Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine febbraio 2006
immagine

Vinpocetine
Promuovendo il flusso sanguigno migliore, il vinpocetine avvantaggia la salute del cervello

Julius G. Goepp, MD

Vinpocetine è un integratore alimentare novello derivato dal poco minore della vinca della pianta della vinca. Meglio conosciuto negli Stati Uniti come confine attraente del giardino che un aiuto sanitario, questa pianta ha molti derivati utili che promuovono la migliori salute e qualità della vita.

Da quando in primo luogo è stato sintetizzato verso la fine degli anni 60, il vinpocetine è stato usato per mantenere e migliorare la salute e la cognizione del cervello. È ampiamente usato nel Giappone e molti paesi europei trattare una serie di malattie cerebrovascolari. Come integratore alimentare, il vinpocetine offre gli effetti neuroprotective potenziali pure. per capire come e perché questo impianti phytonutrient, è importanti da capire un pezzo circa flusso sanguigno normale ed anormale nel cervello.

Nutrizione del cervello

Il cervello adulto sano riceve completamente un settimo dell'uscita del cuore di sangue ogni minuto. Questo flusso sanguigno abbondante è necessario fornire il rifornimento costante di ossigeno, di glucosio e di altre sostanze nutrienti che questo organo incredibilmente complesso richiede di funzionare correttamente. A differenza della maggior parte degli altri tessuti del corpo quale il muscolo che può funzionare abbastanza bene per parecchi minuti senza ossigeno fresco, il tessuto cerebrale è incapace di cosiddetto “metabolismo anaerobico.„ Anche una breve interruzione nella consegna di ossigeno al tessuto cerebrale provoca il danneggiamento quasi immediato delle cellule cerebrali.

Fortunatamente, il cervello è fornito di apparato circolatorio eccellente dei suoi propri. Non a differenza di un jet moderno con i suoi backup multipli di potere, il cervello ha quattro arterie importanti per tenere lo scorrimento del sangue. Le due arterie carotiche nei lati del collo forniscono la maggior parte del flusso sanguigno alla parte anteriore ed alla cima del cervello, mentre le arterie vertebrali, che scalano attraverso la colonna vertebrale, unire insieme alle parti dei carotidi per formare il cerchio di Willis. Questo cerchio è critico, poichè è la sola area del corpo in cui tutti e quattro i vasi sanguigni si uniscono, permettendo che il sangue sia messo da parte alle aree dove è necessario, anche se una delle navi principali è bloccata.

Come altri vasi sanguigni del corpo, i vasi sanguigni cerebrali soffrono col passare del tempo i cambiamenti che possono indurrli a restringersi. L'aterosclerosi, o l'accumulazione di placca carica di grassa e calcificata, è una della maggior parte delle cause comuni di stringimento delle arterie cerebrali. L'ipertensione cronica è un'altra causa, poichè il martellamento costante del sangue ad alta pressione induce lo strato muscolare delle navi ad ingrandire. Con l'età d'avanzamento, i vasi sanguigni perdono alcuna della loro elasticità pure, rendendola difficile affinchè loro mantengano e regolare il flusso sanguigno. Per concludere, le caratteristiche di sangue stessa possono colpire significativamente il suo attraversano i vasi sanguigni del cervello. I livelli elevati di globuli rossi, come accade nella disidratazione e determinati polmone e malattie renali, possono rendere il sangue più spesso e più resistente a flusso facile. I globuli rossi e le piastrine inoltre devono rimanere flessibili slittare con le aperture capillari minuscole e raggiungere il tessuto. Le membrane di globulo perdono la flessibilità sotto l'influenza dei radicali liberi che ossidano alcuni dei loro lipidi componenti.

Tutti questi fattori possono ridurre il flusso sanguigno al cervello. Quando un'area smette improvvisamente di ottenere il flusso sanguigno adeguato, il risultato è un colpo ischemico. Un certo tessuto muore immediatamente, mentre l'altro tessuto, può distruggersi paradossalmente soltanto quando il flusso sanguigno è ripristinato, ritorni dell'ossigeno ed i radicali liberi sono generati che danneggiano le membrane di cellula cerebrale. Molti adulti più anziani hanno bassi livelli di malattia vascolare cerebrale, che conduce ad una circostanza chiamata ischemia vascolare cerebrale cronica. In questa circostanza, il sangue ancora ottiene a tutte le aree del cervello, ma alcune aree ricevono il flusso sanguigno insufficiente per sostenere la funzione a lungo termine. La demenza vascolare è il termine per il trauma cranico più avanzato quel risultati da flusso insufficiente alle aree del cervello responsabili di cognizione. In uno studio molto recente, il flusso sanguigno cerebrale di totale è stato trovato per essere ridotto anche in pazienti anziani apparentemente in buona salute confrontati ai più giovani adulti ed era diminuito ancora fra gli anziani con demenza.1 morbo di Alzheimer probabilmente direttamente non è collegato con flusso sanguigno, ma è pensato per derivare dall'esposizione cronica agli aminoacidi eccitanti tossici ed alla formazione di radicali liberi.

Gli effetti di Vinpocetine su Brain Health

Vinpocetine ha effetti sui vasi sanguigni del cervello, sul flusso sanguigno del cervello e sulle cellule cerebrali stesse. In questo modo, può essere utile nel miglioramento della consegna di ossigeno e delle sostanze nutrienti al cervello come pure possibilmente nell'impedire il danno che accade se la consegna nutriente è alterata. Una certa ricerca suggerisce che il vinpocetine possa anche contribuire ad impedire gli effetti neurotossici implicati nel morbo di Alzheimer.

Vinpocetine inibisce un enzima chiamato tipo 1 della fosfodiesterasi (PDE1) mentre ridurre il calcio intracellulare livella, di cui tutt'e due induce normalmente il muscolo liscio in vasi sanguigni a contrarre e restringere il diametro delle navi. L'inibizione di PDE1 e di calcio permette così che i vasi sanguigni del cervello si rilassino e che aumenta la quantità di sangue che li attraversa.2-5 molta gente ha una conoscenza di con gli inibitori PDE5 quali sildenafil o Viagra® come pure i calci-antagonista quale diltiazem (Cardizem® ed altri). Quelle droghe inoltre funzionano per dilatare i vasi sanguigni e per mantenere il flusso sanguigno sano in altre parti del corpo.

Inibendo PDE1 come pure attraverso le sue proprietà antiossidanti, il vinpocetine 6-8 riduce la viscosità, o “la viscosità,„ dei globuli rossi e delle piastrine.9-13 questo permette che il sangue passi più facilmente per le navi restrette e che può contribuire a proteggere i tessuti cerebrali in caso di perdita transitoria di pressione sanguigna, quando i tessuti potrebbero avvertire altrimenti il flusso insufficiente (il cosiddetto “colpo di spartiacque„ causato dall'ipoperfusione).

Se il flusso sanguigno ad una regione del cervello cade abbastanza per causare il danno cellulare, c'è ancora opportunità di proteggere le cellule nervose sia dalla lesione immediata che dallo sforzo dell'ossidante che segue quando il flusso sanguigno ritorna. Vinpocetine è uno stampo del canale del sodio che può proteggere le cellule da questa lesione “di riperfusione„ impedendo l'accumulazione di sodio in cellule cerebrali ferite.7,14 che questo effetto può anche contribuire a conservare la capacità delle cellule cerebrali di ristrutturarsi dopo una lesione e rapidamente di ristabilire la funzione conoscitiva.8

Dal 1978, il vinpocetine è stato comunemente usato in molti paesi trattare le malattie vascolari cerebrali.15,16 attualmente è approvato per uso nella forma della compressa in 47 paesi.17 la prova per il suo uso sono più forti nel trattamento di ischemia vascolare cerebrale cronica, pur la prova crescente suggerisce che possa essere utile nel trattamento o nell'impedire i colpi ischemici acuti e di varie forme di demenza.

Ischemia vascolare cerebrale cronica

Nell'ischemia vascolare cronica, è importante aumentare il flusso sanguigno alle aree colpite per aumentare la consegna sia di ossigeno che di glucosio, la sola fonte di energia del cervello.18 facendo uso dell'esame di tomografia a emissione di positroni (PET), i ricercatori ungheresi hanno dimostrato quello che amministrano il vinpocetine principale ad un aumento nel trasporto del glucosio nell'intero cervello.Altri 2 ricercatori hanno usato la scansione PET per dimostrare l'efficacia di IV o il vinpocetine orale della compressa. Hanno mostrato che il vinpocetine ha aumentato l'assorbimento ed il metabolismo del glucosio del cervello, particolarmente nelle aree il vicino il tessuto nocivo. Altri studi facendo uso dell'ultrasuono transcranial di doppler ed altre tecniche inoltre hanno dimostrato il flusso sanguigno regionale aumentato e migliorato la fornitura del glucosio al tessuto cerebrale in risposta al vinpocetine.7 pazienti che hanno preso la forma orale della compressa del supplemento inoltre hanno mostrato un aumento in flusso sanguigno nelle regioni ferite.4 di piccola prova alla cieca, la prova randomizzata e controllata, i 14 giorni del vinpocetine dati per via endovenosa ha aumentato significativamente il flusso sanguigno cerebrale in pazienti con ischemia vascolare cerebrale cronica.3 di importanza speciale, questi ricercatori hanno trovato che il trattamento di vinpocetine ha contribuito a ridistribuire il sangue alle aree dove è stato necessario la maggior parte.

Questi effetti fisiologici sembrano correlare con i miglioramenti clinici reali pure. In una prova alla cieca in anticipo, la prova controllata con placebo del vinpocetine nel trattamento di ischemia vascolare cronica, pazienti completati ha segnato meglio su una batteria delle misure conoscitive quali la scala globale clinica dell'impressione, la scala di Sandoz Clinical Assessment-Geriatric ed il questionario Mini-mentale di stato. Nessun effetto collaterale serio è stato trovato in questo studio.19 in una prova randomizzata e controllata con placebo molto più grande, pazienti che hanno preso 30 o 60 mg al giorno del vinpocetine orale per 16 settimane indicate ha segnato i miglioramenti sulla scala globale clinica dell'impressione e sui test di performance conoscitivi. I pazienti che prendono il vinpocetine inoltre hanno dimostrato la severità più bassa della malattia in quello studio.20 uno studio 2005 hanno esaminato gli effetti dei vinpocetine su cognizione e sul flusso sanguigno del cervello. Sebbene lo studio sia relativamente piccolo, con soltanto 14 oggetti che prendono il vinpocetine ed il placebo di presa 12, i suoi risultati indicano che il diametro del vaso sanguigno era significativamente più grande nel gruppo di vinpocetine. I ricercatori inoltre hanno riferito che gli utenti di vinpocetine non hanno avuti affatto peggioramento su una prova della memoria a breve termine durante i tre mesi che seguono la prova, mentre i pazienti di placebo hanno fatto.21

Colpo ischemico acuto

“L'attacco del cervello„ è il termine uso di molti medici descrivere i colpi ischemici acuti, in cui la fornitura di sangue ad una regione del cervello è bloccata improvvisamente. Come con gli attacchi di cuore, la morte immediata del tessuto in assenza di ossigeno e le sostanze nutrienti è seguita dal peggioramento del danno mentre il flusso ritorna ed i radicali liberi sono generati. Un esame degli studi del vinpocetine prima della metà del 1990 nella s condotta colpo ischemico acuto ha trovato le piccole dimensioni del campione ed i risultati inconcludenti.15

Più recentemente, tuttavia, in un gruppo di pazienti ischemici acuti del colpo, una singola dose IV di 20 mg di vinpocetine è stata indicata ad aspersione del cervello di aumento e l'estrazione dell'ossigeno ha confrontato a placebo.22 ratti del laboratorio dati vinpocetine 30 minuti dopo che il colpo ischemico indotto ha avuto un rapporto di riproduzione di 42% della dimensione dell'area nociva rispetto agli animali non trattati.23 gli stessi autori riferiscono la protezione significativa e dipendente dalla dose da neurotossicità a breve e a lungo termine causata dal glutammato eccitante di aminoacidi e l'acido N-metilico-D-aspartico (NMDA).

Questi dati sembrerebbero sostenere un ruolo per il vinpocetine nel trattamento acuto del colpo ed hanno potuto essere la base per la raccomandazione del suo uso regolare in pazienti ad ad alto rischio per il colpo acuto. Una piccola, prova a singolo-cieco IV del vinpocetine in 72 ore dell'inizio acuto del colpo ha indicato che il rischio di risultato difficile è stato ridotto di 30-60% nel gruppo curato. Il gruppo curato inoltre ha avuto migliori punteggi sugli istituti nazionali della scala del colpo di salute ad una valutazione di tre mesi di seguito. I risultati avversi non significativi sono stati veduti e gli autori hanno concluso raccomandando un completo, la prova alla cieca, prova controllata con placebo del trattamento di vinpocetine nel colpo ischemico acuto.24

Demenza ed Alzheimer

Un'analisi preventiva di sette piccole prove ha riferito che i pazienti con le varie forme di demenza che hanno completato con il vinpocetine sono diventato “più vivi„ ed ha visto i miglioramenti nella loro prestazione conoscitiva ed attività quotidiana.25 Poiché questo era un rapporto delle prove multiple nelle categorie differenti dei pazienti e con differenti misure di risultato, è difficile da ricavare tutte le precise conclusioni da. Un'analisi più recente e più rigorosa delle prove multiple del vinpocetine per danno conoscitivo ed il beneficio indicato demenza si è associata con la presa del vinpocetine orale alle dosi di mg 30-60 al giorno.26 il numero dei pazienti curati per più lungamente di sei mesi erano piccoli, tuttavia ed a causa della variabilità nelle misure di risultato e di progettazione nei tre studi questi autori hanno esaminato, hanno concluso che c'era prova inconcludente per l'uso del vinpocetine in pazienti con demenza. Questi autori hanno sottolineato l'esigenza di più grandi test clinici con i criteri dell'inclusione e le misure ben definiti di risultato.

La prova di promessa dal laboratorio suggerisce che il vinpocetine protegga il tessuto cerebrale dallo sforzo ossidativo causato dalla proteina “del Alzheimer„ conosciuta come amiloide beta o Abeta.27 Poiché il vinpocetine inoltre blocca i ricevitori di NMDA che probabilmente sono compresi nella genesi del morbo di Alzheimer,28 supplementi di vinpocetine hanno un ruolo potenziale nell'impedimento del Alzheimer.

Trattamento delle alterazioni dell'udito

Vinpocetine lungamente è stato utilizzato in Europa Orientale per trattare le varie forme di alterazioni dell'udito. Un esame 1986 di otto studi indipendenti delle sostanze che migliorano il flusso sanguigno ha trovato che il vinpocetine ha prodotto i miglioramenti nell'udienza come pure “nello squillo„ delle orecchie, o tinnito, dopo il trauma all'orecchio.29 un la decade più successivamente, uno studio dell'aperto etichetta del vinpocetine ad una dose di 20 mg un giorno per i 10 giorni che seguono il trauma all'orecchio hanno indicato che il vinpocetine ha sostenuto il miglioramento significativo nell'udienza e una diminuzione nel tinnito, con i migliori risultati veduti in pazienti che hanno preso il supplemento in una settimana della lesione.30 Vinpocetine possono anche avere un ruolo nell'impedire la perdita dell'udito non traumatica. Secondo uno studio 2003, il pretrattamento con il vinpocetine ha impedito la perdita dell'udito connessa con la gentamicina antibiotica in 118 pazienti nell'ambito del trattamento per la tubercolosi.31 questi effetti hanno significato biologico, come l'effetto dei vinpocetine sulle strutture intracellulari minuscole ha chiamato le cellule cerebrali di aiuti dei microtubuli funzione di restauro dopo la lesione,8 ed i microtubuli sono importanti nelle cellule di udienza dell'orecchio interno pure.

Usi per l'incontinenza urinaria

La vescica urinaria umana è composta interamente di muscolo liscio, che contrassegnato è colpito dalla funzione della fosfodiesterasi (PDE). L'incontinenza urinaria è spesso il risultato di cosiddetta “instabilità detrusore,„ o dello spasmo della vescica. Le droghe quale atropina e il oxybutinin (Ditropan®) sono usati spesso nel trattamento in dello spasmo della vescica, ma in questi farmaci anticolinergici hanno molti effetti collaterali sgradevoli (e qualche pericoloso), quali la bocca asciutta, la visione confusa e le palpitazioni cardiache. C'è stato interesse aumentato recentemente nel usando il vinpocetine per contribuire a regolare il muscolo detrusore instabile con la sua inibizione di PDE1. Nelle ricerche di laboratorio, della vescica in animale di vinpocetine sia muscolo liscio rilassato che in umana.32-34

I dati clinici iniziali hanno suggerito che il vinpocetine potrebbe essere utile in pazienti con urgenza, l'incontinenza di stimolo e possibilmente altri generi di incontinenza.11 in una piccola prova fra 19 pazienti, 58% ha riferito i miglioramenti nei sintomi o nelle analisi funzionali clinici della vescica.35 Vinpocetine sono stati raccomandati in parecchi esami recenti delle sostanze utili nel controllo dell'incontinenza urinaria femminile.36,37

Sinergia di supplemento

Il progesterone femminile dell'ormone sessuale recentemente è stato indicato per aumentare la fluidità e la flessibilità dei globuli rossi, contribuenti alla facilità con cui possono attraversare i piccoli capillari.Il progesterone 38 è fabbricato dal pregnenolone del precursore. La combinazione di pregnenolone e di vinpocetine può quindi essere particolarmente utile nella gente con flusso sanguigno lento o carente.

Riassunto

Vinpocetine è un supplemento con un'ampia varietà di effetti biologici. Causa il rilassamento del muscolo liscio, la dilatazione dei vasi sanguigni ed il flusso sanguigno migliore, che hanno effetti sulla salute benefici. Inoltre assicura la protezione per le cellule nervose sfavorite di ossigeno e delle sostanze nutrienti e più ulteriormente protegge quelle cellule dallo sforzo ossidativo quando il flusso sanguigno è ripristinato. Il supplemento ha avuto suo più notevole beneficio clinico provato in pazienti con ischemia vascolare cerebrale cronica e la prova sta sviluppandosi per la sua utilità potenziale per il colpo acuto, le varie forme di demenza e l'incontinenza urinaria. Anche dopo più di due decadi di esteso uso Europa ed in Asia, gli effetti collaterali e gli eventi avversi sono riferiti raramente fra la gente che prende i supplementi di vinpocetine.

Riferimenti

1. Ha rovesciato A, Weverling-Rijnsburger l'aw, Middelkoop l'ha, et al. demenza di manifestazione tardiva: lesione cerebrale strutturale e flusso sanguigno cerebrale totale. Radiologia. 2005 settembre; 236(3): 990-5.

2. Szakall S, Boros I, Balkay L, et al. effetti cerebrali di un d'una sola dose del vinpocetine endovenoso nei pazienti cronici del colpo: uno studio dell'ANIMALE DOMESTICO. J Neuroimaging. 1998 ottobre; 8(4): 197-204.

3. Szilagyi G, Nagy Z, Balkay L, et al. effetti del vinpocetine sulla ridistribuzione del metabolismo cerebrale del glucosio e del flusso sanguigno nei pazienti ischemici cronici del colpo: uno studio dell'ANIMALE DOMESTICO. J Neurol Sci. 15 marzo 2005; 229-230: 275-84.

4. Indagini non clinico di Vas A, di Gulyas B, di Szabo Z, et al. clinico e facendo uso di tomografia a emissione di positroni, della spettroscopia nel vicino infrarosso e dei metodi transcranial di doppler sul vinpocetine neuroprotective della droga: un riassunto delle prove. J Neurol Sci. 15 novembre 2002; 203-204: 259-62.

5. SN di Wu. canali attivati Ca2+- di Gran-conduttanza K+: ruolo e farmacologia fisiologici. Curr Med Chem. 2003 aprile; 10(8): 649-61.

6. Derivati di Stolc S. Indole come neuroprotectants. Vita Sci. 1999;65(18-19):1943-50.

7. Bonoczk P, Gulyas B, diga-Vizi V, et al. ruolo di inibizione del canale del sodio in neuroprotection: effetto del vinpocetine. Brain Res Bull. 2000 ottobre; 53(3): 245-54.

8. Lendvai B, Zelles T, Rozsa B, Vizi es. Un alcaloide della vinca migliora la dinamica morfologica delle spine dorsali dentritiche delle cellule piramidali di strato 2/3 neocortical. Brain Res Bull. 15 gennaio 2003; 59(4): 257-60.

9. Chiu PJ, Tetzloff G, Ahn HS, Sybertz EJ. Effetti comparativi del vinpocetine e di 8-Br-cyclic GMP sulla contrazione e 45Ca-fluxes nell'aorta del coniglio. J Hypertens. 1988 luglio; 1 (3 pinte 1): 262-8.

10. Jones OM, Brading AF, MCC Mortensen NJ. Gli inibitori della fosfodiesterasi causano il rilassamento dello sfintere anale interno in vitro. Colon retto di DIS. 2002 aprile; 45(4): 530-6.

11. Leghi MC, Stief il CG, Uckert la S, et al. inibizione della fosfodiesterasi 1 nel trattamento di disfunzione più bassa dell'apparato urinario: dal banco al lato del letto. Mondo J Urol. 2001 novembre; 19(5): 344-50.

12. Mancina R, Filippi S, Marini m., et al. espressione ed attività funzionale del tipo 5 della fosfodiesterasi in dotto deferente del coniglio e dell'essere umano. Mol Hum Reprod. 2005 febbraio; 11(2): 107-15.

13. Szapary L, Horvath B, Alexy T, et al. effetto del vinpocetin sui parametri hemorheologic in pazienti con la malattia cerebrovascolare cronica. Orv Hetil. 18 maggio 2003; 144(20): 973-8.

14. Molnar P, Erdo SL. Vinpocetine è potente quanto la fenitoina bloccare i canali tensione-gated di Na+ in neuroni corticali del ratto. EUR J Pharmacol. 6 febbraio 1995; 273(3): 303-6.

15. Bereczki D, Fekete I. Una rassegna sistematica della terapia di vinpocetine nel colpo ischemico acuto. EUR J Clin Pharmacol. 1999 luglio; 55(5): 349-52.

16. Karpati E, biro K, Kukorelli T. Investigation sugli agenti vasoattivi con gli scheletri dell'indolo Richter Ltd. Acta Pharm ha appeso. 2002;72(1):25-36.

17. Anon. Vinpocetine. Monografia. Altern Med Rev. 2002 giugno; 7(3): 240-3.

18. Disordini e neuroprotection cerebrovascolari ischemici di Hadjiev D. Asymptomatic con il vinpocetine. Ideggyogy SZ. 20 maggio 2003; 56 (5-6): 166-72.

19. Balestreri R, Fontana L, Astengo F. Una valutazione controllata del placebo della prova alla cieca della sicurezza e dell'efficacia del vinpocetine nel trattamento dei pazienti con disfunzione cerebrale senile vascolare cronica. Soc di J Geriatr. 1987 maggio; 35(5): 425-30.

20. Hindmarch I, Fuchs HH, Erzigkeit H. Efficacy e tolleranza del vinpocetine in pazienti ambulanti che soffrono da delicato per moderare gli psychosyndromes organici. Int Clin Psychopharmacol. 1991;6(1):31-43.

21. Kemeny V, Molnar S, Andrejkovics m., Makai A, Csiba L. Acute ed effetti cronici del vinpocetine su emodinamica cerebrale e della prestazione neuropsicologica nei pazienti di multi-infarto. J Clin Pharmacol. 2005 settembre; 45(9): 1048-54.

22. Bonoczk P, Panczel G, Nagy Z. Vinpocetine aumenta il flusso sanguigno e l'ossigenazione cerebrali nei pazienti del colpo: una spettroscopia nel vicino infrarosso e uno studio transcranial di doppler. Ultrasuono di EUR J. 2002 giugno; 15 (1-2): 85-91.

23. Dezsi L, Kis-Varga I, Nagy J, Komlodi Z, effetti di Karpati E. Neuroprotective del vinpocetine in vivo e in vitro. Derivati acidi di Apovincaminic come strumenti terapeutici potenziali nel colpo ischemico. L'acta Pharm ha appeso. 2002;72(2):84-91.

24. Feigin VL, BM di Doronin, Popova TF, Gribatcheva EV, Tchervov DV. Trattamento di Vinpocetine nel colpo ischemico acuto: un test clinico randomizzato a singolo-cieco pilota. EUR J Neurol. 2001 gennaio; 8(1): 81-5.

25. Nagy Z, Vargha P, Kovacs L, Bonoczk P. Meta-analysis di Cavinton. Praxis. 15 settembre 1988; 7(9): 63-8.

26. Szatmari SZ, Whitehouse PJ. Vinpocetine per danno e demenza conoscitivi. Rev. 2003 del sistema della base di dati di Cochrane; (1): CD003119.

27. Pereira C, Agostinho P, CR di Oliveira. Vinpocetine attenua la disfunzione metabolica indotta dai beta-peptidi dell'amiloide in cellule PC12. Ricerca libera di Radic. 2000 novembre; 33(5): 497-506.

28. Bacio B, Cai NS, Erdo SL. Vinpocetine si contrappone preferenziale alle risposte del ricevitore di quisqualate/AMPA: prova dagli studi del grippaggio del legante e del rilascio. EUR J Pharmacol. 10 dicembre 1991; 209 (1-2): 109-12.

29. Pilgramm m., Schumann K. Need di reologicamente attivo, vasoattivo e metabolicamente principi attivi nel trattamento iniziale del trauma acustico acuto. HNO. 1986 ottobre; 34(10): 424-8.

30. Konopka W, Zalewski P, Olszewski J, Olszewska-Ziaber A, risultati di trattamento di Pietkiewicz P. del trauma acustico. Politico di Otolaryngol. 1997; 51 supplemento 25:281-4.

31. Maliavina Stati Uniti, Ovchinnikov I, VP di Fasenko, et al. prevenzione di Cavinton del hypoacousis neurosensoriale in pazienti con differenti forme di tubercolosi. Vestn Otorinolaringol. 2003;(3):35-40.

32. Qiu Y, Kraft P, CE di Craig, Liu X, fosfodiesterasi del nucleotide di Haynes-Johnson D. Cyclic in muscolo liscio detrusore del coniglio. Urologia. 2002 gennaio; 59(1): 145-9.

33. CE di Qiu Y, di Kraft P, di Craig, Liu X, Haynes-Johnson D. Identification e studio funzionale delle fosfodiesterasi in vescica urinaria del ratto. Ricerca di Urol. 2001 dicembre; 29(6): 388-92.

34. Uckert S, Stief CG, Odenthal KP, et al. confronto degli effetti di vario spasmolytic droga sul muscolo liscio detrusore umano e porcino isolato. Arzneimittelforschung. 1998 agosto; 48(8): 836-9.

35. Leghi MC, l'esperienza clinica di Stief CG, di Uckert S, et al. di iniziale con il vinpocetine selettivo dell'inibitore dell'isoenzima della fosfodiesterasi-Io nel trattamento dell'incontinenza di stimolo e la vescica bassa di conformità. Mondo J Urol. 2000 dicembre; 18(6): 439-43.

36. Hampel C, Gillitzer R, Pahernik S, interruttore di Melchior, Thuroff JW. Terapia farmacologica dell'incontinenza urinaria femminile. Urologe A. 2005 marzo; 44(3): 244-55.

37. Alberti C. Bladder e contrattilità e rilassamento cavernosi fra i messaggeri intracellulari, i cambiamenti in calcio libero sarcoplasmatic e l'attività della fosfodiesterasi. Arco Ital Urol Androl. 2000 giugno; 72(2): 75-82.

38. Ruolo di Tsuda K, di Kinoshita Y, di Nishio I. Synergistic di progesterone e ossido di azoto nel regolamento di fluidità della membrana degli eritrociti in esseri umani: una ricerca di risonanza paramagnetica di elettrone. J Hypertens. 2002 agosto; 15(8): 702-8.