Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine settembre 2006

immagine

Mirtilli

Imballato con i polifenoli dipromozione, i mirtilli possono contribuire a conservare la cognizione e proteggere il sistema nervoso Da Tiesha D. Johnson, BSN, Marina militare

Oggi, gli adulti sempre più salute consapevoli stanno scoprendo le proprietà dimiglioramento dei mirtilli. I nuovi studi confermano che queste bacche deliziose sono uno degli agenti nutrizionali di promessa disponibili per il combattimento degli effetti di invecchiamento, conferenti si avvantaggia che la gamma dall'aiuto protegge da cancro a conservare la pelle giovanile di aspetto.1,2

Tuttavia, l'effetto sulla salute più profondo connesso con i mirtilli può bene essere la loro capacità notevole di proteggere il cervello dagli effetti degeneranti di invecchiamento e perfino della lesione. I mirtilli sono caricati con i polifenoli conosciuti composti antiossidanti potenti che proteggono le cellule cerebrali da infiammazione offensiva e dallo sforzo ossidativo e possono arrestare e perfino declino relativo all'età inverso in conoscitivo e nelle funzioni motorie.3-5 questi composti fenolici includono gli antociani, che sono particolarmente utili per salute del cervello.3,4,6

Memoria e cognizione del beneficio dei mirtilli

L'attacco del radicale libero alle cellule cerebrali è un contributore importante al declino conoscitivo relativo all'età.7 negli esperimenti con gli animali da laboratorio, gli antiossidanti pianta-derivati come quelli contenuti in mirtilli efficacemente hanno invertito il declino relativo all'età nella memoria e nella cognizione.La prova supplementare del laboratorio 8 dimostra quella ingestione dietetica aumentante dei mirtilli ed altri di frutta e di aiuti ricchi d'antiossidante delle verdure mantengono bene la funzione e la cognizione ottimali della cellula cerebrale nella vecchiaia.9-11

Appena due anni fa, gli scienziati hanno scoperto quello mirtilli d'alimentazione ai ratti invecchianti protetti loro da perdita di memoria relativa all'età. Infatti, quando i vecchi ratti mirtillo-completati sono stati esaminati a memoria di riconoscimento degli oggetti, i loro punteggi hanno somigliato a quelli di giovani ratti. Questo risultati sbalorditivi suggerisce che quello i mirtilli di consumo possano aiutare letteralmente per girare indietro l'orologio, ristabilente i livelli giovanili di funzione nel cervello di invecchiamento.10

I mirtilli possono lavorare influenzando una regione del cervello chiamato l'ippocampo, che è responsabile in primo luogo per la memoria a breve termine. Gli scienziati hanno trovato che alimentare i mirtilli ai più vecchi animali contribuisce a mantenere gli alti livelli di nuova generazione delle cellule nell'ippocampo, che può contribuire a conservare la funzione di memoria tagliente.12 questi risultati sono sostenuti da altri studi che indicano che gli estratti del mirtillo contribuiscono ad impedire i deficit di memoria in ratti adulti.13

Una certa prova suggerisce che i mirtilli esercitino i loro effetti potenti su salute del cervello attraversando la barriera ematomeningea, una membrana altamente selettiva che determina quali sostanze sangue-sopportate accedono al cervello. Una delle sfide affrontate nello sviluppare gli efficaci trattamenti per i disordini del cervello è che molto poche sostanze possono attraversare questa barriera quasi impenetrabile. Tuttavia, dopo che i ratti hanno consumato una dieta mirtillo-completata, i numerosi phytochemicals mirtillo-derivati sono stati trovati in tutto i loro cervelli. Questi costituenti del mirtillo sono stati concentrati particolarmente nelle aree del cervello relativo all'apprendimento ed alla memoria, suggerenti che questi phytochemicals potessero avvantaggiare questi aspetti cruciali della funzione conoscitiva.3

L'infiammazione, sforzo ossidativo accelera Brain Aging

Il cervello è l'organo più complesso del corpo e deve essere nello stato di funzionamento ottimale per eseguire le sue numerose funzioni cruciali, quali pensiero, discorso, movimento e la memoria coordinati. Le cellule delicate del cervello sono vulnerabili danneggiare da infiammazione e dallo sforzo ossidativo.12,14 negli adulti di invecchiamento, questa vulnerabilità è composta da una capacità diminuita di neutralizzare i radicali liberi pro-infiammatori e le specie reattive dell'ossigeno.5,8

Le cellule cerebrali che sono state sottoposte col passare del tempo all'eccessivo sforzo ossidativo finalmente muoiono e non possono essere sostituite. Gli effetti cumulativi dello sforzo ossidativo sul cervello sono chiaramente evidenti nella memoria alterata, capacità motorie ed hanno diminuito la cognizione che molta gente considera erroneamente come parte di invecchiamento “normale„.3 alcune malattie neurodegenerative inoltre sono associate con infiammazione persistente che più ulteriormente riduce il numero e la funzione delle cellule cerebrali.15 per concludere, le circostanze che riducono il rifornimento di sangue ed ossigeno al cervello, quale aterosclerosi, possono anche provocare il danno e la morte delle cellule.

Ricambio del Brain Damage indotto da colpo

Il colpo è uno del temuto di e del disattivare di tutti gli stati di salute. La maggior parte dei colpi sono colpi ischemici acuti, in cui un bloccaggio in vasi sanguigni al cervello interrompe la consegna del sangue ricco di sostanza e dell'ossigeno. Il danno di tessuto segue immediatamente da questa privazione dell'ossigeno ed il danno continua anche dopo che il flusso sanguigno è ripristinato, dovuto un afflusso rapido delle specie reattive offensive dell'ossigeno nel cervello.16 antiossidanti in mirtilli possono ricambiare dal il danno di tessuto indotto da colpo, poiché rapidamente neutralizzano i radicali liberi distruttivi e proteggono da danno ischemico.17 poiché i mirtilli sono una delle fonti più ricche della natura di antiossidanti, molti ricercatori hanno cercato di determinare se potrebbero contribuire ad evitare i pericoli dei colpi micidiali.

Appena l'anno scorso, un gruppo di ricerca ha esaminato gli effetti protettivi dei mirtilli contro da lesione cerebrale indotta da colpo. Hanno trovato che i ratti del laboratorio che sono stati alimentati una dieta fortificata con i mirtilli erano molto vulnerabili agli effetti del colpo ischemico sperimentalmente indotto degli animali che non avevano consumato i mirtilli. A seguito di un colpo indotto, i ratti di mirtillo-federazione hanno mostrato le aree molto più piccole di lesione cerebrale come pure hanno migliorato il movimento confrontato al gruppo di controllo.18 questi risultati suggeriscono che il consumo corrente di mirtilli possa neuroprotection confer significativo contro gli effetti disattivare del colpo.

In un simile studio sugli animali, mirtilli contribuiti per proteggere le cellule del centro- della memoria del cervello ippocampo-contro danno causato dal colpo ischemico. Questi risultati hanno condotto i ricercatori a suggerire che quello i mirtilli d'incorporazione nella dieta potrebbero aiutare per migliorare i risultati del colpo ischemico acuto.19

I mirtilli possono impedire il morbo di Alzheimer

Il morbo di Alzheimer, la forma più comune di demenza relativa all'età, ruba progressivamente la gente della loro memoria ed indipendenza. Mentre la sua causa precisa è sconosciuta, gli scienziati ritengono che lo sforzo ossidativo contribuisca a danno di cellula cerebrale, conducendo alla perdita di memoria e ad un'incapacità elaborare le nuove informazioni.20

Poiché i mirtilli hanno un effetto protettivo sulla memoria, gli scienziati hanno studiato se inoltre proteggono da Alzheimer. Per questo esperimento, i ricercatori hanno studiato i ratti con una suscettibilità genetica a sviluppare la malattia. Astonishingly, hanno trovato che una dieta mirtillo-completata ha causato i ratti che soffrono dai sintomi Alzheimer's del tipo di per eseguire normalmente sulle prove della memoria e del comportamento del motore. I ricercatori hanno concluso che una dieta che include i mirtilli può contribuire ad impedire Alzheimer, anche in coloro che ha una predisposizione genetica alla malattia.20

I mirtilli possono anche sostenere i meccanismi protettivi naturali del cervello contro lo sforzo. Quando i ratti di mirtillo-federazione sono stati esposti ad una tossina diprovocazione, hanno prodotto più di una proteina cervello-protettiva dei ratti che non hanno mangiato i mirtilli. Questo effetto suggerisce che il completamento del mirtillo possa proteggere il sistema nervoso dalle circostanze relative allo sforzo ed all'infiammazione ossidativi, quali Alzheimer e la malattia del Parkinson.21

Una vasta matrice delle indennità-malattia supplementari

Mentre gran parte della ricerca medica sui mirtilli ha messo a fuoco su salute del cervello e sulla funzione conoscitiva, la prova emergente suggerisce che questa frutta deliziosa ed i suoi estratti possano confer una vasta gamma di indennità-malattia ampie.

  • Combattimento degli effetti di fumo. Le specie reattive dell'ossigeno hanno prodotto dalle cellule e dai tessuti di danno di fumo in tutto il corpo. Tale danno può persistere anche dopo che una persona smette fumare. Uno studio nel 2005 ha trovato che i fumatori che hanno consumato 250 grammi (circa una tazza) di mirtilli ogni giorno per tre settimane hanno avuti drammaticamente più in basso livelli ematici di perossidi d'idrogeno del lipido, che sono molecole che serviscono da indicatori di danneggiamento ossidativo delle membrane cellulari. Questi risultati indicano che il consumo quotidiano di mirtilli può proteggere dallo sforzo ossidativo prodotto fumando.26
  • Carcinoma della prostata di combattimento. Gli estratti dai mirtilli inibiscono la crescita di determinate cellule di carcinoma della prostata umane.I flavonoidi 1 trovati in mirtilli possono contribuire ad impedire di spargersi (metastasi) di carcinoma della prostata ad altre parti del corpo inibendo gli enzimi che le cellule tumorali usano per invadere altri tessuti.27 questa ricerca indicano che i mirtilli potrebbero avere un ruolo importante nel carcinoma della prostata di combattimento.
  • Impedimento del tumore del colon. Gli estratti del mirtillo, che sono caricati con gli antiossidanti conosciuti come gli antociani, riducono il tasso di proliferazione delle cellule di tumore del colon ed aumentano il tasso di morte della cellula tumorale in laboratorio.28 queste osservazioni hanno condotto i ricercatori a suggerire che quello i mirtilli di consumo potessero aiutare per fare diminuire il rischio di tumore del colon.29
  • Miglioramento della salute cardiovascolare. Gli antociani trovati in mirtilli hanno forti proprietà antiossidanti che riducono l'ossidazione di lipoproteina a bassa densità (LDL), che è un fattore di contributo nella coronaropatia. Ulteriormente, gli antociani del mirtillo possono contribuire a proteggere le cellule di muscolo del cuore dagli effetti di flusso sanguigno diminuito (ischemia), può accadere durante l'attacco di cuore.30 che questa ricerca indica un ruolo per i mirtilli nella promozione della salute cardiovascolare.
  • Pelle giovanile di mantenimento. Come età della pelle, perde la sua flessibilità (elasticità) e diventa sempre più ruvido nella struttura. Recentemente, gli scienziati hanno amministrato i supplementi orali che contengono l'estratto del mirtillo ad un gruppo di donne fra le età di 45 e di 73. Dopo sei settimane del trattamento, la pelle degli oggetti è stata trovata per essere significantly more elastico.2 gli autori di studio hanno proposto che quello gli estratti consumare del mirtillo possa notevolmente ridurre gli effetti visibili di invecchiamento della pelle, così promuovere più sana, pelle giovanile più di aspetto.

Proteggendo dalla malattia del Parkinson

Mentre Alzheimer è un ladro della memoria, la malattia del Parkinson altera la sua capacità di muoversi liberamente e facilmente.I 22 pazienti di Parkinson soffrono una perdita progressiva di controllo del movimento dovuta danneggiamento nei centri di coordinazione del cervello, particolarmente delle cellule che producono la dopamina del neurotrasmettitore. Come con il morbo di Alzheimer, la prova sostanziale suggerisce che quegli sforzo ossidativo e risposte infiammatorie aumentate svolgano un ruolo nella malattia del Parkinson.23,24

Gli scienziati che cercano i modi combattere la malattia del Parkinson sono acutamente interessati nei poteri antiossidanti dei polifenoli contenuti in frutti quali i mirtilli. Hanno verificato le varie componenti flavonoidi per valutare i loro effetti protettivi contro lo sforzo ossidativo e la morte cellulare in cellule cerebrali producenti dopamina.25 cellule producenti dopamina di trattamento dalle regioni di moto-control del cervello con i flavonoidi prima di danno ossidativo hanno conferito la protezione contro la lesione ed hanno provocato un tasso aumentato di sopravvivenza delle cellule. Ciò ha condotto i ricercatori a concludere che le molecole flavonoidi, come quelle trovate in mirtilli, mostrano la promessa nella protezione contro gli effetti iniziali della malattia del Parkinson.

Mirtilli freschi contro gli estratti del mirtillo

I mirtilli freschi non possono essere annuale disponibile facilmente. Inoltre, anche la gente che ama il gusto di questa frutta deliziosa può trovarla difficile mangiare i mirtilli ogni giorno. Di conseguenza, gli scienziati hanno studiato se gli estratti del mirtillo forniscono tutti i benefici d'amplificazione dei mirtilli. Hanno trovato che quello ingerire gli estratti del mirtillo in effetti fornisce gli stessi benefici antinfiammatori ed antiossidanti tratti dal cibo della frutta intera.31

Conclusione

I nuovi risultati suggeriscono che mirtilli naturalmente confer una ricchezza dei benefici salute-protettivi. I ricchi in antiossidanti che combattono lo sforzo ed infiammazione ossidativa, mirtilli e gli estratti del mirtillo possono contribuire a conservare la funzione conoscitiva giovanile ed a proteggere dal disattivare le malattie neurodegenerative e dal paralizzare i colpi.

Inoltre, una corrente costante della ricerca emergente suggerisce che i mirtilli possano offrire una vasta matrice delle indennità-malattia supplementari, come protezione contro cancro, salute cardiovascolare sostenente e la promozione della pelle giovanile. La ricerca in corso è probabile scoprire ancor più indennità-malattia connesse con questa frutta deliziosa.

Riferimenti

1. BM di Schmidt, JUNIOR di Erdman JW, Lila mA. Effetti differenziali delle proantocianidine del mirtillo sulle linee cellulari umane sensibili ed insensibili dell'androgeno del carcinoma della prostata. Cancro Lett. 18 gennaio 2006; 231(2): 240-6.

2. Segger D, Schonlau F. il Supplementation con Evelle migliora la scorrevolezza della pelle e l'elasticità in una prova alla cieca, studio controllato con placebo con 62 donne. Ossequio di J Dermatolog. 2004 luglio; 15(4): 222-6.

3. Andres-Lacueva C, B Shukitt-sana, Galli RI, Jauregui O, RM di Lamuela-Raventos, Joseph JA. Gli antociani nei ratti invecchiati di mirtillo-federazione sono trovati centralmente e possono migliorare la memoria. Nutr Neurosci. 2005 aprile; 8(2): 111-20.

4. Lau FC, B Shukitt-sana, Joseph JA. Gli effetti benefici dei polifenoli della frutta su invecchiamento del cervello. Invecchiamento di Neurobiol. 2005 dicembre; 26 supplementi 1:128-32.

5. Bonnefoy m., Drai J, Kostka T. Antioxidants per rallentare invecchiamento, i fatti e le prospettive. Med di Presse. 27 luglio 2002; 31(25): 1174-84.

6. Ehlenfeldt Mk, RL priore. Capacità radicale di capacità di assorbimento dell'ossigeno (ORAC) e concentrazioni dell'antociano e fenoliche nei tessuti della foglia e della frutta del mirtillo gigante americano. Alimento chim. di J Agric. 2001 maggio; 49(5): 2222-7.

7. Interventi di Meydani M. Nutrition nell'invecchiamento e nella malattia età-collegata. Ann NY Acad Sci. 2001 aprile; 928:226-35.

8. Il PC di Bickford, Gould T, Briederick L, et al. di diete ricche d'antiossidante migliora la fisiologia e l'apprendimento motorio cerebellari in ratti invecchiati. Brain Res. 2000 2 giugno; 866 (1-2): 211-7.

9. Galli RL, B Shukitt-sana, KA di Youdim, Joseph JA. Polyphenolics della frutta e invecchiamento del cervello: interventi nutrizionali che mirano ai deficit di un neurone e comportamentistici relativi all'età. Ann NY Acad Sci. 2002 aprile; 959:128-32.

10. Goyarzu P, DH di Malin, Lau FC, et al. mirtillo ha completato la dieta: effetti sulla memoria di riconoscimento degli oggetti e sui livelli nucleari della fattore-kappa B in ratti invecchiati. Nutr Neurosci. 2004 aprile; 7(2): 75-83.

11. Joseph JA, Na Shukitt-sano di Denisova, di B, et al. inversioni dei declini relativi all'età nei deficit comportamentistici conoscitivi e e del motore di un neurone di trasduzione, del segnale con il mirtillo, gli spinaci, o il completamento dietetico della fragola. J Neurosci. 15 settembre 1999; 19(18): 8114-21.

12. Casadesus G, HM Shukitt-sano di Stellwagen, di B, et al. modulazione di plasticità hippocampal e comportamento conoscitivo dal completamento a breve termine del mirtillo in ratti invecchiati. Nutr Neurosci. 2004 ottobre; 7 (5-6): 309-16.

13. Il SIG. di Ramirez, Izquierdo I, fa il RM di Carmo Bassols, et al. l'effetto delle bacche liofilizzate del vaccinio sulla memoria, l'ansia e la locomozione in ratti adulti. Ricerca di Pharmacol. 2005 dicembre; 52(6): 457-62.

14. PC di Bickford, B Shukitt-sana, Joseph J. Effects di invecchiamento sulla funzione e sull'apprendimento motorio noradrenergic cerebellari: interventi nutrizionali. Sviluppatore invecchiante Mech. 1999 novembre; 111 (2-3): 141-54.

15. Stromberg I, gemma C, Vila J, PC di Bickford. Le diete spirulina-arricchito e del mirtillo migliorano il recupero striatal della dopamina ed inducono un'attivazione rapida e transitoria di microglia dopo la lesione del sistema nigrostriatal della dopamina del ratto. Exp Neurol. 2005 dicembre; 196(2): 298-307.

16. NG di Bazan, risposta di Marcheselli VL, di Cole-Edwards K. Brain alla lesione e neurodegeneration: segnalazione neuroprotective endogena. Ann NY Acad Sci. 2005 agosto; 1053:137-47.

17. Polidori MC, Mecocci P, livelli della vitamina C di Frei B. Plasma è diminuito e correlato con lesione cerebrale in pazienti con l'emorragia intracranica o il trauma capo. Colpo. 2001 aprile; 32(4): 898-902.

18. Il CF di Wang Y, di Chang, Chou J, et al. il completamento dietetico con i mirtilli, gli spinaci, o lo spirulina riduce la lesione cerebrale ischemica. Exp Neurol. 2005 maggio; 193(1): 75-84.

19. Sweeney MI, Kalt W, MacKinnon SL, Ashby J, Gottschall-passaggio KT. L'alimentazione dei ratti diete arricchite in mirtilli di cespuglio per sei settimane fa diminuire dalla la lesione cerebrale indotta da ischemia. Nutr Neurosci. 2002 dicembre; 5(6): 427-31.

20. Joseph JA, Na di Denisova, Arendash G, et al. il completamento del mirtillo migliora la segnalazione ed impedisce i deficit comportamentistici in un modello del morbo di Aalzheimer. Nutr Neurosci. 2003 giugno; 6(3): 153-62.

21. Galli RL, Bielinski DF, Szprengiel A, B Shukitt-sana, Joseph JA. Il mirtillo ha completato il declino relativo all'età degli inversi di dieta in neuroprotection hippocampal HSP70. Invecchiamento di Neurobiol. 2006 febbraio; 27(2): 344-50.

22. Merluzzo P, Gaio JM, malattia del Parkinson di Perret J. e sindromi parkinsoniane. Rev Prat. 9 marzo 1989; 39(8): 647-51.

23. Antiossidanti di Bastianetto S, di Quirion R. Natural e malattie neurodegenerative. Front Biosci. 1° settembre 2004; 9:3447-52.

24. Esposito E, Rotilio D, DiMatteo V, et al. Un esame degli antiossidanti dietetici specifici e gli effetti sui meccanismi biochimici si sono riferiti ai processi neurodegenerative. Invecchiamento di Neurobiol. 2002 settembre; 23(5): 719-35.

25. Mercer LD, Kelly BL, Horne Mk, Beart PM. I polifenoli dietetici proteggono i neuroni della dopamina dagli insulti ossidativi e dagli apoptosi: indagini nelle culture mesencephalic del ratto primario. Biochimica Pharmacol. 15 gennaio 2005; 69(2): 339-45.

26. SR di McAnulty, McAnulty LS, Morrow JD, et al. effetto di ingestione quotidiana della frutta su attività dell'enzima di conversione dell'angiotensina, pressione sanguigna e sforzo ossidativo in fumatori cronici. Ricerca libera di Radic. 2005 novembre; 39(11): 1241-8.

27. MD di Matchett, MacKinnon SL, Sweeney MI, Gottschall-passaggio KT, RA di Hurta. I flavonoidi del mirtillo inibiscono l'attività della proteinasi metallica della matrice in cellule di carcinoma della prostata umane DU145. Cellula Biol. di biochimica. 2005 ottobre; 83(5): 637-43.

28. Olsson ME, Gustavsson KE, Anderson S, Nilsson A, Duan RD. Inibizione di proliferazione di cellula tumorale in vitro dagli estratti della bacca e della frutta e di correlazioni con i livelli antiossidanti. Alimento chim. di J Agric. 1° dicembre 2004; 52(24): 7264-71.

29. Yi W, Fischer J, Krewer G, Akoh cc. I composti fenolici dai mirtilli possono inibire la proliferazione delle cellule di tumore del colon ed indurre gli apoptosi. Alimento chim. di J Agric. 7 settembre 2005; 53(18): 7320-9.

30. Kowalczyk E, Krzesinski P, Kura m., Szmigiel B, Blaszczyk J. Anthocyanins nella medicina. Politico J Pharmacol. 2003 settembre-ottobre; 55(5): 699-702.

31. Joseph JA, B Shukitt-sana, Casadesus G. Reversing gli effetti deleteri di invecchiamento sulla comunicazione e sul comportamento di un neurone: proprietà utili dei composti polifenolici della frutta. J Clin Nutr. 2005 gennaio; 81 (1 supplemento): 313S-6S.