Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine marzo 2007
immagine

Herb Suppresses Inflammation antico


Da Vicki Brower

Con la rimozione di Vioxx® dal mercato e le vendite di altre droghe in questa classe che si precipita, scienziati stanno lavorando fuori orario per identificare gli agenti naturali che bloccano sicuro i fattori di fondo che provocano l'infiammazione nel corpo.

I ricercatori hanno messo a fuoco i loro microscopi sul boswellia dell'erba, che gli impianti per bloccare un enzima pro-infiammatorio letale hanno chiamato 5 lipossigenasi (5-LOX). Finora, soltanto le strategie limitate hanno state a disposizione per combattere gli effetti insidiosi di 5-LOX, un contributore potente ai processi infiammatori in questione nelle malattie diverse quanto il cancro, l'aterosclerosi, l'artrite, le malattie intestinali infiammatorie e l'asma.

Basi di Boswellia

Per le migliaia di anni, i professionisti pieghi della medicina hanno usato il boswellia dell'erba (serrata di Boswellia) per trattare una vasta gamma di circostanze che ora conosciamo siamo causati tramite infiammazione. Questo estratto di erbe è derivato dalla resina di gomma secernuta dall'albero di boswellia, parte di una famiglia delle piante medicinali sviluppate ed utilizzate in India, in Africa, in Cina e Medio Oriente.

Infiammazione di combattimento inibendo gli enzimi del SALMONE AFFUMICATO

Verso la fine degli anni 70, i ricercatori hanno scoperto che il boswellia produce gli effetti antinfiammatori notevoli che sono distinti da quelli prodotti dagli anti-infiammatori non steroidei (NSAIDs) quali ibuprofene e aspirin.

NSAIDs acquieta l'infiammazione soprattutto inibendo l'enzima cyclooxygenase-2 (COX-2).1 purtroppo, NSAIDs inoltre blocca l'enzima COX-1, che è necessario mantenere un rivestimento sano dello stomaco. Mentre NSAIDs è parzialmente efficace nel trattamento del dolore ed infiammazione, effetti collaterali quale irritazione di stomaco e emorragia, la tossicità del rene e le ulcere peptiche li rendono meno supplichevoli per uso a lungo termine. Una causa primaria della tossicità di NSAID è sovra-inibizione dell'enzima COX-1.

Le proprietà stomaco-offensive di NSAIDs sono sembrato essere risolte nel 1999, con l'approvazione degli inibitori selettivi COX-2 che hanno dimostrato la meno tossicità dello stomaco che NSAIDs. Già luglio 2000, tuttavia, il prolungamento della vita ha avvisato i suoi membri ai rischi connessi con gli inibitori selettivi COX-2. Da allora, i rapporti circa gli effetti collaterali cardiaci potenzialmente pericolosi COX-2 degli inibitori2 hanno condotto gli scienziati ad intensificare la ricerca delle opzioni più sicure.

Controllo della cascata infiammatoria

A differenza di NSAIDs, il boswellia combatte l'infiammazione bloccando 5-LOX pro-infiammatorio (5-lipoxygenase). 5-LOX è il primo enzima nella via metabolica che conduce alla sintesi dei leucotrieni, che sono sostanze infiammatorie nocive che gli scienziati ritengono possono avere un'influenza diretta su una serie di processi di malattia. Sforzi per sviluppare gli inibitori 5-LOX che mirano all'asma ed il cancro1 suggerisce che l'estratto di boswellia possa bene avere applicazioni nel controllo dei questi ed altri stati di malattia.

Oltre all'inibizione del 5-LOX ed a bloccare la biosintesi dei leucotrieni infiammatori nocivi,3 acidi boswellic fanno diminuire l'attività di un altro enzima pro-infiammatorio, HLE (elastasi umana del leucocita). HLE è associato con l'artrite reumatoide e le malattie respiratorie quali l'enfisema polmonare, la fibrosi cistica, la bronchite cronica e la sindrome di emergenza respiratoria acuta4— tutti di cui siano collegati tramite infiammazione. Significativamente, sia i livelli del leucotriene che il rilascio di HLE sono aumentati di molte malattie infiammatorie e reazioni allergiche. Fin qui, i soli composti antinfiammatori che sono stati trovati per inibire sia HLE che 5-LOX sono quelli derivati da boswellia.4

Gli scienziati hanno rivelato il meccanismo del boswellia di azione in uno studio nel 2005. Hanno trovato che il boswellia funziona in parte alterando l'espressione dell'fattore-alfa di necrosi del tumore (TNF-a), che svolge un ruolo importante nell'infiammazione. Mentre il corpo ha bisogno delle citochine pro-infiammatorie come TNF-a di combattere fuori le infezioni acute, un eccesso di tali citochine promuove l'infiammazione cronica. Applicando il boswellia alle cellule ha avuta l'effetto selettivo di fare diminuire dall'l'espressione indotta TNF un delle proteine della proteinasi metallica di adesione e della matrice delle cellule, prodotti biochimici che sono collegati con disfunzione endoteliale nociva, la metastasi del cancro, l'artrite ed altri processi di malattia.5

Usi di potenziale nel Cancro d'impedimento ed in carico

Il Boswellia mostra la grande promessa in prevenzione e gestione di parecchie forme di cancro. Le ditte farmaceutiche ora stanno provando le droghe che inibiscono gli enzimi del SALMONE AFFUMICATO, ad uso come terapeutica potenziale del cancro.1

Gli scienziati tedeschi hanno dimostrato che l'estratto di boswellia è un inibitore più potente degli enzimi che incoraggiano la crescita del cancro in esseri umani di determinate droghe della chemioterapia.6 basato su questi risultati positivi con boswellia, i ricercatori ritengono che gli estratti della pianta possano contribuire ad impedire lo sviluppo e la diffusione di cancro.

Altri ricercatori hanno verificato l'estratto di boswellia contro cinque tipi differenti di cellule umane di leucemia e due tipi di cellule tumorali di cervello umano. Hanno trovato che il boswellia ha inibito la proliferazione di queste cellule cancerogene spingendole per autodistruggersi. Le più forti potenze di boswellia erano più efficaci nella promozione della morte di cellula tumorale, così dimostrando un effetto dipendente dalla dose. I ricercatori svizzeri che conducono questa prova hanno suggerito che il boswellia potesse potere impedire o trattare questi cancri.7

Gli scienziati da Cleveland Clinic hanno trovato che un estratto di boswellia era efficace contro le cellule umane del meningioma, che sono tumori in genere benigni della copertura del cervello. Il Boswellia ha funzionato facendo diminuire la capacità delle cellule di spargersi ed uccidendo le cellule del tumore.8

Il Boswellia inoltre ha attirato l'attenzione dei ricercatori del carcinoma della prostata. Le cellule di carcinoma della prostata provate dagli uomini con la malattia visualizzano un'abbondanza dell'enzima 5-LOX.9 l'altra ricerca hanno trovato che agenti che inibiscono le cellule di carcinoma della prostata umane di uccisione degli enzimi 5-LOX,10 suggerenti che gli inibitori 5-LOX quale boswellia potessero avere applicazioni nell'impedire o nell'arresto della crescita di carcinoma della prostata.9,10

Gli estratti di Boswellia inoltre dimostrano la promessa nel melanoma di combattimento, la forma più micidiale di cancro di pelle. Facendo uso delle tecniche avanzate dell'cellula-inseguimento e di microscopia, gli scienziati potevano osservare come gli estratti di boswellia hanno indotto le cellule del melanoma a differenziarsi in un modo sano ed ad adottare i modelli della cellula-crescita che somigliano a quelli delle cellule normali, mentre diventando meno capace di riprodurrsi per metastasi. Facendo uso di queste tecniche, inoltre hanno osservato che il boswellia ha indotto le cellule di fibrosarcoma (cancro del tessuto connettivo) a perdere la loro capacità di riprodurrsi per metastasi e poi hanno indotto il suicidio cellulare (apoptosi) in queste stesse cellule.11 a questo punto, c'è abbastanza prova per incoraggiare i ricercatori a continuare a cercare le opzioni terapeutiche del trattamento che utilizzano il boswellia in alcune delle malattie più serie.

Riducendo infiammazione al rischio più basso di aterosclerosi

L'infiammazione è un contributore importante ad aterosclerosi ed allo sviluppo della malattia cardiaca. Facendo uso di boswellia inibire gli enzimi 5-LOX e ridurre l'infiammazione possono risultare essere un elemento importante nell'impedire e nel trattamento dell'aterosclerosi.

La ricerca genetica recentemente ha rivelato una correlazione intrigante fra 5-LOX ed aterosclerosi. Gli scienziati hanno scoperto che i topi con un difetto genetico che ha provocato loro avere soltanto una copia del gene 5-LOX (piuttosto che le due copie usuali) erano completamente protetti da aterosclerosi di sviluppo.12

I ricercatori ritengono che 5-LOX contribuisca ad aterosclerosi in parecchi modi. Come celebre più presto, aumenti ai nei prodotti superiori del leucotriene di risultato degli enzimi 5-LOX che chimicamente attirano i globuli bianchi per aderire alle pareti arteriose. Ancora, i leucotrieni possono promuovere l'ossidazione della lipoproteina a bassa densità e di permeabilità vascolare (LDL). Questi effetti combinati possono promuovere lo sviluppo delle placche aterosclerotiche nelle arterie, un fattore di rischio conosciuto per gli attacchi di cuore.12

Facendo uso dell'estratto di boswellia inibire la produzione del leucotriene 5-LOX-induced ha potuto rappresentare così un'efficace strategia per impedire o trattare l'aterosclerosi.12

Continuato alla pagina 2 di 2