Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine novembre 2008
immagine

Gli isoflavoni della soia, curcumina potenziano per contrastare il cancro del pancreas

Gli isoflavoni e la curcumina della soia funzionano insieme per fare diminuire l'attivazione dei geni che aiutano le cellule tumorali a sopravvivere a e potrebbero contribuire ad evitare il cancro del pancreas, un nuovo cancro del pancreas di studio reveals.* rimane la quarta causa principale delle morti del cancro e le efficaci strategie del trattamento e di prevenzione notevolmente sono necessarie.

Si noti che l'incidenza del cancro del pancreas è relativamente bassa fra gli asiatici, i ricercatori americani si sono domandati se gli elementi dietetici asiatici tradizionali, quali gli isoflavoni della soia e la curcumina potessero offrire l'attività anticancro.

Gli scienziati hanno aggiunto gli isoflavoni e la curcumina, individualmente e in associazione, alle colture cellulari del cancro del pancreas. I loro risultati hanno rivelato che “l'inibizione di crescita delle cellule e di induzione degli apoptosi [suicidio cellulare] era significativamente maggior nel gruppo di combinazione che potrebbero essere raggiunti da qualsiasi agente da solo.„

Gli isoflavoni e la curcumina della soia possono lavorare sopprimendo l'attività della fattore-kappa nucleare la B (N-F-KB), di un regolatore chiave delle risposte immunitarie infiammatorie e che è creduto per svolgere un ruolo importante nella progressione di cancro.

— Dale Kiefer

Riferimento

* Wang Z, Desmoulin S, Banerjee S, et al. effetti sinergici dei prodotti naturali multipli in cellule di cancro del pancreas. Vita Sci. 15 agosto 2008; 83 (7-8): 293-300.

Il licopene abbassa i lipidi, rallenta l'accumulazione di placca aterosclerotica

Il licopene ha rallentato lo sviluppo di aterosclerosi in conigli ha alimentato una dieta ad alta percentuale di grassi, simile agli effetti delle fluvastatine, un nuovo licopene di studio reports.* è un carotenoide trovato agli alti livelli in pomodori che ha un effetto antiossidante. Le droghe di statina come le fluvastatine impediscono l'aterosclerosi sopprimendo l'accumulazione e l'ossidazione di lipoproteina a bassa densità (LDL).

Quaranta conigli sono stati trattati in uno di cinque gruppi: una dieta standard (controllo), una dieta ad alta percentuale di grassi da solo, una dieta ad alta percentuale di grassi con 4 mg/kg o 12 mg/kg del licopene, o una dieta ad alta percentuale di grassi con le fluvastatine di 10 mg/kg.

Dopo otto settimane, tutti i gruppi curati hanno avuti significativamente livelli più bassi di colesterolo, di trigliceridi e di LDL totali rispetto alla dieta ad alta percentuale di grassi sola. Sia il licopene che le fluvastatine hanno ridotto la formazione di placche aterosclerotica, ma il licopene era superiore alle fluvastatine per i livelli di lipidi diminuenti, LDL ossidato ed infiammazione.

In generale, gli autori concludono, “questi risultati forniscono una spiegazione razionale teorica per l'uso di licopene come droga preventiva e terapeutica nell'aterosclerosi.„

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Hu MIO, Li YL, Jiang CH, Liu ZQ, Qu SL, Huang YM. Confronto degli effetti di fluvastatine e del licopene su aterosclerosi indotta da una dieta ad alta percentuale di grassi in conigli. Nutrizione. 26 giugno 2008.

Il resveratrolo rallenta l'invecchiamento nei topi

Il resveratrolo rallenta l'invecchiamento nei topi

Il resveratrolo, un composto trovato in uva rossa ed altri alimenti, attenua gli effetti di invecchiamento nei topi, * simili ai benefici precedentemente trovati con le diete a basso tenore di calorie. La ricerca ha indicato che il resveratrolo estende la durata di lievito, dei vermi, delle mosche e del pesce sicuri.

I topi sperimentali sono stati trattati con la restrizione dietetica (alimentazione un giorno sì ed uno no), una dieta di alto-caloria, o una dieta standard (di controllo), ogni gruppo qualsiasi con o senza i resveratroli. Indipendentemente dalla dieta, dal completamento di resveratroli per circa una malattia cardiovascolare relativa all'età soppressa anno, dall'osteoporosi, dalle cataratte e dal declino nella coordinazione motoria, simile alla restrizione dietetica. In topi trattati, i tessuti del muscolo e del fegato hanno somigliato a quelli in più giovani animali.

I benefici dei resveratroli possono essere dovuto gli effetti antiossidanti ed antinfiammatori. I resveratroli possono diventare utili in esseri umani da imitare alcuni degli effetti benefici della restrizione dietetica senza realmente fare diminuire l'apporto calorico.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Pearson kJ, Baur JA, Lewis KN, et al. resveratroli ritarda il deterioramento relativo all'età ed imita gli aspetti trascrizionali della restrizione dietetica senza durata d'estensione. Cellula Metab. 2 luglio 2008.

I broccoli riducono il rischio di carcinoma della prostata

Gli studi epidemiologici suggeriscono che gli uomini che consumano almeno un servizio delle verdure crocifere alla settimana (per esempio broccoli, cavolfiore, cavolo, ecc.) sono meno probabili sviluppare la prostata cancer.* che ha creduto che i composti chimici chiamati isothiocyanates siano responsabili di questo effetto protettivo, ma gli sforzi capire i meccanismi sul lavoro precedentemente abbiano compreso i modelli della cultura o dell'animale del tessuto. Ora, uno studio di un anno con i volontari umani più ulteriormente ha illuminato questo fenomeno sotto conditions.* in vivo

Oggetti a caso assegnati britannici dei ricercatori per consumare di una dieta ricca di broccoli o ricca di pisello di controllo per 12 mesi. Le prostate degli oggetti sono state biopsiate prima che, durante e dopo che il periodo di studio e le differenze nell'espressione genica sono stati controllati. Le analisi hanno rivelato che più cambiamenti nell'espressione genica si sono presentati fra gli uomini della sulla dieta ricca di broccoli, raggiungente il significato entro sei mesi.

“Il risultato di consumo dei broccoli… [s] nei cambiamenti del complesso a segnalare le vie connesse con infiammazione e carcinogenesi nella prostata,„ ha concluso i ricercatori. Questi cambiamenti nell'espressione genica possono rappresentare l'osservazione che “le diete ricche di verdure crocifere possono ridurre il rischio di carcinoma della prostata e di altra malattia cronica.„

— Dale Kiefer

Riferimento

* Traka m., Gasper avoirdupois, Melchini A, et al. consumo dei broccoli interagisce con GSTM1 per perturbare le vie di segnalazione oncogene nella prostata. PLoS UNO. 2 luglio 2008; 3(7): e2568.

L'estratto del melograno inibisce l'infiammazione

L'estratto del melograno inibisce l'infiammazione

L'estratto del melograno ha inibito l'attività infiammatoria nel sangue isolato dal melograno trattato di rabbits.* è conosciuto per avere proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie utili.

In questo studio, quattro conigli sono stati dati 10 ml di estratto della frutta del melograno (equivalente a 175 ml di succo del melograno) e due animali di controllo hanno ricevuto l'acqua. Il sangue è stato raccolto due ore più successivamente ed è stato incubato con gli enzimi del ciclo-ossigenasi (COX-1 e COX-2, in questione nell'infiammazione) o con le cellule della cartilagine del coniglio (chondrocytes) per verificare l'effetto di sangue melograno-trattato sui processi infiammatori.

I campioni del plasma dai conigli trattati hanno inibito significativamente COX-1 e particolarmente l'attività COX-2 rispetto a plasma non trattato. I campioni trattati del plasma inoltre hanno inibito la produzione dei mediatori infiammatori ossido di azoto e della prostaglandina E2 nei chondrocytes.

Gli autori ritengono che queste azioni suggeriscano un ruolo futuro nel trattamento dell'artrite: “… il consumo di estratto della frutta del melograno può essere utile nell'inibizione da ripartizione della cartilagine e dalla della produzione indotte da stimoli infiammatorie dei mediatori infiammatori nell'artrite.„

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Shukla m., Gupta K, Rasheed Z, KA di Khan, Haqqi TM. Costituenti di Bioavailable/metaboliti del melograno (punica granatum L) inibisce preferenziale l'attività COX2 ex vivo e produzione di IL-1beta-induced PGE2 nei chondrocytes umani in vitro. J Inflamm (Lond). 13 giugno 2008; 5: 9.

La restrizione di caloria fa diminuire lo sforzo ossidativo, aumenta la durata

I benefici salutari della restrizione di caloria possono essere collegati con lo sforzo ossidativo in diminuzione connesso con il consumo delle meno calorie, piuttosto di quanto l'apporto energetico in diminuzione da solo, secondo una nuova restrizione di caloria di report.* estende la durata in animali da esperimento ed è stato associato con le numerose indennità-malattia in esseri umani.

I ricercatori studiati hanno invecchiato i topi, che hanno ricevuto una dieta a basso tenore di calorie, o i ricchi di una dieta a basso tenore di calorie in prodotti finiti avanzati di glycation (età). Le età inducono lo sforzo ossidativo, che è correlato con disfunzione dell'organo e la durata in diminuzione.

I vecchi topi hanno alimentato la dieta di ridurre-caloria merlettati con gli indicatori del sangue sviluppati le età dello sforzo ossidativo, seguiti da insulino-resistenza, danno del rene e del cuore e longevità in diminuzione. I topi virtualmente identici, che hanno consumato la dieta a basso tenore di calorie semplice, non hanno avvertito tali segni dello sforzo ossidativo ed hanno vissuto più lungamente delle loro controparti.

“Di conseguenza,„ ha concluso i ricercatori, “gli effetti benefici della dieta di a [caloria limitata] può essere collegato parzialmente con l'assunzione riduttrice dell'ossidante, un determinante principale di stato dell'ossidante nei topi di invecchiamento, piuttosto di quanto l'apporto energetico in diminuzione.„

— Dale Kiefer

Riferimento

* Cai W, JC, Zhu L, et al. glycotoxins orali determina gli effetti della restrizione di caloria sullo sforzo dell'ossidante, sulle malattie relative all'età e sulla durata. J Pathol. 2008 agosto; 173(2): 327-36.