Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Vendita 2006 di LE Magazine Super
immagine

Aterosclerosi inversa…


Mentre proteggendo dal Cancro

Nel 1980, il fondamento del prolungamento della vita ha pubblicato il suo primo bollettino di salute. Da allora, abbiamo presentato dozzine di sostanze nutrienti, di ormoni e di droghe che ora si rivelano impedire e trattare un'ampia varietà di disturbi.

Il succo che di frutta ci accingiamo al punto culminante non è nuovo-ma gli studi clinici umani sono. Sulla base di questi risultati, può ora essere possibile che la gente con aterosclerosi severa la inverta. Coloro che ha arterie relativamente sane da cominciare con potrebbero potere ritardare o impedire significativamente l'inizio di aterosclerosi.

Se tutta questa frutta facesse fosse protegge la nostra parete arteriosa interna (l'endotelio), quindi può essere l'agente più importante che gli esseri umani di invecchiamento potrebbero ingerire. Che cosa ha scienziati più emozionanti, tuttavia, è una nuova rappresentazione umana di studio che questa frutta ha rallentato drammaticamente la progressione di carcinoma della prostata in coloro che già ha venuto a mancare il trattamento convenzionale.1

Questi studi umani costosi sono stati intrapresi hanno basato su un'abbondanza di provetta ed i dati dell'animale vivo che indicano questa frutta potrebbero impedire e curare la malattia vascolare ed il carcinoma della prostata.2,3,9-13,25,26 questi stessi studi della provetta indicano che questa frutta può anche essere efficace contro cancro al seno.27-30

I farmaci di prescrizione possono rallentare il progresso di aterosclerosi, ma lo invertono raramente. Per ridurre significativamente la mortalità umana, un modo fermare il deterioramento arterioso età-collegato deve essere trovato. Poichè presto leggerete, questo può essere raggiunto in esseri umani con una frutta quella funzioni via i meccanismi abbastanza differenti dalle droghe convenzionali.

Gli enti governativi avvertono i consumatori essere cauti dei prodotti di salute che promettono i risultati “miracolosi„. La ragione per questi avvertimenti è che le società senza scrupoli continuano ad avere le pretese bizzarre con poca conferma scientifica per appoggiarle.

Mentre può essere troppo in anticipo per promettere “i benefici miracolosi„ in risposta ad ingerire questa frutta, gli studi umani che la sostengono sono miracolosi da un punto di vista scientifico. Questo articolo prevede un riassunto dei risultati recenti che spiegano perché anche alcuni medici della corrente principale stanno raccomandando che i loro pazienti consumino questo succo di frutta ogni giorno.

Inversione dell'aterosclerosi

Mentre le determinati droghe, sostanze nutrienti ed ormoni possono rallentare la progressione di aterosclerosi, pochissimo è stato indicato mai alla malattia attuale inversa dell'arteria.

Una ragione che è così difficile da invertire l'aterosclerosi è che la malattia arteriosa soprattutto è causata invecchiandosi (via il processo distruttivo conosciuto come disfunzione endoteliale). Ciò significa che una persona con aterosclerosi deve in primo luogo fermare il processo arteria-offensivo e poi invertire il danneggiamento e l'occlusione della parete arteriosa che si è accumulata sopra una vita.

L'aterosclerosi può essere misurata in esseri umani effettuando una prova di ultrasuono delle arterie carotiche nei loro colli. Un ultrasuono fornisce una lettura specifica dello stringimento (o del bloccaggio) che si è presentato misurando lo spessore delle pareti interne e medie dell'arteria carotica. Ciò è conosciuta tecnicamente come prova di spessore di intima-media (IMT).

Gli studi umani controllati sono stati intrapresi che fanno partecipare i pazienti con lo stringimento severo dell'arteria carotica (stenosi).3 un gruppo ha ricevuto le droghe convenzionali soltanto (statine ed ipotensivo), mentre l'altro gruppo ha ricevuto il succo del melograno più le stesse droghe. I risultati osservati nel gruppo del melograno erano senza precedenti.

Dopo un anno, il gruppo che riceve le droghe, ma non il melograno ha mostrato un aumento significativo di 9% di spessore di intima-media. Al contrario, il gruppo che riceve il melograno più le droghe ha mostrato una riduzione dello spessore carotico di intima-media come segue:

  • Dopo tre mesi: 13%
  • Dopo sei mesi: 22%
  • Dopo nove mesi: 26%
  • Dopo un anno: 35%

Il flusso sanguigno dell'arteria carotica (come misurato da velocità diastolica di conclusione) è migliorato nel melograno più il gruppo delle droghe come segue:

  • Dopo tre mesi: 16%
  • Dopo sei mesi: 20%
  • Dopo nove mesi: 31%
  • Dopo un anno: 44%

I campioni di sangue sono stati raccolti prima e durante il trattamento con il melograno in questi pazienti con le arterie carotiche restrette. I cambiamenti indicati nell'aiuto di cui sopra della scatola spiegano perché il melograno così efficacemente ha invertito lo spessore carotico di intima-media.

Un'altra analisi del sangue utilizzata in questo studio ha misurato paraoxonase-1, un enzima antiossidante prodotto nel corpo. Paraoxonase-1 è associato con HDL utile ed è creduto per proteggere dall'ossidazione di LDL. I bassi livelli di paraoxonase-1 predicono la severità aumentata della coronaropatia. In pazienti il melograno amministrato, i livelli paraoxonase-1 è aumentato di 83% dopo soltanto un anno!

Dopo un anno di presa del melograno, c'era inoltre una diminuzione di 21% nella pressione sanguigna sistolica e nel rapporto di riproduzione più di di 50% dell'attività misurata del radicale libero della placca aterosclerotica carotica.

Gli scienziati hanno attribuito la regressione nella dimensione aterosclerotica carotica della lesione nel gruppo del melograno allo sforzo ossidativo significativamente riduttore sia nel sangue che le placche aterosclerotiche, con modestamente abbassano la pressione sanguigna (oltre quello dei medicinali ipotensivi che sono stati prescritti).

Gli studi precedenti hanno correlato il grado di aterosclerosi dell'arteria carotica a malattie coronarie ed altre dell'arteria.4,5 il fatto che il melograno è stato indicato ad aterosclerosi inversa dell'arteria carotica indicano che anche gli esseri umani invecchiati potrebbero potere ridurre drammaticamente i loro rischi di colpo, di attacco di cuore, di impotenza, ecc.

EFFETTO DEL MELOGRANO SUL RISCHIO CARDIOVASCOLARE

Fattore di rischio di aterosclerosi

Effetto del melograno

Stato ossidativo basale di LDL

Ridotto di 90%

Suscettibilità di LDL da ad ossidazione indotta da rame

Ridotto di 59%

Stato antiossidante totale

Migliorato entro 130%

 

Miglioramento del flusso sanguigno al cuore

La coronaropatia aterosclerotica rimane la causa della morte principale nel mondo occidentale, malgrado i numeri record della gente che prende i farmaci del cuore di prescrizione (quali i farmaci di statina).6

Sulla base dei dati animali favorevoli, medici hanno intrapreso gli studi sui pazienti della malattia cardiaca per accertare degli effetti del melograno su angina viscoelastica ed il tasso di sangue attraversa le arterie coronarie. L'intero gruppo è stato sottoposto ad una prova di sforzo della linea di base per indurre l'angina e ad una tecnica avanzata di tomografia per misurare il flusso coronarico.

Un gruppo di pazienti cardiaci ha ricevuto i loro farmaci più placebo, mentre il secondo gruppo ha ricevuto i loro farmaci più il succo del melograno. Dopo tre mesi, il flusso coronarico è stato misurato di nuovo facendo uso delle stesse prove eseguite alla linea di base. Nel gruppo che riceve il succo del melograno, gli episodi indotti da stress di angina sono diminuito da 50%, mentre l'angina indotta da stress è aumentato di 38% nel gruppo del placebo.

Quando la prova per misurare il flusso sanguigno dell'arteria coronaria è stata eseguita, il gruppo del placebo ha peggiorato da 17% dopo tre mesi, mentre il flusso coronarico è migliorato da 18% nel gruppo del melograno.

Questo studio ha indicato per la prima volta che il consumo quotidiano di melograno può migliorare relativamente il flusso sanguigno al cuore nei pazienti della coronaropatia in un breve periodo di tempo. I medici hanno notato che la prova che hanno usato per misurare il flusso coronarico recentemente è stata indicata per essere il migliore preannunciatore del rischio futuro di attacco di cuore. I medici hanno attribuito i benefici anti-aterosclerotici del melograno ai polifenoli, ai tannini ed agli antociani contenuti nella frutta. Hanno precisato che mentre il succo d'uva/vino rosso contiene alcuni di questi estratti, nè succo d'uva nè il vino rosso è stato indicato per migliorare il minimo coronario del sangue in pazienti con la malattia cardiaca stabilita.

Perché questi studi umani sono stati fatti?

I costi di intraprendere gli studi clinici umani sono enormi. Si potrebbe domandarsi perché tali sforzi meticolosi sono stati fatti per documentare gli effetti di anti-aterosclerosi del melograno in esseri umani.

Una ragione queste prove umane è stata condotta era studi sugli animali che mostrano le proprietà arterioso-proteggenti notevoli in risposta all'ingestione del melograno. Nello studio dopo lo studio, il completamento del melograno ha provocato la progressione significativamente riduttrice di aterosclerosi e la riduzione della dimensione della lesione ha confrontato a placebo.8-12

Quando gli scienziati hanno valutato i meccanismi di come il melograno funziona nell'organismo, hanno trovato che questa frutta induce i cambiamenti favorevoli nella parete arteriosa che sono conosciuti per ridurre il rischio aterosclerotico.

Un effetto vascolare benefico del melograno è la sua capacità di aumentare i livelli endoteliali dell'ossido di azoto.13-15 lo stato adeguato dell'ossido di azoto è richiesto per la funzione (endoteliale) arteriosa interna sana della parete. L'ossido di azoto permette alle arterie di espandersi e contrarrsi con elasticità giovanile. La carenza relativa all'età in ossido di azoto endoteliale-derivato predispone la maturazione degli esseri umani all'odierna epidemia di attacco di cuore e del colpo. Ristabilendo l'ossido di azoto nelle arterie, il melograno può contribuire a combattere la disfunzione endoteliale in tutto il corpo.

La capacità potente del melograno di fare diminuire l'ossidazione di LDL via parecchi meccanismi unici ha impressionato anche i cardiologi della corrente principale. Il ruolo significativo che i giochi dell'ossidazione di LDL nell'inizio e nella progressione di aterosclerosi tempo fa sono stati stabiliti. Mentre una serie di antiossidanti riducono l'ossidazione di LDL, la proprietà unica dell'amplificazione del rifornimento del corpo di un enzima antiossidante naturale (paraoxonase-1) può produrre il melograno uno dei protettori più potenti contro l'ossidazione di LDL.

Il melograno non solo protegge dai vari tipi di ossidazioni di LDL, ma inoltre inibisce l'ossidazione di composti tossici all'interno delle lesioni aterosclerotiche.La ricerca supplementare 16,17 indica che il melograno riduce l'aggregazione anormale della piastrina, abbassa la pressione sanguigna (inibendo il angiotension che converte enzima) e protegge la parete arteriosa da accumulazione del colesterolo.3,18,19

Sulla base di questi meccanismi dell'ampio spettro di azione, non è sorprendente che il completamento del melograno ha provocato la regressione di aterosclerosi ed ha migliorato il flusso coronarico in esseri umani con la malattia vascolare attuale. Sulla base di questi studi positivi dell'essere umano e della pletora di ricerca animale, il melograno ha potuto essere più efficace nell'impedire l'aterosclerosi che nel trattamento.

PSA di stabilizzazione nei pazienti di carcinoma della prostata

Lo PSA (antigene specifico della prostata) è un enzima che è prodotto sia dalle cellule benigne che maligne della prostata. Mentre è comunemente usato nella diagnosi di carcinoma della prostata, l'analisi del sangue di PSA è inoltre estremamente importante nella misurazione dell'efficacia dei trattamenti di carcinoma della prostata.

Una volta che un uomo subisce la terapia del carcinoma della prostata, l'analisi del sangue di PSA può contribuire ad accertare di se tutto il cancro è stato rimosso (o distrutto). Nel migliore dei casi, i livelli di PSA dovrebbero essere a zero zero o vicino dopo la terapia. Tutta la lettura significativa di PSA dopo il trattamento indica la presenza di cancro residuo.

L'aggressività di carcinoma della prostata residuo può essere valutata misurando quanto lo PSA aumenta rapidamente dopo la terapia iniziale. Medici esaminano quanto ci vuole il livello di PSA “al doppio„ per calcolare le dimensioni della malattia rimanere del paziente.

Nel luglio 2006, i ricercatori del UCLA hanno riferito su 50 pazienti di carcinoma della prostata di cui i livelli di PSA si sono raddoppiati in media di 15 mesi dopo le terapie convenzionali (quali chirurgia o radiazione).1 questo ha significato che la terapia convenzionale era venuto a mancare in questi pazienti e che le cellule del tumore della prostata rapidamente stavano propagando nei loro corpi.

Come trattamento sperimentale, il succo del melograno è stato dato ogni giorno ed i risultati erano niente sbalordire di a corto di. Questo studio ha trovato che 80% degli uomini che ricevono il melograno ha ridotto l'aumento di PSA di velocità ed ha esteso lo PSA “tempi di raddoppiamento„ fuori fino una media di 54 mesi!

Cioè prima che questi pazienti di carcinoma della prostata cominciassero a prendere il melograno, il loro livello di PSA si è raddoppiato durante soltanto 1,25 anni, indicanti la progressione relativamente rapida della loro malattia. Dopo che l'ingestione del melograno ha cominciato, ha preso più lungamente 4,5 anni o 3,6 volte affinchè il loro PSA si raddoppi ancora. Sulla base di queste letture di PSA, gli uomini che ricevono il melograno hanno ritardato significativamente la progressione della loro malattia.

Per più ulteriormente convalidare gli effetti anticancro del melograno, gli scienziati del UCLA hanno preso il sangue da questi partecipanti di studio entrambi prima e dopo l'ingestione del melograno ha cominciato. Poi hanno amministrato il sangue preso da questi pazienti alle cellule di carcinoma della prostata in una capsula di Petri. Il sangue preso dopo che il melograno è stato ingerito ha causato una diminuzione di 12% nella proliferazione delle cellule di carcinoma della prostata ed in un aumento di 17% in apoptosi (morte della cellula tumorale) confrontati al pre-melograno ha ingerito il sangue. Questi risultati della coltura cellulare, accoppiati con la rappresentazione clinica di dati che ha preso a 3,6 volte più lungamente per i livelli di PSA al doppio, forniscono una chiara immagine degli effetti del melograno contro carcinoma della prostata.

I ricercatori del UCLA che hanno intrapreso questi studi dove così emozionante hanno dichiarato che uomini più anziani che sono stati curati per carcinoma della prostata possono potere sopravvivere il loro cancro richiedendo a succo del melograno ogni giorno. I ricercatori hanno aggiunto che il melograno potrebbe permettere agli uomini di invecchiamento di ritardare o evitare l'esigenza delle droghe di didascalia dell'ormone e della chemioterapia, di cui tutt'e due hanno gli effetti collaterali nocivi ed efficacia limitata.

Questo studio del UCLA è stato pubblicato nella ricerca sul cancro clinica del giornale prestigioso ed ha ricevuto una buona quantità di attenzione di media. I risultati, tuttavia, non sono completamente sorprendenti. Negli studi sugli animali precedenti facendo uso delle linee cellulari umane trapiantate del carcinoma della prostata, la somministrazione orale del melograno ha provocato la riduzione della secrezione dello PSA, corrispondente all'inibizione significativa di crescita del tumore e di induzione degli apoptosi (morte di cellula tumorale).

Lo PSA stesso può promuovere il carcinoma della prostata

Lo PSA è considerare come un indicatore del sangue dei problemi possibili della prostata quali l'ingrandimento benigno della prostata (BPH), l'infiammazione della prostata, o il carcinoma della prostata.

La prova emergente rivela che lo PSA stesso può svolgere un ruolo importante nello sviluppo e nella progressione di carcinoma della prostata. Come enzima didegradazione, lo PSA funziona per abbattere le barriere che tengono le cellule di carcinoma della prostata sotto controllo. L'eccesso PSA può digerire la matrice della proteina che circonda le cellule, così potenzialmente accelerando l'invasione e la metastasi (diffusione) delle cellule di carcinoma della prostata.

Sulla base dei risultati recentemente scoperti circa i pericoli potenziali dello PSA elevato, gli uomini con e senza carcinoma della prostata dovrebbero cercare di tenere i livelli di PSA il più basso possibile.20-22 questo fa la scoperta della capacità del melograno di rallentare il tempo di raddoppiamento di PSA un'innovazione potenziale sia nella prevenzione che nel trattamento di carcinoma della prostata.

Statistiche vacillante su carcinoma della prostata

La prova di autopsia indica che le cellule di carcinoma della prostata sono evidenti in fino a 34% degli uomini invecchiati 40-49 e fino a 70% degli uomini invecchiati 80 e più vecchio.La 23,24 maggior parte dei uomini, tuttavia, non diventano mai la malattia clinicamente diagnosticata, indicante la presenza di meccanismi di controllo che tengono le colonie delle cellule di carcinoma della prostata piccole e controllate così. Sembrerebbe che gli aiuti del melograno facilitassero questi meccanismi di controllo in un modo che potrebbe provocare i rischi e le ricorrenze di carcinoma della prostata riduttori.

La ricerca dall'università di Wisconsin ha mostrato quella che tratta le cellule di carcinoma della prostata con i ricevitori dell'androgeno in diminuzione l'estratto del melograno e l'espressione di PSA.25,26 quando le cellule di carcinoma della prostata in cui incubato con le concentrazioni basse di estratto del melograno, un'inibizione relativa alla dose di crescita delle cellule sono state osservate. Quando le cellule di carcinoma della prostata umane sono state iniettate nei topi, alimentare agli animali l'estratto del melograno ha ritardato l'aspetto dei tumori. La crescita del tumore è stata inibita significativamente e la sopravvivenza è stata prolungata in risposta all'alimentazione del melograno.

Per gli esseri umani invecchianti, l'ingestione quotidiana del melograno sarebbe un'aggiunta prudente ad uno stile di vita di riduzione di rischio di cancro.

Impedimento del cancro al seno

La maggior parte dei medici non sanno che ci sono similarità fra il seno e le cellule di carcinoma della prostata. Le cellule di cancro al seno, per esempio, secernono le piccole quantità di PSA (antigene prostatico specifico). Per le donne, l'antigene “prostatico specifico„ (PSA) è realmente un antigene “seno-specifico„. Gli uomini di cui le madri hanno avute cancro al seno sono ad un elevato rischio di sviluppare il carcinoma della prostata stessi.27

Sulla base di questi fatti, non è sorprendente imparare che il melograno può ridurre il rischio di cancro al seno. A differenza di aterosclerosi e di carcinoma della prostata, gli studi umani su cancro al seno ancora stanno mancando di, ma i dati attuali sono coercitivi.

Parecchi studi in vitro indicano che il melograno esercita gli effetti antitumorali contro le linee cellulari umane del cancro al seno.28-31 il melograno è stato indicato per inibire la proliferazione delle cellule di cancro al seno, per inibire l'invasione di queste cellule tumorali attraverso una matrice della membrana e per indurre gli apoptosi (distruzione delle cellule).

In una coltura cellulare dell'organo della ghiandola mammaria, il melograno ha causato un'inibizione di 47% di formazione mammaria del cancro in risposta ad un agente cancerogeno conosciuto (DMBA).28

Nel studiare questi meccanismi del cancro del anti-seno, gli scienziati hanno trovato che il melograno giù-ha regolato forte l'espressione del fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF). I tumori del seno dipendono altamente da VEGF promuovere la nuova crescita del vaso sanguigno per alimentare le loro cellule rapidamente di proliferazione. Il potenziale anti-angiogenico del melograno, accoppiato con la sua capacità direttamente di indurre gli apoptosi, gli incita un agente affascinante per provare negli studi clinici del cancro al seno.

Se il melograno è efficace nell'impedimento del cancro al seno non è particolarmente pertinente, poiché l'attacco di cuore ed il colpo sono di gran lunga le cause della morte principali in donne. Cioè in base agli effetti che benefici multipli questa frutta ha indicato nella protezione del sistema arterioso, maturante le donne dovrebbe studiare la possibilità di incorporare il melograno nel loro programma quotidiano.

Disfunzione erettile ed aterosclerosi

Che cosa ha usato per essere una teoria ora si è trasformata in in un fatto stabilito. Nell'invecchiare gli uomini presenti con disfunzione erettile, è spesso un sintomo di aterosclerosi sistemica, compreso la coronaropatia. La ragione per questa correlazione è che la disfunzione erettile è causata spesso dallo stringimento o il bloccaggio di sangue attraversa le arterie del pene.

Per valutare gli effetti degli agenti naturali nel combattimento della disfunzione erettile, gli scienziati hanno intrapreso gli studi per valutare l'effetto di vari succhi di frutta, di vino rosso e di tè verde sul flusso sanguigno delle arterie del pene in conigli. Il succo del melograno ha dimostrato il più alto radicale libero che sopprime la capacità (attività diminuente del radicale libero da 71%) di tutto l'agente provato.32

In questo studio del coniglio, l'ingestione a lungo termine del melograno ha aumentato il flusso sanguigno del pene ed ha migliorato la risposta erettile a stimolazione. Ulteriore laboratorio analizza ha mostrato le diminuzioni significative nell'ossidazione di LDL e le riduzioni di altri parametri connessi con aterosclerosi e disfunzione erettile successiva.

Gli uomini di invecchiamento spendono le centinaia di milioni di dollari l'annualmente sulle droghe che temporaneamente invertono la disfunzione erettile. Queste droghe funzionano acutamente per aumentare il flusso sanguigno al pene. Tutto l'uomo che prende queste droghe (come Viagra®) dovrebbe anche essere su un programma globale puntato su invertendo la causa fondamentale dell'impotenza, cioè aterosclerosi del pene. Il melograno sembrerebbe essere una componente critica di una strategia per migliorare il flusso sanguigno in tutto il corpo.

Che cosa produce il melograno così speciale?

I numerosi studi indicano che il melograno è l'antiossidante più potente della natura.33-38 l'effetto notevole del melograno contro i vari disordini umani, tuttavia, fa una domanda se ci sono più a questa frutta che appena il suo radicale libero che sopprime gli effetti.

Una risposta a questo problema può trovarsi nel fatto che il melograno è assorbito molto più efficientemente nella circolazione sanguigna di altri estratti di frutta. Uno studio ha mostrato un estratto del melograno per essere 95% assorbente, che è ben maggior di tutto l'estratto polifenolo-contenente della frutta di suo genere.39

Un'altra ragione per cui il melograno ha visualizzato tali risultati clinici incredibili è che contiene un gruppo unico del polifenolo chiamato punicalagins. Non solo i punicalagins visualizzano gli effetti antiossidanti potenti, ma inoltre interferiscono con i fattori di crescita stati necessari dalle cellule tumorali per propagarsi. Giù-regolando questi fattori di crescita patologici, i punicalagins sono stati indicati per indurre la distruzione (apoptosi) delle cellule tumorali comuni.40-42

Il melograno inoltre sopprime una citochina infiammatoria pericolosa chiamata interleukin-1 beta.43 mentre gli esseri umani invecchiano, gli aumenti in interleukin-1 beta provocano la distruzione in tessuti in tutto il corpo. Poichè leggerete dentro le edizioni imminenti della rivista del prolungamento della vita, il melograno è stato indicato per alleviare una miriade di disordini in relazione con infiammatoria. Come la maggior parte dei lettori già sanno, l'aterosclerosi ed il cancro possono essere causati ed esacerbati tramite infiammazione cronica.

Dove ottenere melograno

Il succo del melograno può ora essere trovato in alcuni supermercati ed appena circa ogni negozio bio.

Il primo reclamo che la maggior parte della gente ha circa il succo del melograno è il suo alto costo. Una ragione è la spesa per trasportare le bottiglie pesanti del succo che comprendono principalmente l'acqua. Un'altra preoccupazione espressa dalla gente cosciente di salute è, come tutti i succhi di frutta, succo del melograno è molto alta in zucchero.

Il contenuto calorico elevato delle bevande cariche di zucchero è una preoccupazione per chiunque che cerca di mantenere un peso corporeo sano. L'aggiunta delle calorie extra inoltre accelera i vari processi di invecchiamento, che negherebbero alcuni degli effetti benefici dei polifenoli contenuti naturalmente in melograno.

Le buone notizie sono che i metodi privati dell'estrazione sono stati messi a punto per permettere ai consumatori di ottenere i costituenti attivi del melograno senza dovere ingerire le calorie dello zucchero o pagare i prezzi elevati fatti pagare i succhi del melograno.

Riferimenti

1. Pantuck AJ, Leppert JT, Zomorodian N, et al. terapia del Cancro: Studio clinico di fase II del succo del melograno per gli uomini con l'antigene prostatico specifico aumentante dopo chirurgia o radiazione per carcinoma della prostata. Ricerca del Cancro di Clin. 1° luglio 2006; 12(13): 4018-26.

2. Albrecht m., Jiang W, Kumi-Diaka J, et al. gli estratti del melograno potente sopprime la proliferazione, la crescita dello xenotrapianto e l'invasione delle cellule di carcinoma della prostata umane. J Med Food. Caduta 2004; 7(3): 274-83.

3. Aviram m., Rosenblat m., Gaitini D, et al. consumo del succo del melograno per 3 anni dai pazienti con stenosi dell'arteria carotica riduce lo spessore di intima-media di carotide comune, la pressione sanguigna e l'ossidazione di LDL. Clin Nutr. 2004 giugno; 23(3): 423-33.

4. Rothwell PM. L'interrelazione fra il carotide, femorale e la coronaropatia. Cuore J. 2001 di EUR gennaio; 22(1): 11-4.

5. Kallikazaros I, Tsioufis C, Sideris S, et al. malattia dell'arteria carotica come indicatore per la presenza di coronaropatia severa in pazienti valutata per dolore toracico. Colpo. 1999 (30):1002-7.

6. Disponibile a: http://www.cdc.gov/nchs/fastats/lcod.htm. Il 1 settembre raggiunto, 2006.

7. MD di Sumner, Elliott-Eller m., Weidner G, et al. effetti del consumo del succo del melograno su aspersione del miocardio in pazienti con la coronaropatia. J Cardiol. 15 settembre 2005; 96(6): 810-4.

8. Rosenblat m., Volkova N, Coleman R, et al. amministrazione del sottoprodotto del melograno ai topi e-carenti dell'apolipoproteina attenua lo sviluppo di aterosclerosi come conseguenza dello sforzo ossidativo in diminuzione del macrofago e dell'assorbimento cellulare riduttore della lipoproteina a bassa densità ossidata. Alimento chim. di J Agric. 8 marzo 2006; 54(5): 1928-35.

9. Aviram m., Dornfeld L, Kaplan m., et al. flavonoidi del succo del melograno inibisce l'ossidazione e le malattie cardiovascolari della lipoproteina a bassa densità: studi in topi aterosclerotici ed in esseri umani. Ricerca di Exp Clin delle droghe. 2002 28(2-3):49-62.

10. Kaplan m., Hayek T, Raz A, et al. il completamento del succo del melograno ai topi aterosclerotici riduce la perossidazione lipidica del macrofago, l'accumulazione cellulare del colesterolo e lo sviluppo di aterosclerosi. J Nutr. 2001 agosto; 131(8): 2082-9.

11. Il TH di Huang, Peng il G, Kota BP, et al. fiore del melograno migliora il metabolismo dei lipidi cardiaco in un modello diabetico del ratto: ruolo di abbassamento dei lipidi di circolazione. Br J Pharmacol. 2005 luglio; 145(6): 767-74.

12. Fuhrman B, Volkova N, succo di Aviram M. Pomegranate inibisce la biosintesi ossidata di assorbimento e del colesterolo di LDL in macrofagi. Biochimica di J Nutr. 2005 settembre; 16(9): 570-6.

13. Ignarro LJ, Byrns CON RIFERIMENTO A, Sumi D, et al. succo del melograno protegge l'ossido di azoto dalla distruzione ossidativa e migliora le azioni biologiche di ossido di azoto. Ossido di azoto. 2006 settembre; 15(2): 93-102.

14. de Nigris F, Williams-Ignarro S, Botti C, et al. succo del melograno riduce il downregulation ossidato della lipoproteina a bassa densità della sintasi endoteliale dell'ossido di azoto in cellule endoteliali coronarie umane. Ossido di azoto. 11 gennaio 2006; [Epub davanti alla stampa].

15. de Nigris F, Williams-Ignarro S, Lerman LO, et al. effetti benefici del succo del melograno ai sui geni ossidazione sensibili ed attività endoteliale della sintasi dell'ossido di azoto ai siti della resistenza di taglio perturbata. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 29 marzo 2005; 102(13): 4896-901.

16. Braga LC, Shupp JW, Cummings C, et al. l'estratto del melograno inibisce la crescita di staphylococcus aureus e la produzione successiva dell'enterotossina. J Ethnopharmacol. 4 gennaio 2005; 96 (1-2): 335-9.

17. Hidaka m., Okumura m., Fujita K, et al. effetti del succo del melograno sul citocromo umano p450 3A (CYP3A) e farmacocinesi della carbamazepina in ratti. Droga Metab Dispos. 2005 maggio; 33(5): 644-8.

18. Aviram m., consumo del succo di Dornfeld L. Pomegranate inibisce l'attività dell'enzima di conversione dell'angiotensina del siero e riduce la pressione sanguigna sistolica. Aterosclerosi. 2001 settembre; 158(1): 195-8.

19. Aviram m., Dornfeld L, Rosenblat m., et al. consumo del succo del melograno riduce lo sforzo ossidativo, le modifiche atherogenic a LDL e l'aggregazione della piastrina: studi in esseri umani e nei topi E-carenti dell'apolipoproteina aterosclerotica. J Clin Nutr. 2000 maggio; 71(5): 1062-76

20. Disponibile a: http://www.prostate cancer.org/education/preclin/StrumPogliano_EveryDocShouldKnow.html. Acceduto a: 1° settembre 2006.

21. Disponibile a: http://www.healthatoz.com/healthatoz/Atoz/dc/tp/tppsa.jsp. Acceduto a: 1° settembre 2006.

22. Disponibile a: http://www.prostatecancer.ca/english/prostate_owners_manual/living/testing/psa/. Acceduto a: 1° settembre 2006.

23. Cancro prostatico di Holund B. Latent in serie consecutiva di autopsia. Scand J Urol Nephrol. 1980 14(1):29-35.

24. Sakr WA, GP di Haas, BF di Cassin, et al. La frequenza di carcinoma e neoplasia intraepiteliale della prostata in giovani pazienti maschii. J Urol. 1993 agosto; 150 (2 pinte 1): 379-85.

25. Malik A, prevenzione del cancro di Mukhtar H. Prostate attraverso la frutta del melograno. Ciclo cellulare. 2006 febbraio; 5(4): 371-3. [Epub 2006 15 febbraio].

26. Succo di frutta di Malik A, di Afaq F, di Sarfaraz S, et al. del melograno per il chemoprevention e chemioterapia di carcinoma della prostata. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 11 ottobre 2005; 102(41): 14813-8.

27. Tulinius H, Egilsson V, Olafsdottir GH, et al. rischio di prostata, ovarici e cancro dell'endometrio fra i parenti delle donne con cancro al seno. BMJ. 10 ottobre 1992; 305(6858): 855-7.

28. ND di Kim, Mehta R, Yu W, et al. Chemopreventive e potenziale terapeutico ausiliario del melograno (punica granatum) per cancro al seno umano. Ossequio di ricerca del cancro al seno. 2002 febbraio; 71(3): 203-17.

29. Attività di Jeune mA, di Kumi-Diaka J, di Brown J. Anticancer degli estratti del melograno e genisteina in cellule di cancro al seno umane. Angiogenesi. 2003 6(2):121-8.

30. Mehta R, PE di Lansky. Proprietà chemopreventive del cancro al seno degli estratti di frutta del melograno (punica granatum) in una cultura di organo mammaria del topo. Cancro Prev di EUR J. 2004 agosto; 13(4): 345-8.

31. Toi m., Bando H, Ramachandran C, et al. preliminare studia sul potenziale anti-angiogenico delle frazioni del melograno in vitro e in vivo. Angiogenesi. 2003 6(2):121-8.

32. Azadzoi chilometro, Schulman Marina militare, Aviram m., et al. sforzo ossidativo nella disfunzione erettile arteriogenic: ruolo profilattico degli antiossidanti. J Urol. 2005 luglio; 174(1): 386-93.

33. Rosenblat m., Hayek T, effetti di Aviram M. Anti-oxidative del consumo del succo del melograno (PJ) dai pazienti diabetici sul siero e sui macrofagi. Aterosclerosi. 2006 agosto; 187(2): 363-71.

34. Chidambara Murthy KN, Jayaprakasha GK, Singh RP. Gli studi su attività antiossidante dell'estratto della buccia del melograno (punica granatum) facendo uso di in vivo modella. Alimento chim. di J Agric. 14 agosto 2002; 50(17): 4791-5.

35. Gil MI, Tomas-Barberan FA, Hess-Pierce B, et al. attività antiossidante del succo del melograno e la sua relazione con composizione e l'elaborazione fenoliche. J. Agric. Alimento chim. Alimento chim. di J Agric. 2000 ottobre; 48(10): 4581-9 [punicalagin identificato come l'antiossidante principale in succo del melograno].

36. Thompson H, Heimendinger J, Gillete C, et al. in vivo indagine sui cambiamenti in biomarcatori di indotto da stress ossidativo dai ricchi dell'alimento vegetale è a dieta. J. Agric. Alimento chim. 2005 (53):6126-32.

37. Xu J, Guo CJ, Yang JJ, et al. intervento della funzione di sistema antiossidante dei ratti invecchiati dando i succhi di frutta con differenti capacità antiossidanti. Zhonghua Yu Fang Yi Xue Za Zhi. 2005 marzo; 39(2): 80-3.

38. Kaur G, Jabbar Z, Athar m., et al. l'estratto del fiore della punica granatum (melograno) possiede l'attività antiossidante potente ed abroga l'epatotossicità indotta Fe-NTA in topi. Alimento Chem Toxicol. 2006 luglio; 44(7): 984-93.

39. Cerda B, Llorach R, Ceron JJ, et al. valutazione della biodisponibilità e metabolismo nel ratto di punicalagin, un polifenolo antiossidante dal succo del melograno. EUR J Nutr. 2003 gennaio; 42(1): 18-28 [primo rapporto su assorbimento di punicalagin].

40. Seeram NP, Adams LS, Henning MP, et al. le attività antiproliferative, apoptotiche ed antiossidanti in vitro di punicalagin, l'acido ellagico e un estratto totale del tannino del melograno sono migliorati congiuntamente ad altri polifenoli come constatato nel succo del melograno. Biochimica di J Nutr. 2005 giugno; 16(6): 360-7.

41. Il BB di Adams LS, di Seeram NP, di Aggarwal, et al. il succo del melograno, gli ellagitannini totali del melograno e il punicalagin sopprimono la segnalazione infiammatoria delle cellule in cellule di tumore del colon. Alimento chim. di J Agric. 8 febbraio 2006; 54(3): 980-5.

42. Khan N, Hadi N, Afaq F, et al. l'estratto della frutta del melograno inibisce le vie prosurvival in cellule umane di carcinoma del polmone A549 e la crescita del tumore in topi nudi athymic. Carcinogenesi. 18 agosto 2006; [Epub davanti alla stampa].

43. Ahmed S, Wang N, BB di Hafeez, et al. l'estratto della punica granatum L. inibisce l'espressione di IL-1beta-induced delle proteinasi metalliche della matrice inibendo l'attivazione delle chinasi della MAPPA e del N-F-kappaB nei chondrocytes umani in vitro. J Nutr. 2005 settembre; 135(9): 2096-102.