Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine agosto 2008
Rapporti

Oltre sonno

Nuove domande mediche di melatonina
Da Julius Goepp, MD
Oltre le nuove domande mediche di sonno di melatonina

Con sorpresa di medici intorno al mondo, la melatonina sta dimostrando il salvataggio si avvantaggia che lontano superano il suo uso comune mentre un aiuto di sonno.1 sempre più, i ricercatori hanno indicato che la capacità impressionante della melatonina di controllare il danno ossidativo nei sistemi in tutto il corpo può ridurre il trauma del trauma cranico, impedire il danno del muscolo del cuore, offrire il neuroprotection, aumentare il funzionamento conoscitivo e ridurre gli effetti tossici della chemioterapia mentre migliora i suoi benefici.2-7 cumulativamente, questi risultati aggiungono ai nuovi ruoli importanti per melatonina non solo nella prevenzione delle malattie ma in quasi ogni campo di medicina.

Gran parte di nuova prova per le proprietà versatili della melatonina è stata scoperta durante appena i cinque anni scorsi. Mentre questi risultati continuano a versare dentro, gli scienziati sempre più stanno riconoscendo i vasti benefici di questo ormone notevole.

Lungamente probabilmente solamente il prodotto della ghiandola pineale minuscola nel cervello ed essere secernuto soltanto alla notte, melatonina ora è conosciuto per essere prodotto nelle parti del corpo multiple. Questo ormone potente urta virtualmente ogni cellula con cui entr inare contatto come pure potendo attraversare la barriera ematomeningea altamente selettiva.8,9 è derivato dal L-triptofano dell'aminoacido, la struttura molecolare della melatonina gli dà alcune delle capacità antiossidanti più impressionanti conosciute. Queste proprietà contribuiscono a proteggere i tessuti che prendono l'urto di lesioni ossidative ed altre, compreso lo stomaco, il pancreas ed il fegato,5,10-13 come pure quelli più vulnerabili a tali lesioni, come il cervello ed il midollo spinale.La melatonina 3,9 inoltre protegge dalle malattie cardiovascolari,7,14 malattie del cervello degeneranti,15,16 traumi cranici,17-20 il colpo,21 e numerosi cancri.2,22-24 diamo uno sguardo più attento ad alcuni dei dati più impressionanti sulle azioni della melatonina.25-27

Melatonina ed infiammazione

Gli effetti antinfiammatori potenti della melatonina sono simili a quelli degli anti-infiammatori non steroidei comunemente usati (NSAID) quale ibuprofene.28 sia droghe che la melatonina di NSAID inibiscono un enzima chiamato cyclooxygenase-2 (COX-2) che produce i prodotti chimici infiammatori nel corpo. A differenza di queste droghe, tuttavia, la melatonina ha ben meno effetti collaterali perché non inibisce l'enzima COX-1 che contribuisca a proteggere il rivestimento dello stomaco.29 ancora, la melatonina non solo riduce la percezione di dolore nei modelli animali di infiammazione, ma può anche aumentare gli effetti analgesici delle droghe di NSAID.30

All'inizio di quest'anno, i ricercatori in Nuova Zelanda hanno riferito che, oltre alle sue proprietà antinfiammatorie, la melatonina può promuovere presto una risposta immunitaria sana nel corso della guarigione arrotolata, migliorante la qualità di formazione arrotolata della cicatrice e di guarigione.31 studio come questo sta rivelando molto circa la capacità della melatonina di modulare il processo infiammatorio, non solo nell'area importante di guarigione arrotolata, ma in altre forme di lesione del tessuto che si presentano in tutto il corpo.

Protezione contro Brain Injury

Il trauma cranico dal colpo o dal trauma può distruggere rapidamente la sua funzione neurologica. La melatonina sta mostrando a benefici terapeutici importanti per questo debito serio di circostanza il suoi radicale-lavaggio libero potente ed effetti antinfiammatori.

Tutti i tipi di cervelli seri lesione-compreso la lesione del midollo spinale e del cervello traumatico, ischemia/riperfusione dovuto aterosclerosi e neurodegenerative malattia-comprendono lo sforzo e l'infiammazione pericolosi dell'ossidante. Mentre il trauma capo evidente è più comune in bambini ed in giovani adulti, gli adulti più anziani inoltre soffrono dagli stessi generi di danno causati tramite le riduzioni croniche in flusso sanguigno del cervello dovuto aterosclerosi ed alle interruzioni improvvise in flusso sanguigno durante il colpo. In entrambe le lesioni alla testa traumatiche e nei colpi, la maggior parte del danno è fatto quando il flusso sanguigno ritorna alle aree che sono state private transitoriamente. La lesione risultante riperfusione/di ischemia libera le onde di ossigeno ed altri radicali liberi che letteralmente “bruci„ le membrane cellulari ed alteri la funzione.32,33

Una somma enorme di attenzione quindi è concentrata sull'impedire le conseguenze di quell'ossidante che rilascio-qualcosa la melatonina può fare con efficienza notevole.3,9,20,34,35

I neurologi svizzeri hanno indicato che i topi hanno trattato per i 30 giorni con melatonina 24 ore dopo che un colpo sperimentalmente indotto aveva migliorato la sopravvivenza delle cellule cerebrali ed il migliore recupero delle cellule danneggiate.21 questi cambiamenti sono stati associati con miglioramento duraturo del motore e dei deficit di coordinazione (entrambi terreno comunale dopo i colpi umani).

I livelli di melatonina, un agente neuroprotective potente, 16 goccia acutamente in pazienti che subiscono la lesione alla testa severa.36 studi sugli animali hanno trovato che riempire la melatonina livella dopo che la lesione alla testa impedisce sia le lesioni rilevabili del tessuto che i deficit che conoscitivi producono.19

Protezione contro Brain Injury

Le ricerche di laboratorio universalmente hanno rivelato che, oltre alla sua abilità libera di radicale-lavaggio, la melatonina riduce i prodotti chimici prodotti dall'ossidazione della cellula cerebrale,34,37 livelli di aumenti di altri antiossidanti naturali quale vitamina C,18 e fa diminuire l'attivazione dei sistemi infiammatori in cellule cerebrali.38 questi effetti antiossidanti ora sono accreditati la riduzione della dimensione del trauma capo seguente delle contusioni cerebrali (battere).39

Che cosa è ancor più notevole è la capacità della melatonina di impedire i risultati conoscitivi devastanti della lesione alla testa severa. I ricercatori turchi hanno studiato il danneggiamento dell'ippocampo, una regione del cervello conosciuta per essere essenziali per la funzione di memoria adeguata. Hanno trovato che la melatonina data subito dopo che la lesione alla testa in conigli non solo ha ridotto la lesione visibile all'ippocampo, ma realmente ha migliorato i deficit di memoria che hanno impedito agli animali di eseguire bene in un labirinto.40

La melatonina inoltre è stata trovata per proteggere gli animali fetali dalle lesioni riperfusione/di ischemia che si presentano durante la gravidanza.35 queste lesioni possono accadere tardi nelle gravidanze umane e sono responsabili delle conseguenze tragiche quali paralisi cerebrale e ritardo mentale in neonati. Gli studi hanno indicato che la melatonina impedisce i disordini di apprendimento neonati connessi con il trauma cranico in animali infantili41 e che le dosi ripetute di melatonina riducono la lesione ancora ulteriore.42

Gli scienziati ai laboratori fondati a estensione di vita tempo fa hanno riconosciuto la capacità di melatonina di proteggere il cervello dalla lesione di riperfusione. Negli esperimenti destinati per vedere quanto tempo gli animali potrebbero sopravvivere a alle basse temperature senza flusso sanguigno, la melatonina ha amministrato prima di chirurgia notevolmente estesa il tempo che gli animali potrebbero subire le procedure complesse ed ancora recuperare.

Che cosa dovete conoscere: Melatonina
  • La melatonina è un ormone onnipresente lungamente probabilmente prodotto soltanto nella ghiandola pineale del cervello ed essere principalmente responsabile dei modelli del riciclaggio e di sonno di giorno-notte.

  • Ora capiamo che la melatonina inoltre sia prodotta in molti organi differenti nel corpo ed influenzi virtualmente ogni cellula vivente.

  • Un antiossidante potente con gli effetti antinfiammatori notevoli, melatonina protegge i tessuti da varie lesioni.

  • La melatonina è stata indicata per ridurre i deficit a lungo termine nella funzione del cuore e del cervello dopo la lesione, per proteggere da bruciore di stomaco e dalle ulcere e perfino per migliorare i risultati dei pazienti con le forme avanzate di cancro.

  • Gli effetti d'induzione della melatonina possono aumentare con l'età.

  • La ghiandola pineale producente melatonina subisce la calcificazione con invecchiamento, che è stato collegato con i disturbi del sonno ed i disturbi della memoria. La melatonina può essere cruciale in adulti più anziani da promuovere il sonno e la neuro-protezione sani, mentre completa lo stato antiossidante globale in più giovani adulti.

  • La melatonina è stata utilizzata tipicamente nelle dosi che variano da 0,3 mg a 5 mg per promuovere il sonno; le dosi di mg 1-3 sono più comuni.80

  • Gli studi che esaminano gli effetti della melatonina su cancro hanno utilizzato le dosi di 3-50 mg/giorno.81

  • Gli scienziati ancora stanno studiando le dosi ottimali di melatonina per salute cardiaca, neurologica e gastrica di protezione.

  • Consulti un medico prima della presa della melatonina se usate il warfarin dei farmaci da vendere su ricetta medica (Coumadin®), la fluvoxamina (Luvox®), o la nifedipina (Procardia®).81

  • La melatonina ha un effetto di calmante, che può essere ingrandetto mediante l'uso del calmante le droghe o dei supplementi.La 80 maggior parte dei professionisti consigliano la presa della melatonina alla notte prima dell'ora di andare a letto.

Impedire le malattie di Neurodegenerative

Gli avanzamenti drammatici hanno rivelato che la melatonina impedisce molti deficit conoscitivi connessi con invecchiamento. Ciò è particolarmente a causa della capacità della melatonina di attraversare la barriera ematomeningea ed il suo assorbimento pronto che seguono il dosaggio orale.3

Uno studio umano recente ha valutato il beneficio di melatonina in 50 vittime di danno conoscitivo delicato (MCI), una collezione di circostanze che precede la demenza ed il morbo di Alzheimer.43 dopo avere dato mg della melatonina 3-9 giornalmente ad ora di andare a letto per 9-18 mesi alla metà del gruppo di studio, i ricercatori hanno trovato che i pazienti completati hanno avuti significativamente prestazione migliore su una miriade di prove neuropsicologiche mentre avvertivano i miglioramenti nella qualità e nella veglia di sonno.

Impedire le malattie di Neurodegenerative

Gli scienziati inoltre hanno scoperto gli effetti di promessa di melatonina sulle amiloide-beta proteine che infiammazione di innesco e disfunzione del cervello nel morbo di Alzheimer.44 dosi di melatonina molto basse date per i 10 giorni hanno migliorato sostanzialmente l'apprendimento e la memoria in animali come pure la riduzione dei livelli di proteine infiammatorie.

Naturalmente, non tutti i deficit nella cognizione e nella memoria sono collegati con il morbo di Alzheimer. La melatonina inoltre sembra ottimizzare la funzione conoscitiva del cervello nel corso di invecchiamento naturale. Uno studio recente, per esempio, trovato che l'amministrazione quotidiana di melatonina in acqua potabile alla notte ha migliorato significativamente la memoria negli animali di invecchiamento ha provato su un labirinto, ma non ha avuto effetto sull'apprendimento in ratti adulti giovani.26 e prove umane iniziali suggerisca che la melatonina potrebbe fornire i benefici nei disordini degeneranti quale la sclerosi laterale amiotrofica (ALS o Lou Gehrig's Disease), in cui funzione motoria, non cognizione, è perso.45

Cardioprotezione

La melatonina sta ottenendo molta attenzione come sostanza nutriente cardioprotective potenziale.46 come con i suoi effetti altrove nel corpo, la melatonina pulisce efficientemente i radicali liberi prodotti durante la lesione cardiaca, mentre aumenta gli enzimi antiossidanti. Queste azioni antinfiammatorie potenti impediscono ulteriore danno ossidativo e limitano la dimensione di un infarto (area della morte delle cellule del cuore).La melatonina 7,47 inoltre migliora la forza del pompaggio del cuore che segue un infarto in animali da laboratorio48 e può anche impedire il danno del muscolo del cuore che segue il trattamento chemioterapico cardiotossico potente.49,50 inoltre, le ricerche di laboratorio hanno dimostrato che la melatonina protegge i mitocondri (le fonti di energia così vitali alla funzionalità del muscolo cardiaca) durante ischemia e la riperfusione.51 i suoi effetti sul muscolo del cuore sono sia brevi che longevi, potenzialmente impedendo gli attacchi di cuore e minimizzando il loro impatto se accadono.52

In uno studio dei pazienti con lo stringimento stabile delle loro arterie coronarie, che sono a rischio degli eventi ischemici (angina e attacchi di cuore), i ricercatori hanno paragonato la melatonina alla terapia medica convenzionale con il dinitrato dell'isosorburo (Isordil®) ed inoltre hanno verificato la combinazione di entrambi i trattamenti.53 sessantacinque pazienti invecchiati 44-69 sono stati studiati da ecocardiografia per valutare il moto e la funzione della parete del cuore. I risultati hanno rivelato che i pazienti che hanno ricevuto la melatonina più trattamento farmacologico hanno avuti aumenti significativamente maggiori nella funzione di muscolo del cuore che quelli su trattamento farmacologico da solo come pure su una diminuzione utile nella dimensione del cuore e su un aumento nella quantità di sangue attivamente espelsa dal cuore con ogni battito.53 che una grande prova randomizzata futura ora sta ottenendo in corso in Spagna di determinare se il trattamento della melatonina riduce la dimensione di infarto, le morti, il ritmo cardiaco anormale, la scossa, l'infarto ed altre conseguenze potenzialmente disastrose di un attacco di cuore.46

L'importanza della melatonina negli adulti di invecchiamento

Malgrado prova crescente di diverse indennità-malattia della melatonina, la maggior parte della gente ancora associa l'ormone pineale potente con sonno. Molti lettori possono provare la melatonina per sonno in dopo-ma non possono sapere che l'efficacia del completamento può aumentare con l'età d'avanzamento. Un commento comunemente sentito è “melatonina ha fatto non usato per mettermi per dormire, ma ora fa!„ La spiegazione probabilmente è trovata nei modi che la ghiandola pineale stessa invecchia.

Come la maggior parte dei tessuti del corpo con alto flusso sanguigno ed alta attività metabolica, la ghiandola pineale accumula gradualmente il calcio mentre otteniamo più vecchi.74,75 questa calcificazione hanno un impatto significativo su come la ghiandola funziona e quindi il suo effetto su stato globale della melatonina con invecchiamento. Gli psichiatri tedeschi hanno trovato, per esempio, che la gente con gli più alti gradi di calcificazione pineale era più di quattro volte probabili avvertire la stanchezza di giorno e quasi due volte più probabilmente per avvertire i disturbi del sonno come quelli con stato pineale normale.76

Gli stessi ricercatori più successivamente hanno dimostrato che il grado di calcificazione pineale direttamente è stato collegato con la capacità in diminuzione degli individui alla melatonina 77dei prodotti e potenzialmente ad instabilità dei ritmi circadiani vitali che controllano molte funzioni del corpo.78 uno studio 2008 ora hanno indicato che il grado di calcificazione pineale è drammaticamente più alto in pazienti con i disturbi della memoria, specialmente morbo di Alzheimer,79 ulteriori sottolineando la relazione intima fra produzione della melatonina, l'età e funzione conoscitiva.

Perché è tutto il questo importante sapere? Semplicemente perché sembra probabilmente che la melatonina (supplementare) esogena, mentre efficace durante vita come antiossidante, possa avere effetti sempre più maggiori mentre un aiuto di sonno nel regolamento dei ritmi circadiani mentre ci sviluppiamo più vecchi, quando meno melatonina pineale-derivata è disponibile. Ci sono due linee inferiori qui: 1) Anche la gente giovanile può guadagnare dal usando la melatonina per completare la loro capacità antiossidante dal corpo intero e 2) la gente più anziana può trovare che avvertono il sonno sempre più più utile effetto-come buono mentre neuroprotection contro i processi degeneranti come Alzheimer malattia-da melatonina mentre continuano a vivere più lungamente.

La melatonina inoltre è stata indicata per regolare i fattori di rischio specifici per le malattie cardiovascolari. L'ipertensione di notte è una fattore-gente cardiovascolare conosciuta di rischio che “non immerge„ (sicuro diminuzione) la loro pressione sanguigna alla notte è più probabile avere eventi cardiovascolari che coloro che fa.54 in uno studio recente, 38 persone (età media 64 anni) con ipertensione di notte che già stava ricevendo la terapia antipertensiva stabile, sono state date la melatonina a rilascio controllato, 2 mg/night, o il placebo due ore prima di ora di andare a letto per quattro settimane.55 i pazienti completati hanno ridotto significativamente la loro pressione sanguigna notturna (sistolico diastolico 136 - 130 mmHg e 72 - 69 mmHg), mentre nessuna differenza è stata veduta nel gruppo del placebo.55

Cardioprotezione

Un attacco di cuore può anche essere avviato tramite gli aumenti indotti da stress nella tendenza di coagulazione del sangue che sono amplificati da ipertensione.56 ricercatori svizzeri recentemente hanno scoperto che la melatonina può influenzare la coagulazione del sangue. Hanno trovato che un d'una sola dose di melatonina orale (3 mg) data ad un gruppo di 46 giovani in buona salute riduce significativamente l'attività globale di coagulazione del sangue rispetto a placebo.57

Questi scienziati inoltre hanno trovato che la melatonina attenua la risposta procoagulante indotta da stress allo sforzo psicosociale acuto, un innesco potente della malattia coronarica acuta, nello stesso gruppo di uomini in buona salute.58

Protezione del tratto gastrointestinale

Il tratto gastrointestinale umano è il sito di alcuni degli sforzi ossidativi più profondi la nostra esperienza dei corpi, che può essere perché produce più di 500 volte più melatonina quanto la ghiandola pineale.59 lo stomaco prendono l'urto del danno a causa della sua esposizione costante a forte acido e/o agli enzimi digestivi potenti, di cui tutt'e due generano “le tempeste„ dei radicali liberi.

La melatonina non solo riduce ferite dello stomaco provocate da NSAIDs quali piroxicam o indometacina vicino fino a 90% rispetto ai comandi, ma inoltre drammaticamente riduce le misure dell'ossidazione del tessuto senza gli effetti contrari significativi.60,61 ricercatore europeo inoltre ha indicato che la melatonina protegge da danneggiamento sia dello stomaco che del pancreas ed accelera la guarigione delle ulcere gastriche croniche stimolando il flusso sanguigno.5,10

Ulteriore ricerca da Europa ha rivelato che la melatonina riduce i sintomi in pazienti con un altro stato doloroso chiamato “la dispepsia funzionale,„ o “stomaco acido.„62 in una prova controllata con placebo, i gastroenterologi hanno curato 60 pazienti (di 19-39 anni) con la dispepsia funzionale con mg della melatonina 5 o placebo, una volta ogni sera per 12 settimane. Del gruppo melatonina-trattato, 57% ha mostrato che la risoluzione completa dei sintomi e di 30% ha avuta miglioramento parziale, ma 93% dei destinatari del placebo non ha riferito cambiamento affatto.

Prevenzione del cancro e controllo

La melatonina inoltre è stata studiata nell'alleviazione della malattia da reflusso gastroesofageo (GERD, anche conosciuto come “bruciore di stomaco "), uno stato potenzialmente pericoloso che può condurre a cancro esofageo. In un confronto testa a testa, i ricercatori hanno dato a 175 pazienti il trattamento standard con l'omeprazolo del farmaco da vendere su ricetta medica (Prilosec®), mentre 176 hanno ricevuto un supplemento che contiene la melatonina, il suo L-triptofano del precursore e le vitamine di B, su un periodo del trattamento dei 40 giorni. Tutti i pazienti nel gruppo di supplemento hanno riferito la regressione completa dei sintomi per la fine dello studio, rispetto a soltanto 66% nel gruppo droga trattato. Di nuovo, nessun effetto collaterale significativo è stato riferito nei pazienti completati.63

È creduto che la melatonina protegga da GERD aumentando il flusso sanguigno e le molecole antinfiammatorie nel mucoso esofageo, così evitando la lesione esofagea significativa.64

Prevenzione del cancro e controllo

Il Cancro, naturalmente, è uno dei risultati finali più-temuti delle esposizioni per tutta la vita agli sforzi dell'ossidante ed all'infiammazione che possono danneggiare il DNA del corpo. Per i pazienti che subiscono le terapie anticancro, la melatonina è alla prima linea di immunoterapia del cancro (trattamento e prevenzione di cancro facendo uso del proprio sistema immunitario del corpo come alleato) lavorando sinergico con vari dei propri sistemi antitumorali ed effetti contrari drammaticamente diminuenti del corpo del trattamento.22

Gran parte del lavoro notevole in questa area è venuto dal gruppo prolifico di ricercatori principali dal Dott. Paolo Lissoni, un oncologo di radiazione a Milano. Nel 1992, il Dott. Lissoni ha rotto un nuovo terreno fornendo alla melatonina ad una dose di 10 mg/giorno ad un gruppo di pazienti il cancro polmonare metastatico.65 questo gruppo di pazienti, che già avevano venuto a mancare la chemioterapia, sono stati assegnati a caso per ricevere la melatonina o la cura complementare soltanto. La sopravvivenza ad un anno e la stabilizzazione della malattia erano entrambe l'significativamente più alto nel gruppo melatonina-trattato. Non solo c'era effetti tossici non relazionati con la droga, ma i pazienti melatonina-trattati realmente hanno mostrato un miglioramento significativo nel loro stato globale della prestazione.

Melatonina: Il cronometrista del corpo

Successivamente, il gruppo del Dott. Lissoni ha dimostrato che potrebbero migliorare il potere di tumore-uccisione dell'interleuchina 2 di citochina (IL-2) completando i pazienti con 40 mg/giorno di melatonina che cominciano una settimana prima del trattamento-ancora senza effetti collaterali anche a questa dose sostanziale.66

Da ora al 1999, il gruppo del Dott. Lissoni aveva diventato uno studio di 250 pazienti con i tumori che si erano riprodotti per metastasi.67 oggetti hanno ricevuto la melatonina 20 mg/giorno più la chemioterapia, o la chemioterapia da solo. Ciò era un grande gruppo di pazienti con i cancri in vari tessuti e chi ha ricevuto vari regimi della chemioterapia. Anche in questo molto diverso gruppo di pazienti, gli oggetti melatonina-trattati hanno avuti la sopravvivenza di un anno significativamente più alta e maggiori tassi di regressione del tumore che coloro che ha ricevuto la chemioterapia soltanto. Inoltre, quelli completati con melatonina hanno avvertito ben meno episodi della tossicità chemioterapia-collegata quali i conteggi delle piastrine, neurotossicità e cardiotossicità e ferite bassi della bocca.

La devozione a migliorare le vite delle vittime di cancro ha condotto il Dott. Lissoni e colleghi a continuare ad esplorare gli effetti drammatici della melatonina in pazienti con alcuni dei cancri più avanzati, con una corrente costante dei rapporti positivi che continuano fino al momento attuale.23,24,68-70

I ricercatori degli Stati Uniti nel Texas hanno trovato che la melatonina inoltre riduce i tassi di crescita delle cellule di carcinoma della prostata,71,72 ed altri ricercatori intorno al mondo stanno cominciando a prendere l'avviso. Possiamo predire con confidenza che la melatonina svolgerà un ruolo sempre più importante sia nel trattamento che nella prevenzione di cancro come impariamo più circa le sue proprietà notevoli.

Melatonina: Il cronometrista del corpo

La melatonina è più nota per le sue funzioni di conservazione.22 regola la segnalazione ritmica “dell'orologio principale„ del corpo che è situato in profondità nel cervello e riceve gli input dagli occhi come pure la maggior parte dei sistemi dell'organo.1 a causa della capacità potente della melatonina di regolare i cicli di giorno-notte, completamente è stato ricercato ed indicato stato per essere efficace come un aiuto di sonno ed alle perturbazioni in carico in questi cosiddetti ritmi circadiani, quali il jet lag ed il lavoro a turni.22,73

Riassunto

La maggior parte dei esperti credono che stiamo vedendo appena la punta dell'iceberg rappresentata da melatonina versatile, effetti sistema di ampiezza. Questo precedentemente “sistemi„ l'ormone, probabilmente responsabile lungo soltanto della giorno-notte che cicla e gli effetti importanti su sonno, sta risultando essere “il cavallo scuro„ della biomedicina nell'inizio del XXI secolo. Abbiamo visto come le attività antiossidanti intense, la capacità notevole modulare il sistema immunitario e la capacità della melatonina di dirigere le conseguenze infiammatorie della lesione del tessuto in tutto il corpo stanno conducendo al suo uso appena in circa ogni regolazione concepibile. Dalle conseguenze tragiche del trauma capo severo ai deficit neurologici sperimentati dai pazienti del colpo e di Alzheimer, agli effetti micidiali dei cancri avanzati, la melatonina ha indicato che ha vaste domande importanti di trattamento medico.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute del prolungamento della vita a 1-800-226-2370.

Riferimenti

1. Stehle JH, von GC, Korf HW. Melatonina: un'orologio-uscita, un orologio-input. J Neuroendocrinol. 2003 aprile; 15(4): 383-9.

2. Carrillo-Vico A, il Guerrero JM, Lardone PJ, Reiter RJ. Una rassegna delle azioni multiple di melatonina sul sistema immunitario. Ghiandola endocrina. 2005 luglio; 27(2): 189-200.

3. Cervantes m., Morali G, Letechipia-Vallejo G. Melatonin e lesione di ischemia-riperfusione del cervello. Ricerca pineale di J. 9 gennaio 2008.

4. Escames G, cuna-Castroviejo D, Lopez LC, et al. utilità farmacologica di melatonina nel trattamento di shock settico: prova sperimentale e clinica. J Pharm Pharmacol. 2006 settembre; 58(9): 1153-65.

5. Jaworek J, Brzozowski T, Konturek SJ. Melatonina come organoprotector nello stomaco e nel pancreas. Ricerca pineale di J. 2005 marzo; 38(2): 73-83.

6. Oxenkrug GF. Genetico e regolazione ormonale del metabolismo di kynurenine del triptofano: implicazioni per danno conoscitivo vascolare, disturbo depressivo principale e invecchiamento. Ann NY Acad Sci. 2007 dicembre; 1122:35-49.

7. Tengattini S, Reiter RJ, Tan DX, et al. malattie cardiovascolari: effetti protettivi di melatonina. Ricerca pineale di J. 2008 gennaio; 44(1): 16-25.

8. Reiter RJ, Tan DX, Manchester LC, et al. implicazioni mediche di melatonina: azioni dell'ricevitore-indipendente e ricevitore-mediata. Adv Med Sci. 2007;52:11-28.

9. Reiter RJ, Tan DX, Manchester LC, Tamura H. Melatonin sconfigge i radicali liberi neurale-derivati e riduce il danno neuromorphological e neurobehavioral collegato. J Physiol Pharmacol. 2007 dicembre; 58 supplementi 65-22.

10. Jaworek J, Nawrot-Porabka K, Leja-Szpak A, et al. melatonina come modulatore della secrezione pancreatica degli enzimi e pancreatoprotector. J Physiol Pharmacol. 2007 dicembre; 58 6:65 del supplemento - 80.

11. EL-Sokkary GH, Reiter RJ, Tan DX, Kim SJ, effetto inibitorio di Cabrera J. di melatonina sui prodotti di perossidazione lipidica derivando dall'amministrazione cronica dell'etanolo. Alcole dell'alcool. 1999 novembre; 34(6): 842-50.

12. Genc S, Gurdol F, Oner-Iyidogan Y, Onaran I. L'effetto dell'amministrazione della melatonina da su perossidazione lipidica indotta da etanolo in ratti. Ricerca di Pharmacol. 1998 gennaio; 37(1): 37-40.

13. Guha m., Maity P, Choubey V, et al. melatonina inibisce gli apoptosi mitocondriale-dipendenti liberamente radicale-mediati ed i danni al fegato dell'epatocita indotti durante l'infezione malarica. Ricerca pineale di J. 2007 novembre; 43(4): 372-81.

14. Paulis L, modulazione di pressione sanguigna di Simko F. e protezione cardiovascolare da melatonina: meccanismi potenziali dietro. Ricerca di Physiol. 2007;56(6):671-84.

15. Gutierrez-Cuesta J, Sureda FX, Romeu m., et al. amministrazione cronica di melatonina riduce i biomarcatori cerebrali di lesione in SAMP8. Ricerca pineale di J. 2007 aprile; 42(4): 394-402.

16. Srinivasan V, SR di Pandi-Perumal, Maestroni GJ, et al. ruolo di melatonina nelle malattie neurodegenerative. Ricerca 2005 di Neurotox; 7(4): 293-318.

17. Ates O, Cayli S, Gurses I, et al. effetto della sostituzione della melatonina e pinealectomy sul recupero morfologico e biochimico dopo il trauma cranico traumatico. Sviluppatore Neurosci di Int J. 2006 ottobre; 24(6): 357-63.

18. Beni MP, Kohen R, Reiter RJ, Tan DX, da neuroprotection indotto da melatonina di Shohami E. dopo che la lesione alla testa chiusa è associata con gli antiossidanti aumentati del cervello e l'attivazione attenuata di tardi-fase del N-F-kappaB e di AP-1. FASEB J. 2004 gennaio; 18(1): 149-51.

19. Mesenge C, Margaill I, Verrecchia C, et al. effetto protettivo di melatonina in un modello del trauma cranico traumatico in topi. Ricerca pineale di J. 1998 agosto; 25(1): 41-6.

20. Pei Z, Cheung RT. Il pretrattamento con melatonina esercita gli effetti antinfiammatori contro la lesione riperfusione/di ischemia in un modello medio del colpo di occlusione dell'arteria cerebrale del ratto. Ricerca pineale di J. 2004 settembre; 37(2): 85-91.

21. Kilic E, Kilic U, Bacigaluppi m., et al. amministrazione in ritardo della melatonina promuove il recupero di un neurone di sopravvivenza, di neurogenesis e del motore ed attenua l'iperattività e l'ansia dopo ischemia cerebrale focale delicata in topi. Ricerca pineale di J. 14 febbraio 2008.

22. Giannoulia-Karantana A, Vlachou A, Polychronopoulou S, Papassotiriou I, GP di Chrousos. Melatonina e immunomodulazione: collegamenti ed applicazioni cliniche potenziali. Neuroimmunomodulation. 2006;13(3):133-44.

23. Cerea G, Vaghi m., Ardizzoia A, et al. Biomodulation di chemioterapia del cancro per cancro colorettale metastatico: uno studio randomizzato di irinotecan a basse dosi settimanale da solo contro irinotecan più la melatonina pineale oncostatic dell'ormone in malati di cancro colorettali metastatici che progrediscono su 5 combinazioni fluorouracile-contenenti. Ricerca anticancro. 2003 marzo; 23 (2C): 1951-4.

24. Lissoni P. Biochemotherapy con le chemioterapie standard più la melatonina pineale dell'ormone nel trattamento dei neoplasma solidi avanzati. Biol di Pathol (Parigi). 2007 aprile; 55 (3-4): 201-4.

25. Gioco che della melatonina di Karasek M. Does un ruolo nell'invecchiamento elabora? J Physiol Pharmacol. 2007 dicembre; 58 supplementi 6:105-13.

26. Vinogradova IA. Studio comparativo sugli effetti di melatonina e di epitalon sulla memoria prolungata nelle condizioni di prova del labirinto della navetta in ratti nel corso di invecchiamento. Eksp Klin Farmakol. 2006 novembre; 69(6): 13-6.

27. Cutando A, Gomez-Moreno G, Arana C, cuna-Castroviejo D, Reiter RJ. Melatonina: funzioni potenziali nella cavità orale. J Periodontol. 2007 giugno; 78(6): 1094-102.

28. Cuzzocrea S, Costantino G, Mazzon E, Caputi AP. Regolamento di produzione della prostaglandina dalla nella pleurite indotta da carrageenano da melatonina. Ricerca pineale di J. 1999;27:9-14.

29. RM di Mayo JC, di Sainz, Tan DX, et al. azioni antinfiammatorie di melatonina e dei suoi metaboliti, N1-acetyl-N2-formyl-5-methoxykynuramine (AFMK) e N1-acetyl-5-methoxykynuramine (AMK), in macrofagi. J Neuroimmunol. 2005 agosto; 165 (1-2): 139-49.

30. EL-Shenawy MP, bdel-Salam OM, Baiuomy AR, EL-Batran S, sig.ra di Arbid. Studi sugli effetti antinfiammatori ed anti-nocicettivi di melatonina nel ratto. Ricerca di Pharmacol. 2002 settembre; 46(3): 235-43.

31. Pugazhenthi K, Kapoor m., Clarkson, Corridoio I, Appleton I. Melatonin accelera il processo della riparazione arrotolata nelle ferite a tutto spessore di incisional. Ricerca pineale di J. 2008 maggio; 44(4): 387-96.

32. JUNIOR dei kirsch, Helfaer mA, DG di Lange, Traystman RJ. Provi gratis i meccanismi radicali del trauma cranico derivando dall'ischemia/dagli eventi indotti da riperfusione. J Neurotrauma. 1992 marzo; 9 supplementi 1S157-63.

33. D'Ambrosio AL, Pinsky DJ, Connolly es. Il ruolo della cascata del complemento nella lesione riperfusione/di ischemia: implicazioni per il neuroprotection. Mol Med. 2001 giugno; 7(6): 367-82.

34. Ozdemir D, Uysal N, Gonenc S, et al. effetto di melatonina su danno ossidativo del cervello indotto dal trauma cranico traumatico in ratti acerbi. Ricerca di Physiol. 2005;54(6):631-7.

35. Wakatsuki A, Okatani Y, Shinohara K, Ikenoue N, Fukaya T. Melatonin protegge da ischemia/da da danneggiamento ossidativo indotto da riperfusione dei mitocondri nel cervello fetale del ratto. Ricerca pineale di J. 2001 settembre; 31(2): 167-72.

36. Paparrigopoulos T, Melissaki A, Tsekou H, et al. secrezione della melatonina dopo la lesione alla testa: uno studio pilota. Brain Inj. 2006 luglio; 20(8): 873-8.

37. Cirak B, Rousan N, Kocak A, et al. melatonina come organismo saprofago del radicale libero nel trauma capo sperimentale. Pediatr Neurosurg. 1999 dicembre; 31(6): 298-301.

38. Kerman la m., Cirak la B, Ozguner MF, et al. la melatonina protegge o tratta la lesione cerebrale dallo sforzo ossidativo traumatico? Exp Brain Res. 2005 giugno; 163(3): 406-10.

39. Sarrafzadeh COME, Thomale UW, SN di Kroppenstedt, Unterberg aw. Effetto di Neuroprotective di melatonina sulla lesione corticale di impatto nel ratto. Acta Neurochir (Wien). 2000;142(11):1293-9.

40. Ozdemir D, Tugyan K, Uysal N, et al. effetto protettivo di melatonina contro da danno hippocampal indotto da trauma capo e deficit spaziali di memoria in ratti acerbi. Neurosci Lett. 16 settembre 2005; 385(3): 234-9.

41. Bouslama m., Renaud J, Olivier P, et al. melatonina impedisce i disordini di apprendimento in topi neonati cervello-lesi. Neuroscienza. 12 dicembre 2007; 150(3): 712-9.

42. Carloni S, Perrone S, Buonocore G, et al. melatonina protegge dalle conseguenze a lungo termine di un trauma cranico hypoxic-ischemico neonatale in ratti. Ricerca pineale di J. 2008 marzo; 44(2): 157-64.

43. Furio, Brusco LI, DP di Cardinali. Valore terapeutico possibile di melatonina nel danno conoscitivo delicato: uno studio retrospettivo. Ricerca pineale di J. 2007 novembre; 43(4): 404-9.

44. Shen Y, Zhang G, Liu L, effetti di Xu S. Suppressive di melatonina dall'sull'attivazione glial indotta da amiloide in ippocampo del ratto. Arco Med Res. 2007 aprile; 38(3): 284-90.

45. Weishaupt JH, Bartels C, Polking E, et al. danno ossidativo riduttore nel ALS dal trattamento enterale ad alta dose della melatonina. Ricerca pineale di J. 2006 novembre; 41(4): 313-23.

46. Dominguez-Rodriguez A, breu-Gonzalez P, Garcia-Gonzalez MJ, et al. Un unicenter, randomizzato, prova alla cieca, studio a gruppi paralleli e controllato con placebo di melatonina come aggiunta in pazienti con infarto miocardico acuto che subisce angioplastica che primaria l'aggiunta della melatonina nell'infarto miocardico acuto ha trattato con la prova di angioplastica (MARIA): progettazione e spiegazione razionale di studio. Prove di Contemp Clin. 2007 luglio; 28(4): 532-9.

47. Chen Z, Chua cc, Gao J, Hamdy RC, Chua BH. Effetto protettivo di melatonina su infarto miocardico. Cuore Circ Physiol di J Physiol. 2003 maggio; 284(5): H1618-24.

48. Sallinen P, Manttari S, Leskinen H, et al. amministrazione a lungo termine della melatonina di postinfarction altera l'espressione di DHPR, RyR (2), SERCA2 e la TA (2) ed eleva il livello di ANP nel ventricolo sinistro del ratto. Ricerca pineale di J. 13 febbraio 2008.

49. Guven A, Yavuz O, camma m., et al. melatonina protegge dalla cardiotossicità indotta da epirubicina. Acta Histochem. 2007;109(1):52-60.

50. Ahmed HH, Mannaa F, Elmegeed GA, dormita SH. L'attività di Cardioprotective di melatonina e del suo romanzo ha sintetizzato i derivati dalla sulla cardiotossicità indotta da doxorubicina. Bioorg Med Chem. 1° marzo 2005; 13(5): 1847-57.

51. Petrosillo G, Di Venosa N, Pistolese m., et al. effetto protettivo di melatonina contro disfunzione mitocondriale si è associato con riperfusione cardiaca di ischemia: ruolo di cardiolipin. FASEB J. 2006 febbraio; 20(2): 269-76.

52. Lochner A, Genade S, Davids A, Ytrehus K, Moolman JA. Effetti a breve e a lungo termine di melatonina sul recupero post-ischemico del miocardio. Ricerca pineale di J. 2006 gennaio; 40(1): 56-63.

53. RM di Zaslavskaia, Shcherbakov ea, SI di Logvinenko. La valutazione dei metodi di trattamento differenti dei pazienti con lo stenocardia stabile si è combinata con ipertensione arteriosa secondo i dati ecocardiografici. Med di Klin (Mosk). 2007;85(8):40-3.

54. Grossman E, Laudon m., Yalcin R, et al. melatonina riduce la pressione sanguigna di notte in pazienti con ipertensione notturna. Med di J. 2006 ottobre; 119(10): 898-902.

55. Ischemia di Kurpesa m., di Trzos E, di Drozdz J, di Bednarkiewicz Z, di Krzeminska-Pakula M. Myocardial ed attività autonoma in merli acquaioli e non Dippers con la coronaropatia: valutazione dei pazienti normotesi ed ipertesi. Int J Cardiol. 2002 maggio; 83(2): 133-42.

56. Wirtz pH, Ehlert U, Emini L, et al. reattività procoagulante di sforzo e recupero in uomini apparentemente in buona salute con ipertensione sistolica e diastolica. Ricerca di J Psychosom. 2007 luglio; 63(1): 51-8.

57. Wirtz pH, Spillmann m., Bartschi C, Ehlert U, von KR. La melatonina orale riduce l'attività di coagulazione del sangue: uno studio controllato con placebo in giovani in buona salute. Ricerca pineale di J. 2008 marzo; 44(2): 127-33.

58. Wirtz pH, Bartschi C, Spillmann m., Ehlert U, von KR. Effetto di melatonina orale sulla risposta procoagulante allo sforzo psicosociale acuto in uomini in buona salute: uno studio controllato con placebo randomizzato. Ricerca pineale di J. 2008 maggio; 44(4): 358-65.

59. Konturek SJ, PC di Konturek, Brzozowski T, Bubenik GA. Ruolo di melatonina nel tratto gastrointestinale superiore. J Physiol Pharmacol. 2007 dicembre; 58 supplementi 6; 23-52.

60. Bandyopadhyay D, Ghosh G, Bandyopadhyay A, Reiter RJ. La melatonina protegge dall' ulcerazione gastrica indotta piroxicam. Ricerca pineale di J. 2004 aprile; 36(3): 195-203.

61. Bandyopadhyay D, da ulcerazione gastrica indotta da specie dell'ossigeno di Chattopadhyay A. Reactive: protezione da melatonina. Curr Med Chem. 2006;13(10):1187-202.

62. Klupinska G, Poplawski T, Drzewoski J, et al. effetto terapeutico di melatonina in pazienti con dispepsia funzionale. J Clin Gastroenterol. 2007 marzo; 41(3): 270-4.

63. Pereira RS. Regressione dei sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo facendo uso del completamento dietetico con melatonina, le vitamine e gli aminoacidi: confronto con l'omeprazolo. Ricerca pineale di J. 2006 ottobre; 41(3): 195-200.

64. Konturek SJ, Zayachkivska O, Havryluk XO, et al. influenza protettiva di melatonina contro le lesioni esofagee acute comprende le prostaglandine, l'ossido di azoto ed i nervi sensoriali. J Physiol Pharmacol. 2007 giugno; 58(2): 361-77.

65. Lissoni P, Barni S, Ardizzoia A, et al. studio randomizzato con la melatonina pineale dell'ormone contro cura complementare da solo nel cancro polmonare avanzato delle cellule del nonsmall resistente ad una chemioterapia prima linea che contiene cisplatino. Oncologia. 1992;49(5):336-9.

66. Lissoni P, Barni S, Tancini G, et al. Uno studio randomizzato con l'interleuchina 2 a basse dosi sottocutanea sola contro l'interleuchina 2 più la melatonina pineale del neurormone nei neoplasma solidi avanzati all'infuori di cancro e del melanoma renali. Cancro del Br J. 1994 gennaio; 69(1): 196-9.

67. Lissoni P, Barni S, mandala m., et al. ha fatto diminuire la tossicità ed ha aumentato l'efficacia della chemioterapia del cancro facendo uso della melatonina pineale dell'ormone nei pazienti solidi metastatici del tumore con stato clinico difficile. Cancro di EUR J. 1999;35:1688-92.

68. Lissoni P. C'è un ruolo per melatonina nella cura complementare? Cancro di cura di sostegno. 2002 marzo; 10(2): 110-16.

69. Lissoni P, Malugani F, Brivio F, et al. terapia di sostituzione endocrina pineale totale (TPEST) come nuovo trattamento palliativo neuroendocrino dei pazienti solidi metastatici intrattabili del tumore: uno studio di fase II. Neuro Endocrinol Lett. 2003 giugno; 24 (3-4): 259-62.

70. Lissoni P. Biochemotherapy con gli ormoni pineali immunomodulanti all'infuori di melatonina: 5-methoxytryptamine come nuovo agente pineale oncostatic. Biol di Pathol (Parigi). 2007 aprile; 55 (3-4): 198-200.

71. RM di Sainz, Reiter RJ, Tan DX, et al. ruolo critico di glutatione nel potenziamento della melatonina del fattore di necrosi tumorale e apoptosi indotti da radiazioni di ionizzazione in cellule di carcinoma della prostata in vitro. Ricerca pineale di J. 2 aprile 2008.

72. Il RM di Sainz, Mayo JC, melatonina di Tan DX et al. riduce la crescita delle cellule di carcinoma della prostata che conduce alla differenziazione neuroendocrina via un meccanismo dell'indipendente di PKA e del ricevitore. Prostata. 1° aprile 2005; 63(1): 29-43.

73. Srinivasan V, Spence DW, SR di Pandi-Perumal, Trakht I, DP di Cardinali. Jet lag: uso terapeutico di melatonina ed applicazione possibile degli analoghi della melatonina. Viaggio Med Infect Dis. 2008 gennaio; 6 (1-2): 17-28.

74. Daghighi MH, Rezaei V, Zarrintan S, calcificazioni fisiologiche di Pourfathi H. Intracranial in adulti su tomografia computerizzata a Tabriz, Iran. Folia Morphol (Warsz). 2007 maggio; 66(2): 115-9.

75. Swietoslawski J. I cambiamenti ultrastrutturali quantitativi relativi all'età nei pinealocytes dei gerbilli. Neuro Endocrinol Lett. 1999;20(6):391-6.

76. Kunz D, Bes F, Schlattmann P, Herrmann WM. Su calcificazione pineale e sulla sua relazione alla percezione soggettiva di sonno: da uno studio pilota guidato da ipotesi. Ricerca di psichiatria. 30 giugno 1998; 82(3): 187-91.

77. Kunz D, Schmitz S, Mahlberg R, et al. Un nuovo concetto per il deficit della melatonina: sull'escrezione pineale della melatonina e di calcificazione. Neuropsicofarmacologia. 1999 dicembre; 21(6): 765-72.

78. Schmitz SA, Platzek I, Kunz D, Mahlberg R, lupo kJ, JO di Heidenreich. Tomografia computerizzata della ghiandola pineale umana per lo studio sul ritmo di sonno-risveglio: riproducibilità di un approccio semiquantitativo. Acta Radiol. 2006 ottobre; 47(8): 865-71.

79. Mahlberg R, Walther S, Kalus P, et al. calcificazione pineale nel morbo di Alzheimer: in vivo uno studio facendo uso di tomografia computerizzata. Invecchiamento di Neurobiol. 2008 febbraio; 29(2):203-9.

80. Nessun autori. Melatonina. Monografia. Altern Med Rev. 2005 dicembre; 10(4): 326-36.

81. Disponibile a: http://www.pdrhealth.com/drug_info/nmdrugprofiles/nutsupdrugs/mel_0286.shtml. 16 marzo 2007 raggiunto.