Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 2006
immagine

Ashwagandha
Riduzione di sforzo, protezione neurale e molto più da un'erba antica

Da Dale Kiefer
Ashwagandha

Ashwagandha, un'erba indiana esotica, ha proprietà d'alleviamento notevoli comparabili a quelle delle droghe potenti usate per trattare la depressione e l'ansia. Oltre ai suoi effetti protettivi eccellenti sul sistema nervoso, il ashwagandha può essere un trattamento alternativo di promessa per varie malattie degeneranti quali Alzheimer e Parkinson. Ashwagandha ha proprietà antiossidanti potenti che cercano e distrugge i radicali liberi che sono stati implicati nell'invecchiamento e nei numerosi stati di malattia. La prova ancor più notevole e emergente suggerisce che il ashwagandha abbia benefici anticancro pure.

Effetti protettivi potenti sul sistema nervoso

Lo sforzo, le tossine ambientali e la nutrizione difficile tutta hanno un impatto nocivo sui nostri sistemi nervosi.

La capacità di studi dei ashwagandha scientifici di sostegno non solo di alleviare sforzo, ma anche di proteggere le cellule cerebrali dagli effetti deleteri dei nostri stili di vita moderni.

Per esempio, nei modelli convalidati di ansia e della depressione, il ashwagandha è stato dimostrato per essere efficace quanto alcuni tranquillanti e droghe antidepressive. Specificamente, la somministrazione orale del ashwagandha per i cinque giorni ha suggerito ansia-di alleviare gli effetti simili a quelli raggiunti dal lorazepam ansiolitico del farmaco (Ativan®) e gli effetti antidepressivi simili a quelli dell'imipramina del farmaco antidepressivo di prescrizione (Tofranil®).1

Lo sforzo può causare la perossidazione aumentata dei lipidi, mentre fa diminuire i livelli degli enzimi antiossidanti catalasi e glutatione perossidasi. Quando l'estratto di ashwagandha è stato amministrato dai ricercatori un'ora prima di una procedura d'induzione quotidiana, tutti parametri suddetti di danno del radicale libero si sono normalizzati in un modo dipendente dalla dose.L'invecchiamento prematuro 2 connesso con tensione nervosa cronica può essere collegato con lo sforzo ossidativo aumentato, che si abolisce dalle proprietà antiossidanti potenti dell'estratto di ashwagandha. I ricercatori ritengono che questo trovare sostenga l'uso clinico del ashwagandha come agente di anti-sforzo.

Altri studi sullo sforzo cronico sostengono questi risultati. Per esempio, in uno studio sugli animali notevole, l'esame dei cervelli degli animali sacrificati ha indicato che 85% delle cellule cerebrali osservate negli animali ha esposto allo sforzo cronico dato segni di degenerazione. È questo tipo di degenerazione cellulare che può condurre alle difficoltà conoscitive a lungo termine. Stupefacente, quando il ashwagandha è stato amministrato agli animali cronicamente sollecitati, il numero delle cellule cerebrali di degenerazione è stato ridotto di 80%!3

In uno dei test clinici umani più completi fin qui, i ricercatori hanno studiato gli effetti di un estratto standardizzato di ashwagandha sugli effetti negativi dello sforzo, compreso i livelli elevati del cortisolo dell'ormone di sforzo. Molti degli effetti contrari dello sforzo probabilmente sono collegati con i livelli elevati di cortisolo. I risultati erano impressionanti. L'energia aumentata soggettivamente riferita dei partecipanti, affaticamento riduttore, migliora il sonno e un senso migliorato di benessere. I partecipanti hanno mostrato parecchi miglioramenti misurabili, compreso una riduzione dei livelli del cortisolo fino ad un massimo di 26%, un declino dei livelli della glicemia a digiuno ed hanno migliorato i profili del lipido. Sembrerebbe da questo studio che il ashwagandha potesse indirizzare molte della salute e delle edizioni psicologiche che contagiassero l'odierna società.4

In questi ultimi cinque anni, l'istituto di medicina naturale all'università medica e farmaceutica di Toyama nel Giappone ha condotto l'estesa ricerca sui benefici del cervello del ashwagandha. Gli scienziati dell'istituto stavano cercando i modi incoraggiare la rigenerazione delle componenti delle cellule nervose chiamate assoni e dendrites nei modelli convalidati del cervello umano. Questa ricerca importante può beneficio giorno coloro che ha incorso nei traumi cranici dovuto il trauma fisico come pure coloro che soffre il declino conoscitivo dovuto la distruzione delle reti delle cellule nervose dalle malattie quali demenza ed Alzheimer.

Facendo uso di un modello convalidato delle cellule nervose danneggiate e delle vie alterate di nervo-segnalazione, i ricercatori hanno notato che il ashwagandha ha sostenuto la rigenerazione significativa degli assoni e dei dendrites delle cellule nervose. Ancora, l'estratto di ashwagandha ha sostenuto la ricostruzione delle sinapsi, le giunzioni dove le cellule nervose comunicano con altre cellule. I ricercatori hanno concluso che l'estratto di ashwagandha contribuisce a ricostruire le reti del sistema nervoso, rendentegi un trattamento potenziale per le malattie neurodegenerative quale Alzheimer.5

In un altro studio allo stesso istituto, i ricercatori hanno trovato che supporto aiutato ashwagandha la crescita dei dendrites delle cellule nervose, che permettono che queste cellule ricevano le comunicazioni da altre cellule. Ciò che trova suggerisce che il ashwagandha potrebbe contribuire a guarire i cambiamenti del tessuto cerebrale che accompagnano la demenza.6

Per concludere, in uno studio pubblicato terzo, i ricercatori hanno notato che ashwagandha contribuito per promuovere la crescita sia delle cellule nervose normali che danneggiate, suggerente che l'erba potesse amplificare la funzione sana della cellula cerebrale come pure avvantaggiare le cellule nervose malate.7

Questi risultati forniscono la speranza tremenda che gli estratti di ashwagandha possono aiuto giorno guarire le malattie neurodegenerative in esseri umani, liberanti i pazienti dalle prigioni mentali di demenza e di Alzheimer. Chiaramente, questo è appena l'inizio della ricerca sulla capacità dei ashwagandha di incoraggiare la ricrescita fisica del cervello.

Ashwagandha inoltre mostra la promessa come trattamento per Parkinson ed i morbi di Alzheimer, i termini neurodegenerative cronici per cui là attualmente non sono cure. In uno studio recente facendo uso di un modello standardizzato della malattia del Parkinson umana, l'estratto di ashwagandha ha invertito significativamente tutti i parametri del neurodegeneration Parkinson's tipo ed in un modo dipendente dalla dose.8 notevolmente, uno studio più iniziale ha indicato che l'estratto di ashwagandha inibisce l'acetilcolinesterasi, un enzima responsabile della suddivisione dell'uno dei messaggeri chimici chiave del cervello. Droghe attualmente utilizzate nel trattamento del morbo di Alzheimer, quale Aricept®, atto in questo modo stesso per rallentare la progressione di questo spaventare, mente-rubante malattia.9

Gli studi suggeriscono l'attività anticancro potente

Oltre agli effetti neuroprotective documentati dei ashwagandha, la prova recente emozionante suggerisce che inoltre abbia il potenziale di fermare le cellule tumorali nelle loro piste. Per esempio, un'analisi recente ha indicato che l'estratto di ashwagandha ha inibito la crescita del seno, del polmone e delle linee cellulari umani del tumore del colon in laboratorio. Questa inibizione era comparabile a quella raggiunta con la doxorubicina comune della droga della chemioterapia del cancro (Caelyx®, Myocet®). Infatti, i ricercatori hanno riferito quel withaferin A, un composto specifico estratto dal ashwagandha, era più efficace della doxorubicina nella crescita d'inibizione delle cellule di tumore del colon e del seno.11,14

Gli scienziati in cellula recentemente condotta dell'India studia indicare che l'estratto di ashwagandha interrompe la capacità delle cellule tumorali di riprodurre-un il punto chiave nel cancro di combattimento. Ulteriormente, l'analisi del laboratorio indica che l'estratto di ashwagandha possiede l'attività anti-angiogenica, anche conosciuta come la capacità di impedire il cancro la formazione dei vasi sanguigni nuovi per sostenere la sua crescita senza briglia. Questi risultati forniscono ulteriore sostegno al ruolo potenziale dei ashwagandha nel cancro di combattimento.15 basato su questi studi, la ricerca in questa area continua.

In un altro studio, tumore dello stomaco sperimentalmente incitato significativamente inibito oralmente amministrato dell'estratto di ashwagandha in animali da laboratorio. L'incidenza del tumore è stata ridotta da 60% e da molteplicità del tumore (numero) da 92%. Similmente, in un modello del roditore del cancro di pelle, il ashwagandha ha inibito l'incidenza del tumore e la molteplicità da 45% e da 71%, rispettivamente.L'effetto protettivo di 16 Ashwagandha contro il cancro di pelle è stato indicato in altri studi pure.17

Un esperimento recente ha dimostrato che l'estratto di ashwagandha ha prodotto un profondo aumento nella durata e una diminuzione nel peso del tumore in animali con cancro sperimentalmente indotto del sistema linfatico.18 questo sono un'individuazione emozionante, suggerendo che il ashwagandha potrebbe migliorare la sopravvivenza in individui con cancro.

L'attività farmacologica di Ashwagandha

Gli scienziati speculano che alcuni dei benefici dei ashwagandha provengono dalle sue proprietà e capacità antiossidanti pulire i radicali liberi.10

Due classi principali di alcaloidi composto-steroidei e steroidei lattone-possono rappresentare la sua vasta gamma di effetti benefici. I lattoni steroidei comprendono la classe A i costituenti chiamati withanolides. Fin qui, gli scienziati hanno identificato e studiato almeno 12 alcaloidi e 35 withanolides. Molta dell'attività farmacologica dei ashwagandha è stata attribuita a due withanolides, withaferin A e withanolide primari D.11

Altri studi rivelano che il ashwagandha ha proprietà antimicrobiche, con attività antibatterica contro i batteri potenzialmente pericolosi, compreso la salmonella, un organismo connesso con intossicazione alimentare. Questa attività è stata dimostrata nelle colture cellulari come pure in animali da laboratorio infettati.12

Gli studi supplementari indicano che l'estratto della radice di ashwagandha migliora l'abilità del macrofago che le cellule immuni “mangiano„ gli agenti patogeni, rispetto ai macrofagi da un gruppo di controllo che non ha ricevuto il ashwagandha.13

L'estratto di Ashwagandha può anche avere applicazioni come aggiunta a trattamento chemioterapico del cancro. Una delle conseguenze della chemioterapia è la neutropenia, una diminuzione in globuli bianchi chiamati neutrofili che possono lasciare i pazienti pericolosamente vulnerabili all'infezione. Uno studio degli animali ha dimostrato che l'estratto oralmente amministrato di ashwagandha protetto contro questo declino nei neutrofili di infezione-combattimento. Mentre ulteriori studi umani sono necessari, questi risultati suggeriscono che il ashwagandha possa essere una terapia aggiuntiva eccellente alla chemioterapia.19

Un altro studio sugli animali ha studiato gli effetti dell'estratto di ashwagandha nella normalizzazione degli effetti disoppressione della chemioterapia. Quando gli animali da esperimento hanno ricevuto una droga comune della chemioterapia, i livelli della gamma interferone e dell'interleuchina 2 immuni desiderabili di fattori sono diminuito.

Quando l'estratto oralmente amministrato anche ricevuto di ashwagandha degli animali, tuttavia, i loro parametri di sistema immunitario è rimanere normale. Questi risultati aggiungono il supporto all'idea che il ashwagandha può aiutare per proteggere la funzione immune durante il trattamento chemioterapico.20

Conclusione

Lo sforzo cronico esige un prezzo elevato dai nostri corpi come pure dalle nostre menti. Molte malattie degeneranti come pure l'invecchiamento prematuro, sono associati con tensione nervosa cronica. C'è grande esigenza delle strategie sicure ed efficaci di prevenzione di combattere le devastazioni dello sforzo sul nostro sistema nervoso.

Ashwagandha, un'erba indiana esotica, ha dimostrato gli effetti ansiolitici e neuroprotective e la prova allettante suggerisce che sia inoltre un combattente del cancro. Gli studi sulla tossicità animali indicano che questa pianta notevole è sicura e tollerata bene.21

Riferimenti

1. Bhattacharya SK, Bhattacharya A, Sairam K, attività dell'Ansiolitico-antidepressivo di Ghosal S. dei glycowithanolides di withania somnifera: uno studio sperimentale. Phytomedicine. 2000 dicembre; 7(6): 463-9.

2. Bhattacharya A, Ghosal S, Bhattacharya SK. Effetto antiossidante dei glycowithanolides di withania somnifera nelle perturbazioni indotte da stress del footshock cronico degli enzimi ossidativi di lavaggio del radicale libero e nella perossidazione lipidica nella corteccia frontale ed in corpo striato del ratto. J Ethnopharmacol. 2001 gennaio; 74(1): 1-6.

3. S Jain, deviazione standard di Shukla, Sharma K, effetti di Bhatnagar M. Neuroprotective del withania somnifera Dunn. nelle sottoregione hippocampal del ratto femminile dell'albino. Ricerca di Phytother. 2001 settembre; 15(6): 544-8.

4. Studio non pubblicato, 2005. NutrGenesis, LLC.

5. Rigenerazione di Kuboyama T, di Tohda C, di KOMATSU K. Neuritic e ricostruzione sinaptica indotte dal withanolide A. Br J Pharmacol. 2005 aprile; 144(7): 961-71.

6. Tohda C, Kuboyama T, estensione di KOMATSU K. Dendrite dall'estratto del metanolo di Ashwagandha (radici del withania somnifera) in cellule di SK-N-SH. Neuroreport. 2000 26 giugno; 11(9): 1981-5.

7. Tohda C, Kuboyama T, KOMATSU K. Search i prodotti naturali si è riferito a rigenerazione della rete di un neurone. Neurosignals. 2005;14(1-2):34-45.

8. Ahmad m., Saleem S, Ahmad COME, et al. effetti di Neuroprotective del withania somnifera su idrossidopamina 6 ha indotto il parkinsonismo in ratti. Ronzio Exp Toxicol. 2005 marzo; 24(3): 137-47.

9. Choudhary MI, Yousuf S, Nawaz SA, Ahmed S, uR di Atta. Withanolides d'inibizione del colinesterasi dal withania somnifera. Toro di Chem Pharm (Tokyo). 2004 novembre; 52(11): 1358-61.

10. Approccio di Govindarajan R, di Vijayakumar m., di Pushpangadan P. Antioxidant alla gestione di malattia ed il ruolo delle erbe “di Rasayana„ di Ayurveda. J Ethnopharmacol. 3 giugno 2005; 99(2): 165-78.

11. Anon. Monografia. Withania somnifera. Altern Med Rev. 2004 giugno; 9(2): 211-4.

12. Owais m., Sharad KS, Shehbaz A, efficacia di Saleemuddin M. Antibacterial del withania somnifera (ashwagandha) una pianta medicinale indigena contro salmonellosi murina sperimentale. Phytomedicine. 2005 marzo; 12(3): 229-35.

13. Davis L, attività di Kuttan G. Immunomodulatory del withania somnifera. J Ethnopharmacol. 2000 luglio; 71 (1-2): 193-200.

14. Jayaprakasam B, Zhang Y, Seeram NP, Nair MG. L'inibizione della crescita di linee cellulari umane del tumore dai withanolides dal withania somnifera va. Vita Sci. 21 novembre 2003; 74(1): 125-32.

15. Mathur R, Gupta SK, Singh N, et al. valutazione dell'effetto degli estratti della radice di withania somnifera sul ciclo cellulare ed angiogenesi. J Ethnopharmacol. 9 gennaio 2006.

16. Padmavathi B, PC di Rath, Rao AR, Singh RP. Le radici del withania somnifera inibiscono la carcinogenesi della pelle e del forestomach in topi. Evid ha basato il Med di Alternat del complemento. 2005 marzo; 2(1): 99-105.

17. Mathur S, Kaur P, Sharma m., et al. Il trattamento di carcinoma della pelle, indotto tramite radiazione UV di B, facendo uso di 1 oxo-5beta, 6beta-epoxy-witha-2-enolide, isolato dalle radici del withania somnifera, in un modello del ratto. Phytomedicine. 2004 luglio; 11(5): 452-60.

18. Christina AJ, DG di Joseph, Packialakshmi m., et al. attività di Anticarcinogenic del withania somnifera Dunal contro il linfoma ascitico di Dalton. J Ethnopharmacol. 2004 agosto; 93 (2-3): 359-61.

19. Gupta YK, Sharma ss, rai K, Katiyar CK. L'inversione di paclitaxel ha indotto la neutropenia dal withania somnifera in topi. J indiano Physiol Pharmacol. 2001 aprile; 45(2): 253-7.

20. Davis L, Kuttan G. Effect del withania somnifera su produzione di citochina nel normale ed in ciclofosfamide ha trattato i topi. Immunopharmacol Immunotoxicol. 1999 novembre; 21(4): 695-703.

21. Aphale aa, ANNUNCIO di Chhibba, Kumbhakarna NR, Mateenuddin m., Dahat SH. Studio sulla tossicità sub-acuto della combinazione di ginseng (panax ginseng) e di ashwagandha (withania somnifera) in ratti: una valutazione di sicurezza. J indiano Physiol Pharmacol. 1998 aprile; 42(2): 299-302.