Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine settembre 2007
immagine

Droghe di Cancro di salvataggio non approvate da FDA


Da William Faloon e da Donna Pogliano

Per i 27 anni scorsi, il prolungamento della vita ha identificato i farmaci di salvataggio che hanno languito troppo lungamente nel processo di approvazione arcaico di FDA.

Quando le efficaci nuove droghe sono ritardate, la conseguenza inevitabile è sofferenza e morte umane inutili. Un problema ugualmente insidioso è l'effetto rinfrescante che i blocchi stradali burocratici hanno sullo sviluppo di migliori droghe che potrebbero realmente curare la malattia.

Immagini appena la difficoltà di sollevare decine di milioni di dollari stati necessari per entrare una nuova droga di cancro nella conduttura di approvazione quando gli investitori futuri vedono FDA negare una droga con efficacia documentata, come è stato fatto recentemente con il ®di Provenge. (Riferisca alla pagina 7 per la storia completa del rifiuto di FDA di Provenge®.)

Un altro problema con il modello imprevedibile dell'approvazione di FDA è il costo ingiurioso delle droghe di cancro che realmente lo fanno per commercializzare. Le classi di droghe di cancro (come gli agenti di anti-angiogenesi) quel prolungamento della vita tempo fa sostenuto sono infine approvate. Il problema è che il costo vivo di queste nuove droghe può superare $12.000 al mese. I media hanno riferito sulle storie cuore-strazianti dei malati di cancro che scelgono di morire piuttosto delle loro famiglie in fallimento dal pagamento dei questi costi.

È facile da indicare le dita alle compagnie farmaceutiche per fare pagare tali prezzi del extortionist, ma la dura realtà è quella che ottiene questi farmaci approvati da FDA è così costosa e rischiosa che i prezzi elevati possono essere giustificati discutibilmente tramite il processo di approvazione spaventoso inefficiente della droga che ora esiste.

In questo articolo, esaminiamo alcune di molte droghe che sono state indicate per essere efficaci contro cancro, ma ancora non siamo approvati da FDA. Mentre ci sono dozzine di farmaci anticancro in varie fasi del processo di approvazione, la verità triste è che migliaia di composti con attività anticancro non saranno presentate mai per approvazione di FDA dovuto mancanza di brevetto, mancanza di finanziamento dell'investitore, o appena riluttanza della pianura trattare con l'odierna burocrazia del cancro.

È diventato brutalmente evidente che il sistema di approvazione della droga ha bisogno di una revisione radicale. Abbiamo alcune proposte specifiche all'estremità di questo articolo di occhio-apertura.

Ogni giorno, circa 1.500 Americani periscono da cancro. Ogni giorno, oltre 3.000 Americani è diagnosticato con questa malattia temuta.1 mentre la popolazione in genere è relativamente ignara circa medicina, virtualmente ognuno sa che una diagnosi del cancro significa l'esposizione alle terapie che producono misero-se non il letale-side effettua. Il pubblico è inoltre informato che in troppi casi, le terapie governo approvate non riescono a curare la malattia.

Cancro ovarico di promessa approvato droga-Ancora!

Appoggi nell'agosto 2003 , prolungamento della vita ha scritto circa il phenoxodiol, una droga che sembrato efficace nel trattamento dei cancri ovarici ed altri. Il cancro ovarico uccide ogni anno più di 15.000 donne negli Stati Uniti da solo.1

Che cosa fa questo tipo di cancro così insidioso è che ci sono pochi segni di allarme immediato, significato che la malattia è solitamente avanzato buono una volta diagnosticata. Circa 80% dei malati di cancro ovarici presentano con la malattia della avanzato-fase. C'è un tasso alto di ricaduta dopo la chemioterapia prima linea, con meno di 10-15% dei pazienti che inizialmente rispondono alla chemioterapia che rimane nella remissione.2 casi ricaduti sono spesso resistenti ad altri agenti della chemioterapia, lasciante li senza opzioni per ulteriore trattamento.3

Nel maggio 2003 , un annuncio che emana da Yale University che la scuola di medicina ha indicato che il phenoxodiol ha indotto la morte 100% delle cellule nelle linee cellulari del cancro ovarico, compreso quelle cellule resistenti alla chemioterapia droga quali Taxol® ed il carboplatino.4 mentre una serie di studi del phenoxodiol sono attualmente in corso, rimane unapproved.

All'inizio del novembre 2004 , FDA ha assegnato lo stato abbreviato al phenoxodiol in modo che Marshall Edwards, l'inc, una filiale di Novogen, limitata, potesse diventare ammissibile per i programmi commercializzanti accelerati di approvazione con FDA.2 l'uso progettato erano di avvantaggiare i malati di cancro ovarici che erano diventato resistenti o refrattari agli agenti della chemioterapia. FDA ha riconosciuto che questi malati di cancro ovarici affrontano uno stato pericoloso e che il phenoxodiol dimostra il potenziale di rispondere alla loro esigenza insoddisfatta di un farmaco che può ristabilire la chemiosensibilità.

Il problema con “approvazione accelerata della droga„

FDA limita solitamente l'accesso alle droghe di cancro sperimentali a quei pazienti che già hanno venuto a mancare tutte le terapie convenzionali attualmente approvate. Ciò crea un ostacolo importante, poiché nuove droghe che potrebbero curare il cancro o indurre le remissioni durevoli se utilizzato nelle fasi precedenti può essere inefficace nelle fasi avanzate della malattia.

La ragione per cui è così difficile da uccidere la avanzato-fase, cellule tumorali chemioterapia-resistenti è che queste cellule già hanno subito una mutazione e meccanismi multipli acquistati di sopravvivenza. Queste cellule tumorali della avanzato-fase sono così estremamente difficili da sradicare con altre terapie. Che cosa ha sorpreso i ricercatori a Yale è che il phenoxodiol ha ucciso tutte le cellule tumorali ovariche (in laboratorio la regolazione), indipendentemente dalla loro resistenza agli agenti della chemioterapia.4

L'uccisione delle cellule tumorali in una capsula di Petri È il primo punto ad identificare i farmaci anticancro potenziali. La maggior sfida sta convincendo questi le stesse droghe per funzionare efficacemente nel corpo umano. Da prova clinica di limitazione del phenoxodiol soltanto ai malati di cancro avanzati (chi già hanno venuto a mancare i trattamenti anticancro quali chirurgia, la radioterapia e/o uno o più agenti della chemioterapia), una transenna burocratica è eretta che preclude la valutazione ottimale della droga, cioè, verificante la nel cancro della fase iniziale, quando la farmacoresistenza è molto probabilmente minima o assente.

Mentre FDA sembra riconoscere il potenziale del phenoxodiol fin dall'anno 2004e malgrado il fatto che i test clinici rivelino gli effetti collaterali avversi non significativi, i malati di cancro ovarici ancora stanno aspettando l'approvazione di questa droga.5

Poiché il phenoxodiol sta provando soltanto nei malati di cancro della avanzato-fase, gli scienziati possono non sapere mai se fosse efficace in casi della fase iniziale.

Phenoxodiol ha meccanismi multipli di azione

Phenoxodiol è stato scoperto quando gli scienziati stavano studiando le proprietà anticancro degli estratti della pianta di genisteina della soia. Gli scienziati hanno usato i dati raccolti da questa ricerca per sintetizzare (e dal brevetto) il phenoxodiol, che è un analogo di genisteina. Ci sono sia versioni orali che per via endovenosa amministrate del phenoxodiol.

Phenoxodiol funziona via parecchi meccanismi unici per incitare le cellule tumorali a subire la morte programmata delle cellule (apoptosi). Le cellule normali subiscono gli apoptosi in un modo controllato in modo da possono essere sostituite con le cellule difunzionamento. Le cellule tumorali, d'altra parte, hanno subito le mutazioni genetiche che le impediscono autodistruggersi. Lo scopo finale di una terapia del cancro è di indurre le cellule maligne per subire gli apoptosi, invece di indefinitamente proliferazione fuori controllo.

Phenoxodiol funziona via parecchi meccanismi, compreso l'alterazione della via del segnale in cellule cancerogene che le impedisce subire gli apoptosi (morte programmata delle cellule). Questi risultati indicano che la droga potrebbe riuscire a trattare molti tipi di cancri. Lo studio in cui i ricercatori a Yale hanno mostrato come le cellule tumorali di uccisioni di phenoxodiol sono state pubblicate 1° maggio 2003 in, emissione di oncogene, ma malati di cancro della avanzato-fase ancora deve applicarsi per entrare in un test clinico per avere tutta la probabilità di accesso e naturalmente le scanalature dell'entrata in tali test clinici sono estremamente limitate.4

Droghe di Cancro di salvataggio non approvate da FDA: Che cosa dovete conoscere

• dovuto il processo di approvazione inefficiente della droga di FDA, molte terapie di promessa del cancro non sono mai approvate, con conseguente sofferenza e morte inutili.

• Durante i 10 anni scorsi soli, gli scienziati hanno sviluppato le terapie che possono contribuire a combattere le malignità dell'difficile--ossequio come ovarico e carcinoma della prostata come pure osteosarcoma, leucemia e melanoma. Poiché queste terapie ancora non sono state approvate da FDA, tuttavia, sono soltanto disponibili ad un fortunato pochi che possano iscriversi ai test clinici.

• Anche coloro che si iscrive ai test clinici non hanno garanzia che stanno ricevendo potenzialmente una terapia di salvataggio. La maggior parte dei test clinici per cancro richiedono che alcuni partecipanti ricevano una pena di morte quasi garantita worthlessplacebo-an.

• Il sistema corrente di FDA di approvazione della droga è chiaramente necessitante un importante revisione.

• Contattando il vostro rappresentante e due senatori, potete contribuire a promuovere il cambiamento nel sistema antiquato di FDA di approvazione della droga. soltanto prese alcuni minuti per agire, ma questi sforzi potrebbe risparmi giorni vostri vita o le durate dei vostri cari.

Studi di Phenoxodiol nel Cancro ovarico

I risultati preliminari di un test clinico condotto a Cleveland Clinic hanno trovato che più della metà dei 10 pazienti esaminati facendo uso del phenoxodiol hanno mostrato una certa risposta.6 ciascuno di questi pazienti ha avuto tipi differenti di cancri avanzati che non hanno risposto alla chemioterapia. I ricercatori inoltre hanno provato il phenoxodiol in topi ed hanno trovato che una volta dosato a 20 mg/kg che ogni giorno per i sei giorni c'era una riduzione tripla in massa tumorale ha paragonato ad un gruppo di controllo. Nessun effetto collaterale è stato notato.

Maggio 2006 in un rapporto pubblicato nel giornale internazionale di Cancro, il phenoxodiol si è riconosciuto dai ricercatori in Australia come agente che direttamente inibisce la proliferazione delle cellule del tumore inducendo gli apoptosi ed interrompendo il processo di divisione cellulare. Inoltre, il loro in vivo studio di angiogensis ha dimostrato che il phenoxodiol può anche avere la capacità di combattere l'altro processo che determina la crescita del tumore, vale a dire, angiogenesi, la stimolazione del sistema vascolare che fornisce al tumore il suo rifornimento di sangue.7

Un altro studio pubblicato nell'ottobre 2006 dai ricercatori australiani in chemioterapia e farmacologia del Cancro ha usato uno studio d'intensificazione su un piccolo numero di malati di cancro umani per trovare la dose e la tossicità tollerate massimo del phenoxodiol.5 hanno trovato che la tossicità era minima e una dose tollerata massimo non è stata raggiunta mai. Malgrado il fatto che la maggior parte del 21 paziente che hanno curato abbiano avanzato i cancri con la malattia progressiva, essi notino che almeno un paziente ha reagito al trattamento con stabilizzazione di stato di malattia per sei mesi prima di ulteriore progressione. Come celebre più presto, i malati di cancro con la malattia della avanzato-fase sono improbabili da reagire bene a qualunque terapia.

Nel caso di cancro ovarico, l'alto tasso di mortalità sorge non solo a causa delle difficoltà con diagnosticare la malattia nelle sue fasi iniziali quando i sintomi non sono evidenti, ma anche dovuto lo sviluppo diffuso del chemoresistance.3 uno dei settori principali che comprendono il phenoxodiol interessa il suo potenziale come agente chemosensitizing nel trattamento di cancro ovarico.

Nel gennaio 2005, la ricerca nell'oncologia ha riferito che di ricerche di laboratorio condotte a Yale, il phenoxodiol aumenta l'efficacia di docetaxel (Taxotere®) entro almeno 100 volte.8 cioè quando i ricercatori hanno misurato l'effetto sulle cellule tumorali ovariche umane precedentemente trovate per essere resistenti a docetaxel, l'effetto sinergico del phenoxodiol si è combinato con docetaxel permesso l'uso soltanto del 1/100th della quantità di docetaxel, che è risultato essere efficace quanto la dose standard di docetaxel da solo. Questo potenziale per la riduzione di dosaggio degli agenti standard della chemioterapia ha potuto provocare una qualità della vita drammaticamente migliore per i pazienti che subiscono la chemioterapia dovuto la riduzione degli effetti collaterali tossici della chemioterapia.

l'Co-amministrazione del phenoxodiol con gli agenti standard della chemioterapia inoltre tiene conto l'amministrazione di entrambi gli agenti alle dosi più basse, mentre conserva l'attività antitumorale significativa rispetto a monoterapia, secondo i ricercatori a Yale che ha riferito su un nuovo studio della chemioterapia nell'emissione dell'aprile 2007 di biologia e della terapia del Cancro.9 i loro stati di rapporto che precedentemente hanno indicato che il phenoxodiol può sensibilizzare le cellule ovariche epiteliali a pacitaxel, al carboplatino, alla gemcitabina e al docetaxel. Negli studi in vitro precedentemente intrapresi e nella loro corrente in vivo studia in topi, è stato dimostrato che dentro più della metà delle linee cellulari provate (che precedentemente sono state determinate per essere resistenti ad una più nuova droga di chemo chiamata topotecan), il pretrattamento con il phenoxodiol ha dimostrato un chiaro vantaggio terapeutico.

Un rapporto sulla ricerca di phenoxodiol condotta alla funzione di ricerca medica principale della Nuova Zelanda è stato pubblicato il 1° maggio 2007 . La ricerca ha compreso le ricerche di laboratorio ed i test clinici di fase II sui soggetti umani con cancro ovarico resistente.10 il professor Michael Berridge, PhD, chiama il phenoxodiol una droga novella e cita il suo meccanismo unico di azione, che non è esibita attualmente da altri farmaci anticancro in uso. Phenoxodiol è descritto come agente che funziona mirando ad una proteina specifica che si presenta soltanto sulle cellule tumorali e sull'induzione della loro distruzione. Poiché questa proteina particolare non si presenta sulle cellule sane, non subiscono danno dal phenoxodiol. Il Dott. Berridge nota che il phenoxodiol è il primo composto da funzionare via questa via di rottura del segnale. Questa classe di droghe sarà chiamata “inibitori multipli di trasduzione del segnale,„ o “MSTRs.„

Mentre oltre 1.000 donne perisca ogni mese da cancro ovarico, la droga rimane impantanato nel lungo processo di approvazione di FDA. Un test clinico multinazionale di fase III è infine in corso a 60 siti negli Stati Uniti, l'Europa ed in Australia. Ha chiamato lo studio ovarico di risposta del tumore, o OVATURE, sta reclutando i pazienti avanzati ricorrenti o persistenti con ovarico, la tuba di Falloppio, o i cancri peritoneali primari.11 risultato preliminare dalla prova è preveduto presso 18 donne americane di mese-significato 22.000 ed innumerevole altre donne nel mondo intero potrebbero morire inutilmente da cancro ovarico che dovrebbe essere permesso accedere al phenoxodiol prima che sviluppassero la malattia avanzata.

Il pantano di approvazione della droga di FDA

Prima che l'efficacia di una droga possa essere provata, FDA primo affida gli studi in mandato di quella fase I è condotto in cui i malati di cancro avanzati sono dati le dosi basse di nuova droga per verificare la sicurezza. La dose è solitamente così piccola che la droga non ha probabilità di trattamento delle vittime di cancro di stadio finale. Nel caso del phenoxodiol, cinque prove umane di fase I sono state completate nel 2003 e gli effetti collaterali indicati erano pochi se c'è ne.

Con l'odierno sistema antiquato, una nuova droga non può essere commercializzata fino a studiarla a fondo nei test clinici. Queste prove possono richiedere molti anni per completare. I risultati di queste numerose prove poi sono presentati in una nuova applicazione della droga a FDA. FDA invia questi risultati ad un comitato per l'esame. Il comitato può poi chiedere più studi, rifiutare l'applicazione, o raccomandare che la droga sia approvata. FDA poi prende la relazione del comitato e decide se approvare la droga come sicura ed efficace. Ciò può accadere rapidamente, o l'approvazione della droga può diventare impantanata nel pantano regolatore di FDA. Finché FDA non raggiunga il suo verdetto finale, nessuna vendita della droga può avere luogo. Può richiedere dieci - venti anni dopo che una droga di cancro di promessa è stata scoperta prima che FDA possa approvarlo, per esempio, VM-26® o il teniposide (Vumon®) per la leucemia di infanzia, il piccolo cancro polmonare delle cellule ed i tumori cerebrali maligni. Una ragione per questo ritardo lungo è quella dopo che la droga è stata scoperta, soldi deve essere alzata per costituire un fondo per gli studi clinici ed i negoziati devono essere completati per ottenere l'approvazione per la progettazione di studio stessa.

Phenoxodiol ritarda la progressione di carcinoma della prostata

Phenoxodiol inoltre sta provando a trattamento di carcinoma della prostata, a cominciare dai pazienti di carcinoma della prostata (avanzati) ormone-refrattari. È sperato che quando il phenoxodiol ed altre droghe nella sua classe finalmente sono messi a punto, sperimentati e sono approvati, essi inoltre sarà utile nel trattamento del carcinoma della prostata della fase iniziale.

Nel novembre 2005 , è stato riferito che nei test clinici di fase IB/IIA, il phenoxodiol è stato dimostrato significativamente alla progressione del tumore di ritardo nella tardi-fase, pazienti di carcinoma della prostata ormone-refrattari.12 l'effetto antitumorale erano dipendenti dalla dose con due più alti 200 e 400 mg di dosaggi, dati tre volte un il giorno per il 21 giorno con i 7 giorni prossimi senza trattamento, risultante essere il più efficace. Gli studi intrapresi in Australia sono stati preveduti per concludersi dopo 24 settimane, ma dovuto la sopravvivenza e la mancanza estese inattese di tossicità (che potrebbe limitare l'uso della droga), la prova è stata estendere a 90 settimane e di là. Il principale inquirente ha notato che il phenoxodiol ha fornito un effetto antitumorale significativo in pazienti di cui la malattia ha diventato il punto in cui è normalmente insensibile al trattamento, con alcuni pazienti che avvertono le riduzioni di uno PSA di 50% o maggior dalla linea di base e da molti pazienti che avvertono l'estensione drammatica dei tempi di raddoppiamento di PSA.

Gli oncologi americani che si specializzano nel trattamento di carcinoma della prostata erano molto emozionanti da questi risultati e dal potenziale affinchè il phenoxodiol urtino il trattamento di entrambi pazienti di carcinoma della prostata della tardi-fase e presto e molto interessato nello studio della capacità del phenoxodiol di ristabilire la sensibilità agli agenti standard della chemioterapia nei pazienti di carcinoma della prostata di stadio finale.13 che il potenziale del phenoxodiol nel trattamento di carcinoma della prostata ormone-refrattario che è resistente alla chemioterapia ha provocato l'approvazione di FDA di stato abbreviato per questo uso all'inizio del 2005, ma i pazienti di carcinoma della prostata notano che c'è stato un ritardo significativo nelle indagini state necessarie per vincere l'approvazione. Il di prova di fase I di Novogen che è condotto sui tumori solidi può potenzialmente iscrivere i pazienti di carcinoma della prostata, ma a partire da questa data, sembra che non altre prove significative siano in corso.13

I comunicati stampa hanno indicato che dovuto i vincoli finanziari la società che tiene i diritti di brevetto al phenoxodiol ha dovuto rinviare ulteriori studi per quanto riguarda i pazienti di carcinoma della prostata e limitare i suoi test clinici a cancro ovarico. Dato l'efficacia evidente del phenoxodiol nel carcinoma della prostata, tale ostruzione più ulteriormente da studiare e/o l'accesso del phenoxodiol ai pazienti con le malattie pericolose dovrebbero essere considerati criminale. L'errore si trova non con la società, ma con FDA.

Phenoxodiol e melanoma

I ricercatori australiani inoltre stanno mirando alle cellule umane del melanoma facendo uso del phenoxodiol per indurre gli apoptosi. Questo lavoro proverà a segnare i meccanismi con esattezza da cui le proteine specifiche della cascata degli apoptosi sono colpite.

Nel gennaio 2007 , i ricercatori di Yale hanno riferito nel giornale di medicina di traduzione che il pretrattamento con il phenoxodiol può sensibilizzare le cellule del melanoma al carboplatino, un agente attualmente disponibile della chemioterapia. Questa ricerca ha implicazioni di promessa per uso nel trattamento del melanoma metastatico ed il probabilmente per tutta la malignità dove il carboplatino ha indicato l'attività, come ovarico, il seno, la prostata, testicolare, polmone ed altri cancri.14

Phenoxodiol e carcinoma a cellule squamose

Il phenoxodiol orale sta provando a Yale nella fase IB in pazienti con i carcinoma di cellule squamose della cervice, della vagina, o della vulva ed in adenocarcinoma della cervice.15 lo studio valuteranno il phenoxodiol come monoterapia in questi pazienti ed esaminano la sue sicurezza e tollerabilità. La forma endovenosa di phenoxodiol continua ad essere utilizzata nella fase IB/IIA ovarica ed in altri test clinici ginecologici del cancro a Yale come agente chemosensitizing congiuntamente ai vari regimi della chemioterapia. I pazienti allo studio hanno malattia ricorrente resistente a platino o alla chemioterapia basata a taxano.15

 

Continuato alla pagina 1 di 3