Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine aprile 2008
immagine

Perché la gente invecchiante è depressa, affaticato e sovrappeso

Da William Faloon

Sindrome premestruale

Una dose quotidiana di 6.000 mg di L-triptofano ha fatto diminuire significativamente le oscillazioni di umore, la tensione e l'irritabilità in donne con la sindrome premestruale.49 il metabolismo di triptofano sono urtati entro le fasi differenti di ciclo di una donna,50 e quindi i cambiamenti ormonali durante il ciclo mestruale possono colpire negativamente la disponibilità di triptofano per la conversione in serotonina.

Bisogni e perdita di peso del carboidrato

Qualche gente obesa consuma frequentemente e preferenziale gli alimenti ricchi in carboidrati, perché hanno un rapporto con insistenza basso del triptofano del plasma come pure l'assorbimento basso del triptofano nel cervello.51 ricordi che i livelli della serotonina sono migliorati da ingestione del carboidrato mentre il rilascio dell'insulina accelera la rimozione del siero di altri aminoacidi che competono per il trasporto attraverso la barriera ematomeningea.

Aumentando i livelli del L-triptofano nel plasma sanguigno inoltre è conosciuto per avere un effetto disoppressione quel pricipalmente consumo del carboidrato di impatti.52,53 presumibilmente il triptofano supplementare migliorerebbero il rilascio di serotonina dai neuroni del cervello per diminuire l'appetito per i carboidrati, che aiuta con perdita di peso corporeo. Inoltre, gli oggetti obesi sono spesso insulina-resistenti e l'azione diminuita dell'insulina può causare i rapporti bassi 33 del triptofanodel plasma a causa degli effetti periferici di insulina sull'assorbimento e sull'utilizzazione di altri aminoacidi.

Uno studio è stato fatto per misurare il L-triptofano nel plasma sanguigno dei pazienti obesi per valutare il rapporto del triptofano del plasma ai grandi aminoacidi neutrali (tirosina + fenilalanina + leucina + isoleucina + valina). I risultati hanno mostrato che il rapporto del triptofano del plasma era bene sotto il rapporto normale per gli esseri umani.51 se l'elevazione del triptofano relativamente ai grandi aminoacidi neutrali accade, più triptofano è permesso nel cervello indurre le funzioni della sintesi e di influenza della serotonina di serotonina (umore, appetito, sonno e fame). Questo studio aiuta la manifestazione perché la gente obesa ha spesso appetiti incontrollabili, cioè, hanno troppo poco triptofano relativamente ad altri grandi aminoacidi neutrali nel loro sangue.

Quando questi pazienti obesi sono stati dati 1.000 mg, 2.000 di mg 3.000 o, di mg dosi di L-triptofano un'ora prima che i pasti per alzare la quantità di triptofano riguardante i grandi aminoacidi neutrali, una diminuzione significativa nel consumo calorico siano osservati. La maggior parte della riduzione dell'apporto calorico era dovuto la quantità di carboidrati, non proteina, consumata. I soli effetti collaterali osservati erano una diminuzione delicata nella vigilanza mentale, vertigini delicate e sonnolenza delicata.54

In una prova alla cieca, lo studio controllato con placebo, pazienti obesi sulle diete ricche in proteine che hanno ricevuto triptofano (750 mg due volte al giorno oralmente) ha avuto perdita di peso significativa, rispetto ad un gruppo del placebo. Una dose moderata del completamento del triptofano non ha causato alcuni effetti collaterali quali la sonnolenza o l'affaticamento di mezzogiorno.55 gli effetti di riduzione dei livelli del triptofano inoltre sono stati studiati in una ragazza di 7 anni con anoressia severa. Quando i livelli del triptofano sono stati ridotti, cibo spontaneo accaduto per la prima volta durante 4,5 anni. Il cibo spontaneo cessato quando l'assunzione del triptofano è stata aumentata.56

Come invecchiare riduce i livelli della Triptofano-serotonina

Come conseguenza di invecchiamento normale, i livelli infiammatori di citochina aumentano. Un effetto contrario poco noto è che le citochine infiammatorie (quali l'alfa di fattore di necrosi tumorale e l'alfa dell'interferone) causano l'induzione dell'enzima didegradazione IDO (dioxygenase di indoleamine 2,3).

Potreste pensare che la gente invecchiante potrebbe compensare gli effetti didegradazione di IDO consumando le dosi elevate dei supplementi del triptofano. Il problema è quello in presenza dei livelli ematici di triptofano, l'altro enzima didegradazione TDO inoltre è elevato.

Così consumare un gran numero di L-triptofano (le dosi di 4.000 mg e maggior orali) non genererà più serotonina perché TDO sarà indotto. Eppure se invecchiando la gente non riesce ad entrare più triptofano nei loro corpi, i livelli della serotonina del cervello si precipiteranno perché il più alta attività enzimatica di IDO si degraderà che poco triptofano rimane nel sangue.

Ingegneria intorno a questo problema

Fortunatamente, la nuova comprensione di come il triptofano è degradato negli esseri umani di invecchiamento fornisce una base per l'organizzazione della soluzione naturale intorno a questo problema epidemico.

In primo luogo, sappiamo dagli studi in pazienti con gli alti livelli di infiammazione sistemica che se il niacinamide sufficiente è dato, la degradazione di triptofano nel corpo è ridotta significativamente.57,58 inoltre sappiamo che la lisina dell'aminoacido fa concorrenza a triptofano nella stessa via ossidativa di degradazione. Ciò significa che in presenza di lisina, meno triptofano è ossidato.59

Il triptofano, tuttavia, può ancora essere degradato dall'enzima di IDO che aumenta mentre gli esseri umani invecchiano. Le sostanze nutrienti quale curcumina inibiscono dalla la fattore-kappa-b nucleare indotta da interferone e l'espressione COX-2 e possono limitare l'induzione di IDO, così mettendo a disposizione più triptofano per la conversione a serotonina nel cervello.60

È così possibile che la gente invecchiante da completare con una dose modesta di triptofano (mg 1,000-1,500 al giorno) e faccia diminuire significativamente l'ossidazione del triptofano/degradazione, finchè la lisina, il niacinamide e le sostanze nutrienti disoppressione adeguate sono presi con per neutralizzare gli effetti dell'enzima di IDO.

I cofattori che facilitano la conversione di triptofano a serotonina nel cervello sono vitamina b6, magnesio e vitamina C.60-62 queste sostanze nutrienti già sono prese dalla maggior parte della gente salute consapevole.

Dosaggio

Un fattore importante nella decisione da completare con L-triptofano è la sua tollerabilità eccellente e la mancanza di sviluppo di tolleranza durante l'uso a lungo termine. Ancora, il L-triptofano non causa le difficoltà quando prova a svegliare la mattina dopo.63

La dose minima di L-triptofano per l'efficace trattamento di insonnia può essere almeno 1.000 mg e l'amministrazione di ripetizione di L-triptofano può essere richiesta per miglioramento nell'insonnia cronica, affermata, di addormentamento o nell'insonnia caratterizzata sia dall'addormentamento che dalle anomalie di sonno-manutenzione.63 dosi basse di mg del L-triptofano (250 - 500) non possono offrire un beneficio significativo sulla latenza di sonno.64 per quelli con insonnia che desiderano provare il L-triptofano, forte mg della dose (1.000 - 4.000) iniziale è raccomandato per la prima settimana, seguito da una dose più bassa di manutenzione (500 mg - 1.000 mg).

Anche le dosi orali di triptofano in basso quanto 250 mg sono stati indicati per migliorare la qualità di sonno, sebbene la gamma tipica di dosaggio per i disturbi del sonno e la depressione fosse mg 1,000-3,000 quotidiano. I dosaggi sicuri ed efficaci per altri disordini variano da 500 mg a 4.000 mg/giorno, mentre le dosi intorno a 3.500 mg/giorno sono state a breve termine usato come intervento di fumo di cessazione.65

Il triptofano è ossidato nel fegato da tryptophan-2,3-dioxygenase (TDO), un enzima che è indotto sia dai glucocorticoidi che dalle grandi dosi di triptofano stessa. L'attività enzimatica di TDO aumenta dopo amministrazione 66del triptofano e provoca un'emivita relativamente breve di triptofano che rimane nel plasma.67 così, il triptofano è spesso dosi quotidiane divise arrese invece di un d'una sola dose. Un d'una sola dose di 3.000 mg è sufficiente per tenere la sintesi della serotonina del cervello umano massimizzata per circa otto - dodici hours.68 che danno tre dosi quotidiane di 2.000 mg probabilmente terrà l'enzima dilimitazione dell'idrossilasi del triptofano nel cervello completamente saturato per la maggior parte di ogni periodo di 24 ore, significando che i livelli della serotonina del cervello sarebbero mantenuti ad un livello ottimale costante.

Il blackout del triptofano è sollevato!

I consumatori americani possono ancora una volta ottenere il triptofano come integratore alimentare. Specialmente le notizie coercitive sono la scoperta che la gente di invecchiamento produce gli enzimi didegradazione, che possono essere neutralizzati dall'ingestione simultanea delle sostanze nutrienti che bloccano le citochine pro-infiammatorie ed attenuano lo svuotamento del triptofano via altre vie ossidative.

Una formula novella ora è disponibile che combina il triptofano farmaceutico-puro con una miscela delle sostanze nutrienti destinate per nutrire il cervello con i livelli ottimali di serotonina.

Sulla base delle centinaia di studi scientifici, lo svuotamento di serotonina può contribuire ad obesità, alla depressione, all'insonnia, all'ansia ed alla perdita relative all'età di sensazione di benessere.

Ristabilendo la serotonina ai livelli ottimali, la gente invecchiante può riacquistare l'equilibrio del neurotrasmettitore goduto di nella loro gioventù. Quelli che soffrono dalle difficoltà relative all'età di sonno o di obesità hanno potuto avvertire il miglioramento significativo usando il triptofano per aumentare la loro serotonina del cervello ai livelli giovanili.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute del prolungamento della vita a 1-800-226-2370.

Per imparare chi non dovrebbero prendere i supplementi ad alta dose del triptofano, riferisca alla sezione di precauzioni del triptofano alla seguente pagina.

Precauzioni del triptofano

Per molte decadi, decine di milioni di gente ha usato sicuro i supplementi del triptofano. I meccanismi da cui il triptofano funziona nel corpo, tuttavia, indicano che quelli che prendono determinati farmaci da vendere su ricetta medica dovrebbero esercitare la cautela quando usando il triptofano in maniera regolare.

Sebbene il triptofano sia stato indicato per essere sicuro una volta usato da solo, può rafforzare gli effetti collaterali di determinate droghe antidepressive. I rapporti di caso della sindrome della serotonina hanno notato un collegamento fra triptofano usato simultaneamente con le droghe dell'inibitore della monoamina ossidasi (MAO).69 alcuni prescritti popolare MAO-inibire le droghe includono Nardil® (fenelzina), Parnate® (tranylcyrpromine) e Marplan® (isocarboxazide). Negli studi che misurano gli effetti antidepressivi di una droga del MAO-Inibitori da solo rispetto a quella dell'inibitore di MAO più triptofano, gli effetti collaterali più comuni della combinazione erano vertigini, nausea ed emicrania.70 la grandezza di questi effetti collaterali erano sufficienti per limitare l'utilità della combinazione. Tuttavia, la complicazione più seria nell'uso della combinazione di triptofano e di inibitori di MAO è la sindrome della serotonina. Questa sindrome è caratterizzata da agitazione, irrequietezza, tremare e tremore, confusione, delirio, tachicardia, diaforesi, ipomania, mioclono, iperreflessia e fluttuazioni di pressione sanguigna. Sebbene nessun rapporto sia stato pubblicato, è possibile che il triptofano, quando combinazione contenuta con una droga selettiva dell'inibitore di serotonina-ricaptazione (SSRI) quale Prozac®, Paxil®, Zoloft®, o Lexapro®, possa anche precipitare la sindrome della serotonina.71

La sindrome della serotonina in primo luogo è stata descritta in ratti. Quando questi animali sono stati dati il triptofano più un inibitore della monoamina ossidasi, o le varie droghe compreso le dosi elevate 5 del hydroxytryptophan (5-HTP) (con una droga periferica dell'inibitore della decarbossilasi), o agonisti del serotonina-ricevitore, gli animali hanno esibito il tremore, la rigidità, il hypertonicity, l'abduzione dell'posteriore-arto, la coda rigidamente incurvata, l'agitazione capa di laterale, calpestante i movimenti dei forelimbs, l'iperreattività, mioclono e perfino crisi generalizzate.72

L'aspetto della sindrome della serotonina in 38 pazienti in 12 rapporti è stato esaminato.73 la maggior parte di questi casi sono stati associati con i pazienti che prendono una combinazione di triptofano e di droga del MAO-Inibitori, ma la combinazione di inibitore di serotonina-ricaptazione e di droghe del MAO-Inibitori può anche causare la sindrome della serotonina. L'incidenza della sindrome della serotonina in pazienti è sconosciuta, ma alcuni esperti discutono che sotto-è riferito, forse perché non è riconosciuto, o possibilmente perché è confuso con la sindrome maligna neurolettica, che ha alcune similarità in termini di sintomi.

Della serotonina di sindrome le risoluzioni solitamente entro 24 ore di cessazione del trattamento del triptofano, senza i sintomi residui. Sebbene il modello animale suggerisca che gli antagonisti della serotonina dovrebbero essere un trattamento utile, questo non è stato provato in esseri umani. Le misure complementari sono state usate compreso il raffreddamento per l'ipotermia, la clorpromazina intramuscolare come un'antipiretico e sedativo, la ventilazione artificiale per insufficienza respiratoria, gli anticonvulsivi per i sequestri, il clonazepam per mioclono e la nifedipina per ipertensione.73

Sebbene la sindrome della serotonina sia stata riferita in pazienti che prendono il triptofano e una droga del MAO-Inibitori, l'incidenza di questo disordine è bassa. Il numero totale dei pazienti nei sintomi di segnalazione della letteratura della sindrome della serotonina dopo la presa il triptofano e della droga del MAO-Inibitori è di meno di 40. Ciò è malgrado il fatto che il triptofano sia stato sul mercato come antidepressivo nel Regno Unito per oltre 20 anni e gli psichiatri in quel paese sono più probabili degli psichiatri in Nord America usare le droghe del MAO-Inibitori.

Inoltre, nei test clinici sulla combinazione di triptofano e di droga del MAO-Inibitori, c'è soltanto un rapporto dei sintomi che somigliano alla sindrome della serotonina malgrado le dosi molto grandi di triptofano usate (fino a 18.000 mg di triptofano al giorno).74 non ci sono stati rapporti degli effetti permanenti dopo che la sindrome della serotonina era risolta in pazienti che ricevono il triptofano e una droga del MAO-Inibitori, sebbene le morti fossero state vedute dopo la sindrome della serotonina in pazienti che sono stati dati le droghe di antidepressivo triciclic e del MAO-Inibitori.

Interazione con le erbe

Il triptofano può causare l'eccessiva sedazione se è preso con potenzialmente il calmante delle erbe quali il catnip, la kava-kava di kava-kava, il mosto di malto di St John, o la valeriana.75

Avvertimenti e controindicazioni

I pazienti con cirrosi epatica dovrebbero evitare il completamento del triptofano. Pazienti cirrotici di affezione epatica presenti con attività riduttrice del dioxygenase del triptofano 2,3 (22%), con triptofano libero aumentato successivo e emivita e spazio in diminuzione.Il triptofano 76 è conosciuto per trasformarsi il latte materno di nuove madri, ma i suoi effetti possibili in infanti sono non noti. Di conseguenza, il triptofano dovrebbe anche essere evitato durante l'allattamento al seno. Il triptofano può causare la sedazione, che può provocare la sonnolenza o la confusione mentale durante il giorno. Gli individui che scelgono di prenderlo dovrebbero stare attenti quando determina o eseguendo altre mansioni che richiedono la vigilanza.

Studi tossicologici

il L-triptofano ha tossicità orale bassa. Un'analisi biologica di carcinogenicità del ratto condotta dall'istituto nazionale contro il cancro degli Stati Uniti non ha trovato prova di causa del cancro.77

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali potenziali di L-triptofano alle dosi elevate (100 mg/kg/giorno o 7.000 mg presi da una persona da 150 libbre) comprendono l'irritazione gastrica, il vomito e tirare capo.78 effetti collaterali meno severi includono:

  • Visione confusa

  • Sonnolenza di giorno

  • Bocca asciutta

  • Emicranie

  • Scoordinazione del muscolo

  • Nausea

Sindrome di mialgia di eosinofilia

All'inizio del 1990 la s, prendente il triptofano è stata considerata essere associata con uno stato severo conosciuto come la sindrome di mialgia dell'eosinofilia (SME).65 sebbene le cause esatte per lo scoppio ancora completamente non siano conosciute, è creduto che un processo di fabbricazione difettoso abbia usato dai contaminanti presentati di una società o abbia causato le reazioni che hanno formato le sostanze tossiche all'interno del triptofano che è stato prodotto. Tuttavia, un comitato scientifico indipendente per la tossicità recentemente ha concluso che il triptofano non ha provocato un aumento rilevabile nel rischio di SME e che i preparati di puri il triptofano sono sicuri.

Riferimenti

1. Payton A, gibboni L, Davidson Y, et al. influenza dei polimorfismi del gene del trasportatore della serotonina sul declino conoscitivo ed abilità conoscitive in una popolazione anziana nondemented. Mol Psychiatry. 2005 dicembre; 10(12): 1133-9.

2. Grippaggio del ricevitore di Meltzer cc, di prezzi JC, di Mathis CA, et al. della serotonina 1A e risposta di trattamento nella depressione di tardi-vita. Neuropsicofarmacologia. 2004 dicembre; 29(12): 2258-65.

3. St di Meltzer cc, di Smith G, di DeKosky, et al. serotonina nell'invecchiamento, depressione di tardi-vita e morbo di Alzheimer: il ruolo emergente di rappresentazione funzionale. Neuropsicofarmacologia. 1998 giugno; 18(6): 407-30.

4. Fernstrom JD, Wurtman RJ. Contenuto della serotonina del cervello: dipendenza fisiologica dai livelli del triptofano del plasma. Scienza. 9 luglio 1971; 173(992): 149-52.

5. Fukuwatari T, Ohta m., Kimtjra N, Sasaki R, rapporto di conversione di Shibata K. di triptofano a niacina in donne giapponesi ha alimentato una dieta purificata adeguatamente alle assunzioni dietetiche giapponesi di riferimento. J Nutr Sci Vitaminol (Tokyo). 2004 dicembre; 50(6): 385-91.

6. Svuotamento di Bell C, di Abrams J, di Nutt D. Tryptophan e le sue implicazioni per psichiatria. Psichiatria del Br J. 2001 maggio; 178:399-405.

7. Juhl JH. Fibromialgia e la via della serotonina. Altern Med Rev. 1998 ottobre; 3(5): 367-75.

8. Cangiano C, Ceci F, Cairella m., et al. gli effetti del hydroxytryptophan 5 su abittudine alimentara ed aderenza alle prescrizioni dietetiche negli oggetti adulti obesi. Adv Exp Med Biol. 1991;294:591-3.

9. Riemann D, Feige B, Hornyak m., Koch S, Hohagen F, Voderholzer U. La prova di svuotamento del triptofano: urti su sonno nell'insonnia primaria - uno studio pilota. Ricerca di psichiatria. 15 marzo 2002; 109(2): 129-35.

10. Demisch K, Bauer J, Georgi K, Demisch L. Treatment di insonnia cronica severa con L-triptofano: risultati di uno studio dell'incrocio della prova alla cieca. Pharmacopsychiatry. 1987 novembre; 20(6): 242-4.

11. Hartmann E, Lindsley JG, insonnia di Spinweber C. Chronic: effetti di triptofano, di flurazepam, di secobarbital e placebo. Psicofarmacologia (Berl). 1983;80(2):138-42.

12. Terapia di Schneider-Helmert D. Interval con L-triptofano in insomniacs cronici severi. Una ricerca di laboratorio premonitrice. Int Pharmacopsychiatry. 1981;16(3):162-73.

13. KA di Gendall, Joyce PR. da cambiamenti indotti da pasto in triptofano: Rapporto di LNAA: effetti sul bisogno e sul cibo di baldoria. Mangi Behav. 2000 settembre; 1(1): 53-62.

14. Ashley DV, Fleury MO, Golay A, Maeder E, palladio di Leathwood. Provi per la biosintesi diminuita di hydroxytryptamine del cervello 5 in esseri umani diabetici e non-diabetico obesi. J Clin Nutr. 1985 dicembre; 42(6): 1240-5.

15. Schloss P, CC di Williams. Il trasportatore della serotonina: un obiettivo primario per le droghe antidepressive. J Psychopharmacol. 1998;12(2):115-21.

16. La C lorda, Zhuang X, K rigido, et al. ricevitore di Serotonin1A agisce durante lo sviluppo per stabilire il comportamento del tipo di ansia normale nell'adulto. Natura. 28 marzo 2002; 416(6879): 396-400.

17. Disponibile a: http://www.acnp.org/Docs/G5/CH2_15-34.pdf. 5 gennaio 2008 raggiunto.

18. Altman PL, Dittmer DS (redattori). Metabolismo Bethesda, Maryland: Federazione delle società americane per Biology sperimentale, 1968.

19. Hartmann E, CL di Spinweber. Sonno indotto da L-triptofano. Effetto dei dosaggi all'interno dell'ingestione dietetica normale. J Nerv Ment.Dis. 1979 agosto; 167(8): 497-9.

20. Kepplinger B, Baran H, Kainz A, et al. aumento relativo all'età di acido kynurenic in liquido cerebrospinale umano - cambiamenti di beta2-microglobulin e di IgG. Neurosignals. 2005;14(3):126-35.

21. EL di Sainio, Pulkki K, giovane SN. L-triptofano: aspetti biochimici, nutrizionali e farmacologici. Aminoacidi. 1996 marzo; 10(1): 21-47.

22. Li JS, Han Q, zanna J, Rizzi m., James aa, meccanismi di Li J. Biochemical che conducono all'attivazione di dioxygenase del triptofano 2,3. Biochimica Physiol dell'insetto dell'arco. 2007 febbraio; 64(2): 74-87.

23. PS di Brown RR, di Ozaki Y, di Datta, et al. implicazioni dal del catabolismo indotto da interferone del triptofano nel cancro, malattie autoimmuni e AIDS. Adv Exp Med Biol. 1991;294:425-35.

24. CR del McKenzie, Heseler K, Müller A, Däubener W. Role del dioxygenase di indoleamine 2,3 nella difesa e nel immuno-regolamento antimicrobici: svuotamento del triptofano contro produzione dei kynurenines tossici. Droga Metab di Curr. 2007 aprile; 8(3): 237-44.

25. Schrocksnadel K, Wirleitner B, Winkler C, metabolismo del triptofano di Fuchs D. Monitoring nell'attivazione immune cronica. Acta di Clin Chim. 2006 febbraio; 364 (1-2): 82-90.

26. Schroecksnadel K, Zangerle R, Bellmann-Weiler R, et al. Indoleamine-2, dioxygenase 3 ed altro interferone-gamma-ha mediato le vie in pazienti con infezione da virus dell'immunodeficienza umana. Droga Metab di Curr. 2007 aprile; 8(3): 225-36.

27. Boasso A, Herbeuval JP, aw resistente, et al. HIV inibisce la proliferazione a cellula T di CD4+ inducendo il dioxygenase di indoleamine 2,3 in cellule dentritiche del plasmacytoid. Sangue. 15 aprile 2007; 109(8): 3351-9.

28. Potula R, Poluektova L, Knipe B, et al. inibizione del dioxygenase di indoleamine 2,3 (IDO) migliora l'eliminazione dei macrofagi infettati da virus in un modello animale dell'encefalite di HIV-1. Sangue. 1° ottobre 2005; 106(7): 2382-90.

29. Produzione di Frick B, di Schroecksnadel K, di Neurauter G, di Leblhuber F, di Fuchs D. Increasing di omocisteina e della neopterina e degradazione di triptofano con la vecchiaia. Biochimica di Clin. 2004 agosto; 37(8): 684-7.

30. Pertovaara m., Raitala A, Lehtimaki T, et al. attività di dioxygenase di Indoleamine 2,3 in nonagenarians contrassegnato è aumentato e predice la mortalità. Sviluppatore invecchiante Mech. 2006 maggio; 127(5): 497-9.

31. Oldendorf WH, assegnazione dell'aminoacido di Szabo J. ad uno di tre trasportatori dell'aminoacido della barriera ematomeningea. J Physiol. 1976 gennaio; 230(1): 94-8.

32. Lucini V, Lucca A, Catalano m., valore predittivo di Smeraldi E. grande aminoacidi rapporto neutrale del triptofano/alla risposta antidepressiva. Influenza Disord di J. 22 gennaio 1996; 36 (3-4): 129-33.

33. Wurtman RJ, Wurtman JJ. Serotonina, carboidrato-bisogno, obesità e depressione del cervello. Ricerca di Obes. 1995 novembre; 3 supplementi 4477S-80S.

34. Lieberman ora, caballero B, N. più fine. La composizione di pranzo determina i rapporti del triptofano del plasma di pomeriggio in esseri umani. Trasmettitore neurale di J. 1986;65(3-4):211-7.

35. Heraief E, Burckhardt P, Mauron C, Wurtman JJ, Wurtman RJ. Il trattamento dell'obesità tramite la privazione del carboidrato sopprime il triptofano del plasma ed il suo rapporto ad altri grandi aminoacidi neutrali. Trasmettitore neurale di J. 1983;57(3):187-95.

36. La piegatrice DA, dosi elevate di Totoe L. della vitamina b6 nel ratto è associata con inibizione di metabolismo epatico del triptofano e di assorbimento aumentato di triptofano nel cervello. J Neurochem. 1984 settembre; 43(3): 733-6.

37. L'AR verde, Aronson JK. Metabolismo di un carico orale III del triptofano: effetto di un supplemento della piridossina. Br J Clin Pharmacol. Del 1980 dicembre; 10(6): 617-9.

38. Korner E, Bertha G, Flooh E, et al. Sonno-inducente effetto di L-tryptophane. EUR Neurol. 1986; 25 2:75 del supplemento - 81.

39. Schmidt HS. L-triptofano nel trattamento di respirazione alterata nel sonno. Toro EUR Physiopathol Respir. 1983 novembre; 19(6): 625-9.

40. Lieberman ora, Corkin S, primavera BJ, Wurtman RJ, Growdon JH. Gli effetti dei precursori dietetici del neurotrasmettitore su comportamento umano. J Clin Nutr. 1985 agosto; 42(2): 366-70.

41. Booij L, Van der Does AJ, Haffmans PM, et al. Gli effetti di svuotamento ad alta dose e a basse dosi del triptofano sull'umore e delle funzioni conoscitive dei pazienti depressi rimessi. J Psychopharmacol. 2005 maggio; 19(3): 267-75.

42. Herrington Marina militare, Bruce A, CE di Johnstone, Lader MH. Prova comparativa di L-triptofano e di amitriptilina nella malattia depressiva. Med di Psychol. 1976 novembre; 6(4): 673-8.

43. Kaye WH, KA di Gendall, Fernstrom MH, et al. effetti di svuotamento acuto del triptofano sull'umore in bulimia nervosa. Psichiatria di biol. 2000 15 gennaio; 47(2): 151-7.

44. Wurtman RJ, Wurtman JJ, Regan millimetro, et al. effetti dei pasti normali ricchi in carboidrati o proteine sui rapporti del triptofano e della tirosina del plasma. J Clin Nutr. 2003 gennaio; 77(1): 128-32.

45. Asheychik R, Jackson T, panettiere H, et al. L'efficacia di L-triptofano nella riduzione di disturbo del sonno e dello stato depressivo di pazienti alcolici. Alcool del perno di J. 1989 novembre; 50(6): 525-32.

46. van Praag H, de HS. Vulnerabilità di depressione e profilassi di hydroxytryptophan 5. Ricerca di psichiatria. Del 1980 settembre; 3(1): 75-83.

47. van Hiele LJ. l-5-Hydroxytryptophan nella depressione: la prima terapia di sostituzione in psichiatria? Il trattamento di 99 pazienti esterni con le depressioni “terapia-resistenti„. Neuropsychobiology. 1980;6(4):230-40.

48. Meyers S. Uso dei precursori del neurotrasmettitore per il trattamento della depressione. Altern Med Rev. 2000 febbraio; 5(1): 64-71.

49. Steinberg S, Annable L, giovane SN, Liyanage N. Un test clinico controllato con placebo di L-triptofano nella disforia premestruale. Psichiatria di biol. 1° febbraio 1999; 45(3): 313-20.

50. Hrboticky N, LA di Leiter, Anderson GH. Gli effetti del ciclo mestruale sul metabolismo di triptofano carica. J Clin Nutr. 1989 luglio; 50(1): 46-52.

51. Breum L, Rasmussen MH, Hilsted J, Fernstrom JD. Le concentrazioni ed i rapporti nel triptofano del plasma di ventiquattro ore sono sotto il normale negli oggetti obesi e non sono normalizzati tramite perdita di peso sostanziale. J Clin Nutr. 2003 maggio; 77(5): 1112-8.

52. Wurtman, JJ, Wurtman RJ. Soppressione del consumo del carboidrato agli spuntini ed all'ora del pasto dai Di-fenfluramine o dal triptofano. In S. Garattini &: R. Samamin, (Eds.), agenti anoressici: Meccanismi di azione e di tolleranza. New York: Raven Press, 1981:169-82.

53. Wurtman JJ, Wurtman RJ, Growdon JH, Henry P, Lipscomb A, Zeisel SH. Carboidrato che ha bisogno nella gente obesa: Soppressione dai trattamenti che colpiscono trasmissione serotoninergic. Il Int J mangia Disord. 1981 1(1):2-15.

54. Cavaliere H, Medeiros-Neto G. L'effetto anoressico di aumento delle dosi di L-triptofano in pazienti obesi. Mangi il peso Disord. 1997 dicembre; 2(4): 211-5.

55. Heraief E, Burckhardt P, Wurtman J, amministrazione di Wurtman R. Tryptophan può migliorare la perdita di peso da alcuni pazienti moderatamente obesi su una dieta veloce modificata proteina-con parsimonia (PSMF). Il Int J mangia Disord. 1985; 4(3):281-92.

56. Hyman SL, Coyle JT, Parke JC, et al. anoressia e metabolismo alterato della serotonina in un paziente con il aciduria argininosuccinic. J Pediatr. 1986 maggio; 108 (5 pinte 1): 705-9.

57. Murray MF, Langan m., MacGregor RR. Il triptofano aumentato del plasma in pazienti affetti da HIV ha trattato con le dosi farmacologiche di nicotinammide. Nutrizione. 2001 luglio; 17 (7-8): 654-6.

58. Chouinard G, giovane SN, Annable L, Sourkes TL. Triptofano-nicotinammide, imipramina e la loro combinazione nella depressione. Uno studio controllato. Acta Psychiatr Scand. 1979 aprile; 59(4): 395-414.

59. Murray MF. Svuotamento e infezione HIV del triptofano: un collegamento metabolico a patogenesi. La lancetta infetta il DIS. 2003 ottobre; 3(10): 644-52.

60. Lee J, Im YH, Jung HH, et al. curcumina inibisce il N-F-kappaB indotto interferone alfa e COX-2 in non piccole cellule tumorali umane del polmone delle cellule A549. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 26 agosto 2005; 334(2): 313-8.

61. JUNIOR del bottaio. Il ruolo di acido ascorbico nell'ossidazione di triptofano al hydroxytryptophan 5. Ann NY Acad Sci. 21 aprile 1961; 92:208-11.

62. Freyre avoirdupois, Flichman JC. Spasmophilia ha causato dal deficit del magnesio. Psychosomatics. 1970 settembre; 11(5): 500-1.

63. Schneider-Helmert D, CL di Spinweber. Valutazione di L-triptofano per il trattamento di insonnia: una rassegna. Psicofarmacologia (Berl). 1986;89(1):1-7.

64. Ferrero F, Zahnd J. Tryptophan nel trattamento di insonnia in pazienti psichiatrici ospedalizzati. Encephale. 1987 gennaio; 13(1): 35-7.

65. Nessun autori elencati. Monografia: L-triptofano. Altern Med Rev .2006 marzo; 11(1): 52-6.

66. Giovane SN, Oravec M. L'effetto dell'ormone della crescita sul metabolismo di un carico del triptofano nel fegato e nel cervello di ratti hypophysectomized. Può la biochimica di J. 1979 giugno; 57(6): 517-22.

67. L'AR verde, Aronson JK, Curzon G, HF di legni. Metabolismo di un carico orale del triptofano. I: Effetti della dose e del pretrattamento con triptofano. Br J Clin Pharmacol. Del 1980 dicembre; 10(6): 603-10.

68. Giovane SN, Gauthier S. Effect dell'amministrazione del triptofano su triptofano, acido hydroxyindoleacetic 5 ed acido indolacetico in liquido cerebrospinale lombare e citernale umano. Psichiatria di J Neurol Neurosurg. 1981 aprile; 44(4): 323-8.

69. Valuti WA, Zimmer la B, sindrome di Kucas P. Serotonin: un rapporto di caso. J Clin Pharmacol. 1986 gennaio; 26(1): 77-8.

70. Junior di papa HG, Jonas JM, Hudson JI, mp di Kafka. Reazioni tossiche alla combinazione di inibitori e di triptofano della monoamina ossidasi. Psichiatria di J. 1985 aprile; 142(4): 491-2.

71. Avarello TP, sindrome di Cottone S. Serotonin: un caso riferito. Neurol Sci. 2002 settembre; 23 supplementi 2: S55-6.

72. Sc di Gerson, Baldessarini RJ. Effetti del motore di serotonina nel sistema nervoso centrale. Vita Sci. 20 ottobre 1980; 27(16): 1435-51.

73. Sternbach H. La sindrome della serotonina. Psichiatria di J. 1991 giugno; 148(6): 705-13.

74. Glassman AH, SR di Platman. Potenziamento di un inibitore della monoamina ossidasi da triptofano. Ricerca di J Psychiatr. 1969 dicembre; 7(2): 83-8.

75. Disponibile a: http://www.drugdigest.org/DD/DVH/HerbsInteractions/0,3926,4031%7CL%252Dtryptophan,00.html. 1° febbraio 2008 raggiunto.

76. Rossle m., Herz R, Mullen KD, DB di Jones. La disposizione di L-triptofano endovenoso negli individui sani ed in pazienti con l'affezione epatica. Br J Clin Pharmacol. 1986 dicembre; 22(6): 633-8.

77. Disponibile a: http://ntp.niehs.nih.gov/ntp/htdocs/LT_rpts/tr071.pdf. 1° febbraio 2008 raggiunto.

78. RB di Marz. Nutrizione medica da Marz. seconda edizione. Portland, O: Stampa di Omni; 1999.