Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista aprile 2009
Rapporti

Il collegamento fra autismo ed i bassi livelli di vitamina D

Da Julius Goepp, MD
Il collegamento fra autismo ed i bassi livelli di vitamina D

Un'epidemia di autismo sembra essere in corso negli Stati Uniti. Secondo parecchi capi rispettati in nutrizione dell'adulto e del bambino dall'altro lato degli Stati Uniti, l'aumento eccezionale corrente nei disordini di spettro di autismo e di autismo (ASD) può bene essere una conseguenza diretta delle carenze significative di vitamina D in donne incinte e nei loro infanti.1-6 e prova indica la carenza di vitamina D mentre la causa dell'altro cervello debilitante condiziona pure.5,7-10 questa carenza insidiosa prontamente è rimediata a-ancora mancante tragicamente spesso.

Per anni, il prolungamento della vita sta esplorando le conseguenze potenzialmente devastanti della carenza di vitamina D, varianti dalla malattia cardiovascolare al cancro. Ora in questo rapporto, la rivista del prolungamento della vita esamina il collegamento fra i bassi livelli di vitamina D del plasma e l'autismo. Alla prima linea di questa ricerca è il Dott. John J. Cannell, direttore esecutivo del Consiglio di vitamina D e di uno psichiatra legale all'ospedale statale di Atascadero nella California. I risultati sbalorditivi suggeriscono che la carenza sfrenata di vitamina D causale sia collegata con disfunzione del cervello e possono essere prontamente evitabili dal completamento adeguato.2-4,11

Autismo-che cosa conosciuto, che cosa è indovinato e che cosa deve ancora essere imparato

L'autismo, o i disordini autistici di spettro (ASD), fa partecipare il sociale povero ed il funzionamento verbale accompagnato da ripetitivo o “ha stereotipato„ i comportamenti.12 sintomi cominciano prima o poi nella prima infanzia. Appena che cosa i deficit sono, quando in primo luogo diventano evidenti e che cause loro sono ancora sconosciuti, sebbene sia i fattori genetici che ambientali sembrino svolgere i ruoli principali.12-14 similmente, sembra evidente che ci siano molte circostanze inerenti allo sviluppo differenti che incontrano almeno alcune delle definizioni di autismo o di ASD.12

Autismo-che cosa conosciuto, che cosa è indovinato e che cosa deve ancora essere imparato

Infatti, gli scienziati acconsentono che realmente conosciamo pochissimo circa questo imbarazzo, complesso e lo stato tragico, che varia nella severità dalle alterazioni molto sottili nel comportamento sociale ai ritardi inerenti allo sviluppo completi che possono provocare la disposizione nelle strutture di assistenza a lungo termine.15-17

Che cosa è innegabile è che c'è stato un profondo aumento nel numero dei bambini che sono diagnosticati con l'autismo durante le due decadi scorse, non appena negli Stati Uniti ma nella maggior parte delle nazioni industrializzate.18-21 alcuni esperti categorie diagnostiche di criterio di cambiamento come pure dai medici e dai genitori rilevazione aumentata dovuto è aumento questo che sostengono e.22-25 ormai, tuttavia, la maggior parte acconsentono che l'aumento è reale e probabilmente rappresentano un'interazione delle tendenze genetiche di base con qualche cosa di nuovo e differente in nostro mondo corrente di giro-de--secolo.3,19-21 un rapporto ha mostrato che l'incidenza di autismo è aumentato volta 30 durante appena sette anni.25 questo 2006 Britannici studiano stimato che uno in ogni 86 bambini abbia risposto ai criteri per autismo o la figura scioccante di ASD20-a che da solo giustifica l'uso del termine “epidemia.„3

Che cosa sta causando questo aumento drammatico evidente in casi di autismo? La risposta o le risposte è stata evasive, generando la controversia heated fra (ed in mezzo) i gruppi del medico, altri scienziati e molti gruppi di genitore. Considerevole attenzione è stata prestata a mercurio e ad altre tossine ambientali che causano lo sforzo ossidativo,26,27 e gli scienziati stanno intraprendendo ulteriori studi per determinare se il mercurio nei preservativi del mercurio e dell'ambiente in vaccini è collegato con indifferenza ad autismo. I fattori genetici sono inoltre importanti, come dimostrato dai tassi alti di avvenimento in altri membri della famiglia, specialmente negli studi gemellati.L'odierno consenso 28,29 identifica sia i fattori genetici che ambientali come essendo pertinente alle cause di autismo.14,30

“La teoria di carenza di vitamina D„ di autismo

Che fattori possibili che comprendono sia la genetica che l'ambiente hanno potuto rappresentare il cambio spettacolare nei tassi di autismo durante appena 20 anni? I nostri geni certamente non stanno cambiando che veloce e mentre il nostro ambiente sta alterando chiaramente, nessuno scienziato serio suggerisce che qualche cosa abbastanza radicale per causare un'epidemia di disfunzione del cervello abbia avuto luogo nelle due decadi scorse. Quello è corretto, discute il Dott. John Cannell, ma in effetti il nostro comportamento riguardo al nostro ambiente effettivamente ha subito i cambiamento-cambiamenti significativi che, a causa dei loro effetti sul sistema del neurosteroid di vitamina D, possono e rappresentano molti dei fatti osservati circa l'epidemia di autismo.

“La teoria di carenza di vitamina D„ di autismo

Il Dott. Cannell, un esperto ampio-pubblicato sugli effetti multiformi della d della vitamina,4,31-33 ritiene che questi fatti allinino ad un modo coercitivo per implicare la carenza di vitamina D e per sostenere “la teoria di carenza di vitamina D„ di autismo.3 seguiamo la linea del Dott. Cannell di pensiero come allinea la prova straordinaria che possiamo potere fermare l'epidemia di autismo nelle sue piste con il completamento semplice di vitamina D.

Cannell comincia con l'aumento incredibile nella nostra comprensione dei contributi fondamentali della d della vitamina alle sanità. Sebbene la maggior parte della gente (tristemente compreso molti medici) ancora lo associ soltanto con mineralizzazione dell'osso, ora capiamo che l'intervento concreto della vitamina D, chiamato calcitriol, svolga un ruolo ugualmente importante come ormone del neurosteroid, direttamente responsabile di molti elementi nello sviluppo del cervello e nel comportamento34 (altri esempi dei neurosteroids includono le ormoni sessuali estrogeno e testosterone, che hanno effetti sulla gamma completa di comportamenti umani). La vitamina D ottenuta dai supplementi o il sole deve subire due processi biochimici prima che diventi attivo. In primo luogo, è metabolizzato dal fegato 25 al hydroxyvitamin D, dalla forma di circolazione principale di vitamina D e dal solo metabolita di vitamina D che dovrebbero essere misurati per valutare lo stato di vitamina D.

25 il hydroxyvitamin di circolazione D poi subisce un punto biochimico finale per formare il calcitriol, un neurosteroid potente che controlla la crescita della cellula cerebrale ed agisce sulle molecole del ricevitore trovate in cellule cerebrali a partire dai primi giorni di formazione dell'embrione.35 a causa di questi effetti potenti, i ricercatori nel 2001 hanno identificato la vitamina D “il neurosteroid trascurato„ ed hanno concluso che la carenza di vitamina D “dovrebbe essere esaminata più dettagliatamente come fattore di rischio del candidato„ per i disordini neurodevelopmental quale autismo.36 più recentemente, i ricercatori hanno suggerito quella vitamina D, fungente da neurosteroid, offerte “neuroprotection, effetti antiepilettici, immunomodulazione, [impatto sopra] parecchi sistemi del neurotrasmettitore del cervello ed ormoni come pure regolamento dei comportamenti,„di 37 sollecitanti l'importanza del completamento prenatale, neonatale e postnatale di vitamina D per il funzionamento normale del cervello.38

Calcitriol-sostanza nutriente e neurormone di Brain Development

Ma che cosa è accaduto durante i 20 anni scorsi che potrebbero colpire la funzione del neurosteroid della vitamina D e collegarlo all'esplosione dei casi di autismo? L'abbondanza, discute Cannell: messi molto semplicemente, siamo diventato eccessivamente “Sun-fobici„ nei nostri sforzi per ridurre il rischio reale molto dei cancri di pelle.3,39 coppie questo con la nostra esposizione naturale diminuente a luce solare poichè ci siamo mossi da agricolo verso la fabbricazione verso le attività basate a servizio e voi avete “la tempesta perfetta„ per la carenza di vitamina D.I livelli 1,11 di vitamina D in paesi industrializzati sono conosciuti per essere molto più bassi di quelli degli individui completamente esposti al sole.40 così, il nostro comportamento ha avuto la conseguenza paradossale e non intenzionale di limitazione dei nostri livelli ematici di solo precursore conosciuto di un neurormone vitale che, a loro volta, può influenzare l'organo stesso di comportamento stesso, il cervello.3

Che cosa è il supporto di prova la teoria di carenza di vitamina D di autismo? Un esame recente dal Dott. Cannell fornisce una base di prova sostanziale e valida,3 che cominciano con le caratteristiche del sistema del neurosteroid di vitamina D stessa. Calcitriol funge da “commutatore molecolare„ in tessuto cerebrale, accendente i geni potenti che influenzano lo sviluppo del cervello. Ci sono circa 1.000 geni già conosciuti per essere obiettivi di attività di calcitriol e quel numero sta sviluppandosi velocemente.37,41

Ma a differenza di qualunque altro sistema della vitamina, la massa dei depositi umani di vitamina D viene non da assunzione orale ma da produzione della pelle sotto l'influenza di luce solare.42,43 come note del Dott. Cannell nel suo esame, “le grandi popolazioni delle donne incinte che mettono le piccole quantità [di vitamina D] nel loro bocca-nella forma di vitamine-invece prenatali della generazione dei grandi numeri nelle loro pelli, è novelle allo sviluppo del cervello umano; „44 poiché più non otteniamo l'ampia esposizione del sole, dobbiamo prestare attenzione più particolare a quanta vitamina D passiamo attraverso le nostre bocche.

Il fondatezza del completamento orale significativo è dimostrato ancora più chiaro quando si considera che la produzione della pelle della vitamina D sia notevolmente più efficiente dell'assunzione orale.2 infatti, appena 10-40 minuti dell'estate che prendono il sole da un adulto chiaro di pelle, le note Cannell, produce circa 20.000 unità della vitamina D che è presentato alla circolazione sistemica sopra i 24 hours45-to seguente ottiene lo stesso importo una donna incinta dovrebbe oralmente che bere 200 bicchieri di latte (a 100 IU per vetro) o prendere 50 multivitaminici prenatali standard (400 IU per compressa) per realizzare gli stessi guadagni!3

Ma, mentre Cannell continua a precisare, stiamo evitando assiduamente l'esposizione del sole per i 20 anni scorsi, con obbedienza dopo le linee guida di AMA.39 che è precisamente durante quegli stessi anni 20 che abbiamo visto l'aumento rapido nei tassi di autismo,14 comunque mentre il Dott. Cannell riconosce, “migliaia di altri cambiamenti ambientali si sono presentati durante questo stesso tempo e le tali associazioni, da sè, media piccolo.„3

Ma c'è abbondanza delle discussioni convincenti supplementari che sostengono la teoria. Il sistema del neurormone di calcitriol è differente da altri sistemi dell'ormone steroide di tutto il corpo. Mentre altri steroidi sono prodotti direttamente dal deposito naturale del corpo dei composti “del precursore„ del colesterolo, la quantità di calcitriol prodotta dipende completamente da avere abbastanza presente di hydroxyvitamin D del precursore 25 in primo luogo. Ed i livelli del cervello di vitamina D attivata, come Cannell osserva, “direttamente dipendono dalla quantità di vitamina D che la madre fa nella sua pelle o che mette nella sua bocca.„3

La conclusione drammatica di Cannell è che “il comportamento umano, sia il punto nel sole, il punto ai supplementi, il punto nella tonalità, o il punto alla protezione solare, determina i livelli di calcitriol del cervello.„3 nel caso del feto umano, come ci accingiamo a vedi, livelli di calcitriol del cervello direttamente sono collegati allo sviluppo conoscitivo molto iniziale, con le implicazioni tremende per il cervello del bambino di sviluppo.

Che cosa dovete conoscere: Autismo e vitamina D
  • Un'epidemia di autismo sta spazzando gli Stati Uniti ed altre nazioni industrializzate.
  • Le cause e le cure per autismo lungamente hanno eluso i ricercatori, con i dati spesso contrastanti che realizzano i progressi difficili.
  • Allo stesso tempo un'epidemia meno ben pubblicizzato ma innegabile della carenza di vitamina D è stata in corso come conseguenza dell'esposizione diminuita del sole.
  • La direzione ispirata di parecchi esperti in previsione del futuro infine ha legato insieme le due epidemie e può tenere conto il primo progresso reale nell'impedire e nel trattamento dell'autismo da quando l'epidemia ha cominciato.
  • Poiché la maggior parte dei Americani non convincono quasi abbastanza luce solare per soddisfare le loro esigenze quotidiane di vitamina D e poiché troppa esposizione del sole può essere pericolosa, gli esperti ora raccomandano il completamento orale della vitamina D lontano al di sopra delle raccomandazioni standard di governo.
  • Le madri di professione d'infermiera ed incinte come pure i giovani infanti hanno bisogno dell'attenzione speciale a stato di vitamina D, poiché la vitamina D funziona mentre un neurormone per stimolare lo sviluppo adeguato del cervello e potenzialmente per ridurre il rischio per autismo.

Calcitriol-sostanza nutriente e neurormone di Brain Development

Una ricchezza dei dati animali è emerso dimostrando appena come il calcitriol essenziale è nello sviluppo fetale iniziale del cervello. La prole dei ratti D-carenti della vitamina, per esempio, ha la crescita, la struttura e funzioni anormali delle cellule nel nei loro cervelli,46-48 eccessivi e movimenti non diretti,49-52 ed alterazioni sottili nell'apprendimento e nella memoria.8 anche quando le carenze si presentano soltanto tardi nella gestazione, sono capaci di causare le rotture nel cervello adulto che funziona,48 che dimostrano la dipendenza squisita dello sviluppo del cervello da questo neurormone vitale.

Un gruppo di ricercatori francesi in effetti ha trovato 36 proteine cruciali del cervello che sono interrotte quando la vitamina D è carente durante lo sviluppo fetale,7,53 ed altre hanno indicato la dimensione del cervello e l'ingrandimento aumentati dei ventricoli ripieni di fluida del cervello9— entrambe le anomalie che sono comuni nell'autismo.54,55

Tossine ed Ossidante-un altro ruolo importante per Calcitriol nell'autismo?

Che cosa circa l'importanza evidente delle tossine e dell'infiammazione nell'autismo? La teoria di carenza di vitamina D di autismo offre una spiegazione? Clamorosamente sì-per l'esempio, già è conosciuto che la gente autistica ha anomalie nelle funzioni immuni simili a quelle che sono colpiti dalla vitamina D-compreso i livelli infiammatori aumentati di citochina.12,56,57 e noi sappia che gran parte dell'infiammazione in corso in cervelli autistici è il risultato dello sforzo ossidativo12— appena dove le proprietà antinfiammatorie potenti della d della vitamina sono più utili (e più critiche se mancando).

Tossine ed Ossidante-un altro ruolo importante per Calcitriol nell'autismo?

Calcitriol ha nootropic proprietà-che è, protegge il tessuto cerebrale riducendo i livelli infiammatori di citochina che, una volta elevati, sono associati forte con danno conoscitivo.3,58 Calcitriol inoltre proteggono il tessuto cerebrale stimolando la produzione di neuro-trophins, prodotti chimici che combattono la tossicità da una serie di fonti compreso i livelli tossici di calcio intracellulare del cervello.59 Calcitriol inoltre aumentano i livelli di glutatione, 60,61del cervello un antiossidante naturale potente che è lo strumento più importante del corpo per la disintossicazione ed espellere dei metalli pesanti e che rapidamente è consumato durante lo sforzo dell'ossidante dalle tossine e da altre fonti.

Cannell sostiene in modo convincente che è particolarmente questo da aumento indotto calcitriol nei livelli del glutatione che possono spiegare il collegamento fra autismo e la tossicità del metallo pesante.3,62 metalli pesanti vuotano il glutatione intracellulare,63 tuttavia, animali completati con la manifestazione di calcitriol una riduzione dal del trauma cranico indotto da zinco e del ferro.64,65

Uno studio dal Dott. Jill James fa ulteriore luce sul collegamento fra i metalli pesanti, il glutatione e l'autismo. I bambini con una variante di autismo regressivo chiamato autismo hanno dimostrato uno squilibrio severo nel rapporto di attivo a glutatione inattivo, rispetto ai bambini in buona salute. L'autismo regressivo accade quando i bambini precedentemente in buona salute perdono la lingua acquisita o le abilità comportamentistiche e continuano a sviluppare l'autismo. I bambini con autismo regressivo visualizzato cronicamente hanno elevato i livelli di sforzo ossidativo, che li avrebbero resi più vulnerabili a danneggiare gli agenti neurotossici quali i metalli pesanti.66

Risposta di interazioni-Un di vitamina D alla questione di genere nell'autismo?

Il fatto che il metabolismo di vitamina D differisce contrassegnato nell'ambito degli effetti delle ormoni sessuali può andare un modo lungo verso la spiegazione dell'ancora un altro fatto d'imbarazzo circa autismo, vale a dire la sua forte predilezione per i ragazzi sopra le ragazze.3 per esempio, i ricercatori in Svezia e nell'Utah ora hanno indicato che l'estrogeno ha effetti sul tessuto cerebrale di sviluppo che serviscono a renderlo più rispondente agli effetti stimolanti della crescita neuro-ormonali dei calcitriol-risultati quale suggeriscono che l'estrogeno potesse migliorare tutti gli effetti benefici della vitamina D sul cervello.67,68 è stato trovato che l'estrogeno aumenta l'attività di una proteina obbligatoria del calcio in relazione con la vitamina importante in neuroni69,70 che svolge parecchi ruoli importanti durante lo sviluppo di sistema nervoso centrale.

Sebbene il complesso, questi studi sostenga la nozione che il cervello di sviluppo di un feto femminile, con la sua predominanza al del testosterone relativo dell'estrogeno, potrebbe rendere ad uso più efficiente della vitamina D disponibile che il cervello di un feto maschio. In una situazione dove c'era abbondanza della vitamina D presente, tali differenze andrebbero inosservato-ma introdurrebbero lo stato materno tutto troppo prevalente di carenza di vitamina D e la fase è messa più comunemente per danno possibile in ragazzi che in ragazze, che è precisamente naturalmente la situazione vediamo con il sessismo dell'autismo.3

Continuato alla pagina 2 di 2