Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine gennaio 2006
immagine

Il piano immaginario del prolungamento della vita per conquistare invecchiamento e morte

Da Saul Kent,
Co-fondatore, fondamento del prolungamento della vita

Studio di durata della vita della metformina

Dopo l'individuazione che la metformina produce un profilo di espressione genica simile a quello dei topi longevi del CR, abbiamo deciso di studiare gli effetti dell'amministrazione a lungo termine di metformina sulla durata media e massima ed altri biomarcatori di invecchiamento nei topi. Uno studio iniziale di durata della vita della metformina è stato cominciato all'università di California, riva del fiume, nel 2003, ma i difetti di progettazione in questo studio ci hanno convinti installare un altro studio di durata della vita della metformina nel nostro laboratorio della California del Nord.

Nel nuovo studio della metformina, abbiamo usato tantissimi topi abbiamo alimentato una dieta normale e completati con una dose di metformina comparabile a quella utilizzata solitamente in esseri umani. Un gruppo di controllo è stato alimentato una dieta normale senza metformina. Questo studio, cominciato all'inizio del 2004, si pensa che termini verso settembre 2007.

Nel 2004, abbiamo ripetuto gli studi ad alta densità di microarray dei fegati di normale e dei topi del CR con i nuovi chip di Affymetrix che misurano l'espressione di 34.000 geni per generare i dati sull'intero genoma del topo. Abbiamo trovato molti cambiamenti nell'espressione genica nei topi del CR che sono differenti da quelli trovati in topi normali. L'analisi di questi risultati continua.

Estratto del seme dell'uva con i resveratroli

Nel settembre 2004, un gruppo di topi normalmente alimentati è stato completato con i resveratroli sintetici o l'estratto del seme dell'uva con i resveratroli ottenuti da prolungamento della vita. Il nostro obiettivo era di confrontare l'espressione genica nei fegati dei topi nel gruppo dell'estratto dell'uva ad espressione genica nei fegati di topi del CR e normalmente alimentata.

L'estratto del seme dell'uva del prolungamento della vita con i resveratroli ha compreso i due estratti standardizzati dai semi e dalla pelle di intera uva rossa (Vitis vinifera), che contengono le proantocianidine, la catechina, l'epicatechina, l'acido gallico ed i resveratroli di 10% dall'intero estratto della radice di cuspidatum di poligono e dell'uva rossa. Inoltre ha incluso la vitamina C ed il calcio dall'ascorbato di calcio.

Quando abbiamo paragonato l'espressione genica nei fegati di topi alimentati l'estratto dell'uva ai resveratroli a quella trovata negli animali del CR, abbiamo trovato che i numeri sostanziali dei geni sono stati espressi in modo simile. Questi risultati indicano che le vie molecolari che questi geni regolano sono attivate in entrambi i gruppi, in grado di significare che l'estratto del seme dell'uva con i resveratroli è una terapia antinvecchiamento. Ulteriore analisi dettagliata di via è in corso e probabilmente faremo uno studio di durata della vita facendo uso dell'estratto del seme dell'uva del prolungamento della vita in futuro.

Altri studi di espressione genica

Inoltre abbiamo intrapreso gli studi di espressione genica dei fegati dai topi trattati con due tipi degli artigli del gatto di erbe dell'estratto. Uno degli estratti dell'artiglio del gatto include gli alcaloidi del oxindole (BMcp-1), mentre l'altro è vuotato dei polisaccaridi, dei tannini e degli alcaloidi del oxindole (BMcp-2).

I tessuti da entrambi i gruppi di topi trattati con BMcp-1 o BMcp-2 sono stati raccolti ed elaborato stati. Gli esemplari sono stati inviati a Stanford University per ulteriore elaborazione del gene-chip. I file di immagini che contengono i dati da questi gruppi sono stati ricevuti e l'analisi dei dati è in corso.

Studi all'accademia delle scienze cinese

In collaborazione con i ricercatori all'accademia delle scienze cinese a Pechino, il prolungamento della vita ha costituito un fondo per gli studi sul suo estratto del seme dell'uva con i resveratroli, BMcp-1, BMcp-2 e BM-A1 (un estratto della pianta) come pure un estratto del ginkgo biloba e del tè verde sviluppato dal Dott. Baolu Zhao, un'autorità nella biologia del radicale libero.

Uno degli studi cinesi che esaminano l'estratto del seme dell'uva era in drosofila (mosche della frutta) che sono stati cresciuti per contenere il gene mutante umano dell'alfa-synuclein. Questo gene è espresso similmente nel cervello della mosca della frutta a quello in esseri umani, di modo che le mosche ripiegano le caratteristiche essenziali della perdita malattia-età-dipendente di Parkinson dell'essere umano di neuroni e di motore dopaminergici danno-che si manifesta (nelle mosche) come perdita progressiva di abilità rampicante.

I gruppi di queste mosche della frutta hanno ricevuto quattro dosi dell'estratto del seme dell'uva del prolungamento della vita in loro alimento. L'abilità rampicante è stata valutata in ogni gruppo ed i dati sono stati analizzati statisticamente. I risultati hanno mostrato un declino progressivo nell'abilità rampicante con l'età d'avanzamento e che questo declino è stato ridotto in mosche ha completato con l'estratto del seme dell'uva, un effetto che era più notevole in Parkinson maschio vola che in Parkinson femminile vola. Interessante, la dose dell'estratto del seme dell'uva che la maggior parte hanno inibito il declino nell'abilità rampicante del Parkinson vola era simile a quella utilizzata in uno studio di durata della vita in cui vola dato l'estratto del seme dell'uva ha vissuto 15% più lungo di quelli alimentati una dieta normale. Le mosche che ricevono l'estratto del seme dell'uva con i resveratroli naturali hanno mostrato la maggior estensione di durata della vita che quelle che ricevono i resveratroli sintetici.

In un altro studio, i mitocondri dai fegati del ratto sono stati esposti agli agenti cancerogeni offensivi, seguiti dal trattamento con qualsiasi estratto del seme dell'uva del prolungamento della vita o BMcp-2. I risultati hanno indicato che il trattamento con determinate dosi dell'estratto del seme dell'uva o di BMcp-2 protetto i mitocondri da danno. Mitchondria è le centrali elettriche cellulari che riforniscono i processi vitali di combustibile del corpo.

Questi risultati suggeriscono che l'estratto del seme dell'uva del prolungamento della vita con i resveratroli possa finalmente svolgere un ruolo nell'impedire o nel trattamento della malattia del Parkinson in esseri umani. Inoltre suggeriscono che i resveratroli del prolungamento della vita, che sono estratti dalle intere radici di cuspidatum di poligono e dell'uva rossa, possano essere superiori ai resveratroli sintetici.

È BM-A1 una terapia dell'Anti-obesità?

BM-A1, una formula unica dell'estratto della pianta sviluppata dal Dott. Zhao dell'accademia delle scienze cinese, contiene i polifenoli, le proantocianidine ed i flavoni derivati dal biloba del gingko e del tè verde. BM-A1 mostra la promessa per la promozione della salute cardiovascolare e metabolica, impedire il cancro ed il combattimento dell'obesità.

In uno studio, gli scienziati cinesi hanno alimentato a ratti una dieta ad alta percentuale di grassi, che li ha indotti a guadagnare il peso, sviluppare i più grandi e fegati più pesanti e dimostrare le elevazioni significative nei livelli del trigliceride del fegato e del siero. Il trattamento con BM-A1 ha ridotto il peso dei ratti ha alimentato la dieta ad alta percentuale di grassi come pure quelli hanno alimentato una dieta normale, hanno ridotto la dimensione ed il peso dei loro fegati ed hanno abbassato i loro livelli del trigliceride.

Questo studio ha identificato i meccanismi di azione in questione nell'impedire l'obesità, che sono collegati ad una via molecolare importante relativa a metabolismo grasso. Questa via comprende un insieme dei ricevitori nucleari conosciuti come i ricevitori proliferatore-attivati peroxisome (PPARs). Gli scienziati hanno trovato che BM-A1 esercita i suoi effetti dell'anti-obesità modulando le vie di PPAR. In tal modo, BM-A1 inibisce l'accumulazione dei lipidi in tessuto adiposo, stimola l'utilizzazione dei trigliceridi e riduce la perossidazione lipidica causata da attività del radicale libero.

Un test clinico è stato condotto per misurare gli effetti di BM-A1 sul lipido, sul glucosio e sui livelli di pressione sanguigna in esseri umani. Gli oggetti sono stati dati BM-A1 e poi sono stati seguiti per tre mesi. Alla conclusione di questo periodo, 71% hanno mostrato l'abbassamento principale dei lipidi del sangue e 29% indicato l'abbassamento moderato; 59% ha mostrato l'abbassamento principale della glicemia, con l'abbassamento di mostra del moderato di 41%; e 72% ha mostrato l'abbassamento principale della pressione sanguigna, con l'abbassamento di mostra del moderato di 28%. Un test clinico che esamina gli effetti di BM-A1 sull'obesità in esseri umani deve essere condotto. Poiché gli effetti di BM-A1 in ratti sono simili a quelli prodotti da CR e da metformina in topi, sarà interessante studiare i cambiamenti di espressione genica in topi dati BM-A1.

Con agli gli studi di collaborazione fondati a estensione di vita in corso alle istituzioni prestigiose negli Stati Uniti ed in Cina, pensiamo muoverci in avanti con velocità maggior nell'identificazione i geni e delle vie molecolari coinvolgere nell'invecchiamento e nel prolungamento della vita. Facendo uso di questa conoscenza, speriamo di sviluppare le terapie per controllare l'invecchiamento ed estendere la portata sana di vita umana.

Promessa d'estensione di ipotermia

Terri Schiavo ha sofferto 10 minuti stimati di arresto cardiaco che hanno danneggiato severamente il suo cervello. In seguito, i suoi parenti combattivi più se tenerla in uno stato “vegetativo„ su sostegno vitale artificiale (in questo caso, un'alimentazione gastrica e una pompa) o “spengono le macchine„ e la lasciano morire. Una sentenza infine ha sistemato la materia decidendo che la sua prognosi era così povera che dovrebbe essere permessa morire. Un'autopsia finalmente ha indicato che il suo cervello era circa la metà del peso di un cervello normale, significante che quello circa la metà dei suoi neuroni è stato andato.

Ogni giorno, la gente soffre gli attacchi di cuore che uccidali o causi la lesione cerebrale severa. Ciò accade perché, alla temperatura corporea normale, dopo circa cinque minuti senza sangue ossigenato che è pompato attraverso il cervello, i neuroni del cervello subiscono il danno letale. La lesione cerebrale severa causata tramite la privazione dell'ossigeno può anche essere causata da altri termini, compreso i colpi e le lesioni alla testa chiuse.

Sebbene i neuroni possano subire il danno letale in cinque - 10 minuti, realmente non muoiono e non scompaiono fino a dopo molte ore, o persino i giorni. Ciò lascia un ventaglio di opportunità per conservarle. Per oltre 50 anni, gli scienziati hanno saputo che raffreddare il cervello (ed il resto del corpo) può avere effetti drammatici. Uno di questi è di proteggere dai processi biochimici che uccidono i neuroni in cervelli con ossigeno insufficiente, uno stato causato da circolazione sanguigna riduttrice o assente, o dall'ischemia. Il successo dell'ipotermia nella protezione del cervello è dimostrato nell'annegamento dei casi, dove le vittime sono state fatte rivivere dopo finchè 60 minuti dell'immersione in acqua ghiacciata, perché i loro cervelli sono stati raffreddati. Questo stato di raffreddamento è conosciuto nella medicina come ipotermia.

L'ipotermia rallenta i processi vitali. Se applicato correttamente dopo che una persona soffre dalla privazione acuta dell'ossigeno, l'ipotermia ha il potere di rallentare il processo di morte in neuroni nocivi. Ciò ha potuto conservare le durate di milioni di persone. I cani sono stati rianimati dopo finchè 15 minuti senza flusso sanguigno alla temperatura corporea normale. Ciò è stata fatta mediante il raffreddamento degli animali con una macchina di esclusione dopo che i loro cuori sono stati ricominciati. Lo stessi dovrebbero potere essere fatto in esseri umani. I pazienti come Terri Schiavo potrebbero essere raffreddati durante la rianimazione, di modo che hanno potuto finalmente vivere una vita normale invece di subire la lesione cerebrale permanente.

L'ipotermia più profonda è stata raggiunta nei centri medici facendo uso di un sistema cardiopolmonare di esclusione, con uno scambiatore di calore per raffreddare direttamente il sangue mentre circola fuori del corpo. Tali sistemi hanno abbassato le temperature corpo e (del cervello) abbastanza rapidamente per permettere a medici di operare con successo sui pazienti in assenza di flusso sanguigno. Per esempio, medici devono indurre sicuro l'ipotermia per realizzare le operazioni sulle navi del cervello e del cuore, che non possono essere eseguiti mentre il cuore ancora sta battendosi ed il sangue sta scorrendo.

Tuttavia, l'ipotermia indotta ha avuta uso limitato nella medicina perché ha provato difficile raffreddare i pazienti rapidamente nelle emergenze senza indurre un certo grado di danno. Nella rianimazione, l'uso dell'ipotermia è stato limitato perché non può essere fatto rapidamente ed abbastanza sicuro nel campo per proteggere il paziente completamente finché lui o lei non potesse essere mossa verso un centro medico ben attrezzato. Anche poi, indurre anche l'ipotermia delicata richiede le ore. La vasta maggioranza della gente che soffre gli attacchi di cuore, segna e le lesioni alla testa agiscono in tal modo a casa, lavoro, o gioco, non quando sono in un ospedale. Nel caso dei soldati che soffrono l'arresto cardiaco da perdita di sangue dopo la lesione severa, raffreddamento della rapida e della cassaforte può attualmente essere impossibile.

Ricerca indotta di finanziamento di ipotermia

Il prolungamento della vita sta costituendo un fondo per la ricerca indotta alla ricerca critica di cura (CCR), un laboratorio dell'ipotermia nella California. Diretto da Steven Harris, il MD, il programma di ricerca di CCR sta sviluppando una tecnologia avanzata per consegnare sicuro e la rapida che si raffreddano in ospedali, cliniche ed ambulanze. A CCR, gli scienziati hanno identificato parecchi processi distruttivi che causano il danno in cervelli ossigeno-sfavoriti, compreso una risposta infiammatoria acuta che reagisce al trattamento con il freddo. Raffreddamento del cervello dopo che il trauma cranico è risultato essere molto simile a trattare un'ustione o mette in mostra la lesione con l'applicazione di ghiaccio.

La tecnologia che CCR ha inventato e sta sviluppando è chiamata il lavaggio liquido di ventilazione. Questo processo comprende l'uso di un fluorocarburo raffreddato a liquido alla temperatura dicongelamento per lavare (lavaggio nei cicli) i polmoni dei cani anestetizzati sperimentali. In questo processo, i polmoni completamente non sono riempiti di liquido e funzionano come entrambi gli scambiatori di calore e scambiatori del gas. Questo processo può produrre il raffreddamento molto rapido del centro del cervello e del corpo dell'animale, da 100° a 85° Fahrenheit (F) in meno di 20 minuti. Più di 100 cani sono stati fatti rivivere con successo facendo uso di questo processo. La maggior parte di questi animali hanno dato segni di danno ai polmoni secondario per una coppia di giorni dopo la rinascita, ma hanno recuperato completamente in seguito. La ricerca liquida corrente del lavaggio di ventilazione a CCR è puntata su che elimina tutto il danno ai polmoni dai cani che subiscono il raffreddamento rapido e riprogettante le componenti del sistema in un'unità portatile capace di funzionamento dai paramedici in un'ambulanza.

Figura 7. sistema di ventilazione liquido del portatile usato da CCR.

Ventilazione liquida portatile di sviluppo

Per parecchi anni, CCR ha funzionato con una ditta di ingegneria per disporre la sua attrezzatura del lavaggio in un sistema del portatile del prototipo. Ciò ha richiesto una riprogettazione e un'automazione del primo modulo della pompa del sistema, che originalmente ha pesato più di 100 libbre. La progettazione finalmente è stata ridotta ad un sistema del pistone della doppio camera, che ha pesato meno di 35 libbre. ed era abbastanza piccola essere portata dentro una mano con una cinghia. Questo sistema ha dovuto essere alimentato a gas da una piccola vasca d'impregnazione ed inoltre ha richiesto una fonte di vuoto. Un'altra invenzione di CCR è scambiatori di calore portatili fatti “dalle cartucce precongelate del ghiaccio,„ che funzionano dirigendo il fluorocarburo attraverso i tubi fini immersi in ghiaccio. Con questo sistema, la quantità di ghiaccio ha avuto bisogno di per il raffreddamento adeguato delle 45 libbre. il cane è stato ridotto a soltanto 8 libbre. CCR continua ad eseguire gli esperimenti del cane con questo sistema. (Fig. 7.)

Nel 2003, CCR ha impegnato i servizi di un secondo gruppo di ingegneria per vedere se potrebbe contribuire a risolvere alcuni problemi che si erano sviluppati con il primo sistema portatile. Il nuovo gruppo ha proposto una riprogettazione del sistema che avrebbe utilizzato soltanto le pompe elettricamente guidate. Ciò ha tenuto conto azionamento elettrico diretto sia dell'infusione che dell'aspirazione liquide del lavaggio ed ha eliminato l'esigenza sia del vuoto che fonti dell'aria compressa che determinano il più vecchio sistema. Una nuova macchina del lavaggio del prototipo ora è stata costruita come dispositivo del tagliere ed è stata collaudata con successo negli esperimenti sugli animali. Alcuni problemi rimangono. I dispositivi futuri problemi di indirizzo nella sincronizzazione delicata dei cicli del lavaggio sotto controllo del software. Questo approccio si pensa che provochi un più piccolo, più guidato dal sistema portatile direttamente da potere di CA (corrente alternata) o batterie, che elimineranno l'esigenza di un sistema pesante del compressore o di vuoto.

La ricerca critica di cura ora raffredda ordinariamente solitamente i cani da 100° a 92° F tramite il lavaggio liquido con quasi nessun problemi del polmone, con conseguente animali che sono alti e camminanti il giorno successivo, “senza anche un affanno,„ secondo il Dott. Harris. Nota che da quando CCR ha pubblicato il primo rapporto del lavaggio del polmone del fluorocarburo che si raffredda nel 2001, il metodo del lavaggio per il raffreddamento ed il riscaldamento degli animali è stato confermato in altri laboratori che lavorano con i conigli ed i maiali. Con il lavaggio liquido, non c' è tan liquido al movimento rispetto a ventilazione liquida totale e così c'è meno pressione e danno. La ventilazione del gas può essere usata simultaneamente per prendere la cura di ossigeno e dell'anidride carbonica, di modo che l'animale può essere raffreddato senza danno.

Continuato alla pagina 3 di 3