Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine dicembre 2008
Rapporti

Impedire degenerazione maculare: Una nuova teoria
Aprendo la strada al chirurgo di occhio Sees Hope per il trattamento della degenerazione maculare con gli ormoni naturali

Da Debora Yost
Impedendo degenerazione maculare una nuova teoria

I caroteinoids della pianta quali luteina e zeaxantina tempo fa sono stati indicati per contribuire ad impedire la degenerazione maculare. Ma sono ci più che possono essere fatti per proteggere da questa epidemia di cecità?

George W. Rozakis, MD è un ingegnere biomedico Cornell-preparato che si specializza in impianti della chirurgia e della lente dell'occhio del laser. Un pioniere nel campo della chirurgia di LASIK, il 1 Dott. Rozakis ora è coinvolgere vigoroso nella ricerca medica antinvecchiamento.

Il Dott. Rozakis sta mettendo a fuoco su un'innovazione potenziale nel trattamento della degenerazione maculare, una circostanza che distrugge gradualmente la visione centrale. Degenerazione maculare senile inoltre chiamata, è la causa principale di cecità nella gente invecchiata 65 e più vecchio.

Il Dott. Rozakis ritiene che quello che ristabilisce l'equilibrio corretto degli ormoni naturali che diminuiscono con l'età può ritardare e possibilmente anche invertono la progressione di degenerazione maculare. Per studiare questa ipotesi, sta installando uno studio a lungo termine ed attualmente sta cercando gli oggetti per partecipare alla prova.

Ormoni e la vostra visione

Il collegamento ormonale con degenerazione maculare ha cominciato a evolversi quando il Dott. Rozakis ha incontrato un altro pioniere medico, Sergey A. Dzugan, il MD, PhD, durante la conferenza in Chicago quattro anni fa. Il Dott. Dzugan è un chirurgo cardiovascolare e un esperto internazionalmente conosciuto nella medicina antinvecchiamento ed ormonale.

“Dott. Dzugan ha fatto i numerosi studi2-4 e numerosi articoli scritti sull'associazione fra i bassi livelli dell'ormone e gli stati multipli di malattia, compreso il problema dell'elevazione del colesterolo e di aterosclerosi,„ dice il Dott. Rozakis. “Poichè un oftalmologo io è stato impressionato dalla prova che i livelli di ristabilimento e d'ottimizzazione di ormoni chiave migliorano la funzione del cervello, in gran parte perché la retina fa parte del cervello. Per esempio, c'è letteratura molto impressionante che il testosterone rallenta la progressione del morbo di Alzheimer.5 Pregnenolone sono estremamente importanti per il cervello ed il sistema nervoso, come sono progesterone e gli estrogeni. Le donne di cui la goccia dei livelli del progesterone si sviluppa personalità negativa cambia.6 nei modelli animali, il pregnenolone e DHEA sono stati indicati profondo per stimolare la guarigione della lesione neurologica.7-9 le donne che prendparteono a menopausa ad una giovane età sviluppano la degenerazione maculare, presumibilmente a causa dell'assenza di estrogeni.10,11 estrogeno di blocco con il tamoxifene del farmaco anticancro è nocivo alla retina.12 questo ci conducono a domandarsi se la salute ormonale ottimale inoltre urta positivamente la salute oculare.„

“Quando un articolo è stato publicato in giornale americano dell'oftalmologia che indica quel DHEA, o deidroepiandrosterone, è eccezionalmente basso nei pazienti di degenerazione maculare,13 sono stato colpito ed eccitato,„ dice il Dott. Rozakis. Ciò che trova ha fornito un indizio importante che lo squilibrio ormonale fa parte del problema di degenerazione maculare.

“DHEA è come la grande stazione centrale di chimica dell'ormone,„ dice il Dott. Rozakis. “Quando i livelli di DHEA cadono, implica forte che i livelli di altri ormoni quali il pregnenolone, gli estrogeni ed il testosterone siano da equilibrio o suboptimale.„ Tutti questi ormoni fanno il corpo che prosperare-ci danno la virilità, fertilità e ci aiutano ad agire e reagire più rapidamente. Poiché la retina contiene i recettori ormonali, gli ormoni devono fa parte del biophysiology della visione stesso.

L'anatomia di degenerazione maculare

Un occhio colpito tramite degenerazione maculare senile bagnata. I dettagli della parte posteriore della retina sono indicati ad in alto a destra.

A sinistra sono i fotoricettori (rossi e marroni) con i vasi sanguigni che forniscono l'occhio loro nello strato coroidico. In bagnato, o in neovascolare, degenerazione maculare, la formazione indebolita del vaso sanguigno nella parte posteriore dell'occhio può condurre all'emorraggia, che impedisce la luce il raggiungimento della parte posteriore dell'occhio. Ciò causa un punto centrale nella visione come pure nella distorsione e spesso conduce a cecità.

L'anatomia di degenerazione maculare

La degenerazione maculare, o la degenerazione maculare senile, è caratterizzata da perdita della visione che tagliente e centrale dovete leggere, conducete un'automobile, o guarda un film. La visione-vista periferica dall'angolo del occhio-non è colpita.

La macula è posizionata vicino al centro della retina. La retina, uno strato sottile delle cellule che risiede nella parte posteriore del bulbo oculare, contiene milioni di fotoricettori che catturano la luce ed invia i segnali tramite nervo ottico al cervello in cui sono convertiti in immagini che percepite.

La degenerazione maculare senile accade quando drusen, particelle gialle minuscole che sono fatte di in gran parte colesterolo, comincia a accumularsi dietro l'occhio ed a danneggiare i fotoricettori, causanti la degradazione della visione. Ciò è conosciuta come degenerazione maculare a secco ed è la forma più comune della malattia. Sebbene la malattia progredisca solitamente lentamente, non c'è cura conosciuta.

Circa 10% della gente con degenerazione maculare senile hanno la forma bagnata della circostanza. È caratterizzato dalla crescita dei vasi sanguigni retinici anormali che colano, che può causare la perdita rapida ed irreversibile di visione.

La degenerazione maculare a secco non conduce sempre per bagnare la degenerazione maculare, ma la degenerazione maculare bagnata comincia come la forma asciutta. Secondo l'istituto nazionale dell'occhio, i fattori di rischio comprendono il fumo, dieta difficile, mancanza di esercizio, ipertensione e sovrappeso o l'obesità.

Collegamento cardiovascolare

I bassi livelli di DHEA nella degenerazione maculare potrebbero anche spiegare la sua associazione con la malattia cardiaca, come è conosciuto che la degenerazione maculare è un fattore di rischio indipendente per il colpo e la coronaropatia. Negli studi intrapresi dagli scienziati australiani, la degenerazione maculare 14 ha predetto un elevato rischio quintuplo della mortalità cardiovascolare e un elevato rischio di 10 volte della mortalità del colpo. Dopo il controllo per i fattori di rischio cardiovascolari tradizionali, la degenerazione maculare senile ha predetto un raddoppiamento della mortalità cardiovascolare. Poiché la carenza dell'ormone è stata collegata con sia la malattia cardiaca che i disturbi della vista,13,15 è un principale indiziato che collegamenti il cuore all'occhio.

Ulteriore esame della letteratura rivela una recensione importante dall'Italia che spiega l'importanza degli ormoni alla retina.16 in questo articolo, è indicato che la retina può tentare di fare i suoi propri ormoni, appena come il cervello. “L'articolo inoltre indica che molti degli ormoni che utilizziamo nei programmi antinvecchiamento hanno un ruolo nella retina, quali il pregnenolone, DHEA, testosterone, estrogeni e progesterone. Pochi oftalmologi ed optometristi sono informati di questa relazione. Ciò era la prova irrefutabile che quella ha condotto alla nostra ipotesi,„ note del Dott. Rozakis.

Degenerazione maculare e colesterolo

Una buona teoria deve collegare tutti i punti. Il Dott. Rozakis spiega che una sfida nella modellatura della sua teoria stava spiegando la presenza di “drusen„ o punti che compaiono nella retina in pazienti con degenerazione maculare. Molti considerano questi punti come “prodotti di degradazione.„

Recentemente, Goldis Malek, il PhD ed altri17-19 hanno trovato che il colesterolo era presente in quei punti. Ciò ha condotto qualche gente a pensare quella cheabbassa gli agenti, quali le statine, potrebbe aiutare maculare degenerazione-ma non fanno. Infatti, c'è preoccupazione che le statine realmente aumentano il rischio di degenerazione maculare a secco che avanza alla forma neovascolare della malattia, con cui i vasi sanguigni minuscoli nell'occhio cominciano a sanguinare.20

Degenerazione maculare e colesterolo

Le note del Dott. Rozakis, “al Dott. Dzugan e me, la presenza di colesterolo nella macula erano il pezzo chiave di dati che hanno integrato tutto. La presenza di colesterolo nella macula suggerisce che la retina stia provando a fare ormone-ma che non può. Così, l'accumulazione del corpo di colesterolo e drusen peggiora.„ Continua, “la macula non può ottenere gli ormoni che ha bisogno di dal sangue perché non c' è molto là. Di conseguenza, se la macula sta avendo difficoltà che converte il colesterolo in ormoni, drusen la forma e questa provoca il drusen che vediamo nella degenerazione maculare. Perché la macula smette di fare gli ormoni è sconosciuto, ma è associato con invecchiamento. Possiamo speculare che accade perché gli enzimi che fanno la diminuzione di conversione o giù-sono regolati con invecchiamento.„

“Questa stessa “storia„ di colesterolo e degli ormoni si gioca fuori nel corpo complessivamente,„ dice il Dott. Rozakis. “Sappiamo che la ghiandola surrenale, che produce DHEA, perde la capacità di fabbricare gli ormoni mentre invecchiamo. Poichè il Dott. Dzugan ha pubblicato, questo declino ormonale stimola il fegato per produrre più colesterolo nel tentativo di creare più ormoni.3 ecco perché ormoni di ristabilimento ai loro livelli normali induce il fegato a produrre meno colesterolo. Che lo stesso paradigma può accadere nella macula. Ciò è la base della nostra ipotesi. Lo scopo quindi deve essere di fornire la retina gli ormoni che ha bisogno di con il completamento.„

Che cosa dovete conoscere: Impedire nuova teoria di degenerazione-Un maculare
  • La degenerazione maculare è la causa principale di perdita relativa all'età della visione in adulti invecchiati 65 e più vecchio. La circostanza è caratterizzata dall'accumulazione delle lesioni colesterolo-contenenti chiamate drusen nella retina dell'occhio.

  • Poiché gli ormoni sono conosciuti per avvantaggiare la salute del cervello, gli scienziati si sono domandati se potessero avvantaggiare similarmente la retina, che ha un'associazione embriologica con il cervello.

  • Il maculare richiede gli ormoni di funzionare e può fare i suoi propri ormoni. Gli studi recenti hanno indicato che gli individui con degenerazione maculare tendono ad avere bassi livelli ematici del dehydroepiandro-sterone dell'ormone (DHEA) come pure di elevato rischio della mortalità cardiovascolare.

  • Queste osservazioni hanno condotto il Dott. George Rozakis ed il Dott. Sergey Dzugan a proporre “la teoria ormonale di degenerazione maculare.„ Questa teoria suppone che i bassi livelli dell'ormone del sangue inducano la macula retinica ad accumulare il colesterolo nel tentativo di produrre i suoi propri ormoni. L'accumulazione della macula di colesterolo può condurre alla produzione di patologico drusen e degenerazione maculare successiva.

  • DRS. Rozakis e Dzugan stanno intraprendendo gli studi clinici per determinare se ristabilendo l'equilibrio ottimale dell'ormone mentre fornivano le sostanze nutrienti che la salute dell'occhio di sostegno può impedire o invertire la progressione di degenerazione maculare.

  • Se voleste domandare circa lo studio, chiami prego ufficio del Dott. Rozakis ' a 440-777-2667.

Esame della prova

C'è già prova per sostenere la nozione che DHEA protegge gli occhi da danno ossidativo21 e che il pregnenolone dell'ormone migliora l'attività elettrica nella retina, come misurato dall'elettroretinogramma (ERG).22,23 c'è inoltre prova per sostenere l'uso di melatonina nel trattamento di degenerazione maculare.24,25

La teoria che gli ormoni d'ottimizzazione possono aiutare per promuovere la salute maculare è basata su questi fatti scientifici:

  1. La macula, che è posizionata nel centro della retina, usa gli ormoni per funzionare.16

  2. La macula normale ha la capacità unica di fare i suoi propri ormoni.26

  3. La circolazione sanguigna dei pazienti con degenerazione maculare è carente in ormoni.11,13

  4. Le anomalie gialle minuscole di Drusen-the che compaiono dietro la macula in individui con maculare degenerazione-contengono il colesterolo.17-19

  5. La degenerazione maculare senile è collegata con la mortalità cardiovascolare.14

Il Dott. Rozakis specula che la soluzione per il trattamento della degenerazione maculare è di misurare e ristabilire gli ormoni età-vuotati ai livelli ottimali in moda da potere assorbire la macula gli ormoni che ha bisogno di dal sangue. “Eventualmente ristabilire gli ormoni ai loro livelli normali nella circolazione sanguigna indurrà la macula a fermare il colesterolo assorbente e, di conseguenza, drusen la formazione eventualmente diminuirà,„ dice il Dott. Rozakis. “Certamente abbiamo bisogno di migliore comprensione della patofisiologia di questa malattia d'abbaglio.„27

Siete un candidato per lo studio di degenerazione maculare?
Siete un candidato per lo studio di degenerazione maculare?

La degenerazione maculare è diagnosticata come asciughi (non neovascolare) o bagni (neovascolare). La degenerazione maculare neovascolare è caratterizzata dalla crescita di nuovi vasi sanguigni nella macula in cui non sono supposti per essere. La forma asciutta è più comune della forma bagnata, con circa 85-90% dei pazienti di degenerazione maculare diagnosticati con degenerazione maculare a secco. La forma bagnata della malattia conduce solitamente a perdita più seria della visione.

Se siete stato diagnosticato con degenerazione maculare a secco o avete una storia della famiglia di questa malattia, potete essere un candidato per studio del Dott. Rozakis '. Il partecipante ideale è qualcuno con la forma asciutta di degenerazione maculare, di cui è caratterizzato dall'accumulazione drusen dietro la retina e di cui ancora ha visione utile (la 20/80 di visione o migliora, facendo uso delle lenti correttive come stato necessario). Il Dott. Rozakis dice, tuttavia, che ci sono eccezioni a questa regola.

Lo studio comprende prendere aormone-significato del bioidentical gli ormoni naturali quale progesterone, piuttosto che gli ormoni sintetici come progestina-e un regime delle vitamine che sono state trovate per essere utili a rallentare il progresso di degenerazione maculare senile. Il lavoro del sangue e una valutazione dettagliata dell'oftalmologia della linea di base saranno richiesti. I dati che saranno generati saranno paragonati ad altri dati che già esistono sulla progressione della malattia.

Lo scopo dello studio è di misurare la progressione della malattia. Il progresso sarà misurato in rapporto alle norme attualmente conosciute ed al tasso medio a cui la forma asciutta della malattia converte in forma bagnata. Se il programma riesce, ci dovrebbe essere progressione più lenta, o persino inversione, di degenerazione maculare senile e di meno conversione dall'asciutto alla forma bagnata della malattia.

Il Dott. Dzugan assisterà in questo studio clinico. Gli individui che vorrebbero domandare circa lo studio dovrebbero chiamare ufficio del Dott. Rozakis ' a 440-777-2667.

Un di più alto livello del trattamento naturale

Il Dott. Rozakis vede il ripristino dell'ormone come strategia per migliorare sugli studi esistenti che indicano che determinate sostanze nutrienti possono ridurre la progressione di degenerazione maculare senile. Gli studi relativi all'età a lungo termine di malattia dell'occhio (AREDS), intrapresi dall'istituto nazionale dell'occhio, trovato che completando il beta-carotene degli antiossidanti, la vitamina C, la vitamina E e lo zinco minerale hanno ridotto il rischio di sviluppare gli stati avanzati di degenerazione maculare in più di 4.700 pazienti ad alto rischio hanno invecchiato 55 - 80 chi sono stati iscritti allo studio.28

Gli importi specifici delle sostanze nutrienti usate dai ricercatori di studio erano:

  • 500 mg di vitamina C

  • 400 IU della vitamina E

  • 15 mg di beta-carotene

  • 80 mg di zinco

  • 2 mg di rame.

Il rame, amministrato come ossido rameico, è stato incluso nella formula per impedire l'anemia di rame-carenza, che è associata con l'alta assunzione dello zinco.

Come conseguenza della prova di AREDS, molti oftalmologi stanno raccomandando i supplementi che contengono le posologie dello studio per i pazienti con o ad un ad alto rischio per degenerazione maculare senile.

Il Dott. Rozakis attualmente sta sviluppando il suo proprio studio per verificare la sua teoria riguardo alla relazione fra i bassi livelli di DHEA e la degenerazione maculare. “Il nostro studio sta andando mettere a fuoco su equilibrio ormonale globale e comprenderà i supplementi utilizzati nello studio di AREDS pure,„ dice il Dott. Rozakis. “Il nostro scopo è di fare tutto che possiamo fermare la degenerazione maculare. Il fatto che gli ormoni sono molto più potenti delle vitamine tiene la speranza che i risultati saranno significativi.„

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, contatti prego un consulente di salute del prolungamento della vita a 1-800-226-2370.

Rassegna dell'articolo da Richard P. Kratz, MD, membro del consiglio di amministrazione consultivo scientifico del prolungamento della vita di DSci

Tragicamente, la causa principale di perdita visiva relativa all'età è degenerazione maculare che rimane in gran parte intrattabile. Dall'età di 65, quasi un terzo degli adulti o 20-25 milione Americani avrà avvertito una certa diminuzione nella loro capacità di leggere, determinare, o vedere i dettagli fini. Attualmente, la causa di degenerazione maculare senile è sconosciuta. Il disordine è caratterizzato dallo sviluppo di piccoli punti gialli nella retina chiamata drusen. Le teorie per spiegare l'avvenimento di drusen comprendono l'accumulazione dei residui cellulari, la riduzione relativa all'età di flusso sanguigno, l'infiammazione, la sottoalimentazione, il tabagismo e l'assunzione ad alta percentuale di grassi. Le nuove strategie per la prevenzione e la gestione di degenerazione maculare sono irritato necessarie.

Rassegna dell'articolo da Richard P. Kratz, MD, membro del consiglio di amministrazione consultivo scientifico del prolungamento della vita di DSci

La decade passata ha visto un'esplosione di interesse in benessere il controllo ristabilendo gli ormoni. Purtroppo, il progresso in questa arena è stato complicato mediante l'uso del non bioidentical, ormoni farmaceutici quale Premarin® (estrogeno dell'urina del cavallo). La letteratura scientifica contiene molti studi che esaminano l'uso di singoli ormoni, che più ulteriormente confonde le edizioni attuali. Gli studi che mettono a fuoco sull'equilibrio di tutti gli ormoni notevolmente sono necessari. Per esempio, uno studio per determinare il valore della terapia dell'estrogeno da solo nel controllo del disordine particolare è insufficiente, poichè una carenza dell'estrogeno deve essere nel contesto dei livelli guardati del progesterone e di altri ormoni adiacenti nelle cascate ormonali biologiche.

Oggi, i clinici innovatori sempre più stanno utilizzando gli ormoni del bioidentical nella loro pratica. Questi sono ormoni veri che sono identici a quelli prodotti naturalmente dall'ente, che si trasformano in spesso in vuotato dovuto il processo di invecchiamento. Gli esempi di questi ormoni del bioidentical includono il pregnenolone, il dehydroepiandro-sterone (DHEA), l'estriolo, l'estradiolo, l'estrone, il progesterone, il testosterone, il diidrotestosterone ed il cortisolo.

George W. Rozakis, MD, è stato uno studente di medicina ormonale per una serie di anni, grazie alla sua associazione con Sergey A. Dzugan, MD, PhD, uno degli esperti principali nella medicina ormonale. Il Dott. Rozakis ha proposto una nuova teoria per una delle cause conducenti di cecità, che intitola “la teoria ormonale di degenerazione maculare.„ Il motore primo per questa idea è l'associazione embriologica fra la retina ed il cervello. Poiché gli ormoni sono conosciuti per avvantaggiare il cervello, il Dott. Rozakis teorizza se gli ormoni inoltre avvantaggiano la macula. Quando la letteratura scientifica recente ha indicato che i livelli del sangue DHEA sono bassi in pazienti con degenerazione maculare, che la macula può fare i suoi propri ormoni e che il colesterolo è presente nelle lesioni patologiche conosciute come drusen, la fase è stata messa per teoria del Dott. Rozakis '.

Conduzione del campo di tecnologia di Visione-risparmio
Conduzione del campo di tecnologia di Visione-risparmio

Quando si tratta di salute dell'occhio e della tecnologia di visione-risparmio, il Dott. Rozakis è alla prima linea come un visionario, un inventore e pioniere. Nel 1989, era uno dei primi chirurghi nel mondo per eseguire l'ambulatorio rifrangente dell'occhio di LASIK ed ha continuato ad avanzare la tecnica mettendo a punto e raffinando il suo proprio sistema laser brevettato che comprende la chirurgia di LASIK.1 ora usato universalmente, la tecnica spesso è chiamata un miracolo medico moderno che elimina l'esigenza degli occhiali.

Vedere che LASIK non è la soluzione per tutti i problemi rifrangenti della lente, il laureato di 53 anni di Cornell Medical College e Duke Eye Center ora hanno aperto la strada alla tecnologia di prossima generazione che probabilmente renderà LASIK obsoleto: una lente molto sottile che può permanentemente essere impiantata nell'occhio e che, a differenza di LASIK, può essere invertita.

Il Dott. Rozakis postula che colesterolo-contenendo drusen sono il tentativo disperato guastato della retina di fare gli ormoni necessari, compreso DHEA, da colesterolo. Un tal tentativo fallito conduce ai risultati che vediamo nella retina, vale a dire i piccoli punti gialli chiamati drusen.

Se il Dott. Rozakis è corretto, ristabilire i livelli di ormone normali dovrebbe contribuire ad impedire la degenerazione maculare e potrebbe anche migliorare la degenerazione maculare della fase iniziale. Ciò è un'idea novella, che intende verificare nei test clinici. La sua teoria è in accordo con la tendenza moderna dei livelli e poi di amministrazione di ormone di misurazione della sostituzione dell'ormone per ristabilire l'equilibrio ormonale e ristabilire la salute.

I test clinici attenti saranno richiesti di valutare teoria ormonale del Dott. Rozakis ' di degenerazione maculare.

Riferimenti

1. Disponibile a: http://patft.uspto.gov/netacgi/nph-Parser? u=%2Fnetahtml%2Fsrchnum.htm&Sect1=PTO1&Sect2=HITOFF&p=1&r=1&l=50&f=G&d=PALL&s1=5843070.
PN.&OS=PN/5843070&RS=PN/5843070. 16 settembre 2008 raggiunto.

2. Dzugan SA, Smith RA. Vasto ripristino di spettro in ormoni steroidei naturali come trattamento possibile per ipercolesterolemia. Med di Rec di Urg del toro. 2002;3:278-84.

3. Dzugan SA, SR di Arnold. Trattamento di ipercolesterolemia: una nuova ipotesi o appena un incidente? Med Hypotheses. 2002 dicembre; 59(6): 751-6.

4. Dzugan SA, Smith RA. Kuznetsov AS. Un metodo libero di nuova statina di ipercolesterolemia. La salute di Donbass. 2004;4:19-25.

5. Driscoll I, Resnick MP. Testosterone e cognizione nell'invecchiamento e nel morbo di Alzheimer normali: un aggiornamento. Ricerca di Curr Alzheimer. 2007 febbraio; 4(1): 33-45.

6. Concentrazione di Andreen L, di Sundstrom-Poromaa I, di Bixo m., di Nyberg S, di Backstrom T. Allopregnanolone ed umore--un'associazione bimodale in donne postmenopausali ha trattato con progesterone orale. Psicofarmacologia (Berl). 2006 agosto; 187(2): 209-21.

7. Li H, Klein G, Sun P, Buchan. Il deidroepiandrosterone (DHEA) riduce la lesione di un neurone in un modello del ratto di ischemia cerebrale globale. Brain Res. 12 gennaio 2001; 888(2): 263-6.

8. Bucolo C, Drago F. Effects dei neurosteroids sulla lesione di ischemia-riperfusione nella retina del ratto: ruolo dei siti di riconoscimento sigma1. EUR J Pharmacol. 13 settembre 2004; 498 (1-3): 111-4.

9. Guth L, Zhang Z, ruolo di Roberts E. Key per la terapia di pregnenolone in associazione che promuove il recupero dopo la lesione del midollo spinale. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 6 dicembre 1994; 91(25): 12308-12.

10. Boekhoorn ss, JUNIOR di Vingerling, Uitterlinden AG, et al. polimorfismi del gene del ricevitore dell'estrogeno alfa si è associato con disordine della macula di invecchiamento di incidente. Investa Ophthalmol Vis Sci. 2007 marzo; 48(3): 1012-7.

11. Smith W, Mitchell P, Wang JJ. Genere, estrogeno, sostituzione dell'ormone e degenerazione maculare senile: risultati dallo studio blu dell'occhio delle montagne. Aust N Z J Ophthalmol. 1997 maggio; 25 supplementi 1: S13-5.

12. Vinding T, Nielsen NV. Retinopatia causata dal trattamento con il tamoxifene nel dosaggio basso. Acta Ophthalmol (Copenh). 1983 febbraio; 61(1): 45-50.

13. C più addomesticata, Oksuz H, livello del solfato del deidroepiandrosterone di Sogut S. Serum nella degenerazione maculare senile. J Ophthalmol. 2007 febbraio; 143(2): 212-6.

14. Abbronzi JS, Wang JJ, Liew G, Rochtchina E, la degenerazione maculare senile di Mitchell P. e la mortalità dalla malattia cardiovascolare o dal colpo. Br J Ophthalmol. 2008 aprile; 92(4): 509-12.

15. Thijs L, Fagard R, Forette F, Nawrot T, Staessen JA. Sono i bassi livelli del solfato del deidroepiandrosterone premonitori per le malattie cardiovascolari? Una rassegna degli studi futuri e retrospettivi. Acta Cardiol. 2003 ottobre; 58(5): 403-10.

16. Guarneri P, Cascio C, Russo D, et al. Neurosteroids nella retina: agenti neurodegenerative e neuroprotective nella degenerazione retinica. Ann NY Acad Sci. 2003 dicembre; 1007:117-28.

17. Malek G, Li cm, Guidry C, Ne di Medeiros, Curcio CA. L'apolipoproteina B nel colesterolo-contenere drusen ed i depositi basali degli occhi umani con la maculopatia relativa all'età. J Pathol. 2003 febbraio; 162(2): 413-25.

18. Li cm, Clark ME, Rudolf m., Curcio CA. La distribuzione e la composizione di colesterolo esterificato e unesterified in supplemento-maculare drusen. Ricerca dell'occhio di Exp. 2007 agosto; 85(2): 192-201.

19. Curcio CA, Presley JB, CL di Millican, Ne di Medeiros. I depositi basali e drusen in occhi con la maculopatia relativa all'età: prova per le particelle solide del lipido. Ricerca dell'occhio di Exp. 2005 giugno; 80(6): 761-5.

20. Disponibile a: http://www.medscape.com/viewarticle/573810?src=rss. 16 settembre 2008 raggiunto.

21. Bucolo C, Drago F, Lin LR, Reddy VN. Gli steroidi neuroattivi proteggono l'epitelio retinico del pigmento dallo sforzo ossidativo. Neuroreport. 1° agosto 2005; 16(11): 1203-7.

22. Jaliffa CO, Howard S, Hoijman E, et al. effetto dei neurosteroids sul sistema gabaergic retinico ed attività electroretinographic nel criceto dorato. J Neurochem. 2005 settembre; 94(6): 1666-75.

23. Binns, TH di Margrain. La funzione retinica di valutazione nella maculopatia relativa all'età con i photostress di ERG prova. Investa Ophthalmol Vis Sci. 2007 giugno; 48(6): 2806-13.

24. Lundmark PO, SR di Pandi-Perumal, Srinivasan V, DP di Cardinali. Ruolo di melatonina nell'occhio e nelle disfunzioni oculari. Vis Neurosci. 2006 novembre; 23(6): 853-62.

25. Yi C, pentola X, Yan H, Guo m., Pierpaoli W. Effects di melatonina nella degenerazione maculare senile. Ann NY Acad Sci. 2005 dicembre; 1057:384-92.

26. Guarneri P, Guarneri R, Cascio C, Pavasant P, Piccoli F, Papadopoulos V. Neurosteroidogenesis in retine del ratto. J Neurochem. 1994 luglio; 63(1): 86-96.

27. Zarbin mA. Concetti correnti nella patogenesi di degenerazione maculare senile. Arco Ophthalmol. 2004 aprile; 122(4): 598-614.

28. Schutt F, Pauleikhoff D, Holz FG. Vitamine e oligoelementi nella degenerazione maculare senile. Raccomandazioni correnti, in base ai risultati dello studio di AREDS. Ophthalmologe. 2002 aprile; 99(4): 301-3.