Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine luglio 2009
Nelle notizie

Frode accademica nella gerontologia esposta

Frode accademica nella gerontologia esposta

Una carta approfondita è stata pubblicata appena maggio nell'emissione del giugno 2009 degli archivi di gerontologia e Geriatrics.* è la prima volta che un giornale scientifico pari-esaminato ha esposto i misfatti segreti e l'abuso estremo di accademico e di potere politico dall'istituzione gerontologica.

Per i 14 anni scorsi, l'istituzione gerontologica ha cercato di perseguitare i medici antinvecchiamento, i professionisti antinvecchiamento di salute e l'accademia americana di medicina antinvecchiamento (A4M; www.worldhealth.net), semplicemente perché sfidano il modello prevalente adi medicina basata a malattia e orientata droga. Ciò archivi esposti dell'articolo di geriatria e di gerontologia che colpiscono scientifico le comprensioni nella repressione internazionalmente calcolata ed intenzionale di pensiero e di libertà di scelta innovatori nella sanità.

L'estratto di questa carta importante è online. Per individuare “è consenso nell'intervento medico antinvecchiamento un aspettativa evasiva o uno scopo realistico?„ vada a www.sciencedirect.com e fornisca “Zs-Nagy„ nel campo dell'autore per cercare l'estratto.

Qui è un estratto da prof. Imre Zs-Nagy, carta del punto di riferimento del MD:

“… completi la negligenza dagli individui sicuri che sopportano alcune delle affiliazioni più prestigiose nell'istituzione gerontologica, per la verità, l'integrità accademica e la professionalità scientifica. Invece hanno intrapreso uno sforzo spensierato per sabotare e ritardare un movimento globale dei clinici, medici di pratica sui fronti che hanno abbracciato quell'invecchiamento non sono inevitabili e sono effettivamente, evitabile.„

“… l'elite gerontologica invece ha cercato di confondere i fatti… che la ragione per questa è niente di meno che un timore abietto… evitare la loro perdita di controllo, il potere, prestigio e posiziona nell'industria miliardaria del dollaro di medicina gerontologica.„

“L'elite gerontologica ha intrapreso una campagna multi--milione del dollaro per influenzare i media ed esercitare il controllo intenzionale del finanziamento selettivo di informazione pubblica… dei giornalisti miranti per travisare deliberatamente il movimento medico antinvecchiamento con… i fondi pubblici che si sono appropriati dall'istituto nazionale degli Stati Uniti di invecchiamento.„

“… l'elite gerontologica ha pubbliche relazioni insignificanti suonate la tromba arresta… la derisione il movimento medico antinvecchiamento e dei suoi capi del medico. Questi sforzi frivoli, principali dai non medici… sono stati montati chiaramente per guadagno personale e parlano i volumi quanto agli estremi di disonestà intellettuale.„

Sotto l'influenza di informazione sbagliata la campagna ha inventato dall'elite gerontologica, sec federale dello statuto 21 USC degli Stati Uniti. 333 (e) “permette ad una caccia alle streghe dei medici [antinvecchiamento] che amministrano giudiziosamente la terapia di HGH [ormone umano della crescita],„ quando invece lo statuto è stato inteso per proibire il traffico delle sostanze che migliora il rendimento dai non medici, prima dell'esistenza del movimento medico antinvecchiamento.

Prof. Imre Zs-Nagy, MD, una parte del movimento di gerontologia per quattro decadi e fondatore ed il redattore capo degli archivi di gerontologia e della geriatria, ha aumentato coraggioso per parlare la verità. Al grande rischio professionale, è venuto avanti a soffiare il fischio su 14 anni di censura e su repressione della scienza di medicina antinvecchiamento e la medicina preventiva avanzata, dall'istituzione gerontologica.

Nella chiedere “è il consenso nell'intervento medico antinvecchiamento un'aspettativa evasiva o uno scopo realistico? ,„ prof. Zs-Nagy, MD, conclude quello, “là è stato drammatico, importante, utile e significativo poco altri come la medicina antinvecchiamento medica antinvecchiamento del movimento… è fiorito in sua lunga storia sedici anna, raccogliente il supporto di più di 100.000 medici e scienziati universalmente chi vita che migliora, interventi d'estensione di ricerca o di pratica di vita.„

Ronald Klatz, MD, FA, presidente dell'accademia americana di medicina antinvecchiamento, osserva quello, “una campagna decennale intrapresa dall'elite gerontologica ha limitato severamente le libertà dei medici per amministrare la vita che migliora e potenzialmente le terapie della salvavita. L'effetto di questa campagna calcolata ha tenuto indietro l'avanzamento della ricerca antinvecchiamento e naturale clinica di terapia ormonale sostitutiva, conducendo alla morbosità inutile e, probabilmente – la mortalità, per milioni di persone universalmente. A mio parere, questo è un crimine contro l'umanità atroce. Il resti di A4M commesso a difendere il medico indipendente e noi applaudono prof. Imre Zs-Nagy, MD per il suoi coraggio ed impegno impavido all'onestà intellettuale e accademica.„

— Vernon Howard, PhD

Riferimento

* Arco Gerontol Geriatr. 2009 maggio-giugno: 48(3): 271-5.

Livelli elevati di vitamina D connessi con la migliore prognosi del carcinoma della prostata

In un articolo pubblicato recentemente nel giornale britannico di Cancro, i ricercatori hanno concluso che gli uomini con i livelli medium alti del siero di vitamina D hanno una migliore probabilità di carcinoma della prostata sopravvivente rispetto agli uomini con i più bassi livelli di cosiddetta “vitamina del sole. „ *

Per una media di leggermente meno di quattro anni, gli scienziati norvegesi hanno seguito il progresso di 160 uomini che erano stati diagnosticati con carcinoma della prostata. Alla conclusione del periodo di studio, l'analisi statistica ha rivelato un'associazione significativa fra i livelli elevati del siero 25 del hydroxyvitamin D ed i migliori risultati del cancro.

Il rischio relativo di morte dal carcinoma della prostata è stato tagliato da due terzi fra gli uomini con i livelli medi 25 di hydroxyvitamin la D (ng/ml 20-32), contro quelli con i più bassi livelli (ng/ml <20). Il rischio è stato tagliato da più di 80% fra i pazienti con i livelli elevati 25 del hydroxyvitamin la D (ng/ml >32). Questa associazione protettiva era ancora maggior fra gli uomini che hanno ricevuto la terapia ormonale.

Se confermato tramite ulteriore ricerca, i risultati suggeriscono che identificare e correggere i bassi livelli del siero di hydroxyvitamin D del siero 25 potrebbero essere una strategia importante in gestione del carcinoma della prostata.

— Dale Kiefer

Riferimento

* Cancro del Br J. 10 febbraio 2009; 100(3): 450-4.

Consumo in anticipo della soia collegato con il rischio di cancro al seno riduttore

Un articolo pubblicato nell'epidemiologia, nei Biomar-kers e nella prevenzione del Cancro riferisce che le donne Asiatico-americane che consumano le quantità elevate di soia durante l'infanzia hanno un poco rischio di sviluppare il cancro al seno che le donne che consumano meno soy.*

Larissa Korde, MD, MPH, dell'istituto nazionale contro il cancro e dei suoi colleghi ha analizzato i dati da 597 pazienti di cancro al seno e da 966 donne in buona salute di origine asiatica che hanno risieduto negli Stati Uniti. Per i partecipanti di cui hanno riferito l'assunzione di infanzia di soia era fra più alto un terzo degli oggetti, c'erano i 58% più a basso rischio di cancro al seno rispetto a quelli di cui l'assunzione era nel terzo più basso.

“Poiché gli effetti dell'assunzione della soia di infanzia non potrebbero essere spiegati dalle misure all'infuori dello stile di vita asiatico durante l'infanzia o la vita dell'adulto, l'assunzione in anticipo potrebbe stessa della soia essere protettiva,„ il Dott. indicato Korde. “I modelli animali suggeriscono che l'ingestione di soia possa provocare la maturazione più iniziale del tessuto del seno e della resistenza aumentata agli agenti cancerogeni.„

— Dayna Dye

Riferimento

* Biomarcatori Prev di Epidemiol del Cancro. 2009 aprile; 18(4): 1050-9.

Lo zinco aiuta Ward Off Diabetes in donne

Lo zinco aiuta Ward Off Diabetes in donne

L'alta assunzione dello zinco è associata con un rischio riduttore di diabete di tipo 2 in donne, secondo un'analisi dei dati dalla salute Study.* degli infermieri di lungo termine

Complessivamente 82.297 donne hanno fornito le informazioni su zinco e sull'altra ingestione di cibo come pure le nuove diagnosi del diabete di tipo 2, ogni due anni dal 1980. Gli effetti di zinco sono stati analizzati paragonando il più alto ai più bassi livelli di assunzione, che fossero 18,0 contro 4,9 mg/giorno per zinco totale e 11,6 contro 5,0 mg/giorno per zinco dietetico.

Dopo 24 anni di seguito, 6.030 donne hanno sviluppato il diabete di tipo 2. I partecipanti con il più ad alto livello dell'assunzione dello zinco di totale o dell'assunzione dietetica dello zinco hanno avuti circa un 18% più a basso rischio del diabete dopo i fattori di rischio non dietetici rappresentanti. La diminuzione nel rischio è rimanere circa 9% dopo avere rappresentato le variabili non dietetiche e dietetiche.

Sebbene l'indennità dietetica raccomandata per zinco sia 8 mg/giorno in donne e 11 mg/giorno negli uomini, questi risultati suggeriscono che i livelli elevati di assunzione possano essere utili. Oltre al suo ruolo nella prevenzione del diabete, lo zinco è cruciale per salute dell'occhio ed immune.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Cura del diabete. 26 gennaio 2009.

Telomeri più lunghi connessi con uso del multivitaminico

Gli studi intrapresi dai ricercatori agli istituti della sanità nazionali hanno fornito la prima prova epidemiologica che l'uso dei multivitaminici dalle donne è associato con i telomeri più lunghi, i tappi di protezione all'estremità dei cromosomi che accorciano con l'invecchiamento di una cellula. Lo studio è stato riferito nel giornale americano di Nutrition.* clinico

Honglei Chen ed i colleghi hanno valutato 586 partecipanti invecchiati 35 - 74 nella sorella Study, un gruppo futuro in corso delle sorelle in buona salute dei pazienti di cancro al seno. I ricercatori hanno trovato in media 5,1% telomeri più lunghi in utenti quotidiani dei multivitaminici rispetto ai non utenti.

“Il nostro studio fornisce la prova preliminare che collega l'uso del multivitaminico ai telomeri più lunghi del leucocita [globulo bianco],„ gli autori conclusivi. “Questo che trova dovrebbe più ulteriormente essere valutato negli studi epidemiologici futuri e le sue implicazioni riguardo ad invecchiamento ed all'eziologia delle malattie croniche dovrebbero essere valutate con attenzione.„

— Dayna Dye

Riferimento

* J Clin Nutr. 11 marzo 2009

L'acido Alfa-lipoico riduce i trigliceridi nel modello dell'obesità/diabete

L'acido Alfa-lipoico riduce i trigliceridi nel modello dell'obesità/diabete

Un articolo pubblicato negli archivi della biochimica e della biofisica riferisce che i benefici dell'acido alfa-lipoico composto antiossidante nell'abbassamento dei livelli elevati del trigliceride di triglycerides.* si presentano spesso nell'obesità e sono un preannunciatore di aterosclerosi, affezione epatica grassa analcolica e perfino la mortalità prematura.

Per la ricerca corrente, Regis Moreau ed i colleghi a Linus Pauling Institute dell'università di Stato dell'Oregon hanno usato i ratti sono cresciuto per diventare obesi e diabetici. Cominciando a cinque settimane dell'età, gli animali sono stati dati ad acido R-alfa-lipoico di mg 200 per chilogrammo di peso corporeo ogni giorno per cinque settimane. Mentre i livelli del trigliceride si sono raddoppiati fra quelli che hanno ricevuto l'acido alfa-lipoico, sono aumentato vicino più di 400% nel gruppo di controllo.

“Il potenziale è il buon che questo potrebbe trasformarsi in in un altro modo abbassare i trigliceridi del sangue e contribuire a ridurre il rischio di aterosclerosi,„ Dott. Moreau ha rilevato. “È abbastanza emozionante.„

— Dayna Dye

Riferimento

* Biochimica Biophys dell'arco. 20 febbraio 2009

DHA riduce la crescita del tumore

In un articolo pubblicato nella divisione cellulare, i ricercatori egiziani riferiscono che il omega-3 acido docosaesaenoico dell'acido grasso (DHA) non solo offre la sua propria protezione contro la crescita del tumore, ma migliora gli effetti chemioterapeutici di cisplatino mentre riducono il suo toxicity.*

Il professor A.M. El-Mowafy di Mansoura University e dei soci ha amministrato 125 mg/kg di DHA, 250 mg/kg di DHA, il cisplatino da solo, il cisplatino combinato con DHA, o una sostanza di controllo ai gruppi di topi impiantati con le cellule mammarie di carcinoma. “DHA ha suscitato gli effetti chemopreventive prominenti sui suoi propri e sensibilmente ha aumentato quelli di cisplatino pure,„ prof. El-Mowafy ha osservato.

In un altro esperimento con i ratti ha trattato con cisplatino, l'aggiunta di 250 mg/kg della tossicità letale del rene impedita DHA in 88% degli animali che lo hanno ricevuto, mentre nessuno dei ratti che hanno ricevuto cisplatino da solo sono sopravvissuto a.

“Questo studio è il primo per rivelare che DHA può cancellare dalla la nefrotossicità indotta da cisplatino letale e la lesione renale del tessuto,„ prof. El-Mowafy ha rilevato.

— Dayna Dye

Riferimento

* Divisione delle cellule. 2 aprile 2009; 4(1): 6.

Continuato alla pagina 2 di 2