Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2007
immagine

Metodi scientifici per ridurre rischio di carcinoma della prostata e del seno


Da William Faloon

Il potenziale di prevenzione del cancro di soia

L'ultimo studio che mostra un rapporto di riproduzione notevole di 90% dei cancri al seno ricevitore-positivi dell'estrogeno nelle donne che hanno consumato i lotti delle verdure e soia (invece di una dieta stile occidentale) fornisce la prova convincente che i composti trovati in soia effettivamente hanno un effetto cancerpreventive del seno.25

Per la decade passata, una controversia si è infuriata più se la gente può ridurre il loro rischio di cancro aumentando il loro consumo di alimenti della soia o di supplementi della soia. In risposta al dibattito, una serie di studi sono stati iniziati negli anni 90 per accertare degli effetti della soia sulle sanità.

Durante questi ultimi anni, i risultati di questi studi hanno cominciato ad essere liberati. Mentre trascurati mediante i media della corrente principale, i risultati sensazionali indicano che il rischio di cancro al seno e della prostata potrebbe essere tagliato a metà se la gente consumasse soltanto più soia.25,49-51

Gli isoflavoni derivati da soia hanno indicato la grande promessa nell'assicurare la protezione naturale contro i multipletypes di cancro.52-54 gli isoflavoni sono costituenti fitochimici di soia, con due dell'essere più noto genisteina e daidzeina.

Gli isoflavoni sono creduti di esercitare una serie di effetti biologici positivi sul corpo umano e molti professionisti di medicina integrante (e perfino di un piccolo ma del numero crescente nella medicina della corrente principale) ora credono che il consumo di soia e di isoflavoni possa ridurre il rischio di molte malattie croniche, compreso cancro, la malattia cardiaca e l'osteoporosi.49-59

Gli studi intrapresi in Asia hanno trovato che le donne asiatiche, che consumano molti altri isoflavoni che le donne americane, hanno rischi significativamente più bassi di sviluppare il cancro al seno.60 Poiché studieshave animale indicato che un livello di dieta in genisteina del soyand può proteggere againstmammary, due punti e tumori di pelle,61è sembrato che ragionevole per pensare thatsoy potrebbe anche contribuire ad impedire i humancancers e, in particolare, il breastcancer. Eppure molti medici della corrente principale rimangono skepticalthat qualcosa come “semplici„ poichè il soycould ha così salute profonda di onhuman di effetto.

Misurazione del vostro rapporto del hydroxyestrone 2 all'alfa-hydroxyestrone della sostanza tossica 16

Il cibo dei lotti delle verdure crocifere e/o prendere i supplementi come indole-3-carbinol (I3C) sono stati indicati per aumentare il hydroxyestrone protettivo 2 e per ridurre il metabolita pericoloso dell'estrogeno chiamato alfa-hydroxyestrone 16.93

Se state prendendo qualunque genere di droga dell'estrogeno (sia naturale o sintetico) o siete ad un rischio aumentato di cancro al seno, è critico sapere se state consumando abbastanza verdure crocifere e/o I3C per raggiungere i rapporti ottimali di questi metaboliti dell'estrogeno (cioè hydroxyestrone su 2 relativamente all'alfa-hydroxyestrone 16).94

Oltre a cancro al seno, la prova indica che questo rapporto è pertinente ad altri disordini quale osteoporosi.95

Le alterazioni favorevoli del hydroxyestrone 2 al rapporto dell'alfa-hydroxyestrone 16 sono state indicate per essere associate con l'incidenza abbassata di determinati a cancri estrogeno sensibili.93,96

Il Dott. Jonathan Wright ha lavorato con prolungamento della vita per rendere disponibile a voi una prova urinaria semplice che può misurare il vostro rapporto di questi due metaboliti critici dell'estrogeno.

Tutto che dobbiate fare è di urinare prima cosa di mattina nella fiala sarete inviato e di ritorno nella busta pre-pagata dell'affrancatura. Riceverete i vostri risultati con le raccomandazioni specifiche in una - tre settimane.

Il prezzo al dettaglio di questa prova è $160, ma i membri del prolungamento della vita possono farlo fare per soltanto $128.

per ordinare la 2/16 di prova di rapporto urinaria del metabolita dell'estrogeno, appena chiamata 1-800-208-3444 (24 ore/giorno).

Soia, estrogeno e cancro al seno

Alcuni nell'istituzione medica credono che gli isoflavoni della soia non abbiano ruolo nell'impedire le malattie serie quale cancro. Altri credono che gli isoflavoni della soia non dovrebbero essere usati come supplementi nutrizionali perché gli isoflavoni fungono da estrogeni naturali e potrebbero causare molti dello stesso problema-tale di cui sia aumentato rischio colpo-che gli estrogeni sintetici ora sono conosciuti per causare.

Infatti, gli isoflavoni della soia non fungono semplicemente da estrogeni “naturali„. Gli isoflavoni della soia sono classificati correttamente come modulatori selettivi del ricevitore dell'estrogeno. dovuto la loro struttura molecolare unica, isoflavoni della soia può fungere da agonisti del ricevitore dell'estrogeno o stampi del ricevitore. Con questa abilità, gli isoflavoni della soia sono pensati da molti confer agli effetti benefici di estrogeno senza suoi effetti collaterali potenzialmente pericolosi, particolarmente in tessuti ormonalmente sensibili trovati in sia seno che endometrio.62

Numerosa manifestazione che di studi il potenziale si avvantaggia alle donne di soia d'incorporazione nelle loro diete per contribuire per impedire il cancro al seno. Uno studio 1991 di casecontrol del punto di riferimento delle donne a Singapore, comprendendo 200 oggetti di caso e 420 oggetti di controllo, trovati che le donne con il più alto consumo di prodotti a base di soia hanno avute un rischio contrassegnato in diminuzione di sviluppare il cancro al seno.63 uno studio giapponese ancora più grande di caso-control nel 1995, comprendendo 1.186 oggetti e 23.163 comandi, inoltre hanno indicato che le donne con l'assunzione aumentata del tofu (cagliata della soia) hanno fatte rispetto un rischio significativamente in diminuzione di sviluppare il cancro al seno alle donne che hanno consumato le piccole quantità di prodotti a base di soia quale il tofu.51 per concludere, un basato sulla popolazione molto grande, uno studio prospettivo di 21.852 donne giapponesi ha invecchiato 40-59 ha trovato che le donne con il più alta assunzione degli isoflavoni della soia hanno ridotto il loro rischio di cancro al seno di fino a 54% rispetto alle donne con l'assunzione più bassa degli isoflavoni della soia.60

Malgrado alla la ricerca basata a prova che mostra gli effetti preventivi degli isoflavoni della soia su cancro al seno, con gli studi epidemiologici che evidenziano i tassi molto più bassi di cancro al seno fra le donne asiatiche che consumano le quantità significative di prodotti a base di soia, alcuni medici ancora avvertono le donne contro usando gli alimenti a base di soia ed i supplementi. Si contendono che perché gli isoflavoni della soia sono stati identificati poichè l'estrogeno “mimi,„ essi potrebbe potenzialmente peggiorare o persino causare il cancro al seno. Con le conoscenze attuali che gli isoflavoni della soia fungono da modulatori selettivi del ricevitore dell'estrogeno e non sono semplicemente estrogeno “mimi,„ queste discussioni non sostengono.

Oltre ad essere un supplemento chemopreventive per cancro al seno, isoflavoni della soia sia inoltre probabilmente efficace nell'evitare altri tipi di cancri che affliggono le donne, compreso cancro dell'endometrio. Uno studio recente di casecontrol ha riferito gli effetti degli isoflavoni della soia e di altri phytoestrogens sul rischio di sviluppare il cancro dell'endometrio.64 lo studio hanno confrontato 500 donne invecchiate 35-79 chi ha sviluppato il cancro dell'endometrio fra 1996 e 1999 con i comandi etnia-abbinato dell'età 470 e. Come negli studi che esaminano gli effetti degli isoflavoni su cancro al seno, questo studio ha indicato che le donne con un'più alta assunzione degli isoflavoni della soia hanno avute significativamente un più a basso rischio di sviluppare il cancro dell'endometrio. Ancor più interessante era che i livelli di isoflavoni stati necessari per assicurare la protezione contro cancro dell'endometrio sono stati trovati per essere molto più bassi dell'importo ha creduto necessario proteggere da cancro al seno.

La soia neutralizza il carcinoma della prostata negli uomini

Sia l'animale che gli studi umani hanno indicato che gli isoflavoni della soia possono contribuire a proteggere gli uomini da carcinoma della prostata rallentando e perfino impedendo la malattia.Il carcinoma della prostata 65,66 è il cancro più comune negli uomini e nella seconda causa della morte principale da cancro (dopo il cancro polmonare) fra gli uomini.67 come è il caso riguardo a cancro al seno in donne, i grandi studi epidemiologici hanno indicato che gli uomini asiatici che consumano un gran numero di alimenti a base di soia hanno un'incidenza significativamente più bassa di carcinoma della prostata, rispetto alle loro controparti occidentali.68

I ricercatori hanno trovato che i prodotti della soia come pure altro graffette dietetiche asiatiche orientali quali il pesce ed il tofu, sono stati associati con un rischio in diminuzione di carcinoma della prostata in uomini giapponesi.68 specificamente, uomini che hanno consumato le quantità elevate della soia ed il tofu era 47% e 53% meno probabili, rispettivamente, sviluppare carcinoma della prostata che coloro che ha consumato i più piccoli importi. Ancora, negli uomini che hanno consumato il più grande natto del prodotto, l'incidenza del carcinoma della prostata è stata ridotta di un 75% notevole.

Per concludere, nel caso-control uno studio ha pubblicato nel gennaio 2004, ricercatori giapponesi cercati per accertare di se un'alta concentrazione nel siero dei phytoestrogens riduce il rischio di carcinoma della prostata. I ricercatori hanno raccolto le informazioni di stile di vita ed i campioni del siero da più di 14.000 uomini giapponesi nel 1988-90, che sono stati seguiti fino al 1999. Phytoestrogens e le ormoni sessuali immagazzinati in siero sono stati misurati nel 2002 e 52 rivestono gli oggetti e 151 comando è stato identificato. Questo studio ha stabilito chiaramente che livelli elevati del siero di tutta e valutare-genisteina di tre le phytoestrogens, daidzeina ed equol-comunicato un forte effetto protettivo contro carcinoma della prostata.69 uomini con i livelli elevati di circolazione della genisteina, della daidzeina e del equol hanno ridotto il loro rischio di carcinoma della prostata di 62%, di 59% e di 66%, rispettivamente.

La soia può aggiungersi alla sua dieta in molti modi e sempre più sta utilizzanda nelle formule dell'integratore alimentare di salute del seno.

Perché i frutti sono importanti

Il corpo è bombardato con gli agenti cancerogeni su base giornaliera. Questi agenti cancerogeni includono gli antiparassitari, l'alimento cotto troppo, l'alcool, gli additivi alimentari, il tabacco, gli agenti mutageni fungosi e gli agenti inquinanti industriali. Mentre evitare gli agenti cancerogeni è difficile, può essere possibile attenuare i loro effetti letali fornendo al corpo un estratto specifico della pianta che facilita la disintossicazione e la rimozione di queste sostanze pericolose dal corpo.

Un composto chiamato D-glucarate è trovato in pompelmi, mele, arance, broccoli e cavoletti di Bruxelles.70,71 D-Glucarate sono stati indicati per proteggere dagli agenti cancerogeni sostenendo la disintossicazione e la rimozione dei prodotti chimici pericolosi ed anche proteggendo contro gli effetti subenti una mutazione che questi agenti cancerogeni inducono su DNA cellulare.72

Ci sono parecchi meccanismi da cui il corpo si disintossica. Un modo di difendersi dal sovraccarico tossico comprende una via di disintossicazione nel corpo con cui gli agenti cancerogeni si combinano con le sostanze solubili in acqua, così facente li rimosse più facilmente dal corpo. Questo processo è chiamato glucuronidation e D-glucarate è stato indicato per sostenere questo meccanismo importante di disintossicazione.72

Come D-Glucarate funziona?

D-Glucarate funziona inibendo il beta-glucuronidase enzima pericoloso, così proteggendo il meccanismo critico di disintossicazione “di glucuronidation„. Un esempio di importanza del glucuronidation può essere visto nei fattori di rischio per cancro al seno. I livelli in eccesso di alphahydroxyestrone 16 e di beta-glucuronidase enzima sono associati con un'incidenza aumentata di cancro al seno.73 D-Glucarate sono pensati per fare diminuire i livelli dell'estrogeno colpendo l'eliminazione dell'estrogeno.

Normalmente, l'estrogeno è coniugato con glucurate nel fegato (glucuronidation) e poi è espulso nella bile. Un enzima batterico nell'intestino chiamato beta-glucuronidase può rompere il legame dell'estrogeno-glucuronide, permettendo che l'estrogeno sia riassorbito. D-Glucarate funziona a questo punto inibendo beta-glucuronidase.73 bloccando questo enzima è pensato per fare diminuire la quantità di estrogeno che è riassorbito e per abbassare così i livelli di circolazione dell'estrogeno.

Gli studi della ricerca hanno indicato che D-glucarate inibisce l'incidenza mammaria del tumore.74,75 uno studio in ratti che già hanno avuti cancro al seno hanno indicato che la somministrazione orale di D-glucarate ha provocato un'inibizione di 50% di beta-glucuronidase, che ha condotto ad un rapporto di riproduzione di 30% della crescita mammaria del tumore durante la fase di promozione e ad una riduzione quadruplo del numero assoluto dei tumori.76 un altro studio hanno mostrato una diminuzione più di di 70% nello sviluppo mammario del tumore in ratti esposti agli agenti cancerogeni che erano D-glucarate anche amministrato.77 ancora un altro studio hanno esaminato gli effetti di D-glucarate sull'inizio e sulle fasi promozionali di cancro mammario. I risultati hanno mostrato una riduzione di 28% durante la fase di inizio, mentre la replica delle cellule è stata ridotta di 42% durante la fase di promozione.L'inibizione 78 nella fase di inizio è molto una parte importante di azioni di D-glucarate, poichè diminuisce il rischio che il cancro anche inizierà.

Mangiando i lotti della frutta e delle verdure giuste fornisce al corpo D-glucarate. È inoltre disponibile negli integratori alimentari destinati per sostenere la salute del seno.

Continuato alla pagina 3 di 3