Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine ottobre 2007
Rapporto

Cellule staminali adulte


Nuova speranza per il trattamento delle malattie degeneranti
Da Denis Rodgerson, dal PhD, da Ron Rothenberg, dal MD, da FACEP e da Wayne A. Marasco, MD, PhD

Migliore salute cardiaca a lungo termine

Le terapie di cellula staminale adulte inoltre hanno indicato il beneficio clinico nella malattia cardiaca cronica severa, quale guasto di scompenso cardiaco, di cui quasi mezzo milione nuovi casi sono diagnosticati ogni anno. In uno studio da Brehm e da Strauer, le cellule staminali midollo-derivate osso sono state trapiantate direttamente nel tessuto del cuore di 18 pazienti maschii che avevano sofferto un attacco di cuore fra cinque mesi e più in anticipo 8,5 anni.18 questi pazienti hanno avuti infarto cronico progressivo con la funzione ventricolare sinistra riduttrice. Un gruppo di pazienti che non hanno ricevuto alcuna terapia cellulare ha servito da comandi. Dopo tre mesi, i ricercatori hanno trovato che l'area del tessuto del cuore nociva dalla malattia è stata ridotta, mentre consumo d'ossigeno, metabolismo energetico e funzione ventricolare lasciata interamente aumentata rispetto al gruppo di controllo, che non ha mostrato cambiamenti significativi in questi parametri.

In un altro studio, Patel ed i colleghi hanno studiato 20 pazienti con la malattia cardiaca cronica severa e la funzione ventricolare sinistra molto difficile classificate come infarto cronico.19 tutti e 20 i pazienti hanno ricevuto l'intervento di bypass per migliorare il flusso sanguigno. Inoltre, la metà dei pazienti inoltre ha ricevuto un'infusione delle cellule staminali adulte durante la chirurgia, che sono state iniettate nelle regioni il più severamente compromesse del cuore. Sei mesi dopo chirurgia, la funzione ventricolare sinistra del gruppo cellula-trattato gambo aumentato ha paragonato sostanzialmente al gruppo di controllo. Il miglioramento era così grande che i destinatari della cellula staminale più non sono stati definiti come avendo infarto cronico.

Nutraceuticals conosciuto per ottimizzare le cellule staminali adulte
  • Mirtillo
  • Tè verde
  • Catechina (da tè verde)
  • Carnosine
  • Vitamina D3
  • Resveratroli (trovati in vino rosso)
  • Acidi grassi Omega-3, compreso acido docosaesaenoico (DHA)

Ormoni conosciuti per ottimizzare le cellule staminali adulte

  • Ormone della crescita
  • Estradiolo
  • Testosterone

Cellule staminali di attività bancarie per salute del cuore

È stato suggerito che un'alternativa all'infusione della cellula staminale fosse di amministrare i fattori di crescita che sono prodotti naturalmente nel corpo. L'uso di questi prodotti chimici, quale il fattore di crescita distimolazione del granulocita, da solo stimola la produzione endogena delle cellule staminali, che potrebbero prevenire l'esigenza dell'infusione della cellula staminale. Tuttavia, un beneficio definito da questa terapia

ancora non è stato stabilito20 e una certa prova suggerisce che l'uso delle cellule staminali subito dopo di un attacco di cuore possa anche essere nocivo.21 ancora, c'è prove crescenti che quei fattori che precipitano l'inizio di cuore malattia-tale come ipertensione, il diabete, il fumo ed altri-anche urtano l'efficacia delle cellule staminali in termini di loro capacità di migrare, transdifferentiate e proliferano. I benefici delle cellule staminali di attività bancarie prima che l'inizio della malattia risulti indubbiamente essere clinicamente per quanto l'uso di queste terapie diventi importante più diffuso. Malgrado le incertezze circa i loro meccanismi di azione, gli scienziati acconsentono largamente sul potenziale della rigenerazione del tessuto nocivo del cuore facendo uso delle proprie cellule staminali di un paziente per migliorare la funzione cardiaca e la prestazione.22

Circostanze autoimmuni e neurologiche

Le cellule staminali adulte potrebbero anche offrire la speranza per i pazienti con le malattie autoimmuni e neurodegenerative.

Tre proprietà comuni delle cellule staminali
  1. Capace di estesi divisione ed auto-rinnovamento
  2. Non differenziato
  3. Capace di svilupparsi nella cellula specializzata scrive le cellule staminali ematopoietiche umane adulte

Nei disordini autoimmuni, il corpo comincia a produrre un tipo di globuli bianchi chiamati linfociti T e proteine protettive chiamate anticorpi, che, invece di protezione del corpo contro i microbi ed i cancri dilaganti, attaccano le suoi propri cellule ed organi. Ci sono più di 70 tipi differenti di disordini autoimmuni, per esempio, sclerosi a placche, artrite reumatoide, la sclerosi sistemica (dermatosclerosi), lupus eritematoso sistemico ed artrite idiopatica giovanile. Come classe A, le malattie autoimmuni colpiscono circa 5% della popolazione degli Stati Uniti, con i termini comuni quale i lupus eritematosi sistemici che colpiscono 1,5 milione di persone, principalmente giovani donne. Il trattamento standard per le malattie autoimmuni consiste generalmente dell'immunosoppressione, del farmaco antinfiammatorio, o del farmaco antimalarico, oltre a cura complementare. In casi che non reagiscono al trattamento standard o sono considerati vita o organo-minacciando, le dosi elevate del farmaco immunosopressivo sono state proposte come opzione del trattamento per eliminare le cellule di T che causano la risposta autoimmune. Tuttavia, tali dosi elevate inoltre sopprimono la produzione del midollo osseo dei globuli (conosciuti come “mielosoppressione "), necessitante la terapia di salvataggio con (sangue chesi forma) le cellule staminali ematopoietiche fatte una trasfusione.

Cellule staminali ematopoietiche umane adulte

È stato teorizzato che il midollo osseo della rigenerazione con le cellule staminali trapiantate normalizza il sistema immunitario.23,24 che il concetto della terapia di cellula staminale che segue la terapia immunosopressiva per le malattie autoimmuni ha condotto alla pubblicazione delle linee guida di consenso ed all'inizio di una serie di test clinici ben controllato.25,26 fin qui, più di 700 pazienti hanno ricevuto i trapianti facendo uso delle loro proprie cellule staminali come trattamento per le malattie autoimmuni severe,27 compreso 183 pazienti con la sclerosi a placche,28 76 pazienti con l'artrite reumatoide severa,29 102 pazienti con la sclerosi sistemica (dermatosclerosi),30,31 103 pazienti con i lupus eritematosi sistemici,32-34 e, recentemente, 15 individui con la nuova insorgenza scrivono il diabete a macchina di I.35 numerosi studi facendo uso delle cellule staminali adulte per trattare altre malattie autoimmuni come la malattia di Behcet, del morbo di Crohn e ricadere il policondrite inoltre sono stati pubblicati.36,37

Gli studi iniziali in pazienti con il malattia-qualche neurodegenerative di quale può rappresentare autoimmune processo-hanno indicato i risultati di promessa, suggerenti che le cellule staminali potrebbero offrire la speranza per la gente con i disturbi neurologici, forse anche per i termini prevalenti quale la malattia del Parkinson.38-41

Sebbene i risultati clinici dei trattamenti della cellula staminale siano stati variabili, la maggior parte degli studi in questo campo hanno indicato il miglioramento significativo di attività di malattia, miglioramento negli indicatori sierologici (del sangue) e stabilizzazione o inversione di disfunzione dell'organo. Le conclusioni preliminari di questi studi sono sufficiente incoraggianti procedere alle prove future randomizzate di trapianto della cellula staminale per le malattie autoimmuni come gruppo e specialmente per quelle che sono i più severi e debilitanti. Similmente, gli scienziati ritengono che le terapie di cellule staminali offrano la speranza coercitiva per le circostanze neurologiche e sono ulteriori esplorando le loro domande di questi disordini debilitanti.

Attuali ed applicazioni future delle terapie di cellula staminale

Il grafico sotto gli stati delle liste attualmente ha trattato con la terapia di cellula staminale come pure le domande future di questa terapia rigeneratrice:

Oggi

Domani

Leucemie

Lesioni del midollo spinale

Linfoma

Colpo

Mieloma multiplo

Malattie infettive severe

Coronaropatia

Lou Gehrig's Disease (ALS)

Malattia da radiazioni

Seno e Cancro ovarico

Sclerosi a placche

Diabete

Lupus Erythematosis

Osteoporosi

Altre malattie autoimmuni

Malattie neurologiche autoimmuni

Riparazione & ustioni del tessuto

Amiloidosi

Scriva il diabete a macchina di I

Diabete di tipo II

Ortopedia

Altri

Attuali e terapie di cellula staminale future

D'importanza, tutti studi che sono stati citati finora sono stati effettuati facendo uso delle cellule staminali che sono state raccolte dopo l'inizio della malattia. È intrigante speculare sul miglioramento nel risultato che potrebbe essere raggiunto se le proprie cellule staminali di un paziente fossero disponibili prima dell'inizio della malattia. La tavola alla pagina 46 riassume lo stato attuale della terapia rigeneratrice, diviso in quelle malattie che è trattata oggi con le cellule staminali adulte e quelle in cui la prova sperimentale dagli studi sugli animali indica forte i benefici potenziali in futuro.

Conclusione

Le cellule staminali adulte possono le cure di rendimento giorno per le malattie temute che contagiano gli adulti. Un rifornimento abbondante delle cellule staminali adulte per uso personale raccolto mentre sani e disponibili possono offrire a tutti gli adulti l'assicurazione potente contro le conseguenze di una gamma di malattie, sia croniche che acute, che sta sviluppandosi quotidiana. Soltanto avendo una fonte prontamente accessibile di cellule staminali inscatoli i benefici completi di medicina rigeneratrice è realizzato. Mentre resta vedere se le cellule staminali adulte possono impedire o invertire l'invecchiamento o estendere la durata, la ricerca in corso promette di azionare il campo di medicina rigeneratrice in avanti. Indipendentemente da queste domande senza risposta, è chiaro che contare le cellule staminali per deposito a lungo termine può vero rappresentare “una politica di bio--assicurazione„ che può contribuire a prevedere la vostra salute ottimale in futuro.

Le affiliazioni degli autori

Denis Rodgerson, PhD: Laboratorio di NeoStem California, 637 Lucas Avenue del sud, serie 508, Los Angeles, CA 90017.

Ron Rothenberg, MD, FACEP: Istituto di California HealthSpan, 320 Santa Fe Drive, Encinitas, CA 92024.

Wayne Marasco, MD, PhD: Dipartimento di immunologia del Cancro e dell'AIDS, Dana-Farber Cancer Institute, facoltà di medicina di Harvard, via di 44 Binney, Boston, mA 02115.

Rivelazioni: Tutti e tre gli autori hanno un interesse finanziario in NeoStem, Inc. (www.neostem.com), una società che si specializza nelle attività bancarie e nel deposito a lungo termine delle cellule staminali adulte.

Se avete qualunque domande circa il contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego uno dei nostri consulenti di salute a 1-800-226-2370.

Riferimenti

1. Thomson JA, Itskovitz-Eldor J, Shapiro ss, et al. linee cellulari embrionali del gambo è derivato dalle blastocisti umane. Scienza. 6 novembre 1998; 282(5391): 1145-7.

2. Cellule staminali di Rossant J.: la miscela magica. Natura. 19 luglio 2007; 448(7151): 260-2.

3. Anon. La cellula staminale periferica allogenica del sangue ha paragonato a trapianto del midollo osseo in gestione delle malignità ematologiche: una singola meta-analisi paziente di dati di nove ha randomizzato le prove. J Clin Oncol. 1° agosto 2005; 23(22): 5074-87.

4. Coltellinaio C, Li S, VT noioso, et al. seguito esteso di immunosoppressione senza metotrexato facendo uso del sirolimus e tacrolimo nel trapianto periferico erogatore relativo ed indipendente della cellula staminale del sangue. Sangue. 1° aprile 2007; 109(7): 3108-14.

5. Kocher aa, MD di Schuster, Szabolcs MJ, et al. neovascolarizzazione del miocardio ischemico dai angioblasts osso-midollo-derivati essere umano impedisce gli apoptosi del cardiomyocyte, si riduce ritoccare e migliora la funzione cardiaca. Nat Med. 2001 aprile; 7(4): 430-6.

6. Fuchs S, Baffour R, Zhou YF, et al. la consegna di Transendocardial del midollo osseo autologo migliora l'aspersione collaterale e la funzione regionale in maiali con ischemia del miocardio sperimentale cronica. J Coll Cardiol. 2001 maggio; 37(6): 1726-32.

7. Il MD di Schuster, Kocher l'aa, Seki T, et al. neovascolarizzazione del miocardio dai angioblasts del midollo osseo provoca la rigenerazione del cardiomyocyte. Cuore Circ Physiol di J Physiol. 2004 agosto; 287(2): H525-32.

8. Strauer È, Brehm m., Zeus T, et al. la riparazione del miocardio colpito da infarto da trapianto mononucleare intracoronary autologo delle cellule del midollo osseo in esseri umani. Circolazione. 8 ottobre 2002; 106(15): 1913-8.

9. Assmus B, Schachinger V, Teupe C, et al. trapianto delle cellule del progenitore e del potenziamento di rigenerazione nell'infarto miocardico acuto (TOPCARE-AMI). Circolazione. 10 dicembre 2002; 106(24): 3009-17.

10. MB di Britten, ND di Abolmaali, Assmus B, et al. infarto che ritocca dopo il trattamento intracoronary delle cellule del progenitore in pazienti con infarto miocardico acuto (TOPCARE-AMI): comprensioni meccanicistiche da imaging a risonanza magnetica contrasto-migliorato di serie. Circolazione. 4 novembre 2003; 108(18): 2212-8.

11. MB di Schachinger V, di Assmus B, di Britten, et al. trapianto delle cellule del progenitore e del potenziamento di rigenerazione nell'infarto miocardico acuto: risultati di un anno finali della prova di TOPCARE-AMI. J Coll Cardiol. 19 ottobre 2004; 44(8): 1690-9.

12. Wollert KC, GP di Meyer, Lotz J, et al. trasferimento autologo delle cellule del midollo osseo di Intracoronary dopo infarto miocardico: il test clinico controllato randomizzato di SPINTA. Lancetta. 10 luglio 2004; 364(9429): 141-8.

13. Drexler H, GP di Meyer, Wollert KC. trasferimento Osso-midollo-derivato delle cellule dopo infarto miocardico di St-elevazione: lezioni dalla prova di SPINTA. Nat Clin Pract Cardiovasc Med. 2006 marzo; 3 supplementi 1S65-8.

14. Schachinger V, Erbs S, Elsasser A, et al. osso di Intracoronary midollo-ha derivato le cellule del progenitore nell'infarto miocardico acuto. Med di N Inghilterra J. 21 settembre 2006; 355(12): 1210-21.

15. Assmus B, Honold J, Schachinger V, et al. trapianto di Transcoronary delle cellule del progenitore dopo infarto miocardico. Med di N Inghilterra J. 21 settembre 2006; 355(12): 1222-32.

16. Lunde K, Solheim S, Aakhus S, et al. iniezione di Intracoronary delle cellule mononucleari del midollo osseo nell'infarto miocardico acuto. Med di N Inghilterra J. 21 settembre 2006; 355(12): 1199-209.

17. Janssens S, Dubois C, Bogaert J, et al. osso autologo midollo-ha derivato il trasferimento della cellula staminale in pazienti con infarto miocardico di elevazione di tratto ST: prova alla cieca, prova controllata randomizzata. Lancetta. 14 gennaio 2006; 367(9505): 113-21.

18. Brehm m., Strauer È. Terapia di cellula staminale nella coronaropatia cronica di postinfarction. Nat Clin Pract Cardiovasc Med. 2006 marzo; 3 supplementi 1S101-4.

19. Patel, Geffner L, Vina rf, et al. trattamento chirurgico per guasto di scompenso cardiaco con trapianto adulto autologo della cellula staminale: uno studio randomizzato futuro. J Thorac Cardiovasc Surg. 2005 dicembre; 130(6): 1631-8.

20. Ince H, Petzsch m., Kleine HD, et al. prevenzione di ritocco ventricolare sinistro con il fattore distimolazione del granulocita dopo infarto miocardico acuto: risultati di un anno finali del Revascularization e della liberazione Anteriore-integrati della cellula staminale nell'evoluzione dell'infarto miocardico acuto dalla prova distimolazione di fattore del granulocita (FIRSTLINE-AMI). Circolazione. 30 agosto 2005; 112 (9 supplementi): I73-80.

21. Kang HJ, Kim HS, Zhang SY, et al. effetti dell'infusione intracoronary delle cellule staminali periferiche del sangue mobilizzate con il fattore di stimolazione delle colonie di granulociti sulla funzione sistolica ventricolare sinistra e ristenosi dopo stenting coronario nell'infarto miocardico: il test clinico randomizzato delle cellule MAGICHE. Lancetta. 6 marzo 2004; 363(9411): 751-6.

22. Bartunek J, Dimmeler S, Drexler H, et al. Il consenso dell'unità operativa della società europea di cardiologia riguardo all'indagine clinica sull'uso delle cellule staminali adulte autologhe per la riparazione del cuore. Cuore J. 2006 di EUR giugno; 27(11): 1338-40.

23. Burt RK, Traynor EA. Trapianto ematopoietico della cellula staminale: una nuova terapia per la malattia autoimmune. Cellule staminali. 1999;17(6):366-72.

24. Trapianto della cellula staminale di Gratwohl A. Passweg J. Gerber I. et al. per le malattie autoimmuni. Migliore ematologia di ricerca Clin di Pract. 2001;14:755.

25. Tyndall A, Gratwohl A. Blood e trapianti della cellula staminale del midollo nella malattia autoimmune: un rapporto di consenso scritto a nome della lega europea contro reumatismo (EULAR) e del gruppo europeo per trapianto del midollo e del sangue (EBMT). Trapianto del midollo osseo. 1997 aprile; 19(7): 643-5.

26. Trapianti della precursore-cellula di Marmont A. Tyndall A. Gratwold A. Vischer T. Haemapoietic per la malattia autoimmune. Lancetta. 1995;345:978.

27. Tyndall A, trapianto della cellula staminale di Saccardi R. Haematopoietic nel trattamento della malattia autoimmune severa: i risultati a partire dalla fase I/II studia, prove randomizzate future ed orientamenti futuri. Clin Exp Immunol. 2005 luglio; 141(1): 1-9.

28. Saccardi R, Kozak T, Bocelli-Tyndall C, et al. trapianto autologo della cellula staminale per la sclerosi a placche progressiva: aggiornamento del gruppo europeo per la base di dati del gruppo di lavoro di malattie autoimmuni di trapianto del midollo e del sangue. Mult Scler. 2006 dicembre; 12(6): 814-23.

29. Snowden JA, Passweg J, Moore JJ, et al. trapianto emopoietico autologo della cellula staminale nell'artrite reumatoide severa: un rapporto dal EBMT e dal ABMTR. J Rheumatol. 2004 marzo; 31(3): 482-8.

30. Burt RK, Marmont A, Oyama Y, et al. prove controllate randomizzate di trapianto ematopoietico autologo della cellula staminale per le malattie autoimmuni: l'evoluzione da myeloablative ai regimi lymphoablative del trapianto. Rheum di artrite. 2006 dicembre; 54(12): 3750-60.

31. Loh Y, Oyama Y, Statkute L, et al. trapianto ematopoietico allogenico non-myeloablative della cellula staminale per la sclerosi sistemica severa: innesto-contro-autoimmunità senza malattia del trapianto contro l'ospite? Trapianto del midollo osseo. 2007 aprile; 39(7): 435-7.

32. Jayne D, trapianto della cellula staminale di Tyndall A. Autologous per il lupus eritematoso sistemico. Lupus. 2004;13(5):359-65.

33. Jayne D, Passweg J, Marmont A, et al. trapianto autologo della cellula staminale per il lupus eritematoso sistemico. Lupus. 2004;13(3):168-76.

34. Burt RK, Traynor A, Statkute L, et al. trapianto ematopoietico della cellula staminale di Nonmyeloablative per il lupus eritematoso sistemico. JAMA. 1° febbraio 2006; 295(5): 527-35.

35. Voltarelli JC, CE di Couri, Stracieri ab, et al. trapianto ematopoietico nonmyeloablative autologo della cellula staminale in diabete mellito recentemente diagnosticato di tipo 1. JAMA. 11 aprile 2007; 297(14): 1568-76.

36. Hensel m., Breitbart A, ANNUNCIO noioso. Trapianto ematopoietico autologo della cellula staminale per la malattia di Behcet con la partecipazione polmonare. Med di N Inghilterra J. 4 gennaio 2001; 344(1): 69.

37. Hawkey CJ, Snowden JA, lobo A, Beglinger C, trapianto della cellula staminale di Tyndall A. per le malattie intestinali infiammatorie: edizioni pratiche ed etiche. Intestino. 2000 giugno; 46(6): 869-72.

38. Lindvall O, Kokaia Z, terapia di cellula staminale di Martinez-Serrano A. per neurodegenerative umano disordine-come farlo funzionare. Nat Med. 2004 luglio; 10: SupplS42-S50.

39. Dezawa m., Kanno H, Hoshino m., et al. induzione specifica delle cellule di un neurone dalle cellule stromal del midollo osseo e domanda di trapianto autologo. J Clin investe. 2004 giugno; 113(12): 1701-10.

40. Takagi Y, Takahashi J, Saiki H, et al. neuroni dopaminergici generati dalle cellule staminali embrionali della scimmia funziona in un modello del primate di Parkinson. J Clin investe. 2005 gennaio; 115(1): 102-9.

41. Behrstock S, Ebert A, McHugh J, et al. progenitori neurali umani consegna il fattore neurotrophic linea-derivato delle cellule glial ai roditori parkinsoniani ed ai primati invecchiati. Gene Ther. 2006 marzo; 13(5): 379-88.

42. Ballen K, Broxmeyer LUI, stato attuale di McCullough J et al. di attività bancarie del sangue del cordone e trapianto negli Stati Uniti e l'Europa. Trapianto del midollo del sangue di biol. 2001;7(12):635-45.

43. Bacigalupo A, Frassoni F, la TA di Van Lint Midollo osseo o sangue periferico come fonte di cellule staminali per i trapianti allogenici. Curr Opin Hematol. 2000 novembre; 7(6): 343-7.

44. Disponibile a: www.marrow.org/ABOUT/index.html. 11 luglio 2007 raggiunto.

45. Rawley S. Cryopreservation delle cellule ematopoietiche. Nel trapianto ematopoietico delle cellule di Thomas. Edizione di Eds.Blume K. Foreman S. Appelbaum F. terzo, P 599. Blackwell che pubblica, Malden, mA 2004.

46. Il PC di Bickford, Tan J, Shytle il RD, et al. Nutraceuticals promuove sinergico la proliferazione delle cellule staminali umane. Sviluppatore delle cellule staminali. 2006 febbraio; 15(1): 118-23.

47. Shankar S, Singh G, Srivastava RK. Chemoprevention dai resveratroli: meccanismi molecolari e potenziale terapeutico. Front Biosci. 1° settembre 2007; 12:4839-54.

48. Ingram dk, Zhu m., Mamczarz J, et al. mimetics di restrizione di caloria: un campo emergente di ricerca. Cellula di invecchiamento. 2006 aprile; 5(2): 97-108.

49. Chen JF, Huang L, Jin J, et al. la relazione fra invecchiamento ed il numero e la funzione dell'osso midollo-hanno derivato le cellule endoteliali del progenitore in ratti. Zhonghua Xin Xue Guan Bing Za Zhi. 2006 novembre; 34(11): 1026-8.

50. J G, qualità di stampa W, Hh F, et al. effetti dei resveratroli sulle cellule endoteliali del progenitore ed i loro contributi al reendothelialization in ratti intima-danneggiati. J Cardiovasc Pharmacol. 2006 maggio; 47(5): 711-21.

51. Kawakita E, Hashimoto m., acido di Shido O. Docosahexaenoic promuove il neurogenesis in vitro e in vivo. Neuroscienza. 2006;139(3):991-7.

52. Kidd PM. Neurodegeneration da insufficienza mitocondriale: sostanze nutrienti, cellule staminali, fattori di crescita e prospettive per il cervello che ricostruisce facendo uso della gestione integrante. Altern Med Rev. 2005 dicembre; 10(4): 268-93.

53. Thum T, Hoeber S, Froese S, et al. danno Età-dipendente delle cellule endoteliali del progenitore è corretto tramite aumento crescita-ormone-mediato di growth-factor-1 del tipo di insulina. Circ Res. 16 febbraio 2007; 100(3): 434-43.

54. Imanishi T, Hano T, Nishio I. Estrogen riduce la senescenza endoteliale delle cellule del progenitore con l'aumento di attività del telomerase. J Hypertens. 2005 settembre; 23(9): 1699-706.

55. Liu KQ, Qi X, Du JP, et al. il trattamento di infarto miocardico acuto con mobilizzazione autologa delle cellule staminali del midollo osseo si è combinato con il fattore di crescita recombinante in ratto. Zhongguo Wei Zhong Bing Ji Jiu Yi Xue. 2006 agosto; 18(8): 494-7.

56. Iwakura A, Shastry S, Luedemann C, et al. estradiolo migliora il recupero dopo che l'infarto miocardico aumentando l'incorporazione delle cellule endoteliali del progenitore midollo-derivate osso nei siti dalla della neovascolarizzazione indotta da ischemia via ossido di azoto endoteliale sintasi-ha mediato l'attivazione della matrice metalloproteinase-9. Circolazione. 28 marzo 2006; 113(12): 1605-14.

57. Sinha-Hikim I, Cornford m., Gaytan H, Lee ml, Bhasin S. Effects del completamento del testosterone sulle cellule dell'ipertrofia e del satellite della fibra di muscolo scheletrico negli uomini più anziani dell'comunità-abitazione. J Clin Endocrinol Metab. 2006 agosto; 91(8): 3024-33.