Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine gennaio 2009
Sulla copertura

Protezione contro calcificazione, perdita dell'osso, Cancro e invecchiamento arteriosi!

Da William Faloon
Protezione contro calcificazione, perdita dell'osso, Cancro e invecchiamento arteriosi!

Predicendo quali sostanze nutrienti emergeranno come i superstar di salvataggio possono essere provocatori.

Per esempio, una vitamina presentata appena una decade fa sta dimostrando gli effetti antinvecchiamento profondi che estendono molto al di là delle sue indicazioni originali.

Sulla base di un'abbondanza di risultati positivi, gli scienziati hanno sviluppato una forma più redditizia di questa sostanza nutriente che gli permette di restare molto più lungamente nel corpo prima.

Le notizie incredibili sono quella mantenere che i livelli costanti di questa sostanza nutriente non solo protegge da aterosclerosi, ma possono invertire la calcificazione arteriosa pure!

Una ricchezza degli studi pubblicati nel 2008 rivela questa stessa sostanza nutriente possiede le proprietà anticancro mentre sopprimono scompone le malattie in fattori relative all'età in comune implicate.1-15

Un marchio di garanzia di invecchiamento normale comprende la calcificazione in tessuti molli in tutto il corpo quali le valvole cardiache, le ghiandole ed i vasi sanguigni.16-18

Si potrebbe pensare erroneamente che il calcio dietetico fosse un colpevole dietro i processi patologici della calcificazione. L'opposto è vero. Quando i conigli sono alimentati le diete calcio-carenti, aumento di tassi di calcificazione dalla volta 2,7. le diete Calcio-completate, d'altra parte, riducono la calcificazione di 62%.19

La ragione per questa contraddizione è quella in risposta ad un deficit di calcio nel sangue, il corpo eccessivamente ruba le nostre ossa20 e satura i tessuti molli con calcio.

Mentre invecchiamo, perdiamo la nostra capacità di regolare l'equilibrio del calcio e poi di soffrire le conseguenze letali della calcificazione sistemica. È incoraggiante sapere che una sostanza nutriente a basso costo (vitamina K) può ristabilire rapidamente l'omeostasi del calcio.

Un esempio estremo

Un esempio estremo

Il warfarin (Coumadin®) è una droga dell'anticoagulante che inibisce la funzione normale di vitamina K nel corpo. Il risultato in modo allarmante di danno di vitamina K è lo sviluppo rapido di osteoporosi e della calcificazione arteriosa.21,22

La vitamina K è assolutamente essenziale per l'equilibrio di regolamento del calcio nel corpo. Una carenza di stato di vitamina K causa le ossa fragili e un sistema vascolare che si indurisce ad uno stato di funzionalità difficile.23-26

La gente che prende Coumadin® soffre le fratture più osteoporotiche21 e mostra il deposito sostanzialmente più anormale del calcio in altre aree, quali le valvole-due volte del cuore tanto quanto i acquirenti non-Coumadin®.22

Il fatto che queste mutazioni patologiche sono permesse accadere in esseri umani hanno prescritto il warfarin è inconcepibile dato la conoscenza circa il valore del completamento a basse dosi di vitamina K, anche in pazienti ad ad alto rischio per i coaguli di sangue arteriosi anormali.

Quanto pericolosa è la calcificazione arteriosa?

Quanto pericolosa è la calcificazione arteriosa?

L'aterosclerosi è la causa principale dell'inabilità e della morte nelle società civilizzate. Molti fattori sono compresi nel suoi inizio e progressione.L'omocisteina 27,28 o la lipoproteina a bassa densità ossidata (LDL) può inizialmente danneggiare il rivestimento arterioso interno (l'endotelio).29 per riparare questo danno, l'endotelio produce il collagene che forma un cappuccio sopra il sito di lesione.

Questi cappucci endoteliali del collagene attirano il calcio che accumula (si calcifica) e forma un osso di somiglianza materiale duro. Ecco perché l'aterosclerosi a volte si riferisce a come “indurimento delle arterie.

La calcificazione delle arterie coronarie contrassegnato aumenta il rischio di attacco di cuore.30

Un volume sostanziale di studi indica che la vitamina insufficiente K2 accelera la calcificazione arteriosa.31 un nuovo studio mostrano quello che ristabilisce gli inversi della vitamina K2 la calcificazione arteriosa.49

La vitamina K funziona per tenere il calcio nell'osso e per impedire la sua accumulazione nelle arterie.23-26,28,31 se quella è tutta la vitamina K ha fatto, sarebbe una delle sostanze nutrienti più importanti affinchè gli esseri umani invecchianti prenda. La ricerca recentemente pubblicata, tuttavia, indica che la vitamina K2 possiede una miriade di assegni complementari.

Come la vitamina K2 protegge da osteoporosi

L'osso è tessuto vivente che è in uno stato costante del rinnovamento. La manutenzione dell'osso in primo luogo richiede il vecchio osso di essere dissolta dalle cellule chiamate “osteoclasti.„ Quando l'attività degli osteoclasti è troppo alta, i grandi fori si sviluppano che indeboliscono l'osso e conducono ad osteoporosi. La vitamina K2 è una chiave che spegne l'attività di osteoclasto e la degradazione in eccesso dell'osso.

I fori lasciati dagli osteoclasti sono preparati per il ritocco dalle cellule del osteoblast. L'osteoblasto secerne una proteina chiamata osteocalcin, che una volta attivato (o carboxylated) permette al nuovo calcio di essere indicato nell'osso. Le proprietà calcio-leganti del osteocalcin richiedono la vitamina K, mentre la sintesi del osteocalcin stessa richiede il vitamina D3.

La vitamina K fornisce così due benefici critici all'osso. In primo luogo protegge da degradazione in eccesso dell'osso (riassorbimento) spegnebbi l'attività in eccesso di osteoclasto. Poi sostiene il ruolo critico di nuova formazione dell'osso permettendo al osteocalcin di tirare il calcio dal sangue e di metterlo a strati sopra all'osso.

Da questa descrizione sommaria, è chiaro che il mantenimento di densità ossea sana richiede i livelli adeguati di calcio, di vitamina D e di vitamina K. Senza vitamina D, non ci sarà osteocalcin affinchè la vitamina K lavori sopra. Senza vitamina K, il osteocalcin che è prodotto sarà inattivo. E naturalmente senza calcio (ed altri minerali), non ci saranno minerali affinchè il osteocalcin attivato attirino verso l'osso per densità strutturale.

Lo studio della salute degli infermieri ha seguito più di 72.000 donne per 10 anni ed ha trovato che donne di cui le assunzioni di vitamina K erano nel quintile più basso (1/5) ha avuto un elevato rischio di 30% della frattura dell'anca che le donne con le assunzioni di vitamina K negli più alti quattro quintiles.67

Uno studio di sette anni dentro oltre 888 uomini e donne anziani (studio del cuore di Framingham) ha trovato che uomini e donne con le assunzioni dietetiche di vitamina K nell'più alto quartile (1/4) ha avuto un 65% più a basso rischio della frattura dell'anca che quelli con le assunzioni dietetiche di vitamina K nel quartile più basso (circa 254 microgrammi/giorno contro 56 microgrammi/giorno della vitamina K).68

La vitamina K2 è risultato essere efficace quanto i farmaci da vendere su ricetta medica nella riduzione dell'incidenza delle fratture. Uno studio giapponese in donne postmenopausali ha paragonato l'effetto di K2 (MK-4) al etidronate della droga (Didronel®) sull'incidenza della frattura vertebrale (della spina dorsale). Le donne che prendono K2 ad una dose di 45 mg al giorno hanno avvertito un tasso di frattura di 8,0% rispetto a 8,7% per quelli che prendono la terapia farmacologica del etidronate. Ancora, le donne che prendono sia MK-4 che la droga hanno avvertito soltanto un tasso di frattura 3,8%. In un gruppo del placebo che ha ricevuto nè K2 nè la terapia farmacologica, quasi 21% delle donne ha avvertito le fratture.69

Artrite reumatoide di combattimento

L'artrite reumatoide è una malattia autoimmune che causa l'infiammazione cronica nei giunti ed in altri organi nel corpo. Quelli afflitti con l'artrite reumatoide hanno startlingly tassi alti di malattie cardiovascolari.33

In uno studio pubblicato nel giugno 2008, gli scienziati giapponesi hanno trovato che la vitamina K2 ha inibito la proliferazione delle cellule sinoviali ed hanno impedito lo sviluppo dall'dell'artrite reumatoide indotta da collagene nel modello del ratto. Gli scienziati hanno concluso che la vitamina K2 può rappresentare un nuovo agente per il trattamento dell'artrite reumatoide congiuntamente ad altri farmaco anti-infiammatorio.34

Uno studio umano recente ha indicato che l'uso della vitamina K2 da solo o congiuntamente alle droghe di bifosfonato (come Fosamax®) per il trattamento di osteoporosi in pazienti con l'artrite reumatoide può inibire l'induzione di osteoclasto via le diminuzioni nei livelli di mediatori infiammatori.L'attività di osteoclasto di 35 eccessi vuota la densità minerale ossea.

Miglioramento degli effetti Osso costruzioni di Fosamax®

Gli Americani afflitti con osteoporosi o i punteggi bassi di densità minerale ossea sono a volte medicinali prescritti come Fosamax® o Actonel®. Gli effetti collaterali da queste droghe a volte precludono il loro uso a lungo termine.

I pazienti giapponesi sono spesso dosi elevate prescritte della vitamina K2 invece delle droghe. Gli studi pubblicati dimostrano la capacità della vitamina K2 da sè di fermare la perdita di densità minerale ossea.23,36,37

Uno studio pubblicato nel maggio 2008 ha utilizzato sia Fosamax® che la vitamina K2 in donne postmenopausali nel Giappone per un anno. I risultati hanno indicato che l'aggiunta della vitamina K2 ha condotto ad un maggior aumento di densità ossea femorale del collo, rispetto a Fosamax® solo. I medici hanno confermato il meccanismo osso-proteggente specifico unico alla vitamina K2, trovando quello erano stati stabiliti negli studi precedenti.38

La vitamina K2 riduce il rischio di carcinoma della prostata

Medici in Germania hanno intrapreso gli studi che esaminano le relazioni fra ingestione dietetica della vitamina K1 e K2 sullo sviluppo di carcinoma della prostata in 11.319 uomini sopra seguito di 8,6 anni.4

Rispetto all'assunzione più bassa della vitamina K2, gli uomini con il più alto consumo dietetico della vitamina K2 hanno mostrato un'incidenza riduttrice 63% di carcinoma della prostata avanzato. L'assunzione della vitamina K1 non è stata collegata con l'incidenza del carcinoma della prostata in questo studio 2008.4

Miglioramento dei tassi curativi di frattura

La vitamina K2 riduce il rischio di carcinoma della prostata

Le fratture scheletriche causano l'inabilità significativa e sta coltivando l'interesse nell'identificazione dei metodi per accelerare il periodo curativo delle ossa rotte.

L'effetto sinergico del vitamina D3 e della vitamina K2 nell'impedire l'osteoporosi è stato documentato nella pratica clinica.39 finora, tuttavia, non c'erano rapporti che studiano se queste sostanze nutrienti potessero migliorare la guarigione di frattura.

Uno studio in vitro pubblicato nel gennaio 2008 ha mostrato che quello combinare le vitamine D3 e K1 favorevole ha modulato la proliferazione e la differenziazione delle cellule richieste di guarire l'osso. Ciò ha condotto i medici a concludere che queste sostanze nutrienti prese insieme offrono a clinici una strategia a basso costo di promessa per stabilire il nuovo materiale dell'osso.39

Vitamina K nel trattamento del cancro

La vitamina K2 induce la differenziazione e gli apoptosi in una grande selezione delle linee cellulari umane del cancro. Una ricerca di PubMed rivela gli studi pubblicati nel 2008 che discutono il ruolo delle forme differenti di vitamina K nel trattamento di cancro.1-15

Uno scopo dei ricercatori del cancro è di identificare i composti che inducono le cellule tumorali a autodistruggersi. La vitamina K2 è stata indicata per indurre gli apoptosi (distruzione delle cellule) in cellule di leucemia in vitro. Uno studio pubblicato nel luglio 2008 ha identificato ancora un altra via da cui la vitamina K2 causa la degradazione (via autophagy) componenti delle cellule di leucemia delle proprie. Gli scienziati hanno notato che gli apoptosi e autophagy in cellule di leucemia potrebbero essere indotti simultaneamente dalla vitamina K2.8 in laboratorio, vitamina K2 dimostra gli effetti inibitori contro il mieloma ed il linfoma, suggerenti le domande possibili di individui che combattono questi cancri tutto il troppo comuni.40

L'infezione con l'epatite B o il virus di C è un fattore di rischio importante nello sviluppare il cancro del fegato primario, conosciuto medicamente come carcinoma epatocellulare. Può anche accadere in coloro che non ha epatite. Uno studio pubblicato nel giornale di American Medical Association ha mostrato quello in quelli con da cirrosi epatica indotta da virale, meno di 10% dei pazienti dati il cancro del fegato sviluppato K2 della vitamina. In simile vitamina non data K2 dei pazienti, un 47% facente sussultare ha sviluppato il cancro del fegato primario.41 la vitamina K2 ha fatto diminuire il rischio di carcinoma epatocellulare a circa 20% rispetto al gruppo di controllo.

In uno studio pubblicato all'inizio del 2008, 61 paziente di cancro del fegato primario che erano nella remissione dopo che il trattamento è stato separato in due gruppi. Un gruppo è stato dato la vitamina supplementare K2. Dopo un anno, soltanto 13% del gruppo che ha ricevuto la ricorrenza sperimentata K2 di cancro del fegato, rispetto a 55% del gruppo che non ha ricevuto K2. La sopravvivenza triennale nel gruppo della vitamina K2-supplemented era 87% rispetto a 64% nel gruppo che non riceve la vitamina K2.42

Nel 2007, gli scienziati hanno identificato i meccanismi anticancro specifici per la vitamina K2, compreso inibizione di fattore-kappa nucleare proinflammatory la B (NFkB) che sovra-è espressa spesso in cellule tumorali.43 cellule del tumore usano i fattori proinflammatory per sviluppare i meccanismi di sopravvivenza che contrastano i tentativi convenzionali di sradicarli.

Le droghe gradiscono Coumadin® che si contrappongono alla vitamina K fanno più della perdita dell'osso e la calcificazione arteriosa. In un modello del melanoma in topi, la somministrazione orale delle droghe dell'anticoagulante che si contrappongono a vitamina K “drasticamente ha promosso la metastasi.„ La promozione della metastasi quasi completamente è stata soppressa tramite l'pre-amministrazione della vitamina K3, suggerente che queste droghe dell'anticoagulante promuovessero la metastasi specificamente contrapponendosi alla vitamina il K.44

Mentre le vitamine K1 e K2 sono sicure ed efficaci, la vitamina K3 è potenzialmente tossica ed il suo uso è stato limitato a trattare i cancri aggressivi. Uno studio pubblicato all'inizio del 2008 ha identificato parecchi meccanismi specifici da cui la vitamina K3 danneggia le cellule di cancro del pancreas, conducenti i ricercatori a dichiarare quello, “l'azione della vitamina K3 può condurre ad un risultato favorevole contro cancro del pancreas.„7

Che cosa dovete conoscere: Protezione contro calcificazione, perdita dell'osso, Cancro e invecchiamento arteriosi!
  • Uno dei processi patologici che si presentano con invecchiamento è la calcificazione dei tessuti in tutto il corpo. La calcificazione arteriosa aumenta il rischio di attacco di cuore.

  • Gli aiuti di vitamina K regolano l'equilibrio del calcio, tenendo il calcio nelle ossa e dalle arterie. La vitamina K insufficiente accelera la calcificazione arteriosa, mentre ristabilisce la vitamina K2 può aiutare la calcificazione arteriosa inversa.

  • La vitamina K mostra la promessa nella prevenzione e nel trattamento di numerosi cancri, compreso carcinoma della prostata.

  • La vitamina K2 è utilizzata spesso nel Giappone per fermare la perdita dell'osso e per impedire le fratture e può complementare le terapie di osteoporosi di prescrizione quale Fosamax®.

  • La vitamina K2 mostra i numerosi vantaggi sopra la vitamina K1, compreso migliore assorbimento e la protezione aumentata contro la malattia cardiaca

  • Le forme MK-4 e MK-7 di vitamina K2 hanno dimostrato le indennità-malattia importanti nei numerosi studi. Mentre la forma MK-4 è stata indicata per sostenere cardiovascolare e disossa la salute, la forma MK-7 è eccezionalmente agire lungo e raggiunge i livelli elevati nel sangue.

  • Gli individui che usano Coumadin® lungamente si sono consigliati di evitare la vitamina K e di conseguenza, essi possono soffrire l'aterosclerosi e l'osteoporosi aumentate. Nell'ambito del controllo di un medico, la vitamina K può contribuire a stabilizzare gli indicatori del sangue di coagulazione negli utenti di Coumadin® mentre conferisce altre indennità-malattia.

  • Impedendo la calcificazione patologica del tessuto, la vitamina K può effetti confer antinvecchiamento in tutto il corpo. Il più alta assunzione di vitamina K inoltre è stata associata con la mortalità per tutte le cause riduttrice.

  • Il completamento quotidiano con la vitamina K1 e K2 (sia le forme in MK-4 che in MK-7) è cruciale per salute vascolare, salute dell'osso e la protezione del cancro.

Droga della vitamina K3 efficace contro il carcinoma della prostata di stadio finale

Apatone® è una droga che consiste della vitamina C e della vitamina K3. È stato assegnato lo stato del medicinale orfano da FDA per curare il cancro alla vescica avanzato.

Apatone® mira selettivamente ai tumori entrando nelle cellule tumorali prontamente quanto il glucosio. Poi sopprime le risposte infiammatorie (come quelli indotti dalla fattore-kappa nucleare B) che le cellule tumorali usano per sfuggire alla distruzione dagli agenti della chemioterapia. La vitamina K3 sta provanda clinicamente mentre un agente da amministrare prima della chemioterapia per fare diminuire le cellule del tumore della resistenza si sviluppa alle droghe di chemo.

Nel marzo 2008, i risultati di uno studio sono stati pubblicati sui pazienti di carcinoma della prostata che avevano venuto a mancare la terapia standard e sono stati dati la droga Apatone® ad una dose che uguagliava 5.000 mg di vitamina C e 50 mg di vitamina K3. I risultati hanno indicato che la velocità di PSA è diminuito ed il tempo che ha preso lo PSA al doppio aumentato di 13 di 17 pazienti. Dei 15 pazienti che sono continuato su Apatone®, solo una morte si è presentata dopo 14 mesi del trattamento. I medici conclusivi, “Apatone® hanno mostrato la promessa nel ritardo della progressione biochimica in questo gruppo di pazienti di carcinoma della prostata della fase dell'estremità.„5

Sulla base della pletora di studi pubblicati nel 2008, le vitamine K2 e K3 sono emerso come agenti intriganti sia nella prevenzione del cancro che nel trattamento.

Che cosa è la calcificazione “normale„?
Che cosa è la calcificazione “normale„?

Il deposito normale di calcio si presenta in soltanto due posti: osso e denti.

Il deposito (patologico) anormale di calcio si presenta in tessuti multipli compreso:

  1. il rivestimento interno delle arterie (il intima) dove la placca aterosclerotica si accresce;

  2. lo strato medio del muscolo delle arterie (calcificazione del muscolo liscio);

  3. le valvole cardiache, particolarmente la valvola aortica che causa stenosi aortica

La vitamina K2 sembra essere la maggior parte del fattore importante in calcio della direzione nell'osso ed a partire dalle valvole cardiache e dal sistema arterioso.

Continuato alla pagina 2 di 3