Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine ottobre 2008
immagine

I cambiamenti di stile di vita alterano Gene Expression negli uomini con carcinoma della prostata

I miglioramenti di stile di vita hanno un effetto benefico su espressione genica negli uomini con carcinoma della prostata, secondo uno studio pilota pubblicato negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze. *

Trenta uomini con carcinoma della prostata a basso rischio che aveva optato per sorveglianza attiva della loro malattia invece del trattamento radioattivo o della chirurgia hanno partecipato allo studio. Per tre mesi, i partecipanti hanno consumato un intero alimento, la dieta basata a pianta e a bassa percentuale di grassi (<10% delle calorie quotidiane come grasso); esercitato sei giorni/settimana; e gestione dello stress quotidiana praticata. Le diete sono state completate giornalmente con il tofu (da soia), la proteina di soia, olio di pesce di mg 3.000, selenio di mcg 200, vitamina C di mg 2.000 e una vitamina E. da 100 IU.

L'espressione genica nelle biopsie iniziali della prostata è stata paragonata ai campioni ottenuti dopo tre mesi dei cambiamenti di stile di vita. Quarantotto geni, compreso quelli con gli effetti malattia-preventivi, sono stati trovati su-per essere regolati e 453 geni, compreso i geni in questione nel cancro ed in altre malattie, giù-sono stati regolati dopo l'intervento. Indice di massa corporea, pressione sanguigna, lipidi, circonferenza della vita e salute mentale anche migliore significativamente.

“I cambiamenti intensivi di stile di vita e di nutrizione possono modulare l'espressione genica nella prostata,„ gli autori conclusivi.

— Dayna Dye

Riferimento

* Ornish D, Magbanua MJ, Weidner G, et al. cambia nell'espressione genica della prostata negli uomini che subiscono una nutrizione e un intervento intensivi di stile di vita. Proc Acad nazionale Sci S.U.A. 17 giugno 2008; 105(24): 8369-74.

L'estratto della foglia del carciofo riduce il colesterolo

L'estratto della foglia del carciofo riduce il colesterolo

L'estratto della foglia del carciofo ha ridotto i livelli di colesterolo dopo tre mesi del completamento in estratti di adults.* di foglia del carciofo contiene i flavonoidi, che sono conosciuti per ridurre il rischio di malattia cardiovascolare impedendo l'accumulazione dei depositi grassi nelle arterie. Gli estratti del carciofo sono utilizzati in Europa per migliorare la digestione.

In questo studio, 73 volontari con relativamente ricco in colesterolo ma buona salute hanno preso altrimenti 1.280 mg dell'estratto o del quotidiano del placebo per 12 settimane. All'estremità di studio, il colesterolo totale era significativamente più basso nel gruppo completato, con una diminuzione media di 4% rispetto al gruppo del placebo, che ha avvertito un aumento medio di 2%.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Bundy R, camminatore AF, Middleton RW, Wallis C, Simpson HC. L'estratto della foglia del carciofo (cynara scolymus) riduce il colesterolo del plasma in adulti ipercolesterolemici altrimenti in buona salute: un placebo cieco randomizzato e doppio ha controllato la prova. Phytomedicine. 16 aprile 2008.

Il cardo selvatico di latte può impedire l'aterosclerosi

In uno studio recente, il cardo selvatico di latte l'estratto della frutta che ha inibito l'ossidazione di lipoproteina a bassa densità (LDL) in un cardo selvatico di latte della coltura cellulare assay.* è la fonte di complesso di silimarina, usata spesso per trattare le malattie del fegato. L'ossidazione di LDL è un primo punto importante nell'aterosclerosi.

L'ossidazione di LDL è stata indotta chimicamente nelle colture cellulari e l'estratto del cardo selvatico di latte si è aggiunto per determinare il suo effetto. L'estratto del cardo selvatico di latte (silimarina) ha inibito l'ossidazione di LDL da fino a 86% confrontato senza il trattamento. Più ulteriormente, un silibinin chiamato componente specifica del cardo selvatico di latte ha inibito l'adesione delle cellule (monociti) LDL ossidato. Entrambi gli effetti erano dipendenti dalla dose, significando che le dosi elevate hanno offerto un più notevole beneficio.

Se questi risultati sono verificati in animali ed in esseri umani, offrono la grande promessa nel trattamento della malattia cardiovascolare. Gli autori concludono, “è possibili che l'estratto pronto dai frutti di una pianta facilmente accessibile potrebbe essere utile da impedire la progressione degli eventi aterosclerotici.„

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Wallace S, Vaughn K, Stewart BW, et al. gli estratti del cardo selvatico di latte inibisce l'ossidazione di adesione ricevitore-dipendente del monocito della lipoproteina a bassa densità (LDL) e dell'organismo saprofago successivo. Alimento chim. di J Agric. 11 giugno 2008; 56(11): 3966-72.

Tempo di intraprendere tempo

Tempo di intraprendere tempo

Per ridurre significativamente la malattia, dobbiamo rallentare il processo di invecchiamento, secondo gli esperti che riferiscono in British Medical Journal.1,2

“Il cambiamento nella strategia che stiamo richiedendo richiede un attacco sistematico ad invecchiamento stesso,„ essi scrive. “La prova… suggerisce che tutte le cose viventi, compreso gli esseri umani, possiedano i meccanismi biochimici che influenzano quanto invecchiamo rapidamente e che sono regolabili.„1

dovuto una maggior speranza di vita in paesi sviluppati, l'incidenza delle malattie aumentata relative ad invecchiare ha aumentato drammaticamente le spese sanitarie. Se una portata duratura si combina con salute, potrebbe provocare una serie di benefici economici, sociali ed altri. Ulteriore ricerca è necessaria aumentare la conoscenza del processo di invecchiamento e della sua relazione ai processi di malattia.1

Alliance per la ricerca invecchiante ha rivolto al congresso investire annualmente tre miliardo dollari nella ricerca che aumenterebbe la nostra comprensione della biologia di invecchiamento. “A coloro che chiede, “possiamo permetterci di investire più in tale ricerca? “„ Il professor Colin Farrelly scrive, “possiamo rispondere: “Possiamo realmente permetterci di non affrontare l'invecchiamento? “La risposta è chiaramente no„2

— Dayna Dye

Riferimento

1. Butler Marina militare, Miller RA, sidro di pere D, et al. Nuovo modello della promozione della salute e della prevenzione delle malattie per il XXI secolo. BMJ. 8 luglio 2008; 337: a399.
2. Farrelly C. Il tempo è venuto ad intraprendere tempo stesso? BMJ. 8 luglio 2008; 337: a414.

Il tè verde migliora la funzione endoteliale

Il tè verde migliora la funzione endoteliale

Il tè verde bevente migliora la funzione endoteliale negli uomini e le donne, secondo una nuova disfunzione di study.* delle cellule endoteliali che allineano i vasi sanguigni è un evento critico nello sviluppo di aterosclerosi, che può condurre ad attacco di cuore ed al colpo.

Tè verde amministrato scienziati, caffeina, o acqua calda (placebo) a 14 partecipanti in buona salute con un'età media di 30 anni in tre occasioni separate. La metà degli oggetti era fumatori.

La funzione endoteliale è stata valutata facendo uso della dilatazione flusso-mediata dell'arteria brachiale prima dell'assunzione di ogni sostanza e a 30, 90 e 120 minuti.

La caffeina e l'acqua calda non hanno reso gli effetti significativi, ma c'era un aumento del picco di 4% nella dilatazione dipendente dall'endotelio dell'arteria brachiale 30 minuti dopo che gli oggetti hanno consumato il tè verde.

“Il consumo del tè verde ha un effetto benefico acuto sulla funzione endoteliale,„ gli autori conclusivi. “Questo può partecipare all'effetto benefico di tè sul rischio cardiovascolare.„

— Dayna Dye

Riferimento

* Alexopoulos N, Vlachopoulos C, Aznaouridis K, et al. L'effetto acuto del consumo del tè verde sulla funzione endoteliale in individui in buona salute. EUR J Cardiovasc Prev Rehabil. 2008 giugno; 15(3): 300-5.

Bassi livelli di vitamina D connessi con mortalità prematura

I bassi livelli ematici di vitamina D sono associati con un rischio aumentato di morte prematura, secondo la ricerca pubblicata negli archivi di medicina interna. * Un 50% stimato degli individui più anziani in Nord America non ha stato soddisfacente di vitamina D.

I ricercatori hanno misurato più di 3.000 livelli della vitamina D dei partecipanti e li hanno seguiti per circa otto anni. Rispetto a coloro che ha avuto i livelli ematici di vitamina D, quelli con i più bassi livelli erano molto più probabili morire dalla malattia cardiovascolare e da tutte le cause.

Il ricercatore Harald Dobnig, MD, dell'università medica di Graz, l'Austria, ha detto a prolungamento della vita che dalla presentazione del loro studio per la pubblicazione, il suo gruppo ha eseguito le analisi supplementari sui loro dati. “Potevamo dimostrare che lo stato basso di vitamina D ha avuto altri effetti negativi significativi in termini di incidenza di cancro, del colpo, della morte cardiaca improvvisa e della morte di infarto,„ abbiamo detto il Dott. Dobnig.

Sulla base dei loro risultati, i ricercatori raccomandano un livello di hydroxyvitamin D del siero 25 ≥20 di ng/ml (50 nmol/L) per manutenzione di salute generale.

— Marc Ellman, MD

Riferimento

* Dobnig H, Pilz S, Scharnagl H, Renner W, et al. associazione indipendente del hydroxyvitamin basso d del siero 25 e livelli 1,25 di dihydroxyvitamin d con mortalità per tutte le cause e cardiovascolare. Med dell'interno dell'arco. 23 giugno 2008; 168(12): 1340-9.

DHA migliora la funzione conoscitiva dei bambini

DHA migliora la funzione conoscitiva dei bambini

Il completamento dell'acido docosaesaenoico (DHA) in bambini in buona salute migliora le misure della funzione conoscitiva, secondo uno studio multicentrico Stati Uniti study.* DHA, di un acido grasso omega-3 trovato nel cervello, è cruciale per lo sviluppo.

In questo studio, 175 bambini di quattro anni in buona salute sono stati reclutati da 11 sito differente ed a caso sono stati assegnati per ricevere DHA 400 mg/giorno o placebo per quattro mesi. Quattro prove della funzione conoscitiva sono state eseguite prima e dopo il completamento.

All'estremità di studio, il livello di DHA nel sangue è aumentato 300% nel gruppo curato. L'analisi statistica ha mostrato un'associazione significativa fra un di più alto livello di DHA nel sangue e la prestazione migliore sulla prova di vocabolario dell'immagine di Peabody, che misura la comprensione ed il vocabolario d'ascolto. Per ogni aumento di 1% nel sangue DHA, il rango di percentile sulla prova conoscitiva è migliorato da fino a nove punti.

I risultati suggeriscono che quello i livelli del DHA dei bambini d'amplificazione possano aiutare per promuovere la funzione conoscitiva ottimale.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Ryan COME, il Nelson eb. Valutazione dell'effetto di acido docosaesaenoico sulle funzioni conoscitive in sano, bambini in età prescolare: un randomizzato, controllato con placebo, studio di prova alla cieca. Clin Pediatr (Phila). 2008 maggio; 47(4): 355-62.