Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 2007
immagine

Vitamina K & warfarin


Anticoagulante di stabilizzazione Terapia-mentre proteggere cardiovascolare e salute dell'osso Da Laurie Barclay, MD

Impedendo i coaguli di sangue che avviano l'attacco di cuore ed il colpo, il warfarin della droga dell'anticoagulante (Coumadin®) conserva le vite innumerevoli. Medici devono regolarmente controllano i livelli ematici dei pazienti per prescrivere su un'abbastanza dose di warfarin per impedire i coaguli di sangue micidiali, ma non un'eccessiva dose che potrebbe condurre all'emorragia mortale. Da molti fattore-compreso la dieta, le differenze genetiche e l'uso-influenza del farmaco quanta warfarin un individuo ha bisogno, raggiungente e mantenente la terapia ottimale di anticoagulazione è difficili nel migliore dei casi.

Tradizionalmente, i pazienti che prendono il warfarin si sono consigliati di evitare la vitamina K per impedire la coagulazione in eccesso.  Sorprendente, gli scienziati ora hanno scoperto che il consumo corrente di quantità modesta di aiuti di vitamina K realmente stabilizza gli effetti dell'anticoagulante di warfarin. L'assunzione di vitamina K può aiutare così gli individui facendo uso di warfarin a raggiungere i benefici terapeutici del droga senza il pericolo dei grumi o dell'emorragia. La vitamina K sta attirando l'attenzione per i suoi benefici di protezione della salute cardiovascolare e di promozione delle ossa forti, facenti la sua inclusione nel programma quotidiano di un utente del warfarin che molto più importante.

Qui, esaminiamo perché quelli facendo uso dei farmaci d'assottigliamento dovrebbero parlare con il loro medico su come alla vitamina K a basse dosi incorporata il meglio come componente del loro regime di prevenzione.

La vitamina K è uno dei fattori chiave che permettono che il nostro sangue si coaguli.  È trovato comunemente in legumi verdi.  La coagulazione è un processo di salvataggio che ci impedisce emorragia alla morte se siamo feriti o la pelle è perforata.  Tuttavia, per quelli a rischio del colpo, i coaguli di sangue possono infine essere letali.  Per questo motivo, i medici prescrivono i farmaci d'assottigliamento di sangue quale warfarin (Coumadin®) ai pazienti ad ad alto rischio per sviluppare un grumo (embolo) dentro i loro vasi sanguigni. Ciò include i pazienti con le valvole cardiache meccaniche, la fibrillazione atriale ed i fattori di coagulazione pro-trombotici nel loro sangue. Il warfarin riduce il rischio che un coagulo di sangue (embolo) formerà in un vaso sanguigno e poi muoverà verso le navi nel cervello o nei polmoni in cui può causare le complicazioni letali. Il warfarin interferisce con il ciclo di coagulazione naturale del corpo contrapponendosi alle azioni della vitamina K. Mentre il warfarin può impedire il colpo e l'embolia polmonare, potrebbe anche mettere la fase per le complicazioni connesse con i bassi livelli di vitamina K, quali osteoporosi, le fratture e la calcificazione avanzate delle nostre arterie.1

Un equilibrio delicato

I pazienti che prendono il warfarin devono essere schermati regolarmente dal loro medico per assicurarsi che il loro resti dell'INR (il rapporto normalizzato internazionale, una misura di quanto il sangue coagula rapidamente, o si coagula) all'interno di una gamma sicura.2 questo equilibrio delicato sono difficili da verificarsi, perché la sua INR può cambiare dovuto le alterazioni nella sua dieta o in altri farmaci. Troppe verdure verdi ad un pasto possono rovesciare la sua INR. La grande cura deve essere presa da quelle su warfarin per raggiungere la stabilità dell'INR quelle su warfarin devono con obbedienza riferire solitamente che l'ufficio del loro medico ad ogni due - tre settimane affinchè un'analisi del sangue standard si assicurino che siano nella gamma sicura. Una lettura troppo su o troppo bassa dell'INR può condurre rapidamente alle complicazioni. Per esempio, quando la dose del warfarin è troppo bassa (e l'INR è sotto il campo di riferimento), il sangue è suscettibile di coagularsi all'interno dei vasi sanguigni, soffocare il rifornimento di sangue agli organi vitali quali i polmoni, il muscolo del cuore, o il cervello. Ma quando la dose è troppo alta (cioè, l'INR è sopra il campo di riferimento), la capacità di coagulazione eccessivamente riduttrice del sangue può provocare l'ammaccatura e pericoloso emorragia-nel tratto gastrointestinale, urina e perfino cervello-che può essere letale.3,4 per ottenere i più notevoli benefici del trattamento, l'INR del paziente deve essere mantenuta idealmente all'interno di una gamma terapeutica, solitamente 2-3.

La vitamina K può ridurre le fluttuazioni nell'anticoagulazione del warfarin

Parecchi studi recenti, sia negli Stati Uniti che in Gran-Bretagna, hanno trovato che completare con la vitamina K a basse dosi (50-150 mcg/giorno) può contribuire a stabilizzare le fluttuazioni quotidiane nelle INR che accadono dovuto la variazione delle ingestioni dietetiche della vitamina il K.5 se necessario, il medico può leggermente aumentare la dose del warfarin del paziente per neutralizzare la tendenza di K della vitamina ad aumentare la coagulazione del sangue. Uno studio all'Ospedale Generale prestigioso di Massachusetts a Boston ha esaminato l'effetto di variazione dell'assunzione dietetica di vitamina K sull'INR in pazienti che ricevono la terapia di anticoagulazione con warfarin.6 durante lo studio di cinque settimane, 60 adulti che prendono il warfarin hanno registrato gli importi di tutti i prodotti alimentari ed i farmaci hanno consumato, mentre gli scienziati hanno registrato i cambiamenti di settimana in settimana nell'assunzione di vitamina K, nella dose del warfarin e nell'INR. Interessante, come l'assunzione aumentata, INR di vitamina K è diventato più coerente e stabile. Al contrario, come l'assunzione in diminuzione, INR di vitamina K è stato più variabile ed oscillata in maggior misura. “I pazienti che prendono il warfarin e che consumano gli importi della vitamina K contrassegnato cambianti possono avere un'INR settimanale variabile con i risultati potenzialmente instabili dell'anticoagulante,„ i ricercatori hanno scritto.6 similmente, uno studio britannico che paragona le abitudini dietetiche di 26 pazienti a e di 26 pazienti senza controllo stabile di anticoagulazione su warfarin ha indicato che l'assunzione quotidiana di media della vitamina K in pazienti con controllo instabile era più di 2,5 volte più bassa di quella per i pazienti con controllo stabile durante lo studio di due settimane. “Il completamento quotidiano con la vitamina K orale in pazienti instabili ha potuto condurre ad una risposta più stabile di anticoagulazione a warfarin,„ gli scienziati conclusivi.5

Misurando la vostra INR (rapporto normalizzato internazionale)

Poiché il warfarin potente assottiglia il sangue, il suo dosaggio deve essere regolato con attenzione. I medici controllano ordinariamente la terapia del warfarin controllando l'INR del paziente (rapporto normalizzato internazionale), una misura di quanto il sangue coagula rapidamente, o si coagula.2 per catturare i benefici ottimali della terapia, l'INR del paziente deve essere mantenuta all'interno di una gamma terapeutica, solitamente 2-3.
Quando l'INR è sotto gamma, questa indica che la dose del warfarin è troppo bassa, mettendo il paziente a rischio dei coaguli di sangue. Ma quando l'INR è sopra gamma, la dose del warfarin è troppo alta, in grado di predisporre il paziente all'ammaccatura ed all'emorraggia.3,4 noti prego che il campo di riferimento dell'INR è differente per la gente in buona salute confrontata a quelle che subiscono la terapia dell'anticoagulante facendo uso del warfarin.

In una prova alla cieca successiva, lo studio controllato dallo stesso gruppo britannico, 70 pazienti warfarin-trattati con controllo instabile dell'anticoagulante è stato assegnato a caso per ricevere 150 mcg della vitamina K o del quotidiano orale del placebo per sei mesi. Dei 35 pazienti che ricevono il completamento di vitamina K, il controllo di anticoagulazione è migliorato in 33 pazienti, compreso 19 in cui il completamento di vitamina K ha provocato il controllo stabile di anticoagulazione. Al contrario, soltanto 24 di 33 pazienti che ricevono il placebo migliore in parte nel loro grado di controllo di anticoagulazione e soltanto 7 hanno raggiunto il controllo stabile. “Il completamento concomitante della vitamina K, forse through riducendo la variabilità quotidiana relativa nell'assunzione dietetica di vitamina K, può migliorare significativamente il controllo di anticoagulazione in pazienti con instabilità non spiegata della risposta a warfarin,„ i ricercatori ha scritto.7

I pazienti che già hanno raggiunto il controllo stabile sopra anticoagulazione con warfarin dovrebbero essere informati che il completamento di vitamina K può ridurre l'INR, necessitante una dose aumentata del warfarin per anticoagulazione ottimale.8,9 pazienti che prendono il warfarin dovrebbero riferire l'uso dei supplementi del multivitaminico al loro medico. Quando i cambiamenti nell'INR sono non spiegati, i medici dovrebbero anche domandare circa uso di vitamina K.10

La vitamina K può anche correggere i livelli elevati pericolosamente dell'INR,11 e possibilmente permettere che i pazienti anticoagulated subiscano sicuro la chirurgia molto più presto di potrebbero senza vitamina il K.12 per la riduzione del INRs eccessivamente alto in pazienti che prendono il warfarin, orale ed i metodi endovenosi di amministrazione di vitamina K sono similmente efficaci.13

Gli aiuti di vitamina K impediscono l'aterosclerosi

I nuovi studi hanno trovato che la vitamina K svolge un ruolo cruciale nella salute cardiovascolare.14 medici affrontano una sfida difficile in warfarin di prescrizione per impedire i colpi. Mentre offre la protezione dai grumi, il warfarin può anche creare una carenza in K funzionale della vitamina, che è stata associata con la calcificazione delle arterie.

I pazienti che prendono il warfarin possono essere particolarmente suscettibili di aterosclerosi derivando dall'accumulazione del calcio in pareti arteriose.  In uno studio dei pazienti che subiscono chirurgia per la sostituzione della valvola aortica, accumulazione del calcio nelle valvole dei pazienti warfarin-trattati prima che l'ambulatorio sia due volte quello dei pazienti che non hanno ricevuto tale trattamento prima dell'intervento.15 utenti del warfarin possono avere bisogno di così di essere particolarmente vigilanti circa la salvaguardia della loro salute cardiovascolare.

Uno studio che utilizza i ratti warfarin-trattati ha suggerito che la vitamina supplementare K2 impedisse la calcificazione arteriosa. Rispetto alla vitamina K1, la vitamina K2 ha visualizzato un'affinità particolare per la protezione delle pareti cruciali dell'arteria.16

La vitamina K2 è cruciale per la Gla-proteina d'attivazione della matrice (MGP) — un forte inibitore della calcificazione vascolare. Quando K2 adeguato è disponibile, gli aiuti della GLA-proteina della matrice impediscono l'accumulazione del calcio in pareti del vaso sanguigno che contribuisce alla malattia vascolare.17-19

In uno studio dei conigli ha alimentato una dieta ricca in colesterolo, vitamina supplementare K2 ha assicurato parecchie misure della protezione cardiovascolare, compreso colesterolo di circolazione diminuente, riducendo la tendenza di sangue a coagularsi anormalmente ed impedendo lo sviluppo di placca aterosclerotica e dell'ispessimento della parete arterioso.20

Lo studio impressionante di Rotterdam dell'olandese ha valutato gli effetti di ingestione dietetica della vitamina K2 sulla malattia cardiaca e sull'aterosclerosi in quasi 5.000 adulti. Quando hanno entrato nello studio, i 4.807 partecipanti non hanno avuti storia di attacco di cuore. Rispetto ai partecipanti al terzo più basso dell'assunzione dietetica della vitamina K2, quelli nell'più alto terzo hanno avuti un 57% più a basso rischio della morte dalla malattia cardiaca, dopo adeguamento per altri fattori connessi con la malattia cardiaca. Inoltre hanno avuti un rapporto di riproduzione di 26% del rischio di morte da tutta la causa e un 52% più a basso rischio della calcificazione aortica severa. “Questi risultati suggeriscono che un'assunzione adeguata di [vitamina K2] potrebbe essere importante per la prevenzione della coronaropatia,„ i ricercatori determinati.21

Vitamina K e warfarin: Che cosa dovete conoscere
  • La vitamina K lungamente è stata conosciuta per regolare il controllo della coagulazione del sangue.
  • In pazienti che prendono Coumadin® (warfarin) come un diluente o anticoagulante del sangue, le dosi modeste dei supplementi di vitamina K possono migliorare la stabilità di anticoagulazione terapia-principale ai cambiamenti meno frequenti nella dose del warfarin ed i benefici più coerenti della terapia.
  • Se usate il warfarin, discuta i benefici possibili del completamento a basse dosi di vitamina K con il vostro
    medico.
  • Negli ultimi dieci anni, la vitamina K inoltre è stata indicata per promuovere l'incorporazione del calcio nell'osso, nella densità minerale ossea aumentante e nella riduzione del rischio di frattura.
  • La vitamina K può anche contribuire a ridurre la calcificazione delle pareti arteriose, così contribuendo a ridurre il rischio di
    aterosclerosi.
  • La ricerca corrente indica che la vitamina K2 ha un maggior effetto sull'osso e sulla salute cardiovascolare che la vitamina K1.
  • La vitamina K più facilmente è assorbita ed utilizzata nella forma di supplemento che dalle fonti dietetiche. Gli studi suggeriscono che il RDA per la vitamina K possa essere troppo basso per gli effetti ottimali sull'osso e sulla salute cardiovascolare.

Salute dell'osso di spinte di vitamina K

La vitamina K ora è considerata uno degli ingredienti mancanti nella salute dell'osso mentre migliora la modifica del osteocalcin, una proteina fabbricata dalle cellule di osso. Attivato una volta via un processo K-dipendente della vitamina, il osteocalcin lega gli ioni del calcio e li incorpora nella mineralizzazione aumentante dell'osso della matrice-quindi dell'osso.22

Come citato più presto, il warfarin funziona impedendo il riciclaggio della vitamina K, la diminuzione dei livelli della vitamina disponibile al corpo ed il contributo alle ossa più deboli ed alle fratture aumentate.23 questo problema sono composti dal fatto che molte della gente che usando il warfarin sono anziane e già hanno l'osteoporosi ed integrità compromessa dell'osso.

Gli indizi per quanto riguarda l'importanza della vitamina K per disossare la salute in primo luogo sono stati rivelati nel 1984, con l'osservazione che i pazienti che hanno avuti fratture a causa di osteoporosi inoltre hanno avuti Livelli di vitamina K 70% più in basso di quelli dei comandi di pari età.Le 24 ricerche successive hanno confermato che la densità minerale ossea bassa e le fratture osteoporotiche sono state collegate ai bassi livelli del siero di vitamina il K.25,26

Nel grande e studio prestigioso del cuore di Framingham, un questionario dietetico dato a 335 uomini e 553 donne (età media 75 anni) hanno indicato che quelli con l'assunzione di vitamina K più bassa hanno avuti un rischio maggior 65% di sofferenza della frattura dell'anca, confrontato a coloro che ha avuto il più alta assunzione di vitamina K.27

Basi di vitamina K

La vitamina dietetica K1 (fillochinone) pricipalmente è trovata in lattuga, spinaci, broccoli, ortaggi freschi verde scuro e determinati oli dietetici, ma può essere difficile da assorbire dalle fonti dell'alimento.30 uno studio hanno trovato che i livelli ematici di vitamina K1 erano cinque volte più su dopo il consumo del fillochinone di mcg 500 (compressa della vitamina K) che dopo il cibo 150 grammi di spinaci crudi o degli importi equivalenti dei broccoli o della lattuga romana freschi.31 la vitamina preparata commercialmente K1 (phytonadione) è chimicamente identica alla vitamina naturale K1. Circa 60-70% dell'ingestione dietetica quotidiana di fillochinone è perso al corpo da escrezione, che sottolinea la necessità per un rifornimento dietetico continuo di mantenere le riserve del tessuto.18

I batteri che colonizzano normalmente l'intestino crasso sintetizzano un intervento concreto della vitamina K. fino ad oggi che è stato pensato che fino a 50% del requisito umano di vitamina K potrebbe essere incontrato dalla sintesi batterica. La ricerca recente indica che il contributo della sintesi batterica è molto di meno che precedentemente ha pensato.32

Vitamina K2 (menaquinone) — a cui il punto di informazioni scientifico corrente come essendo più critico a salute cardiovascolare che la vitamina K1-occurs in quantità molto più piccola nella dieta, principalmente in burro, le uova, fegato della mucca, ha fermentato i prodotti e formaggio.18 la migliore fonte di K2 dietetico sono fermentati soia-noti al giapponese come natto. La vitamina K2 derivata dal natto è disponibile nel commercio come il menaquinone, o MK-7.

La popolarità del consumo di natto nel Giappone potrebbe contribuire a spiegare perché i giapponesi che mangiano la loro dieta tradizionale hanno tassi più bassi di malattia cardiaca e di osteoporosi quelli in paesi occidentali, in cui la soia fermentata è mangiata raramente. Per esempio, uno studio di quasi 1.000 donne giapponesi postmenopausali ha indicato che il consumo aumentato di natto è stato collegato a densità minerale ossea aumentata all'anca ed al polso, che gli scienziati hanno attribuito agli effetti della vitamina K e/o degli isoflavoni bioavailable.33

Negli studi umani, gli importi della vitamina K2 che possono essere assorbiti dopo la presa del supplemento dato per via orale sono fino a 10 volte maggiori di per K1 e ha un effect.18 che più duraturo il fegato riparte K1 entro otto ore dopo che è consumato, mentre K2 dura nella circolazione sanguigna per fino a 72 ore, dove è a disposizione assistere il trasporto del calcio nell'osso, proteggere la parete arteriosa dai giacimenti del calcio e per stabilizzare l'INR in pazienti che prendono il warfarin.34

Sebbene molte donne più anziane nei supplementi del calcio della presa degli Stati Uniti nella speranza di riduzione del loro rischio per osteoporosi e le fratture, questi sforzi possano essere inefficaci se sono carenti in vitamina K. In una prova alla cieca, la prova controllata, le donne più anziane in buona salute che hanno preso la vitamina K (200 mcg K1), la vitamina D (400 IU) ed il calcio (mg 1000) quotidiano per due anni hanno avuti un modesto ma importante crescita nel tenore di minerale dell'osso ad alcuni siti dell'osso, rispetto alle donne che hanno preso il placebo.28

In un esame di tutte le prove controllate randomizzate in cui gli adulti umani hanno ricevuto la vitamina K1 o K2 completa per via orale per sei mesi o più, gli scienziati hanno identificato 13 studi con i dati su perdita dell'osso e 7 studi che hanno riferito i tassi di frattura. In modo schiacciante, i dati hanno indicato che la vitamina supplementare K1 o K2 ha ridotto la perdita di massa dell'osso. La vitamina K2 in particolare è stata associata con densità minerale ossea aumentata come pure la frattura più bassa tasso-da 60% alla spina dorsale, da 77% all'anca e da un 81% di stupore a tutti i siti non spinali.29

Per quelli che prendono il warfarin, è importante da discutere incorporare la vitamina K a basse dosi nel vostro regime per impedire ulteriore deterioramento della massa preziosa dell'osso.

Continuato alla pagina 2 di 2