Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine maggio 2007
immagine

Difendendosi dai pericoli della carenza di vitamina D


Da Tiesha D. Johnson, BSN, Marina militare

Il lunghi, giorni neri di un altro inverno sono venuto ed andato. Decine di milioni di Americani sarebbero sorpresi imparare che l'inverno li ha lasciati carenti in vitamina D. Le vostre probabilità di essere un di loro sono probabilmente molto maggiori di immaginate.

La vitamina D è sintetizzata nella pelle in risposta ad esposizione alla luce solare, ma poca gente raggiunge i livelli ottimali questo modo, in parte dovuto la luce ultravioletta limitata disponibile durante i periodi invernali. Questo deficit stagionale è composto dal fatto che molta gente evita l'esposizione del sole durante i mesi dell'estate e della primavera a causa di preoccupazione circa invecchiamento ed i cancri prematuri della pelle come il melanoma. La nuova ricerca in modo allarmante suggerisce che questi fattori stiano contribuendo ad un'epidemia annuale della carenza di vitamina D, specialmente in adulti anziani.

La vitamina D fa molto più dei denti e le ossa sani. Il suo ruolo nell'immunità sostenente, l'infiammazione di modulazione ed impedire il cancro rendono le conseguenze della carenza di vitamina D potenzialmente devastanti. Un numero crescente degli scienziati che studiano livelli di vitamina D in popolazioni umane ora raccomanda le analisi del sangue annuali per controllare lo stato di vitamina D.

In questo articolo, esaminiamo i fattori che contribuiscono alla prevalenza diffusa della carenza di vitamina D, gli ultimi studi che sostengono il ruolo critico della d della vitamina nell'impedire la malattia ed il quanto vitamina D supplementare avete bisogno per raggiungere i livelli ematici ottimali.

Carenza di vitamina D: Un'epidemia trascurata

La vitamina D è un solubile nel grasso prohormone-che è, non ha attività stessa dell'ormone, ma è convertita in molecola che fa, attraverso un meccanismo strettamente regolato della sintesi. Le sue due forme importanti sono vitamina D2 (o ergocalciferolo) e vitamina D3 (o colecalciferolo). La vitamina D inoltre si riferisce ai metaboliti e ad altri analoghi di queste sostanze. Il vitamina D3 è prodotto in pelle esposta a luce solare, radiazione specificamente ultravioletta di B.

Mentre la vitamina D è più nota per la promozione della salute di assorbimento e dell'osso del calcio, i ricercatori recentemente hanno scoperto i nuovi ruoli importanti per questa vitamina versatile.1 come ormone attivo,2 vitamine D ora è veduta come svolgere un ruolo centrale nell'immunità di controllo e l'infiammazione,1,3,4 due processi vitali che sono legati ad un ospite della malattia relativa all'età condiziona.5-10

Appena mentre gli scienziati stanno scoprendo i nuovi ruoli critici per la vitamina D, inoltre stanno trovando che poca gente ha scioccante livelli ematici di vitamina D adeguati per sostenere i loro bisogni quotidiani.5,6 un autorevole ricercatore si sono riferiti a questo deficit come “epidemia di vitamina D.„7 stime della percentuale degli adolescenti degli Stati Uniti e degli adulti che sono gamma carente di vitamina D da 21% a 58%,11 mentre altrettanto come 54% degli adulti homebound più anziani sono creduti di essere vitamina D carente.12

Poiché il vitamina D3 è ottenuto in esseri umani soprattutto come conseguenza dell'esposizione a luce solare,8 questo mettono la gente vivente fuori dei tropici al rischio particolare per la carenza di vitamina D, particolarmente a partire dalla caduta tarda presto per balzare.9 ulteriore complicando il problema, molti funzionari di salute pubblica sono interessati che i loro avvertimenti circa la prevenzione del sole a causa del rischio di cancro della pelle possono in effetti indurre la gente a limitare la loro esposizione del sole in misura non sana.10,13

Poiché l'esposizione del sole comporta i rischi sanitari significativi e la maggior parte dei Americani vivono fuori delle regioni dove possono ottenere il sole adeguato nell'inverno, forse il migliore modo indirizzare questo dilemma è prestando l'estrema attenzione ai vostri livelli ematici di vitamina D ed ottimizzandoli con il completamento appropriato. Il prolungamento della vita raccomanda che gli adulti controllino i loro livelli ematici e completino con abbastanza vitamina D3 per raggiungere i livelli ematici ottimali.6-8

Per soddisfare le esigenze di tutto corpo di attività adeguata di vitamina D, molti scienziati ora sostengono il complemento con le dosi che sono considerevolmente superiori ai minimi attualmente raccomandati dall'istituto di medicina.14 mentre la vitamina D può essere ottenuta con alcune fonti dietetiche quali il pesce, le uova ed i prodotti lattier-caseario, questi alimenti non riescono a fornire i livelli quotidiani richiesti dalla maggior parte dei individui, così necessitando il completamento di vitamina D.

Come la vitamina D controlla le funzioni delle cellule

Le applicazioni della d della vitamina nella promozione della salute ottimale provengono dalla sua capacità di controllare la produzione delle proteine vitali commutando i geni in funzione e a riposo e così nel contribuire a determinare il destino delle cellule. Le cellule colpite dall'intervento concreto della vitamina D, conosciuto come il calcitriol, fermata 15-17 che cresce e che si riproduce e rapidamente maturano nelle loro forme finali.3,4,17,18

Questi effetti contribuiscono ad impedire la proliferazione (crescita incontrollata) delle cellule potenzialmente cancerogene,19-24 mentre stimolano le cellule per differenziarsi (maturare) in moda da poterle espletare essi le loro funzioni mature, quale attività di sistema immunitario di stimolazione.3,4,25-27

Poiché la riproduzione incontrollata delle cellule acerbe è la caratteristica di definizione dei cancri, la vitamina D può avere effetti Cancro-preventivi importanti. A causa della sua capacità unica di commutare le funzioni delle cellule in funzione e a riposo, la vitamina D ha un effetto doppio che può modulare la funzione immune3 sia la funzione immune carente d'amplificazione che acquietando l'autoimmunità iperattiva.28

La vitamina D può più ulteriormente contribuire a ridurre l'eccessiva infiammazione ed il danno ossidativo implicati nei termini quale l'osteoartrite,29,30 malattia polmonare ostruttiva cronica (quale l'enfisema),31-33 malattia cardiovascolare,34,35 e sindrome metabolica.36,37 bassi livelli di vitamina D sono collegati al rischio aumentato per tutte queste circostanze,38-46 che evidenzia l'importanza delle analisi del sangue regolari di vitamina D per individuare e correggere le carenze prima che contribuiscano all'inizio della malattia.

Domande di impedimento e cura del Cancro

I forti dati epidemiologici ora implicano i bassi livelli di vitamina D in almeno 16 malignità differenti.La prova clinica potente 47 indica che la vitamina D può essere utile nell'impedimento e perfino nella cura il colon e dei carcinoma della prostata, mentre la prova indicativa indica i suoi effetti nel ricambio il polmone, il seno, la pelle e degli altri cancri.16,47

Tumore del colon

Venticinque anni di ricerca suggerisce che individuare e correggere la carenza di vitamina D possano essere particolarmente importanti nel tumore del colon evitante, una malattia che reclama ogni anno circa 56.000 vite negli Stati Uniti.48

Uno studio iniziale di 1.954 uomini ha trovato che quelli con l'assunzione di vitamina D più bassa hanno avuti il rischio più doppio di tumore del colon rispetto agli uomini all'più alta assunzione.49 cellule dei due punti si riproducono molto rapidamente, disponendoli a rischio di diventare maligne. Quando la vitamina D attiva si è applicata alle cellule del colon nella cultura, i tassi di riproduzione sono caduto da 57% nel tessuto normale del colon e da 52% in pazienti con i poliposi adenomatosi familiari, una sindrome ereditata caratterizzata da molti polipi precancerosi.50 in una ricerca di laboratorio, il pretrattamento con la vitamina D ha reso le cellule di tumore del colon più facili uccidere con il perossido di idrogeno ed altri ossidanti naturali presenti nell'intestino.51

Una grande prova randomizzata dal 2003 contribuita a stabilire un ruolo clinico per la vitamina D nell'impedimento del tumore del colon.52 ottocento tre oggetti con gli adenomi colorettali precedenti (che possono condurre a cancro se ricorrono) sono stati dati i supplementi o il placebo del calcio ed i loro tassi di ricorrenza dell'adenoma sono stati misurati. I supplementi del calcio hanno ridotto il rischio di ricorrenza dell'adenoma di 29% negli oggetti con i livelli normali di D. Questo studio ha dimostrato che sia il calcio che i livelli adeguati di vitamina D sono necessari ridurre il rischio di tumore del colon.

Nei 2006 studi,53 ricercatori hanno diviso chirurgicamente i diversi polipi (potenzialmente precancerosi) adenomatosi, rimuoventi circa 50% da 19 pazienti. Hanno segnato i resti dei polipi nell'intestino in modo da potrebbero identificarli più successivamente e proliferazione studiata delle cellule nel tessuto del polipo prima e dopo sei mesi del trattamento con il vitamina D3 orale (400 IU) e carbonato di calcio (mg 1500, tre volte quotidiani) o placebo. Gli adenomi dai pazienti hanno trattato con calcio ed il vitamina D3 indicato ha segnato i declini nella proliferazione delle cellule ed in altri segni di cambiamento cancerogeno, mentre non c'era cambiamento in tessuto preso dai pazienti di referenza.

Microscopio elettronico a scansione di carcinoma umano dei due punti.

Gli specialisti di prevenzione del cancro all'università di California recentemente hanno effettuato un esteso esame degli articoli scientifici hanno pubblicato universalmente fra 1966 e 2004. La loro analisi ha suggerito che quello prendere 1000 unità internazionali (IU) del quotidiano di vitamina D3 riducesse il rischio di un individuo di sviluppare il cancro colorettale da 50%. I ricercatori raccomandati hanno aumentato l'assunzione del vitamina D3 come terapia preventiva economica e non tossica per tumore del colon. Specificamente, sperano di vedere ufficialmente il governo federale raccomandare un'assunzione di 1000 IU al giorno del vitamina D3 per prevenzione del cancro.48

Continuato alla pagina 2 di 3