Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine settembre 2007
immagine

Salute cardiovascolare proteggente con l'intero estratto dell'uva

Da Julius G. Goepp, MD

Gli scienziati continuano a scoprire una ricchezza in rosso dell'uva contenuta sostanze nutrienti impressionanti. Gli ultimi risultati indicano che l'estratto completo dell'uva di spettro può contribuire a sostenere la salute cardiaca mantenendo la funzione endoteliale giovanile, l'aggregazione di regolamento della piastrina e la riduzione dell'infiammazione.

Questo articolo esplora come gli interi costituenti dell'uva possono avere un impatto profondo sulla vostra longevità.

Un corpo sempre crescente di prova indica che le componenti dell'uva rossa possono avere effetti potenti su salute vascolare, riducendo l'aggregazione della piastrina e la perossidazione lipidica mentre migliorano la funzione endoteliale.1-4 la capacità dei costituenti dell'uva rossa di combattere l'infiammazione sta aprendo le nuove porte nel trattamento dei disordini relativi all'età cronici, compreso sia la prevenzione che il trattamento di cancro.5,6

Nessuna parte è “le benedizioni dell'uva„ così evidente come nella prevenzione della malattia cardiovascolare.3 mentre molti chevariano dalla carenza in K della vitamina al glucosio elevato livello-contribuiscono al rischio cardiovascolare, forse uno degli inneschi più insidiosi è l'infiammazione.

Quando l'infiammazione è presente, lo sforzo dell'ossidante danneggia il vaso sanguigno mura ed ossida le lipoproteine a bassa densità (LDL). Questi processi inducono le cellule di sistema immunitario a liberare i mediatori infiammatori chiamati citochine, che in loro propri prodotti di giro cambiano nelle pareti dei vasi sanguigni, finalmente con conseguente accumulazione del tessuto malato conosciuta come le placche. La stessa cascata induce le piastrine, i frammenti del tipo di cellula minuscoli responsabili della coagulazione del sangue, per ragruppare insieme (aggregato) eccessivamente, aumentando il rischio di formazione del grumo che può produrre gli attacchi di cuore ed i colpi ischemici.

Appena nella decade passata, i nuovi risultati colpenti sono stati fatti su come le componenti dell'uva rossa (sia pelle compresa che semi) colpiscono la salute vascolare, variando dall'aumento dell'ossido di azoto vitale (critico nel mantenimento della funzione endoteliale) alla protezione dal danno del muscolo del cuore.7

Impedire perossidazione lipidica

La malattia cardiovascolare comprende una cascata dei processi biologici aberranti, ma un centro di interesse anche fra l'istituzione medica è l'ossidazione di LDL. LDL trasporta i lipidi (grassi) dall'apparato digerente ai tessuti. Comprendendo sia il lipido che le proteine, le particelle di LDL sono particolarmente vulnerabili agli effetti dei radicali senza ossigeno. Il processo, conosciuto come perossidazione lipidica, è uno stimolante potente di infiammazione in vasi sanguigni, finalmente conducente alla formazione di placche.

Gli scienziati quindi sono interessati acutamente a trovare i modi ridurre la perossidazione lipidica abbassando i livelli di LDL direttamente e riducendo il tasso a cui queste molecole sono nocive dalle specie reattive dell'ossigeno. Molte delle molecole antiossidanti in uva funzionano per ridurre quel processo di perossidazione lipidica di LDL.8,9

Le componenti dell'uva rossa impediscono le conseguenze di danno dell'ossidante in tantissimi modelli del tessuto dell'essere umano ben migliori delle vitamine C, E e beta-carotene. Questa protezione è stata accreditata impedire dal il danno indotto da farmaco del rene e del fegato, danno del muscolo del cuore dopo attacco di cuore e l'induzione della morte programmata delle cellule (apoptosi) in varie cellule tumorali umane.8,9

Uno degli studi umani più dettagliati sull'estratto del seme dell'uva e dello sforzo ossidativo in esseri umani viene da un gruppo di ricercatori italiani. In uno studio pubblicato nel 2002, i volontari dell'essere umano hanno consumato di un pasto ricco di lipido, l'uno o l'altro con o senza 300 mg di di estratto ricco di proantocianidina del seme dell'uva.10 i ricercatori hanno misurato la quantità di grassi ossidati che circolano nella circolazione sanguigna che segue i pasti. Il gruppo senza aggiunte ha avuto un aumento di 1,5 volte nel fare circolare i grassi ossidati dopo il pasto, rispetto a coloro che ha preso l'estratto. I ricercatori hanno concluso che anche un d'una sola dose dell'estratto del seme dell'uva può minimizzare lo sforzo dell'ossidante del dopo-pasto, sia dagli ossidanti diminuenti che aumentando la propria capacità antiossidante del sangue. L'estratto del seme dell'uva fornisce l'effetto globale di riduzione del carico morto dei grassi ossidati che possono avviare l'aterosclerosi.

Quando i ricercatori britannici hanno dato l'estratto del seme dell'uva ai volontari sani, hanno trovato ulteriore prova del ruolo critico dei polifenoli dell'uva.11 venti giovani volontari hanno preso 300 mg di estratto del seme dell'uva o di quotidiano del placebo per i cinque giorni. L'attività antiossidante del siero è aumentato da più di 11% dopo che gli appena cinque giorni in quelli facendo uso dell'estratto del seme dell'uva.

La prova suggerisce che gli estratti dell'uva rossa, che sono ricchi in polifenoli quale i resveratroli, siano particolarmente utili. Quando i ricercatori israeliani hanno dato il vino rosso o bianco ad un gruppo di uomini in buona salute per due settimane, hanno trovato che la perossidazione lipidica in plasma è caduto da 20% in coloro che ha consumato il vino rosso. Gli uomini che hanno consumato il vino bianco non hanno visto lo stesso beneficio.12

Ormai non c'è semplicemente domanda circa la capacità notevole dei polifenoli dell'uva rossa contrassegnato di ridurre la perossidazione lipidica (ed altri fattori di rischio cardiovascolari).13-19 che è un beneficio fantastico da sè, ma ancor più impressionante quando esaminiamo gli effetti a valle del taglio su quelle molecole tossiche.

Basi dell'uva

Le vigne sono state coltivate dagli esseri umani per più di 6.000 anni ed i prodotti della loro bontà hanno trovato il loro modo nelle tradizioni culturali e religiose come pure le pratiche dietetiche, dappertutto.L'uva 1 si sviluppa in alcuni degli ambienti più provocatori sul pianeta, tuttavia, avente bisogno di sopravvivere alla luce solare intensa, ai lungi periodi di siccità ed agli assalti di dozzine di funghi, dei parassiti e di altre malattie. Per contribuire a fare fronte a queste sfide, le vigne producono una miriade di sostanze protettive che le aiutano per raggiungere le loro età-singole viti incredibili spesso sopravvivono a per più di un secolo! Fra queste sostanze utili sono molti che ora stiano trovando un posto nelle sanità e nella longevità pure.

Per combattere gli sforzi di radiazione ed ossidativi degli ambienti duri, le vigne producono i prodotti chimici conosciuti come gli acidi, gli stilbeni ed i flavonoidi fenolici.1,2 quando queste molecole si agglutinano insieme, producono le sostanze antifungine ed antiossidanti potenti (le molecole agglutinate sono tecnicamente polimeri, in modo da si riferiscono a spesso come polifenoli). Gli scienziati stanno imparando continuamente più circa come i polifenoli ed i prodotti chimici relativi della vigna sono assorbiti dall'apparato digerente umano per servire le funzioni antiossidanti e diconservazioni cruciali nei nostri propri corpi.

I polifenoli ed i composti riferiti sono trovati molto nelle alte concentrazioni in vini rossi (l'uva rossa è la forma naturale e selvaggia della pianta; l'uva bianca è realmente il risultato di una mutazione in un singolo gene). E sebbene i vini rossi lungamente fossero stati usati per gli scopi medicinali, non era fino al fine anni '1990 che la fonte vera di loro benefici ha cominciato ad essere esplorata. Ricordi che quando il vino rosso è fatto, il succo è permesso “riposare„ in contatto con sia le pelli che il punto dei semi-un che è assente nella produzione vinicola bianca.

Funzione endoteliale sana di mantenimento

Le cellule allineanti del vaso sanguigno (cellule endoteliali) sono incaricate delle mansioni critiche di tono muscolare e di scorrevolezza di mantenimento delle pareti arteriose, della pressione sanguigna quindi di controllo e della tendenza affinchè le placche formarsi e le piastrine si riuniscano.20 sta essendo sempre più evidente che ridurre dal il danneggiamento indotto da perossidazione del lipido delle cellule endoteliali delicate è un modo importante mantenere la salute vascolare.21 ci sono parecchi meccanismi sul lavoro qui, compreso la produzione dell'ossido di azoto delle molecole di segnalazione e dei endothelin-1 importanti, di cui tutt'e due sono colpiti favorevolmente dai polifenoli del seme dell'uva.22,23 studi clinici stanno mostrando gli effetti potenti degli estratti di semi dell'uva sulle misure importanti di salute vascolare.

Tristemente, i fumatori forniscono ai ricercatori le ampie opportunità di studiare l'impatto dello sforzo ossidativo sulla funzione endoteliale. In una dimostrazione di base ma potente di come le componenti dell'uva rossa possono combattere anche dal il danno endoteliale indotto da ossidante peggiore, i ricercatori greci esaminati flusso-hanno mediato la dilatazione (una misura di rilassamento comunicato per cellule endoteliale del vaso sanguigno) che segue una sigaretta da solo, o una sigaretta con il vino rosso o il vino rosso senza alcool.24 Flusso-ha mediato la dilatazione in diminuzione significativamente (un cattivo segno) dopo il fumo da solo, ma è rimanere alla linea di base quando la sigaretta è stata accompagnata da qualsiasi bevanda dell'uva rossa. Questo risultato semplice dimostra il potere dei polifenoli dell'uva di conservare la funzione vascolare, anche di fronte allo sforzo severo dell'ossidante.

Naturalmente, una dieta ad alta percentuale di grassi è un altro fattore di rischio cardiovascolare principale. Gli scienziati cileni hanno studiato la funzione endoteliale come misurata tramite la dilatazione flusso-mediata in un gruppo dei volontari sani che hanno consumato i ricchi di una dieta di controllo in frutta e le verdure, o di una dieta ad alta percentuale di grassi, per i 30 giorni con vino rosso ed ancora dopo i 30 giorni senza vino.25 Flusso-hanno mediato la dilatazione in diminuzione avversamente nel gruppo ad alta percentuale di grassi rispetto al gruppo di controllo quando nessun vino è stato consumato. Tuttavia, quando entrambi i gruppi dietetici hanno bevuto un vetro di vino rosso ogni giorno, non c'era diminuzione avversa. Compare, quindi, che il vino rosso o i suoi costituenti (ricordi che il vino rosso include molti composti seme-derivati uva) può ridurre drammaticamente l'impatto di cattive scelte di stile di vita che aumentano i rischi cardiovascolari.

Ma non è appena fumatori o consumatori ad alta percentuale di grassi che possano ricevere le indennità-malattia vascolari dell'uva rossa e dei loro estratti. Gli scienziati svedesi misurati flusso-hanno mediato la dilatazione in 12 individui sani meno di 40 anni che non hanno avuti fattori di rischio cardiovascolari conosciuti, dopo consumo di vino rosso con o senza l'alcool.26 il vino rosso hanno indotto le arterie a dilatare, aumentando il flusso sanguigno (molta gente avverte “una vampata„ con vino rosso). Ma anche la dilatazione flusso-mediata significativamente aumentata senza alcool di versione, che è la misura importante della funzione endoteliale. I ricercatori hanno concluso che le proprietà antiossidanti dell'uva rossa proteggono dalla malattia cardiovascolare promuovendo la funzione endoteliale sana. Il punto naturale seguente sarebbe di esaminare gli effetti di un estratto puro dell'uva rossa.

Gli scienziati greci recentemente hanno fatto appena quello, intraprendendo gli studi controllati dell'estratto dell'uva rossa da solo fra 30 uomini con la coronaropatia.27 gli uomini hanno ricevuto qualsiasi un estratto del polifenolo dell'uva (600 mg) dissolto in acqua, o l'acqua pura come placebo. la dilatazione Flusso-mediata è aumentato (un positivo che trova) di uomini che hanno preso l'estratto, sia ha paragonato ai loro propri valori alla linea di base che ha paragonato al gruppo del placebo. Questi scienziati precisano che “i composti polifenolici dall'uva rossa acutamente migliorano la funzione endoteliale in pazienti con la coronaropatia.„

Un altro gruppo di ricercatori ha esaminato gli effetti di vino rosso sulle misure di salute del vaso sanguigno.Il vino rosso 28 ha fatto diminuire drammaticamente gli indicatori e molecole che possono indurre i globuli ad attaccare alle pareti della nave, quale proteina C-reattiva e monocito-e molecole infiammatori importanti di endoteliale-adesione. Questo studio dimostra la capacità dei polifenoli uva-derivati rosso di proteggere i rivestimenti del vaso sanguigno, una componente chiave di un apparato cardiovascolare sano.

I numerosi studi supplementari ora hanno stabilito la capacità potente dell'uva rossa e dei suoi polifenoli seme-derivati di migliorare la salute ed impedire la malattia proteggendo i rivestimenti del vaso sanguigno e conservando le loro funzioni naturali vitali.29-3

Estratto cardiovascolare del seme dell'uva e di salute: Che cosa dovete conoscere
  • Il consumo del vino rosso lungamente è stato associato con i benefici per salute cardiovascolare. Gli scienziati hanno determinato che molte delle qualità cardioprotective di vino rosso possono risultare dal suo potente

  • costituenti uva-derivati del polifenolo, compreso i resveratroli. I semi e le pelli dell'uva sono particolarmente ricchi in polifenoli dipromozione dell'uva.

  • I polifenoli dell'uva agiscono attraverso i numerosi meccanismi per promuovere la salute cardiovascolare. Impedendo la perossidazione lipidica, gli estratti dell'uva proteggono da un innesco micidiale di aterosclerosi.

  • Anche di fronte allo sforzo ossidativo ed alle scelte dietetiche difficili, gli estratti dell'uva contribuiscono a conservare la componente essenziale di funzione-un endoteliale sana di un apparato cardiovascolare sano.

  • I polifenoli dell'uva contribuiscono ad impedire l'agglutinamento aberrante delle piastrine, così offrendo la protezione potente contro i coaguli di sangue che possono avviare l'attacco di cuore ed il colpo.

  • I polifenoli dell'uva mostrano la promessa nell'evitare l'accumulazione arteriosa della placca e nella protezione contro gli effetti deleteri di attacco di cuore.

  • dell'l'estratto ricco di polifenolo del seme dell'uva permette di catturare convenientemente le estese indennità-malattia cardiovascolari dell'uva.

Continuato alla pagina 2 di 2