Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine gennaio 2006
immagine

Strategie per impedire osteoporosi in uomini

Da Julius G. Goepp, MD

Supplementi della proteina

Fino ad oggi, è stato pensato che le diete altamente proteiche potessero causare il riassorbimento aumentato di calcio dall'osso, perché i livelli elevati del calcio sono stati trovati nell'urina di quelli con un'alta assunzione di proteina. Gli studi più recenti hanno dimostrato appena l'opposto: che i livelli aumentati del calcio dell'urina sembrano essere il risultato di assorbimento intestinale aumentato di calcio, che naturalmente significa che ci sono più, non di meno, calcio disponibile per mineralizzazione dell'osso. Le diete più povere in proteine sono state trovate per fare diminuire l'assorbimento del calcio.30 questo possono spiegare perché la gente che abituale consuma le diete povere in proteine è conosciuta per avere la densità ossea in diminuzione e perdita aumentata dell'osso.

Il completamento della proteina di soia è stato conosciuto per essere protettivo dell'osso in donne. Nel 2002, questo che trova è stato estendere agli uomini. Uno studio degli uomini più anziani in buona salute (con un'età media di 60) ha indicato che coloro che ha completato significativamente il quotidiano con 40 grammi di proteina di soia per tre mesi hanno aumentato i loro livelli di fattore di crescita del tipo di insulina 1 (IGF-1) confrontato agli uomini che hanno completato con proteine del latte. IGF-1 è associato con gli più alti tassi di formazione dell'osso. Mentre gli indicatori di formazione e di riassorbimento dell'osso non erano differenti fra i due gruppi, gli autori hanno concluso che i supplementi della proteina di soia possono influenzare positivamente l'osso negli uomini. Hanno continuato a suggerire che uno studio della lungo-durata fosse autorizzato per dimostrare questo effetto.70

Phytoestrogens ed isoflavoni

Sta coltivando l'interesse in come un'altra componente- della soia isoflavone-può contribuire ad impedire e dirigere la malattia cardiaca, l'osteoporosi ed il cancro. Gli isoflavoni della soia sono phytoestrogens, o a composti basati a pianta che somigliano all'estrogeno al livello molecolare. Gli studi sulle diete tradizionali in grandi popolazioni dimostrano che gli alimenti che contenente i phytoestrogens possono offrire la protezione contro molti cancri in relazione con l'ormone e che aggiungendo degli gli alimenti ricchi phytoestrogen agli aiuti di dieta mantenga la densità ossea nella gente con osteoporosi.71 specialmente dato che la pubblicazione dell'avvertimento di iniziativa della salute delle donne contro l'uso dell'estrogeno nella terapia ormonale sostitutiva,14 che l'importanza dei phytoestrogens dell'isoflavone si è sviluppata.

La prova scientifica diretta per gli isoflavoni nell'osteoporosi è abbondante. Nel 2001, un esame di 74 articoli importanti ha concluso che la prova per le indennità-malattia dei phytoestrogens stava aumentando.72 un test clinico randomizzato e controllato con placebo pubblicato nel 2004 hanno dimostrato un importante crescita nella densità minerale ossea della lombare-spina dorsale e un rapporto di riproduzione di 37% di indicatori urinarii del volume d'affari dell'osso di pazienti con osteoporosi postmenopausale che ha completato con gli isoflavoni.73

Gli effetti benefici degli isoflavoni su salute scheletrica sono stati attribuiti alle loro strutture organiche uniche.74 isoflavoni possono agire diversamente in tessuti differenti, a vantaggio della gente che le consuma. Per esempio, nel tessuto dell'osso, gli isoflavoni fungono da ormoni del tipo di estrogeno deboli nelle cellule osso costruzione del osteoblast, promuoventi la nuova formazione dell'osso. L'effetto del tipo di estrogeno in osso inoltre causa un aumento in proteine di cellula-segnalazione che possono inibire l'attività osso-assorbente delle cellule di osteoclasto. In tessuti riproduttivi, tuttavia, gli isoflavoni funzionano come antagonisti deboli dell'estrogeno, in modo da non producono gli effetti feminizing di estrogeno stesso. Molti di questi meccanismi molecolari somigliano molto attentamente alle azioni attribuite a DHEA.69

Nessuna prova degli isoflavoni negli uomini con osteoporosi ancora è comparso nella letteratura, ma c'è ogni ragione di credere che siano almeno efficaci quanto in donne. Le differenze date nei modi che disossano perdita si presenta negli uomini e donne, è possibile che l'effetto distimolazione degli isoflavoni provochi ancor più l'aumento della densità ossea negli uomini.

Ipriflavone, un isoflavone sintetico, ha attirato molte attenzione e ricerca, particolarmente in Europa, in cui ora è utilizzato come droga nel trattamento dell'osteoporosi.75 è stato indicato efficacemente per inibire il riassorbimento dell'osso e per migliorare la formazione dell'osso sia in donne che in uomini.76 una prova alla cieca, studio controllato con placebo del ipriflavone in 255 donne postmenopausali hanno trovato che la densità minerale ossea dell'avambraccio è rimanere costante per due anni nel gruppo del trattamento mentre diminuiva significativamente nel gruppo del placebo. Gli indicatori del volume d'affari dell'osso erano più alti nel gruppo del placebo che nel gruppo curato.77

Gli stessi ricercatori hanno scoperto i risultati virtualmente identici in una più grande prova di 453 donne postmenopausali. Nel gruppo ipriflavone-trattato, disossi il risparmio fra di 1,6% e di 3,5% accaduti ed il volume d'affari dell'osso è stato ridotto.78 risultati simili sono stati riferiti in molti altri studi.79-82 la sicurezza di Ipriflavone inoltre è stata affermata, con gli effetti collaterali primari che sono ribaltamento gastrointestinale delicato; questi effetti sono sembrato accadere con frequenza uguale sia nei gruppi del placebo che di ipriflavone in tutte le prove.83

Come gli isoflavoni naturali, il ipriflavone migliora l'effetto dell'estrogeno sull'osso senza fungere da ormone sessuale femminile,76 in moda da poterlo avere molto meno degli effetti feminizing indesiderabili di estrogeno e delle droghe relative. Questi effetti estrogeni deboli degli isoflavoni e del ipriflavone sono pensati per rappresentare non solo la loro capacità dimostrata di migliorare la densità minerale ossea ed impedire l'osteoporosi, ma anche di spiegare i dati incoraggianti sul loro effetto nella riduzione del rischio di carcinoma della prostata. Questi dati vengono sia dagli studi del roditore che dall'esperienza umana limitata.84 modelli del roditore finora forniscono i soli dati interventistici diretti circa i ruoli di queste sostanze in maschi.

I dati dai modelli animali del ipriflavone in maschi sono molto incoraggianti. Due studi sugli effetti dei ipriflavone sui ratti maschii hanno trovato che le ossa degli animali nel gruppo curato hanno avute 23% una capacità maggior essere in media di resistere allo sforzo e quasi 50% richiesto nuova energia per causare una frattura, confrontata agli animali nei gruppi non trattati.85 le proporzioni di calcio, di fosforo e di magnesio nelle ossa non hanno differito fra i gruppi, suggerenti che non c'fossero le anomalie nella composizione minerale globale o nella struttura cristallina del hydroxyapatite nelle più forti ossa.86

Riassunto

Per gli uomini, la salute buona di mantenimento dell'osso comincia con le visite regolari di medico schermare per densità minerale ossea e carcinoma della prostata. Altri elementi essenziali sono regolari, esercizio del peso-cuscinetto, sano, la moderato-proteina è a dieta e supplementi compreso la vitamina D, il calcio, il magnesio e gli isoflavoni per contribuire ad impedire le perdite del minerale dell'osso. Gli uomini a rischio dei cancri ormone-dipendenti dovrebbero discutere sempre i piani del completamento con i loro medici per assicurarsi che i supplementi ed i farmaci stiano funzionando insieme per il migliore effetto.

Riferimenti

1. Gennari L, Merlotti D, Martini G, et al. associazione longitudinale fra i livelli di ormone sessuale, perdita dell'osso e volume d'affari dell'osso in uomini anziani. J Ciin Endocrinol Metab. 2003 novembre; 88(11): 5327-33.

2. Kamel HK. Osteoporosi maschio: nuove tendenze relative alla diagnosi ed alla terapia. Invecchiare delle droghe. 2005;22(9):741-8.

3. Imponga la P, l'imposizione la E, Audran m., et al. Il costo di osteoporosi in uomini: la situazione francese. Osso. 2002 aprile; 30(4): 631-6.

4. Duan Y, fragilità di Seeman E. Bone in uomini asiatici e caucasici. Ann Acad Med Singapore. 2002 gennaio; 31(1): 54-66.

5. Seeman E. Unresolved pubblica nell'osteoporosi negli uomini. Rev Endocr Metab Disord. 2001 gennaio; 2(1): 45-64.

6. Moyad mA. Terapie per la riduzione del rischio di osteoporosi in pazienti che ricevono cura ormonale diliberazione luteinizzante/orchiectomy complementari per carcinoma della prostata: una rassegna e una valutazione dell'esigenza di più ricerca. Urologia. 2002 aprile; 59 (4 supplementi 1): 34-40.

7. CS di Higano. Gestione di perdita dell'osso in uomini con carcinoma della prostata. J Urol. 2003 dicembre; 170 (6 pinte 2): S59-S63.

8. Khosla S, Melton LJ, III, Riggs BL. Osteoporosi: differenze e similarità di genere. Lupus. 1999;8(5):393-6.

9. Jalava T, Sarna S, Pylkkanen L, et al. associazione fra la frattura vertebrale e la mortalità aumentata in pazienti osteoporotici. Minatore Res dell'osso di J. 2003 luglio; 18(7): 1254-60.

10. Haentjens P, Johnell O, Kanis JA, et al. prova dalle ricerche di dati e dalle analisi della tabella-vita per le differenze relative alle differenze fra i sessi nel rischio assoluto di frattura dell'anca dopo Colles o la frattura della spina dorsale: La frattura di Colles come indicatore in anticipo e sensibile di fragilità scheletrica in uomini bianchi. Minatore Res dell'osso di J. 2004 dicembre; 19(12): 1933-44.

11. Siqueira FV, LA di Facchini, PC di Hallal. Il carico delle fratture nel Brasile: uno studio basato sulla popolazione. Osso. 2005 agosto; 37(2): 261-6.

12. Seeman E. La base strutturale di fragilità dell'osso in uomini. Osso. 1999 luglio; 25(1): 143-7.

13. RA di Hijazi, Cunningham gr. Andropause: la terapia sostitutiva dell'androgeno è indicata per il maschio di invecchiamento? Annu Rev Med. 2005;56:117-37.

14. Skouby COSÌ, Al-Azzawi F, Barlow D, et al. medicina climaterica: Menopausa e società europee di Andropause (EMAS) le dichiarazioni di 2004/2005 di posizione sui peri e sulla terapia ormonale sostitutiva postmenopausale. Maturitas. 16 maggio 2005; 51(1): 8-14.

15. Cherrier millimetro, Asthana S, Plymate S, et al. il completamento del testosterone migliora la memoria spaziale e verbale in uomini più anziani in buona salute. Neurologia. 10 luglio 2001; 57(1): 80-8.

16. Genazzani AR, Inglese S, Lombardi I, et al. terapia sostitutiva a basse dosi a lungo termine del deidroepiandrosterone nei maschi di invecchiamento con la carenza parziale dell'androgeno. Maschio di invecchiamento. 2004 giugno; 7(2): 133-43.

17. Orwoll E, Ettinger m., Weiss S, et al. alendronato per il trattamento di osteoporosi in uomini. Med di N Inghilterra J. 2000 31 agosto; 343(9): 604-10.

18. Morales A. Andropause (o ipogonadismo sintomatico di manifestazione tardiva): fatti, romanzo e controversie. Maschio di invecchiamento. 2004 dicembre; 7(4): 297-303.

19. Dovio A, Perazzolo L, Osella G, et al. caduta immediata di formazione dell'osso ed aumento transitorio di riassorbimento dell'osso nel corso di terapia con glucocorticoidi ad alta dose e a breve termine in giovani pazienti con la sclerosi a placche. J Clin Endocrinol Metab. 2004 ottobre; 89(10): 4923-8.

20. Kannisto S, Laatikainen A, Taivainen A, et al. concentrazione nel solfato del deidroepiandrosterone del siero come indicatore di soppressione corticosurrenale durante la terapia steroide inalata in pazienti asmatici adulti. EUR J Endocrinol. 2004 maggio; 150(5): 687-90.

21. Conde FA, Aronson WJ. Fattori di rischio per osteoporosi maschio. Urol Oncol. 2003 settembre; 21(5): 380-3.

22. Hussain SA, Weston R, Stephenson Marina militare, George E, salmone di un anno NJ. I raggi x doppi immediati di energia absorptiometry rivelano un'alta incidenza di osteoporosi in pazienti con carcinoma della prostata avanzato prima di manipolazione ormonale. BJU Int. 2003 novembre; 92(7): 690-4.

23. Rashid MH, Chaudhary UB. Terapia intermittente di privazione dell'androgeno per carcinoma della prostata. Oncologo. 2004;9(3):295-301.

24. Considerazioni di Dawson-Hughes B. Racial /ethnic nella fabbricazione delle raccomandazioni per la vitamina D per gli uomini e le donne adulti ed anziani. J Clin Nutr. 2004 dicembre; 80 (6 supplementi): 1763S-6S.

25. Monier-Faugere MC, Mawad H, Qi Q, RM di Friedler, Malluche HH. Alta prevalenza del volume d'affari basso dell'osso ed avvenimento di osteomalacia dopo trapianto di rene. J Soc Nephrol. 2000 giugno; 11(6): 1093-9.

26. Dodidou P, Bruckner T, Hosch S, et al. Meglio tardi che mai? Esperienza con il trattamento endovenoso di pamidronati in pazienti con la massa dell'osso o seguire di fratture cardiaco o trapianto basso del fegato. Osteoporos Int. 2003 gennaio; 14(1): 82-9.

27. Kapoor D, TH di Jones. Fumando ed ormoni nella salute e nei disordini della ghiandola endocrina. EUR J Endocrinol. 2005 aprile; 152(4): 491-9.

28. Wawrzynska L, Tomkowski WZ, Przedlacki J, Hajduk B, Torbicki A. Changes nella densità ossea durante l'amministrazione a lungo termine delle eparine o dell'acenocumarolo a basso peso molecolare per profilassi secondaria di tromboembolismo venoso. Pathophysiol Haemost Thromb. 2003 marzo; 33(2): 64-7.

29. Wong SY, EM di Lau, Lau WW, Lynn HS. È il consiglio dietetico efficace nell'aumentare calcio, proteina e apporto energetico dietetici in pazienti con le fratture osteoporotiche? Un test clinico controllato randomizzato. Dieta di Nutr di ronzio di J. 2004 agosto; 17(4): 359-64.

30. Kerstetter JE, KO di O'Brien, Insogna chilolitro. Proteina dietetica, metabolismo del calcio e omeostasi scheletrica rivisitati. J Clin Nutr. 2003 settembre; 78 (3 supplementi): 584S-92S.

31. Haderslev chilovolt, Tjellesen L, Sorensen ha, Staun M. Effect della terapia endovenosa ciclica del clodronate su densità minerale ossea e degli indicatori del volume d'affari dell'osso in pazienti che ricevono nutrizione parenterale domestica. J Clin Nutr. 2002 agosto; 76(2): 482-8.

32. Associazione di Robbins J, di Hirsch C, di Whitmer R, di Cauley J, di Harris T. The di densità minerale ossea e depressione in una popolazione più anziana. Soc di J Geriatr. 2001 giugno; 49(6): 732-6.

33. Geusens pp. Rassegna delle linee guida per le prove e trattamento di osteoporosi. Rappresentante di Curr Osteoporos. 2003 settembre; 1(2): 59-65.

34. Heidenreich A. Bisphosphonates in gestione di carcinoma della prostata metastatico. Oncologia. 2003; 65 supplementi 15-11.

35. Dy di Graham, HM di Malaty. Ulcere gastriche di alendronati. Alimento Pharmacol Ther. 1999 aprile; 13(4): 515-9.

36. Marshall JK, Rainsford KD, James C, RH di caccia. Una prova controllata randomizzata per valutare lesione alendronato-collegata del tratto gastrointestinale superiore. Alimento Pharmacol Ther. 2000 novembre; 14(11): 1451-7.

37. RM di Francis. Mancanza di risposta al trattamento di osteoporosi. Soc della menopausa del Br di J. 2004 giugno; 10(2): 76-80.

38. Papaioannou A, Giangregorio L, Kvern B, et al. La lacuna di cura di osteoporosi nel Canada. BMC Musculoskelet Disord. 6 aprile 2004; 511.

39. Pavone m., Liu G, Carey m., et al. effetto di calcio o del completamento dietetico di vitamina D3 25OH su perdita dell'osso all'anca in uomini ed in donne sopra l'età di 60. J Clin Endocrinol Metab. 2000 settembre; 85(9): 3011-9.

40. Siffledeen JS, Fedorak Marina militare, Siminoski K, et al. prova randomizzata di etidronate più calcio e vitamina D per il trattamento di densità minerale ossea bassa nel morbo di Crohn. Clin Gastroenterol Hepatol. 2005 febbraio; 3(2): 122-32.

41. Cortet B, Vasseur J, Grardel B, et al. gestione di osteoporosi maschio. Spina dorsale unita dell'osso. 2001 maggio; 68(3): 252-6.

42. Kubodera N, Tsuji N, Uchiyama Y, K. endo. Un nuovo analogo attivo di vitamina D, ED-71, cause aumenta in massa dell'osso con gli effetti preferenziali sull'osso in pazienti osteoporotici. Biochimica delle cellule di J. 1° febbraio 2003; 88(2): 286-9.

43. Moyad mA. Promozione della salute generale durante la terapia di privazione dell'androgeno (ADT): una rassegna di punto della rapida 10 per i vostri pazienti. Urol Oncol. 2005 gennaio; 23(1): 56-64.

44. Resch H, Gollob E, Kudlacek S, Pietschmann P. Osteoporosis nell'uomo. Wien Med Wochenschr. 2001;151(18-20):457-63.

45. Elliott ME, RM di Farrah, Binkley NC, Carnes ml, Gudmundsson A. Management da di osteoporosi indotta da glucocorticoide in veterani maschii. Ann Pharmacother. 2000 dicembre; 34(12): 1380-4.

46. Devogelaer JP, Goemaere S, Boonen S, et al. a linee guida basate a prova per la prevenzione e trattamento da di osteoporosi indotta da glucocorticoide: un documento di consenso del club belga dell'osso. Osteoporos Int. 11 ottobre 2005.

47. Boonen S, Rizzoli R, Meunier PJ, et al. L'esigenza di orientamento clinico nell'uso di calcio e della vitamina D in gestione di osteoporosi: un rapporto di consenso. Osteoporos Int. 2004 luglio; 15(7): 511-9.

48. Reginster JY, Zegels B, Lejeune E, et al. influenza del calcio quotidiano di regime e del completamento di vitamina D sulla secrezione paratiroidale dell'ormone. Tessuto Int di Calcif. 2002 febbraio; 70(2): 78-82.

49. Ringe JD, Dorst A, Kipshoven C, Rovati LC, Setnikar I. Avoidance delle fratture vertebrali in uomini con osteoporosi idiopatica tramite una terapia triennale con calcio e monofluorofosfato intermittente a basse dosi. Osteoporos Int. 1998;8(1):47-52.

50. Erlacher L, Kettenbach J, Kiener H, et al. calcitonina e calcio di color salmone nel trattamento di osteoporosi maschio: l'effetto su densità minerale ossea. Wien Klin Wochenschr. 25 aprile 1997; 109(8): 270-4.

51. von Bothmer MI, differenze di genere di Fridlund B. nelle abitudini di salute e nella motivazione per uno stile di vita sano fra gli studenti universitari svedesi. Salute Sci di Nurs. 2005 giugno; 7(2): 107-18.

52. Patel A, Coates lo PS, Nelson JB, et al. la densità minerale ossea e la conoscenza influenza i comportamenti correlati con la salute degli uomini anziani a rischio di osteoporosi? J Clin Densitom. 2003;6(4):323-30.

53. Bisse E, Epting T, Beil A, et al. valori di riferimento per il silicio del siero in adulti. Biochimica anale. 1° febbraio 2005; 337(1): 130-5.

54. Oligoelementi di Hayter J.: implicazioni per curare. Adv Nurs di J. Del 1980 gennaio; 5(1): 91-101.

55. Perez-Granados, mp del Vaquero. Silicio, alluminio, arsenico e litio: implicazioni di sanità e di essenzialità. Invecchiamento di salute di J Nutr. 2002;6(2):154-62.

56. Jugdaohsingh R, Tucker chilolitro, Qiao N, et al. assunzione dietetica del silicio è associato positivamente con densità minerale ossea negli uomini ed in donne premenopausa del gruppo della prole di Framingham. Minatore Res dell'osso di J. 2004 febbraio; 19(2): 297-307.

57. Chapuy MC, Meunier PJ. Prevenzione e trattamento di osteoporosi. Invecchiare (Milano.). 1995 agosto; 7(4): 164-73.

58. Tucker chilolitro. Stato dell'osso e dell'ingestione dietetica con invecchiamento. DES di Curr Pharm. 2003;9(32):2687-704.

59. Hott m., de PC, Modrowski D, Marie PJ. Effetti a breve termine di silicio organico sull'osso trabecular in ratti ovariectomizzati maturi. Tessuto Int di Calcif. 1993 settembre; 53(3): 174-9.

60. Rico H, Gallego-Lago JL, Hernandez ER, et al. effetto del supplemento del silicio sul osteopenia indotto dall'ovariectomia in ratti. Tessuto Int di Calcif. 2000 gennaio; 66(1): 53-5.

61. Lang kJ, Nielsen BD, Waite chilolitro, GM della collina, Orth Mw. Il silicio supplementare aumenta le concentrazioni nel silicio del latte e del plasma in cavalli. J Anim Sci. 2001 ottobre; 79(10): 2627-33.

62. Eisinger J, Clairet D. Effects di silicio, di fluoruro, di etidronate e di magnesio su densità minerale ossea: uno studio retrospettivo. Ricerca di Magnes. 1993 settembre; 6(3): 247-9.

63. Jugdaohsingh R, Anderson SH, Tucker chilolitro, et al. assunzione del silicio ed assorbimento dietetici. J Clin Nutr. 2002 maggio; 75(5): 887-93.

64. SIG. di Spector TD, di Callome, Anderson S, et al. effetto sul volume d'affari dell'osso e BMD di silicio orale a basse dosi come aggiunta a calcio/vitamina D3 in una prova randomizzata e controllata con placebo. 2005 settembre; Washington, DC, U.S.A.: Società americana per l'osso e la ricerca minerale; 2005.

65. Dimai HP, Porta S, Wirnsberger G, et al. il completamento orale quotidiano del magnesio sopprime il volume d'affari dell'osso in giovani maschi adulti. J Clin Endocrinol Metab. 1998 agosto; 83(8): 2742-8.

66. Disponibile a: www.pdrhealth.com. 27 ottobre 2005 raggiunto.

67. Plaza MP, Lamson DW. Vitamina K2 nel metabolismo e nell'osteoporosi dell'osso. Altern Med Rev. 2005 marzo; 10(1): 24-35.

68. Distacco di Villareal. Effetti del deidroepiandrosterone su densità minerale ossea: che implicazioni per la terapia? Ossequio Endocrinol. 2002;1(6):349-57.

69. Yanase T, Suzuki S, Goto K, Nawata H, Takayanagi R DHEA e metabolismo dell'osso. Calcio di Clin. 2003 novembre; 13(11): 1419-24.

70. Khalil DA, Lucas ea, Juma S, Smith BJ, Payton ME, Arjmandi BH. Il completamento della proteina di soia aumenta il fattore-Io del tipo di insulina della crescita del siero in giovani ed in uomini anziani ma non colpisce gli indicatori del metabolismo dell'osso. J Nutr. 2002 settembre; 132(9): 2605-8.

71. CD di Humfrey. Phytoestrogens ed effetti di sanità: pesando sulla prova corrente. Nat Toxins. 1998;6(2):51-9.

72. Vetraio MG, arciere mA. Una rassegna della prova per l'uso dei phytoestrogens come sostituzione per terapia sostitutiva tradizionale dell'estrogeno. Med dell'interno dell'arco. 14 maggio 2001; 161(9): 1161-72.

73. Harkness LS, Fiedler K, Sehgal AR, Oravec D, riassorbimento dell'osso di Lerner E. Decreased con il completamento dell'isoflavone della soia in donne postmenopausali. La salute delle donne di J (Larchmt.). 2004 novembre; 13(9): 1000-7.

74. Chen X, Anderson JJ. Isoflavoni ed osso: prova animale ed umana di efficacia. J Musculoskelet di un neurone interagisce. 2002 giugno; 2(4): 352-9.

75. Messina m., Messina V. Soyfoods, isoflavoni della soia e salute dell'osso: una breve panoramica. J Ren Nutr. 2000 aprile; 10(2): 63-8.

76. KA capo. Ipriflavone: un isoflavone osso costruzione importante. Altern Med Rev. 1999 febbraio; 4(1): 10-22.

77. Adami S, Bufalino L, Cervetti R, et al. Ipriflavone impedisce la perdita radiale dell'osso in donne postmenopausali con la massa bassa dell'osso in 2 anni. Osteoporos Int. 1997;7(2):119-25.

78. Gennari C, Adami S, Agnusdei D, et al. effetto del trattamento cronico con il ipriflavone in donne postmenopausali con la massa bassa dell'osso. Tessuto Int di Calcif. 1997; 61 supplemento 1S19-S22.

79. Agnusdei D, Crepaldi G, Isaia G et al. Una doppia prova cieca e controllata con placebo del ipriflavone per la prevenzione di perdita spinale postmenopausale dell'osso. Tessuto Int di Calcif. 1997 agosto; 61(2): 142-7.

80. Valente m., Bufalino L, Castiglione GN, et al. effetti del trattamento di un anno con il ipriflavone sull'osso in donne postmenopausali con l'osso basso si ammassa. Tessuto Int di Calcif. 1994 maggio; 54(5): 377-80.

81. Kovacs ab. Efficacia del ipriflavone nella prevenzione e nel trattamento di osteoporosi postmenopausale. Azioni degli agenti. 1994 marzo; 41 (1-2): 86-7.

82. Passeri m., Biondi m., Costi D, et al. effetto del ipriflavone sulla massa dell'osso in donne osteoporotiche anziane. Minatore dell'osso. 1992 ottobre; 19 supplementi 1S57-S62.

83. Agnusdei D, Bufalino L. Efficacy del ipriflavone nell'osteoporosi stabilita e nella sicurezza a lungo termine. Tessuto Int di Calcif. 1997; 61 supplemento 1S23-7.

84. Messina MJ. Legumi e soia: panoramica dei loro profili ed effetti sulla salute nutrizionali. J Clin Nutr. 1999 settembre; 70 (3 supplementi): 439S-50S.

85. Civitelli R, bbasi-Jarhomi SH, Halstead LR, Dimarogonas A. Ipriflavone migliora la densità ossea e le proprietà biomeccaniche delle ossa del ratto del maschio adulto. Tessuto Int di Calcif. 1995 marzo; 56(3): 215-9.

86. Ghezzo C, Civitelli R, Cadel S, et al. Ipriflavone non altera il sistema cristallino dell'apatite dell'osso nei ratti del maschio adulto. Tessuto Int di Calcif. 1996 dicembre; 59(6): 496-9.

87. SIG. di Smith, McGovern FJ, Fallon mA, Schoenfeld D, Kantoff PW, Finkelstein JS. Densità minerale ossea bassa in uomini ormone-ingenui con carcinoma della prostata. Cancro. 15 giugno 2001; 91(12): 2238-45.

88. Strimpelli lo SB, Scholz MC. Tomografia automatizzata quantitativa nel carcinoma della prostata. J Urol. 2003 (presentato).

89. Bolotin HH. Le inesattezze inerenti alla densitometria minerale in vivo dell'osso absorptiometry dei raggi x di doppio-energia possono incrinare interpretazioni osteopenic/osteoporotiche e fuorviare la valutazione dell'efficacia antiresorptive di terapia. Osso. 2001 maggio; 28(5): 548–55.

90. Frahm C, collegamento J, Hakelberg K, et al. densitometria nell'osteoporosi preclinica sospettata: tomografia automatizzata quantitativa contro rontgen doppio di energia absorptiometry. Bildgebung. 1994 dicembre; 61(4): 256-62.

91. von Stremple A, Prokopp m., Flindt C. Un confronto di due metodi non invadenti di misura per la determinazione dell'osteoporosi centrale che prende in considerazione il tenore in ceneri. Aktuelle Radiol. 1993 gennaio; 3(1): 31–6.

92. Meirelles es, Borelli A, Camargo OP. L'influenza di attività di malattia e la cronicità sull'osso di spondilite anchilosante ammassano la perdita. Clin Rheumatol. 1999;18(5):364–8.

93. von der Recke P, Hansen mA, Overgaard K, Christiansen C. L'impatto dei termini degeneranti nella spina dorsale su densità minerale ossea e la frattura rischiano la previsione. Osteoporos Int. 1996;6(1):43–9.