Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine maggio 2007
immagine

Mandorle


Benefici per il peso corporeo, la salute del cuore e più
Da Dale Kiefer

La nota del redattore: Nel rispetto del fatto che il consumo corrente di alimenti dipromozione dovrebbe formare il fondamento di ogni strategia antinvecchiamento per tutta la vita, a cominciare da questo prolungamento della vita dell'edizione metterà in luce regolarmente “i superfoods„ che sono fra le fonti più abbondanti della natura di sostanze nutrienti utili.

Sebbene le mandorle siano state coltivate e goduto state di per le migliaia di anni (anche re Tut ha preso alcuno nel vita dell'al di là con lui), negli ultimi decenni queste frutta a guscio deliziose hanno sofferto nella popolarità, vittima di caduta ai guru ultrazelanti di dieta che hanno dichiarato tutti i dadi per essere proibitivamente alti in grasso.

Poichè risulta, questa raccomandazione disorientata bandire i dadi dalla sua dieta era sia male informata che controproduttiva. Mentre i dadi sono in effetti alimenti caloria-densi, sono inoltre centrali elettriche nutrizionali, imballate con i grassi sani, proteina muscolo costruziona, fibra tessile naturale, minerali utili quali rame e magnesio e vitamine ed antiossidanti cuore-sani.1,2

Le mandorle sostengono un peso corporeo sano

Le mandorle sono non solo deliziose, versatili e portatili, ma sono nutrizionalmente utili ad una serie di livelli.3,4 studi recenti hanno dimostrato che le diete che caratterizzano le mandorle ed altre frutta a guscio non causano l'obesità e possono realmente promuovere la perdita di peso.5-8 questo può essere spiegato dal profilo particolarmente salutare dell'acido grasso dei dadi quali le mandorle. Di concerto con fibra, questi composti evidentemente funzionano per sopprimere l'appetito, possibilmente

influenzando la produzione degli ormoni in questione nella fame-sazietà cicli e promuovendo una sensibilità della pienezza. Di conseguenza, i mangiatori del dado possono consumare a lungo termine meno calorie da altre fonti dell'alimento.5-9

E lontano dalle arterie d'ostruzione, i composti in mandorle ed altre frutta a guscio funzionano per ridurre i livelli di colesterolo nocivo.10,11

Più intrigante ancora, la ricerca emergente suggerisce che i phytochemicals in mandorle ed in altri dadi possano contribuire ad impedire determinati tipi di cancri.Il consumo del dado aumentato 12,13 è associato con un rischio riduttore di sviluppare le colelitiasi sia in uomini che in donne postmenopausali.14,15 inoltre, i cosiddetti “alimenti funzionali„ come le mandorle sono stati indicati per regolare gli aumenti nei livelli della glicemia dopo i pasti e possibilmente prevenire danni ossidativo to proteins.16, 17 questi ed altri effetti benefici contribuiscono a spiegare perché le mandorle ora ampiamente sono percepite per essere un alimento cuore-sano.

Le mandorle promuovono i livelli di lipidi sani

Le mandorle sono ricche in vitamina E e folico come pure monoinsaturo e grassi polinsaturi. Sebbene non contengano colesterolo, le mandorle tuttavia sono una fonte eccellente di fitosteroli, o composti che serviscono da analoghi della pianta di colesterolo umano. La distinzione importante, tuttavia, è che i fitosteroli realmente serviscono a ridurre i livelli di colesterolo nocivo in esseri umani che li consumano, facendo diminuire la quantità di colesterolo assorbente da altre fonti dell'alimento attraverso il tratto gastrointestinale. Gli studi hanno documentato i profondi aumenti nel rapporto della lipoproteina ad alta densità utile (HDL) alla lipoproteina a bassa densità nociva (LDL) dopo il completamento sui fitosteroli.18,19

In uno studio importante, gli scienziati hanno esaminato gli effetti di riduzione dei lipidi delle mandorle crude, delle mandorle salate arrostite e del burro della mandorla negli uomini ed in donne con alto colesterolo totale. I partecipanti hanno seguito una dieta cuore-sana che contiene 100 grammi di una di tre forme di mandorle per un mese. Tutte e tre le mandorle alimento-crude, le mandorle salate arrostite ed il burro-significativo della mandorla hanno ridotto i livelli di LDL. Sia le mandorle crude che arrostite hanno abbassato sostanzialmente il colesterolo totale, mentre il burro della mandorla ha prodotto una riduzione modesta in colesterolo totale. I livelli di HDL sono aumentato in quelli burro di consumo della mandorla, ma non sono cambiato nei gruppi che consumano le mandorle crude o arrostite. Gli scienziati hanno concluso che tutte le forme di mandorla-crudo, arrostite, o in mandorla arrostita burro-possono produrre i cambiamenti utili nei livelli di lipidi del sangue.20

Le mandorle possono svolgere un ruolo nella normalizzazione dell'anomalia- particolarmente pericolosa piccola, particelle dense del lipido del sangue di LDL che sono forte atherogenic e tossiche alle cellule endoteliali delicate che allineano i vasi sanguigni. Quando gli adulti con i livelli leggermente elevati di LDL hanno consumato le mandorle d'incorporazione di una dieta, la proteina di soia, la fibra viscosa e gli steroli vegetali per un mese, hanno dimostrato le riduzioni notevoli dei livelli di LDL. Inoltre, i loro livelli di piccolo, LDL denso sono diminuito, indicando che una dieta che contiene le mandorle ed altre sostanze nutrienti pianta-derivate può potente ridurre il rischio di malattia cardiovascolare.21

Conclusione

Dato tutti ora sappiamo circa le indennità-malattia delle mandorle ed altre frutta a guscio, comprendenti questi ossequi croccanti nella sua dieta è una strategia nutrizionale sana. Da glicemia e dal colesterolo di regolamento di abbassamento ad impedire le colelitiasi e la malattia cardiaca, le mandorle meritano un posto ad ognuno tavola e possono essere godute di nella moderazione senza una traccia di colpevolezza.

Contenuto nutrizionale delle mandorle

Il cibo delle mandorle crude dalla manciata è il modo più facile ottenere tutti i loro benefici salutari. Le mandorle assicurano una ricchezza delle sostanze nutrienti essenziali richieste per i buona salute. Un servizio dell'un-oncia delle mandorle (circa 23 dadi) contiene:

  • Calorie: 163
  • Grasso totale: 14 grammi
    • Grasso saturo: 1 grammo
    • Grasso monoinsaturo: 9 grammi
    • Grasso poli-insaturo: 3,5 grammi
    • Grasso del trasporto: 0 grammi
  • Carboidrati totali: 6 grammi
    • Fibra dietetica: 3 grammi
    • Zuccheri: 1 grammo
  • Proteina: 6 grammi
  • Vitamine e minerali:
    • Vitamina A: 1,4 IU
    • Luteina e zeaxantina: 0,3 mcg
    • Vitamina E: 7,3 mg
    • Folato: 8,2 mcg
    • Tiamina: 0,1 mg
    • Riboflavina: 0,2 mg
    • Niacina: 1,1 mg
    • Calcio: 70 mg
    • Magnesio: 78 mg
    • Ferro: 1,2 mg
    • Fosforo: 134 mg
    • Sodio: 0,3 mg
    • Potassio: 206 mg
    • Zinco: 0,9 mg
    • Rame: 0,3 mg
    • Selenio: 0,8 mcg 22

Le mandorle sono uno spuntino soddisfacente da soli e fanno un'aggiunta deliziosa agli alimenti quali le insalate, i dessert, i preparati dello spuntino, il pilaf del riso, il yogurt e gli antipasti del pesce o del pollame.

Riferimenti

1. Brufau G, Boatella J, Rafecas M. Nuts: fonte di energia e macronutrienti. Br J Nutr. 2006 novembre; 96 supplementi 2S24-8.

2. Fibra di Salas-Salvado J, di Bullo m., di Perez-Heras A, di Ros E. Dietary, dadi e malattie cardiovascolari. Br J Nutr. 2006 novembre; 96 supplementi 2S45-S51.

3. Coates, Howe PR. Dadi commestibili e salute metabolica. Curr Opin Lipidol. 2007 febbraio; 18(1): 25-30.

4. Kris-Etherton PM, Yu-Poth S, Sabate J, et al. dadi ed i loro costituenti bioactive: effetti sui lipidi del siero e su altri fattori che colpiscono il rischio di malattia. J Clin Nutr. 1999 settembre; 70 (3 supplementi): 504S-11S.

5. Consumo di Sabate J. Nut e peso corporeo. J Clin Nutr. 2003 settembre; 78 (3 supplementi): 647S-50S.

6. Consumo di Bes-Rastrollo m., di Sabate J, di Gomez-Gracia E, et al. del dado e obesità in un gruppo Mediterraneo: Studio di The Sun. Obesità (Silver Spring). 2007 gennaio; 15(1): 107-16.

7. Megias-Rangil I, Garcia-Lorda P, Torres-Moreno m., Bullo m., valore nutritivo di Salas-Salvado J. ed effetti sulla salute dei dadi. Arco Latinoam Nutr. 2004 giugno; 54 (2 supplementi 1): 83-6.

8. Rajaram S, Sabate J. Nuts, peso corporeo e insulino-resistenza. Br J Nutr. 2006 novembre; 96 supplementi 2S79-S86.

9. Strahan TM. Dadi per protezione cardiovascolare. L'Asia Pac J Clin Nutr. 2004; 13 (supplemento): S33.

10. Ellsworth JL, LH di Kushi, Folsom AR. Frequente assunzione del dado e rischio di morte dalla coronaropatia e tutte le cause in donne postmenopausali: lo studio della salute delle donne dello Iowa. Nutr Metab Cardiovasc DIS. 2001 dicembre; 11(6): 372-7.

11. Griel EA, Kris-Etherton PM. Frutta a guscio ed il profilo del lipido: una rassegna degli studi clinici. Br J Nutr. 2006 novembre; 96 supplementi 2S68-S78.

12. Jenab m., Ferrari P, Slimani N, et al. associazione dell'assunzione del seme e del dado con il rischio di cancro colorettale nell'indagine futura europea su Cancro e su nutrizione. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2004 ottobre; 13(10): 1595-603.

13. PA di Davis, Iwahashi CK. Le intere mandorle e frazioni della mandorla riducono i fuochi aberranti della cripta in un modello del ratto di carcinogenesi dei due punti. Cancro Lett. 10 aprile 2001; 165(1): 27-33.

14. Tsai CJ, Leitzmann MF, Hu FB, WC di Willett, Giovannucci ELETTRICO. Frequente consumo del dado e rischio in diminuzione di colecistectomia in donne. J Clin Nutr. 2004 luglio; 80(1): 76-81.

15. Tsai CJ, Leitzmann MF, Hu FB, WC di Willett, Giovannucci ELETTRICO. Uno studio di gruppo futuro sul consumo del dado ed il rischio di malattia della colelitiasi in uomini. J Epidemiol. 15 novembre 2004; 160(10): 961-8.

16. Jenkins DJ, Kendall CW, Josse AR, et al. mandorle fa diminuire il glycemia postprandiale, il insulinemia ed il danno ossidativo in individui in buona salute. J Nutr. 2006 dicembre; 136(12): 2987-92.

17. Josse AR, Kendall CW, Augustin LS, Ellis PR, Jenkins DJ. Mandorle e studio postprandiale di reazione al dosaggio di glycemia-a. Metabolismo. 2007 marzo; 56(3): 400-4.

18. Jones PJ, Ntanios FY, Raeini-Sarjaz m., Vanstone CA. Colesterolo-abbassamento dell'efficacia di una miscela sitostanol-contenente del fitosterolo con una dieta prudente in uomini iperlipidici. J Clin Nutr. 1999 giugno; 69(6): 1144-50.

19. Pelletier X, Belbraouet S, Mirabel D, et al. Una dieta arricchita moderatamente in fitosteroli abbassa le concentrazioni nel colesterolo del plasma in esseri umani normocholesterolemic. Ann Nutr Metab. 1995;39(5):291-5.

20. Spiller GA, Miller A, Olivera K, et al. gli effetti alle delle diete basate a pianta alte in mandorle crude o arrostite, o mandorla arrostita imburrano sulle lipoproteine del siero in esseri umani. J Coll Nutr. 2003 giugno; 22(3): 195-200.

21. Lamarche B, Desroches S, Jenkins DJ, et al. effetti combinati di una cartella dietetica degli steroli vegetali, proteina vegetale, fibra viscosa e mandorle sulla dimensione delle particelle di LDL. Br J Nutr. 2004 ottobre; 92(4): 657-63.

22. Disponibile a: http://www.nutritiondata.com/facts-C00001-01c20nl.html. 22 febbraio 2007 raggiunto.