Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine maggio 2006

immagine

Soia

Un ruolo di promessa in prevenzione del cancro e gestione Da Leslie J. Farer

Una graffetta di molte diete dell'asiatico, prodotti della soia recentemente è diventato più popolare in America pure.

Fra due anni scorsi, alcuni dei risultati di ricerca più emozionanti circa preoccupazione della soia il suo ruolo nell'impedire e nel controllo dei vari cancri, compreso il seno, la prostata ed i tumori del colon. Questo articolo esamina la ricerca recente sulle applicazioni della soia nel cancro di combattimento.

Isoflavoni ed altri costituenti della soia

La soia è una centrale elettrica nutrizionale, imballata con proteina, fibra, le vitamine e una matrice dei costituenti biologicamente attivi, specialmente isoflavoni. Queste sostanze compongono una sottoclasse di più grande gruppo conosciuto come i phytoestrogens, che sono composti pianta-derivati che sono molecolare simili agli estrogeni trovati naturalmente nel corpo umano. L'isoflavone più abbondante della soia è genisteina, seguita dalla daidzeina, dal glycitein e da altri strutturalmente simili composti.

Gli isoflavoni ed altri fito-estrogeni possono interagire con i ricevitori dell'estrogeno, a volte debolmente imitando gli effetti ed altre volte tanto dell'estrogeno che impediscono dall'l'attivazione indotta da estrogeno di questi ricevitori. Queste interazioni possono avere implicazioni profonde per prevenzione del cancro e gestione. Gli isoflavoni inoltre hanno altre proprietà importanti che rendono loro specialmente gli estratti interessanti della pianta per ricerca sul cancro. Gli scienziati ora stanno studiando una vasta gamma di prodotti della soia e di formulazioni derivate della soia come agenti chemioterapeutici potenziali contro molti tipi di cancri.

I meccanismi della soia di azione

Gli studi recenti hanno scoperto i numerosi meccanismi da cui gli isoflavoni derivati della soia possono contribuire ad attenuare il rischio e la progressione di cancro, oltre ai loro effetti sui ricevitori dell'estrogeno. I risultati a partire dai due anni scorsi dimostrano che isoflavoni della soia:

  • Micrografo delle cellule di carcinoma della prostata. I granelli di sforzo (verde) si sono accumulati nel citoplasma delle cellule dovuto lo sforzo ossidativo. I radicali liberi danneggiano le molecole nella cellula e possono causare il cancro. Se lo sforzo è severo, la cellula subirà gli apoptosi, o la morte programmata delle cellule.
    Inibisca gli enzimi (quali le chinasi della tirosina della proteina e le topoisomerasi del DNA) che promuovono la crescita della cellula tumorale.1,2
  • Impedisca le mutazioni delle cellule stabilizzando il DNA delle cellule.2
  • Funga da antiossidanti ed aumenti la produzione degli enzimi antiossidanti come superossido dismutasi (ZOLLA).2,3
  • Inibisca l'angiogenesi (la formazione e la differenziazione di nuovi vasi sanguigni richiesti per crescita del tumore).1,2,4
  • Promuova gli apoptosi (morte programmata delle cellule).2,5,6
  • Sopprima la proliferazione aberrante delle cellule.4,6
  • Impedisca la metastasi (la diffusione di cancro).1
  • Potenzi con una droga della chemioterapia per sopprimere la proteina dipromozione conosciuta come cyclooxygenase-2.5
  • Inibisca l'osteopontina, una proteina in questione nella progressione da benigno ai tumori maligni.7

Con questi diversi effetti, gli isoflavoni della soia possono provare efficace nell'evitare e nel respingere i vari processi cancerogeni.

Protezione del carcinoma della prostata

La prova epidemiologica suggerisce che l'assunzione della soia sia associata con un'incidenza in diminuzione di carcinoma della prostata.7-9 i ricercatori hanno postulato che i fattori dietetici, specialmente il consumo sistematico degli alimenti della soia in Asia, possono essere responsabili significativamente dell'più a tariffa ridotta di carcinoma della prostata in Asia hanno confrontato negli Stati Uniti.1,7

Recentemente, gli scienziati hanno teorizzato che l'incidenza dei carcinoma della prostata latenti è simile attraverso molte popolazioni, ma che la trasformazione nei tumori maligni è influenzata sostanzialmente dalla dieta.7,9 cioè della la dieta ricca di soia degli uomini asiatici possono essere strumentali nella fermata della progressione da benigno ai tumori avanzati, rappresentanti questa popolazione contrassegnato più a tariffa ridotta di carcinoma della prostata.7,9

Una meta-analisi recentemente pubblicata nel giornale internazionale di Cancro ha esaminato l'influenza dei prodotti della soia (tofu, latte di soia, alimenti della soia e genisteina) sul rischio di carcinoma della prostata. Analizzando i risultati di otto studi similmente progettati, questa valutazione statistica ha trovato che il consumo corrente di prodotti della soia è associato con un rapporto di riproduzione di 30% del rischio di carcinoma della prostata.10

Negli studi importanti intrapresi nei Paesi Bassi, i ricercatori hanno esaminato gli effetti di un integratore alimentare a base di soia sul tasso di aumento dell'antigene prostatico specifico (PSA) negli uomini che avevano subito il trattamento per carcinoma della prostata. Lo PSA è un indicatore della ricorrenza e della metastasi del carcinoma della prostata. In questa prova alla cieca, lo studio controllato con placebo dell'incrocio, 42 uomini ha consumato un supplemento che contiene la soia, il licopene, la silimarina e gli antiossidanti o un placebo per 10 settimane. Dopo un periodo di quattro settimane di interruzione, gli uomini hanno ricevuto la preparazione alterna per 10 settimane. Mentre usando l'integratore alimentare a base di soia, gli uomini hanno dimostrato un miglioramento di 2,6 volte nel tempo di raddoppiamento di PSA, i 445 - 1.150 giorni, così indicando una progressione in ritardo della malattia. Ciò che trova può avere implicazioni importanti per il miglioramento dei risultati a lungo termine negli uomini che hanno subito il trattamento di carcinoma della prostata. 11

Difesa d'amplificazione del cancro al seno

L'assunzione abbondante dei prodotti della soia può anche offrire la protezione contro cancro al seno. I numerosi studi epidemiologici indicano che della la dieta ricca di soia consumata dalle popolazioni asiatiche può svolgere un ruolo nell'incidenza più bassa di cancro al seno veduta in Asia rispetto agli Stati Uniti.6,12

RMI migliorato di contrasto di cancro al seno.

Una meta-analisi recente di vari studia collegare l'assunzione della soia ai risultati considerevoli generati di rischio di cancro al seno. Gli studi che compongono la meta-analisi hanno utilizzato i questionari di alimento-frequenza per seguire l'assunzione dei partecipanti degli alimenti della soia, della proteina di soia e degli isoflavoni. L'analisi dei dati ha rivelato che il consumo di prodotti della soia ha ridotto il rischio di cancro al seno in donne pre- e postmenopausali di fino a 22%. Questi risultati suggeriscono che il consumo della soia durante l'adolescenza abbia ridotto il rischio di sviluppare il cancro al seno successivamente nella vita. La riduzione del rischio di cancro al seno era più grande in femmine che hanno consumato i prodotti della soia in tutto adolescenza e l'età adulta.13

In uno studio relativo, gli scienziati hanno esaminato l'effetto del completamento dell'isoflavone su superossido dismutasi (ZOLLA) e sulla ceruloplasmina. Mentre la ZOLLA è un enzima antiossidante connesso con la protezione del cancro al seno, la ceruloplasmina è una proteina collegata con attività estrogena ed il rischio di cancro al seno aumentato. Sette superstiti postmenopausali del cancro al seno hanno consumato il concentrato dell'isoflavone della soia per i 24 giorni. All'estremità dello studio, le donne attività aumentata dimostrata della ZOLLA, ma nessun cambiamento nel livello della ceruloplasmina. Ciò suggerisce che completare con il concentrato dell'isoflavone della soia possa amplificare le difese antiossidanti e sostenere la protezione contro cancro al seno.3

Poiché le metastasi del cancro al seno (cancro che si è sparso ad altre posizioni) piuttosto che il tumore primario è la causa della mortalità del cancro al seno, gli scienziati hanno usato un modello animale per studiare se la genisteina derivata della soia può contribuire ad impedire la diffusione di cancro al seno dopo chirurgia. I topi nudi femminili hanno subito la chirurgia per rimuovere i tumori maligni e poi sono stati alimentati una dieta genisteina-completata. Dopo cinque settimane sulla dieta genisteina-arricchita, i topi hanno esibito una riduzione di 10 volte del carico metastatico nei polmoni confrontati a quello di un gruppo di controllo che non ha ricevuto la genisteina. Secondo gli autori di studio, “l'ambulatorio seguente del cancro di intervento dietetico può colpire la conseguenza delle cellule seminate del tumore.„14 ulteriori studi sono indicati per determinare se questi effetti possono anche applicarsi alle donne che seguono il trattamento chirurgico di cancro al seno.

PRODOTTI E FORMULAZIONI DELLA SOIA
  • Ci sono numerosi modi sfruttare i benefici dipromozione di soia. I seguenti prodotti della soia possono essere inclusi in un programma di supplemento e di dieta sana:
  • Intera soia
  • Tofu
  • Latte di soia
  • Proteina di soia strutturata
  • Prodotti fermentati della soia, quali il miso, il natto e il tempeh
  • Proteina di soia isolata
  • Isoflavoni della soia (per esempio, genisteina, daidzeina, glycitein).

Cancro del fegato evitante

Uno studio affascinante di caso-control pubblicato nel giornale internazionale di Cancro ha valutato il collegamento fra l'assunzione della soia e l'incidenza del cancro del fegato. I ricercatori hanno intervistato 176 oggetti giapponesi che soffrono dal carcinoma epatocellulare (cancro del fegato) e da 560 oggetti di controllo. Hanno raccolto le informazioni riguardo all'assunzione degli oggetti della minestra ricca d'isoflavone del alimento-miso della soia due e tofu-sopra un periodo che riguarda almeno due anni prima della diagnosi del cancro. I ricercatori hanno trovato che, confrontato a coloro che ha mangiato una volta alla settimana gli alimenti della soia o di meno, l'incidenza epatocellulare di carcinoma era 50% più in basso in coloro che ha consumato la minestra di miso o il tofu più di cinque volte un la settimana.15

Fegato

Impedimento del Lung Cancer

Recentemente, il giornale di American Medical Association ha pubblicato ad uno studio su grande scala e controllato a caso che valuta l'effetto dell'assunzione di phytoestrogen sul rischio del cancro polmonare. I questionari compilati tramite 1.674 malati di cancro del polmone e 1.735 comandi hanno seguito il tabagismo e l'ingestione dietetica degli isoflavoni ed altro di 11 phytoestrogens. Gli oggetti di studio con il più alta assunzione dei phytoestrogens totali hanno esibito un rapporto di riproduzione di 46% del rischio del cancro polmonare. Interessante, i non-fumatori ed i fumatori correnti hanno tratto i più notevoli vantaggi protettivi che gli ex fumatori e gli uomini hanno mostrato una più forte tendenza per il rischio diminuente con l'assunzione aumentata di phytoestrogen delle donne.16

Sinergia di chemioterapia

Apoptosi della cellula tumorale (morte programmata delle cellule)

In numeroso animale recente e negli studi in vitro, gli scienziati hanno trovato che gli isoflavoni della soia potenziano con le droghe della chemioterapia nell'estirpazione di cancro. Quando la genisteina è stata amministrata con la chemioterapia droga come cisplatino, docetaxel e 5 il fluorouracile, inibizione migliore celebre ricercatori di crescita del tumore ed ha aumentato l'induzione degli apoptosi (morte programmata delle cellule) di varie linee cellulari del cancro in laboratorio.5,17 ratti hanno trattato con la daidzeina insieme con il tamoxifene della droga hanno dimostrato la protezione superiore contro cancro al seno sperimentalmente incitato dei ratti che ricevono il tamoxifene da solo.18 l'altra ricerca hanno rivelato che le dosi elevate della genisteina usate congiuntamente al tamoxifene inibiscono la crescita del tumore del seno in topi.19

Conclusione

La soia ed i suoi costituenti continuano ad essere argomenti intriganti di ricerca medica, con un corpo crescente della ricerca che indica i loro benefici anticancro di promessa. Ulteriori studi dovrebbero aiutare gli scienziati a guadagnare una migliore comprensione degli effetti unici della soia nella promozione della salute e nel combattimento dei cancri numerosi.

Riferimenti

1. Bektic J, Guggenberger R, IE di Eder, et al. effetti molecolari della genisteina del isoflavonoid nel carcinoma della prostata. Carcinoma della prostata di Clin. 2005 settembre; 4(2): 124-9.

2. Ostacoli la E, Chung la m., la masticazione la P, et al. effetti di soia sui risultati di salute. Il rappresentante Technol di Evid valuta (riassunto.). 2005 agosto; (126): 1-8.

3. Il RA di DiSilvestro, Goodman J, il Dy la E, il completamento dell'isoflavone di Lavalle G. Soy eleva il superossido dismutasi dell'eritrocito, ma non la ceruloplasmina del plasma nei superstiti postmenopausali del cancro al seno. Ossequio di ricerca del cancro al seno. 2005 febbraio; 89(3): 251-5.

4. Kiriakidis S, Hogemeier O, Starcke S, et al. isoflavoni novelli del tempeh (soia fermentata) inibisce in vivo l'angiogenesi nell'analisi della membrana chorioallantoic del pollo. Br J Nutr. 2005 marzo; 93(3): 317-23.

5. Hwang JT, ha J, parco OJ. Una combinazione di fluorouracile 5 e di genisteina induce sinergico gli apoptosi in cellule tumorali chemo-resistenti con la modulazione delle vie di segnalazione AMPK e COX-2. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 1° luglio 2005; 332(2): 433-40.

6. Dave B, Eason RR, fino a SR, et al. La genisteina dell'isoflavone della soia promuove gli apoptosi in cellule epiteliali mammarie inducendo il soppressore PTEN del tumore. Carcinogenesi. 2005 ottobre; 26(10): 1793-803.

7. Mentore-Marcel R, Lamartiniere CA, Eltoum IA, Greenberg nanometro, genisteina di Elgavish A. Dietary migliora la sopravvivenza e riduce l'espressione dell'osteopontina nella prostata dei topi transgenici con l'adenocarcinoma prostatico (BARBONE). J Nutr. 2005 maggio; 135(5): 989-95.

8. Wang X, Clubbs ea, Bomser JA. La genisteina modula la proliferazione delle cellule epiteliali della prostata via le vie chinasi-dipendenti segnale-regolate extracellulari e dell'estrogeno. Biochimica di J Nutr. 27 settembre 2005.

9. Sonn GA, Aronson W, sig.ra di Litwin. Impatto della dieta su carcinoma della prostata: una rassegna. Carcinoma della prostata DIS prostatico. 2005;8(4):304-10.

10. Yan L, Spitznagel ELETTRICO. Meta-analisi dell'alimento della soia e del rischio di carcinoma della prostata in uomini. Cancro di Int J. 20 novembre 2005; 117(4): 667-9.

11. Schroder FH, Roobol MJ, Boeve ER, et al. randomizzato, prova alla cieca, studio controllato con placebo dell'incrocio in uomini con carcinoma della prostata e PSA in aumento: efficacia di un integratore alimentare. EUR Urol. 2005 dicembre; 48(6): 922-30.

12. Ganry O. Phytoestrogen e prevenzione di cancro al seno. Cancro Prev di EUR J. 2002 dicembre; 11(6): 519-22.

13. Yan L, Spitznagel E. Una meta-analisi degli alimenti a base di soia e rischio di cancro al seno in donne. Cancro Prev di Int J. 2004;1(4):281-93.

14. Vantyghem SA, Wilson MP, Postenka CO, et al. genisteina dietetica riduce la metastasi in un modello ortotopico postoperatorio del cancro al seno. Ricerca del Cancro. 15 aprile 2005; 65(8): 3396-403.

15. GB tagliente, Lagarde F, Mizuno T, et al. relazione di carcinoma epatocellulare al consumo alimentare della soia: un basato a gruppo, studio di caso-control nel Giappone. Cancro di Int J. 10 giugno 2005; 115(2): 290-5.

16. MB di Schabath, Hernandez LM, Wu X, PC del cuscino, sig. dello Spitz. Phytoestrogens e rischio dietetici del cancro polmonare. JAMA. 28 settembre 2005; 294(12): 1493-504.

17. Li Y, Ahmed F, Ali S, et al. inattivazione del kappaB nucleare di fattore dalla genisteina dell'isoflavone della soia contribuisce agli apoptosi aumentati indotti dagli agenti chemioterapeutici in cellule tumorali umane. Ricerca del Cancro. 1° agosto 2005; 65(15): 6934-42.

18. Constantinou AI, bianco È, Tonetti D, et al. La daidzeina dell'isoflavone della soia migliora la capacità del tamoxifene di impedire i tumori mammari. Cancro di EUR J. 2005 marzo; 41(4): 647-54.

19. Liu B, Edgerton S, Yang X, et al. phytoestrogen dietetico a basse dosi abroga la prevenzione mammaria tamoxifene-collegata del tumore. Ricerca del Cancro. 1° febbraio 2005; 65(3): 879-86.