Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine luglio 2006
immagine

Sindrome metabolica

L'epidemia del XXI secolo Da Steven V. Joyal, MD

Stanno cascando morto da un attacco di cuore, essendo paralizzando da un colpo catastrofico, avendo arti amputati come conseguenza dei malattia-questi vascolari periferici fra le conseguenze spaventose della malattia vascolare, l'uccisore di numero-un degli Americani.

La sindrome metabolica ed il suo stato collegato di insulino-resistenza posano una minaccia importante contro salute cardiovascolare che la maggior parte dei professionisti sanitari nemmeno discutono con i loro pazienti. Notevolmente, il pubblico conosce pochissimo circa questo stato silenzioso ma micidiale e molti individui colpiti sono nemmeno informati che la sindrome metabolica sta infliggendo i gravi danni alle loro arterie e cellule cerebrali.

I mezzi di informazione ed i fornitori di cure mediche non prestano quasi attenzione all'epidemia di insulino-resistenza, la causa fondamentale della sindrome metabolica.

Per evitare le conseguenze cardiovascolari potenzialmente disastrose della sindrome metabolica, dovete capire:

  • Che sindrome metabolica è e come determinare se rispondete ai suoi criteri diagnostici (una misura di nastro, un polsino di pressione sanguigna ed alcune analisi del sangue semplici sono tutta voi bisogno).
  • Come identificare il rischio di insulino-resistenza attraverso le analisi del sangue semplici.
  • Perché il peso corporeo non è molto importante per salute metabolica, ma composizione corporea è critico.
  • Come un semplice ma molto un efficace programma-e non l'ultima moda dieta-può ridurre drammaticamente il vostro rischio per insulino-resistenza e la sindrome metabolica.
  • Quali supplementi nutrizionali possono contribuire a ridurre il vostro rischio di insulino-resistenza e di sindrome metabolica. (Questi comprendono due supplementi di promessa derivati dagli estratti solubili in acqua di cannella e di caffè-un di quali obiettivi lo stesso ormone che le ditte farmaceutiche di miliardi di dollari sollecitano come chiave alla terapia seguente dell'innovazione per la malattia metabolica.)

Misurare il vostro rischio per insulino-resistenza

La sindrome metabolica è caratterizzata da insulino-resistenza. Prima della spiegazione dell'insulino-resistenza, dobbiamo capire che cosa l'insulina è e come agisce nel corpo.

Un ormone prodotto nel pancreas, la funzione principale dell'insulina è di regolare la glicemia, o il glucosio, livelli. L'insulina contribuisce a muovere le molecole avanti e indietro del glucosio dal sangue nelle cellule del corpo. Quando i livelli della glicemia aumentano, l'uscita dell'insulina aumenta.

L'insulino-resistenza significa che l'insulina non funziona ottimamente al suo obiettivo tessuto-tale come il muscolo, il grasso, o fegato tessuto-al glucosio dell'azionamento nelle cellule. Ciò ha numerose conseguenze avverse, compreso i livelli dell'insulina e del glucosio che sono molto superiori al normale. Mentre il corpo tenta di retribuire in modo eccessivo per azione difficile dell'insulina pompando fuori più insulina dal pancreas, i livelli dell'insulina aumentano. Finalmente, col passare del tempo, il pancreas può “bruciare„ e più non produrre abbastanza insulina per controllare la glicemia. Quando i livelli dell'insulina non sono sufficienti per portare i livelli della glicemia giù alla gamma normale, risultato mellito della latta di diabete di tipo II.

La parità aurea per insulino-resistenza di misurazione è una procedura molto complessa chiamata “un morsetto euglycemic hyperinsulinemic„ che è offerto ai centri accademici specializzati di ricerca medica. In questa procedura di due ore, l'insulina è infusa per via endovenosa ad un tasso costante secondo il peso corporeo. Allo stesso tempo, il glucosio è infuso per via endovenosa ad un tasso variabile per equilibrare fuori l'infusione dell'insulina. Il tasso di infusione del glucosio in sangue durante gli ultimi 30 minuti della prova determina la sensibilità dell'insulina.

Fortunatamente, contribuire a determinare il vostro rischio di insulino-resistenza, non dovete viaggiare ad un centro medico accademico per avere “l'iper-insulinemic morsetto euglycemic„ eseguito; invece, dovete soltanto subire alcune analisi del sangue semplici.

Determinate analisi del sangue quale insulina di digiuno possono servire da indicatori sostitutivi per insulino-resistenza. L'insulina in eccesso (hyperinsulinemia di digiuno) è definita quando i livelli uguali a o più maggior di 15 µU/mL sono trovati. Questi livelli elevati di digiuno dell'insulina sono associati con insulino-resistenza.Analisi del sangue 1 altre che sono molto utili nella valutazione del rischio di insulino-resistenza includono i trigliceridi di siero e la lipoproteina ad alta densità (HDL). Trigliceridi uguali a o più maggior di 130 mg/dL e un trigliceride: Il rapporto di HDL uguale a o superiore a 3,0 suggerisce un ad alto rischio di insulino-resistenza.1 infatti, il fondamento del prolungamento della vita ha sostenuto coerente anche i livelli più bassi dei trigliceridi (meno di 100 mg/dL) come essendo ottimale.

SIETE A RISCHIO DI LA SINDROME METABOLICA?

Fare la vostri insulina, controllare trigliceridi e HDL di digiuno può aiutarvi a determinare se siete a rischio di insulino-resistenza.

I seguenti valori indicano che siete a rischio di insulino-resistenza e la sindrome metabolica:1

>= di digiuno 15 µU/mL dell'insulina

>= dei trigliceridi 130 mg/dL

Trigliceridi: >= 3,0 di rapporto di HDL.

Prevalenza adeguata all'età della sindrome metabolica. Fonte: Ford es, Giles WH, Dietz WH. Prevalenza della sindrome metabolica fra gli adulti degli Stati Uniti: risultati dalla terza indagine nazionale dell'esame di nutrizione e di salute. JAMA. 16 gennaio 2002; 287(3):356-9.

Avete sindrome metabolica?

Affliggendo uno di ogni cinque Americani (con ancora gli più alti tassi in popolazioni etniche sicure), la sindrome metabolica ha implicazioni minacciose per il rischio della malattia cardiovascolare.2

Più di 20 anni fa, gli scienziati hanno identificato la costellazione delle circostanze che caratterizza la sindrome metabolica in un gruppo di pazienti con un rischio drasticamente elevato di malattia cardiaca e di colpo. “Sindrome inizialmente chiamata X„ dagli scienziati, ora è conosciuto come sindrome metabolica. Questo stato pericoloso è caratterizzato da insulino-resistenza, che conduce ai lipidi e colesterolo anormalmente alto del siero, ipertensione, glicemia anormalmente alta e tendenze aumentate di coagulazione del sangue.3

La sindrome metabolica aumenta drammaticamente il rischio della malattia cardiovascolare.4 risultati di prova recenti in più di 1.200 uomini seguiti per 11 anno hanno trovato che quelli con la sindrome metabolica erano fino a 360% più probabili morire dalla coronaropatia.5

I criteri diagnostici per la sindrome metabolica possono differire leggermente secondo i medici specialisti di consulenza. Una definizione standard e accettata è stata stabilita dal terzo rapporto del gruppo di esperti nazionale di programma educativo del colesterolo (NCEP) su rilevazione, sulla valutazione e sul trattamento di alto colesterolo del sangue in adulti (pannello adulto di trattamento III).6 secondo la sua definizione, avete sindrome metabolica se avete tre o più di seguenti criteri:

  • Obesità centrale come misurata dalla circonferenza della vita: Uomini: > 40 pollici. Donne: > 35 pollici.
  • Trigliceridi a digiuno del sangue: > 150 mg/dL.
  • Sangue HDL: Uomini: < 40 mg/dL. Donne: < 50 mg/dL.
  • Pressione sanguigna: >= 130/85 di mmHg.
  • Glucosio a digiuno: >= 100 mg/dL (recentemente variabili da >= 110 mg/dL per riflettere il criterio americano riveduto di associazione del diabete per glucosio a digiuno alterato).

Continuato alla pagina 2 di 3