Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine marzo 2006
immagine

Selenio

Dei sostegnhi versatili di questo le difese antiossidanti minerale e la salute immune e possono contribuire ad impedire il CancroDa Ben Best

Nominato per il Selene della dea della luna, il selenio minerale merita di essere trattato con riverenza. Il forse non altro minerale può abbinare la versatilità e la grande selezione del selenio delle indennità-malattia. Il selenio è cruciale per le difese antiossidanti, amplifica il sistema immunitario e gli aiuti impediscono il cancro in parecchi modi distinti.

Difese antiossidanti di sostegno

Dopo gli antiossidanti quali il coenzima Q10 e le vitamine E e C neutralizzi i radicali liberi, essi deve essere rigenerato per rimanere efficace come antiossidanti. Possono essere rigenerati dal glutatione e dal thioredoxin antiossidanti dei peptidi, che stessi abbia enzimi antiossidanti per rigenerarli. Due di questi enzimi della rigenerazione sono glutatione perossidasi e riduttasi del thioredoxin, di cui tutt'e due contengono il selenio e dipendono da attività del selenio per la loro funzionalità antiossidante. Sia i sistemi del thioredoxin che del glutatione migliorano la loro propria attività antiossidante inducendo la produzione di altri enzimi antiossidanti naturali,1 compreso superossido dismutasi.2

Nel 1989, il Consiglio nazionale delle ricerche degli Stati Uniti ha stabilito un'indennità dietetica raccomandata (RDA) per selenio basato su massimizzazione di attività del glutatione perossidasi del plasma.3 indennità conservatrici di fabbricazione per il peso corporeo e la sicurezza, il Consiglio hanno messo il RDAs per selenio a 70 mcg al giorno per gli uomini adulti e a 55 mcg al giorno per le donne adulte. Malgrado molte scoperte e molta ricerca dal 1989, le linee guida ufficiali per l'assunzione raccomandata del selenio hanno visto scarso effetto.

Proteggendo dal Cancro

Nel 1996, il giornale di American Medical Association ha pubblicato i risultati di un multicentrato, randomizzati, la prova alla cieca, prova controllata con placebo di prevenzione del cancro. I 1.312 partecipanti di studio hanno richiesto a 200 mcg di selenio un il giorno o a placebo in un periodo medio di quattro e negli anni di una metà.4 oggetti che hanno completato con selenio hanno avuti una diminuzione di 37% nell'incidenza totale del cancro come pure un rapporto di riproduzione di 58% del carcinoma della prostata, un rapporto di riproduzione di 54% del cancro colorettale e un rapporto di riproduzione di 30% del cancro polmonare. Questo studio è una confutazione potente del conflitto che gli integratori alimentari non offrono indennità-malattia misurabile. (Dopo l'esteso esame accurato dei dati, soltanto la prova per riduzione del carcinoma della prostata ora è statisticamente accettata come significativa (un rapporto di riproduzione di 52%). I dati ancora mostrano una riduzione totale della mortalità del cancro di 41%.5

Il selenio ha molti diversi benefici anticancro, con gli effetti sullo sforzo ossidativo, metilazione e la riparazione del DNA, infiammazione, apoptosi e proliferazione delle cellule, disintossicazione carcinogena, produzione dell'ormone, angiogenesi e funzione immune.6

Il Cancro a volte comincia con la mutazione del DNA. Il DNA è normalmente protetto dalle sostanze cancerogene dai gruppi metilici, ma la carenza del selenio (come la carenza dell'acido folico) può provocare la metilazione in diminuzione del DNA ed il danno quindi aumentato e la mutazione del DNA.Il selenio 7,8 inoltre promuove l'attività della proteina p53, spesso chiamata “il guardiano del genoma.„ Bene più della metà di tutti i cancri esibisca la prova di proteina difettosa p53. Quando il DNA è danneggiato, p53 stimola la riparazione del DNA o induce le cellule a autodistruggersi (apoptosi) se il danno del DNA è irreparabile. Il sistema della riduttasi del thioredoxin promuove l'induzione p53 degli enzimi della riparazione del DNA.9 cellule esposte a selenometionina hanno indicato un aumento triplo nell'attività p53.10

La guarigione arrotolata sana comprende una risposta infiammatoria immune ben coordinato. Le cellule di sistema immunitario del macrofago e del neutrofilo registrano la ferita ed i batteri di lotta creando i radicali protetti contro gli agenti tossici quali il perossido di idrogeno, il peroxynitrite ed il radicale ossidrile. Gli enzimi antiossidanti come glutatione perossidasi e la riduttasi selenio-contenenti del thioredoxin proteggono i neutrofili, i macrofagi ed altri tessuti dai radicali liberi che sono creati per distruggere gli agenti patogeni. I macrofagi liberano i fattori di crescita per promuovere la ricrescita del tessuto.

Con infiammazione cronica, tuttavia, questi meccanismi naturali funzionano amok nei cicli di rigenerazione e della distruzione del tessuto, creare un ambiente tendente allo sviluppo del cancro.L'esposizione continua 11,12 ai radicali liberi quale peroxynitrite conduce alla mutazione del DNA. I fattori di crescita dai macrofagi promuovono la proliferazione di nuove cellule tumorali. Un 15% stimato dei cancri è attribuito ad infiammazione connessa con le infezioni croniche, quali epatite, il papillomavirus ed il helicobacter pylori gastrico del batterio.13 cause non infettive di infiammazione cronica quali il fumo e l'amianto di tabacco inoltre contribuiscono significativamente a cancro.

I composti del selenio sono stati indicati alle sostanze del blocco che inducono l'espressione del DNA dei geni che possono peggiorare la risposta infiammatoria.14,15 composti del selenio sono similarmente molto efficaci in cellule proteggenti da da danno indotto da perossi del DNA.16,17

Rafforzamento della risposta immunitaria

I malati di AIDS che sono selenio carente sono quasi 20 volte più probabilmente morire dalle cause in relazione con la HIV che i pazienti con selenio adeguato.La carenza del selenio 18 aumenta la virulenza dell'infezione virale causando una risposta immunitaria pro-più infiammatoria.19,20 neutrofili con glutatione perossidasi riduttore dovuto la carenza del selenio possono meno difendersi contro i radicali che liberi liberano sopra agli agenti patogeni.21-23

Un esperimento con i topi invecchiati ha indicato che il completamento con i livelli superiori al normale di selenio potrebbe ristabilire la moltiplicazione delle cellule immuni causata dagli antigeni ai livelli veduti in giovani topi adulti.24 precedentemente, gli stessi ricercatori avevano indicato che il selenio aumentante sopra i livelli normali in giovani topi adulti ha aumentato l'attività di batterio-uccisione dei linfociti della milza da 22,3%.25 esseri umani che hanno completato con 200 mcg al giorno di selenio per otto settimane hanno mostrato un aumento di 118% nella citotossicità linfocita-mediata del tumore e un aumento di 82% nell'attività naturale della uccisore-cellula.26

L'enzima selenio-contenente di deiodinase dello iodothyronine converte l'ormone tiroideo dalla sua forma inattiva (T4) in sua forma attiva (T3). I problemi della tiroide sono stati collegati alla carenza del selenio.Il T3 27 controlla normalmente il tasso metabolismo e l'attività di molti altri ormoni. Sebbene la maggior parte della produzione T3 si presenti nel fegato, la ghiandola del timo (che produce le cellule T) ha una forma locale di deiodinase dello iodothyronine, che indica l'importanza del selenio per lo sviluppo e la funzione delle cellule timiche.28

La causa della morte non cardiaca principale in ospedali americani è sepsi dovuto l'infezione, con conseguente più di 100.000 morti all'anno negli Stati Uniti. Due terzi di quei casi si presentano in pazienti che sono stati ospedalizzati per altre circostanze. Il selenio non solo protegge da sepsi amplificando il sistema immunitario, ma inoltre agisce direttamente contro il lipopolysaccharide batterico, una grande molecola che contribuisce significativamente alla morte dovuto le tossine batteriche.29 anziani si sono preoccupati per il rischio di infezioni dell'ospedale dovrebbero anche considerare il completamento del selenio come componente della loro protezione contro influenza.

Effetti su invecchiamento e sulla malattia

Gli enzimi antiossidanti selenio-contenenti naturali quali glutatione perossidasi e la riduttasi del thioredoxin hanno il potenziale di ridurre gli effetti dei radicali liberi sul processo di invecchiamento. Gli atomi dello zolfo in aminoacidi possono unire con legami atomici incrociati le proteine, la funzione diminuente degli enzimi e l'aumento della durezza del collagene di invecchiamento. La riduttasi di Thioredoxin è particolarmente efficace nella riduzione dei legami fra gli atomi dello zolfo.30

La riduttasi del solfossido della metionina è un enzima insolito quel direttamente ripara il danneggiamento ossidativo dei residui della metionina in proteine. Ci sono due forme di riduttasi del solfossido della metionina, una di cui contiene il selenio al suo sito attivo. Entrambe le forme dipendono dal sistema del thioredoxin per rigenerazione. La carenza del selenio è stata indicata all'ossidazione della proteina di aumento in topi.31 mosca della frutta transgenica che la riduttasi sovra-precisa del solfossido della metionina ha indicato ad un aumento di 70% nella durata.32

La carenza del selenio può contribuire all'osteoartrite, alla malattia cardiovascolare ed alla sterilità.33-37 il selenio protegge dai metalli tossici quali mercurio ed arsenico.La carenza del selenio 38,39 anche può condurre alle crisi epilettiche e può anche contribuire alla malattia del Parkinson.40 Thioredoxin sono particolarmente protettivi contro la lesione di ischemia-riperfusione nel cervello.41

Fonti e sicurezza dietetiche

Il selenio dietetico è soprattutto selenite inorganica o selenometionina organica. La selenite dietetica è più di 80% bioavailable, mentre la selenometionina dietetica è più di 90% bioavailable.La selenometionina 42 è il seleno-composto principale in chicchi di grano, legumi, soia e lievito.43 noci del Brasile Possono essere la fonte dell'alimento più ricca di selenio e le carni ed il pesce sono inoltre buone fonti. La quantità di selenio in frutta ed in verdure è in genere bassa, comunque l'aglio, le cipolle, porri e gli ornamenti dei broccoli sono fonti del Se-methylselenocysteine composto selenio-contenente.

La selenite ha maggior capacità che la selenometionina di causare il danno del DNA, ma è più efficace nell'impedire il cancro.Il Se-methylselenocysteine 44, tuttavia, non solo ha meno capacità per la tossicità, ma anche può essere il più efficace dei composti del selenio per prevenzione del cancro.45,46 tutti i composti del selenio devono essere metabolizzati nel corpo al selenocysteine prima che siano incorporati nei selenoproteins (enzimi selenio-contenenti compresi).44

Il contenuto del selenio degli alimenti dipende notevolmente dal contenuto del selenio del suolo in cui si sviluppano. Le Grandi Pianure degli Stati Uniti ed il Canada sono fonti ricche di selenio, mentre i suoli del nord-est, il di nord-ovest e di Florida hanno contenuto più basso del selenio. Il contenuto del selenio di suolo in Europa ed i livelli ematici del selenio di europei sono generalmente molto più bassi di in Nord America. Il selenio è particolarmente basso nei suoli della Finlandia, della Nuova Zelanda e delle zone centrali della Cina.47

Il selenio può essere pericolosamente tossico nelle dosi elevate, in modo da “un più è migliore„ atteggiamento è particolarmente pericoloso con questo minerale. L'avvelenamento del selenio è associato con cirrosi epatica, danno neurologico e le lesioni cutanee. Uno studio 1989 in Cina ha stimato 800 mcg al giorno per essere il limite superiore sicuro ed ha ridotto quell'importo a 400 mcg al giorno per assicurare un grande margine della sicurezza.48 questa raccomandazione sono stati adottati dall'organizzazione mondiale della sanità.49 persone che prendono i supplementi multipli dovrebbero prestare attenzione attenta ad assicurarsi che la loro assunzione totale del selenio non superi 400 mcg al giorno.

Riferimenti

1. Hansen JM, Watson WH, DP di Jones. Suddivisione in compartimenti di controllo redox Nrf-2: regolamento dell'attivazione citoplasmica da glutatione e da DNA che legano da thioredoxin-1. Toxicol Sci. 2004 novembre; 82(1): 308-17.

2. Das KC, Lewis-Molock Y, CW bianco. Elevazione di espressione genica del superossido dismutasi del manganese da thioredoxin. Cellula Mol Biol di J Respir. 1997 dicembre; 17(6): 713-26.

3. Consiglio nazionale delle ricerche: Indennità dietetiche raccomandate. decimo ed. Washington, DC: Accademia nazionale delle scienze; 1989.

4. Clark LC, pettini GF, Jr., Turnbull BW, et al. effetti del completamento del selenio per prevenzione del cancro in pazienti con carcinoma della pelle. Una prova controllata randomizzata. Prevenzione nutrizionale del gruppo di studio del Cancro. JAMA. 25 dicembre 1996; 276(24): 1957-63.

5. Duffield-Lillico AJ, Reid ME, caratteristiche di Turnbull BW, et al. della linea di base e l'effetto del completamento del selenio sull'incidenza del cancro in un test clinico randomizzato: un resoconto sommario della prevenzione nutrizionale della prova del Cancro. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2002 luglio; 11(7): 630-9.

6. Taylor PR, HL di Parnes, Lippman MP. La scienza sbuccia la cipolla degli effetti del selenio su carcinogenesi della prostata. Cancro nazionale Inst di J. 5 maggio 2004; 96(9): 645-7.

7. CD di Davis, Uthus EO. Il folato ed il selenio dietetici colpiscono dalla la formazione aberrante indotta dimethylhydrazine della cripta, la metilazione globale del DNA ed il metabolismo del un-carbonio in ratti. J Nutr. 2003 settembre; 133(9): 2907-14.

8. CD di Davis, Uthus EO, Finley JW. Il selenio e l'arsenico dietetici colpiscono la metilazione del DNA in vitro in cellule Caco-2 e in vivo nel fegato e nei due punti del ratto. J Nutr. 2000 dicembre; 130(12): 2903-9.

9. Seo anno, SIG. di Kelley, Smith ml. Regolamento della selenometionina di p53 da un meccanismo di redox di ref1-dependent. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 29 ottobre 2002; 99(22): 14548-53.

10. Longtin R. Selenium per la prevenzione: cibo del vostro modo migliorare riparazione del DNA? Cancro nazionale Inst di J. 15 gennaio 2003; 95(2): 98-100.

11. Coussens LM, Werb Z. Inflammation e cancro. Natura. 19 dicembre 2002; 420(6917): 860-7.

12. Karin m., STRUTTURA di Greten. N-F-kappaB: collegamento infiammazione e dell'immunità a sviluppo ed alla progressione del cancro. Nat Rev Immunol. 2005 ottobre; 5(10): 749-59.

13. Kuper H, Adami UFF, Trichopoulos D. Infections come causa evitabile importante di cancro umano. Med dell'interno di J. 2000 settembre; 248(3): 171-83.

14. Jozsef L, Filep JG. Selenio-contenendo i composti attenui l'attivazione peroxynitrite-mediata N-F-kappaB e AP-1 e l'espressione del gene interleukin-8 e della proteina in leucociti umani. Med libero di biol di Radic. 1° novembre 2003; 35(9): 1018-27.

15. Yoon COSÌ, Kim millimetro, Chung AS. Effetto inibitorio di selenite sull'invasione delle cellule del tumore HT1080. Biol chim. di J. 8 giugno 2001; 276(23): 20085-92.

16. Roussyn I, Briviba K, Masumoto H, composti Selenio-contenenti di Sies H. protegge il DNA dalle rotture del unico filo causate da peroxynitrite. Biochimica Biophys dell'arco. 1° giugno 1996; 330(1): 216-8.

17. Briviba K, Roussyn I, Sharov CONTRO, Sies H. Attenuation dell'ossidazione e delle reazioni di nitrazione di peroxynitrite da selenometionina, selenocistina e ebselen. Biochimica J. 1996 1° ottobre; 319 (pinta 1) 13-5.

18. Baum Mk, Shor-Posner G, Lai S, et al. ad alto rischio della mortalità in relazione con la HIV è associato con la carenza del selenio. Ronzio immune Retrovirol di J Acquir Defic Syndr. 15 agosto 1997; 15(5): 370-4.

19. Beck mA, Levander OA, carenza pratica di J. Selenium ed infezione virale. J Nutr. 2003 maggio; 133 (5 supplementi 1): 1463S-7S.

20. CS di Broome, McArdle F, Kyle JA, et al. Un aumento nell'assunzione del selenio migliora la funzione immune ed il virus polio che trattano negli adulti con stato marginale del selenio. J Clin Nutr. 2004 luglio; 80(1): 154-62.

21. Boyne R, JUNIOR di Arthur. La risposta dei topi selenio-carenti all'infezione di candida albicans. J Nutr. 1986 maggio; 116(5): 816-22.

22. JUNIOR di Arthur, McKenzie RC, Beckett GJ. Selenio nel sistema immunitario. J Nutr. 2003 maggio; 133 (5 supplementi 1): 1457S-9S.

23. Sappey C, Legrand-Poels S, m. miglirice-Belpomme, et al. stimolazione di attività del glutatione perossidasi fa diminuire l'attivazione di tipo 1 di HIV dopo lo sforzo ossidativo. Retrovirus di ronzio di ricerca dell'AIDS. 1994 novembre; 10(11): 1451-61.

24. Roy m., Kiremidjian-Schumacher L, Wishe HI, Cohen Mw, Stotzky G. il Supplementation con selenio ristabilisce il declino relativo all'età nella funzione delle cellule immuni. Med di biol di Proc Soc Exp. 1995 settembre; 209(4): 369-75.

25. Roy m., Kiremidjian-Schumacher L, Wishe HI, Cohen Mw, Stotzky G. Selenium e la cellula immune funziona. II. Effetto su citotossicità linfocita-mediata. Med di biol di Proc Soc Exp. Del 1990 febbraio; 193(2): 143-8.

26. Kiremidjian-Schumacher L, Roy m., Wishe HI, Cohen Mw, Stotzky G. il Supplementation con selenio e la cellula immune umana funziona. II. Effetto sui linfociti citotossici e sulle cellule di uccisore naturali. Biol Trace Elem Res. 1994 aprile; 41 (1-2): 115-27.

27. Olivieri O, Girelli D, Stanzial, et al. selenio, zinco ed ormoni tiroidei negli individui sani: il rapporto basso T3/T4 negli anziani è collegato con stato alterato del selenio. Biol Trace Elem Res. 1996 gennaio; 51(1): 31-41.

28. Molinero P, Osuna C, il Guerrero JM. Tipo tiroxina 5' di II - deiodinase nel timo del ratto. J Endocrinol. 1995 luglio; 146(1): 105-11.

29. Kim SH, Johnson VJ, Shin TY, Sharma RP. Il selenio attenua le risposte ossidative lipopolysaccharide indotte di sforzo con modulazione vie di segnalazione MAPK e N-F-kappaB di p38. Med di biol di Exp (Maywood.). 2004 febbraio; 229(2): 203-13.

30. Stewart EJ, Aslund F, formazione del legame bisolfurico di Beckwith J. nel citoplasma di Escherichia coli: in vivo un'inversione di ruolo per i thioredoxins. EMBO J. 1998 Oct1; 17(19): 5543-50.

31. Moskovitz J, Stadtman ER. la dieta Selenio-carente migliora l'ossidazione della proteina e colpisce il livello della proteina della riduttasi del solfossido della metionina (MsrB) in determinati tessuti del topo. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 24 giugno 2003; 100(13): 7486-90.

32. Ruan H, Tang XD, Chen ml, et al. prolungamento della vita di alta qualità dalla riduttasi del solfossido della metionina del peptide degli enzimi. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 5 marzo 2002; 99(5): 2748-53.

33. Le vitamine di Kurz B, di Jost B, di Schunke M. Dietary ed il selenio diminuiscono lo sviluppo dell'osteoartrite meccanicamente indotta ed aumentano l'espressione degli enzimi antiossidanti nel giunto di ginocchio dei topi di STR/1N. Cartilagine di osteoartrite. 2002 febbraio; 10(2): 119-26.

34. Traulsen H, Steinbrenner H, DP di Buchczyk, Klotz LO, Sies H. Selenoprotein P protegge la lipoproteina a bassa densità dall'ossidazione. Ricerca libera di Radic. 2004 febbraio; 38(2): 123-8.

35. EM di Alissa, Bahijri MP, felci GA. Il selenio e la malattia cardiovascolare circostanti di controversia: una rassegna della prova. Med Sci Monit. 2003 gennaio; 9(1): RA9-18.

36. Neve J. Selenium come fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. Rischio di J Cardiovasc. 1996 febbraio; 3(1): 42-7.

37. Ursini F, Heim S, Kiess m., et al. funzione doppia del selenoprotein PHGPx durante la maturazione dello sperma. Scienza. 27 agosto 1999; 285(5432): 1393-6.

38. Yoneda S e Suzuki KT. Il complesso equimolare Hg-Se lega alla ricerca Commun di P. la Biochem Biophys del selenoprotein. 3 febbraio 1997; 231(1): 7-11.

39. Aspetti meccanicistici di Zeng H, di Uthus EO, dei pettini GF, del Jr. dell'interazione fra selenio ed arsenico. Biochimica di J Inorg. 2005 giugno; 99(6): 1269-74.

40. Schweizer U, AU di Brauer, Kohrle J, Nitsch R, Ne di Savaskan. Funzione del cervello e del selenio: un collegamento male riconosciuto. Brain Res Brain Res Rev. 2004 luglio; 45(3): 164-78.

41. Rybnikova E, Damdimopoulos EA, Gustafsson JA, Spyrou G, Pelto-Huikko M. Expression dell'antiossidante novello thioredoxin-2 nel cervello del ratto. EUR J Neurosci. 2000 maggio; 12(5): 1669-78.

42. I pettini GF, Jr., pettina lo SB. La biochimica nutrizionale di selenio. Annu Rev Nutr. 1984;4:257-80.

43. Palladio di Whanger. Selenocompounds in piante ed animali ed il loro significato biologico. J Coll Nutr. 2002 giugno; 21(3): 223-32.

44. IP C. Lessons da ricerca di base in selenio e nella prevenzione del cancro. J Nutr. 1998 novembre; 128(11): 1845-54.

45. Kim T, Jung U, Dy di Cho, Chung AS. Il Se-methylselenocysteine induce gli apoptosi con l'attivazione di caspase in cellule HL-60. Carcinogenesi. 2001 aprile; 22(4): 559-65.

46. Smith ml, Lancia JK, TI di Mercer, composti del IP C. Selenium regola p53 dai meccanismi comuni e distintivi. Ricerca anticancro. 2004 maggio; 24 (3a): 1401-8.

47. Pettini GF, selenio del Jr. nei sistemi globali dell'alimento. Br J Nutr. 2001 maggio; 85(5): 517-47.

48. Yang G, Yin S, Zhou R, et al. studia di Se-assunzione dietetica quotidiana massima sicura in un'area selenifera in Cina. Parte II: Relazione fra Se-assunzione e la manifestazione dei segni clinici e determinate alterazioni biochimiche in sangue ed urina. J Trace Elem Electrolytes Health Dis. 1989 settembre; 3(3): 123-30.

49. Organizzazione mondiale della sanità. Selenio. Negli oligoelementi nell'alimentazione umana e nella salute. WHO. 1996; 105,22.