Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine luglio 2008
Rapporti

Cavolo

Protezione potente del Cancro e benefici sani del cuore e dell'occhio Da Stephen Laifer
Cavolo

Popeye era giusto, ma non dovrebbe fermarsi con spinaci. Dovrebbe anche includere la verdura crocifera verde frondosa del cavolo-un del genere del brassica, che inoltre include i broccoli, i cavoli ricci ed i cavoletti di Bruxelles.

Per le decadi, gli scienziati hanno saputo che i phytonutrients in molti alimenti salutari funzionano mentre antiossidanti per disarmare i radicali liberi prima che potessero danneggiare il DNA e le membrane cellulari. La ricerca recente indica che i phytonutrients in verdure come cavolo funzionano ad un livello molto più profondo, segnalante i nostri geni per aumentare la produzione degli enzimi in questione nella disintossicazione, il processo di pulitura tramite cui il corpo elimina i composti nocivi.

Salute-promuovendo i phytonutrients in cavolo stanno guadagnando l'attenzione per i loro effetti potenti nella lotta contro il cancro come pure gli effetti theirbeneficial sia su cuore che osservano la salute.

Protezione del Cancro

Il cavolo è una fonte ricca di composti del organosulfur, che sono stati indicati per ridurre il rischio di molti cancri,1 particolarmente uno delle forme più micidiali, tumore del colon.2 i composti Cancro-protettivi in cavolo sono stati così l'argomento di ricerca intensa, specialmente il loro ruolo nel blocco della crescita delle cellule tumorali e nell'induzione della morte di cellula tumorale (apoptosi).

Protezione del Cancro

I composti di Organosulfur conosciuti come i glucosinolati sono presenti nelle verdure crocifere del genere del brassica. Questi composti sono ripartiti nei composti anticancro potenti chiamati isothiocyanates nel corpo, che sono induttori potenti degli enzimi e degli inibitori Cancro-distruggere di carcinogenesi.3 ora, gli scienziati hanno trovato che sulforaphane, un glucosinolato formato quando il cavolo è tagliato o masticato, lavora alterando l'espressione genica, contribuente a rimuovere più rapidamente le sostanze cancerogene dal corpo. È creduto che il sulforaphane avvii il fegato per produrre gli enzimi di disintossicazione chiamati enzimi di fase II, che contribuiscono a neutralizzare le sostanze cancerogene.4-6 tali enzimi utili indotti da cavolo e da altre verdure crocifere includono il chinone reductase4 e la glutatione-S-transferasi.5 negli studi sperimentali su formazione del cancro, la riduttasi del chinone è stata indicata alla dose-dipendent'inibisce la crescita delle cellule tumorali.4 nel frattempo, in uno studio dei pazienti con il cancro polmonare, un'alta assunzione delle verdure crocifere è stata trovata per ridurre il rischio di cancro polmonare da 39% soltanto in quelli con una variante utile del gene chiamato GSTM1. Questo gene produce la glutatione-S-transferasi degli enzimi, che disintossica gli agenti cancerogeni nel fumo di tabacco.5

Altri studi rivelano che gli aiuti del sulforaphane sostengono un sistema immunitario sano, che è una componente chiave nell'evitare il cancro. Sulforaphane è stato trovato per migliorare significativamente la produzione di parecchi prodotti chimici che sono compresi nella risposta immunitaria, quali l'interleuchina 2 e la gamma interferone.7

Nell'altra ricerca, il sulforaphane è stato indicato per avere un effetto più diretto su prevenzione del cancro, particolarmente nel tumore del colon, incitante le cellule tumorali a distruggersi. Ciò è stata veduta in uno studio recente in cui gli animali geneticamente sono stati cresciuti per sviluppare i polipi intestinali, una circostanza che quella conduce a formazione del tumore. Questo gruppo di animali poi è stato alimentato il sulforaphane ed è stato trovato per avere più alti tassi di apoptosi (suicidio delle cellule) e di più piccoli tumori che inoltre si sono sviluppati più lentamente degli animali che non hanno ricevuto sulforaphane.8

Contenuto nutrizionale di cavolo

L'abbondanza di phytonutrients in cavolo sferra un pugno nutrizionale potente per le calorie minime. Il cavolo è una buona fonte di luteina e di zeaxantina e fornisce gli importi delle vitamine A, C e K che superano i valori giornalmente richiesti. Una tazza (67 g) di cavolo crudo e tagliato forniscono quanto segue:14

 

    Le percentuali di valore quotidiano

Calorie:

33

 

Calorie da grasso:

4

 

Grasso saturo:

0g

0%

Colesterolo:

7g

2%

Fibra dietetica:

1g

5%

Proteina:

2g

4%

Sodio:

29 mg

1%

Calcio:

91 mg

9%

Potassio:

299 mg

9%

Rame:

0,2 mg

10%

Luteina e zeaxantina:

26,5 mg

n/a

Vitamina A:

10.302 IU

206%

Colleen Fitzpatrick:

81 mg

134%

Vitamina K:

547 mcg

684%

Vitamina b6:

0,2 mg

9%

Manganese:

0,5 mg

26%

Benefici visivi e sani del cuore

Oltre ai composti del organosulfur, il cavolo per anni è stato vantato per la sua ricchezza dei pigmenti carotenoide-naturali della pianta che assorbono la luce blu. Il cavolo è particolarmente abbondante in due carotenoidi, luteina e zeaxantine, di cui tutt'e due agiscono come i filtri dai sunglass e contribuiscono a prevenire danni to gli occhi l'eccessiva esposizione a luce ultravioletta. In parecchi studi, la gente con una storia del cibo degli alimenti ricchi di luteina come cavolo ha avuta fino a 22% più a basso rischio per le cataratte, che sarebbero state altrimenti abbastanza severe richiedere l'estrazione.9,10

I benefici di luteina inoltre estendere alla prevenzione di aterosclerosi. Uno studio di 18 mesi dall'università della California del Sud ha trovato che in un gruppo di 480 uomini e donne ha invecchiato 40 - 60 senza la storia della malattia cardiaca, quelli con la concentrazione più bassa nella luteina del siero ha avuto un maggior aumento quintuplo di spessore dell'arteria carotica, un fattore di rischio per la malattia cardiaca, rispetto a coloro che ha avuto le più alte concentrazioni nella luteina del siero. Questo studio inoltre ha compreso una parte in vitro, che ha confrontato le culture del tessuto delle cellule esposte alle varie combinazioni di luteina e di lipoproteina nociva e a bassa densità (LDL), che è conosciuta per promuovere l'aterosclerosi. I ricercatori hanno trovato quel pretrattamento delle cellule con la dose-dipendente della luteina protetto le cellule contro infiammazione connessa con la formazione di placche di LDL, confermante ancora l'effetto protettivo della luteina contro l'aterosclerosi.11

Ottenga i vostri verdi

Un altro beneficio principale di cavolo è il suo valore nutritivo elevato. Il cavolo è una fonte molto buona di fibra, di calcio, di manganese, di rame e di potassio dietetici come pure è particolarmente ricco in vitamine A, C e B6. Una tazza di cavolo contiene appena 33 calorie, ma fornisce oltre 200% dell'assunzione giornalmente raccomandata di vitamina A, una sostanza nutriente importante per la visione. Il cavolo è inoltre particolarmente considerevole per il suo contenuto elevato della vitamina K, una vitamina liposolubile che svolge un ruolo importante in coagulazione del sangue.12,13

Il cavolo può essere trovato nei mercati durante tutto l'anno. Per ottenere la maggior parte della indennità-malattia, sia sicuro di scegliere il cavolo leggermente organicamente coltivato ed il vapore. Questo metodo di cottura conserva la maggior parte dei phytonutrients ed inoltre massimizza la loro disponibilità all'interno del corpo. Coloro che lo trova difficile consumare abbastanza verdure crocifere nella loro dieta quotidiana possono ottenere le potenze standardizzate di sulforaphane, con zeaxantina e luteina negli integratori alimentari a basso costo.

Se avete qualunque domande circa il contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute del prolungamento della vita a 1-800-226-2370.

Riferimenti

1. Heber D. Vegetables, frutta e phytoestrogens nella prevenzione delle malattie. Med di J Postgrad. Aprile-giugno 2004; 50(2): 145-9.

2. Xiao D, pinto JT, GG di Gundersen, Weinstein IB. Effetti di una serie di composti del organosulfur sull'arresto mitotico e sull'induzione degli apoptosi in cellule di tumore del colon. Mol Cancer Ther. Settembre 2005; 4(9): 1388-98.

3. Padilla G, Cartea ME, Velasco P, de Haro A, Ordas A. Variation dei glucosinolati nei raccolti di verdure del brassica rapa. Fitochimica. Febbraio 2007; 68(4): 536-45.

4. Hwang es, potenziale d'ossido-riduzione di Jeffery. L'induzione della riduttasi del chinone da sulforaphane e l'N-acetilcisteina del sulforaphane coniugano in cellule murine del tumore epatico. J Med Food. 2005;8(2):198-203.

5. Wang LI, EL di Giovannucci, cacciatore D, Neuberg D, Unione Sovietica L, CC di Christiani. Ingestione dietetica dei polimorfismi della S-transferasi del glutatione, delle verdure crocifere (GST) e del rischio del cancro polmonare in una popolazione caucasica. Il Cancro causa il controllo. Dicembre 2004; 15(10): 977-85.

6. Cornblatt BS, YE L, Dinkova-Kostova A, et al. valutazione preclinica e clinica di sulforaphane per il chemoprevention nel seno. Carcinogenesi. 2007 luglio; 28(7): 1485-90.

7. Thejass P, Kuttan G. Augmentation della cellula di uccisore naturale e della citotossicità cellulare dipendente dall'anticorpo nei topi di BALB/c da sulforaphane, da un isotiocianato naturale dai broccoli con produzione migliorata delle citochine IL-2 e da una IFN-gamma. Immunopharmacol Immunotoxicol. 2006;28(3):443-57.

8. Khor A, Hu R, Shen G, et al. Pharmacogenomics del sulforaphane chemopreventive del composto dell'isotiocianato del cancro nei polipi intestinali dei topi di ApcMin/+. Droga Dispos di Biopharm. Dicembre 2006; 27(9): 407-20.

9. Chasan-Taber L, WC di Willett, Seddon JM, et al. Uno studio prospettivo delle assunzioni della vitamina A e del carotenoide e rischio di estrazione della cataratta nelle donne degli Stati Uniti. J Clin Nutr. Ottobre 1999; 70(4): 509-16.

10. Brown L, Rimm eb, Seddon JM, et al. Uno studio prospettivo dell'assunzione del carotenoide e rischio di estrazione della cataratta negli uomini degli Stati Uniti. J Clin Nutr. Ottobre 1999; 70(4): 517-24.

11. Dwyer JH, Navab m., Dwyer chilometro, et al. luteina ossigenata del carotenoide e progressione di aterosclerosi iniziale: lo studio di aterosclerosi di Los Angeles. Circolazione. 19 giugno 2001; 103(24): 2922-7.

12. McAlister V. Control di coagulazione: un regalo di agricoltura canadese. Clin investe il Med. Dicembre 2006; 29(6): 373-7.

13. Schurgers LJ, Teunissen kJ, Hamulyak K, Knapen MH, Vik H, integratori alimentari K-contenenti di Vermeer C. Vitamin: confronto della vitamina sintetica K1 e menaquinone-7 natto-derivato. Sangue. 15 aprile 2007; 109(8): 3279-83.

14. Disponibile a: http://www.nutritiondata.com/facts-C00001-01c20dh.html. 20 novembre 2007 raggiunto.