Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine giugno 2008
Rapporti

Riduzione degli indicatori invecchianti con acido lipoico

Perché qualche gente invecchia meglio di altre?Da Jose Antonio, PhD, FACSM, FISSN

Sappiamo che la parte della risposta si trova nella genetica. Tuttavia, invecchiare prematuro inoltre scende a danno cellulare, procurato dallo sforzo ossidativo dai radicali liberi che stanno formandi costantemente con le reazioni biochimiche innumerevoli nei nostri corpi.

Uno dei segreti a rallentare l'invecchiamento è di combattere aggressivamente questo danno ossidativo con gli antiossidanti a lunga azione.

Perché qualche gente invecchia meglio di altre?

L'acido lipoico è una delle vitamine antiossidanti più potenti, più versatili e lungo-agenti conosciute. Tutte le di vitamine antiossidanti importanti soltanto l'acido lipoico possiede la capacità unica di lavorare sia negli ambienti solubili in acqua che solubili nel grasso nel corpo. Questa proprietà onnipresenta significa che l'acido lipoico ha accesso a tutte le parti delle nostre cellule per neutralizzare i radicali liberi danneggianti, che sono implicati in molte malattie relative all'età compreso la malattia cardiaca ed il diabete. Potere traversare le membrane cellulari in tutto il corpo inoltre significa che l'acido lipoico può anche attraversare la barriera ematomeningea per esercitare i suoi effetti protettivi contro le malattie neurologiche e conoscitive, quale il morbo di Alzheimer.

Poichè la ricerca scientifica continua ad avanzare, la scoperta di più nuove, forme rapidamente assorbenti di acido lipoico permetterà che noi aumentiamo i benefici dell'ampio spettro di questo antiossidante universale.

Ogni secondo, 24 ore al giorno, il danno ossidativo causato dai radicali liberi si presenta nei nostri corpi con le reazioni di produttore d'energia che hanno luogo all'interno dei mitocondri delle nostre cellule. Il danno cumulativo inflitto dai radicali liberi può avere numerosi effetti relativi all'età negativi. Questa teoria del radicale libero di invecchiamento è sostenuta da molti autorevoli ricercatori, un fautore chiave che è biochimico di fama mondiale, Bruce Ames, PhD, dall'università di California, Berkeley. Il Dott. Ames e colleghi mantiene che “i sottoprodotti dell'ossidante di metabolismo normale danneggiano il danno importante DNA, proteina ed il lipido.„ Sostengono che “questo danno (lo stesso di quello prodotto tramite radiazione) è un contributore importante ad invecchiare ed alle malattie degeneranti di invecchiamento quali il cancro, la malattia cardiovascolare, il declino del sistema immunitario, la disfunzione del cervello e le cataratte.„1

La ricerca scientifica suggerisce che quello minimizzare queste reazioni radicali libere deleterie assicurando i livelli antiossidanti ottimali potrebbe quindi giudicare la chiave efficacemente a rallentare l'invecchiamento e le sue conseguenze indesiderate.

Che cosa dovete conoscere: Riduzione degli indicatori invecchianti con acido lipoico
  • Il danno cumulativo inflitto dalle reazioni radicali libere nei mitocondri del corpo può avere numerosi effetti relativi all'età aumentando lo sforzo ossidativo ed il danno mitocondriale.

  • Il danno mitocondriale è un contributore importante ad invecchiare ed alle malattie degeneranti quali cancro, la malattia cardiovascolare, il diabete, il declino del sistema immunitario e la disfunzione del cervello.

  • Uno dei segreti a rallentare l'invecchiamento è di combattere aggressivamente questo danno ossidativo con gli antiossidanti a lunga azione.

  • L'acido lipoico è l'antiossidante più versatile e più potente nell'intera rete antiossidante della difesa. Gli studi indicano che l'acido lipoico congiuntamente aacetile-L-carnitina può invertire il decadimento mitocondriale e ristabilire la funzione mitocondriale ai livelli giovanili.

  • Alcuna della ricerca più impressionante su acido lipoico comprende il suo ruolo in diabete di tipo 2 di combattimento. I numerosi studi hanno indicato che l'acido lipoico migliora la tolleranza al glucosio come pure le complicazioni periferiche del nervo connesse con il diabete completo.

  • L'acido lipoico ha una vasta gamma di altre indennità-malattia, compreso impedire ed il trattamento delle malattie vascolari aterosclerotiche, contribuire a rallentare la progressione delle malattie neurodegenerative quale il morbo di Alzheimer ed avere effetti anticancro possibili.

  • Mentre la quantità di acido lipoico prodotta dall'ente diminuisce con invecchiamento, il completamento può essere necessario da mantenere i livelli adeguati.

  • Un nuovo studio drammatico ha rivelato una nuova formulazione avanzata di acido lipoico chiamata acido sodio-R-lipoico, che è più potente e stabile che l'acido R-lipoico puro. l'acido Sodio-R-lipoico è l'acido lipoico di prossima generazione, che raggiunge i livelli elevati del plasma dell'acido R-lipoico più presto puro lipoico dell'acido.

Salute mitocondriale d'amplificazione

L'acido lipoico è considerato come un antiossidante cruciale per varie reazioni mitocondriali. Gli studi sugli animali hanno indicato che gli antiossidanti quale acido lipoico possono neutralizzare la produzione in eccesso dei radicali liberi all'interno dei mitocondri2-5 ed invertire alcuno del decadimento mitocondriale causato da danno ossidativo.3,5-8

I disordini mitocondriali dividono parecchio la produzione conseguenza-riduttrice terreno comunale dell'ATP (o dell'energia), il ricorso aumentato alle fonti di energia dell'non ossigeno e la produzione aumentata dei radicali senza ossigeno. I benefici di acido lipoico nei disordini mitocondriali sono stati dimostrati nei numerosi studi.

Salute mitocondriale d'amplificazione

Gli studi sugli animali hanno indicato che l'acido lipoico congiuntamente aacetile-L-carnitina ristabilisce la funzione mitocondriale ai livelli giovanili.3,9,10 questi studi inoltre indicano che il declino dovuto invecchiare nell'attività fisica, nella cognizione e nella funzione immune e del cuore può anche essere ristabilito in buona parte con acido ed acetile-L-carnitina lipoici.3,9-11

I ricercatori inoltre hanno studiato l'efficacia di acido, del monoidrato della creatina e del coenzima lipoici Q10, in pazienti con i disordini mitocondriali. In uno studio controllato con placebo, questa terapia di associazione ha influenzato favorevole gli indicatori sostitutivi di disfunzione di energia cellulare quali i livelli del lattato del plasma.12

Uno studio ha pubblicato questo anno inoltre ha trovato che il trattamento con acido ed acetile-L-carnitina lipoici aumenta significativamente la massa mitocondriale in cellule grasse (adipocytes) e promuove il metabolismo mitocondriale del adipocyte e della sintesi.13

Imagine che tiene le centrali elettriche delle vostre cellule vibranti e forti durante la vostra vita. Ciò è che cosa l'acido lipoico fa per i vostri mitocondri.

Riciclaggio degli antiossidanti chiave

L'acido lipoico è uno degli antiossidanti più importanti del corpo specialmente perché è il supplemento che può anche rigenerare il più bene il glutatione. Il glutatione, un composto prodotto dalla cisteina di aminoacidi tre, l'acido glutammico e la glicina, è un antiossidante endogeno chiave che non può essere amministrato efficientemente oralmente poiché è ripartito nell'apparato digerente prima che possa raggiungere le cellule. Il glutatione può essere trovato nella parte acquosa della cellula (conosciuta come il cytosol) rispetto alla vitamina E, che è presente nella parte grassa di ogni cellula. Il fegato contiene una somma enorme di glutatione, che riflette la sua funzione nei processi della disintossicazione del corpo.

L'invecchiamento umano è segnato da un declino tagliente nella sintesi ed il riciclaggio del glutatione ed altri antiossidanti chiave, quali le vitamine la C e la E e coenzima Q10, lascianti il corpo vulnerabile a danno ossidativo aumentato. L'acido lipoico può rigenerare questi antiossidanti14,15 che provano un'arma utile contro le numerose malattie che sono associate con utilizzazione alterata di energia e lo sforzo ossidativo aumentato, compreso il diabete di tipo 2, le malattie neurologiche e la malattia cardiaca.

Secondo Lester Packer, il PhD, uno dei ricercatori più celebri sugli antiossidanti, “acido lipoico è l'antiossidante più versatile e più potente nell'intera rete antiossidante della difesa.„

Miglioramento della sensibilità dell'insulina

L'acido lipoico è un integratore alimentare che è forse il più noto per essere un mimo dell'insulina perché aumenta l'assorbimento del glucosio in cellule insulina-resistenti.16-18 livelli “normali„ di insulina sono essenziali per glucosio e metabolismo degli aminoacidi. L'insulina secernuta dal pancreas dopo un pasto aiuta il glucosio del trasporto e gli aminoacidi (le particelle elementari di proteina) nei somatociti. Avere livelli “normali„ di insulina, tuttavia, necessariamente non garantisce i benefici “ottimali„ per quanto riguarda i suoi effetti. Mezzi dietetici di aumento dell'aumento di sensibilità dell'insulina quindi l'efficienza da cui il corpo trasporta il glucosio e gli aminoacidi nelle cellule di muscolo.

Miglioramento della sensibilità dell'insulina

Alcuna della ricerca più impressionante su acido lipoico comprende il suo ruolo in diabete di combattimento. I numerosi studi hanno indicato che trattare gli animali insulina-resistenti ed i pazienti con il diabete di tipo 2 migliora l'assorbimento e la tolleranza al glucosio del glucosio del muscolo scheletrico.16-20

Per studiare gli effetti di acido lipoico sulla sensibilità dell'insulina, i ricercatori europei hanno curato 12 adulti di peso eccessivo, età media 53 anni, soffrenti due volte al giorno dal diabete di tipo 2 con acido lipoico orale, 600 mg durante quattro settimane. Dodici oggetti con tolleranza al glucosio normale hanno servito da gruppo di controllo in termini di sensibilità dell'insulina. Hanno trovato che il trattamento acido lipoico ha aumentato la sensibilità periferica dell'insulina in pazienti con il diabete di tipo 2 in questo periodo di periodo ridotto stesso di appena quattro settimane.21

L'acido lipoico inoltre mostra i benefici drammatici nel superamento delle complicazioni periferiche del nervo una volta che il diabete ha preso la tenuta. Le vie patogene multiple sono comprese in questi effetti neuropatici e molti trattamenti sono stati provati senza successo. In Germania, l'acido lipoico è stato ampiamente usato per il superamento dei sintomi dolorosi della neuropatia diabetica.

Una serie di studi clinici hanno dimostrato la sua efficacia terapeutica in neuropatia diabetica e molti ricercatori ritengono che questo possa dovuto il suo forte potere antiossidante nel miglioramento della patofisiologia dei nervi nocivi. Uno studio controllato con placebo che fa partecipare 328 pazienti diabetici con i problemi periferici del nervo ha rivelato che il trattamento endovenoso quotidiano di mg 600 con acido lipoico è sicuro ed efficace per il superamento dei sintomi caratteristici come dolore, la combustione ed itching nei piedi dopo appena tre settimane del trattamento.22

Completando con l'acido lipoico

Mentre la quantità di acido lipoico prodotta dall'ente diminuisce con invecchiamento, il completamento può essere necessario da mantenere i livelli adeguati. Gli studi scientifici che mostrano le indennità-malattia di acido alfa-lipoico hanno usato le dosi che variano da 300 a 1.800 mg/giorno. Per i benefici ottimali, alcuni dietisti raccomandano che sia preso con biotina ed il complesso delle vitamine B. Ricordi che l'acido R-lipoico è due volte più potente dell'acido alfa-lipoico. Quello è perché l'alfa acido lipoico consiste di R-lipoico attivo di soltanto 50% e dell'acido S-lipoico inattivo di 50%.

Mentre ci sono parecchie forme di acido lipoico sul mercato, molti di loro sono stati indicati per essere relativamente instabili nel corpo. Questa proprietà insidia la loro biodisponibilità, che conduce ad assorbimento difficile.44

In un nuovo studio drammatico, i ricercatori hanno superato questi problemi di polimerizzazione sviluppando una nuova formulazione avanzata di acido lipoico, che sta riferendosi a come l'acido lipoico di prossima generazione. Questa nuova scoperta converte la forma biologicamente attiva “della R„ di acido lipoico in acido sodio-R-lipoico (NaRLA) per creare un prodotto più stabile e più potente.

Uno studio preliminare ha indicato che NaRLA è superiore ad altre forme di acido lipoico raggiungendo drammaticamente i livelli elevati del plasma dell'acido R-lipoico più presto puro lipoico dell'acido.44 gli autori di questo studio si riferiscono a questa formulazione unica come la forma più bioavailable di acido lipoico. Questa potenza migliorata, dice uno dei co-author dello studio, riflette una concentrazione massima del plasma che è acido R-lipoico più superiore puro di volte 10-30.45

A differenza di altre forme di acido lipoico, NaRLA è completamente solubile in acqua, che offre una soluzione innovatrice in quanto non deve limitarsi alle capsule ed alle compresse, ma può anche essere preso come preparato in polvere della bevanda.

Questi risultati impressionanti offrono un efficace e la domanda ben tollerato di vasta matrice delle indennità-malattia ha conferito da acido lipoico.

Un altro studio di tre settimane controllato con placebo con l'acido lipoico orale di mg 600 dato tre volte un il giorno in 24 pazienti con il diabete ha trovato che i sintomi neuropatici sono diminuito da 47% nel gruppo completato rispetto a soltanto 24% nel gruppo di controllo.23

Ancora un altro studio a breve termine ha trovato che appena cinque settimane del completamento orale con 600-1,800 mg/giorno di acido lipoico inoltre migliora i sintomi dolorosi della neuropatia diabetica.24

Inoltre, l'acido lipoico è stato indicato per essere utile nelle complicazioni renali connesse con il diabete. Ciò è stata veduta in uno studio in cui completare con 600 mg/giorno di acido lipoico per 18 mesi ha rallentato la progressione di danno del rene in 84 pazienti con la nefropatia diabetica.25

Anti-obesità, Antihypertriglyceridemic ed effetti antinfiammatori

Aggiunga a questi benefici impressionanti una lista lunga di altre domande di salute di acido lipoico. In un altro studio particolare,26 scienziati esaminatori se l'acido lipoico inibisce l'aterosclerosi nei modelli animali (dei topi) di aterosclerosi umana. Hanno scoperto che il completamento con acido lipoico ha ridotto significativamente la formazione aterosclerotica della lesione nei grandi vasi sanguigni di questi topi. Ciò è stata associata con circa 40% meno obesità del corpo e più bassi livelli dei trigliceridi. Secondo questi scienziati, “il completamento acido lipoico dietetico inibisce la formazione aterosclerotica della lesione in due modelli del topo di aterosclerosi umana, di un'inibizione che sembra essere dovuto “l'anti-obesità,„ antihypertriglyceridemic e degli effetti antinfiammatori di acido lipoico. L'acido lipoico può essere un'aggiunta utile nella prevenzione e nel trattamento delle malattie vascolari aterosclerotiche.„Il completamento acido lipoico 26 inoltre impedisce lo sviluppo di ipertensione e di alta glicemia, presumibilmente attraverso le sue proprietà antiossidanti.27

Aiuti lipoici dell'acido con Brain Function

Alzheimer è una malattia neurodegenerative che attualmente non ha cura conosciuta. È pensato che lo sforzo ossidativo potrebbe svolgere un ruolo chiave nei disordini neuro-degeneranti e conoscitivi dovuto il più alta vulnerabilità dei tessuti di un neurone a danno libero radicale. Uno studio recente ha rivelato che gli antiossidanti quale acido lipoico possono avere valore clinico nel rallentamento della progressione del morbo di Alzheimer. In questo studio dell'aperto etichetta, nove pazienti con il morbo di Alzheimer hanno ricevuto 600 mg di quotidiano lipoico dell'acido oltre alle droghe standard dell'acetilcolinesterasi per 12 mesi. Incoraggiante dai risultati che il trattamento principale “ad una stabilizzazione delle funzioni conoscitive nel gruppo di studio,„ i ricercatori ha esteso la loro analisi a 43 pazienti su un periodo di osservazione di fino a 4 anni. Durante questo periodo di tempo più lungo, hanno trovato che la malattia ha progredito molto lentamente in pazienti con demenza delicata. Inoltre hanno notato che il tasso di progressione di malattia era drammaticamente più basso dei dati da altri studi a lungo termine, portanti alla conclusione che “l'acido alfa-lipoico potrebbe essere una riuscita opzione “neuroprotective„ di terapia per il morbo di Alzheimer.„28

Aiuti lipoici dell'acido con Brain Function

Una serie di altri studi inoltre sostengono il valore clinico di acido lipoico come trattamento neuroprotective per Alzheimer,29-31 particolarmente durante le fasi iniziali della malattia.29 ricercatori hanno identificato una serie di meccanismi attraverso cui l'acido lipoico può contribuire ad impedire il declino conoscitivo. Credono che l'acido lipoico possa contribuire ad aumentare la produzione di acetilcolina, un messaggero chimico essenziale nel cervello che è carente in vittime del morbo di Alzheimer.29 uno studio recente inoltre suggeriscono che l'acido lipoico combatti la vulnerabilità ossidativa indotta esponendo i ratti ai amiloide-beta frammenti fibrilla-neurotossici della proteina che sono implicati nel morbo di Alzheimer.32

La malattia del Parkinson è un disordine degenerante in cui gli individui soffrono dai vari danni del motore che possono anche essere aiutati dal completamento acido lipoico. La parte del cervello chiamato il nigra di substantia è colpita negativamente in questa malattia. Gli scienziati ritengono che lo sforzo ossidativo potrebbe svolgere un ruolo nella degenerazione delle cellule nervose in questa area. Di conseguenza, una caratteristica biochimica importante di Parkinson è uno svuotamento iniziale significativo di glutatione, un antiossidante potente citato più presto, che può infine provocare dal il danno indotto da radicale libero, la disfunzione mitocondriale e la morte di un neurone delle cellule. La provetta, o in vitro, dati suggerisce che il pretrattamento PC12 delle cellule (un modello delle cellule di un neurone primarie usate dagli scienziati) con acido lipoico possa diminuire lo svuotamento di glutatione e conservare l'attività dei mitocondri.33 l'altro lavoro effettivamente indicano che gli aiuti acidi lipoici di pretrattamento proteggono da danno indotto da radiazioni del DNA, indicante che “l'acido alfa-lipoico è un antiossidante neuroprotective potente.„34

L'acido lipoico può fare diminuire il grasso corporeo

Sebbene pensi non tipico come ad agente “di perdita di peso„, l'acido lipoico esercita gli effetti che potrebbero essere proficui per quelli che guardano per sistemare i loro giri vita. Gli studi hanno indicato che il completamento acido lipoico può fare diminuire l'accumulazione grassa in topi.L'acido lipoico 42,43 inoltre riduce il peso corporeo ed impedisce lo sviluppo del diabete in ratti obesi diabete-inclini riducendo l'accumulazione del trigliceride in tessuti non adiposi che migliorano così la sensibilità dell'insulina.43 così dovreste prendere l'acido lipoico se volete perdere il peso? Da un punto di vista di salute generale, è saggio prendere l'acido lipoico comunque. E se il vostro giro vita si restringe, poi ancora migliore!

Effetto anticancro

Effetto anticancro

L'acido lipoico inoltre è stato studiato come terapia anticancro,35 a causa della sua capacità di indurre preferenziale gli apoptosi36 e di inibire la proliferazione di cellula tumorale.37 in uno studio finalizzato stupefacente, gli autori descrivono la sopravvivenza a lungo termine di un paziente con cancro del pancreas senza alcuni effetti contrari tossici. Il cancro del pancreas è una delle forme più virulente di cancro che ha una prognosi molto difficile. In questo caso studi, l'oggetto è stato trattato con acido lipoico endovenoso e il naltrexone a basse dosi combinati con un programma sano di stile di vita. Il paziente era informato nell'ottobre 2002 che c'era poca speranza per la sua sopravvivenza. Da ora a gennaio 2006, tuttavia, era indietro sul lavoro, senza sintomi e senza progressione apprezzabile della sua malignità. Ancora, parecchi altri pazienti sono su questo tipo di terapia e sembrano fare bene. Gli autori ritengono che questo tipo di terapia dovrebbe essere studiato e considerato, dato la sua mancanza di tossicità e di risultati limitati ma impressionanti.38

I ricercatori inoltre hanno studiato gli effetti di acido lipoico sullo sviluppo ovarico anormale delle cellule. Hanno trovato che l'acido lipoico inibisce selettivamente la crescita delle cellule ovariche cancerogene aumentando i livelli di indicatore che ferma la divisione cellulare anormale e livelli di riduzione di citochine proinflammatory nel corpo.39

Effetti di ringiovanimento

Oltre ai suoi benefici malattia-protettivi, l'acido lipoico può anche contribuire a combattere le devastazioni “cosmetiche„ di invecchiamento. Per esempio, uno studio esaminatore se una crema che contiene l'acido lipoico di 5% potrebbe migliorare l'aspetto di pelle nocivo photoaging. I ricercatori hanno preso 33 donne, età media 54 anni ed hanno trattato la metà dei loro fronti due volte al giorno con la crema acida lipoica e l'altra metà facendo uso di una crema di controllo senza acido lipoico. Hanno scoperto che dopo 12 settimane del trattamento, caratteristiche cliniche migliori acido lipoico relative a photoaging della pelle facciale, secondo la auto-valutazione delle donne come pure le valutazioni cliniche e fotografiche.40

Gli scienziati ancora stanno dipanando gli indizi dietro l'impatto di invecchiamento sulle risposte del tessuto e cellulari, che possono derivare da infiammazione incontrollata, un equilibrio alterato di sintesi delle proteine e degradazione e sugli effetti a valle successivi sul tasso e sulla qualità di guarigione arrotolata.41

Conclusione

L'acido lipoico ha dimostrato gli effetti biologici benefici di multiplo che gli rendono un must nel supplemento “cassetta portautensili di ogni essere umano di invecchiamento.„

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute del prolungamento della vita a 1-800-226-2370.

Riferimenti

1. BN di Ames, Shigenaga Mk, Hagen TM. Ossidanti, antiossidanti e le malattie degeneranti di invecchiamento. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 1° settembre 1993; 90(17): 7915-22.

2. Il completamento antiossidante di dieta di Miquel J. Can protegge da danno mitocondriale relativo all'età? Ann N Y Acad Sci. 2002 aprile; 959:508-16.

3. Liu J, E capa, Gharib, yuan W, et al. perdita di memoria in vecchi ratti è associato con decadimento mitocondriale del cervello e l'ossidazione di RNA/DNA: inversione parziale alimentando acetile-L-carnitina e/o R-alfa - acido lipoico. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 19 febbraio 2002; 99(4): 2356-61.

4. Obiettivi del Da ROS R, di Assaloni R, di Ceriello A. Molecular delle complicazioni vascolari diabetiche e nuove droghe potenziali. Obiettivi della droga di Curr. 2005 giugno; 6(4): 503-9.

5. Ceriello A. Le nuove comprensioni sullo sforzo ossidativo e le complicazioni diabetiche possono condurre ad una terapia antiossidante “causale„. Cura del diabete. 2003 maggio; 26(5): 1589-96.

6. Invecchiamento di Palaniappan AR, di Dai A. Mitochondrial ed il ruolo utile di acido alfa-lipoico. Ricerca di Neurochem. Settembre 2007; 32(9): 1552-8.

7. Liu J, Atamna H, Kuratsune H, BN di Ames. Ritardo del decadimento mitocondriale del cervello ed invecchiare con gli antiossidanti ed i metaboliti mitocondriali. Ann N Y Acad Sci. 2002 aprile; 959:133-66.

8. Hagen TM, Ingersoll RT, Lykkesfeldt J, et al. (R) - vecchi ratti integrati con acido alfa-lipoici ha migliorato la funzione mitocondriale, danno ossidativo in diminuzione ed ha aumentato il tasso metabolico. FASEB J. 1999 febbraio; 13(2): 411-8.

9. Hagen TM, Liu J, Lykkesfeldt J, et al. la acetile-L-carnitina d'alimentazione e l'acido lipoico ai vecchi ratti migliora significativamente la funzione metabolica mentre fanno diminuire lo sforzo ossidativo. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 2002; 99:1870-5.

10. Liu J, Killilea D, BN di Ames. decadimento ossidativo mitocondriale Età-collegato: Miglioramento di affinità obbligatoria e di attività del substrato dell'acetiltransferasi della carnitina in cervello alimentando a vecchi ratti acetile-L-carnitina e/o acido R-α-lipoico. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 2002; 99:1876-81.

11. Hagen TM, Moreau R, Suh JH, decadimento di Visioli F. Mitochondrial nel cuore del ratto di invecchiamento: Prova per miglioramento dal completamento dietetico con acetile-L-carnitina e/o acido lipoico. Ann NY Acad Sci. 2002;959:491-507.

12. JUNIOR di Rodriguez MC, di MacDonald, et al. effetti benefici di creatina, CoQ10 ed acido lipoico nei disordini mitocondriali. Nervo del muscolo. 2007 febbraio; 35(2): 235-42.

13. Shen W, Liu K, il tian C, et al. l'acido e la acetile-L-carnitina R-alfa-lipoici promuovono in modo complementare la biogenesi mitocondriale nei adipocytes murini 3T3-L1. Diabetologia. Gennaio 2008; 51(1): 165-74.

14. Imballatore L, Tritschler HJ, Wessel K. Neuroprotection dall'acido alfa-lipoico antiossidante metabolico. Med libero di biol di Radic. 1997;22(1-2):359-78.

15. Imballatore L, potenziale d'ossido-riduzione di Witt, Tritschler HJ. Acido alfa-lipoico come antiossidante biologico. Med libero di biol di Radic. 1995 agosto; 19(2): 227-50.

16. Jacob S, Henriksen EJ, AL di Schiemann, et al. potenziamento di disposizione del glucosio in pazienti con il diabete di tipo 2 da acido alfa-lipoico. Arzneimittelforschung. 1995 agosto; 45(8): 872-4.

17. Konrad T, Vicini P, Kusterer K, et al. le concentrazioni alfa-lipoiche nel lattato e nel piruvato del siero di diminuzioni del trattamento acido e migliora l'efficacia del glucosio in pazienti magri ed obesi con il diabete di tipo 2. Cura del diabete. 1999 febbraio; 22(2): 280-7.

18. Estrada DE, Ewart HS, Tsakiridis T, et al. stimolazione dell'assorbimento del glucosio dall'acido alfa-lipoico/acido tioctico del coenzima naturale: partecipazione degli elementi della via di segnalazione dell'insulina. Diabete. 1996 dicembre; 4(12): 1798-804.

19. Henriksen EJ. Eserciti l'addestramento e l'acido alfa-lipoico antiossidante nel trattamento di insulino-resistenza e di diabete di tipo 2. Med libero di biol di Radic. 1° gennaio 2006; 40(1): 3-12.

20. Henriksen EJ, Jacob S, Streeper RS, Fogt DL, Hokama JY, Tritschler HJ. Stimolazione da acido alfa-lipoico di attività di trasporto del glucosio in muscolo scheletrico dei ratti magri ed obesi di Zucker. Vita Sci. 1997;61(8):805-12.

21. Kamenova P. Improvement della sensibilità dell'insulina in pazienti con il diabete di tipo 2 mellito dopo la somministrazione orale di acido alfa-lipoico. Ormoni (Atene). Ottobre-dicembre 2006; 5(4): 251-8.

22. Ziegler D, Gries FA. acido Alfa-lipoico nel trattamento di neuropatia autonoma periferica e cardiaca diabetica. Diabete. Settembre 1997; 46 supplementi 2: S62-6.

23. Ruhnau kJ, Meissner HP, JUNIOR del finlandese, et al. effetti del trattamento orale di tre settimane con l'acido tioctico antiossidante (acido alfa-lipoico) nella polineuropatia diabetica sintomatica. Med di Diabet. 1999 dicembre; 16(12): 1040-3.

24. Ziegler D, Ametov A, Barinov A, et al. il trattamento orale con acido alfa-lipoico migliora la polineuropatia diabetica sintomatica: la prova di SYDNEY 2. Cura del diabete. 2006 novembre; 29(11): 2365-70.

25. Morcos m., Borcea V, Isermann B, et al. effetto di acido alfa-lipoico sulla progressione di danno endoteliale delle cellule ed albuminuria in pazienti con i diabeti melliti: uno studio esplorativo. Ricerca Clin Pract 2001 del diabete; 52:175-83.

26. Zhang WJ, uccello KE, ST di McMillen, LeBoeuf RC, Hagen TM, il completamento acido alfa-lipoico di Frei B. Dietary inibisce lo sviluppo aterosclerotico della lesione in apolipoproteina E-carente e nei topi ricevitore-carenti della lipoproteina dell'apolipoproteina E/low-density. Circolazione. 22 gennaio 2008; 117(3): 421-8.

27. Midaoui EA, Elimadi A, Wu L, Haddad PS, acido lipoico di de Champlain J. impedisce l'ipertensione, l'iperglicemia e l'incremento della produzione mitocondriale del superossido del cuore. J Hypertens. Marzo 2003; 16(3): 173-9.

28. Hager K, Kenklies m., McAfoose J, Engel J, mastica l'acido Alfa-lipoico del G. come nuova opzione del trattamento per la malattia-un di Alzheimer 48 mesi di analisi di seguito. Supplemento neurale del trasmettitore di J. 2007;72:189-93.

29. Holmquist L, Stuchbury G, Berbaum K, et al. acido lipoico come trattamento novello per il morbo di Alzheimer e demenze relative. Pharmacol Ther. Gennaio 2007; 113(1): 154-64.

30. Mastichi il G, Kuhla la B, Luth HJ, Arendt T, SR di Robinson. Difese antinvecchiamento contro il morbo di Alzheimer. Transazione di biochimica Soc. Dicembre 2003; 31 (pinta 6): 1397-9.

31. Fonte J, Miklossy J, Atwood C, la severità di Martins R. The del tipo cambiamenti di Alzheimer corticale è correlato positivamente con i amiloide-beta livelli aumentati: Resolubilization di amiloide-beta con i chelatori dello ione del metallo di transizione. J Alzheimers DIS. Aprile 2001; 3(2): 209-19.

32. PE di Jesudason, Masilamoni JG, Ashok BS, et al. effetti inibitori dell'amministrazione a breve termine del DL: - acido alfa-lipoico su vulnerabilità ossidativa indotta dalle fibrille dell'amiloide di Abeta (25-35) in topi. Mol Cell Biochem. 2008 aprile; 311 (1-2): 145-56.

33. Bharat S, Cochran BC, Hsu m., Liu J, BN di Ames, Andersen JK. Il pretrattamento con acido R-lipoico allevia gli effetti di svuotamento di GSH in cellule PC12: implicazioni per la terapia della malattia del Parkinson. Neurotoxicology. Ottobre 2002; 23 (4-5): 479-86.

34. Danno di Manda K, di Ueno m., di Anzai K. Memory, danno ossidativo e apoptosi indotti tramite radiazione dello spazio: Potenziale migliorativo di acido alfa-lipoico. Behav Brain Res. 5 marzo 2008; 187(2): 387-95.

35. Novotny L, Rauko P, acido di Cojocel C. alfa-Lipoico il potenziale per uso nella terapia del cancro. Neoplasma. 2008;55(2):81-6.

36. GM di Simbula G, di Columbano A, di Ledda-Columbano, generazione di Sanna L, di Deidda m., di Diana A, di Pibiri M. Increased ROS ed attivazione p53 da in apoptosi indotti da acido alfa-lipoici delle cellule del tumore epatico. Apoptosi. 2007 gennaio; 12(1): 113-23.

37. Le analisi di Larghero P, di Venè R, di Minghelli S, di Travaini G, di Morini m., di Ferrari N, di Pfeffer U, di Noonan dm, di Albini A, di Benelli R. Biological e l'analisi genomica rivelano la modulazione acida lipoica di comportamento endoteliale e di espressione genica delle cellule. Carcinogenesi. 2007 maggio; 28(5): 1008-20.

38. BM di Berkson, Rubin dm, Berkson AJ. La sopravvivenza a lungo termine di un paziente con cancro del pancreas con le metastasi al fegato dopo il trattamento con l'acido alfa-lipoico endovenoso/protocollo a basse dosi di naltrexone. Cancro Ther di Integr. Marzo 2006; 5(1): 83-9.

39. Vig-Varga E, Benson ea, Limbil TL, BM di Allison, Goebl MG, Harrington mA. l'acido Alfa-lipoico modula la crescita di superficie ovarica delle cellule epiteliali. Gynecol Oncol. Ottobre 2006; 103(1): 45-52.

40. Beitner H. Randomized, ciechi controllati con placebo e doppi studia sull'efficacia clinica di una crema che contiene l'acido alfa-lipoico di 5% relativo a photoageing della pelle facciale. Br J Dermatol. Ottobre 2003; 149 (4): 841-9.

41. Ashcroft GS, mulini SJ, Ashworth JJ. Invecchiando e guarigione della ferita. Biogerontology. 2002;3(6):337-45.

42. CS di Shen QW, di Jones, Kalchayanand N, Zhu MJ, effetto di Du M. di acido alfa-lipoico dietetico su crescita, composizione corporea, muscolo pH e fosforilazione Amp-attivata della chinasi proteica in topi. J Anim Sci. Novembre 2005; 83(11): 2611-17.

43. Spencer JP, Jenner P, Se di Daniel, Lees AJ, CC di Marsden, Halliwell B. Conjugates delle catecolamine con cisteina e GSH nella malattia del Parkinson: meccanismi possibili di formazione che comprendono le specie reattive dell'ossigeno. J Neurochem. Novembre 1998; 71(5): 2112-22.

44. Carlson DA, Smith AR, Fischer SJ, giovane chilolitro, imballatore L. Le farmacocinesi del plasma dell'acido lipoico della r (+) - amministrato come r del sodio (+) - lipoate ai soggetti umani in buona salute. Altern Med Rev. 2007 dicembre; 12(4): 343-51.

45. Carlson DA, giovane chilolitro, valutazione di Fischer SJ, di Ulrich H. An della stabilità e farmacocinesi del plasma di acido R-lipoico (RLA) e forme di dosaggio acide di R-dihydrolipoic (R-DHLA) in plasma umano dagli individui sani. In: Imballatore L, Patel m., eds. Acido lipoico: Produzione di energia, attività antiossidante ed effetti sulla salute. Londra, Inghilterra: Taylor & Francis Publishers; 2008:235-70.