Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2007
immagine

Metodi scientifici per ridurre rischio di carcinoma della prostata e del seno


Da William Faloon

Come i lignani proteggono le ghiandole di prostata e del seno

Una serie di studi pubblicati indicano che i lignani dietetici possono proteggere da cancro favorevole alterando il metabolismo dell'estrogeno, l'angiogenesi d'inibizione ed incitare le cellule tumorali a destruct di auto.79-81 il più grande contributo ad un ruolo dei lignani nella prevenzione del cancro è stato indicato per cancro al seno premenopausa.

I ricercatori a New York hanno valutato il rischio di cancro al seno e l'assunzione lignan dietetica in più di 3.000 donne, includenti circa 1.100 pazienti con cancro al seno confermato e circa 2.000 donne senza Cancro che hanno servito da comandi. Facendo uso dell'analisi statistica, gli scienziati hanno determinato che le donne premenopausa con il più alta assunzione lignan hanno avute un rischio riduttore 44% di sviluppare il cancro al seno.80

Gli scienziati in Italia hanno riferito i simili risultati. La loro ricerca indica che i livelli ematici di enterolactone- il lignan primario derivato dall'ente da seme di lino-sono associati con un più a basso rischio di cancro al seno. Per contro, i ricercatori celebri, “i valori del enterolactone del siero erano significativamente più bassi in donne che successivamente hanno sviluppato il cancro al seno,„ conducente li per concludere che il enterolactone di phytoestrogen “ha avuto un forte effetto protettivo sul rischio di cancro al seno.„81

I lignani possono anche proteggere da cancro dell'endometrio, una circostanza connessa con l'esposizione prolungata agli estrogeni incontrastati. I lignani del lino possono offrire la protezione con un effetto anti-estrogeno nel corpo. I ricercatori nella California hanno valutato lo stato lignan del cancro e dell'assunzione fra quasi 1.000 donne a San Francisco-area ed hanno determinato che le donne con il più alta assunzione lignan dietetica hanno sperimentato il più a basso rischio di sviluppare questo carcinoma del rivestimento uterino. La relazione fra i lignani e la riduzione di rischio di cancro dell'endometrio era leggermente più forte fra le donne postmenopausali.

Sulla base di molta pubblicità favorevole, la gente salute consapevole sempre più sta aggiungendo il seme di lino alla loro dieta allo scopo di ottenere i lignani utili. Gli estratti lignan altamente concentrati inoltre stanno sembrando nei supplementi sostenere la salute della prostata e del seno.

Aggiungendo sui numeri

Secondo i dati scientifici discussi in questo articolo, le riduzioni significative (fino a 90%) del rischio di cancro al seno sono state trovate che basato sui tipi di alimenti e di supplementi uno consuma.25

Ancora ulteriori riduzioni di rischio si presentano insieme con l'assunzione globale abbassata di caloria. Infatti, dato che ogni caloria che in eccesso ingeriamo (e la maggior parte di noi ingeriscono l'abbondanza delle calorie in eccesso), il nostro rischio per molti tipi di cancri aumenta.26,82,83

Nell'aggiunta su questi numeri, è evidente che ci sono molti punti uno possono prendere per ridurre acutamente il rischio di seno, di prostata e di altri cancri. Una valutazione di come determinati estratti della pianta colpiscono favorevole il metabolismo dell'estrogeno indica che gli esseri umani invecchianti possono potere trarre giovamento sicuro dall'equilibratura naturale dell'ormone.

È il timore di Cancro una ragione di essere privato degli ormoni?

Mentre le donne entrano negli anni della menopausa, affrontano una decisione difficile. La produzione naturale del corpo di estrogeno, di progesterone, di DHEA e di altri ormoni critici ha dovuto mantenere la salute ed il vigore rapidamente diminuisce.84 mentre i diversi effetti di menopausa variano ampiamente, la maggior parte delle donne soffrono perché le loro ghiandole più non producono gli ormoni stati necessari per regolare i processi fisiologici critici. La depressione, l'irritabilità e gli intervalli di memoria a breve termine sono reclami della menopausa comuni, con le vampate di calore, notte suda ed insonnia.85

Gli uomini di invecchiamento soffrono una miriade di disordini che variano da sgradevole a letale in risposta alla carenza del testosterone ed al sovraccarico dell'estrogeno.86-92

La preoccupazione circa cancro è il motivo principale perché gli uomini e le donne non ristabiliscono i loro ormoni ai livelli più giovanili. Come molto di cui mangiamo, proliferazione delle cellule di influenza del testosterone e dell'estrogeno. Fa quella media che noi dovremmo avvizziree, degenerare e morire da queste carenze dell'ormone sessuale tutto il fronte come parte di invecchiamento “normale„?

Sulla base dell'enormità della rappresentazione di dati come la gente può ridurre acutamente il loro tasso di cancro e colpire favorevole il metabolismo dell'estrogeno in un modo che indica prevenzione del cancro, è difficile da comprare nella discussione che le ormoni sessuali naturali dovrebbero essere godute di soltanto dai giovani.

I grandi studi di popolazione umana mostrano le riduzioni enormi del rischio di cancro, con i meccanismi protettivi specifici contro le vie negative dell'estrogeno, quando la vitamina D, le verdure crocifere (I3C), la soia, D-glucarate ed i lignani sono consumati. Le riduzioni di tasso drammatiche del cancro inoltre accadono quando la carne rossa, la latteria ad alta percentuale di grassi ed altri alimenti deleteri sono ridotti o si eliminano dalla dieta.

Le idee sbagliate generate dagli studi e dalla campagna pubblicitaria stanti in conflitto di media hanno creato un ambiente in cui la gente di invecchiamento soffre le agonie e le durate accorciate causate dagli squilibri dell'ormone sessuale, eppure non fanno niente correggere questo dovuto a timore di cancro. Quando uno esamina cui i fattori di rischio reali sono, sembrerebbe che alterare il suo stile di vita a tutta l'età provocasse le riduzioni significative del cancro, anche in coloro che ristabilisce correttamente il loro equilibrio dell'ormone per riflettere una gamma più giovanile.

Ricordi il grafico all'inizio di questa rappresentazione dell'articolo come i tassi del cancro al seno salgono alle stelle mentre invecchiamo. Durante i più giovani anni, quando il cancro al seno è virtualmente inesistente, godiamo degli alti livelli delle ormoni sessuali giovanili (estrogeno, progesterone, DHEA e testosterone). Mentre i livelli di ormone diminuiscono con l'età, i rischi di carcinoma della prostata e del seno aumentano. Ora sappiamo che questo accade a causa “dell'accumulazione delle mutazioni nei nostri geni che regolano la proliferazione cellulare.„ 2 le notizie incredibili sono che ci sono sostanze nutrienti a basso costo che si rivelano ristabilire favorevole la funzione sana del gene e ridurre il nostro rischio di cancro nel processo.

Pensi appena, siamo stati detti che tutte le nostre vite che c'è niente noi possono fare circa i geni ereditiamo dai nostri genitori che ci predispongono a determinate malattie. Eppure i risultati della ricerca dell'innovazione indicano che possiamo influenzare i nostri geni per comportarci in un modo che riduce significativamente il nostro rischio di contrarre i cancri comuni. I risultati scientifici supplementari mostrano come possiamo influenzare il metabolismo dell'estrogeno nei nostri corpi in modo che sia protettivo contro il seno ed altri cancri.

Sulla base dell'enormità di questi dati, sembrerebbe che gli esseri umani invecchianti potessero ristabilire molti degli ormoni che devono sostenere vita senza l'incontro degli effetti contrari.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute del prolungamento della vita a 1-800-226-2370.

Riferimenti

1. Irminger-dito I. Science di cancro e di invecchiamento. J Clin Oncol. 10 maggio 2007; 25(14): 1844-51.

2. CB di Simone. Cancro e nutrizione. Lawrenceville, NJ: Istituto di Princeton; 2005.

3. Haber D. Roads che conduce al cancro al seno. Med di N Inghilterra J. 2000 23 novembre; 343(21): 1566-8.

4. CF della ghirlanda, hydroxyvitamin D di Comstock GW, della ghirlanda FC, et al. del siero 25 e tumore del colon: studio prospettivo di otto anni. Lancetta. 18 novembre 1989; 2(8673): 1176-8.

5. CF della ghirlanda, ghirlanda FC, Gorham ED. Possono l'incidenza del tumore del colon ed i tassi di mortalità essere ridotti con calcio e la vitamina D? J Clin Nutr. 1991 luglio; 54 (1 supplemento): 193S-201S.

6. CF della ghirlanda, SB di Gorham ED, di Mohr, et al. vitamina D e prevenzione di cancro al seno: analisi riunita. Biochimica Mol Biol dello steroide di J. 2007 marzo; 103 (3-5): 708-11.

7. CF di Gorham ED, della ghirlanda, ghirlanda FC, et al. vitamina D e prevenzione di cancro colorettale. Biochimica Mol Biol dello steroide di J. 2005 ottobre; 97 (1-2): 179-94.

8. EM di John, GG di Schwartz, Koo J, Van Den BD, Ingles SA. Esponga al sole l'esposizione, i polimorfismi del gene del ricevitore di vitamina D ed il rischio di carcinoma della prostata avanzato. Ricerca del Cancro. 15 giugno 2005; 65(12): 5470-9.

9. CF della ghirlanda, ghirlanda FC, Gorham ED, et al. Il ruolo della vitamina D nella prevenzione del cancro. Salute pubblica di J. 2006 febbraio; 96(2): 252-61.

10. Lappe JM, Travers-Gustafson D, Davies chilometro, Recker RR, Heaney RP. La vitamina D ed il completamento del calcio riduce il rischio di cancro: risultati di una prova randomizzata. J Clin Nutr. 2007 giugno; 85(6): 1586-91.

11. Friedrich m., Rafi L, Mitschele T, et al. analisi del sistema di vitamina D nei carcinoma cervicali, cancro al seno e cancro ovarico. Ricerca recente del Cancro di risultati. 2003;164:239-46.

12. de Lyra EC, da S, I, Katayama ml, et al. 25 (l'OH) D3 e 1,25 (l'OH) concentrazione nel siero 2D3 ed espressioni del tessuto del seno di 1alpha-hydroxylase, 24 idrossilasi e ricevitore di vitamina D in donne con e senza cancro al seno. Biochimica Mol Biol dello steroide di J. 2006 agosto; 100 (4-5): 184-92.

13. Holick MF. Vitamina D: il suo ruolo nella prevenzione del cancro e nel trattamento. Prog Biophys Mol Biol. 2006 settembre; 92(1): 49-59.

14. HG di Skinner, assunzione di Michaud DS, di Giovannucci E, et al. di vitamina D ed il rischio per cancro del pancreas in due studi di gruppo. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2006 settembre; 15(9): 1688-95.

15. Zhang X, Nicosia SV, ricevitore di Bai W. Vitamin D è un obiettivo novello della droga per trattamento del cancro ovarico. Obiettivi della droga di Cancro di Curr. 2006 maggio; 6(3): 229-44.

16. BR di Konety, Lavelle JP, Pirtskalaishvili G, et al. effetti della vitamina D (calcitriol) su carcinoma temporaneo delle cellule della vescica in vitro e in vivo. J Urol. 2001 gennaio; 165(1): 253-8.

17. WB di Grant, Holick MF. Benefici e requisiti della vitamina D di salute ottimale: una rassegna. Altern Med Rev. 2005 giugno; 10(2): 94-111.

18. Mernitz H, Smith DE, legno RJ, RM di Russell, Wang XD. Inibizione di carcinogenesi del polmone da 1alpha, da 25-dihydroxyvitamin D3 e da acido retinoico cis 9 nel modello del topo di A/J: prova di diminuzione di retinoide di tossicità di vitamina D. Cancro di Int J. 1° aprile 2007; 120(7): 1402-9.

19. Becker S, Cordes T, Diesing D, Diedrich K, Friedrich M. Expression 25 del hydroxyvitamin D3-1alpha-hydroxylase in tessuto dell'endometrio umano. Biochimica Mol Biol dello steroide di J. 2007 marzo; 103 (3-5): 771-5.

20. Polesel J, Talamini R, Montella m., et al. acido linoleico, vitamina D ed altre assunzioni nutrienti nel rischio di linfoma non Hodgkin: uno studio italiano di caso-control. Ann Oncol. 2006 aprile; 17(4): 713-8.

21. Imseis CON RIFERIMENTO A, GM di Palmieri, Holbert JM, SIG. di Leventhal, Sebes JI. Effetto del calcitriol e dei pamidronati in mieloma multiplo. J Med Sci. 1999 luglio; 318(1): 61-6.

22. Holick MF. Carenza di vitamina D. Med di N Inghilterra J. 19 luglio 2007; 357(3): 266-81.

23. Zhu G, Zhang YQ, Wan B. Role dei fattori dietetici nello sviluppo del carcinoma della prostata. Zhonghua Nan Ke Xue. 2005 maggio; 11(5): 375-8

24. Taylor E-F, Burley VJ, CC di bosco verde e frondoso, JE Cade. Consumo della carne e rischio di cancro al seno nello studio di gruppo delle donne BRITANNICHE. Cancro del Br J. 10 aprile 2007; 96(7): 1139-46.

25. I modelli di Cui X, di DAI Q, di Tseng m. et al. ed il rischio di cancro al seno dietetici nel cancro al seno di Schang-Hai studiano. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2007 luglio; 16(7): 1443-8.

26. Silvera SA, m. Jain, Howe GR, Miller ab, Rohan TE. Bilancio energetico e rischio di cancro al seno: uno studio di gruppo futuro. Ossequio di ricerca del cancro al seno. 2006 maggio; 97(1): 97-106.

27. Tavani A, Giordano L, Gallus S, et al. consumo di alimenti dolci e di rischio di cancro al seno in Italia. Ann Oncol. 2006 febbraio; 17(2): 341-5.

28. Lajous m., Willett W, Lazcano-Ponce E, et al. carico Glycemic, indice glycemic ed il rischio di cancro al seno fra le donne messicane. Il Cancro causa il controllo. 2005 dicembre; 16(10): 1165-9.

29. PAGINA di Moorman, palladio di Terry. Consumo di prodotti lattier-caseario e del rischio di cancro al seno: una rassegna della letteratura. J Clin Nutr. 2004 luglio; 80(1): 5-14.

30. Brennan P, Hsu cc, Moullan N, et al. effetto delle verdure crocifere sul cancro polmonare in pazienti stratificato da stato genetico: un approccio mendeliano di casualizzazione. Lancetta. 29 ottobre 2005; 366(9496): 1558-60.

31. Il CB di Ambrosone, il Se di McCann, Freudenheim JL, et al. rischio di cancro al seno in donne premenopausa è associato inversamente con consumo di broccoli, una fonte di isothiocyanates, ma non è modificato dal genotipo di GST. J Nutr. 2004 maggio; 134(5): 1134-8.

32. Kristal AR, Lampe JW. Rischio delle verdure e di carcinoma della prostata del brassica: una rassegna della prova epidemiologica. Cancro di Nutr. 2002;42(1):1-9.

33. Jin L, Qi m., Chen DZ, et al. Indole-3-carbinol impedisce il cancro cervicale nel tipo 16 (HPV16) topi transgenici del virus di papilloma umano. Ricerca del Cancro. 15 agosto 1999; 59(16): 3991-7.

34. SEDERE di Zhang MP, del cacciatore DJ, di Rosner, et al. assunzioni dei frutti, verdure e sostanze nutrienti relative ed il rischio di linfoma non-Hodgkin fra le donne. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2000 maggio; 9(5): 477-85.

35. Dalessandri chilometro, Firestone GL, MD di Fitch, HL di Bradlow, Bjeldanes LF. Studio pilota: un effetto di 3,3' - supplementi del diindolylmethane sui metaboliti urinarii dell'ormone in donne postmenopausali con una storia del cancro al seno della fase iniziale. Cancro di Nutr. 2004;50(2):161-7.

36. Fimognari C, Hrelia P. Sulforaphane come molecola di promessa per cancro combattente. Ricerca di Mutat. 2007 maggio; 635 (2-3): 90-104.

37. L'isotiocianato di Conaway cc, di Wang CX, di Pittman B, et al. del fenetile e il sulforaphane ed i loro coniugati dell'N-acetilcisteina inibiscono la progressione maligna degli adenomi del polmone indotti dagli agenti cancerogeni del tabacco nei topi di A/J. Ricerca del Cancro. 15 settembre 2005; 65(18): 8548-57.

38. Kall mA, Vang O, Clausen J. Effects dei broccoli dietetici sulla droga umana che metabolizza attività. Cancro Lett. 19 marzo 1997; 114 (1-2): 169-70.

39. HL di Bradlow, Telang NT, Sepkovic DW, mp di Osborne. hydroxyestrone 2: il buon estrogeno del `. J Endocrinol. 1996 settembre; 150 SupplS259-65.

40. HL di Muti P, di Bradlow, metabolismo di Micheli A, et al. dell'estrogeno e rischio di cancro al seno: uno studio prospettivo del rapporto dell'alfa-hydroxyestrone di 2:16 in donne premenopausa e postmenopausali. Epidemiologia. 2000 novembre; 11(6): 635-40.

41. Muti P, Westerlind K, Wu T, et al. metaboliti dell'estrogeno e carcinoma della prostata urinarii: uno studio di caso-control negli Stati Uniti. Il Cancro causa il controllo. 2002 dicembre; 13(10): 947-55.

42. Yoo HJ, Sepkovic DW, HL di Bradlow, GP di Yu, alta tensione di Sirilian, SP. di Schantz. Metabolismo dell'estrogeno come fattore di rischio per il cancro di collo e capo. Collo Surg della testa di Otolaryngol. 2001 marzo; 124(3): 241-7.

43. GASCROMATOGRAFIA di Kabat, Chang CJ, Sparano JA, et al. metaboliti dell'estrogeno e cancro al seno urinarii: uno studio di caso-control. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 1997 luglio; 6(7): 505-9.

44. GASCROMATOGRAFIA di Kabat, MD di O'Leary es, di Gammon, et al. metabolismo dell'estrogeno e cancro al seno. Epidemiologia. 2006 gennaio; 17(1): 80-8.

45. Fowke JH, Longcope C, JUNIOR di Hebert. Il consumo di verdure del brassica sposta il metabolismo dell'estrogeno in donne postmenopausali in buona salute. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2000 agosto; 9(8): 773-9.

46. HL di Fowke JH, di Qi D, di Bradlow, et al. metaboliti dell'estrogeno e cancro al seno urinarii: il modello differenziale del rischio ha trovato con pre- contro la raccolta dopo trattamento. Steroidi. 2003 gennaio; 68(1): 65-72.

47. Michnovicz JJ, Adlercreutz H, HL di Bradlow. Cambiamenti nei livelli di metaboliti urinarii dell'estrogeno dopo il trattamento orale di indole-3-carbinol in esseri umani. Cancro nazionale Inst di J. 21 maggio 1997; 89(10): 718-23.

48. Wong GY, Bradlow L, Sepkovic D, et al. studio digamma di indole-3-carbinol per prevenzione di cancro al seno. Supplemento di biochimica delle cellule di J. 1997;28-29:111-6.

49. Hirose K, Tajima K, Hamajima N, et al. Uno studio su grande scala e ospedaliero di caso-control sui fattori di rischio di cancro al seno secondo stato della menopausa. Ricerca del Cancro di Jpn J. 1995 febbraio; 86(2): 146-54.

50. Jacobsen BK, Knutsen SF, Fraser GE. Su l'assunzione del latte di soia riduce l'incidenza del carcinoma della prostata? Lo studio avventista di salute (Stati Uniti). Il Cancro causa il controllo. 1998 dicembre; 9(6): 553-7.

51. Prodotto di Kurahashi N, di Iwasaki m., di Sasazuki S, et al. della soia e consumo dell'isoflavone relativamente a carcinoma della prostata in uomini giapponesi. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2007 marzo; 16(3): 538-45.

52. Messina MJ. Legumi e soia: panoramica dei loro profili ed effetti sulla salute nutrizionali. J Clin Nutr. 1999 settembre; 70 (3 supplementi): 439S-50S.

53. Yamamoto S, Sobue T, Kobayashi m., Sasaki S, Tsugane S. Soy, isoflavoni e rischio di cancro al seno nel Giappone. Cancro nazionale Inst di J. 18 giugno 2003; 95(12): 906-913.

54. Consumo di Lee millimetro, di Gomez SL, di Chang JS, et al. della soia e dell'isoflavone relativamente al rischio di carcinoma della prostata in Cina. Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2003 luglio; 12(7): 665-8.

55. MB di Schabath, Hernandez LM, Wu X, PC del cuscino, sig. dello Spitz. Phytoestrogens e rischio dietetici del cancro polmonare. JAMA. 28 settembre 2005; 294(12): 1493-504.

56. Nothlings U, PS di Murphy, Wilkens LR, Henderson È, Kolonel LN. Flavonoli e rischio di cancro del pancreas: Lo studio di gruppo multietnico. J Epidemiol. 9 agosto 2007.

57. Xu HS, DAI SL, relè di Sun. Effetti cardiovascolari dei phytoestrogens. Zhongguo Yi Xue Ke Xue Yuan Xue Bao. 2005 aprile; 27(2): 258-61.

58. de Kleijn MJ, van der Schouw YT, Wilson PW, Grobbee DE, Jacques PF. L'ingestione dietetica dei phytoestrogens è associata con un profilo di rischio cardiovascolare metabolico favorevole in U.S.women postmenopausale: lo studio di Framingham. J Nutr. 2002 febbraio; 132(2): 276-82.

59. Roudsari AH, Tahbaz F, Hossein-Nezhad A, et al. valutazione degli effetti dei phytoestrogens della soia sugli indicatori di volume d'affari dell'osso in donne della menopausa con il osteopenia nell'Iran: a prima e dopo il test clinico. Nutr J. 2005; 430.

60. Yamamoto S, Sobue T, Kobayashi m., Sasaki S, Tsugane S. Soy, isoflavoni e rischio di cancro al seno nel Giappone. Cancro nazionale Inst di J. 18 giugno 2003; 95(12): 906-13.

61. Barnes S. Effect della genisteina sopra in vitro e in vivo modelli di cancro. J Nutr. 1995 marzo; 125 (3 supplementi): 777S-83S.

62. Setchell KD. Isoflavone-benefici e rischi della soia dai modulatori selettivi del ricevitore dell'estrogeno della natura (SERMs). J Coll Nutr. 2001 ottobre; 20 (5 supplementi): 354S-62S; discussione 381S-383S.

63. Lee HP, Gourley L, interruttore di Duffy, et al. effetti dietetici sul rischio di cancro al seno a Singapore. Lancetta. 18 maggio 1991; 337(8751): 1197-200.

64. Horn-Ross PL, EM di John, Canchola AJ, Stewart SL, Lee millimetro. Assunzione di Phytoestrogen e rischio di cancro dell'endometrio. Cancro nazionale Inst di J. 6 agosto 2003; 95(15): 1158-64.

65. Schroder FH, Roobol MJ, Boeve ER, et al. randomizzato, prova alla cieca, studio controllato con placebo dell'incrocio in uomini con carcinoma della prostata e PSA in aumento: efficacia di un integratore alimentare. EUR Urol. 2005 dicembre; 48(6): 922-30.

66. Nagata Y, Sonoda T, Mori m., et al. isoflavoni dietetici di Fujimoto può proteggere da carcinoma della prostata in uomini giapponesi. J Nutr. 2007 agosto; 137(8): 1974-9.

67. Disponibile a: http://www.cdc.gov/omhd/Highlights/2007/HJune07.htm#2. 10 agosto raggiunto. 2007.

68. Sonoda T, Nagata Y, Mori m., et al. Uno studio di caso-control sulla dieta e sul carcinoma della prostata nel Giappone: effetto protettivo possibile della dieta tradizionale del giapponese. Cancro Sci. 2004 marzo; 95(3): 238-42.

69. I phytoestrogens di Ozasa K, di Nakao m., di Watanabe Y, et al. del siero ed il rischio di carcinoma della prostata in un caso-control annidato studiano fra gli uomini giapponesi. Cancro Sci. 2004 gennaio; 95(1): 65-71.

70. Disponibile a: http://www.garfield.library.upenn.edu/histcomp/kritchevsky-d_auth-citing/node/7082.html. 20 agosto 2007 raggiunto.

71. Dwivedi C, diavolo WJ, Downie aa, Larroya S, Webb TE. Effetto del glucarate del calcio su beta-glucuronidase attività e contenuto del glucarate delle verdure sicure e della frutta. Biochimica Med Metab Biol. Del 1990 aprile; 43(2): 83-92.

72. Walaszek Z, Szemraj J, metabolismo di Narog m. et al., comprensione ed escrezione di un sale acido D-glucaric e del suo uso potenziale nella prevenzione del cancro. Il Cancro individua Prev. 1997;21(2):178-90.

73. Nessun autori elencati. Calcio-D-GLUCARATe. Altern Med Rev. 2002 agosto; 7(4): 336-9.

74. Walaszek Z, Hanausek m., Sherman U, Adams AK. Effetto antiproliferativo di glucarate dietetico sulla ghiandola mammaria del topo Sprague Dawley. Cancro Lett. Del 1990 gennaio; 49(1): 51-7.

75. Heerdt COME, giovane CW, Borgen pi. Glucarate del calcio come agente chemopreventive nel cancro al seno. Isr J Med Sci. 1995 febbraio; 31 (2-3): 101-5.

76. Slaga TJ, Quilici-Timmcke J.D-Glucarate: Una sostanza nutriente contro Cancro. Columbus, Ohio: McGraw-Hill; 1999.

77. Walaszek Z, Hanausek-Walaszek m., Minton JP, Webb TE. Glucarate dietetico come anti-promotore da un di un tumorigenesis mammario indotto da antracene di 7,12 dimethylbenz [a]. Carcinogenesi. 1986 settembre; 7(9): 1463-6.

78. Abou-ISSA H, Moeschberger m., EL-Masry W, et al. efficacia relativa di glucarate sulle fasi di promozione e di inizio di carcinogenesi mammaria del ratto. Ricerca anticancro. 1995 maggio; 15(3): 805-10.

79. Magnúsdóttir EV. Phytoestrogens e sanità. Laeknabladid. 2002 novembre; 88(11): 821-5.

80. Se di McCann, Muti P, Vito D, et al. assunzioni e rischio lignan dietetici di cancro al seno pre- e postmenopausale. Cancro di Int J. 1° settembre 2004; 111(3): 440-3.

81. Livelli di enterolactone di Boccardo F, di Lunardi G, di Guglielmini P, et al. del siero ed il rischio di cancro al seno in donne con le cisti evidenti. Cancro di EUR J. 2004 gennaio; 40(1): 84-9.

82. Bilancio energetico di Slattery ml, del vasaio J, di Caan B, et al. e tumore del colon--oltre attività fisica. Ricerca del Cancro. 1° gennaio 1997; 57(1): 75-80.

83. KB di Michels. Il ruolo di nutrizione nello sviluppo e nella prevenzione del cancro. Cancro di Int J. 20 marzo 2005; 114(2): 163-5.

84. Freeman EW, MD di Sammel, Lin H, et al. sintomi si è associato con la transizione della menopausa e le donne in- di metà della vita degli ormoni riproduttivi. Obstet Gynecol. 2007 agosto; 110 (2 pinte 1): 230-40.

85. Von Bamberger cm. Prevenzione ed antinvecchiamento in endocrinologia. Med di MMW Fortschr. 1° marzo 2007; 149(9): 33-5.

86. Izumi S, Tsubahara A. Improvement di neuropatia periferica da testosterone in un paziente con 48, sindrome di XXYY. Med di Tokai J Exp Clin. 2000 giugno; 25(2): 39-44.

87. "phillips" GB, Pinkernell BH, Jing TY. L'associazione del hypotestosteronemia con la coronaropatia in uomini. Arterioscler Thromb. 1994 maggio; 14(5): 701-6.

88. Hak EA, Witteman JC, de Jong FH, et al. bassi livelli di androgeni endogeni aumenta il rischio di aterosclerosi in uomini anziani: lo studio di Rotterdam. J Clin Endocrinol Metab. 2002 agosto; 87(8): 3632-9.

89. Papa HG, Jr., Cohane GH, Kanayama G, Siegel AJ, Hudson JI. Completamento del gel del testosterone per gli uomini con la depressione refrattaria: una prova randomizzata e controllata con placebo. Psichiatria di J. 2003 gennaio; 160(1): 105-11.

90. Anomalie di Zumoff B. Hormonal nell'obesità. Acta Med Scand Suppl. 1988;723:153-60.

91. Vermeulen A, Kaufman JM, Goemaere S, estradiolo di van Pottelberg I. in uomini anziani. Maschio di invecchiamento. 2002 giugno; 5(2): 98-102.

92. Novák A, Brod m., Elbers J. Andropause e qualità della vita: risultati dai gruppi di controllo pazienti e dagli esperti clinici. Maturitas. 10 dicembre 2002; 43(4): 231-7.

93. HL di Bradlow, Sepkovic DW, Telang NT, mp di Osborne. Indole-3-carbinol. Un approccio novello a prevenzione di cancro al seno. Ann N Y Acad Sci. 30 settembre 1995; 768:180-200.

94. Profili di Zumoff B. Hormonal in donne con cancro al seno. Nord di Obstet Gynecol Clin. 1994 dicembre; 21(4): 751-72.

95. Napoli N, idrossilazione di Armamento-Villareal R. Estrogen nell'osteoporosi. Adv Clin chim. 2007;43:211-27.

96. HL di Bradlow, Telang NT, Sepkovic DW, mp di Osborne. hydroxyestrone 2: il buon estrogeno del `. J Endocrinol. 1996 settembre; 150 supplementi: S259-65.