Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Vendita 2006 di LE Magazine Super
immagine

Vitamina K

La vitamina compresa male

Chieda a medici che vitamina K fa e la maggior parte vi diranno che sono compresi nel periodo di coagulazione di processo…!

Già del 1984, tuttavia, gli scienziati hanno riferito che i pazienti che hanno sofferto le fratture causate da osteoporosi hanno avuti livelli di vitamina K che erano comandi più basso di pari età di 70%.1 questi risultati è stato confermato negli studi successivi che mostrano la densità minerale ossea diminuita in presenza di bassi livelli di vitamina K del siero.2-4

La statistica più spaventosa ha indicato che le donne con i più bassi livelli ematici di vitamina K hanno avute un rischio maggior 65% di sofferenza della frattura dell'anca rispetto a quelle ai livelli elevati di vitamina K.5

Si potrebbe domandarsi perché la vitamina K ha così impatto potente su densità ossea. La risposta è abbastanza semplice. In modo che calcio da legare alla matrice dell'osso, una proteina chiamata osteocalcin è necessaria. Senza vitamina K adeguata, il osteocalcin non può trasportare il calcio dal sangue e collegarlo alle ossa.6

Decine di milioni di Americani ingeriscono i supplementi del calcio per ridurre il loro rischio di osteoporosi e di fratture. Questi studi di vitamina K, tuttavia, indicano che la gente potrebbe ancora soffrire gli effetti paralizzanti di osteoporosi se sono vitamina carente in K perché il calcio rimarrebbe nel loro sangue e non legherebbe per disossare.7

La domanda seguente è che cosa accade a calcio se non è preso per formare la massa dell'osso. Purtroppo, in uno stato carente in K della vitamina, il corpo prende il calcio che è destinato per formare le forti ossa ed invece lo deposita nella parete arteriosa, quindi contribuente al processo di aterosclerosi. Infatti, in risposta ad una carenza in K della vitamina, il corpo accumula naturalmente gli importi enormi di calcio nella parete arteriosa.8

Ciò spiega perché tanti individui di invecchiamento soffrono dalle arterie calcificate indurite, eppure ha ossa fragili che contrassegnato sono vuotate di calcio.

In un test clinico umano europeo enorme (lo studio di Rotterdam), medici hanno valutato un'assunzione di vitamina K di 4807 oggetti sugli anni 7-10. Dopo avere registrato per ottenere altri fattori di rischio, il rischio della coronaropatia è stato ridotto con assunzione aumentata della vitamina K2. Coloro che ha consumato la maggior parte della vitamina K2 hanno avuti un rapporto di riproduzione di 57% della malattia cardiaca confrontata a coloro che ha consumato il meno K2.9

Che cosa ha scienziati più emozionanti è che la vitamina K2 sta rivelandosi essere superiore a K1. Gli entusiasti di salute saranno soddisfatti di imparare che una nuova forma biologicamente attiva di vitamina K2 si sia aggiunta alle formule di supplemento usate oggi dalla maggior parte dei membri di fondamento.

La vitamina K1 è ottenuta in dieta soprattutto dagli ortaggi freschi scuri (lattuga, spinaci e broccoli). Purtroppo, la vitamina K1 è limitata strettamente alla clorofilla in piante verdi, significanti che gli esseri umani invecchianti non possono trarre giovamento molto dalle piante ingerite di K1-containing.10 mentre la vitamina K1 non è assorbita particolarmente bene da alimento, è assorbito dai supplementi, a condizione che i supplementi sono presi con i pasti contenenti grassi.11-13

La vitamina K2 è trovata in quantità molto più piccola nella dieta, soprattutto in prodotti lattier-caseario. Il più ad alto livello di K2 dietetico è natto fermentato della soia.14 studi umani indicano che la vitamina K2 è assorbita fino a dieci volte più di K1.15 popoli giapponesi consumano un gran quantità di natto, che può contribuire a spiegare i loro tassi più bassi di malattia cardiaca e di osteoporosi confrontate alle popolazioni occidentali.

Non solo è K2 assorbente meglio, ma rimane biologicamente attivo nel corpo molto più di K1. Per esempio, K1 rapidamente è eliminato dal fegato in 8 ore, mentre i livelli misurabili di K2 sono stati individuati 72 ore dopo ingestione. Ciò significa che la vitamina K2 è disponibile a facilita il trasporto di calcio nell'osso e proteggere molto più lungamente la parete arteriosa dalla calcificazione di K1.15

La vitamina K impedisce l'aterosclerosi

In conigli con i livelli ricchi in colesterolo, colesterolo di circolazione in diminuzione K2 supplementare della vitamina, soppresso la progressione di placca aterosclerotica ed impedito l'ispessimento del rivestimento arterioso interno (intima).16

In un modello del ratto, la vitamina supplementare K2 completamente ha impedito la calcificazione, mentre la vitamina K1 ha avuta scarso effetto.17

In uno studio di 188 donne postmenopausali, un gruppo conosciuto per essere ad ad alto rischio per decadimento rapido della struttura arteriosa, un supplemento che contiene soltanto 1 mg di vitamina K1 o di placebo sono stati amministrati su un periodo triennale. Nel gruppo di vitamina K, l'irrigidimento arterioso relativo all'età (come misurato da spessore carotico di intima-media) completamente si è abolito, mentre il gruppo del placebo (che non riceve la vitamina K) ha avvertito 13% un peggioramento dell'elasticità arteriosa durante il periodo di studio.18 (noti per favore che una certa vitamina K1 è convertita in K2 nell'intestino).

Come la vitamina K protegge le arterie dalla calcificazione

La vitamina K controlla le proteine diregolamento che sono presenti in tessuto vascolare. Queste proteine K-dipendenti della vitamina (proteina compresa della matrice e di osteocalcin G1a) sono state indicate specificamente per inibire la calcificazione vascolare, cioè tengono il calcio dalle arterie.19-24

L'attivazione di queste proteine diregolamento dipende dalla disponibilità della vitamina K. Quando non c' è abbastanza vitamina K per accendere queste proteine, il risultato è il deposito di calcio in placca aterosclerotica, così peggiorando il rischio della malattia cardiovascolare e conducendo ad una circostanza a che il pubblico di disposizione a volte si riferisce come “indurimento delle arterie.„ Ciò contribuisce a spiegare perché i pazienti che prendono le droghe dell'anticoagulante (come Coumadin®) che vuotano la vitamina K nel corpo soffrono da aterosclerosi accelerata.25,26

La prova aumentante indica che lo stesso processo della calcificazione in questione nella formazione normale dell'osso inoltre si presenta nei rivestimenti delle arterie quando non c' è abbastanza vitamina K disponibile attivare le proteine diregolamento (quali la proteina della matrice G1a, un inibitore potente di calcificazione arteriosa). Ciò significa che lo stesso meccanismo biologico usato dall'osso per attirare e dal calcio di legatura può anche accadere patologico nei rivestimenti delle arterie in presenza della vitamina insufficiente il K.8 che questo spiegano perché i pazienti con aterosclerosi avanzata sia hanno occluso che arterie (indurite) calcificate che hanno perso la loro elasticità giovanile. L'incapacità delle arterie di espandersi prontamente e del contratto con ogni battito cardiaco è un marchio di garanzia caratteristico di ipertensione.

Nella maggior parte dei individui, la vitamina K dalle fonti dietetiche soddisfa l'esigenza di coagulazione adeguata. Mentre la gente invecchia, tuttavia, una carenza in K infraclinica della vitamina può comportare i rischi severi al sistema vascolare.

Assunzione della vitamina K2 connessa con la malattia arteriosa riduttrice

Nello studio umano più significativo fin qui, un grande gruppo di persone senza la storia della malattia cardiaca è stato seguito dal 1990-1993 fino all'anno 2000. L'incidenza della coronaropatia, tutta causa la mortalità e l'aterosclerosi aortica severa è stata studiata nella relazione alla quantità di vitamina K1 e/o K2 ingeriti durante il periodo di studio.

Può essere visto chiaramente dalla tavola qui sopra, coloro che ha consumato la maggior parte della vitamina K2 hanno mostrato le riduzioni significative di malattia, confrontate a coloro che ha ingerito il meno K2.

In questo studio, l'assunzione della vitamina K1 dalle fonti dietetiche non è stata collegata con queste riduzioni di rischio, probabilmente dovuto la biodisponibilità difficile di K1 dagli alimenti vegetali. Nelle loro osservazioni di conclusione, gli scienziati che hanno condotto questo studio hanno dichiarato che l'assunzione adeguata della vitamina K2 potrebbe contribuire alla prevenzione della malattia cardiaca dell'arteria coronaria.9

EFFETTI DI PIÙ ALTA INGESTIONE DELLA VITAMINA K

Riduzione della mortalità per tutte le cause

Riduzione della coronaropatia

Riduzione dell'aterosclerosi aortica severa

26%

57%

68%

Vitamina K e prevenzione di frattura

Un esame sistemico è stato fatto di tutte le prove controllate randomizzate che hanno dato supplementi la vitamina K1 degli adulti o K2 per almeno sei mesi. Complessivamente 13 prove sono state identificate con i dati su perdita dell'osso e su 7 prove che hanno riferito le incidenze di frattura.

Tutte queste prove umane eccetto una hanno indicato che la vitamina supplementare K1 o K2 ha ridotto la perdita di massa dell'osso. La vitamina K2 in particolare è stata associata con densità minerale ossea aumentata.

In tutte e 7 le prove per valutare il rischio di frattura, la vitamina K2 ha provato più efficace, riducendo il rischio di fratture vertebrali di 60%, di fratture dell'anca da 77% e di riduzione sbalordente per tutte le fratture non vertebrali di 81%.27

Per quelli che prendono i supplementi di vitamina D e del calcio per impedire l'osteoporosi, l'assunzione adeguata di vitamina K è essenziale alle proteine d'attivazione che legano il calcio all'osso. In presenza di stato insufficiente di vitamina K, il calcio che sarebbe usato per mantenere le forti ossa invece è depositato nella parete arteriosa in cui accelera il processo di aterosclerosi.

Riassunto

Da quando la vitamina K è stata scoperta nel 1930, è stato pensato soltanto per contribuire al mantenimento del fegato di coagulazione del sangue sana. In questi ultimi 15 anni, gli scienziati hanno trovato che la vitamina K svolge un ruolo cruciale nella salute dell'osso ed arteriosa.

Gli studi recenti indicano che quell'assunzione di vitamina K che è sostanzialmente sopra il campo di riferimento raccomandato del governo può rallentare la perdita dell'osso, ridurre l'irrigidimento arterioso, impedire l'attacco di cuore e ridurre i tassi di mortalità in popolazioni umane adulte.28-31

Riferimenti

1. Hart JP, Catterall A, RA di Dodds, et al. livelli di circolazione della vitamina K1 in collo fratturato del femore. Lancetta. 4 agosto 1984; 2(8397): 283.

2. Hart JP, tagliatrice MJ, Klenerman L, et al. rilevazione elettrochimica dei livelli di circolazione depressi di vitamina K1 nell'osteoporosi. J Clin Endocrinol Metab. 1985 giugno; 60(6): 1268-9.

3. Hodges SJ, Pilkington MJ, bollo TC, et al. livelli depressi di menaquinones di circolazione in pazienti con le fratture osteoporotiche della spina dorsale e collo femorale. Osso. 1991;12(6):387-9.

4. Hodges SJ, Akesson K, Vergnaud P, et al. i livelli di circolazione di vitamine K1 e K2 sono diminuito in donne anziane con la frattura dell'anca. Minatore Res dell'osso di J. 1993 ottobre; 8(10): 1241-5.

5. La cabina SL, Tucker chilolitro, Chen H, et al. assunzioni dietetiche di vitamina K è associata con la frattura dell'anca ma non con densità minerale ossea in uomini ed in donne anziani. J Clin Nutr. 2000 maggio; 71(5): 1201-8.

6. Sugiyama T, Kawai S. la Carboxylation del osteocalcin può essere collegato con qualità dell'osso: un meccanismo possibile della prevenzione di frattura dalla vitamina K.J Bone Miner Metab. 2001;19(3):146-9.

7. Bolton-Smith C, PA della talpa, McMurdo SI È INCONTRATO, et al. studio biennale di intervento con il phyloquinone (vitamina K1), vitamina D e calcio: effetto sul tenore di minerale dell'osso. Ann Nutr Metab. 2001 45 (supplemento. 1):246.

8. PE di Schurgers LJ, di Dissel, HM di Spronk, et al. ruolo della vitamina K e proteine K-dipendenti della vitamina nella calcificazione vascolare. Z Kardiol. 2001; 90 3:57 del supplemento - 63.

9. Geleijnse JM, Vermeer C, Grobbee DE, et al. ingestione dietetica del menaquinone è associato con un rischio riduttore di coronaropatia: lo studio di Rotterdam. J Nutr. 2004 novembre; 134(11): 3100-5.

10. Geleijnse JM, Vermeer C, Schurgers LJ, et al. associazione inversa dell'assunzione dietetica di vitaman K-2 con gli eventi cardiaci ed aterosclerosi aortica: Lo studio di Rotterdam. Thromb Haemost. 2001 (supplemento luglio): P473.

11. Garber AK, Binkley NC, CC di Krueger, Suttie JW. Confronto di biodisponibilità del fillochinone dalle fonti dell'alimento o un supplemento nei soggetti umani. J Nutr 1999; 129:1201-3.

12. Gijsbers BL, Jie KS, Vermeer C. Effect della composizione degli alimenti su assorbimento di vitamina K in volontari umani. Br J Nutr. 1996 agosto; 76(2): 223-9.

13. Cabina SL, Lichtenstein AH, Dallal GE. L'assorbimento del fillochinone da olio fillochinone-fortificato è maggior di da una verdura in più giovani ed uomini più anziani ed in donne. J Nutr. 2002 settembre; 132(9): 2609-12.

14. Ikeda Y, Iki m., Morita A, et al. assunzione della soia fermentata, natto, è associato con perdita riduttrice dell'osso in donne postmenopausali: Studio basato sulla popolazione giapponese di osteoporosi (JPOS). J Nutr. 2006 maggio; 136(5): 1323-8.

15. Vitamina naturale K2 come Menaquinone-7. Monografia aprile 2006

16. Kawashima H, Nakajima Y, Matubara Y, et al. effetti della vitamina K2 (menatetrenone) su aterosclerosi e coagulazione del sangue in conigli ipercolesterolemici. Jpn J Pharmacol. 1997 ottobre; 75(2): 135-43.

17. Il HM di Spronk, le SEDERE di Soute, Schurgers LJ, et al. utilizzazione Tessuto-specifica di menaquinone-4 provoca la prevenzione della calcificazione arteriosa in ratti warfarin-trattati. Ricerca di J Vasc. 2003 novembre-dicembre; 40(6): 531-7.

18. Braam LAJLM. Tesi, ISBN 90-5681-145-2, 2002 di Maastricht.

19. Vermeer C, Braam L. Role delle vitamine di K nel regolamento di calcificazione del tessuto. Minatore Metab dell'osso di J. 2001;19(4):201-6.

20. Tagliatrice MJ, Bach A, Kohlmeier M. Chemistry, fonti nutrizionali, distribuzione tissutale e metabolismo di vitamina K con particolare riferimento a salute dell'osso. J Nutr. 1996 aprile; 126 (4 supplementi): 1181S-1186S.

21. Tagliatrice MJ. Vitamina K. Lancet. 28 gennaio 1995; 345(8944): 229-34.

22. Vermeer C, Jie KS, Knapen MH. Ruolo della vitamina K nel metabolismo dell'osso. Annu Rev Nutr. 1995;15:1-22.

23. Suttie JW. Vitamina K e l'alimentazione umana. Dieta Assoc di J. 1992 maggio; 92(5): 585-90.

24. Proteine Gamma-carboxyglutamate-contenenti di Vermeer C. e la carbossilasi K-dipendente della vitamina. Biochimica J. 15 marzo 1990; 266(3): 625-36.

25. Schurgers LJ, Teunissen kJ, Knapen MH, et al. anticorpi conformazione-specifici novelli contro la proteina acida di gamma-carboxyglutamic della matrice (Gla): proteina undercarboxylated di Gla della matrice come indicatore per calcificazione vascolare. Arterioscler Thromb Vasc Biol. 2005 agosto; 25(8): 1629-33.

26. Schurgers LJ, Aebert H, Vermeer C, et al. trattamento orale dell'anticoagulante: amico o nemico nella malattia cardiovascolare? Sangue. 15 novembre 2004; 104(10): 3231-2.

27. Cockayne S, Adamson J, Lanham-nuova S, et al. vitamina K e la prevenzione delle fratture: rassegna e meta-analisi sistematiche delle prove controllate randomizzate. Med dell'interno dell'arco. 26 giugno 2006; 166(12): 1256-61.

28. Berkner chilolitro, chilowatt di Runge. La fisiologia del nutriture di vitamina K e la proteina K-dipendente della vitamina funzionano nell'aterosclerosi. J Thromb Haemost. 2004 dicembre; 2(12): 2118-32.

29. Shoji S. Vitamin K e calcificazione vascolare. Calcio di Clin. 2002 agosto; 12(8): 1123-8.

30. Cabina SL, Suttie JW. Ingestione dietetica ed adeguatezza della vitamina K.J Nutr. 1998 maggio; 128(5): 785-8.

31. Vitamina K di Askim M. nella dieta e nell'osteoporosi norvegesi. Tidsskr né Laegeforen. 20 settembre 2001; 121(22): 2614-6.