Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine gennaio 2007
immagine

Riempimento delle difese antiossidanti del corpo di invecchiamento

Da Laurie Barclay, MD

La capacità di Wolfberry di amplificare l'attività della ZOLLA può avvantaggiare il pancreas, l'organo producente insulina quel funziona male in diabete. Quando le cellule pancreatiche sono state esposte ad allossana (una droga che istiga il diabete generando i radicali del superossido), la loro attività protettiva della ZOLLA è diminuito drammaticamente. Aggiungendo i polisaccaridi wolfberry alle cellule pancreatiche sforzo-nocive ossidative ha contribuito a conservare l'attività essenziale della ZOLLA delle cellule, la protezione così di conferimento contro gli agenti offensivi che possono contribuire allo sviluppo del diabete.46

Gli effetti di Wolfberry nella neutralizzazione dello sforzo ossidativo possono offrire gli assegni complementari per la gestione del diabete. Gli scienziati hanno indotto il diabete e ricco in colesterolo in animali da esperimento esponendoli all'allossana. Dopo che gli oggetti sono stati trattati con succo o i polisaccaridi wolfberry per i 10 giorni, hanno dimostrato parecchi cambiamenti utili negli indicatori di ematochimica, compreso le riduzioni in glicemia, colesterolo totale del siero e trigliceridi ed hanno segnato gli aumenti in lipoproteina ad alta densità utile (HDL).47 in questo lo studio, i polisaccaridi wolfberry e gli aminoacidi hanno avuti il più grande effetto su glicemia, mentre i polisaccaridi e gli antiossidanti wolfberry hanno mostrato la maggior parte del beneficio sui lipidi del sangue.47 studi precedenti hanno indicato che i polisaccaridi wolfberry producono le riduzioni utili in lipoproteina a bassa densità potenzialmente pericolosa (LDL),48 e che i flavonoidi wolfberry aiutano la perossidazione lipidica di limite causata dai radicali dell'ossigeno.49 che questi studi suggeriscono che wolfberry fornisce una miriade di benefici protettivi contro gli agenti biochimici che istigano il diabete e contribuiscono ai suoi effetti offensivi nel corpo.

Per valutare se wolfberry migliora la prestazione e la fertilità sessuali maschii, gli scienziati cinesi hanno amministrato l'estratto wolfberry ai ratti maschii parzialmente castrati ed alle cellule testicolari del topo in laboratorio. Confrontato agli animali di controllo, i ratti maschii parzialmente castrati hanno trattato con più alta attività dimostrata wolfberry della ZOLLA, hanno migliorato la secrezione delle ormoni sessuali, peso testicolare aumentato e la quantità e qualità migliori dello sperma. Wolfberry ha amplificato la loro prestazione sessuale e funzione riproduttiva ed anche protetto il DNA delle cellule testicolari del topo contro danno ossidativo causato dal perossido di idrogeno, con le dosi elevate proporzionalmente più efficaci più in basso delle dosi.50 questi risultati sostengono la reputazione dei wolfberry come un afrodisiaco e la fertilità-facilitazione dell'agente, la fornitura della spiegazione razionale scientifica moderna per l'uso secolare dei wolfberry nella sterilità in carico e promuovendo la salute sessuale in maschi.

La capacità di Wolfberry di amplificare l'attività della ZOLLA può anche contribuire ad impedire i segni visibili di invecchiamento. In un modello della ricerca di invecchiamento della pelle, un estratto di wolfberry ed il bergamotto (melangolo) hanno aumentato significativamente sia l'attività della ZOLLA che il contenuto del collagene nella pelle. Questa stessa combinazione botanica inoltre ha promosso la crescita dei capelli.Altro 51 studio sugli oggetti di invecchiamento ha indicato che il trattamento con attività aumentata wolfberry della ZOLLA in globuli rossi mentre fanno diminuire i livelli di composti nocivi nella pelle.52 in cellule epiteliali umane, l'estratto wolfberry ha visualizzato le proprietà pelle-protettive importanti.53 questi studi indicano che gli estratti di wolfberry contribuiscono a pelle ed a capelli sani.

La scienza moderna conferma le indennità-malattia di Wolfberry

Gli studi scientifici hanno confermato che le offerte wolfberry una ricchezza di salute-miglioramento avvantaggia: promuovendo l'energia giovanile, conservando la visione, la salute d'ottimizzazione del cervello, la longevità aumentante e proteggere contro le circostanze si sono riferite allo sforzo ossidativo.

  • troppa gente soffre dai livelli energetici calanti mentre si sviluppano più vecchie. La nuova prova suggerisce che l'estratto wolfberry possa contribuire ad invecchiare gli adulti per ristabilire i livelli energetici giovanili. Quando i soggetti hanno consumato wolfberry, sono diventato altamente resistenti ad affaticamento e potevano resistere ad un maggior carico di esercizio. Quando gli oggetti sono stato affaticati, hanno recuperato molto più rapidamente. Gli scienziati hanno determinato che questa maggior resilienza è stata collegata con una capacità aumentata di immagazzinare il glicogeno (una forma di energia del glucosio) nei muscoli e nel fegato. Gli aiuti del glicogeno forniscono l'energia richiesta per l'esercizio e l'attività gravosa e sostiene l'eliminazione degli sprechi metabolici dopo l'esercizio. Wolfberry aiuta così il corpo a rifornirsi di combustibile per attività ad alta energia.54
  • Come fonte ricca delle sostanze nutrienti conosciute per sostenere la salute dell'occhio, wolfberry può offrire la protezione potente per la visione sana. La gente che cerca di mantenere funzione visiva sana con l'invecchiamento spesso del supplemento con zinco e gli altri minerali, carotenoidi e vitamina C, che sono trovate naturalmente nelle alte concentrazioni in wolfberry. Confrontato ad altri alimenti vegetali il pensiero per contribuire ad impedire la perdita relativa all'età della visione, wolfberry ha il più alta concentrazione della zeaxantina dietetica del carotenoide.55 con luteina, la zeaxantina si accumula nella macula, la regione della retina dell'occhio responsabile della visione dettagliata. La zeaxantina è creduta per proteggere da danno ossidativo causato tramite l'esposizione a luce ultravioletta. Questo photoexposure è un colpevole importante nella degenerazione maculare senile, una della maggior parte delle cause comuni di perdita irreversibile della visione con invecchiamento. Quando 14 volontari hanno consumato 15 grammi di quotidiano wolfberry per i 28 giorni, hanno dimostrato i livelli ematici più su drammaticamente aumentati di zeaxantina, la volta circa 2,5.56 scienziati ritengono che l'assunzione aumentata degli alimenti che contenente la zeaxantina possa essere efficace nell'impedire la degenerazione maculare senile. Wolfberry può essere una scelta ideale, poiché un'assunzione quotidiana modesta fornisce la zeaxantina bioavailable che contrassegnato aumenta i livelli della zeaxantina del plasma.
  • Oltre ai suoi benefici per il corpo, wolfberry può contribuire a tenere la mente giovane. In un modello della ricerca di invecchiamento conoscitivo, il trattamento con wolfberry è stato associato con abilità di apprendimento migliorata e la capacità di memoria migliore.52 Wolfberry possono anche proteggere dal morbo di Alzheimer, la maggior parte della causa comune di demenza difurto. Facendo uso di un modello del laboratorio di Alzheimer, gli scienziati hanno trovato che cellule cerebrali protette wolfberry dagli effetti nocivi di beta peptidi dell'amiloide, agenti offensivi che sono collegati alle mutazioni patologiche vedute nei cervelli dei pazienti di Alzheimer. Questi risultati suggeriscono che wolfberry può giudicare il valore nelle strategie preventive o terapeutiche per il morbo di Alzheimer.57
  • Le ricerche di laboratorio preliminari suggeriscono altre applicazioni dipromozione di wolfberry. Utilizzando un modello di invecchiamento, i ricercatori hanno trovato che wolfberry ha aumentato il tasso a cui le cellule hanno prodotto il DNA del materiale genetico, mentre prolungando la durata delle cellule. Gli agenti che prolungano le durate delle cellule potrebbero le applicazioni di ritrovamento giorno nelle portate d'allungamento di vita umana.58
  • La prova dal laboratorio e dagli studi clinici iniziali suggerisce un ruolo terapeutico potenziale per wolfberry nelle malattie d'impedimento ed in carico connesse con lo sforzo ossidativo. Dai giochi ossidativi di sforzo un ruolo in una vasta matrice delle malattie, questo suggerisce le domande possibili di wolfberry nella malattia cardiaca evitante, nell'artrite ed in altre malattie infiammatorie, alcuni tipi di cancri e invecchiamento prematuro, tra altri disordini.6,44

Conclusione

Gli scienziati e gli adulti di invecchiamento sempre più riconoscono quello che ottimizza le difese antiossidanti del corpo è critici alla malattia combattente e ad evitare gli effetti di invecchiamento biologico. Il superossido dismutasi (ZOLLA) è uno degli antiossidanti più potenti per infiammazione combattente, la malattia, il dolore e gli effetti di invecchiamento. Estiguendo il radicale pericoloso del superossido, la ZOLLA funziona al livello cellulare per prevenire danni to le proteine, il DNA ed i lipidi cruciali che sostengono le attività cellulari essenziali.

Le innovazioni nella scienza nutrizionale hanno condotto allo sviluppo delle forme oralmente ingerite e altamente bioavailable di ZOLLA. Combinando oralmente ZOLLA disponibile con le offerte wolfberry una strategia altamente efficace per amplificare i livelli ed attività della ZOLLA nel corpo. Questa combinazione novella protegge da dolore e da infiammazione, gli aiuti impediscono un ospite delle malattie degeneranti, dell'energia giovanile di restauri e della vitalità e promuove una durata lunga e sana.

Riferimenti

1. Yu BP, Chung HY. Meccanismi adattabili allo sforzo ossidativo durante l'invecchiamento. Sviluppatore invecchiante Mech. 2006 maggio; 127(5): 436-43.

2. Lishnevskaia VI. Il ruolo di ossidazione dei radicali liberi nel deterioramento di omeostasi haemovascular nell'invecchiamento. Adv Gerontol. 2004;13:52-7.

3. Congy F, Bonnefont-Rousselot D, Dever S, Delattre J, Emerit J. Study sullo sforzo ossidativo negli anziani. Med di Presse. 1995 1-8 luglio; 24(24): 1115-8.

4. Levin ED. Il superossido dismutasi extracellulare (EC-SOD) estigue i radicali liberi ed attenua il declino conoscitivo relativo all'età: opportunità per sviluppo novello della droga nell'invecchiamento. Ricerca di Curr Alzheimer. 2005 aprile; 2(2): 191-6.

5. Sampayo JN, ms della branchia, Lithgow GJ. Uso ossidativo di invecchiamento- e di sforzo del mimetics catalasi/del superossido dismutasi estendere durata della vita. Transazione di biochimica Soc. 2003 dicembre; 31 (pinta 6): 1305-7.

6. PM lordo, Zhang X, Zhang R. Wolfberry: La bontà della natura di nutrizione e di salute. Pubblicazione di Booksurge; 2006.

7. Li G, Yang J, Ren B, Wang Z. Effect del barbarum L del lycium sulla difesa dei radicali liberi dei topi causati da ipossia. Wei Sheng Yan Jiu. 2002 febbraio; 31(1): 30-1.

8. Radicali liberi di Barouki R. Ageing e sforzo cellulare. Med Sci (Parigi). 2006 marzo; 22(3): 266-72.

9. de Magalhaes JP, GM della chiesa. Le cellule scoprono il fuoco: uso le specie reattive dell'ossigeno in via di sviluppo e delle conseguenze per invecchiare. Exp Gerontol. 2006 gennaio; 41(1): 1-10.

10. Maier cm, Chan pH. Ruolo dei superossidi dismutasi nel danno ossidativo e nei disordini neurodegenerative. Neuroscenziato. 2002 agosto; 8(4): 323-4.

11. SG di Shin, Kim JY, Chung HY, Jeong JC. Zingerone come antiossidante contro peroxynitrite. Alimento chim. di J Agric. 21 settembre 2005; 53(19): 7617-22.

12. Disponibile a: http://pubs.acs.org/cgi-bin/abstract.cgi/achre4/1972/5/i10/f-pdf/f_ar50058a001.pdf?sessid=6006l3. 26 ottobre 2006 raggiunto.

13. Vouldoukis I, Conti m., Krauss P, et al. il completamento con l'estratto gliadina-combinato del superossido dismutasi della pianta promuove le difese antiossidanti e protegge dallo sforzo ossidativo. Ricerca di Phytother. 2004 dicembre; 18(12): 957-62.

14. Proprietà antinfiammatorio di Vouldoukis I, di Lacan D, di Kamate C, et al. antiossidante e di un cucumis melo LC. ricchi dell'estratto nell'attività del superossido dismutasi. J Ethnopharmacol. 2004 settembre; 94(1): 67-75.

15. Okada F, Shionoya H, Kobayashi m., et al. prevenzione di acquisizione infiammazione-mediata delle proprietà metastatiche delle cellule benigne di fibrosarcoma del topo tramite la somministrazione di un superossido dismutasi oralmente disponibile. Cancro del Br J. 27 marzo 2006; 94(6): 854-62.

16. Lo studio Estensione-patrocinato vita #1. cambia nei livelli del siero di superossido dismutasi e di catalasi in esseri umani dopo il completamento dietetico di SODzyme™.

17. Gli effetti Estensione-patrocinati vita di studio #2. della somministrazione orale di SODzyme™ su dolore segna nei soggetti umani con l'artrite.

18. Chan FK. Iniettore: da ulcera indotta NSAID in carico cheequilibra i rischi gastrointestinali e cardiovascolari. Nat Clin Pract Gastroenterol Hepatol. 2006 ottobre; 3(10): 563-73.

19. Disponibile a: www.npicenter.com/anm/templates/newsATemp.aspx?articleid=12601&zoneid=24. 13 ottobre 2006 raggiunto.

20. Dennog C, Radermacher P, Barnett YA, stato di Speit G. Antioxidant in esseri umani dopo esposizione ad ossigeno iperbarico. Ricerca di Mutat. 16 luglio 1999; 428 (1-2): 83-89.

21. Muth cm, Glenz Y, Klaus m., et al. influenza di ZOLLA oralmente efficace su danno in relazione con l'ossigeno iperbarico delle cellule. Ricerca libera di Radic. 2004 settembre; 38(9): 927-32.

22. Petersen SV, Oury TD, Ostergaard L, et al. superossido dismutasi extracellulare (EC-SOD) lega per scrivere il collagene a macchina dei e protegge da frammentazione ossidativa. Biol chim. di J. 2 aprile 2004; 279(14): 13705-10.

23. Abou-Seif mA, Youssef aa. Valutazione di alcuni cambiamenti biochimici in pazienti diabetici. Acta di Clin Chim. 16 agosto 2004; 346(2): 161-70.

24. Cai Q, Shu XO, Wen W, et al. polimorfismo genetico nel gene del superossido dismutasi del manganese, assunzione antiossidante e rischio di cancro al seno: risultati dallo studio del cancro al seno di Shanghai. Ricerca del cancro al seno. 2004; 6(6): R647-55.

25. Ough m., Lewis A, Zhang Y, et al. inibizione di crescita delle cellule da sovraespressione del superossido dismutasi del manganese (MnSOD) nel carcinoma pancreatico umano. Ricerca libera di Radic. 2004 novembre; 38(11): 1223-33.

26. Sforzo di Manju V, di Balasubramanian V, di Nalini N. Oxidative e marcatori tumorali in malati di cancro cervicali. Biochimica Mol Biol Biophys di J. 2002 dicembre; 6(6): 387-90.

27. CL di Fattman, Schaefer LM, Oury TD. Superossido dismutasi extracellulare nella biologia e nella medicina. Med libero di biol di Radic. 1° agosto 2003; 35(3): 236-56.

28. Morrow JD. Quantificazione dei isoprostanes come indici dello sforzo dell'ossidante ed il rischio di aterosclerosi in esseri umani. Arterioscler Thromb Vasc Biol. 2005 febbraio; 25(2): 279-86.

29. Fukai T, Folz RJ, Landmesser U, DG di Harrison. Superossido dismutasi e malattia cardiovascolare extracellulari. Ricerca di Cardiovasc. 1° agosto 2002; 55(2): 239-49.

30. Zawadzka-Bartczak E. Activities degli enzimi antiossidanti del globulo rosso (ZOLLA, GPx) e capacità antiossidante totale del siero (TAS) in uomini con aterosclerosi coronaria ed in piloti in buona salute. Med Sci Monit. 2005 settembre; 11(9): CR440-4.

31. Lund-Olesen K. Etiology della sclerosi a placche: ruolo di superossido dismutasi. Med Hypotheses. 2000 febbraio; 54(2): 321-2.

32. Settimana di estati. Morbo di Alzheimer, ferita ossidativa e citochine. J Alzheimers DIS. 2004 dicembre; 6(6): 651-7.

33. La st di Choi J, di Rees HD, di Weintraub, et al. le modifiche e l'aggregazione ossidative di Cu, dismutasi del Zn-superossido si sono associate con Alzheimer ed i morbi di parkinson. Biol chim. di J. 25 marzo 2005; 280(12): 11648-55.

34. Hattori N. Etiology e patogenesi della malattia del Parkinson: dalle disfunzioni mitocondriali alla malattia del Parkinson familiare. Rinsho Shinkeigaku. 2004 aprile; 44 (4-5): 241-62.

35. Chung JM. Il ruolo delle specie reattive dell'ossigeno (ROS) nel dolore persistente. Mol Interv. 2004 ottobre; 4(5): 248-50.

36. Bagis S, L più addomesticata, Sahin G, et al. radicali liberi ed antiossidanti in fibromialgia primaria: un disordine ossidativo di sforzo? Rheumatol Int. 2005 aprile; 25(3): 188-90.

37. Sc di Bae, Kim SJ, cantato Mk. Assunzione nutriente antiossidante insufficiente e stato antiossidante alterato del plasma dei pazienti di artrite reumatoide. J Coll Nutr. 2003 agosto; 22(4): 311-5.

38. Karatas F, Ozates I, Canatan H, et al. stato & perossidazione lipidica antiossidanti in pazienti con l'artrite reumatoide. J indiano Med Res. 2003 ottobre; 118:178-81.

39. Mazzetti I, Grigolo B, Pulsatelli L, et al. ruoli differenziali dei radicali dell'ossigeno e dell'ossido di azoto nei chondrocytes colpiti dall'osteoartrite e dall'artrite reumatoide. Clin Sci (Lond). 2001 dicembre; 101(6): 593-9.

40. Caruso C, Lio D, Cavallone L, Franceschi C. Aging, longevità, infiammazione e cancro. Ann NY Acad Sci. 2004 dicembre; 1028:1-13.

41. Coltellinaio RG. Antiossidanti e longevità delle speci di mammiferi. Vita di base Sci. 1985;35:15-73.

42. Coltellinaio RG. Antiossidanti e invecchiamento. J Clin Nutr. 1991 gennaio; 53 (1 supplemento): 373S-9S.

43. Gow A, Super-ZOLLA di Ischiropoulos H.: la chimera del superossido dismutasi combatte fuori l'infiammazione. J Physiol Lung Cell Mol Physiol. 2003 giugno; 284(6): L915-6.

44. Giovane G, Lawrence R, Schreuder M. Discovery di ultimo Superfood. Pubblicazione essenziale di scienza; 2005.

45. Wu SJ, LT di NG, Lin cc. Attività antiossidanti di alcuni ingredienti comuni della medicina di cinese tradizionale, del sinensis dell'angelica, del barbarum del Lycium e dei cocos di Poria. Ricerca di Phytother. 2004 dicembre; 18(12): 1008-12.

46. Xu m., Zhang H, effetti protettivi di Wang Y. The del polisaccaride di barbarum del Lycium su allossana indotto ha isolato il danno delle cellule dell'isolotto in ratti. Zhong Yao Cai. 2002 settembre; 25(9): 649-51.

47. Luo Q, Cai Y, Yan J, Sun m., Corke H. Hypoglycemic ed attività antiossidante ipolipidica e di effetto degli estratti di frutta dal barbarum del Lycium. Vita Sci. 26 novembre 2004; 76(2): 137-49.

48. Huang LJ, tian GY, Wang ZF, Dong JB, mp di Wu. Studi sui glycoconjugates e glycans dal barbarum L del Lycium nell'inibizione della perossidazione della lipoproteina di densità bassa (LDL). Yao Xue Xue Bao. 2001 febbraio; 36(2): 108-11.

49. Huang Y, LU J, Shen Y, LU J. Gli effetti protettivi dei flavonoidi totali dal Lycium Barbarum L. su perossidazione lipidica dei mitocondri e del globulo rosso del fegato in ratti. Wei Sheng Yan Jiu. 30 marzo 1999; 28(2): 115-6.

50. Luo Q, Li Z, Huang X, et al. polisaccaridi di barbarum del Lycium: Gli effetti protettivi contro danno provocato dal calore del DNA dei testicoli e di H2O2-induced del ratto danneggiano nelle cellule testicolari del topo e nell'effetto benefico su comportamento sessuale e sulla funzione riproduttiva dei ratti hemicastrated. Vita Sci. 10 luglio 2006; 79(7): 613-21.

51. Shao LX. Effetti dell'estratto dal bergamotto e del boxthorn sul ritardo di crescita di invecchiamento e dei capelli della pelle in topi. Zhongguo Zhong Yao Za Zhi. 2003 agosto; 28(8): 766-9.

52. L'HB di Deng, il DP di Cui, Jiang JM, et al. gli effetti inibitori del polisaccaride del polisaccaride di bidentata di Achyranthes e di barbarum del Lycium sul glycation di nonenzyme in D-galattosio hanno indotto il modello di invecchiamento del topo. Biomed circonda Sci. 2003 settembre; 16(3): 267-75.

53. Zhao H, Alexeev A, Chang E, Greenburg G, glycoconjugates di barbarum di Bojanowski K. Lycium: effetto su pelle umana e sui fibroblasti cutanei coltivati. Phytomedicine. 2005 gennaio; 12 (1-2): 131-7.

54. Luo Q, Yan J, Zhang S. Isolation e purificazione dei polisaccaridi di barbarum del Lycium e del suo effetto antifatigue. Wei Sheng Yan Jiu. 2000 30 marzo; 29(2): 115-7.

55. Chitchumroonchokchai C, Failla ml. L'idrolisi degli esteri della zeaxantina dalla lipasi carbossilica dell'estere durante la digestione facilita il micellarization e l'assorbimento della xantofilla dalle cellule intestinali umane Caco-2. J Nutr. 2006 marzo; 136(3): 588-94.

56. Cheng CY, Chung WY, Szeto YT, Benzie SE. Risposta di digiuno della zeaxantina del plasma al barbarum L. di Fructus (wolfberry; Kei Tze) ad una in una prova umana basata a alimento di completamento. Br J Nutr. 2005 gennaio; 93(1): 123-30.

57. Ms di Yu, Leung SK, interruttore di Lai, et al. effetti di Neuroprotective del barbarum orientale antinvecchiamento del Lycium della medicina contro neurotossicità del peptide dell'beta-amiloide. Exp Gerontol. 2005 agosto; 40 (8-9): 716-27.

58. Wu VICINO, Zou JH, Sc di Meng Effetto di frutta wolfberry e dell'epimedium sulla sintesi del DNA delle cellule di fusione della invecchiamento-gioventù 2BS. Zhongguo Zhong Xi Yi Jie He Za Zhi. 2003 dicembre; 23(12): 926-8.