Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Estratti

LE Magazine marzo 2008
Estratti

Vitamina K

Ossigeno radicale della maglietta giro collo e di lavaggio che estigue attività del fucoxanthin marino del carotenoide e dei suoi metaboliti.

L'attività antiossidante dei carotenoidi è suggerita per essere uno dei fattori per la loro malattia che impedisce gli effetti. Il fucoxanthin marino dei carotenoidi ed i suoi due metaboliti, fucoxanthinol e halocynthiaxanthin, sono stati indicati per esibire parecchi effetti biologici. Le attività antiossidanti di questi tre carotenoidi sono state valutate in vitro riguardo all'ossigeno radicale della maglietta giro collo e di lavaggio che estigue le abilità. L'attività radicale di lavaggio di 1,1 diphenyl-2-picrylhydrazyl di fucoxanthin e del fucoxanthinol era superiore a quella di halocynthiaxanthin, con l'efficace concentrazione per 50% che pulisce (CE 50) essendo microM 164,60, 153,78 e 826,39, rispettivamente. 2,2' - l'attività radicale di lavaggio di Azinobis-3-ethylbenzo thizoline-6-sulphonate del fucoxanthinol (CE 50, microM 2,49) era più forte di quella di fucoxanthin (CE 50, microM 8,94). L'attività di lavaggio del radicale ossidrile come misurata dalla tecnica di chemiluminescenza ha mostrato che l'attività di lavaggio di fucoxanthin era 7,9 volte più superiore a quella dal fucoxanthinol, 16,3 volte più superiore a quella da halocynthiaxanthin e 13,5 volte più superiore a quella dall'alfa-tocoferolo. Una simile tendenza è stata osservata quando il lavaggio del radicale ossidrile è stato valutato dalla tecnica di risonanza di rotazione di elettrone (esr). L'analisi di esr dell'attività radicale di lavaggio del superossido inoltre ha mostrato la superiorità di fucoxanthin sopra gli altri due carotenoidi provati. L'ossigeno della maglietta giro collo che estigue l'abilità dei tre carotenoidi era più basso di quello del beta-carotene, con l'estinzione delle costanti del tasso (K Q, x10 (10) m. (- 1) s (- 1)) essendo 1,19, 1,81, 0,80 e 12,78 per fucoxanthin, il fucoxanthinol, il halocynthiaxanthin ed il beta-carotene, rispettivamente. Il più alta attività radicale di lavaggio di fucoxanthin e del fucoxanthinol rispetto a halocynthiaxanthin è presupposta per essere dovuto presenza del legame allenico.

Alimento chim. di J Agric. 17 ottobre 2007; 55(21): 8516-22

Fucoxanthin, un carotenoide naturale, induce l'arresto G1 e l'espressione genica GADD45 in cellule tumorali umane.

FONDO: Sebbene gli effetti antitumorali di fucoxanthin siano conosciuti, il meccanismo preciso di azione ha ancora essere delucidato. MATERIALI E METODI: Le cellule HepG2 e DU145 sono state usate per queste indagini. L'effetto di fucoxanthin su espressione genica è stato analizzato facendo uso di un sistema di microarray del DNA. La macchia nordica e/o RT-PCR quantitativi sono stati effettuati per confermare tutti i cambiamenti nell'espressione genica. L'effetto di fucoxanthin sulla progressione del ciclo cellulare è stato analizzato facendo uso di citometria a flusso. Gli esperimenti di interferenza del RNA sono stati impiegati per il gene GADD45. RISULTATI: Fucoxanthin contrassegnato ha indotto GADD45A, un gene in relazione con il ciclo delle cellule, in cellule HepG2 e DU145. L'arresto concomitante G1, ma non gli apoptosi, è stato osservato in entrambi i tipi delle cellule dopo il trattamento con fucoxanthin. L'introduzione di siRNA contro GADD45A parzialmente ha perturbato l'induzione dell'arresto di gi da fucoxanthin in entrambi i tipi delle cellule. CONCLUSIONE: Fucoxanthin ha indotto l'arresto G1 in cellule HepG2 e DU145. GADD45A può partecipare dall'all'arresto indotto fucoxanthin G1.

In vivo. 2007 marzo-aprile; 21(2): 305-9

La combinazione dietetica di fucoxanthin e di olio di pesce attenua l'obesità del tessuto adiposo bianco e fa diminuire la glicemia topi obesi/diabetici di KK-Ay.

Fucoxanthin è un carotenoide marino trovato in alghe brune commestibili. Precedentemente abbiamo riferito che il fucoxanthin dietetico attenua l'obesità del tessuto adiposo bianco (WAT) KK- diabetico/obeso A (y) topi. In questo studio, valutare gli effetti dell'antidiabetico e di antiobesity di fucoxanthin e dell'olio di pesce, abbiamo studiato l'effetto sul peso di WAT, sulla glicemia e sui livelli dell'insulina di KK- A (y) topi. Ancora, il livello di espressione di disgiungere la proteina 1 (UCP1) e il adipokine mRNA in WAT sono stati misurati. Dopo 4 settimane di alimentazione, 0,2% fucoxanthin nella dieta contrassegnato hanno attenuato il guadagno del peso di WAT in KK- A (y) i topi con l'aumento dell'espressione UCP1 hanno paragonato ai topi di controllo. Il peso di WAT dei topi ha alimentato 0,1% fucoxanthin e l'olio di pesce 6,9% era inoltre significativamente più basso di quello dei topi alimentati il fucoxanthin da solo. Inoltre, 0,2% fucoxanthin contrassegnato hanno fatto diminuire le concentrazioni nell'insulina del plasma e nella glicemia in KK- A (y) topi. I topi alimentati con la dieta di combinazione di 0,1% fucoxanthin ed oli di pesce inoltre hanno mostrato i miglioramenti simili a quello di 0,2% fucoxanthin. L'espressione del mRNA di fattore di necrosi tumorale e di leptina (TNFalpha) in WAT giù-è stata regolata significativamente da 0,2% fucoxanthin. Questi risultati indicano che il fucoxanthin dietetico fa diminuire la concentrazione nell'insulina del plasma e nella glicemia di KK- A (y) con il giù-regolamento del TNFalpha mRNA. Inoltre, la combinazione di fucoxanthin e di olio di pesce è più efficace per l'attenuazione dell'obesità di WAT che alimentandosi con il fucoxanthin solo.

Alimento chim. di J Agric. 19 settembre 2007; 55(19): 7701-6

Attività antiangiogenica del fucoxanthin delle alghe brune e del suo prodotto deacetylated, fucoxanthinol.

Gli effetti antiangiogenici di fucoxanthin e di un prodotto deacetylated, fucoxanthinol, sono stati esaminati. Fucoxanthin ha soppresso significativamente la proliferazione di HUVEC e la formazione del tubo più di a microM 10, ma non ha avuto effetto significativo su chemiotassi di HUVEC. La formazione di strutture del tipo di nave del sangue dalle cellule di CD31-positive è stata valutata facendo uso dei corpi del embryoid cellula-derivati gambo embrionale. Fucoxanthin efficacemente ha soppresso lo sviluppo di queste strutture a microM 10-20, suggerente che potrebbe sopprimere la differenziazione delle cellule endoteliali del progenitore nelle cellule endoteliali che comprendono la nuova formazione del vaso sanguigno. Fucoxanthin e il fucoxanthinol hanno soppresso la conseguenza del microvessel ex vivo in un'analisi di angiogenesi facendo uso di un anello aortico del ratto, in un modo dipendente dalla dose. Questi risultati implicano che il fucoxanthin che ha attività antiangiogenica potrebbe essere utile nell'impedire le malattie in relazione con l'angiogenesi.

Alimento chim. di J Agric. 27 dicembre 2006; 54(26): 9805-10

L'energia che rovescia le reazioni dei batteri e di altri organismi.

Per molti anni è stato presupposto che gli organismi viventi utilizzassero sempre l'ATP in un modo altamente efficiente, ma gli studi semplici della crescita con i batteri hanno indicato che l'efficienza di produzione della biomassa era spesso almeno più basso di 3 volte dell'importo che sarebbe preveduto dalle vie biosintetiche standard. L'utilizzazione di energia per manutenzione potrebbe spiegare soltanto una piccola parte di questa discrepanza specialmente quando il tasso di crescita era alto. Queste idee e discussioni termodinamiche hanno indicato che le cellule potrebbero avere altro viale di utilizzazione di energia. Questo fenomeno inoltre è stato chiamato “disgiungere„, “versamento„ e “metabolismo di straripamento„, ma “l'energia che si rovescia„ è probabilmente il termine più descrittivo. Sembra che molti batteri rovescino l'energia ed i pochi che non facciano possano essere uccisi (grande e diminuzione spesso rapida nell'attuabilità), se il medium della crescita è azoto-limitato e la fonte di energia sono “nell'eccesso„. Il batterio dell'acido lattico, streptococcus bovis, è un batterio ideale per lo studio su rovesciamento di energia. Poiché usa soltanto la fosforilazione del livello di substrato per generare l'ATP, la generazione di ATP può essere calcolata con un alto livello di certezza. Non immagazzina il glucosio come glicogeno e la sua membrana cellulare può essere raggiunta facilmente. L'analisi comparativa di produzione di calore, di tensione della membrana, di produzione di ATP e di legge di Ohm ha indicato che l'energia che rovescia la reazione dei bovis dello S. è mediata da un ciclo inutile dei protoni tramite la membrana cellulare. Di meno è conosciuto circa Escherichia coli, ma in questa energia del batterio rovesciarsi potrebbe essere mediato da un ciclo inutile degli ioni di ammonio o del potassio. Il rovesciamento di energia non si limita ai prokaryotes e non sembra accadere in lieviti e negli più alti organismi. Nell'uomo, il rovesciamento di energia può essere collegato con cancro, invecchiamento, ischemia e guasto cardiaco.

J Mol Microbiol Biotechnol. 2007;13(1-3):1-11

Fucoxanthin come l'antiossidante principale in fusiformis di Hijikia, un'alga commestibile comune.

L'attività radicale di lavaggio delle alghe commestibili giapponesi è stata schermata dall'analisi di DPPH (1-diphenyl-2-picrylhydrazyl) per valutare l'attività radicale di lavaggio di DPPH in estratti organici. I fusiformis freschi di Hijikia dell'alga bruna hanno mostrato al più forte DPPH l'attività radicale di lavaggio, seguita dal fulvellum di Sargassum e di undaria pinnatifida. Il composto attivo principale dai fusiformis di Hijikia nel suo estratto acetonico è stato identificato come fucoxanthin dalla spettroscopia 13C-NMR.

Biochimica di Biosci Biotechnol. 1999 marzo; 63(3): 605-7

Effetti di fucoxanthin su infiammazione lipopolysaccharide indotta in vitro e in vivo.

Lo scopo dello studio presente era di studiare l'efficacia di fucoxanthin da su uveite indotta da endotossina (EIU) in ratti. Gli effetti di fucoxanthin da su infiltrazione indotta da endotossina della proteina e del leucocita, di ossido di azoto (NO), della prostaglandina (PAGINA) - E2 e del fattore di necrosi tumorale (TNF) - le alfa concentrazioni nell'umore acquoso del ratto come pure sul ciclo-ossigenasi (COX) - 2 ed espressione viscoelastica della proteina della sintasi dell'ossido di azoto (iNOS) in una linea cellulare del macrofago del topo (264,7 cellule CRUDE) sono state studiate. EIU è stato indotto nei ratti maschii di Lewis tramite un'iniezione della zampa del lipopolysaccharide (LPS). Subito dopo dell'iniezione dei LPS, 0,1, 1 o 10mgkg (- 1) di fucoxanthin sono stati iniettati per via endovenosa. L'umore acquoso era più successivamente 24hr raccolto da entrambi gli occhi e sia il numero delle cellule che si infiltrano nell'umore acquoso che la concentrazione nella proteina di umore acquoso sono stati misurati. I livelli di PGE2, NESSUN e di TNF-alfa sono stati determinati mediante l'analisi enzima-collegata dell'immunosorbente. Le 264,7 cellule CRUDE sono state pretrattate con le varie concentrazioni di fucoxanthin per 24hr e successivamente sono state incubate con i LPS per 24hr. COX-2 e l'espressione della proteina del iNOS sono stati analizzati con il metodo macchiante occidentale. I livelli di PGE2, NESSUN e di produzione dell'TNF-alfa erano risoluti. Fucoxanthin ha soppresso lo sviluppo di EIU ad un modo dipendente dalla dose. Il trattamento con fucoxanthin ha provocato una riduzione di PGE2, NESSUN e le concentrazioni dell'TNF-alfa nell'umore acquoso. L'espressione di COX e della proteina del iNOS nelle cellule trattate fucoxanthin RAW264.7 in diminuzione significativamente ha confrontato a quella che i LPS raggruppano. Inoltre ha ridotto significativamente la concentrazione di PGE2, NESSUNA e di produzione dell'TNF-alfa nel medium delle cellule. Il risultato attuale indica che il fucoxanthin sopprime l'infiammazione di EIU bloccando il iNOS ed espressione della proteina COX-2 ed il suo effetto antinfiammatorio sull'occhio è comparabile con l'effetto del predinisolone utilizzato nelle simili dosi.

Ricerca dell'occhio di Exp. 2005 ottobre; 81(4): 422-8

Fucoxanthin induce gli apoptosi e migliora l'effetto antiproliferativo del legante di PPARgamma, troglitazone, sulle cellule di tumore del colon.

L'effetto di fucoxanthin, dall'undaria pinnatifida commestibile dell'alga su attuabilità delle cellule di tumore del colon e su induzione degli apoptosi è stato studiato. Fucoxanthin ha ridotto notevolmente l'attuabilità delle linee cellulari umane del tumore del colon, Caco-2, HT-29 e DLD-1. Ancora, il trattamento con fucoxanthin ha indotto la frammentazione del DNA, indicante gli apoptosi. La frammentazione del DNA in cellule Caco-2 trattate con un fucoxanthin di 22,6 microM per 24 h era 10 volte superiore a nel controllo. Fucoxanthin ha soppresso il livello di proteina Bcl-2. Inoltre, la frammentazione del DNA indotta da fucoxanthin parzialmente è stata inibita da un inibitore Z-VAD-fmk di caspase. Inoltre, il trattamento combinato con un fucoxanthin di 3,8 microM e un troglitazone di 10 microM, che è un legante specifico per gamma proliferatore-attivata peroxisome del ricevitore (PPAR), efficacemente ha fatto diminuire l'attuabilità delle cellule Caco-2. Tuttavia, i trattamenti separati con queste stesse concentrazioni di fucoxanthin né di troglitazone non hanno colpito l'attuabilità delle cellule. Questi risultati indicano che il fucoxanthin può fungere da carotenoide chemopreventive e/o chemioterapeutico in cellule di tumore del colon modulando l'attuabilità delle cellule congiuntamente al troglitazone.

Acta di Biochim Biophys. 18 novembre 2004; 1675

(1-3):113-9

Caratterizzazione degli apoptosi indotta da fucoxanthin in cellule promyelocytic umane di leucemia.

Gli apoptosi indotti da fucoxanthin in cellule HL-60 sono stati associati con una perdita di potenziale di membrana mitocondriale ad una fase iniziale, ma non con un aumento in specie reattive dell'ossigeno. Il trattamento di Fucoxanthin ha causato le fenditure di procaspase-3 e di poli polimerasi (del ADP-ribosio) senza alcun effetto sul livello della proteina di Bcl-2, Bcl-X (L), o Bax. L'induzione degli apoptosi da fucoxanthin può essere mediata via il permeabilization della membrana e l'attivazione mitocondriali caspase-3.

Biochimica di Biosci Biotechnol. 2005 gennaio; 69(1): 224-7

La neoxantina e il fucoxanthin inducono gli apoptosi in cellule di carcinoma della prostata umane PC-3.

La neoxantina e il fucoxanthin, che hanno la struttura caratteristica del monoepoxide 5,6 e di un legame allenico, precedentemente sono stati trovati per ridurre il più intensivamente l'attuabilità delle cellule di carcinoma della prostata umane fra 15 carotenoidi dietetici provati. Nello studio presente, l'induzione degli apoptosi in cellule PC-3 da questi due carotenoidi è stata caratterizzata dai cambiamenti morfologici, dalla frammentazione del DNA, da una percentuale aumentata delle cellule del hypodiploid e dalle fenditure di caspase-3 e di PARP. Il rapporto delle cellule apoptotiche ha raggiunto più di 30% dopo il trattamento per 48 h con 20 carotenoidi del microM. Hanno ridotto l'espressione di Bax e di proteine Bcl-2, ma non Bcl-X (L). Fucoxanthin si è accumulato nelle cellule allo stesso livello della neoxantina. Inoltre, il fucoxanthinol, un prodotto deacetylated di fucoxanthin, formato nelle cellule ha trattato con fucoxanthin ed ha raggiunto un livello comparabile a quello di fucoxanthin dopo incubazione per 24 H. Il trattamento dal fucoxanthinol da solo inoltre ha indotto gli apoptosi in cellule PC-3. Quindi, la neoxantina ed i trattamenti del fucoxanthin sono stati trovati per indurre gli apoptosi con l'attivazione caspase-3 in cellule di carcinoma della prostata umane PC-3.

Cancro Lett. 18 marzo 2005; 220(1): 75-84

Halocynthiaxanthin e il fucoxanthinol isolati dal halocynthia roretzi inducono gli apoptosi in cellule umane di leucemia, del seno e di tumore del colon.

Il halocynthia roretzi di getto di mare metabolizza il fucoxanthin e successivamente accumula i suoi carotenoidi derivati con le strutture caratteristiche. Nello studio presente, abbiamo isolato il halocynthiaxanthin e il fucoxanthinol come carotenoidi che hanno attività antiproliferativa dal roretzi del H. Halocynthiaxanthin e il fucoxanthinol hanno inibito la crescita delle cellule umane di leucemia HL-60 in un modo dipendente dal tempo e della dose. L'attuabilità di HL-60 trattato con il halocynthiaxanthin 12,5 e il fucoxanthinol del microM è stata diminuita da 12,1% e da 5,7% di controllo dopo un'incubazione di 48 h, rispettivamente. Ancora, il halocynthiaxanthin e il fucoxanthinol hanno indotto gli apoptosi in HL-60 cellule, cellule di cancro al seno umane MCF-7 e cellule di tumore del colon umane Caco-2. Quando le cellule HL-60 sono state incubate con il halocynthiaxanthin 12,5 e il fucoxanthinol del microM per 48 h, le frammentazioni relative del DNA sono state migliorate a 5 - e 7 volte sono state confrontate a quella in cellule di controllo, rispettivamente. Le attività di induzione degli apoptosi da halocynthiaxanthin e dal fucoxanthinol erano superiori a quella di fucoxanthin che precedentemente abbiamo riferito come carotenoide che possiede la capacità di indurre gli apoptosi. Fucoxanthinol ha esibito il più alta attività d'induzione fra i tre carotenoidi. Ancora, i livelli di espressione di proteina disoppressione Bcl-2 sono stati diminuiti in cellule HL-60 trattate con halocynthiaxanthin e il fucoxanthinol. Questi risultati indicano che il halocynthiaxanthin e il fucoxanthinol hanno esibito gli effetti antiproliferativi potenziali via induzione degli apoptosi in parecchie linee cellulari del cancro.

Biochimica Physiol C Toxicol Pharmacol dei comp. 2006 gennaio-febbraio; 142 (1-2): 53-9

Continuato alla pagina 3 di 3