Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2007
immagine

Miglioramento della funzione conoscitiva con Pregnenolone


Da Julius G. Goepp, MD

Disordini di combattimento di salute mentale

Sta aumentando la prova che i livelli più bassi del pregnenolone sono associati con vari termini di salute mentale oltre ansia, compreso la depressione, le fobie e perfino la schizofrenia.9,47-49 infatti, uno studio pubblicato appena questo anno ha rivelato che i pazienti schizofrenici con i più bassi livelli di pregnenolone erano inoltre più probabili da avere alti livelli di ansia.50

Superamento della dipendenza chimica

Molte delle sostanze che inducenti al vizio gli esseri umani consumano possono avere effetti negativi potenti sull'apprendimento e sugli memoria-effetti che sono esacerbati invecchiando. Sia l'alcool che il nicotina alterano dell'apprendimento di permesso e sulla memoria i segni a lungo termine pure. Tuttavia, una serie di studi hanno indicato che il solfato di pregnenolone sormonta il danno di memoria causato dalle sostanze inducenti al vizio quali l'alcool ed il nicotina.51,52

Questi risultati impressionanti sono stati echeggiati da un altro studio che esamina gli effetti degli neuro-steroidi nei problemi di dipendenza-due della morfina e del nicotina che sono considerati da milioni di adulti più anziani.53 ancora, il pregnenolone ed altri neurosteroids sono stati indicati per neutralizzare il comportamento del tipo di ansia che è associato con ritiro della morfina o del nicotina. Infatti, questo studio insieme alla scoperta recente che il pregnenolone ed altri neuro-steroidi hanno effetti potenti sui cosiddetti ricevitori di sigma, che lungamente sono stati associati con i comportamenti inducenti al vizio,36 ha generato l'eccitazione tremenda in comunità scientifica con la prospettiva che i neurosteroids quale il pregnenolone possono offrire il sollievo potente alle vittime di queste circostanze tragiche.22

Considerazioni di sicurezza

La possibilità che migliaia di adulti più anziani possono soffrire dai bassi livelli di pregnenolone è di preoccupazione. Tuttavia, c'è abbondanza di prova che favorisce il completamento attento per impedire o attenuare la perdita di memoria e una miriade di di altri problemi di salute mentali ed emozionali. Poiché i cancri del seno, dell'utero, delle ovaie e della prostata possono svilupparsi più velocemente in presenza delle ormoni sessuali derivate dal pregnenolone,54-59 è importante da collaborare con il vostro fornitore di cure mediche se avete qualsiasi circostanze, essere sicuro che il completamento è giusto per voi.

I livelli di Neurosteroid possono aiutare la diagnosi precoce di Alzheimer

I livelli di neurosteroids nei cervelli dei pazienti con il morbo di Alzheimer possono essere così profondo bassi che la prova per loro è stata suggerita al fine della fabbricazione della diagnosi precoce e della distinzione della circostanza da altre forme di demenza.32 ricercatori in repubblica Ceca hanno provato i campioni di sangue da 40 uomini e donne con il morbo di Alzheimer e 24 con demenza vascolare (relativa a flusso sanguigno alterato al cervello).41 hanno analizzato i campioni per un ospite dei neurormoni come pure degli aminoacidi conosciuti per essere associato con la malattia vascolare. Quando hanno eseguito i risultati attraverso un modello matematico standard chiamato l'analisi di regressione, i ricercatori potevano individuare correttamente 89% dei pazienti con il morbo di Alzheimer fra dall'intero gruppo.

Se questi risultati sostengono ad ulteriore esame accurato, suggeriscono che usando questo schermo semplice di analisi del sangue dei neurosteroids e degli aminoacidi, i medici potrebbero potere identificare i casi del morbo di Alzheimer abbastanza presto per trattare per rallentare la malattia.

Conclusione

La nostra conoscenza del pregnenolone ed i suoi “membri della famiglia,„ i neurormoni, è ad una fase iniziale emozionante. Che cosa conosciamo è che queste molecole potenti esercitano gli effetti rapidi e profondi sulle strutture vitali del cervello, colpire intimamente come pensiamo, impariamo e ci ricordiamo. È giusto dire che gli studi del pregnenolone ed altri neurosteroids stanno cambiando il modo che pensiamo agli steroidi ed alle azioni degli ormoni in generale. Gli studi sugli animali e le prove umane iniziali mostrano i risultati di promessa del completamento con questa sostanza naturale particolarmente versatile. Ancora, dozzine di nuove prove che ora sono in corso certamente faranno ancor più luce in futuro su come il pregnenolone può contribuire a proteggere e promuovere la funzione sana del cervello.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute del prolungamento della vita a 1-800-226-2370.

Riferimenti

1. Sommerga JF, Morley JE, Roberts E. Pregnenolone che il solfato migliora i processi di memoria di post-addestramento una volta iniettato nelle dosi molto basse nelle strutture di sistema limbico: l'amigdala è di gran lunga il più sensibile. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 7 novembre 1995; 92(23): 10806-10.

2. VP di Nikitin. Un nuovo meccanismo di plasticità di un neurone sinapsi-specifica. Neurosci Behav Physiol. 2007 luglio; 37(6): 559-70.

3. Wojtal K, Trojnar Mk, Czuczwar SJ. Fattori neuroprotective endogeni: neurosteroids. Rappresentante di Pharmacol. 2006 maggio; 58(3): 335-40.

4. Gibbs TT, Russek SJ, DH di Farb. Steroidi solfonati come neuromodulatori endogeni. Biochimica Behav di Pharmacol. 2006 agosto; 84(4): 555-67.

5. Maurice T, Phan VL, Urani A, et al. neurosteroids neuroattivi come effettori endogeni per il ricevitore sigma1 (sigma1): prova farmacologica ed opportunità terapeutiche. Jpn J Pharmacol. 1999 ottobre; 81(2): 125-55.

6. Paul MP, RH di Purdy. Steroidi neuroattivi. FASEB J. 1992 marzo; 6(6): 2311-22.

7. Baulieu EE. Neurosteroids: una nuova funzione nel cervello. Cellula di biol. 1991;71(1-2):3-10.

8. Baulieu EE. Neurosteroids: del sistema nervoso, dal sistema nervoso, per il sistema nervoso. Ricerca recente di Prog Horm. 1997;5:21-32.

9. Dubrovsky BO. Steroidi, steroidi neuroattivi e neurosteroids in psicopatologia. Psichiatria di biol di Prog Neuropsychopharmacol. 2005 febbraio; 29(2): 169-92.

10. Wu FS, Gibbs TT, DH di Farb. Solfato di Pregnenolone: un modulatore allosteric positivo al ricevitore dell'N-metilico-D-aspartato. Mol Pharmacol. 1991 settembre; 40(3): 333-6.

11. Mellon SH. Regolamento di Neurosteroid di sviluppo di sistema nervoso centrale. Pharmacol Ther. 16 giugno 2007.

12. GH di Mukai H, di Takata N, di Ishii, et al. sintesi Hippocampal degli estrogeni ed androgeni che sono modulatori di paracrine di plasticità sinaptica: synaptocrinology. Neuroscienza. 2006;138(3):757-64.

13. Mellon SH, grifone LD, Na di Compagnone. Biosintesi ed azione dei neurosteroids. Brain Res Brain Res Rev. 2001 novembre; 37 (1-3): 3-12.

14. Verkhratsky A, Kirchhoff F. NMDA Receptors in glia. Neuroscenziato. 2007 febbraio; 13(1): 28-37.

15. Castner SA, Williams GV. Sintonizzazione del motore di cognizione: un fuoco sulle interazioni del ricevitore NMDA/D1 in corteccia prefrontale. Brain Cogn. 2007 marzo; 63(2): 94-122.

16. Cosman chilometro, Boyle LL, Porsteinsson AP. Memantina nel trattamento del morbo di Alzheimer del delicato--moderato. Esperto Opin Pharmacother. 2007 febbraio; 8(2): 203-14.

17. Wenk GL. Cambiamenti di Neuropathologic nel morbo di Alzheimer: obiettivi potenziali per il trattamento. Psichiatria di J Clin. 2006; 67 supplementi 33-7.

18. Hige T, Fujiyoshi Y, solfato di pregnenolone di Takahashi T. Neurosteroid migliora la trasmissione sinaptica glutamatergic facilitando le correnti presinaptiche del calcio al calice del tenuto di dei ratti acerbi. EUR J Neurosci. 2006 ottobre; 24(7): 1955-66.

19. Sliwinski A, Monnet FP, Schumacher m., mp di Morin-Surun. Il solfato di Pregnenolone migliora il potenziamento a lungo termine in CA1 nelle fette dell'ippocampo del ratto con la modulazione dei ricevitori dell'N-metilico-D-aspartato. Ricerca di J Neurosci. 1° dicembre 2004; 78(5): 691-701.

20. Sabeti J, Nelson TE, RH di Purdy, Gruol DL. Il solfato steroide di pregnenolone migliora il potenziamento a lungo termine dell'NMDA-ricevitore-indipendente alle sinapsi hippocampal CA1: ruolo per i canali ed i sigma-ricevitori L tipi del calcio. Ippocampo. 2007;17(5):349-69.

21. Maurice T, Gregoire C, azioni degli steroidi di Espallergues J. Neuro (attivo) al ricevitore neuromodulatory sigma1 (sigma1): prove biochimiche e fisiologiche, conseguenze in neuroprotection. Biochimica Behav di Pharmacol. 2006 agosto; 84(4): 581-97.

22. Maurice T, Urani A, Phan VL, Romieu P. L'interazione fra gli steroidi neuroattivi ed il ricevitore sigma1 funziona: conseguenze comportamentistiche ed opportunità terapeutiche. Brain Res Brain Res Rev. 2001 novembre; 37 (1-3): 116-32.

23. Vajda FJ. Neuroprotection e malattia neurodegenerative. J Clin Neurosci. 2002 gennaio; 9(1): 4-8.

24. Vallee m., Mayo W, Le MM. Ruolo del pregnenolone, del deidroepiandrosterone e dei loro esteri del solfato sull'apprendimento e sulla memoria nell'invecchiamento conoscitivo. Brain Res Brain Res Rev. 2001 novembre; 37 (1-3): 301-12.

25. Stomati m., Monteleone P, Casarosa E, et al. completamento orale di sei mesi del deidroepiandrosterone dentro presto e postmenopause recente. Gynecol Endocrinol. 2000 ottobre; 14(5): 342-63.

26. Vallee m., RH di Purdy, Mayo W, Koob GF, Le MM. Steroidi neuroattivi: nuovi biomarcatori di invecchiamento conoscitivo. Biochimica Mol Biol dello steroide di J. 2003 giugno; 85 (2-5): 329-35.

27. Vallee m., Mayo W, Darnaudery m., et al. Neurosteroids: la prestazione conoscitiva carente in ratti invecchiati dipende ai bassi livelli del solfato di pregnenolone nell'ippocampo. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 23 dicembre 1997; 94(26): 14865-70.

28. Urani A, Romieu P, FJ romane, effetto antidepressivo di Maurice T. Enhanced del sigma (1) (gli agonisti del ricevitore di sigma (1)) in beta (25-35) - amiloide peptide-hanno trattato i topi. Behav Brain Res. 21 agosto 2002; 134 (1-2): 239-47.

29. Urani A, Romieu P, FJ romane, et al. efficacia antidepressiva migliorata degli agonisti del ricevitore sigma1 in ratti dopo l'infusione intracerebroventricular cronica della proteina dell'beta-amiloide (1-40). EUR J Pharmacol. 20 febbraio 2004; 486(2): 151-61.

30. Schumacher m., Weill-Engerer S, Liere P, et al. ormoni steroidei e neurosteroids nell'invecchiamento normale e patologico del sistema nervoso. Prog Neurobiol. 2003 settembre; 71(1): 3-29.

31. Weill-Engerer S, David JP, Sazdovitch V, et al. quantificazione di Neurosteroid nelle regioni del cervello umano: confronto fra Alzheimer ed i pazienti nondemented. J Clin Endocrinol Metab. 2002 novembre; 87(11): 5138-43.

32. CE di Marx, PESO di Trost, Shampine LJ, et al. Il allopregnanolone del neurosteroid è ridotto in corteccia prefrontale nel morbo di Alzheimer. Psichiatria di biol. 15 dicembre 2006; 60(12): 1287-94.

33. Mayo W, Le MM, Abrous DN. Solfato di Pregnenolone e invecchiamento delle funzioni conoscitive: comportamentistico, neurochemical ed indagini morfologiche. Horm Behav. 2001 settembre; 40(2): 215-7.

34. Mayo W, George O, Darbra S, et al. diverse differenze nell'invecchiamento conoscitivo: implicazione del solfato di pregnenolone. Prog Neurobiol. 2003 settembre; 71(1): 43-8.

35. Mayo W, Lemaire V, Malaterre J, et al. solfato di Pregnenolone migliora il neurogenesis e PSA-NCAM in giovani ed ippocampo invecchiato. Invecchiamento di Neurobiol. 2005 gennaio; 26(1): 103-14.

36. Monnet FP, proteina di Maurice T. The sigma1 come obiettivo per gli effetti non genomica di neuro steroidi (attivi): aspetti molecolari, fisiologici e comportamentistici. J Pharmacol Sci. 2006 febbraio; 100(2): 93-118.

37. Roberts E, Bologa L, inondazione JF, Smith GE. Effetti del deidroepiandrosterone e del suo solfato sul tessuto cerebrale nella cultura e sulla memoria in topi. Brain Res. 17 marzo 1987; 406 (1-2): 357-62.

38. Sommerga JF, gli effetti dimiglioramento di Morley JE, di Roberts E. in di topo maschio del pregnenolone e gli steroidi derivati metabolicamente da. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 1° marzo 1992; 89(5): 1567-71.

39. Meziane H, Mathis C, Paul MP, Ungerer A. Il solfato di pregnenolone del neurosteroid si riduce imparare i deficit indotti da scopolamina ed ha effetti promnestic in topi che eseguono un compito d'apprendimento appetitivo. Psicofarmacologia (Berl). 1996 agosto; 126(4): 323-30.

40. Murakami K, Fellous A, Baulieu EE, Robel P. Pregnenolone lega a proteina microtubulo-collegata 2 e stimola l'assemblea del microtubulo. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 2000 28 marzo; 97(7): 3579-84.

41. Bicikova m., Ripova D, collina m., et al. i livelli del plasma di 7 ha idrossilato i metaboliti del deidroepiandrosterone (DHEA) ed ha selezionato i amminico-tioli come strumenti discriminatori del morbo di Alzheimer e della demenza vascolare. Med del laboratorio di Clin Chem. 2004 maggio; 42(5): 518-24.

42. Savic millimetro, DI di Obradovic, ND di Ugresic, Dott. di Bokonjic. Effetti di memoria delle benzodiazepine: fasi e tipi di memoria contro i sottotipi della sede del legame. Plast neurale. 2005;12(4):289-98.

43. Reddy DS. Farmacologia degli steroidi neuroattivi endogeni. Rev Neurobiol di Crit. 2003;15(3-4):197-234.

44. Reddy DS, Kulkarni SK. La somministrazione concomitante di Neurosteroid impedisce lo sviluppo di tolleranza ed aumenta il recupero da ansia di ritiro della benzodiazepina e l'iperattività in topi. Ritrovamento Exp Clin Pharmacol di metodi. 1997 luglio; 19(6): 395-405.

45. Brambilla F, Biggio G, Pisu MG, et al. concentrazioni del plasma dei neurosteroids dell'ansiolitico in uomini con i punteggi di ansia normali: un'analisi di correlazione. Neuropsychobiology. 2004;50(1):6-9.

46. Se di Meieran, Reus VI, Webster R, Shafton R, Wolkowitz OM. Effetti cronici di pregnenolone in esseri umani normali: attenuazione da di sedazione indotta da benzodiazepina. Psychoneuroendocrinology. 2004 maggio; 29(4): 486-500.

47. Baghai TC, di MF, Schule C, et al. concentrazioni del plasma degli steroidi neuroattivi prima e dopo elettroshockterapia nella depressione principale. Neuropsicofarmacologia. 2005 giugno; 30(6): 1181-6.

48. Dubrovsky B. Neurosteroids, steroidi neuroattivi e sintomi dei disordini affettivi. Biochimica Behav di Pharmacol. 2006 agosto; 84(4): 644-55.

49. Strohle A, Romeo E, di MF, et al. composizione steroide neuroattiva dimodulazione in GABA (A) in pazienti con disordine di panico prima e durante il trattamento di paroxetina. Psichiatria di J. 2002 gennaio; 159(1): 145-7.

50. Ritsner m., Maayan R, Gibel A, Weizman A. Differences in pregnenolone e deidroepiandrosterone del sangue livella fra i pazienti della schizofrenia e gli individui sani. EUR Neuropsychopharmacol. 2007 aprile; 17(5): 358-65.

51. Martin-Garcia E, Pallares M. Il solfato di pregnenolone del neurosteroid ha neutralizzato il danno d'apprendimento indotto da nicotina intrahippocampal in ratti alcool-beventi. Neuroscienza. 2005;136(4):1109-19.

52. Nicotina di Martin-Garcia E, di Pallares M. Intrahippocampal ed effetti dei neurosteroids sul comportamento del tipo di ansia in ratti alcool-beventi volontari e cronici. Behav Brain Res. 14 ottobre 2005; 164(1): 117-27.

53. Concas A, Sogliano C, Porcu P, et al. Neurosteroids nella dipendenza della morfina e del nicotina. Psicofarmacologia (Berl). 2006 giugno; 186(3): 281-92.

54. Fiet J, Dore JC, va AL, Ojasoo T, Raynaud JP. Analisi di più variabili degli ormoni del plasma in pazienti con carcinoma della prostata metastatico che riceve terapia combinata di antiandrogen e di LHRH-analogo. Prostata. 1993;23(4):291-313.

55. Geldof aa, Dijkstra I, Newling DW, BR di Rao. Un'inibizione di beta-hydroxysteroid-deidrogenasi 3: un approccio per il trattamento di carcinoma della prostata? Ricerca anticancro. 1995 luglio; 15(4): 1349-54.

56. Bicikova m., Szamel I, collina m., Tallova J, Starka L. Allopregnanolone, solfato di pregnenolone e epitestosterone in liquido della ciste del seno. Steroidi. 2001 gennaio; 66(1): 55-7.

57. Angelus A, Dogliotti L, Naldoni C, et al. biochimica e categorizzazione steroidi del liquido della ciste del seno: relazione al rischio di cancro al seno. Biochimica Mol Biol dello steroide di J. 1994 giugno; 49 (4-6): 333-9.

58. HL di Bradlow, Hershcopf R, Martucci C, alfa-idrossilazione di Fishman J. 16 dell'estradiolo: un indicatore possibile di rischio per cancro al seno. Ann NY Acad Sci. 1986;464:138-51.

59. Chen YH, LH di Huang, Chen TM. Effetti differenziali delle progestine e degli estrogeni sulle regioni di controllo lunghe di tipi umani 16 e 18 del papillomavirus. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 25 luglio 1996; 224(3): 651-9.