Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine maggio 2006
immagine

Le 10 analisi del sangue più importanti

Da Penny Baron

10. Estradiolo

Come testosterone, sia gli uomini che le donne hanno bisogno dell'estrogeno per le numerose funzioni fisiologiche. L'estradiolo è la forma di circolazione primaria di estrogeno negli uomini ed in donne ed è un indicatore della funzione ipotalamica e ipofisaria. Estradiolo dei prodotti degli uomini negli importi molto più piccoli delle donne; la maggior parte del estradiolo è prodotto da testosterone e dalle ormoni steroidei adrenali e una frazione è prodotta direttamente dai testicoli. In donne, l'estradiolo è prodotto nelle ovaie, nelle ghiandole surrenali e nei tessuti periferici. I livelli di estradiolo variano in tutto il ciclo mestruale e la goccia al minimo ma ai livelli costanti dopo menopausa.

In donne, i livelli di estradiolo del sangue contribuiscono a valutare lo stato della menopausa e la maturità sessuale. I livelli aumentati in donne possono indicare un rischio aumentato per il seno o il cancro dell'endometrio. L'estradiolo svolge un ruolo nell'appoggio della densità ossea sana negli uomini ed in donne. I bassi livelli sono associati con un rischio aumentato di osteoporosi e di frattura negli uomini ed in donne pure. I livelli elevati di estradiolo negli uomini possono accompagnare la ginecomastia (ingrandimento del seno), l'impulso sessuale diminuito e la difficoltà con minzione.

Donne: I livelli diminuiti di estradiolo correlano con i bassi livelli di densità minerale ossea, che è un forte fattore di rischio per osteoporosi.55 livelli d'ottimizzazione di estradiolo in donne della menopausa in anticipo è stato associato con sollievo dalle vampate di calore, dall'irritabilità e dall'insonnia.56

Secondo un rapporto recentemente pubblicato dalla scuola dell'università del Michigan della salute pubblica, i più bassi livelli di estradiolo in donne sono associati con i livelli elevati degli indicatori del rischio della malattia cardiovascolare.57

Uomini: In uomini più anziani, i bassi livelli di estradiolo sono stati collegati con un rischio aumentato di fratture vertebrali;58 per contro, i livelli di estradiolo sono trovati per essere associati positivamente con densità minerale ossea, suggerente un'associazione fra i bassi livelli del siero e lo sviluppo di osteoporosi.59 uno studio recente dalla Francia hanno trovato una correlazione fra l'estradiolo basso e la debolezza scheletrica.60

GAMMA OTTIMALE DI ESTRADIOLO IN UOMINI

Campo di riferimento standard

Gamma ottimale

<54 pg/mL

10-30 pg/mL

GAMMA OTTIMALE DI ESTRADIOLO IN DONNE

Campo di riferimento standard

Gamma ottimale

0-528 pg/mL

352-528 pg/mL

Le correlazioni positive significative sono state trovate fra i livelli di estradiolo ed i livelli di colesterolo totale, secondo i risultati da uno studio recentemente pubblicato di 111 uomo con la coronaropatia stabile. I ricercatori hanno suggerito che l'estradiolo avesse un ruolo possibile “nella promozione dello sviluppo di ambiente atherogenic del lipido negli uomini con la coronaropatia.„61

I livelli ottimali di estradiolo possono sostenere la densità ossea sana, la salute cardiovascolare ed il benessere. Potete desiderare discutere con il vostro medico l'uso dei supplementi quali DHEA, il pregnenolone, la soia, il cohosh nero ed il melograno. Parli al vostro medico per determinare se le terapie di prescrizione quali gli estrogeni del bioidentical possono anche essere utili per voi.

Riassunto

L'analisi del sangue annuale è una strategia semplice eppure potente aiutarvi dinamico a assumere il controllo della vostra attuale e salute futura. Un complemento ben scelto delle analisi del sangue può valutare completamente i vostri stati di salute globali come pure individua i segnali d'allarme silenziosi che precedono lo sviluppo delle malattie serie quali il diabete e la malattia cardiaca.

Molti malattie e disordini sono trattabili una volta presi presto, ma possono alterare severamente la qualità e la lunghezza della vostra vita se lasciato incustodito. L'identificazione dei questi fattori di rischio nascosti gli permetterà di implementare le strategie potenti quali nutrizione, perdita di peso, l'esercizio, i supplementi ed i farmaci adeguati per impedire la progressione alle malattie complete e pericolose. L'analisi del sangue può anche individuare i cambiamenti biochimici che minacciano il benessere e la qualità della vita, quali i livelli diminuenti di ormoni sessuali.

Armato con informazioni sui biomarcatori importanti di salute, voi ed il vostro medico possono progettare ed eseguire una strategia per aiutarvi a raggiungere e mantenere la salute vibrante.

Le analisi del sangue d'ordinazione possono essere facili e convenienti. Chiami appena 1-800-208-3444 da dirigere verso un laboratorio di analisi del sangue nella vostra area, o clicchi qui per visitare la nostra pagina online dell'analisi del sangue.

Riferimenti

1. Haq IU, Ramsay LE, Jackson PR, Wallis EJ. Previsione del rischio coronario per la prevenzione primaria della coronaropatia: un confronto dei metodi. QJM. 1999 luglio; 92(7): 379-85.

2. Cheuk BL, GASCROMATOGRAFIA di Cheung, Lau ss, interruttore di Cheng. Livello del fibrinogeno del plasma: un fattore di rischio indipendente per la sopravvivenza a lungo termine in pazienti cinesi con la malattia periferica dell'arteria? Mondo J Surg. 2005 ottobre; 29(10): 1263-7.

3. Diez N, Montes R, Alonso A, et al. associazione di concentrazione aumentata nel fibrinogeno con l'attivazione alterata della proteina C.J Thromb Haemost dell'anticoagulante. 2006 febbraio; 4(2): 398-402.

4. MN di Zairis, GP Lyras AG, di Bibis, et al. associazione dei biomarcatori infiammatori e troponina cardiaca I con l'attivazione multifocale dell'albero dell'arteria coronaria nella regolazione dell'infarto miocardico acuto di non ST elevazione. Aterosclerosi. 2005 settembre; 182(1): 161-7.

5. Geberhiwot T, Haddon A, Labib M. HbA1C predice la probabilità di indebolimento della tolleranza al glucosio in pazienti ad alto rischio con il glucosio a digiuno normale del plasma. Ann Clin Biochem. 2005 maggio; 42 (pinta 3): 193-5.

6. Selvin E, Coresh J, SH dorato, Brancati FL, Folsom AR, Steffes Mw. Rischio Glycemic della coronaropatia e di controllo in persone con e senza diabete: il rischio di aterosclerosi nello studio delle comunità. Med dell'interno dell'arco. 12 settembre 2005; 165(16): 1910-6.

7. PA di Nathan dm, di Cleary, Backlund JY, et al. trattamento del diabete e malattia cardiovascolare intensivi in pazienti con il diabete di tipo 1. Med di N Inghilterra J. 22 dicembre 2005; 353(25): 2643-53.

8. Disponibile a: http://care.diabetesjournals.org/cgi/reprint/25/suppl_1/s33.pdf. 2 marzo 2006 raggiunto.

9. Basar millimetro, Aydin G, Mert HC, et al. la relazione fra gli steroidi del sesso del siero ed i sintomi maschii di invecchiamento segnano ed indice internazionale della funzione erettile. Urologia. 2005 settembre; 66(3): 597-601.

10. Disponibile a: http://www.lef.org/magazine/mag2005/jun2005_report_hormone_01.htm. 1° marzo 2006 raggiunto.

11. Coltellinaio GB, Jr., iperplasia adrenale di Laue L. Congenital dovuto una carenza di 21 idrossilasi. Med di N Inghilterra J. 27 dicembre 1990; 323(26): 1806-13.

12. Nuovo MI. Malattie genetiche della sintesi adrenale dell'ormone. Ricerca di Horm. 1992; 37 supplementi 322-33.

13. Rabkin JG, McElhiney MC, Rabkin R, McGrath PJ, Ferrando SJ. Prova controllata con placebo del deidroepiandrosterone (DHEA) per il trattamento della depressione di nonmajor in pazienti con il HIV/AIDS. Psichiatria di J. 2006 gennaio; 163(1): 59-66.

14. Schmidt PJ, Daly RC, metà della vita in- di monoterapia di Bloch m., et al. del deidroepiandrosterone - depressione principale e secondaria di inizio. Arco Gen Psychiatry. 2005 febbraio; 62(2): 154-62.

15. Doron R, Fridman L, Gispan-Herman I, et al. DHEA, un neurosteroid, autosomministrazione della cocaina di diminuzioni e reintegrazione di comportamento alla ricerca di cocaina in ratti. Neuropsicofarmacologia. 18 gennaio 2006.

16. Mulini SJ, Ashworth JJ, Sc di Gilliver, Hardman MJ, Ashcroft GS. Il precursore steroide DHEA del sesso accelera la guarigione arrotolata cutanea tramite ricevitori dell'estrogeno. J investe Dermatol. 2005 novembre; 125(5): 1053-62.

17. Disponibile a: http://www.cancer.org/docroot/CRI/content/CRI_2_4_3X_Can_prostate_cancer_be_found_early_36.asp ha acceduto al 5 febbraio 2006.

18. RB di Nadler, Loeb S, KA di Roehl, et al. Un uso del richiamo specifico dell'antigene della prostata di ng/ml 2,6 per la biopsia durante i più vecchi di 60 anni degli uomini. J Urol. 2005 dicembre; 174(6): 2154-7.

19. Catalona WJ, Partin aw, Slawin chilometro, et al. Uso della percentuale dell'antigene prostatico specifico libero migliorare differenziazione di carcinoma della prostata dalla malattia prostatica benigna: un test clinico multicentrato futuro. JAMA. 20 maggio 1998; 279(19): 1542-7.

20. Punglia RS, D'Amico avoirdupois, Catalona WJ, KA di Roehl, Kuntz chilometro. Effetto di polarizzazione di verifica su selezione per il carcinoma della prostata tramite la misura dell'antigene prostatico specifico. Med di N Inghilterra J. 24 luglio 2003; 349(4): 335-42.

21. Kravchick S, Peled R, Dorfman D, et al. criteri premonitori per rilevazione del carcinoma della prostata in uomini con una concentrazione in PSA del siero di 2,0 - 4,0 ng/ml. Urologia. 2005 settembre; 66(3): 542-6.

22. Lujan m., Paez A, Miravalles E, et al. rilevazione del carcinoma della prostata è inoltre pertinente nelle gamme specifiche dell'antigene della prostata bassa. EUR Urol. 2004 febbraio; 45(2): 155-9.

23. Stampfer MJ, SIG. di Malinow, WC di Willett, et al. Uno studio prospettivo del ine del homocyst del plasma (e) e rischio di infarto miocardico nei medici degli Stati Uniti. JAMA. 19 agosto 1992; 268(7): 877-81.

24. Lo stato del RA, di Pluijm MP, di de Groot LC, et al. dell'omocisteina e di vitamina b12 di Dhonukshe-Rutten si riferisce agli indicatori di volume d'affari dell'osso, all'attenuazione a banda larga di ultrasuono ed alle fratture in anziani in buona salute. Minatore Res dell'osso di J. 2005 giugno; 20(6): 921-9.

25. McLean RR, Jacques PF, Selhub J, et al. omocisteina come fattore premonitore per la frattura dell'anca in persone più anziane. Med di N Inghilterra J. 13 maggio 2004; 350(20): 2042-9.

26. van Meurs JB, RA di Dhonukshe-Rutten, livelli di Pluijm MP, et al. dell'omocisteina ed il rischio di frattura osteoporotica. Med di N Inghilterra J. 13 maggio 2004; 350(20): 2033-41.

27. Omocisteina di Kamburoglu G, di Gumus K, di Kadayifcilar S, di Eldem B. Plasma, vitamina b12 e livelli folici nella degenerazione maculare senile. Arco Clin Exp Ophthalmol di Graefes. 15 settembre 2005; 1-5.

28. Seddon JM, Gensler G, Klein ml, Milton RC. Valutazione dell'omocisteina del plasma e rischio di degenerazione maculare senile. J Ophthalmol. 2006 gennaio; 141(1): 201-3.

29. Vite AK, Stader J, Branham K, CC di Musch, Swaroop A. Biomarkers della malattia cardiovascolare come fattori di rischio per degenerazione maculare senile. Oftalmologia. 2005 dicembre; 112(12): 2076-80.

30. Omocisteina di Sakuta H, di Suzuki T. Plasma e colelitiasi totali in uomini giapponesi di mezza età. J Gastroenterol. 2005 novembre; 40(11): 1061-4.

31. CE di Teunissen, Blom AH, mp di Van Boxtel, et al. omocisteina: un indicatore per la prestazione conoscitiva? Uno studio di approfondimento longitudinale. Invecchiamento di salute di J Nutr. 2003;7(3):153-9.

32. Koenig W, Sund m., Frohlich m., et al. proteina C-reattiva, un indicatore sensibile di infiammazione, predice il rischio futuro di coronaropatia in uomini di mezza età inizialmente in buona salute: risultati dallo studio di gruppo di MONICA (tendenze relative e fattori determinanti del monitoraggio alla malattia cardiovascolare) Augusta, 1984 - 1992. Circolazione. 19 gennaio 1999; 99(2): 237-42.

33. Bassuk ss, Rifai N, Ridker PM. proteina C-reattiva di Alto-sensibilità: importanza clinica. Curr Probl Cardiol. 2004 agosto; 29(8): 439-93.

34. BM di Cushman m., di Arnold, di Psaty, et al. proteina C-reattiva e l'incidenza della coronaropatia di dieci anni in uomini più anziani ed in donne: lo studio cardiovascolare di salute. Circolazione. 5 luglio 2005; 112(1): 25-31.

35. ANNUNCIO di Pradhan, Manson JE, Rifai N, seppellente JE, Ridker PM. proteina, interleuchina 6 e rischio C-reattivi di sviluppare il diabete di tipo 2 mellito. JAMA. 18 luglio 2001; 286(3): 327-34.

36. Hu FB, Meigs JB, Li TY, Rifai N, Manson JE. Indicatori infiammatori e rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 in donne. Diabete. 2004 marzo; 53(3): 693-700.

37. Seddon JM, George S, Rosner B, Rifai N. Progression di degenerazione maculare senile: valutazione futura di proteina C-reattiva, dell'interleuchina 6 e di altri biomarcatori cardiovascolari. Arco Ophthalmol. 2005 giugno; 123(6): 774-82.

38. Seddon JM, Gensler G, Milton RC, Klein ml, Rifai N. Association fra proteina C-reattiva e degenerazione maculare senile. JAMA. 11 febbraio 2004; 291(6): 704-10.

39. CE di Teunissen, mp di Van Boxtel, Bosma H, et al. indicatori di infiammazione relativamente a cognizione in una popolazione di invecchiamento in buona salute. J Neuroimmunol. 2003 gennaio; 134 (1-2): 142-50.

40. Ford DE, Erlinger TP. Depressione e proteina C-reattiva negli adulti degli Stati Uniti: dati dalla terza indagine nazionale dell'esame di nutrizione e di salute. Med dell'interno dell'arco. 10 maggio 2004; 164(9): 1010-4.

41. Dessein pH, BI di Joffe, Stanwix EA. Proteina C-reattiva di alta sensibilità come indicatore di attività di malattia nell'artrite reumatoide. J Rheumatol. 2004 giugno; 31(6): 1095-7.

42. Mp di Vanderpump, Tunbridge WM, JM francese, et al. L'incidenza dei disordini della tiroide nella comunità: seguito venti anno dell'indagine di Whickham. Clin Endocrinol (Oxf). 1995 luglio; 43(1): 55-68.

43. Hak EA, politici ha, Visser TJ, et al. ipotiroidismo infraclinico è un fattore di rischio indipendente per aterosclerosi ed infarto miocardico in donne anziane: lo studio di Rotterdam. Ann Intern Med. 2000 15 febbraio; 132(4): 270-8.

44. Rodondi N, Newman ab, Vittinghoff E, et al. ipotiroidismo infraclinico ed il rischio di infarto, altri eventi cardiovascolari e morte. Med dell'interno dell'arco. 28 novembre 2005; 165(21): 2460-6.

45. Kim DJ, Khang YH, KOH JM, Shong YK, Kim GS. I bassi livelli di normale TSH sono associati con densità minerale ossea bassa in donne postmenopausali in buona salute. Clin Endocrinol. (Oxf). 2006 gennaio; 64(1): 86-90.

46. Ladenson PW, PA di Cantante, KB Ain, et al. linee guida americane di associazione della tiroide per rilevazione di disfunzione della tiroide. Med dell'interno dell'arco. 2000 12 giugno; 160(11): 1573-5.

47. Leifke E, Gorenoi V, Wichers C, et al. cambiamenti relativi all'età delle ormoni sessuali del siero, crescita del tipo di insulina factor-1 e livelli obbligatori della globulina dell'ormone sessuale in uomini: dati a sezione trasversale da un gruppo maschio sano. Clin Endocrinol (Oxf). 2000 dicembre; 53(6): 689-95.

48. Laaksonen DE, Niskanen L, Punnonen K, et al. il testosterone e la globulina ormone-legante del sesso predicono la sindrome ed il diabete metabolici in uomini di mezza età. Cura del diabete. 2004 maggio; 27(5): 1036-41.

49. Barrett-Connor E, von Muhlen DG, testosterone di Kritz-Silverstein D. Bioavailable ed umore depresso in uomini più anziani: Rancho Bernardo Study. J Clin Endocrinol Metab. 1999 febbraio; 84(2): 573-7.

50. La deviazione standard di Moffat, Zonderman l'ab, Metter EJ, et al. libera il testosterone e rischia per il morbo di Aalzheimer in uomini più anziani. Neurologia. 27 gennaio 2004; 62(2): 188-93.

51. CE di Tsai, Boyko EJ, Leonetti DL, Fujimoto WY. Basso livello del testosterone del siero come preannunciatore di grasso viscerale aumentato in uomini Giapponese-americani. Int J Obes Relat Metab Disord. 2000 aprile; 24(4): 485-91.

52. Dunajska K, Milewicz A, Szymczak J, et al. valutazione dei livelli di ormone sessuale ed alcuni fattori metabolici in uomini con aterosclerosi coronaria. Maschio di invecchiamento. 2004 settembre; 7(3): 197-204.

53. Demirbag R, Yilmaz R, Ulucay A, Unlu D. La relazione inversa fra spessore di media del intima ed il livello aortici toracici del testosterone. Ricerca di Endocr. 2005;31(4):335-44.

54. Lovejoy JC, raglio GA, Mo borghese, et al. androgeni esogeni influenza la composizione corporea e la distribuzione regionale del grasso corporeo dello studio clinico del centro di ricerca delle donne-un postmenopausali obese. J Clin Endocrinol Metab. 1996 giugno; 81(6): 2198-203.

55. Khosla S, Riggs BL, Robb RA, et al. relazione tra densità ossea volumetrica ed i parametri strutturali ai siti scheletrici differenti e i livelli steroidi del sesso in donne. J Clin Endocrinol Metab. 2005 settembre; 90(9): 5096-103.