Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2006
immagine

Immunità naturalmente d'amplificazione durante la stagione fredda

Da Dale Kiefer

I consumatori spendono ogni anno miliardi di dollari sui rimedi non quotati in borsa di influenza e del freddo, eppure nessuno di queste droghe indirizza i fattori di fondo che rendono la gente così suscettibile delle infezioni virali che causano i freddo e l'influenza.

Mentre i farmaci da banco contribuiscono a trattare i sintomi freddi, la gente rimane malata finché i sistemi immunitari naturali dei loro corpi non si radunino per sopraffare l'infezione. La funzione immune sana è non solo critica al recupero rapido dalle infezioni virali comuni, ma inoltre determina come la gente resistente è a contrarre queste malattie.

Ulteriore complicare il problema è che milioni di medici prescrivono erroneamente gli antibiotici ai pazienti che cercano il sollievo per i loro sintomi freddi. Il pericolo inerente in questo approccio è che l'uso improprio persistente degli antibiotici ulteriori indebolisce un sistema immunitario già compromesso e può contribuire allo sviluppo degli agenti patogeni resistenti agli antibiotici.

Quando le funzioni di sistema immunitario ottimamente, la gente sono meno probabili essere infettate dai batteri e dai virus innumerevoli a cui sono esposte ogni giorno. Infatti, la funzione immune adeguata è essenziale a montare una risposta dell'anticorpo al vaccino antiinfluenzale, che medici convenzionali raccomandano ai pazienti anziani di aiutare a proteggere dagli sforzi comuni del virus dell'influenza.

Sebbene i membri del prolungamento della vita raggiungano il considerevole supporto immune attraverso la loro assunzione quotidiana degli antiossidanti ad alta potenza e degli ormoni come DHEA, i nuovi studi emozionanti indicano che una combinazione di agenti novelli e naturali funziona per rinforzare le componenti immuni critiche nel corpo, così assicurare ancora la maggior protezione contro l'assalto violento delle infezioni virali stagionali.

L'invecchiamento normale diminuisce la funzione immune

La funzione immune diminuisce precipitosamente con invecchiamento normale, come dimostrato dalla tantissima gente sopra l'età di 60 chi soccombono alle infezioni di influenza o soffrono gli scoppi di assicelle (che accadono quando i virus dormienti di herpes zoster emergono dovuto la funzione immune depressa).

Sebbene “la routine,„ i freddo e l'influenza considerati possano condurre rapidamente a pericoloso e perfino alle complicazioni superiore-respiratorie mortali quale polmonite. Nel 2002, l'influenza e la polmonite erano la quinta causa della morte principale fra gli uomini degli Stati Uniti e le donne hanno invecchiato 65 e più vecchie, rappresentando quasi 59.000 morti in questo gruppo d'età da solo. Fra tutti gli età e sessi, la polmonite e l'influenza erano la settima causa della morte principale nel 2002.1,2 due anni più successivamente, la polmonite e l'influenza hanno slittato una tacca, all'ottava causa della morte principale fra tutti gli Americani, soppiantati dal morbo di Alzheimer, che precedentemente aveva occupato quel punto. Tuttavia, le morti da influenza e da polmonite ancora hanno superato nel 2004 61.000.2,3

Mentre il declino relativo all'età del corpo nella funzione immune porta con una suscettibilità aumentata alle infezioni,4,5 offerte convenzionali della medicina piccolo per sfalsare questo declino. Malgrado le immunizzazioni di massa degli anziani contro influenza ogni anno, i casi letali di influenza e la polmonite secondaria prendono un tributo pesante su questo gruppo d'età. Con l'età d'avanzamento, le cellule di sistema immunitario critiche chiamate T-lymphocytes possono meno ripiegare ed i loro numeri diminuiscono. Inoltre, mentre queste cellule invecchianti diventano “decrepite,„ possono realmente sopprimere l'immunità, ulteriore contributo all'incapacità di una persona di invecchiamento di combattere fuori gli invasori microscopici.6,7

La funzione immune può anche essere indebolita dai fattori che variano dalla nutrizione cronica del povero e di sforzo alle malattie precedenti. Quando il sistema immunitario è compromesso, un freddo semplice può diventare rapidamente polmonite completa. Questa minaccia è particolarmente significativa per gli anziani ed è una causa della morte principale per tutti gli Americani, indipendentemente dall'età.

Immunità acquisita contro immunità innata

Per una grande parte della popolazione, un'iniezione antinfluenzale annuale può essere la migliore difesa contro l'infezione di influenza. Le iniezioni antinfluenzali funzionano esponendo il sistema immunitario agli sforzi molto specifici del virus di influenza che gli scienziati ritengono sono probabili causare uno scoppio di influenza nel corso del prossimo anno. Dopo che il corpo “è stato innescato„ con i virus (non infettivi) specifici sotto forma di vaccino, un sistema immunitario ottimamente di funzionamento può poi preparare gli anticorpi che proteggono il corpo dall'infezione futura con questi virus specifici. Questa capacità di preparare gli anticorpi in risposta al vaccino antiinfluenzale è chiamata immunità acquisita. L'immunità acquisita è specifica ai virus non infettivi contenuti all'interno del vaccino. Quindi, mentre è altamente efficace contro questi sforzi virali particolari, l'immunità acquisita è nessun utile contro i molti altri agenti patogeni che la gente può incontrare durante la stagione di influenza e del freddo. Per questo motivo, l'efficacia di un vaccino somministrato è variabile e solitamente limitata.8,9

Fortunatamente, il corpo ha un sistema di difesa primario specializzato conosciuto come immunità innata. Questo sistema è destinato per difendere contro tutti gli invasori microbici con l'attivazione di grandi globuli bianchi chiamati macrofagi, che inghiottono semplicemente la loro preda. Tuttavia, il loro successo dipende dalla loro capacità di comunicare efficacemente con altre cellule immuni della difesa conosciute come i neutrofili, che compongono la maggior parte della rete immune innata della difesa. Per neutralizzare un'infezione, è critico che i macrofagi arruolano il supporto dei neutrofili in tutta la battaglia contro gli agenti patogeni d'invasione. I neutrofili sono tipi importanti di globuli bianchi, critici per la protezione del vostro corpo contro l'infezione batterica. L'infezione con il tipo virus di influenza di A è stata trovata per disattivare i neutrofili,10 che gli aiuti spiegano perché la gente è a rischio della malattia batterica durante l'infezione con il virus di influenza. Senza l'aiuto dei neutrofili, le probabilità di soccombere all'aumento di infezione. Gli scienziati lungamente hanno saputo che i macrofagi devono “essere accesi„ prima che attivamente consumassero gli invasori che variano dai batteri e dai virus ai funghi ed ai parassiti.

Potere d'amplificazione del Beta-glucano

L'attivazione delle capacità di microbo-uccisione e di comunicazione dei macrofagi è di capitale importanza quando confronta gli invasori virali, che possono cambiare le loro “identità„ molecolari in uno sforzo per eludere il sistema di protezione immune naturale del corpo. Le numerose sostanze, compreso i polisaccaridi, linfochine e peptidi, attivano le proprietà difensive dei macrofagi. Un polisaccaride chiamato beta-glucano non solo migliora la capacità dei macrofagi di riconoscere e sottomettere gli invasori microbici, ma inoltre aumenta la loro capacità di comunicare con altre protezioni cellulari del sistema immunitario. Queste protezioni, “le cellule di T immuni,„ le comunicazioni successivamente iniziate fra varie componenti di sistema immunitario, culminanti in una cascata degli eventi che amplificano la risposta immunitaria ed infine sormontano gli invasori microbici.

I ricercatori coreani hanno dimostrato un effetto antivirale diretto del beta-glucano contro il virus dell'influenza. Gli scienziati hanno esposto due gruppi di maiali neonati al virus di influenza di maiali. Capace di infezione degli esseri umani, era un tipo di influenza di maiali che ha spinto notoriamente il governo degli Stati Uniti a tentare il primo programma di vaccinazione nazionale di influenza 30 anni fa. Questo sforzo drammatico è stato stimolato in parte dalla realizzazione che un altro sforzo di influenza di maiali può bene essere responsabile della devastazione globale di grande pandemia di influenza di 1918, in cui milioni di persone sono perito.

In questo esperimento importante, un gruppo di porcellini ha ricevuto il beta-glucano per i tre giorni prima dell'infezione con l'influenza di maiali, mentre l'altro gruppo ha ricevuto soltanto un placebo per i tre giorni prima dell'infezione con il virus in tensione. La prova obiettiva dell'infezione di influenza di maiali nei polmoni dei porcellini che erano stati infettati, ma il beta-glucano non dato, era sensibilmente più severi di negli animali infettati che erano stati pretrattati con il beta-glucano.11

Ancora, i maiali che erano stati pretrattati con il beta-glucano hanno avuti concentrazioni significativamente più alte di sostanze naturali di malattia-combattimento, compreso gamma interferone, in liquido ottenuto dai polmoni in una settimana dell'infezione. I ricercatori hanno concluso che il beta-glucano ha ridotto i segni dell'affezione polmonare e del tasso della replicazione virale nei soggetti. Questi risultati sostengono l'applicazione potenziale del beta-glucano per impedire o trattare l'infezione del virus dell'influenza.11

In un altro esperimento, gli scienziati hanno studiato gli effetti del beta-glucano contro un'altra sfida virale. I giovani porcellini sono stati esposti al virus riproduttivo e respiratorio porcino di sindrome e poi i globuli bianchi di malattia-combattimento sono stati rimossi ed esposto stati alle concentrazioni varianti di beta-glucano. il Beta-glucano ha aumentato la produzione di gamma interferone in un modo dipendente dalla dose, conducente gli scienziati a concludere che il beta-glucano solubile può migliorare l'immunità antivirale innata.12

Questi esperimenti dimostrano la capacità dei beta-glucani di migliorare drammaticamente l'immunità innata, specialmente contro le infezioni virali potenzialmente micidiali.

Mentre il beta-glucano è trovato in parecchi rimedi pieghi tradizionali (alcuni funghi cinesi compresi) che sono stati usati per secoli per migliorare l'immunità,13-16 queste fonti forniscono soltanto gli importi limitati del beta-glucano specifico ora conosciuto per fornire il supporto immune potente. Una vecchia preparazione farmaceutica, Zymosan, è stata conosciuta per stimolare l'immunità fin dagli anni 40. I ricercatori alla scuola di medicina di Tulane University hanno intrapreso dozzine di studi di questa sostanza, finalmente isolanti il beta-glucano come suo principio attivo. Dopo che i ricercatori hanno modificato questo ingrediente per ingestione pronta, la prova sperimentale ha cominciato a montare indicare che il beta-glucano è uno stimolatore del sistema immunitario altamente efficace, attivando le difese contro sia gli organismi batterici che virali.17-21

Sebbene il beta-glucano sia uno dei modulatori della risposta biologica più potenti attualmente disponibili nella forma di supplemento, non tutti i supplementi del beta-glucano sono uguale creato. la ricerca Come-ancora-non pubblicata, condotta all'università di Louisville nel Kentucky, indica che una forma specialmente modificata e lievito-derivata di beta-1,3-D-glucan definito beta-glucano è oralmente bioavailable e stimola la produzione dei globuli bianchi nel midollo osseo e nella milza umani. Ulteriormente, questa forma privata di beta-glucano ha dimostrato la capacità superiore di attivare i macrofagi, neutrofili e cellule di uccisore naturali, efficacemente amplificanti la funzione immune per confrontare le minacce che variano dalla radiazione che avvelena contro i tumori e l'infezione.

Benefici protettivi supplementari del Beta-glucano

Gli effetti letali della radiazione in gran parte sono causati tramite la sua soppressione di produzione e di attività delle cellule immuni. Nel Giappone, gli scienziati hanno indicato che l'iniezione del beta-glucano derivata da lievito notevolmente aumenta la capacità dei topi di sopravvivere all'esposizione a radiazioni al corpo intero. Ulteriormente, il beta-glucano è sembrato fermare la crescita del tumore in questi topi. Gli scienziati hanno attribuito i tassi di sopravvivenza aumentati dei roditori alla capacità dei beta-glucani di amplificare acutamente la produzione e l'attività dei globuli bianchi e delle cellule linfatiche. “Questi risultati indicano che il beta-glucano può essere un trattamento di promessa dell'aggiunta per i malati di cancro che ricevono la radioterapia,„ i ricercatori conclusivi.Altri 22 scienziati hanno riferito risultati simili con il beta-glucano.23 poiché uno delle cause primarie della malattia seria e della morte in malati di cancro è soppressione immune causata dai trattamenti radioattivi, il beta-glucano può tenere la promessa per il miglioramento dei risultati in tali pazienti.

Ulteriormente, il beta-glucano può offrire alcuno di migliore protezione-breve di uno specifico vaccino-contro l'attacco biologico. Gli scienziati canadesi hanno dimostrato che il beta glucano conferisce la protezione contro l'infezione micidiale dell'antrace. Sebbene provare sugli esseri umani non siano state effettuate per ovvi motivi, le prove sugli animali altamente stavano promettendo. Per esempio, di topi che hanno ricevuto il beta-glucano per una settimana prima dell'infezione con i batteri dell'antrace, la sopravvivenza ha aumentato 50% - 100%. Quando il beta-glucano è stato amministrato solo dopo che l'infezione aveva accaduto, tassi di sopravvivenza aumentati da 30% a 90% nei gruppi di trattamento. “Questi risultati dimostrano il potenziale affinchè gli immunomodulatori di beta-1,3-glucan assicurino un grado significativo di protezione contro l'antrace,„ i ricercatori conclusivi.24 risultati simili contro altri agenti patogeni sono stati riferiti da altri ricercatori.25-27

Continuato alla pagina 2 di 2