Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine maggio 2008
immagine

Livelli riduttori della betaina e della colina collegati con infiammazione

L'alta ingestione dietetica delle vitamine colina e betaina di B, trovata in vari pianta ed alimenti di animali, è collegata con i più bassi livelli ematici di indicatori infiammatori, secondo un rapporto recente.Gli indicatori infiammatori 1 sono stati associati con il rischio cardiovascolare di evento.

Più di 3.000 adulti in buona salute in Grecia hanno fornito informazioni per quanto riguarda la loro ingestione dietetica di colina e di betaina ed i campioni di sangue di digiuno sono stati provati a livelli di interleukin-6, di proteina C-reattiva (CRP), di fattore-alfa di necrosi del tumore (TNF-alfa) e di omocisteina.

Gli oggetti di cui l'assunzione della colina era in un terzo principale dei partecipanti hanno avuti i livelli di CRP che erano 22% più bassi, i livelli interleukin-6 che erano 26% più bassi e TNF-alfa livella che era 6% più bassi di quelli di cui l'assunzione è caduto in un terzo inferiore. Similmente, per quelli di cui la betaina livella erano nel terzo superiore, livelli dell'omocisteina erano 10% più bassi, i livelli di CRP erano 19% più bassi e l'TNF-alfa livella era 12% più basso, rispetto ai partecipanti al terzi inferiore.1

Se ulteriori studi confermano questi risultati, “un nuovo approccio dietetico interessante può essere disponibile per la riduzione delle malattie croniche connesse con infiammazione.„2

— Dayna Dye

Riferimento

1. DB di Detopoulou P, di Panagiotakos, colina di Antonopoulou S, di Pitsavos C, di Stefanadis C. Dietary e assunzioni della betaina relativamente alle concentrazioni di indicatori infiammatori in adulti in buona salute: lo studio di Attica. J Clin Nutr. 2008 febbraio; 87(2): 424-30. 2. Zeisel SH. C'è una nuova componente della dieta Mediterranea che riduce l'infiammazione? J Clin Nutr. 2008 febbraio; 87(2): 277-8.

I supplementi del calcio avvantaggiano l'osso adolescente

Completando le ragazze adolescenti con il calcio aumenta significativamente il loro tenore di minerale dell'osso nel corso di 18 mesi, secondo un nuovo rapporto dal giornale americano di Nutrition.* clinico

I ricercatori hanno iscritto 96 ragazze di 11-12 anni, di cui l'assunzione del calcio ha stato in media 636 mg/giorno. Le ragazze hanno ricevuto una bevanda che contiene il calcio di mg 792 dal malato del citrato del calcio o un placebo per 18 mesi, seguito da un biennio durante cui non hanno ricevuto supplementi.

Alla conclusione del periodo di 18 mesi, le ragazze che hanno ricevuto calcio supplementare hanno avvertito gli aumenti significativamente maggiori del tenore di minerale dell'osso a tutti i siti eccetto l'anca. Ancora, la densità minerale ossea inoltre è aumentato a tutti i siti nel gruppo completato rispetto a placebo; tuttavia, per la fine dello studio a 42 mesi, queste differenze più non sono state osservate.

Gli scienziati hanno concluso che il completamento del calcio è efficace nel miglioramento della mineralizzazione dell'osso durante la crescita e suggerisce che il calcio dovesse essere preso continuamente affinchè i suoi benefici fosse mantenuto.

Questi risultati suggeriscono che completare con il calcio possa fornire un inizio iniziale ad impedire l'osteoporosi.

— Dayna Dye

Riferimento

* HL di Lambert, Eastell R, Karnik K, Russell JM, Barker ME. Accrescimento minerale di completamento e dell'osso del calcio in ragazze adolescenti: i 18 Mo hanno randomizzato la prova controllata con seguito di 2 y. J Clin Nutr. 2008 febbraio; 87(2): 455-62.

Il completamento di DHEA migliora gli indicatori cardiovascolari negli uomini

Il completamento di DHEA migliora gli indicatori cardiovascolari negli uomini

Il completamento con il deidroepiandrosterone (DHEA) migliora gli indicatori del sangue del rischio della malattia cardiovascolare negli uomini, secondo gli scienziati recenti di un report.* precedentemente ha proposto che DHEA possa contrastare lo sviluppo di aterosclerosi aumentando la produzione dell'ossido di azoto, che promuove il rilassamento delle cellule di muscolo liscio che allineano i vasi sanguigni.

Gli uomini ventiquattro, età media 65 anni, sono stati assegnati a caso per ricevere ciecamente o 50 mg DHEA al giorno, o il placebo, per due numerose variabili di months.* è stato valutato alla linea di base e dopo il trattamento, compreso i livelli di lipidi del sangue, il testosterone e la concentrazione ciclica nella guanosina monofosfato della piastrina (cGMP) (un indicatore di produzione dell'ossido di azoto).

I parametri del gruppo del placebo sono rimanere identicamente. Ma DHEA ha completato oggetti gli importante crescite sperimentati in testosterone e nel cGMP e diminuzioni significative in lipoproteina a bassa densità (LDL) ed in un indicatore di infiammazione. “Questi risultati… suggeriscono che il completamento cronico di DHEA abbia esercitato gli effetti antiatherogenic, specialmente negli oggetti anziani che visualizzano i livelli di circolazione di minimo di questo ormone,„ ricercatori conclusivi.

— Dale Kiefer

Riferimento

* Martina V, Benso A, Gigliardi VR, et al. trattamento a breve termine del deidroepiandrosterone aumenta la produzione del cGMP della piastrina nei soggetti di sesso maschile anziani. Clin Endocrinol (Oxf). 2006 marzo; 64(3): 260-4.

Innovazione in ingegneria del cuore di Bioartificial

Innovazione in ingegneria del cuore di Bioartificial

In un nuovo rapporto notevole, i ricercatori hanno annunciato che hanno rianimato con successo i cuori morti del ratto introducendo le cellule prese dal ratto neonato hearts.*

I cuori dai ratti eutanasizzati sono stati spogliati dei loro rivestimenti cellulari giù alle strutture di sostegno di fondo del collagene, che hanno funto da una specie di armatura cellulare per “i cuori bioartificial.„ Le cellule del cuore prese dai ratti neonati poi sono state iniettate nei cuori spogliati. Le cellule cardiache e endoteliali hanno migrato per appropriarsi le strutture ed hanno stabilito i tessuti ed i vasi sanguigni nuovissimi. I ricercatori successivamente hanno applicato una breve scossa esterna. Nei giorni, le contrazioni microscopiche hanno accaduto; in due settimane, i cuori stavano battendo abbastanza forte per essere osservati a occhio nudo.

Sebbene i cuori pompino debolmente, muovendo un volume di liquido approssimativamente equivalente ad un quarto di un volume cardiaco normale neonato, alle implicazioni profonde delle tenute approfondite di esperimento per rigenerazione futura dell'organo e del tessuto e ricerca della sostituzione.

— Dale Kiefer

Riferimento

* Ott HC, ST di Matthiesen, Goh SK, et al. matrice di aspersione-decellularized: facendo uso della piattaforma della natura al cuore bioartificial dell'AT. "A". Nat Med. 2008 13 gennaio [Epub davanti alla stampa].

Gli scienziati raggiungono l'estensione record della durata nell'organismo semplice

Gli scienziati raggiungono l'estensione record della durata nell'organismo semplice

In uno studio recente, i ricercatori dell'università della California del Sud riferiscono che la combinazione di restrizione dietetica e di tramortire due geni ha permesso che il lievito del panettiere vivesse più lungamente 10 volte della sua vita normale portata-senza tutti gli effetti contrari.1

Gli scienziati hanno tramortito RAS2 e SCH9, geni che erano stati trovati per promuovere invecchiare nel lievito e nel cancro in esseri umani.1 uno studio del compagno ha rivelato che questi stessi knock-out genetici hanno invertito un modello del lievito delle sindromi fioritura/di Werner, delle malattie caratterizzate dall'invecchiamento accelerato e di un'incidenza aumentata di cancro.2 il gruppo di ricerca attualmente stanno studiando una popolazione umana nell'Ecuador con le simili mutazioni.

La ricerca precedente ha indicato che i topi con una simile mutazione hanno sopravvissuto a 30% oltre la loro portata di vita normale mentre erano protetti da osteoporosi e da da cardiomiopatia indotta da invecchiamento.3

Gli scienziati sperano che i ricercatori uso che giorno la conoscenza ha guadagnato in questi studi “per riprogrammare la prevenzione delle malattie.„

— Dayna Dye

Riferimento

1. Wei m., Fabrizio P, Hu J, et al. estensione della durata dalla restrizione di caloria dipende da Rim15 e dai fattori di trascrizione a valle di Ras/PKA, del tor e di Sch9. PLoS Genet. 2008 gennaio; 4(1): e13. 2. Il Madia F, Gattazzo C, Wei m., et al. mutazione di longevità in SCH9 impedisce gli errori di ricombinazione e l'instabilità genomica prematura in un sistema-modello fioritura/di Werner. Cellula Biol. di J. 14 gennaio 2008; 180(1): 67-81. 3. Yan L, Vatner DE, O'Connor JP, et al. il tipo 5 longevità di aumenti di rottura di adenilil ciclasi e protegge dallo sforzo. Cellula. 27 luglio 2007; 130(2): 247-58.

Il licopene ferma BPH nelle sue piste

Il completamento con il licopene del carotenoide rallenta la crescita dell'iperplasia prostatica benigna (BPH) negli uomini, secondo un report.* recente sebbene uno stato benigno, BPH sia considerato un fattore di rischio per l'ultimo sviluppo di carcinoma della prostata.

Gli scienziati hanno iscritto 40 uomini senza Cancro con BPH ed i livelli prostatico specifici dell'antigene del siero (PSA) di più maggior di 4,0 mcg/L.

Gli uomini sono stati randomizzati per ricevere il licopene di mg 15 o il quotidiano del placebo per sei mesi.

Gli uomini che hanno ricevuto il licopene sperimentato hanno fatto diminuire i livelli di PSA, mentre il gruppo del placebo non ha visto cambiamento. L'ingrandimento della prostata si è presentato nel gruppo del placebo, ma non nel gruppo del licopene. I sintomi di BPH hanno migliorato più nel gruppo del licopene rispetto a placebo.

La ricerca è il primo studio clinico controllato per riferire che il licopene inibisca la progressione di BPH. Il licopene può lavorare inibendo l'alfa riduttasi 5 e la segnalazione interleukin-6 e le sue proprietà antiossidanti possono contribuire ad impedire la proliferazione delle cellule ed il ritocco nella prostata.

— Dayna Dye

Riferimento

* Schwarz S, Obermüller-Jevic UC, Hellmis E, Koch W, Jacobi G, Biesalski HK. Il licopene inibisce la progressione di malattia in pazienti con l'iperplasia benigna della prostata. J Nutr. 2008 gennaio; 138(1): 49-53.