Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine marzo 2007
immagine

Che dose dei resveratroli dovrebbero gli esseri umani prendere?


Da Dott. Xi Zhao-Wilson, PhD

In risposta ai molti rapporti di media circa i resveratroli, sembra come ogni società di supplemento sta offrendo certa forma di complesso dell'uva da vendere che sostiene contenere alcuni resveratroli.

L'attenzione recente ha messo a fuoco su una pubblicazione nella natura del giornale che ha dimostrato la salute migliore e la sopravvivenza in topi ha alimentato una dieta ad alta percentuale di grassi completati con i resveratroli, lo stesso flavonoide che è stato indicato per aumentare la durata di vari organismi, compreso lievito, i vermi, le mosche, il pesce ed i topi.1-5 questa ricerca ha legato gli effetti benefici dei resveratroli ai meccanismi che sono alla base della restrizione calorica ed ha indicato che tali approcci potrebbero essere usati per trattare i determinati disturbi cronici e malattie di invecchiamento.

Tuttavia, alcune notizie stampa popolari che hanno accompagnato questo articolo scientifico hanno generato una buona quantità di controversia, relativa particolarmente alla dose utilizzata nei topi sperimentali ed alla dose umano-equivalente stimata che possono essere richieste di esercitare gli stessi effetti biologici. Il fondamento del prolungamento della vita, tuttavia, è la sola organizzazione che ha preso un prodotto resveratroli/del seme d'uva già che è usato dagli individui salute consapevoli ed indicato che gli effetti biologici favorevoli dei resveratroli possono essere raggiunti ad una dose che è più 10 volte di più bassa di quella utilizzata nello studio più-fornito di rimandi (citato come lo studio di Harvard).

Appena recentemente, il prolungamento della vita ha riferito che gli studi dell'animale da laboratorio intrapresi dai prodotti farmaceutici di biomarcatore erano in corso facendo uso dello stesso estratto dell'uva fortificato con il resveratrolo che attualmente è usato dai membri di fondamento.6 questi studi sono stati destinati per valutare la risposta di espressione genica in topi alimentati i resveratroli dall'estratto dell'intero-uva trovato nell'estratto del seme d'uva con il prodotto incapsulato resveratroli. I dati di espressione genica ottenuti dal gruppo dell'estratto dell'uva sono stati confrontati ai dati da un gruppo di animali sottoposti alla restrizione calorica. I dati preliminari hanno suggerito una sovrapposizione significativa nel modello favorevole di espressione genica fra i topi di estratto-federazione dell'uva ed i topi caloria-limitati. Inoltre, le mosche della frutta sperimentali (drosofila) hanno alimentato il miglioramento indicato l'estratto dell'uva in un modello della malattia del Parkinson come pure una portata duratura. Questi risultati hanno aperto la strada per ulteriore analisi che identifica le vie molecolari specifiche in questione in questi effetti. Qui forniamo un aggiornamento a questi risultati più iniziali.

Resveratroli ed altri costituenti dipromozione dell'uva

Il fondamento del prolungamento della vita esamina costantemente la letteratura scientifica per utilizzare i risultati più importanti nella promozione della salute e nel prolungare la vita. Le prove crescenti dimostrano gli effetti dell'ampio spettro delle molecole biologicamente attive quale il resveratrolo, che è derivato dagli estratti naturali della pianta. In natura, i composti molecolari come i resveratroli sono trovati in miscele complesse che contengono una diversa matrice delle molecole fisiologicamente pertinenti. Molti di questi costituenti possono essere richiesti per fornire agli agenti di phytomedicinal la biodisponibilità ottimale e l'effetto sinergico. Gli scienziati devono considerare questi punti quando conducono studia facendo uso dell'uno o l'altro un singolo fitochimico (quale i resveratroli da solo) contro i resveratroli combinati con la pelle dell'uva e gli estratti di semi dell'uva.

Le classi di molecole trovate in interi uva, pelle dell'uva e estratti di semi naturali dell'uva comprendono gli effettori potenti come le proantocianidine (in seme dell'uva), gli antociani (che danno l'uva porpora e rossa il loro colore) e scelgono le entità molecolari quali i resveratroli e la quercetina. Gli studi scientifici documentano gli effetti sulla salute multipli di queste componenti, che possono essere caratterizzate come antibiotico, antitumorale, antidiabetico, invecchiamento cardioprotective, antinfiammatorio e del anti-cervello dell'anti-ulcera.7

Le indennità-malattia cardiovascolari dell'estratto del seme dell'uva comprendono gli effetti favorevoli su pressione sanguigna, funzione endoteliale migliorata e stress.8 ossidativo in diminuzione l'attività antiossidante potente dell'estratto del seme dell'uva può essere responsabile dei suoi effetti neuroprotective riferiti, come osservato nei modelli animali del morbo di Alzheimer.9,10 recentemente, l'estratto del seme dell'uva combinato con calcio è stato trovato per essere più efficace della massa sana in costruzione sola dell'osso del calcio.L'estratto del seme di 11 uva efficacemente ha inibito la crescita delle cellule colorettali umane del tumore in laboratorio ed in animali.12

I risultati recenti sugli effetti del resveratrolo nei modelli dell'animale da laboratorio stanno attirando moltissimo interesse dalla comunità scientifica, mentre sollevavano molte questioni circa le applicazioni del resveratrolo in esseri umani. Una delle domande più intriganti è che cosa la dose dei resveratroli può aiutare gli esseri umani a raggiungere gli effetti sulla salute benefici che sono stati osservati in animali. Mentre estrapolare il dosaggio animale a dosaggio umano è difficile nel migliore dei casi, scienziati sta usando parecchi approcci per rivolgere questo problema. I dati d'accumulazione dagli studi di espressione genica in topi forniscono alcuni indizi. Questi risultati inoltre stanno contribuendo ad illuminare la base molecolare degli effetti biologici degli estratti dell'uva e di resveratroli.

Lo studio di Harvard ha generato moltissimo entusiasmo indicando che i topi hanno alimentato le diete ad alta percentuale di grassi (60% delle calorie da grasso) hanno evitato i numerosi problemi sanitari in relazione con la dieta una volta completati con la ricerca-veratrol. Confrontato ai topi che non sono stati dati i resveratroli, i topi completati esibiti hanno aumentato la sopravvivenza, hanno aumentato la sensibilità dell'insulina, la patologia in diminuzione dell'organo ed i numeri aumentati dei mitocondri.1 resveratrolo era inoltre responsabile dello spostamento dei modelli di espressione genica dei topi sulla dieta ad alta percentuale di grassi verso quelli dei topi su una dieta (moderato-grassa) standard. Questi risultati sono stati raggiunti alimentando ai topi un supplemento quotidiano di resveratroli equivalente a 22,4 milligrammi per chilogrammo di corpo weight.* negli studi preliminari su questo tipo, scienziati spesso scelgono le diverse dosi relativamente alte che sono probabili generare un effetto osservabile. Tipicamente, gli studi digamma più convenzionali sarebbero intrapresi più successivamente per identificare le dosi ottimali per raggiungere gli effetti specifici. Ciò è parzialmente responsabile della controversia nella stampa popolare per quanto riguarda la dose elevata relativamente dei resveratroli utilizzati in questo studio.

Mentre lo studio di Harvard era in corso, i prodotti farmaceutici di biomarcatore già avevano terminato uno studio d'alimentazione controllato di otto settimane in cui i topi hanno ricevuto i resveratroli (una versione sintetica) o l'estratto dell'uva (contenendo i resveratroli ed altri costituenti), con una dieta “normale„. I profili di espressione genica sono stati completati su questi animali e sono stati confrontati a quelli di un gruppo di topi caloria-limitati. I geni colpiti dalla formulazione di resveratroli (estratto sintetico o naturale dell'uva) o dalla restrizione calorica poi sono stati confrontati. D'importanza, il dosaggio del resvera-trol utilizzato in questo studio era 12 molto più bassi-approssimativo volta basso-che che hanno utilizzato nello studio di Harvard (vedi la tabella 1).

Dosaggio di resveratroli della tabella 1. in topi

Studio

Dose (mg/kg/giorno)

Harvard study1 (dose elevata)

22.4

Studio di biomarcatore (dose bassa)

1,45, un 1.74b

a. Resveratroli sintetici

b. Resveratroli dell'estratto dell'uva (ottenuti dall'estratto del seme d'uva con i resveratroli).

Risultati di analisi di espressione genica

I topi sulle diete normali sono stati alimentati un quotidiano, dose relativamente bassa dei resveratroli ottenuti da una fonte sintetica o da un estratto dell'intero-uva arricchito con i resveratroli. Un gruppo di controllo dei topi ha alimentato una dieta normale senza completamento di resveratroli e un gruppo caloria-limitato inoltre è stato valutato. L'assunzione totale di caloria era identica nei resveratroli, l'estratto dell'uva ed i gruppi di controllo e il 40% più di meno nel gruppo caloria-limitato.

Alla conclusione di un programma d'alimentazione di otto settimane, i fegati degli animali sono stati raccolti per preparare il RNA (il cugino biochimico di DNA) per il delineamento di espressione genica. I campioni sono stati preparati specialmente per l'analisi con i microarrays del DNA, o “il gene scheggia,„ contenendo una serie completa di geni caratterizzati del topo (il Affymetrix GeneChip® contiene il complessivamente oltre 45.000 insiemi della sonda, rappresentanti un insieme completo oltre di 34.000 geni del genoma del topo). I livelli di espressione genica erano risoluti facendo uso dei metodi statistici che assicurano un alto livello di fiducia nel data.*

Entrambi i gruppi del topo che hanno ricevuto i resveratroli hanno mostrato i cambiamenti significativi nell'espressione dei geni chiave, confermante che anche alle dosi relativamente basse utilizzate in questo studio, c'era un effetto biologico notevole. Il controllo differenziale espresso dei geni oltre 100 vie molecolari differenti, compreso quelli si è riferito a metabolismo (soprattutto metabolismo dei carboidrati e dei lipidi), la riparazione del DNA ed il regolamento della morte delle cellule. Poiché i geni in questione sono nelle vie biologiche chiave, sono probabili essere responsabili almeno di alcuni degli effetti biologici del resveratrolo. Ancora, i risultati significativi sono stati raggiunti facendo uso di una dose del resveratrolo sintetico che era più 10 volte di più basso di quello utilizzato nello studio di Harvard.

Gli animali hanno alimentato i resveratroli ricevuti l'estratto dell'uva ed altre componenti dell'estratto dell'intero-uva. ** La loro risposta di espressione genica quindi si penserebbe che rifletta gli effetti di entrambi i resveratroli e di altre componenti dell'uva. I geni che sono cambiato significativamente nell'espressione nel gruppo dell'estratto dell'uva sono trovati nelle vie molecolari in questione nel metabolismo dei carboidrati e biosintesi (quale la creazione degli zuccheri di sangue) e metabolismo dei lipidi e biosintesi (quali la creazione o la riduzione di colesterolo e di acidi grassi).

Interessante, gli scienziati hanno notato un significativo sovrapposizione-circa 65% quando hanno confrontato i modelli di espressione genica dei gruppi dell'estratto dell'uva e di resveratroli. Mentre preveduti, questi risultati confermano i simili effetti dei resveratroli sintetici puri e dei resveratroli estratto-derivati uva su espressione genica in animali.

Gli effetti di espressione genica dei resveratroli “a basse dosi„ erano simili a quelli veduti in topi caloria-limitati: la similarità di circa 55% fra i gruppi di resveratroli e caloria-limitati e la similarità di 52% fra il caloria-limitato e l'uva estratto-hanno completato i gruppi.

Un metodo conosciuto come l'analisi molecolare di via può applicarsi all'espressione genica che profila i risultati per identificare le vie regolarici chiave colpite dai vari trattamenti dei resveratroli, dell'estratto dell'uva e della restrizione calorica. Visualizzato nella figure 1 e 2, questi dati mostrano quali vie sono specifiche ai trattamenti differenti come pure vie cui sono divisi fra o fra i trattamenti.

Figura 1 mostra i risultati per i geni nelle vie che sono collegate con i processi biologici che comprendono il DNA; come indicato dalla sovrapposizione, 20 geni differenziale espressi in questione nei processi in relazione con il DNA sono regolati allo stesso modo in animali che ricevono i resveratroli sintetici, l'estratto dell'uva, o la restrizione calorica. Questi dati suggeriscono che i tre trattamenti dividano alcune caratteristiche comuni riguardo a come i geni in questione nell'elaborazione del DNA sono controllati con espressione genica.

Un simile approccio è stato usato per analizzare i geni in questione nel metabolismo dei lipidi. Secondo le indicazioni di figura 2, 10 geni in questione nelle vie relative al metabolismo dei lipidi sono regolati comunemente dai resveratroli, dall'estratto dell'uva e dalla restrizione calorica. Questi dati sono appena un sottoinsieme di intera analisi. Nel totale, 159 vie molecolari differenti sono state trovate per essere regolate comunemente da questi tre trattamenti differenti.

L'estratto dell'uva e di resveratroli produce gli effetti forte simili, in base alle risposte di espressione genica dimostrate in topi ha alimentato una dose relativamente bassa di questi composti. Il confronto di questi gruppi con i topi caloria-limitati mostra una sovrapposizione significativa nel regolamento dei tre trattamenti di simili vie biologiche. Questi dati aggiungono alla prova d'accumulazione che il resveratrolo avvia una risposta biologica in mammiferi che è simile a quella osservata con la restrizione calorica, un intervento che è conosciuto per estendere la durata e per proteggere dalle malattie relative all'età.2-5 questi effetti sono osservati anche ad una dose relativamente bassa dei resveratroli, indicante che una dose umano-equivalente può essere ottenuta con il completamento dietetico con i prodotti di alta qualità di resveratroli.

Che cosa questo significa oggi agli esseri umani invecchianti

Un'oncia fluida di vino rosso fa la media intorno 90 microgrammi di resveratrol.13 che i supplementi di resveratroli usati dai membri del prolungamento della vita contengono 20 mg (20.000 mcg) di resveratroli in ogni capsula. Di conseguenza, questi 20 supplementi di resveratroli di mg forniscono circa 220 volte che la quantità di resveratroli ha trovato in un'oncia fluida di vino rosso.

Poiché un bicchiere di vino è di circa 5 e 1/3 di oncia, una persona che prende un supplemento di 20 resveratroli di mg può ingerire la quantità equivalente di resveratroli trovati in 41 vetro di vino rosso. Inutile per dire, quello è molto vino rosso.

Negli studi intrapresi dai prodotti farmaceutici di biomarcatore, i topi hanno dimostrato i cambiamenti antinvecchiamento favorevoli di espressione genica in risposta a ricevere l'equivalente umano di 20 mg di resveratroli un il giorno.

I risultati molto positivi di studio riferiti nei media alla fine del 2006 hanno utilizzato le dosi umano-equivalenti dei resveratroli nelle centinaia o in migliaia di milligrammi un il giorno.

Così che cosa ora abbiamo sono i dati estremamente favorevoli sui resveratroli (con altri costituenti dell'uva), con una vasta gamma di dosi ottimali probabili affinchè gli esseri umani invecchianti considerino.

Coloro che sceglie di consumare 20 mg di resveratroli un il giorno possono prendere la comodità nella rappresentazione della ricerca di biomarcatore che questa potenza ha esercitato i cambiamenti impressionanti in geni estremamente importanti hanno compreso in vari processi di invecchiamento e malattie degeneranti.

Coloro che sceglie di consumare le dosi elevate dei resveratroli possono esaminare gli studi media-riferiti che inoltre hanno mostrato i risultati molto impressionanti. Le buone notizie per i consumatori sono che possono ottenere il resvera-trol standardizzato ed altri costituenti dell'uva in 20 di mg 100 e di mg capsule, ad un costo molto moderato.

Note a piè di pagina:

* Le dosi delle droghe in animali da esperimento sono calcolate spesso nei milligrammi (mg) per chilogrammo (chilogrammo) di peso corporeo. Ciò permette alle dosi di essere standardizzata fra i gruppi del trattamento.

** Un valore p della soglia di 0,001 per un cambiamento duplice minimo nel livello di espressione genica è stato usato; ciò significa che la probabilità che il livello di espressione genica è statisticamente significativo è 99,9% o più.

Acidi polifenolici del ***, flavonoidi, antociani e proantocianidine oligomeriche.

I riferimenti per “prova crescente collega i resveratroli alla portata duratura„

1. Ingram dk, RM di Anson, de Cabo R, et al. sviluppo del mimetics di restrizione di caloria come strategia di prolongevity. Ann NY Acad Sci. 2004 giugno; 1019:412-23.

2. Sinclair DA. Verso una teoria unificata del regolamento calorico di longevità e di restrizione. Sviluppatore invecchiante Mech. 2005 settembre; 126(9): 987-1002.

3. Il Dott di Valenzano, Terzibasi la E, Genade T, et al. resveratrolo prolunga la durata della vita e ritarda l'inizio degli indicatori relativi all'età in un vertebrato di breve durata. Curr Biol. 7 febbraio 2006; 16(3): 296-300.

4. Heilbronn LK, de Jonge L, Frisard MI, et al. effetto della restrizione di 6 mesi di caloria sui biomarcatori della longevità, adattamento metabolico e sforzo ossidativo in individui di peso eccessivo: una prova controllata randomizzata. JAMA. 5 aprile 2006; 295(13): 1539-48.

5. Baur JA, Pearson kJ, prezzo nl, et al. resveratrolo migliora la salute e la sopravvivenza dei topi su una dieta di alto-caloria. Natura. 16 novembre 2006; 444(7117): 337-42.

6. Disponibile a: http://www.pdrhealth.com/drug_info/nmdrugprofiles/nutsupdrugs/res_0224.shtml . 10 gennaio 2007 raggiunto.

7. Lagouge m., Argmann C, Gerhart-Hines Z, et al. resveratrolo migliora la funzione mitocondriale e protegge dalla malattia metabolica da SIRT1 e da PGC-1alpha d'attivazione. Cellula. 15 dicembre 2006; 127(6): 1109-22.

8. Kaeberlein m., McDonagh T, Heltweg B, et al. attivazione Substrato-specifica dei sirtuins dai resveratroli. Biol chim. di J. 29 aprile 2005; 280(17): 17038-45.

9. La TA di Borra, Smith BC, Denu JM. Meccanismo dell'attivazione umana SIRT1 dai resveratroli. Biol chim. di J. 29 aprile 2005; 280(17): 17187-95.

10. Guarente L, collegamento di restrizione- SIR2 di Picard F. Calorie. Cellula. 25 febbraio 2005; 120(4): 473-82.

11. Porcu m., Chiarugi A. Il potenziale terapeutico emergente delle droghe d'interazione: dalla morte delle cellule all'estensione di durata della vita. Tendenze Pharmacol Sci. 2005 febbraio; 26(2): 94-103.

12. Constant J. Alcohol, malattia cardiaca ischemica ed il paradosso francese. Arteria DIS di Coron. 1997 ottobre; 8(10): 645-9.

13. Folts JD. Indennità-malattia potenziali dai flavonoidi nei prodotti dell'uva sulla malattia vascolare. Adv Exp Med Biol. 2002;505:95-111.

14. Bujanda L, Garcia-Barcina m., Gutierrez-de JV, et al. effetto dei resveratroli dalle sulle lesioni indotte da alcool del fegato e di mortalità in topi. BMC Gastroenterol. 14 novembre 2006; 6:35.

15. Estratto di Sovak M. Grape, resveratroli ed i suoi analoghi: una rassegna. J Med Food. 2001;4(2):93-105.

16. Ignatowicz E, Baer-Dubowska W. Resveratrol, un agente chemopreventive naturale contro le malattie degeneranti. Politico J Pharmacol. 2001 novembre; 53(6): 557-69.

17. Effetti biologici di Fremont L. dei resveratroli. Vita Sci. 2000 14 gennaio; 66(8): 663-73.

18. Bhat KPL, Kosmeder JW, Pezzuto JM. Effetti biologici dei resveratroli. Segnale di redox di Antioxid. 2001 dicembre; 3(6): 1041-64.

19. Wang Z, Huang Y, Zou J, et al. effetti dei resveratroli del polifenolo del vino e del vino rosso su aggregazione della piastrina in vivo e in vitro. Int J Mol Med. 2002 gennaio; 9(1): 77-9.

20. Ola B, Wachowicz B. Resveratrol e vitamina C come antiossidanti in piastrine. Ricerca di Thromb. 15 aprile 2002; 106(2): 143-8.

21. Ola B, Wachowicz B, Saluk-Juszczak J, Zielinski T. Effect dei resveratroli, un composto polifenolico naturale, sull'attivazione della piastrina indotta dall'endotossina o dalla trombina. Ricerca di Thromb. 15 agosto 2002; 107 (3-4): 141-5.

22. Brito PM, Mariano A, Almeida LM, Dinis TC. Il resveratrolo permette la protezione contro la morte endoteliale peroxynitrite-mediata delle cellule: Un ruolo per glutatione intracellulare. Le bioe di Chem interagiscono. 15 dicembre 2006; 164(3): 157-66.

23. Novakovic A, Bukarica LG, Kanjuh V, Heinle H. Potassium canale-ha mediato il vasorelaxation dell'aorta del ratto indotto dai resveratroli. Clin di base Pharmacol Toxicol. 2006 novembre; 99(5): 360-4.

24. Kim H, Deshane J, Barnes S, analisi di Meleth S. Proteomics delle azioni dell'estratto del seme dell'uva nel cervello del ratto: implicazioni tecnologiche e biologiche per lo studio sulle azioni dei composti psicoattivi. Vita Sci. 27 marzo 2006; 78(18): 2060-5.

25. Mokni m., Limam F, Elkahoui S, Amri m., effetto cardioprotective di Aouani E. Strong dei resveratroli, un polifenolo del vino rosso, sui cuori isolati del ratto dopo la lesione riperfusione/di ischemia. Biochimica Biophys dell'arco. 1° gennaio 2007; 457(1): 1-6.

26. Goh ss, Woodman OL, Pepe S, et al. Il resveratrolo antiossidante del vino rosso evita la lesione del cardiomyocyte dopo ischemia-riperfusione via i siti ed i meccanismi multipli. Segnale di redox di Antioxid. 2007 gennaio; 9(1): 101-13.

27. Chen WP, Unione Sovietica MJ, ha appeso il LM. Meccanismi elettrofisiologici in vitro per efficacia antiaritmica dei resveratroli, un antiossidante del vino rosso. EUR J Pharmacol. 12 gennaio 2007; 554 (2-3): 196-204.

28. Meccanismo di Dong Z. Molecular dell'effetto chemopreventive dei resveratroli. Ricerca di Mutat. 2003 febbraio; 523-524: 145-50.

29. BB di Aggarwal, Bhardwaj A, Aggarwal RS, et al. ruolo dei resveratroli nella prevenzione e terapia di cancro: studi preclinici e clinici. Ricerca anticancro. 2004 settembre; 24 (5A): 2783-840.

30. Trincheri N-F, Nicotra G, Follo C, Castino R, Isidoro C. Resveratrol induce la morte delle cellule in cellule tumorali colorettali da una via novella che comprende la catepsina lisosomiale D. Carcinogenesis. 20 novembre 2006.

31. Heynekamp JJ, Weber WM, LA di Hunsaker, et al. trans-stilbeni sostituiti, compreso gli analoghi dei resveratroli del prodotto naturale, inibisce dall'l'attivazione indotta da alfa di fattore di necrosi tumorale del fattore nucleare KappaB di fattore di trascrizione. J Med Chem. 30 novembre 2006; 49(24): 7182-9.

32. Vigna GB, Costantini F, Aldini G, et al. effetto di un estratto standardizzato del seme dell'uva su suscettibilità della lipoproteina a bassa densità ad ossidazione in fumatori pesanti. Metabolismo. 2003 ottobre; 52(10): 1250-7.

33. Vinson JA, Proch J, estratto del seme d'uva dell'oro di Bose P. MegaNatural ((r)): studi antiossidanti e in vivo umani in vitro di completamento. J Med Food. 2001;4(1):17-26.

34. Ola B, Wachowicz B, Majsterek I, et al. proprietà antiossidanti di trans-3,3, 5,5' - tetrahydroxy-4'-methoxystilbene contro modifica di varietà di biomolecole in globuli umani ha trattato con i composti del platino. Nutrizione. 2006 novembre; 22 (11-12): 1202-9.

35. Martin AR, Villegas I, La cc, de la Lastra CA. Il resveratrolo, un polifenolo trovato in uva, sopprime il danno ossidativo e stimola gli apoptosi durante l'infiammazione colica iniziale in ratti. Biochimica Pharmacol. 1° aprile 2004; 67(7): 1399-410.

36. Richard N, Porath D, Radspieler A, Schwager J. Effects dei resveratroli, del piceatannol, di tri-acetoxystilbene e genisteina sulla risposta infiammatoria dei leucociti periferici umani del sangue. Mol Nutr Food Res. 2005 maggio; 49(5): 431-42.

37. Elmali N, Baysal O, Harma A, Esenkaya I, Mizrak B. Effects dei resveratroli nell'artrite infiammatoria. Infiammazione. 4 novembre 2006.

38. Savaskan E, Olivieri G, Meier F, et al. resveratroli dell'ingrediente del vino rosso protegge da neurotossicità dell'beta-amiloide. Gerontologia. 2003 novembre; 49(6): 380-3.

39. Marambaud P, Zhao H, Davies P. Resveratrol promuove la distanza di amiloide-beta peptidi del morbo di Alzheimer. Biol chim. di J. 11 novembre 2005; 280(45): 37377-82.

40. Wang J, L noiosa, Zhao Z, et al. consumo moderato di Cabernet-Sauvignon attenua la neuropatologia di abeta in un modello del topo del morbo di Alzheimer. FASEB J. 2006 novembre; 20(13): 2313-20.

41. ST di Anekonda. Vantaggio di resveratroli-un per il trattamento del morbo di Alzheimer? Brain Res Brain Res Rev. 2006 settembre; 52(2): 316-26.

42. Luo L, Huang YM. Effetto dei resveratroli sull'abilità conoscitiva dei topi di Alzheimer. Zhong Nan Da Xue Xue Bao Yi Xue Ban. 2006 agosto; 31(4): 566-9.

43. Sharma m., Gupta YK. Il trattamento cronico con i resveratroli del trasporto impedisce il danno conoscitivo indotto streptozotocin intracerebroventricular e lo sforzo ossidativo in ratti. Vita Sci. 11 ottobre 2002; 71(21): 2489-98.

44. Kumar P, Padi ss, Naidu PS, Kumar A. Effect dei resveratroli su 3 da cambiamenti biochimici e comportamentistici indotti da acido nitropropionic: meccanismi neuroprotective possibili. Behav Pharmacol. 2006 settembre; 17 (5-6): 485-92.

45. Resistenza di Harper JM, del salmone ab, di Chang Y, et al. di sforzo e invecchiamento: influenza dei geni e della nutrizione. Sviluppatore invecchiante Mech. 2006 agosto; 127(8): 687-94.

46. De Santi C, Pietrabissa A, Spisni R, Mosca F, GM di Pacifici. Sulphation dei resveratroli, di un composto naturale presente in vino e della sua inibizione dai flavonoidi naturali. Xenobiotica. 2000 settembre; 30(9): 857-66.

47. De Santi C, Pietrabissa A, Spisni R, Mosca F, GM di Pacifici. Sulphation dei resveratroli, un prodotto naturale presente in uva e vino, nel fegato e nel duodeno umani. Xenobiotica. 2000 giugno; 30(6): 609-17.

48. Hayashi A, CA di Gillen, JUNIOR di Lott. Effetti della somministrazione orale quotidiana del calcone della quercetina e della pectina modificata dell'agrume su crescita impiantata del tumore colon-25 nei topi di Balb-c. Altern Med Rev. 2000 dicembre; 5(6): 546-52.

49. AL di Prokop J, di Abrman P, di Seligson, Sovak M. Resveratrol ed il suo piceid del glycon sono polifenoli stabili. J Med Food. 2006;9(1):11-4.

50. Disponibile a http://www.news.cornell.edu/releases/Feb98/Resveratrol.bpf.html. 18 gennaio 2007 raggiunto.

51. Bettuzzi S, Brausi m., Rizzi F, et al. Chemoprevention di carcinoma della prostata umano tramite la somministrazione orale delle catechine del tè verde in volontari con neoplasia intraepiteliale della prostata di prima scelta: un rapporto preliminare da uno studio di un anno di prova-de-principio. Ricerca del Cancro. 15 gennaio 2006; 66(2): 1234-40.

52. Rezai-Zadeh K, Shytle D, Sun N, et al. tè verde epigallocatechin-3-gallate (EGCG) modula la fenditura della proteina del precursore dell'amiloide e riduce l'amiloidosi cerebrale nei topi transgenici di Alzheimer. J Neurosci. 21 settembre 2005; 25(38): 8807-14.

Riferimenti per “che dose dei resveratroli gli esseri umani prendono?„

1. Baur JA, Pearson kJ, prezzo nl, et al. resveratrolo migliora la salute e la sopravvivenza dei topi su una dieta di alto-caloria. Natura. 16 novembre 2006; 444(7117): 337-42.

2. Ingram dk, Zhu m., Mamczarz J, et al. mimetics di restrizione di caloria: un campo emergente di ricerca. Cellula di invecchiamento. 2006 aprile; 5(2): 97-108.

3. Zhang J. Resveratrol inibisce le risposte dell'insulina in una via di SirT1-independent. Biochimica J. 2006 1° agosto; 397(3): 519-27.

4. Bauer JH, Goupil S, Garber GB, Helfand SL. Un'analisi accelerata per l'identificazione degli interventi d'estensione in drosophila melanogaster. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 31 agosto 2004; 101(35): 12980-5.

5. Il legno JG, Rogina B, Lavu S, et al. attivatori di Sirtuin imita la restrizione calorica e ritarda invecchiare nei metazoans. Natura. 5 agosto 2004; 430(7000): 686-9.

6. Piano immaginario di Kent S. Life Extension per conquistare invecchiamento e morte. Prolungamento della vita. Gennaio 2006: 54-65.

7. Effetti di Mitchell T. Broad-spectrum dell'estratto del seme dell'uva. Prolungamento della vita. Luglio 2005: 32-9.

8. Oliff HS. Ipertensione incontrollata: un guasto poco noto di medicina convenzionale. Prolungamento della vita. Agosto 2006: 30-36.

9. Kiefer D. Preserving e ristabilire funzione del cervello. Prolungamento della vita. Ottobre 2005: 36-45.

10. Strategia di Martin R. Novel per ristabilire funzione della cellula cerebrale. Prolungamento della vita. Maggio 2006: 24-31.

11. L'estratto del seme di Wagner E. Grape promuove la formazione dell'osso. Prolungamento della vita. Ottobre 2006: 24.

12. Tinga la crescita delle cellule di tumore del colon dei blocchetti del seme di D. Grape. Prolungamento della vita. Gennaio 2007: 13.

13. Disponibile a: http://www.news.cornell.edu/releases/Feb98/Resveratrol.bpf.html. 18 gennaio 2007 raggiunto.