiche differenti nello spazio.

Gli animali, il pesce e gli esseri umani preparano naturalmente il transisomero di CoQ10. Al contrario, l'isomero cis di CoQ10 non si presenta naturalmente in animali o in esseri umani e può essere creatoe soltanto in un processo di sintesi in laboratorio.

Mentre i benefici di trasporto naturale CoQ10 sono ben documentati, gli scienziati ancora non hanno determinato se la forma cis di CoQ10 può essere utilizzata dal corpo umano, o se conferisce gli stessi benefici protettivi del trasporto naturale CoQ10. Il CoQ10 lievito-fermentato di Kaneka fornisce il transisomero, mentre molti prodotti del sintetico CoQ10 sul mercato oggi contengono la forma cis infondata di CoQ10.

Ruolo potenziale nell'impedire emicrania

Contribuire a ridurre la frequenza delle emicranie debilitanti sta risultando essere un altro delle indennità-malattia complesse di CoQ10.

Per più ulteriormente esplorare questa applicazione potenziale, i ricercatori hanno progettato una prova dell'aperto etichetta nel 2002, in cui 32 pazienti con una storia dell'emicrania episodica sono stati curati giornalmente con 150 mg di CoQ10. Più di 60% dei pazienti ha avvertito un 50% o una maggior riduzione del numero dei giorni che hanno sofferto le emicranie. Dopo tre mesi del completamento, la loro frequenza di emicrania è caduto da una media di 55%, una riduzione statisticamente significativa.16

Negli studi relativi intrapresi nel 2005, i ricercatori svizzeri hanno sorvegliato un test clinico randomizzato e controllato per esaminare gli effetti di CoQ10 sull'impedire l'emicrania. In questa prova di 42 pazienti, 47% di coloro che ha ricevuto 300 mg di CoQ10 giornalmente ha sperimentato di meno che metà del loro numero normale delle emicranie mensili, confrontato a soltanto 14% chi ha avvertito risultati simili con placebo. Ancora, il trattamento con CoQ10 era superiore a placebo nella riduzione la frequenza degli attacchi, il numero dei giorni con l'emicrania e del numero dei giorni con la nausea.17

Il gruppo svizzero ed altri ricercatori di emicrania credono che migliorando il metabolismo energetico mitocondriale, CoQ10 possa contribuire così a ridurre l'incidenza di emicrania.

Continuato alla pagina 3 di 3