Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine luglio 2007
immagine

Invertendo aterosclerosi naturalmente

Da Dale Kiefer

Gli scienziati hanno scoperto un ingrediente naturale derivato dall'specie di melone che è stato indicato ai segni inversi di aterosclerosi in pareti del vaso sanguigno di invecchiamento. Questo supplemento nutrizionale può amplificare i livelli dell'enzima di difesa antiossidante più potente del corpo, il superossido dismutasi (ZOLLA).

Un confronto di due test clinici recente-pubblicati indica che questo supplemento naturale non solo ha invertito i segni di aterosclerosi in pareti umane del vaso sanguigno, ma che ha agito in tal modo migliori che un farmaco di miliardi di dollari principale di statina di prescrizione. Appena otto mesi fa, i membri del prolungamento della vita sono stati chiariti alla capacità del melograno di invertire i segni di aterosclerosi. Questo estratto specializzato del melone, insieme al melograno, offre ad esseri umani di invecchiamento una nuova arma potente nella battaglia per ridurre il rischio di attacco di cuore e di colpo ristabilendo la funzione sana alle arterie invecchianti.

Aterosclerosi: il nemico silenzioso

Anche la gente che non ha sintomi della malattia cardiovascolare può sviluppare l'aterosclerosi silenziosa e progressiva mentre si sviluppano più vecchie. Derivato dalle parole greche che significano “la pasta dura„, l'aterosclerosi è uno stato infiammatorio cronico che colpiscono l'interno delle arterie, che diventano rigide, ostruito e disfunzionale. Consistendo del colesterolo, dei detriti cellulari e di altre componenti, la placca aterosclerotica blocca il flusso di ossigeno e delle sostanze nutrienti vitali ai tessuti in tutto il corpo.

L'aterosclerosi è creduta per cominciare quando il rivestimento- arterioso interno delicato endotelio-è danneggiato e diventa disfunzionale; possibilmente cominciando fin dall'infanzia.1 le sostanze appiccicose e grasse, quale la lipoproteina a bassa densità (LDL), fibrinogeno e trigliceridi aderiscono al rivestimento endoteliale e cominciano ad intrappolare altre componenti, compreso calcio. La placca può causare una rottura nella parete arteriosa, permettendo che un coagulo di sangue si formi. I grumi possono bloccare il flusso sanguigno locale completamente, o possono liberarsi e causare i bloccaggi pericolosi altrove. Quando tali bloccaggi si presentano nelle navi che assicurano il cuore, per esempio, un attacco di cuore accade. Sfavorito di ossigeno, il muscolo cardiaco muore rapidamente; quando un bloccaggio colpisce il rifornimento di sangue al cervello, un colpo può risultare.

Disfunzione radicale e endoteliale del superossido: Il pericolo per le arterie invecchianti

Danneggiamento delle cellule che allineano le nostre arterie sono un evento d'inizio critico nell'aterosclerosi, in una causa principale di attacco di cuore e nel colpo. Mentre l'endotelio delicato (parete arteriosa interna) è indebolito, le sostanze tossiche che circolano nel sangue attraversano lo strato endoteliale delle cellule e sono ossidate. Questa ossidazione induce l'infiammazione che cronica quella conduce all'ispessimento della parete del vaso sanguigno e dell'aterosclerosi successiva. Secondo i diversi fattori di rischio di una persona (quali la dieta difficile, la mancanza di esercizio, l'alta omocisteina, gli alti livelli di infiammazione, il fumo, l'ipertensione ed il processo stesso di invecchiamento), i lipidi ossidati continuano a accumularsi nell'endotelio ed il processo aterosclerotico accelera.

Gli scienziati sanno che lo sforzo ossidativo è un fattore cruciale e causale nella disfunzione endoteliale, che stessa è un evento iniziare chiave per l'ispessimento della parete anormale e l'aterosclerosi del vaso sanguigno. La ricerca di avanguardia mostra quel superossido dismutasi, l'enzima di difesa antiossidante più importante del corpo, giochi un ruolo importante nel mantenimento della funzione endoteliale sana estiguendo i radicali pericolosi del superossido.

Il radicale del superossido inattiva l'ossido di azoto vasodilatatore cruciale e la funzione endoteliale di compromessi.2,3 ancora, il miglioramento rapido nella funzione endoteliale e nella regressione di aterosclerosi è associato con riduzione del radicale pericoloso del superossido della parete arteriosa.La nuova ricerca 4 indica che il radicale del superossido svolge un ruolo nell'ipertensione connessa con la malattia renale, lo sforzo vascolare ossidativo connesso con aterosclerosi accelerata in diabete e l'infarto in esseri umani.5-8

Droghe ed aterosclerosi di statina

Nel passato, i numerosi studi hanno esaminato gli effetti di colesterolo-abbassamento delle droghe di statina su aterosclerosi facendo uso della tecnologia collaudata di ultrasuono che le misure per l'ispessimento patologico (spessore di intima-media, o IMT) della parete del vaso sanguigno di invecchiamento. Interessante, la maggior parte di grandi test farmaceutici di statina mostrano soltanto il rallentamento della progressione, piuttosto che la regressione di aterosclerosi, come misurato con questa tecnologia alto-rispettata.

Per esempio, i 1998 REGREDISCONO studio rallentamento indicato regressione della progressione di aterosclerosi, ma non, con le pravastatine della droga di statina (Pravachol®).16 lo studio di 1995 KAPS inoltre hanno mostrato quello

le pravastatine hanno prodotto un rallentamento significativo della progressione di aterosclerosi, ma non la regressione.17 sebbene lo studio A FORMA DI STELLA mostrasse la prova di regressione di aterosclerosi in pazienti ad alto rischio, questo studio ha usato la droga molto potente di statina, la rosuvastatina (Crestor®).18 un altro studio comparativo testa a testa (ARBITRO) hanno mostrato la leggera regressione di IMT con una dose elevata delle atorvastatine potenti della droga (Lipitor®).19 tuttavia, molti “al corrente„ medici specialisti imparziali hanno sollevato le questioni circa i risultati di questo studio, commentando le edizioni della manipolazione dei dati e metodologiche usate dai ricercatori Pfizer-patrocinati.

Recentemente, un test clinico ha pubblicato nel giornale influente di American Medical Association ha indicato che la droga d'abbassamento di statina, Crestor® (rosuvastatina), è capace di rallentamento della progressione di aterosclerosi infraclinica silenziosa. Come previsto, nel corso di due anni, una dose elevata (40 mg) della droga molto potente Crestor® di statina ha abbassato significativamente i livelli di lipidi nocivi. Ma soltanto ha rallentato o fermato l'aterosclerosi che progressione-non ha prodotto la regressione. Nelle proprie parole dei ricercatori: “Le rosuvastatine [Crestor®] non hanno indotto la regressione di malattia.„20

Nel forte contrasto, un supplemento nutrizionale derivato dall'specie uniche di melone è stato indicato recentemente non solo alla progressione di fermata IMT in adulti apparentemente in buona salute, ma invertire significativamente la sua progressione nel corso di due anni.21

Approcci convenzionali ad aterosclerosi

Vari fattori genetici ed ambientali svolgono i ruoli chiave nello sviluppo di aterosclerosi, ma la comprensione di questo processo complesso ancora sta evolvendosi nella medicina della corrente principale. Non c'è domanda, tuttavia, circa una serie di fattori di rischio tutto troppo comuni. Questi includono: obesità, inattività, diabete, ipertensione, insulino-resistenza, livelli ad alta percentuale di lipidi, HDL basso, proteina C-reattiva elevata, fumare e una storia della famiglia di malattia cardiaca.

La medicina della corrente principale sta cominciando appena a riconoscere l'infiammazione cronica aterosclerosi-collegata, perpetuata dallo sforzo ossidativo e rilevabile dagli indicatori biochimici che indicano l'infiammazione in corso ed il danno ossidativo.9,10

L'età da solo è un fattore di rischio importante per aterosclerosi.11 questo dovrebbero non sorprendere, poiché invecchiare è collegato con l'aumento di infiammazione e l'infiammazione è associata con lo sviluppo di aterosclerosi.12-14 gli sforzi per combattere i processi infiammatori ed ossidativi sono stati indicati per invertire alcuno del danno iniziale che mette la fase per aterosclerosi. Il prolungamento della vita sostiene un approccio completo alla malattia cardiovascolare evitante che comprende l'indirizzo dei molti inneschi implicati di disfunzione endoteliale e di aterosclerosi, quali alta omocisteina, i bassi livelli di acidi grassi omega-3 ed i livelli elevati del fibrinogeno.15

I trattamenti medici correnti della corrente principale per il fuoco di aterosclerosi sul controllo soltanto dei alcuni del multiplo hanno identificato generalmente le cause di aterosclerosi. Il prolungamento della vita sostiene che i membri aggressivamente controllano e trattano TUTTE LE cause conosciute di disfunzione endoteliale e di aterosclerosi come componente di una strategia completa per minimizzare il rischio di sviluppare l'uccisore del numero uno della nostra nazione, malattia cardiovascolare.

La ZOLLA orale inverte IMT

Un confronto di due anni di trattamento con ZOLLA bioavailable (GliSODin®) contro le rosuvastatine

(Crestor®) su aterosclerosi dell'arteria carotica in due studi separati. Lo spessore di intima-media dell'arteria carotica è diminuito significativamente in coloro che ha ricevuto GliSODin®. Rosuvastatine fermate

la progressione di aterosclerosi, ma non ha prodotto un'inversione statisticamente significativa della malattia.

Entrambi gli studi hanno indicato che pazienti di referenza (ricevendo né GliSODin® o le rosuvastatine)

progressione seria con esperienza di aterosclerosi a due anni.20,21

La nuova ricerca impressionante indica che una forma brevettata del superossido dismutasi antiossidante naturale (ZOLLA) inverte significativamente il processo di ispessimento di IMT, molto prima che l'aterosclerosi diventi pericolosa.21 conosciuto come “l'enzima di vita„ quando in primo luogo è stato scoperto verso la fine degli anni 60, la ZOLLA è considerata l'enzima di difesa antiossidante più importante del corpo. I suoi benefici potenti comprendono la capacità di attivare e rigenerare altri antiossidanti indigeni chiave, quali glutatione perossidasi e la catalasi. Da sè, la ZOLLA disarma il radicale straordinario reattivo del superossido. Compire questa abilità con velocità del fulmine, così impedendo il superossido la distruzione provocante con i tessuti biologici importanti, compreso l'endotelio vascolare delicato.

Gli scienziati lungamente hanno cercato un modo amplificare i livelli di ZOLLA come mezzi naturali di combattimento del danno ossidativo che si trova alla radice di tanti processi degeneranti di malattia, compreso aterosclerosi.21 notando che determinate varietà di cantalupo hanno avute una durata di prodotto in magazzino exceptionly lunga, gli scienziati dell'alimento hanno trovato che questi meloni hanno fornito una fonte particolarmente ricca di ZOLLA. Eppure, questa ZOLLA è rimanere testardo non disponibile al corpo una volta consumata oralmente. Fino a, cioè, i ricercatori francesi hanno aperto la strada ad un metodo “per mascherare„ una molecola melone-derivata naturale della ZOLLA con gliadina (una proteina semplice derivata da grano), proteggente la dall'ambiente acido duro dello stomaco e degli intestini abbastanza a lungo affinchè l'enzima bioactive della ZOLLA siano intatto assorbente nella circolazione sanguigna.22,23ha definito GliSODin®, questo composto completamente è stato documentato per essere oralmente una forma bioavailable particolarmente potente di ZOLLA. Molti prodotti in competizione che pretendono di contenere la ZOLLA sono semplicemente inefficaci. Senza la protezione della molecola della gliadina, la maggior parte dei supplementi della ZOLLA si distruggono dall'apparato digerente molto prima che possano avvantaggiare il corpo, rendente li inefficaci come supplementi orali.

Lo studio clinico conferma l'efficacia di GliSODin® per regressione di aterosclerosi

In un nuovo studio approfondito, i ricercatori principali dal professor Maurice Cloarec dall'associazione nazionale francese per la prevenzione medica hanno indicato che il completamento orale con GliSODin® è stato associato con regressione di aterosclerosi in adulti di mezza età (età 30-60), come determinato dall'ecografia. Ciò che trova è particolarmente emozionante, in quella progressione di aterosclerosi non è stato rallentato, né è stato fermato, ma piuttosto quello realmente è stato invertito.

Gli scienziati hanno cominciato questo studio reclutando gli adulti con i fattori di rischio per aterosclerosi, compreso una storia della famiglia del colpo, pressione sanguigna elevata, lipidi del sangue e glicemia elevata e un rapporto del altezza--peso sopra il normale. L'istruzione ricevuta oggetti in quanto segue una dieta standardizzata, cuore-sana, Mediterraneo tipa ed è stata data il consiglio per quanto riguarda le modifiche di stile di vita.

Una lettura della linea di base IMT è stata eseguita e le valutazioni inoltre sono state fatte dei livelli di lipidi antiossidanti dello stato e del sangue degli individui, tra altri parametri di salute. Tutti gli oggetti in primo luogo hanno aderito ad una nuova, dieta più sana per un anno. Alla fine del primo anno, gli scienziati hanno documentato “i miglioramenti secondari„ nella pressione sanguigna, nell'indice di massa corporea (BMI) e nei livelli di LDL fra tutti gli oggetti. Questi miglioramenti sono stati attribuiti alle modifiche di stile di vita e di dieta più sana. Lo stato antiossidante degli oggetti, tuttavia, è rimanere povero. Ancora, i valori del IMT degli oggetti sono rimanere identicamente. I ricercatori hanno notato che i numeri di IMT erano, “troppo massimo… tenendo conto dell'età di questi oggetti„.21

A questo punto, complessivamente 34 oggetti sono stati divisi a caso in due gruppi. Un gruppo è continuato con la dieta emendata, mentre un secondo gruppo ha continuato la dieta mentre però prendendo quotidiano 500 IU di GliSODin®. Il progresso degli oggetti poi è stato controllato per due anni supplementari. Durante questa fase, i parametri quali pressione sanguigna, i livelli di LDL e di BMI sono rimanere in gran parte immutati fra tutti gli oggetti. Ma circa nove mesi dopo avere cominciato il trattamento di GliSODin®, i miglioramenti significativi nello stato antiossidante sono stati documentati nel gruppo del trattamento. Gli antiossidanti hanno controllato i livelli inclusi della ZOLLA del sangue ed i livelli del glutatione perossidasi del sangue. I livelli di malondialdeide (un biomarcatore per lo sforzo ossidativo24) inoltre sono stati documentati. Lo stato antiossidante degli oggetti di controllo, che non stavano prendendo il supplemento, è rimanere essenzialmente immutato.

Inversione dell'aterosclerosi: Che cosa dovete conoscere    
  • L'aterosclerosi è la componente principale della malattia cardiovascolare, l'uccisore principale degli Americani.

  • Anche prima che i segni clinici di aterosclerosi diventino evidenti, è possibile individuare la progressione silenziosa di malattia del monitor e di malattia facendo uso della misurazione agli ultrasuoni avanzata dello spessore di intima-media (IMT) delle arterie carotiche (del collo). Questa misura ben documentata di aterosclerosi è associata con salute vascolare generale ed i valori aberranti aiutano il preduct la probabilità di attacco di cuore e del colpo.

  • Una forma oralmente bioavailable di dismutasi dell'super-ossido (ZOLLA) è stata trovata per invertire l'aterosclerosi, come documentato tramite le misure in diminuzione di IMT. Questa forma bioavailable di ulteriori aiuti della ZOLLA ha compensato l'aterosclerosi amplificando i livelli di antiossidanti essenziali nel corpo.

  • L'estratto del succo del melograno inoltre ha dimostrato l'efficacia come fonte potente di antiossidanti. Una volta consumato il quotidiano dagli adulti con aterosclerosi avanzata, succo del melograno ha aiutato lo spessore inverso di intima-media.

  • Includendo oralmente la ZOLLA bioavaialble con l'estratto del succo del melograno nel vostro programma quotidiano, potete contribuire ad impedire o persino invertire l'accumulazione di placca aterosclerotica micidiale nelle vostre arterie.

Continuato alla pagina 2 di 2