Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine marzo 2008
Profilo di benessere

Nuovo mondo coraggioso: Percorso di Dott. Eric Braverman ad individuazione tempestiva ed al trattamento del declino conoscitivo

Da Dale Kiefer
Nuovo mondo coraggioso: Percorso di Dott. Eric Braverman ad individuazione tempestiva ed al trattamento del declino conoscitivo
Zero - 100 di 100 millisecondi

Per trenta anni, Eric Braverman, MD, è stato all'avanguardia di nuova razza dei medici, ardente un percorso verso un nuovo paradigma per medicina del XXI secolo. Il Dott. Braverman ha fondato la sua pratica popolare di New York, il posto per il raggiungimento della salute totale (PERCORSO medico), con l'intenzione di medicina convenzionale ed alternativa d'integrazione; e compiendo una necessità medica insoddisfatta di fondere neurologia, psichiatria, medicina interna e nutrizione.

Lungo la strada, ha trovato il tempo di pubblicare alcuni libri bestselling, di ospitare una manifestazione medica di argomenti sulla radio e di comparire sulla televisione nazionale che divide recentemente le sue comprensioni mediche con gli spettatori della Today Show e Tyra Banks Show, tra l'altro. Il Dott. Braverman inoltre dirige il fondamento del PERCORSO, un organismo di ricerca senza scopo di lucro dedicato alla diagnosi, la prevenzione ed il trattamento “di tutti gli aspetti dei disordini biochimici del cervello, con il fuoco specifico sull'impatto della malattia del cervello su salute globale.„1

E quel fuoco corpo/del cervello è stato un tema centrale in tutto la sua carriera distinta di tre-decade finora. Poichè il vecchio detto va, “una mente è una cosa terribile da sprecare,„ ed il Dott. Braverman acconsentirebbe indubbiamente. Come professionista integrante principale della medicina, ha lavorato instancabile per studiare i collegamenti intimi fra la mente ed il corpo e per capire come la funzione del cervello urta ogni aspetto di salute fisica.

La sua sincronizzazione è eccellente. Poichè i figli del baby boom invecchianti raggiungono l'età di pensionamento, molti stanno affrontando with gli effetti di demenza e del morbo di Alzheimer sui loro genitori o partner come rappresentato nel lungometraggio recente, a partire lei, da Julie Christie con protagonista, da Gordon Pinsent e da Olympia Dukakis. In questo film vivo, due coppie invecchianti lottano con gli effetti tragici del declino conoscitivo. È una storia che è tutto l'troppo abituato al Dott. Braverman.

Oltre al dolore ed alla lotta dei cari di sorveglianza soccombi a questa malattia degenerante, amici unafflicted ed i membri della famiglia sono lasciati spesso domandarsi se un simile destino li attende. Fortunatamente, il Dott. Braverman ed i colleghi hanno trasformato le andature enormi verso lo sfruttamento delle loro comprensioni il collegamento corpo/del cervello, facendo uso di questa conoscenza per contribuire ad impedire, diagnosticare e trattare lo spreco via delle menti che accompagna così spesso l'età d'avanzamento. E quella è buone notizie per ognuno.

ETÀ Statistica-e speranza per il futuro

Quando si tratta del tributo dell'invecchiamento sulla mente, nessuno è sicuro. Statisticamente parlando, siamo tutti a rischio di avere nostro spreco di menti via poichè invecchiamo. Ed il declino nell'acutezza mentale accadrà più presto di potreste pensare.

ETÀ Statistica-e speranza per il futuro

“Abbiamo trovato che la gente inizia la memoria perdente dall'età 50,„ diciamo il collega del Dott. Braverman, Kenneth Blum, il PhD, il professore ordinario dell'aggiunta nel dipartimento della fisiologia e la farmacologia al risveglio Forest University, Winston-Salem, Nord Carolina. “Ora che la gente sta vivendo più lungamente, stiamo vedendo più demenze,„ aggiunge. Il Dott. Blum, che è accreditato la scoperta “del gene di alcolismo,„ è co-fondatore, con il Dott. Braverman, del PERCORSO medico. In un articolo scientifico hanno pubblicato recentemente nell'ETÀ: Giornale dell'associazione americana di invecchiamento, DRS. Braverman e Blum notano che gli studi suggeriscono che 50% della gente che raggiunge l'età di 80 diventi demenza avanzata. A quel tasso, dice il Dott. Braverman, “ognuno finirebbe pazzo se vivessero abbastanza a lungo.„ Poichè è, la demenza è attualmente l'ottava inabilità principale negli Stati Uniti.2

Il Dott. Braverman ritiene che la diagnosi precoce sia critica perché la maggior parte delle forme di malattia sono esempi “dell'invecchiamento accelerato.„ Appena poichè è possibile impedire le malattie mortali, quali gli attacchi di cuore ed i cancri cervicali, con le selezioni della selezione del sangue, del pap test e di RMI, il Dott. Braverman ritiene che ora sia possibile individuare i segni in anticipo della malattia del cervello prima che si sviluppi in demenza o nel morbo di Alzheimer intrattabile. “Nessuno oltre 50 deve perdere la memoria o attenzione mentre invecchiano,„ dice il Dott. Braverman.

Una crisi incombente

C'è una crisi vera i nostri fronti della popolazione poichè il gruppo enorme dei figli del baby boom continua ad invecchiare. Che cosa accadrà quando la maggior parte dei maschi di canguro gigante di invecchiamento diventano conoscitivo disabili?

Fortunatamente, il Dott. Braverman ritiene che ci siano punti uno possano prendere per identificare e per rallentare o persino invertire idealmente, il corso dell'inizio conoscitivo di declino nelle sue fasi più iniziali. Per le tre decadi scorse, il Dott. Braverman ha concentrato negli ultimi anni la sua attenzione sul cervello, con importanza particolare sui problemi inerenti ai cervelli invecchianti.3,4 è venuto per osservare il cervello come “l'organizzatore olistico della salute del corpo intero; „ vede la salute del cervello come collegato inestricabile con quella del corpo, in misura raramente pienamente valutata dai clinici ordinari, che tendono a trattare i diversi organi o sistemi, piuttosto che tenendo conto delle ramificazioni delle correlazioni complesse fra i sistemi dell'organo.

Pausa per considerare il corpo e la mente di invecchiamento

Una parte integrante di approccio in previsione del futuro del Dott. Braverman comprende l'estensione del concetto di menopausa per comprendere varie “pause,„ che colpiscono sia gli uomini che le donne durante vita. Fra questi è “il andropause,„ che può già essere abituato ad alcuni lettori. Una volta che discutibile, ora ampiamente è riconosciuto che, tanto come le donne che subiscono “il cambiamento di vita,„ gli uomini di invecchiamento inoltre subiscono i cambiamenti significativi nei livelli di ormone.5-7 questi cambiamenti possono avere vasti effetti su benessere. I declini costanti nell'ormone di sesso maschile, testosterone, sono conosciuti “alterano l'umore, la memoria, la capacità concentrarsi ed il senso globale di vigore e di benessere che può interagire con una miriade di altri cambiamenti psicologici connessi con invecchiamento.„5 un altro esempio sono “il adrenopause,„ caratterizzato dai deficit in ormoni importanti quali DHEA e il pregnenolone.

Pausa per considerare il corpo e la mente di invecchiamento

Meno esperto, ma niente di meno plausibile, è il concetto novello “di electropause,„ o del rallentamento graduale dell'attività di brainwave. La misura precisa di questa attività forma la pietra angolare di nuovo approccio del Dott. Braverman all'identificazione ed a predire dei deficit conoscitivi iniziali. Altro ha proposto che “le pause„ comprendessero “lo psychopause,„ che comprende i cambiamenti relativi all'età nell'umore, nella personalità e nei livelli di ansia e “il somatopause,„ che è collegato con i livelli diminuenti di ormone umano della crescita. Non per coincidenza, la valutazione dell'ormone della crescita svolge un ruolo integrale sia nella diagnosi precoce che nel trattamento del declino conoscitivo, secondo paradigma coraggioso del Dott. Braverman il nuovo per salute del cervello.

Diagnostica del declino conoscitivo iniziale

Nell'articolo dell'ETÀ, 2 il Dott. Braverman ed i colleghi descrivono un'innovazione nella diagnosi del declino conoscitivo iniziale. Se ampiamente adottata, questa procedura semplice ed affidabile potrebbe trasformare gli uomini di modo e donna-e i medici che si preoccupano per invecchiamento di loro-approccio. Questa nuova procedura diagnostica semplice combina i dati da tre fonti:

  • Il primo è una forma di elettroencefalogramma automatizzato (elettroencefalogramma) conosciuto come “il potenziale in relazione con l'evento P300.„

  • In secondo luogo è una prova standardizzata di TOVA chiamato l'attenzione, comunemente usata diagnosticare il disturbo da deficit di attenzione. Le misure di verbale, di visivo, di immediato e la memoria di lavoro inoltre sono valutate.

  • Per concludere, una valutazione indiretta è fatta del livello di ormone della crescita del plasma del paziente.

Un modello matematico integra i dati da queste tre fonti, permettendo che i clinici identifichino i pazienti a rischio delle decadi conoscitive in anticipo di declino potenzialmente più presto della forza è altrimenti possibile. Questo nuovo metodo prognostico rappresenta un risultato significativo nella medicina antinvecchiamento. Come note di Dott. Braverman ironicamente in suo libro, più giovane voi: Sblocchi il potere nascosto del vostro cervello di guardare e ritenere 15 anni più giovane, “provando presto e spesso, potete prendere questa malattia mentre potete ancora ricordarti prendere le prove.„8

Zero - 100 di 100 millisecondi

Ogni pensiero, ogni decisione, ogni memoria affettuoso ricordata, o impulso che apparentemente casuale sperimentiamo, che siamo il risultato di attività elettrochimica nel cervello. Infatti, questa attività è così fondamentale a vita che la maggior parte delle nazioni ora definiscono la morte non dall'assenza di battito cardiaco o di respirazione, ma dall'assenza di attività elettrica del cervello.9

L'elettroencefalogramma del FASCIO (Brain Electrical Activity Mapping), sviluppato circa 15 anni fa a Harvard ed usato ordinariamente dal Dott. Braverman, è uno strumento specializzato, automatizzato, non invadente capace di misurazione dei questi impulsi per individuare il declino conoscitivo iniziale. Gli elettrodi sono disposti ai vari punti sulla testa. Una serie di stimoli, sotto forma di suoni o di luci inattesi, è presentata agli occhi o alle orecchie. Ogni stimolo suscita un'onda (conosciuta come l'onda P300) degli impulsi elettrochimici che viaggia dall'organo di senso pertinente verso la parte posteriore del cervello. Come uno scienziato lo mette: “L'onda P300 mostra le modifiche nell'attività di un neurone quale hanno luogo durante il processo conoscitivo…„10 come tale, è una specie di istantanea di cognizione nell'azione.

Zero - 100 di 100 millisecondi

L'estesa ricerca ha indicato che la latenza (o tempo di ritardo) fra la presentazione di uno stimolo — una luce intensa che interferisce sopra l'occhio, per istanza-e la reazione del cervello a quello stimolo è di 50 millisecondi (spettrografia di massa), o un-ventesimi di un secondo. Il cervello reagisce al suono in un decimo di un secondo. Il pensiero richiede spettrografia di massa circa 300 o circa i tre-decimi di un secondo in giovani adulti in buona salute. Sebbene, per essere più precisa, la latenza uguagli solitamente 300 più l'età di un oggetto. Quindi, un 50enne si penserebbe che registri un P300 di spettrografia di massa circa 350. Essenzialmente, il P300 è una misura di attività mentale. O per metterlo ancora più semplicemente: i tre-decimi di un secondo rappresenta “la velocità di pensiero.„

“Tenga presente,„ dice il Dott. Braverman, “abbiamo soltanto spettrografia di massa 100 da perdere nel corso delle nostre vite. Quello è appena un decimo di un secondo.„ Dopo una vita delle malattie, i traumi ed altri insulti, la velocità di elaborazione diminuisce (riflesso tramite un aumento nel punteggio di latenza P300) ed il cervello rallenta. Una mera spettrografia di massa 100 di tempo di ritardo supplementare fra lo stimolo e la reazione provoca un cervello fatalmente disfunzionale. “Prima che il pensiero prenda i quattro-decimi di un secondo, una persona è pazza,„ il Dott. Braverman osserva. Mentre non può provocare la morte, un tal declino lascia solitamente un paziente in uno stato che può essere caratterizzato come “i morti-così viventi pazzi essi non sono realmente vivi,„ dice il Dott. Braverman.

La procedura diagnostica del Dott. Braverman per il declino conoscitivo iniziale può contribuire ad impedire tali scenari diventare comune come “i maschi di canguro gigante„ invecchiano. Riunendo le informazioni sui cambiamenti nella latenza P300, i livelli di ormone della crescita e l'attenzione, lui ed i suoi colleghi hanno indicato che è possibile da predire attendibilmente che l'attuale ed il futuro diminuisce nella funzione conoscitiva. La tecnologia potrebbe servire da strumento che è particolarmente utile per i medici di linea di battaglia, sopra cui sta coltivando la pressione dare l'allarme per quanto riguarda il declino conoscitivo iniziale nel loro invecchiamento ma in pazienti altrimenti in buona salute.

Il collegamento dell'ormone della crescita

La maggior parte della gente è informata che la crescita normale di un bambino è orchestrata piuttosto dall'ormone umano della crescita (HGH). Ma il completamento dell'ormone della crescita fra le età di due e 18 anni aggiunge i soltanto circa due - tre pollici della crescita. Il Dott. Braverman è affettuoso di precisare che l'ormone della crescita è chiamata impropriamente. Per 80% della vostra vita, produrrete l'ormone della crescita, lui notate, malgrado il fatto che abbiate fermato la crescita al momento stabilito, da qualche parte intorno 18 anni. “Che è perché l'ormone è mislabeled,„ dice. “Dovrebbe essere “ormone della riparazione. “„ Mentre è vero che l'ormone della crescita è responsabile della crescita, inoltre serve le funzioni cruciali di manutenzione e della riparazione di salute durante vita. Come un gruppo degli scienziati celebri in un articolo pubblicato recente: “[H] il GH inoltre colpisce il metabolismo, funzione cardiaca ed immune, l'agilità mentale e l'invecchiamento.„11 inoltre, i livelli diminuenti di ormone della crescita sono stati associati con fare diminuire la massa magra del muscolo e l'aumento della massa di tessuto adiposo (grasso corporeo), con pelle d'assottigliamento negli individui di invecchiamento.12 in pratica, almeno la parte della tendenza relativa all'età a perdere la forza ed a guadagnare il giro può essere attribuita ai livelli di ormone della crescita diminuenti.

Ancora, l'ormone della crescita è associata intimamente con un ormone relativo, la crescita del tipo di insulina factor-1 (IGF-1), che, è significativamente capace di attraversamento della barriera ematomeningea. Entrambi sono ormoni anabolici. Per definizione, stimolano lo sviluppo della massa, della forza e del potere del muscolo. Ma i loro effetti sono più di grande portata di quello. “Sia il GH che IGF-1 colpiscono la cognizione e la biochimica nel cervello adulto,„13 ha scritto recentemente i ricercatori svedesi. Uno dei meccanismi da cui la acetile-L-carnitina contribuisce a proteggere da demenza è amplificando la produzione IGF-1.

In un altri articolo pubblicato, Dott. recentemente pubblicati W.E. Sonntag, co-author dell'ETÀ paper2 e un professore emerito nell'instituto di farmacologia e della fisiologia al risveglio Forest University School di medicina, note, “le carenze nel fare circolare GH/IGF-1 contribuiscono alla genesi di invecchiamento del cervello.„14 il Dott. Sonntag ha l'ormone della crescita studiata e IGF-1 per anni, pubblicando le numerose carte sui loro effetti nel corpo e, in particolare, nella loro relazione ad invecchiare.

In una carta più in anticipo, il Dott. Sonntag ed i colleghi hanno riferito sugli esperimenti con il completamento dell'ormone della crescita. “… Plasma IGF-1 di aumenti degli esseri umani dell'amministrazione dell'ormone della crescita… e risultati negli aumenti in muscolo scheletrico e massa magra del corpo, in una diminuzione dentro [grasso corporeo], nella funzione immune aumentata, nei miglioramenti nell'apprendimento e nella memoria e negli aumenti nella funzione cardiovascolare.„15

La conoscenza scientifica per quanto riguarda l'ormone della crescita e IGF-1-and le loro correlazioni complesse con il cervello, il corpo e invecchiamento-continua a evolversi. Ma il Dott. Braverman è convinto che l'ormone della crescita tenga una delle chiavi al ristabilimento del grado di vitalità ed a promuovere la riparazione nel corpo e nella mente di invecchiamento. “Ho visto i risultati sbalordenti con l'uso dei miei pazienti dell'ormone della crescita,„ scrivo il Dott. Braverman, in una dispensa fornita ai suoi pazienti, “compreso vigore, forza fisica e più fiducia nella maggior parte del compito difficile della vita d'avvicinamento: invecchiare con garbo.„ Il Dott. Braverman ritiene il quel, combinato con la droga dimiglioramento dell'osso, Forteo®, ormone della crescita rappresenta la conclusione della debolezza umana fra la gente più anziana sottile e emaciata.

In accordo con la sua filosofia di trattamento il corpo intero e della mente, “il cervello alle dita del piede,„ il Dott. Braverman adegua al suo trattamento i bisogni specifici di un individuo. Le terapie antinvecchiamento comprendono spesso il consiglio per quanto riguarda i miglioramenti nella nutrizione, nelle raccomandazioni per quanto riguarda gli integratori alimentari suggeriti e nei suggerimenti per quanto riguarda i cambiamenti appropriati di stile di vita, compreso i regimi di esercizio destinati per migliorare la brughiera globale. “Il PERCORSO a prolungamento della vita è chiaro ora che conosciamo che possiamo sostenere la buona funzione del cervello all'età di 100 e di là,„ il Dott. Braverman diciamo.

Conclusione

Il Dott. Braverman e colleghi sta ardendo un percorso ad un nuovo mondo coraggioso in cui l'età d'avanzamento non deve essere uguagliata con la memoria inevitabilmente venente a mancare, la potenza della mente di deterioramento e la senescenza inesorabile. Diagnosticando il declino conoscitivo iniziale con la valutazione dei cambiamenti nel punteggio della latenza P300, nei livelli di ormone della crescita e nell'attenzione, hanno indicato che è possibile intraprendere le azione dinamiche per conservare la sua salute del cervello prima che fosse troppo tardi.

“L'intervento iniziale dalla diagnosi accurata del declino conoscitivo in una regolazione clinica ridurrà l'incidenza di demenza,„ scrive il Dott. Braverman. “, Se gli interventi potessero essere implementati che avrebbero ritardato l'inizio di demenza entro due anni, ci sarebbero di conseguenza due milioni meno casi nel 2047. Il ritardo dei sintomi entro appena un anno provocherebbe 800.000 meno casi.„

Chiunque che sia stato confrontato mai con demenza in un caro può attestare indubbiamente al fatto che anche una vita conservata da questa malattia terribile certamente giustificherebbe gli sforzi alla diagnosi precoce. Nel film di Lionsgate, a partire da lei, il partner unafflicted in una coppia amorosa impressionante dalla malattia difurto, Alzheimer, è detto che guardare il progresso di malattia è come la sorveglianza delle luci esce uno per uno nelle finestre di grande casa. Forse un percorso del Dott. Braverman del giorno indicherà il modo un futuro più luminoso, in cui nessuno sarà costretto a guardare le luci interne uscire uno per uno.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute del prolungamento della vita a 1-800-226-2370.

Riferimenti

1. Disponibile a: http://www.pathmed.com/p/47.html. 31 ottobre 2007 raggiunto.

2. Il TH di Braverman ER, di Chen TJ, di Prihoda, et al. le ormoni della crescita del plasma, il potenziale P300 e la prova in relazione con l'evento delle variabili dell'attenzione (TOVA) sono preannunciatori neuroendocrinological importanti del declino conoscitivo iniziale in una regolazione clinica: Prova di sostegno dall'equazione strutturale che modella le stime di parametro (di SEM). ETÀ. 2007 maggio; 0161-9152 (stampa) 1574-4647 (online).

3. Braverman ER, Chen TJ, Schoolfield J, et al. la latenza in ritardo P300 correla con la prova anormale delle variabili dell'attenzione (TOVA) in adulti e predice il declino conoscitivo iniziale in una regolazione clinica.

Adv Ther. 2006 luglio-agosto; 23(4): 582-600.

4. Braverman ER, potenziale in relazione con l'evento di Blum K. P300 (latenza): un preannunciatore accurato di danno di memoria. Clin Electroencephalogr. 2003 luglio; 34(3): 124-39.

5. Braverman ER. Rompa il codice di cognizione per un più giovane, più astuto voi. In: Più giovane voi: sblocchi il potere nascosto del vostro cervello di guardare e ritenere 15 anni più giovane. New York, NY: McGraw-Hill; 2007.

6. ANNUNCIO di Mooradian, SG di Korenman. Gestione delle caratteristiche cardinali di andropause. J Ther. 2006 marzo-aprile; 13(2): 145-60.

7. SN di Seidman. Carenza ed umore del testosterone negli uomini di invecchiamento: interazioni patogene e terapeutiche. Psichiatria di biol del mondo J. 2003 gennaio; 4(1): 14-20.

8. Hochreiter WW, Ackermann dk, Brutsh HP. Andropause Ther Umsch. 2005 dicembre; 62(12): 821-6.

9. Randell TT. Considerazioni di ordine morale mediche e di morte cerebrale. Acta Anaesthesiol Scand. 2004 febbraio; 48(2): 139-44.

10. Hansenne M. Il potenziale in relazione con l'evento conoscitivo p300. I. Prospettive teoriche e psychobiologic. Neurophysiol Clin. 2000 agosto; 30(4): 191-210.

11. Lanning NJ, Carter-Unione Sovietica C. Recent avanza nella segnalazione dell'ormone della crescita. Rev Endocr Metab Disord. 2006 dicembre; 7(4): 225-35.

12. Rudman D, Feller AG, effetti dell'ormone umano della crescita in uomini oltre 60 anni. Med di N Inghilterra J. 5 luglio 1990; 323(1): 1-6.

13. Il ND di Aberg, Brywe il chilogrammo, Isgaard, J. Aspects dell'ormone della crescita e del fattore-Io del tipo di insulina della crescita si è riferito al neuroprotection, alla rigenerazione ed alla plasticità funzionale nel cervello adulto. Scientif mondo J. 2006 18 gennaio; 6:53-80.

14. Sonntag NOI, il Bennett C, l'ormone della crescita di Ingram R et al. e IGF-I moduliamo l'utilizzazione cerebrale locale del glucosio ed i livelli di ATP in un modello della carenza dell'ormone della crescita di adulto-inizio. J Physiol Endocrinol Metab. 2006 settembre; 291(3): E604-10.

15. Khan COME, CC equilibrata, Wannenburg T, et al. ormone della crescita, crescita del tipo di insulina factor-1 e l'apparato cardiovascolare di invecchiamento. Ricerca di Cardiovasc. 2002 aprile; 54(1): 25-35.