Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine febbraio 2008
Rapporti

Vite più lunghe e più sane viventi con i resveratroli

Da David Nayor e da Dale Kiefer

Vite più lunghe e più sane viventi con i resveratroli

Nel 2003, gli scienziati di longevità sono stato emozionanti quando il resveratrolo composto naturale e pianta-derivato è stato trovato per estendere la durata delle cellule di lievito vicino fino a 70%.1 che cosa hanno ottenuto gli scienziati così interessati era che i cambiamenti di espressione genica indotti dai resveratroli in cellule di lievito erano simili a quelli ha pensato a vita confer più lunga in esseri umani.

Droghi le società di sviluppo attivamente stanno cercando di brevettare le molecole del tipo di resveratroli per creare i prodotti farmaceutici che impedirebbero e tratterebbero una vasta gamma di malattie relative all'età, compreso il diabete, la malattia cardiaca, il cancro e perfino Alzheimer. Le buone notizie per i consumatori sono che possono ottenere oggi i composti di resveratroli negli integratori alimentari a basso costo.

 

Basi di resveratroli

Il resveratrolo è un polifenolo trovato il più comunemente in vino rosso ed uva. Inoltre è trovato in arachidi, bacche sicure, alcuni pini e le radici ed i gambi del giapponese knotweed.2

Il resveratrolo svolge un ruolo importante nel sistema di difesa naturale della pianta contro la ferita, l'infezione e la malattia. I ricercatori sono stato interessati nell'esplorazione delle indennità-malattia dei resveratroli dopo che hanno osservato i tassi sorprendente bassi di malattia cardiaca trovati in popolazioni che consumano un livello di dieta in grasso saturo e vino rosso.

Oggi, il resveratrolo sta attirando l'attenzione affinchè la sua capacità unica imiti gli effetti della restrizione calorica, il solo intervento di espressione genica che è stato indicato negli studi pari-esaminati per prolungare la durata massima e/o per produrre gli effetti antinvecchiamento in vari organismi, compreso i topi, i ratti, i cani e le scimmie. Questi studi suggeriscono che i resveratroli possano avere simili benefici di longevità e di salute in esseri umani.

Molta gente trova la prospettiva della restrizione calorica a lungo termine troppo difficile e scomoda. Una migliore opzione sarebbe di trovare i mezzi per imitare gli effetti benefici della restrizione calorica attraverso un integratore alimentare sano e conveniente quale i resveratroli.

Resveratroli: Una Calorico-restrizione mimetica

Uno studio 2003 all'università di Harvard ha trovato che il resveratrolo imita gli effetti della restrizione calorica in cellule di lievito, amplificanti le loro durate vicino fino a 70%.3 il seguente anno i ricercatori ha continuato a dimostrare che il resveratrolo rallenta l'invecchiamento in due animali da laboratorio, ascaridi e mosche della frutta standard.4 che ha reso a resveratroli il primo composto per mostrare gli effetti antinvecchiamento in specie ampiamente divergenti. Poi nel 2006, scienziati a Pisa, Italia, indicata che la magia del resveratrolo potrebbe applicarsi agli animali che più avanzati le grandi dosi dei resveratroli hanno esteso la durata da più di 50% nelle specie di pesce, furzeri di Nothobranchius, che vive tipicamente appena nove settimane.5

Resveratroli: Una Calorico-restrizione mimetica

In uno studio pubblicato nel 2006 nella cellula del giornale, i ricercatori in Francia hanno trovato che il resveratrolo protegge i topi dada insulino-resistenza e dall' obesità indotti da dieta.6 ancora, i topi dati il supplemento di resveratroli dimostrato hanno migliorato i livelli di resistenza durante l'esercizio. I ricercatori inoltre hanno studiato la via di cellula-segnalazione nei mitocondri di questi topi. I mitocondri sono le centrali elettriche delle cellule, che sono responsabili di produzione di energia intracellulare. I resveratroli hanno attivato una proteina nella famiglia del sirtuin (SIRT1), che poi ha stimolato l'attività di un'altra proteina in questione nella funzione mitocondriale. Altri studi recenti, compreso uno condotto al centro del diabete di Joslin, hanno trovato un altro membro della famiglia del sirtuin delle proteine cellulari che possono svolgere un ruolo principale in come il grasso è prodotto ed immagazzinato, offrente un nuovo obiettivo affinchè i trattamenti impedissero l'obesità e per ridurre il rischio di diabete di tipo 2.7,8

I ricercatori francesi hanno supposto che i resveratroli aiutassero l'obesità di controllo migliorando il dispendio energetico.6 poiché lo studio ha trovato un collegamento fra i sirtuins e l'utilizzazione di energia, i ricercatori hanno concluso che i resveratroli possono essere utili nella prevenzione e nel trattamento di determinati disordini metabolici, particolarmente quelli si sono riferiti a disfunzione mitocondriale, quale stati neurodegenerative della malattia-due di Parkinson e di Alzheimer che diventano più prevalenti con invecchiamento.9

Il resveratrolo sostiene la salute endoteliale

Gli esperimenti recenti hanno indicato che i benefici dei resveratroli comprendono i miglioramenti nella salute dei vasi sanguigni endoteliali del rivestimento del tessuto. Ciò tiene il significato speciale per salute cardiovascolare a lungo termine, poichè l'aterosclerosi è creduta per cominciare quando il danneggiamento delle cellule endoteliali specializzate va incontrollato, conducendo ad uno stato infiammatorio che culmina nella disfunzione endoteliale e nel bloccaggio possibile della nave.10-17

Il resveratrolo inoltre avvantaggia l'apparato circolatorio suscitando una diminuzione nell'ossidazione di lipoproteina a bassa densità (LDL); promuovendo diminuisce nell'aggregazione della piastrina; e promuovendo il rilassamento di piccoli vasi sanguigni ha chiamato le arteriole.18-21 collettivamente, questi meccanismi avvantaggiano la salute globale dell'apparato cardiovascolare facendo diminuire i fattori che contribuiscono allo sviluppo di aterosclerosi e facendo diminuire la probabilità di coagulazione indesiderabile, che, a sua volta, fa diminuire il rischio di colpo.22 ancora, i nuovi dati indicano che il resveratrolo fa diminuire l'incidenza delle aritmia pericolose del cuore.23

Il resveratrolo sostiene la salute endoteliale

Uno dell'più intrigante dei meccanismi cuore-sani del resveratrolo comprende il upregulation delle cellule endoteliali del progenitore (cellule staminali adulte). C'è il riconoscimento emergente dai professionisti medici che queste cellule staminali adulte sono componenti cruciali di salute cardiovascolare. Infatti, gli scienziati ora ritengono che le cellule endoteliali del progenitore possano servire da indicatore chiave della funzione circolatoria globale e predire che i livelli di queste cellule staminali specializzate possono l'un giorno soppiantare il profilo del lipido come il biomarcatore della scelta per il rischio della malattia cardiovascolare.13,24,25

La ricerca nei cinque anni scorsi ha indicato che il numero e la funzionalità delle cellule endoteliali del progenitore, che sono comprese criticamente nella riparazione del vaso sanguigno, direttamente sono correlati con l'attuale e benessere cardiovascolare futuro. per metterlo semplicemente; il più dei questi progenitore che endoteliale le cellule una ha nella circolazione generale, più robusta la sua salute cardiovascolare è probabile essere. Fabbricato nel midollo osseo, le cellule endoteliali del progenitore sono basse in pazienti con il diabete, l'ipertensione e/o la malattia cardiovascolare e la loro funzionalità diminuisce significativamente con l'età d'avanzamento.26-28

Dalla pubblicazione nel 2003 di un articolo in New England Journal influente di medicina, gli scienziati sempre più hanno messo a fuoco sulle attività delle cellule endoteliali del progenitore. In quel rapporto del punto di riferimento, i ricercatori dagli istituti della sanità nazionali hanno notato che c'è “una forte correlazione„ fra il numero di fare circolare le cellule endoteliali del progenitore ed il punteggio di fattore di rischio del Framingham di un paziente.13 il punteggio di Framingham sono un metodo comunemente accettato di valutazione del rischio di dieci anni di un individuo di sviluppare la coronaropatia. Considera i fattori di rischio quali LDL, HDL ed i livelli del trigliceride, l'età, genere, la storia di fattori di fumo e ed altri.

Interessante, la ricerca dai ricercatori cinesi indica che l'influenza dei livelli di colesterolo sullo sviluppo di aterosclerosi (e così della malattia cardiaca) può realmente riferirsi alla relazione fra le cellule endoteliali del progenitore ed il colesterolo. Alle calcagna di New England Journal dell'articolo della medicina, i ricercatori cinesi hanno pubblicato un rapporto, che ha concluso che alto LDL può essere offensivo precisamente perché riduce il numero e la funzionalità delle cellule endoteliali del progenitore.12

Gli esperimenti indicati, “il numero delle cellule endoteliali del progenitore sono stati ridotti significativamente in pazienti con il hypercholesteroemia (livelli estremamente ricchi in colesterolo) rispetto a quello negli oggetti di controllo.„12 in pazienti con alto colesterolo totale e in LDL, la capacità delle cellule endoteliali del progenitore di proliferare, migrare, aderire alle pareti della nave e di indurre la rigenerazione delle navi è stata alterata. Mentre i livelli di colesterolo sono aumentato, hanno trovato, endoteliale

livelli delle cellule del progenitore in diminuzione. Altri ricercatori hanno trovato che i livelli endoteliali delle cellule del progenitore sono depressi fra i pazienti con omocisteina elevata.29 resveratroli, d'altra parte, sono stati indicati durante l'anno scorso per aumentare il numero di queste cellule cruciali nella circolazione periferica, anche alle dosi realizzabili dall'assunzione moderata del vino rosso o con il completamento dietetico.11,14,30,31

Che cosa dovete conoscere: Resveratroli
  • Il resveratrolo è trovato in abbondanza in uva, in arachidi, in alcune bacche (mirtilli e mirtilli), in vino rosso, in succo d'uva porpora, in alcuni pini e nel giapponese knotweed.

  • I resveratroli possono migliorare la salute e la longevità imitando alcuni degli effetti della restrizione calorica, il solo intervento conosciuto per prolungare la vita in mammiferi. Il resveratrolo è stato indicato per estendere la durata in lievito, in vermi, in mosche della frutta ed in topi. La promessa di manifestazioni di resveratroli nello sfalsamento degli effetti delle scelte di stile di vita del povero e dell'obesità e può anche contribuire ad evitare i disordini relativi a disfunzione mitocondriale, quali Parkinson ed il morbo di Alzheimer.

  • Gli aiuti di resveratroli proteggono l'apparato cardiovascolare sostenendo i lipidi del sangue sani, promuovendo la salute endoteliale, i coaguli di sangue evitanti ed impedire il danno del cuore relativo ad ischemia.

  • I resveratroli possono avere benefici anticancro importanti. Nelle ricerche di laboratorio, il resveratrolo è stato trovato per inibire la crescita di numerosi cancri. Gli scienziati inoltre hanno notato che i bevitori del vino rosso soffrono un rischio in diminuzione di cancro colorettale.

Il resveratrolo produce i cambiamenti metabolici favorevoli

In uno studio del topo del punto di riferimento pubblicato nella natura del giornale, i resveratroli hanno ricambiato alcuni effetti di una dieta di alto-caloria, miglioranti la salute dei topi ed aumentanti la loro durata, anche se non hanno perso qualsiasi peso.32 questi topi hanno diviso molti dei problemi degli esseri umani su una dieta equivalente, compreso l'obesità, l'insulino-resistenza e la malattia cardiaca.

I topi di mezza età confrontati studio hanno alimentato una dieta standard con quelli (60% delle calorie quotidiane) su una dieta ad alta percentuale di grassi, con e senza i supplementi ad alta dose di resveratroli. Sopra un biennio, i topi di resveratrolo-federazione sulla dieta ad alta percentuale di grassi hanno vissuto finchè quelle su una dieta standard ed almeno su 15% più lunghi dei loro pari non trattati e obesi. Quanto più ricco era i topi trattati? I topi resveratrolo-trattati dimostrati hanno migliorato la sensibilità dell'insulina rispetto alle loro controparti obese che non hanno ricevuto i resveratroli, suggerenti che i resveratroli conferissero benefici importanti per la prevenzione del diabete e di longevità.32 ulteriormente, gli animali resveratrolo-trattati hanno visualizzato i maggiori numeri dei mitocondri del fegato che gli animali che hanno consumato una dieta ad alta percentuale di grassi che non ha contenuto i resveratroli. Il più ancora di studio suggerito che i resveratroli potrebbero condurre per migliorare la salute e la resistenza che è visto solitamente in topi obesi. Il meccanismo di lavoro esatto del resveratrolo ancora non è conosciuto con certezza, ma i ricercatori ritengono che possa attivare SIRT1, una proteina del sirtuin che probabilmente è compresa con la longevità.

Gli studi del topo inoltre hanno suggerito che il resveratrolo induce i cambiamenti metabolici di base analoghi di quelli prodotti dalla restrizione calorica.L'analisi di 6,32 espressioni geniche in fegati di questi è invecchiato ed i topi di peso eccessivo hanno indicato che i resveratroli hanno modificato favorevole alcune delle vie metaboliche conosciute che inoltre sono colpite dalla restrizione calorica.32 forse il risultato più intrigante degli studi recenti del topo erano la capacità del resveratrolo di aumentare il numero dei mitocondri, le componenti chiave delle cellule che serviscono da produttori di energia.6,32

La capacità del resveratrolo di ristabilire la funzione ai mitocondri è particolarmente emozionante perché sembra che i mitocondri ristabiliti siano più efficienti dei mitocondri che di invecchiamento sostituiscono, siano a radicali liberi meno inclini della zangola fuori e siano più efficienti a sbarazzare il corpo delle cellule danneggiate che inducono le reazioni infiammatorie croniche. La restrizione calorica sembra fare la stessa cosa, ma è molto più difficile da implementare e mantenere in esseri umani.

L'effetto del resveratrolo sui mitocondri può essere abbastanza da sè per rappresentare gran parte degli effetti dimostrabili del composto negli studi del topo. Può rappresentare le abilità correnti migliorate osservate nei topi di peso eccessivo trattati con i resveratroli. Che cosa rende i risultati di questi studi recenti del topo così potenzialmente significativi ai ricercatori è che gli esseri umani hanno geni simili a quelli collegati all'assunzione di resveratroli nei topi.6,32

Resveratroli e Cancro

Oltre ai suoi effetti del anti-cuore ed antinvecchiamento di malattia, i resveratroli possono promuovere la longevità con un altro viale-che del cancro di combattimento, una delle cause della morte principali in adulti più anziani.

Una volta aggiunto alle cellule coltivate in media, il resveratrolo è stato trovato per inibire la proliferazione di varie linee cellulari umane del cancro, compreso quelli dal seno, dalla prostata, dallo stomaco, dal colon, da pancreatico e tumori della tiroide.33

Nel 2004, un gruppo dei biochimici all'università di Virginia ha esaminato il ruolo del resveratrolo nella crescita e nella progressione del cancro di didascalia. Il resveratrolo sembra ridurre l'attivazione del fattore-kappab nucleare (N-F-KB), una proteina che è stata implicata nel cancro agendo come un commutatore per accendere i processi infiammatori.34,35 resveratroli inoltre migliorano la sensibilità della cellula tumorale a determinati da meccanismi indotti da cellula immuni di morte.34 inibitori nucleari di fattore-kappab come i resveratroli possono così avere implicazioni importanti per l'aumento dell'efficacia delle terapie anticancro in esseri umani.36

I ricercatori dall'università di Stato di New York al ruscello pietroso hanno esaminato le abitudini beventi di 360 rossi e dei bevitori del vino bianco con i simili stili di vita. Il consumo del vino bianco non ha avuto associazione con l'incidenza colorettale del cancro. D'altra parte, il consumo corrente del vino rosso è stato collegato ad un rischio riduttore 68% del cancro. I ricercatori ritengono che il resveratrolo sia stato più probabile la componente in vino che era dietro i benefici evidenti.37 i risultati hanno confermato i risultati dagli studi più iniziali intrapresi dalla stessa rappresentazione del gruppo che wine rischio di cancro colorettale riduttore consumo da 45%.38

L'anno scorso, i ricercatori dall'università di Alabama a Birmingham hanno esaminato il potenziale del resveratrolo nell'impedire i tumori della prostata. Nello studio, pubblicato nella carcinogenesi, i topi sono stati dati i resveratroli trovati in un litro di vino rosso al giorno. I topi che hanno consumato una dieta completata con i resveratroli hanno avuti un'incidenza riduttrice ottuplo drammatica dell'adenocarcinoma prostatico male differenziato, un tipo di carcinoma della prostata con una prognosi difficile. I topi che sperimentato il più grande effetto della Cancro-protezione ha consumato i resveratroli in una formula in polvere mista con il loro alimento per sette mesi.39 poiché è medicamente sconsigliabile consumare un litro di vino rosso ogni giorno, punti di questo studio all'importanza del completamento di resveratroli come componente della difesa del carcinoma della prostata.

Uno studio più iniziale pubblicato nel giornale di carcinogenesi ha trovato che resveratroli dietetici contribuiti per impedire il cancro al seno in ratti femminili. Cominciando alla nascita, i ratti sono stati alimentati una dieta di controllo o una dieta completati con i resveratroli. All'età dei 50 giorni, entrambi i gruppi sono stati esposti ad un prodotto chimico cancerogeno. I ratti di resveratrolo-federazione erano significativamente protetti contro cancro al seno, dimostrando meno tumori per latenza animale e più lunga del tumore (un periodo asintomatico in questo processo di malattia). I ricercatori hanno concluso, “il nostro lavoro sostiene i rapporti precedenti che il resveratrolo nella dieta è efficace… a cancro mammario d'inibizione. Abbiamo indicato che i resveratroli possono migliorare la maturazione della ghiandola mammaria come pure ridurre gli apoptosi cellulari di aumento e di proliferazione (morte programmata delle cellule) in cellule epiteliali mammarie, in un modo che è protettivo contro carcinogenesi mammaria.„40

Continuato alla pagina 2 di 3