Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

Prolungamento della vita rivista febbraio 2009
Rapporti

Sgonfiamento della vostra ruota di scorta per una vita più lunga e più magra

Spenga il vostro commutatore grasso

Comprensione dei rischi di resistenza di leptina

Da Chris Lydon, MD
Comprensione dei rischi di resistenza di leptina

Se siete come la maggior parte dei Americani, state lottando con almeno alcuni libbre extra. E se siete oltre 40, quelle libbre extra probabilmente stanno accumulando con una preferenza sgradita per la vostra mezzo sezione.

La distribuzione grassa della ruota di scorta è più di un disturbo sgradevole. Il grasso che si accumula in vostra pancia è estremamente pericoloso! Quello è perché promuove il rilascio delle citochine„ proinflammatory che sembrano partecipare appena a circa ogni malattia degenerante relativa all'età.

L'obesità addominale è un marchio di garanzia caratteristico della sindrome metabolica, anche conosciuto come “la sindrome X,„ o “pre-diabete.„ La sindrome metabolica è una costellazione dei processi patologici insidiosi che vi dispongono al rischio significativamente aumentato per la malattia cardiaca, il diabete, il cancro, il colpo e la demenza.

Fino a molto recentemente, là sembrato piccolo la maggior parte della gente ha potuto fare per ridurre significativamente il grasso addominale in eccesso. Fortunatamente, la ricerca di avanguardia ha identificato un meccanismo reversibile potenziale sia di obesità di mezza età testarda che degli indicatori associati della sindrome metabolica quali i livelli ematici di glucosio, di LDL e di proteina C-reattiva.

Che cosa è leptina?

La leptina è un ormone, prodotto dai adipocytes (cellule grasse), quei funziona per mantenere una composizione corporea magra almeno da due meccanismi distinti:

In primo luogo, modula l'appetito legando ad un'area specifica del cervello, conosciuta come l'ipotalamo, in cui segnala la sazietà.1 normalmente, uno stato ben-nutrito è riflesso tramite un incremento della produzione di leptina e, a sua volta, la leptina elevata del siero segnala l'ipotalamo per limitare la fame. Ed in secondo luogo, la leptina migliora la capacità del corpo di accedere ed utilizzare ai depositi del grasso come fonte di energia.2

Che cosa è leptina?

La leptina ha preso l'attenzione della comunità medica nel mid-90s quando la sua amministrazione ai topi geneticamente obesi ha indotto gli animali rapidamente a spargere 30% del loro peso corporeo in due settimane con l'iniezione quotidiana di leptina.3 nel 1995, gli scienziati hanno ritenuto che infine avessero scoperto il sacro Graal di controllo del peso. Gli studi umani erano rapidamente in corso, ma quando gli individui obesi hanno ricevuto le iniezioni di leptina, i risultati previsti non sono comparso mai: gli appetiti non sono stati soppressi ed il peso non è stato perso.

Sebbene i ricercatori siano deludenti una volta supplementari leptina non riescano ad indurre la perdita di peso in esseri umani, interamente non sono stati sorpresi. La ricerca precedente aveva rivelato che gli individui di peso eccessivo già hanno avuti molto più leptina del siero che le loro controparti del normale-peso. Infatti, gli studi hanno dimostrato conclusivamente che entrambi la somma totale di corpo grasso-come buona come la dimensione di singolo grasso cellula-che un individuo possiede, lo correlano direttamente alla quantità di leptina o produce.3,4 in breve, più grasso siete, più la leptina che avrete galleggiamento in vostra circolazione sanguigna.

Quale elemosina la domanda ovvia: come può un composto che funziona normalmente per mantenere la magrezza più essere elevato coerente in individui che sono i più obesi?

I ricercatori hanno ritenuto che il paradosso evidente potrebbe essere spiegato da una resistenza acquistata alla leptina.4,5 da essere di peso eccessivo conduce ai livelli cronicamente elevati dell'ormone, essi ha supposto che l'esposizione prolungata a questo sovraccarico di leptina potrebbe finalmente indurre i tessuti dell'obiettivo a diventare “immuni„ agli effetti della leptina, perdenti la capacità normale di rispondere a.5 più di una decade più successivamente, i ricercatori sono ancora duri al delucidamento del lavoro che cosa è risultato essere un'interazione eccessivamente complicata fra i geni e gli ormoni. Tuttavia, molti aspetti della resistenza di leptina già con successo sono stati decifrati e descritto stati nella letteratura scientifica.

Per esempio, ora sappiamo che la resistenza di leptina divide molto in comune con insulino-resistenza. Come insulino-resistenza, la resistenza di leptina è uno stato infiammatorio cronico che contribuisce direttamente ad obesità progressiva, a perdita di peso testarda ed al riacquisto successivo del peso. Ma le conseguenze cosmetiche della resistenza di leptina sono i minimo delle vostre preoccupazioni! Dietro la ruota di scorta si trova un pantano di disfunzione fisiologica che posti voi al rischio enorme aumentato per le circostanze che variano dal diabete, dalla malattia cardiaca e dal cancro, per segnare6 e demenza.7

Come gli aiuti della resistenza di leptina vi tengono grasso e vi rende malato

Essere cronicamente sovrappeso conduce ai livelli cronicamente elevati di leptina e la leptina cronicamente elevata finalmente causa considerevolmente i adipocytes dei tessuti-più dell'obiettivo e neurone-a perda la capacità di rispondere a.

Come gli aiuti della resistenza di leptina vi tengono grasso e vi rende malato

Come la dimensione ed il numero dei vostri adipocytes aumenti con obesità, pompano sempre più la leptina nella circolazione nel tentativo d'inviare il messaggio al cervello che i depositi grassi sono adeguati e l'appetito deve essere frenato dentro. Tuttavia, perché queste stesse cellule grasse sono bagnate costantemente nei livelli elevati di leptina, perdono progressivamente la sensibilità per la leptina che stessa stanno funzionando fuori orario per produrre superiore. Poichè potreste immaginare, la sensibilità insufficiente del ricevitore traduce alla risposta diminuita, che ha due risultati sfavorevoli: in primo luogo, l'ossidazione normale dell'acido grasso (combustione grassa) all'interno del adipocyte diminuisce significativamente e, in secondo luogo, il adipocyte è meno propenso per assorbire gli acidi grassi liberi dalla circolazione. L'eccesso risultante di acidi grassi che galleggiano nella circolazione sanguigna causa un insulino-resistenza funzionale in tessuti periferici come il muscolo.8

Come con le cellule grasse leptina-resistenti, le cellule di muscolo insulina-resistenti perdono il loro risposta-in questo caso ad insulina. Di conseguenza, le molecole del glucosio sono bloccate dal tessuto entrante del muscolo, inducente la glicemia ad aumentare. L'iperglicemia di sensi del fegato e, in uno sforzo per impedire la progressione al diabete di tipo 2 completo, le cellule di fegato rispondono ripartendo le molecole appartate e pericolose dello zucchero e trasformandole negli acidi grassi più liberi. A loro volta, gli acidi grassi liberi supplementari contribuiscono ai depositi grassi aumentati, la produzione aumentata di leptina, la resistenza crescente di leptina ed il circolo vizioso continua ad aumentare rapidamente.9

Purtroppo, i adipocytes non sono le sole cellule che presentino agli effetti della leptina cronicamente elevata. Una volta che la resistenza di leptina comincia a prendere la tenuta, i neuroni nell'ipotalamo inoltre mostrano la risposta in diminuzione alla leptina di circolazione. Tuttavia, questi stessi neuroni rispondono normalmente alla leptina se è iniettata direttamente nel cervello, suggerente che, a differenza dei adipocytes, i neuroni conservino i loro ricevitori di leptina malgrado la resistenza di leptina.10,11 ringraziamento ad un gruppo di scienziati dall'università di dipartimento di Pittsburgh di biologia cellulare e della fisiologia, ora siamo un punto più vicino a capire i meccanismi che sono alla base di questo fenomeno.12

Il gruppo di Pittsburgh recentemente ha identificato la classe A di proteine nel sangue umano che interagiscono direttamente con la leptina del siero. Uno di questi sono proteina C-reattiva (CRP),12 un indicatore di infiammazione sistemica ed il preannunciatore del rischio cardiaco che è indietro in grazie del riflettore ad una rappresentazione recente di studio che ha elevato i livelli di CRP doppi le probabilità di un paziente della morte nei primi 28 giorni che seguono l'infarto miocardico acuto.La ricerca precedente 13 ha collegato CRP elevato, prodotto dai adipocytes e dalle cellule di fegato, sia ad adiposità aumentata che alla leptina aumentata del plasma. Ma l'innovazione reale è venuto quando i ricercatori hanno scoperto che leptina umana di legature di CRP e, in tal modo, possono impedire la leptina sazietà di segnalazione.

Negli studi preclinici, l'infusione di CRP umano nei topi obesi e leptina-carenti ha bloccato gli effetti normalmente osservati del completamento di leptina ed ha impedito la perdita di peso. In topi geneticamente costruiti per produrre CRP umano, gli effetti della leptina su controllo di appetito ed il regolamento del peso completamente sono stati smussati. Gli autori suggeriscono che CRP umano che lega alla leptina possa interferire con la capacità della leptina di passare attraverso la barriera ematomeningea per raggiungere l'ipotalamo.12

Che cosa dovete conoscere: Comprensione dei rischi di resistenza di leptina
  • La nuova ricerca emozionante ha rivelato un metodo novello di riduzione degli indicatori grassi e collegati addominali in eccesso della sindrome metabolica.

  • Non solo è il grasso corporeo in eccesso sgradevole, può anche contribuire ad un rischio notevolmente aumentato di malattia. Il grasso addominale, un marchio di garanzia caratteristico della sindrome metabolica, è particolarmente pericoloso perché promuove il rilascio delle citochine proinflammatory.

  • La leptina è un ormone che è chiave per il mantenimento della composizione corporea magra. L'incapacità della resistenza- di leptina di rispondere all'sazietà-induzione della leptina segnale-è associata con un'incapacità di perdere il peso e una tendenza sviluppare la malattia.

  • Un estratto dell'irvingia gabonensis africana della pianta mostra la promessa tremenda nella correzione della resistenza di leptina, nella promozione della perdita di peso e nel combattimento delle componenti della sindrome metabolica.

  • In uno studio di prova alla cieca, il sovrappeso ma gli individui altrimenti in buona salute che hanno completato con l'estratto di Irvingia ha perso una media di 28 libbre nel corso di 10 settimane. La percentuale del grasso corporeo e la circonferenza della vita sono diminuito, come hanno fatto i parametri metabolici compreso colesterolo, LDL, proteina C-reattiva e glucosio a digiuno.

  • Il Irvingia facilita la ripartizione di grasso corporeo riducendo un enzima (deidrogenasi di glycerol-3-phosphate) che permette al glucosio di essere immagazzinato come trigliceride in cellule grasse. Più ulteriormente, il Irvingia aumenta il adiponectin insulino-sensibilizzante dell'ormone ed inibisce l'amilasi degli enzimi digestivi, che è compresa nella digestione del carboidrato.

  • La ricerca clinica fin qui suggerisce che l'irvingia gabonensis ad una dose di 150 mg sia due volte al giorno un metodo sicuro e efficace di perdere il grasso corporeo e le componenti in eccesso di lotta della sindrome metabolica.

Senza accesso a questi neuroni dicontrollo, più non importa quanta leptina è presente nella circolazione sanguigna. Anche nei casi dell'obesità estrema e la leptina corrispondentemente elevata del siero, il segnale di sazietà non ottiene mai avviato perché CRP lega la leptina e la impedisce l'attraversamento della barriera ematomeningea per sopprimere l'appetito. Bloccando le funzioni fisiologiche della leptina, CRP rappresenta una componente potente nella progressione della resistenza di leptina e dell'obesità crescente.

Che cosa potete fare circa la resistenza di leptina?

Potete fare molto per impedire l'infiammazione sistemica e tutta la sua negazione conseguenza-compreso la leptina resistenza-attraverso le scelte di stile di vita. La prevenzione il carico alto-glycemic proinflammatory e degli alimenti trasformati, completare con gli acidi grassi essenziali antinfiammatori omega-3 ed impegnarsi nell'attività fisica regolare sono tutta mezzi affermati da quale può contrastare l'inizio di infiammazione cronica e mantiene un peso corporeo sano. Ma che cosa se siete uno di milioni di Americani che-dovuti ad una combinazione di circostanze di vita, la genetica e/o l'esposizione alle tossine ambientali14— già hanno soccombuto ad un certo grado di infiammazione cronica e di obesità proporzionata?

Purtroppo, non importa come abbracciate fedelmente uno stile di vita antinfiammatorio a partire da questo giorno in avanti, la ricerca indica chiaramente che sarà più difficile affinchè perda il peso se siete leptina-resistente.15 e se siete di peso eccessivo, quasi certamente state soffrendo da un certo grado di resistenza di leptina. Il più, come circa 90% della gente che ha perso con successo il peso nel passato rapidamente attesterà, quelle libbre fastidiose ha una propensione misteriosa per riapparire-e portare alcuni nuovi amici loro quando fanno. Ora, grazie all'emergenza studia sulla resistenza di leptina, ricercatori stanno cominciando a rend contoere che la perdita di peso stessa può lanciare ancora un altro circolo vizioso che gli rende la magrezza eccessivamente difficile da mantenere. Qui è come funziona:

Come potete ricordare, la produzione di leptina correla ad adiposità; aumenta naturalmente o cade con l'aumento di o grasso corporeo di diminuzione, rispettivamente. Tuttavia, se l'obesità è sostanziale o prolungata abbastanza provocare lo sviluppo della resistenza di leptina, la perdita di peso successiva sembra causare uno stato “di insufficienza relativa di leptina.„16 in pratica, dopo che siete stato di peso eccessivo, la quantità di leptina che il vostro corpo richiede per restare la magra può superare che cosa il vostro “auto sottile„ (e depositi grassi corrispondentemente restretti) possono produrre. Una volta che l'insufficienza relativa di leptina eleva la sua testa brutta, gli adattamenti per muscle il metabolismo e le modulazioni nella funzione comprensiva ed autonoma degli ormoni fanno il peso riacquistare quasi inevitabile.

Le indagini che tentano di passare sopra all'insufficienza relativa di leptina con la leptina esogena hanno avute certo successo iniziale,17,18 ma-uguali se non vi occupate delle iniezioni quotidiane per il resto del vostro completamento di vita leptina siete un pendio sdrucciolevole! Dopo tutto, è leptina in eccesso che istiga i circoli viziosi della resistenza di leptina in primo luogo. Inoltre, la leptina non esiste in un vuoto isolato di controllo del peso. Come tutto l'buon ormone, gli effetti della leptina in tutto il corpo sono di grande portata e complessi; può essere anni prima che abbiamo una stretta soddisfacente delle ripercussioni di salute di uso casuale di leptina. Già, la ricerca corrente suggerisce che la leptina elevata provochi la crescita di determinate malignità, compreso molte forme di cancro al seno (che gli aiuti spiegano il più alto rischio di cancro al seno osservato in donne di peso eccessivo).19 similarmente, la leptina cronicamente alta del siero è creduta per aumentare il rischio 20del colpo e per promuovere l'ipertrofia cardiaca (ingrandimento del cuore).21

Il completamento giusto-così di leptina probabilmente non è la risposta. Che cosa se, invece, là fosse una certa intercettazione di modo le cascate fondamentali della resistenza di leptina e mette in cortocircuito il processo completo? Secondo le indagini approfondite, ci appena può essere.

Presentazione: Irvingia gabonensis

In profondità nell'ubriacone, le giungle tropicali del Camerun coltiva una pianta da frutto conosciuta come l'irvingia gabonensis. La parte lunga della tradizione culinaria locale, gli estratti dei semi della frutta ora sta facendo i titoli nella letteratura scientifica22,23 dovuto la loro capacità misteriosa di indurre la perdita di peso in assenza di tutte le altre alterazioni di stile di vita. Mentre la ricerca in corso continua a delucidare i molti meccanismi di azione di questo botanico notevole, rapidamente sta diventando evidente che una di numerose superpotenze del Irvingia può riferirsi direttamente alla sua capacità di combattere la resistenza di leptina abbassando i livelli di circolazione di CRP.

Presentazione: Irvingia gabonensis

In uno studio di prova alla cieca, 102 volontari di peso eccessivo altrimenti-sani hanno ricevuto qualsiasi 150 capsule di mg dell'estratto o del placebo di Irvingia, due volte al giorno prima dei pasti, per un periodo di 10 settimane. Dalla conclusione del periodo della prova, ogni di nove parametri concernenti composizione corporea e la salute hanno mostrato statisticamente il miglioramento significativo nel gruppo sperimentale.24

Alla conclusione di 10 settimane, il gruppo di Irvingia ha perso una media di 28 libbre (diminuzione 13,1% nel peso corporeo), ha sparso 6,7 pollici dal loro giro vita ed aveva ridotto il loro grasso dal corpo intero da una media di 18,4%.24

I cambiamenti siero, composizione corporea nei miglioramenti e del peso le riduzioni erano quanto così drammatici in indicatori di infiammazione ed i preannunciatori della malattia cardiaca e del diabete erano forse ancor più straordinari. Il gruppo di Irvingia ha dimostrato un rapporto di riproduzione in colesterolo totale, un rapporto di riproduzione in lipoproteina a bassa densità (LDL), un rapporto di riproduzione di 26% di 27% di 32% in glicemia a digiuno, e-voi ha indovinato che il -siero CRP è caduto da un 52% enorme.23,24

Fin qui, non c' è un altro composto in esistenza-nessuno dei due farmaceutico né nutraceutical-che può avvicinarsi alla grandezza ed alla gamma dei risultati osservati durante il test clinico di dieci settimane dell'irvingia gabonensis. Ma come può un singolo, estratto naturale della pianta avere tali benefici dell'ampio spettro?

Secondo il professor Julius Oben, il ricercatore, il biochimico ed il conferenziere all'università di Yaounde I nel Camerun, l'obesità e la sindrome metabolica sono processi complessi e complessi. Mantiene che l'efficacia notevole del Irvingia è dovuto il numero dei parametri fisiologici differenti gli indirizzi dell'estratto.

Dice Oben, “se non fate approccio-e dirigere-ogni componente dell'obesità, voi non stanno andando ottenere molto lontano.„

Effettivamente, la diversità dei meccanismi del Irvingia di azione piuttosto sta sbalordendo. Oltre al suo impatto favorevole sull'equilibrio di leptina, il Irvingia inoltre maneggia la costrizione, salute-promuovente le influenze su altri ormoni compresi il adiponectin ed insulina come pure enzimi quali amilasi e la deidrogenasi di glycerol-3-phosphate.25,26

Che cosa circa le reazioni avverse?

Come la leptina, il adiponectin è fabbricato all'interno dei adipocytes e svolge un ruolo importante nel mantenimento di metabolismo normale e del peso corporeo sano. A differenza della leptina, la produzione di adiponectin è collegata inversamente con adiposità. Poichè perdete il grasso corporeo, le elevazioni successive in adiponectin di circolazione sono credute di mediare la risposta migliore dell'insulina osservata tipicamente durante la perdita di peso. Gli studi dimostrano che il adiponectin ha attributi antinfiammatori, antidiabetici e cardioprotective.27

Simile al TZDs (tiazolidinedioni, un tipo di medicina diabetica), l'amministrazione in vitro di Irvingia è stata indicata per stimolare la produzione di più piccoli, a adipocytes insulina più sensibili, un effetto che aumenta indirettamente il adiponectin del siero. Ancor più impressionante, tuttavia, è la ricerca che indica che il Irvingia inoltre direttamente stimola l'espressione del gene di adiponectin all'interno del adipocyte.25 effettivamente, per la fine della prova di dieci settimane descritta precedentemente, il adiponectin medio del siero fra gli oggetti di studio era aumentato di 160%!24

Ma gli effetti benefici dell'estratto sul adiponectin e sulla leptina fanno parte appena di come Irvingia combattimento-e possono aiutare la resistenza dell'inverso-insulina. Il Irvingia inoltre è stato indicato sperimentalmente per inibire l'amilasi,26 l'enzima digestivo responsabile della suddivisione dei carboidrati complessi negli zuccheri semplici. Come conseguenza di questa attività dell'anti-amilasi, il Irvingia riduce il tasso a cui il glucosio entra nella circolazione sanguigna. Ciò, a sua volta, abbassa dal punto di vista funzionale l'indice glycemic dei carboidrati assorbenti e fa diminuire la loro risposta dell'insulina, un effetto che è sia antidiabetico che antinfiammatorio.

L'amministrazione di Irvingia inoltre ha un effetto inibitorio potente sulla deidrogenasi di glycerol-3-phosphate, un enzima prodotto nei adipocytes che facilitano la conversione di glicemia ai trigliceridi (grassi). In pratica, l'intervento del Irvingia riduce la quantità di zuccheri ingeriti che finiscono immagazzinato come grasso corporeo. Questo effetto è creduto per contribuire ad attenuare sia la leptina che l'insulino-resistenza facendo diminuire l'adiposità globale ed aumentando il adiponectin del siero.25

Che cosa circa le reazioni avverse?

Riassunto

Con Irvingia vantarsi tali un'ampia gamma di effetti potenti e fisiologici, si potrebbe prevedere alcuni rischi sanitari collegati. Bene, il solo effetto collaterale acuto riferito dai soggetti dello studio era una profonda diminuzione nell'appetito-presumibilmente a causa della diminuzione sostanziale in siero CRP che ha permesso alla leptina di raggiungere i ricevitori dell'obiettivo nella sazietà del segnale e dell'ipotalamo.

Sebbene l'uso a lungo termine dell'estratto ancora non sia stato studiato, Oben crede che ci sia poca ragione di sospettare che il completamento prolungato con Irvingia proverà il meno pezzo pericoloso. Dopo tutto, la popolazione autoctona sta mangiandolo per secoli senza soffrire alcuni effetti deleteri evidenti. Infatti, era una resistenza non spiegata al diabete ed all'obesità dimostrati dai membri di due tribù locali che in primo luogo hanno preso l'attenzione dei ricercatori. Oben ed i suoi soci presto hanno rend contoere che le due comunità indigene hanno diviso qualcosa unico-essi entrambi i semi usati di Irvingia come addensatori della minestra ed entrambe hanno mangiato molta minestra! Nella regione occidentale centrale di Africa in cui questi pendono insolitamente e gli individui in buona salute risiedono, “imbussoli il mango„ — come il Irvingia è conosciuto locale-è un alimento venduto in ogni mercato ed i locali lo mangiano tipicamente almeno una volta al giorno. “Il processo dell'estrazione non è molto differente da come lo avete quando ha cucinato,„ spiegate Oben. “È consumato virtualmente nella forma che amministriamo (nei nostri studi). La gente locale che lo mangia 10 volte un la settimana sta facendo che le loro intere vite.„

Interessante, il Dott. Oben ha precisato che l'obesità sta diventando epidemica in molti paesi più meno sviluppati, mentre consumare gli alimenti d'induzione Occidentale tipi è osservato come status symbol.

Riassunto

Uno dell'incontro di mezza età della gente di problemi di frustrazione è un aumento in grasso della pancia che è resistente alla maggior parte dei programmi di esercizio e di dieta. L'obesità addominale è non solo cosmetically sgradevole, ma insiemi la fase per una miriade di malattie degeneranti. Infatti, uno studio nuovo ha indicato che anche nella gente che non è considerata sovrappeso, grasso in eccesso della pancia del poco come due pollici hanno aumentato il rischio di morte negli uomini di 17% ed in donne da 13%.28

Ora sappiamo che un fenomeno ha chiamato i giochi della resistenza di leptina un ruolo principale nello sviluppo dell'obesità addominale. Fortunatamente, il Dott. Oben ed i suoi ricercatori hanno identificato un estratto della pianta (Irvingia) quella non solo resistenza di leptina degli inversi, ma inoltre facilita la ripartizione di grasso corporeo riducendo un enzima (deidrogenasi di glycerol-3-phosphate) che permette al glucosio di essere immagazzinato come trigliceride nei adipocytes. Il Irvingia inoltre aumenta il adiponectin insulino-sensibilizzante dell'ormone ed inibisce l'amilasi degli enzimi digestivi che permette che i carboidrati ingeriti siano ripartiti ed assorbiti nella sua circolazione sanguigna.

Se avete qualunque domande sul contenuto scientifico di questo articolo, chiami prego un consulente di salute del prolungamento della vita a 1-800-226-2370.

Riferimenti

1. Segnalazione di Sahu A. Leptin nell'ipotalamo: enfasi su omeostasi di energia e su resistenza di leptina. Front Neuroendocrinol. 2003 dicembre; 24(4): 225-53.

2. Wang MIO, Orci L, Ravazzola m., RH di Unger. Lo stoccaggio grasso nei adipocytes richiede l'inattivazione di attività del paracrine della leptina: implicazioni per il trattamento di obesità umana. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 13 dicembre 2005; 102(50): 18011-6.

3. Halaas JL, Gajiwala KS, Maffei m., et al. Peso-riducente gli effetti della proteina del plasma codificati dal gene obeso. Scienza. 28 luglio 1995; 269(5223): 543-6.

4. Concentrazioni di immunoreactive-leptina di Considine rv, di Sinha Mk, di Heiman ml, et al. del siero nel normale-peso ed esseri umani obesi. Med di N Inghilterra J. 1° febbraio 1996; 334(5): 292-5.

5. Hamann A, Matthaei S. Regulation del bilancio energetico dalla leptina. Diabete di Exp Clin Endocrinol. 1996;104(4):293-300.

6. Sindrome di Towfighi A, di Ovbiagele B. Metabolic e colpo. Rappresentante di Curr Diab. 2008 febbraio; 8(1): 37-41.

7. Yaffe K, Kanaya A, Lindquist K, et al. La sindrome, l'infiammazione ed il rischio metabolici di declino conoscitivo. JAMA. 10 novembre 2004; 292(18): 2237-42.

8. Kraegen EW, Cooney GJ. Acidi grassi liberi e insulino-resistenza del muscolo scheletrico. Curr Opin Lipidol. 2008 giugno; 19(3): 235-41.

9. Martin ss, Qasim A, mp di Reilly. Resistenza di leptina: un'interfaccia possibile di infiammazione e di metabolismo nella malattia cardiovascolare in relazione con l'obesità. J Coll Cardiol. 7 ottobre 2008; 52(15): 1201-10.

10. RB di Harris. Leptina-molto più di un segnale di sazietà. Annu Rev Nutr. 2000;20:45-75.

11. Wilsey J, Zolotukhin S, Prima V, Scarpace PJ. La terapia genica centrale di leptina non riesce a sormontare la resistenza di leptina connessa con dall'l'obesità indotta da dieta. Comp. Physiol di J Physiol Regul Integr. 2003 novembre; 285(5): R1011-20.

12. Chen K, Li F, Li J, et al. induzione di resistenza di leptina con interazione diretta di proteina C-reattiva con la leptina. Nat Med. 2006 aprile; 12(4): 425-32.

13. Kuch B, von SW, Kling B, et al. impatto differenziale della proteina C-reattiva di ammissione livella sul rischio della mortalità dei 28 giorni in pazienti con l'St-elevazione contro infarto miocardico di non ST elevazione (dalle tendenze e dai fattori determinanti del monitoraggio su ricerca di salute delle malattie cardiovascolari [MONICA] /Cooperative nella regione di registrazione di infarto miocardico di Augusta [KORA] Augusta). J Cardiol. 1° novembre 2008; 102(9): 1125-30.

14. Calzolaio RC, Camera DE. Sindrome malata della costruzione (SBS) ed esposizione alle costruzioni danneggiate dall'acqua: studio, test clinico e meccanismi di serie cronologiche. Neurotoxicol Teratol. 2006 settembre; 28(5): 573-88.

15. Dagogo-Jack S, Fanelli C, Paramore D, fratelli J, relazioni di leptina e dell'insulina di Landt M. Plasma in esseri umani obesi e nonobese. Diabete. 1996 maggio; 45(5): 695-8.

16. SP. di Kalra. Sindrome centrale di insufficienza di leptina: un'eziologia interattiva per le malattie metaboliche e neurali di obesità, e per la progettazione degli interventi terapeutici nuovi. Peptidi. 2008 gennaio; 29(1): 127-38.

17. Il parco BH, Wang MIO, Lee Y, et al. azioni combinate di leptina sul tessuto adiposo ed ipotalamo è richiesto per vuotare il grasso del adipocyte in ratti magri: implicazioni per il trattamento di obesità. Biol chim. di J. 29 dicembre 2006; 281(52): 40283-91.

18. Rosenbaum m., orafo R, Bloomfield D, et al. leptina inverte il muscolo scheletrico, autonomo a basse dosi e gli adattamenti neuroendocrini a mantenimento di peso riduttore. J Clin investe. 2005 dicembre; 115(12): 3579-86.

19. Sulkowska m., Golaszewska J, Wincewicz A, et al. Leptina-dal regolamento di metabolismo grasso a stimolazione di crescita del cancro al seno. Ricerca di Pathol Oncol. 2006;12(2):69-72.

20. Soderberg S, Stegmayr B, Hlbeck-Glader C, et al. livelli elevati di leptina è associato con il colpo. Cerebrovasc DIS. 2003;15(1-2):63-9.

21. Ren J. Lessons dal paradosso di leptina nel regolamento-troppo cardiaco molto contro troppo poco. J Physiol. 1° giugno 2005; 565 (pinta 2): 347.

22. Oben JE, Ngondi JL, CN di Momo, Agbor GA, CS di Sobgui. L'uso dei quadrangularis di un Cissus/combinazione dell'irvingia gabonensis in gestione di perdita di peso: uno studio controllato con placebo della prova alla cieca. Salute DIS dei lipidi. 2008;712.

23. Ngondi JL, Oben JE, SR di Minka. L'effetto dei semi dell'irvingia gabonensis sul peso corporeo e dei lipidi del sangue degli oggetti obesi nel Camerun. Salute DIS dei lipidi. 25 maggio 2005; 412.

24. Ngondi JL, Matsinkou R, Oben JE. L'uso dell'estratto dell'irvingia gabonensis (IGOB131) in gestione della sindrome metabolica nel Camerun. 2008. Presentato per la pubblicazione.

25. Oben JE, Ngondi JL, Blum K. Inhibition del adipogenesis dall'estratto del seme dell'irvingia gabonensis (IGOB131) come mediato via giù il regolamento dei geni di gamma e di leptina di PPAR ed il su-regolamento del gene di adiponectin. Salute DIS dei lipidi. 13 novembre 2008; 7(1): 44.

26. Ngondi JL, Djiotsa EJ, Fossouo Z, effetto di Oben J. Hypoglycaemic dell'estratto del metanolo di semi dell'irvingia gabonensis sui ratti del diabetico di streptozotocin. Camma Trad di Afr J. 2006; 3:74-7.

27. Ouchi N, Shibata R, adiponectin di Walsh K. Targeting per la cardioprotezione. Obiettivi di Opin Ther dell'esperto. 2006 agosto; 10(4): 573-81.

28. Pischon T, Boeing H, rischio addominale di Hoffmann K, et al. generale e adiposità e di morte in Europa. Med di N Inghilterra J. 13 novembre 2008; 359(20): 2105-20.