Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine marzo 2009
Nelle notizie

Ottanta per cento dei professionisti medici raccomandano i supplementi

Ottanta per cento dei professionisti medici raccomandano i supplementi

La maggior parte dei professionisti-79% di sanità dei medici e 82% di infermiere-raccomandano l'uso di supplemento per i loro pazienti, secondo un'indagine dal Consiglio per nutrizione responsabile, un'associazione commerciale dell'integratore alimentare.1,2 l'indagine, chiamata la vita… hanno completato i professionisti medici studio di impatto, sono stati condotti fra 1.177 medici ed infermieri nell'ottobre 2007 come componente di una campagna di benessere del consumatore che sostiene una dieta, un esercizio e un uso salutari di supplemento.

I dichiaranti erano più probabili da citare l'uso di supplemento per cinque categorie di salute: disossi la salute (33%), salute e benessere globale (32%), salute unita (29%), salute del cuore (26%) e livello di colesterolo sano (22%).

Una volta chiesto se usano i supplementi stessi, 72% dei medici e 89% degli infermieri hanno detto sì. Medici la maggior parte dei multivitaminici comunemente usati (87%), vitamina C (78%), vitamine di B (63%), vitamina D (59%), vitamina E (58%) e calcio (58%). Entrambi i medici (72%) e gli infermieri (88%) raccomandano comunemente i multivitaminici per i loro pazienti.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

1. Disponibile a: http://www.lifesupplemented.org/articles/news/physicians_prescribe_prevention.htm. 10 ottobre 2008 raggiunto.
2. Disponibile a: http://www.lifesupplemented.org/articles/news/study_finds_physicians_and_nurses_both_take_and_recommend_dietary_supplements.htm. 10 ottobre 2008 raggiunto.

Il prodotto chimico comune, bisfenolo A, può aumentare il rischio di malattia

I livelli elevati di bisfenolo A (BPA) recentemente sono stati associati con determinate malattie in adults.* BPA è un composto chimico utilizzato nei contenitori di alimento di fabbricazione ed in altri oggetti di plastica.

I dati sono stati derivati da un grande studio nazionale degli Stati Uniti, dalla salute nazionale e dall'indagine dell'esame di nutrizione, durante il 2003-2004. I livelli di BPA sono stati analizzati in campioni di urina prelevati da 1.455 adulti ed i partecipanti auto-hanno riferito tutte le diagnosi successive.

Le concentrazioni aumentanti di BPA sono state associate con un rischio significativamente elevato di coronaropatia, di attacco di cuore, di angina e di diabete, anche dopo registrare per ottenere l'età, il sesso ed altre caratteristiche pazienti pertinenti. Le concentrazioni nel sangue di enzimi del fegato inoltre sono state elevate anormalmente ai livelli elevati di BPA.

BPA è rilevabile in più di 90% degli adulti degli Stati Uniti. Questo studio aggiunge alle preoccupazioni precedenti circa gli effetti deleteri di BPA come dimostrato negli studi sugli animali; tuttavia, un'associazione di causa-e-effetto fra l'esposizione di BPA e la malattia successiva resta provare. FDA, tuttavia, insiste che BPA sia sicuro.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* ST di Lang IA, di Galloway, Scarlett A, et al. associazione di concentrazione urinaria di bisfenolo A con i disordini medici ed anomalie del laboratorio in adulti. JAMA. 17 settembre 2008; 300(11): 1303-10.

I miglioramenti di stile di vita migliorano il Telomerase

L'oncologia della lancetta riferisce i nuovi risultati che adottando lo stile di vita positivo cambia gli aumenti l'attività del telomerase, l'enzima responsabile del mantenimento del telomeres.*

I telomeri sono complessi della DNA-proteina che ricoprono l'estremità dei cromosomi, aiutanti nella loro stabilizzazione. La lunghezza adeguata del telomero è vitale alle cellule di mantenimento, compreso le cellule di sistema immunitario.

Gli uomini con carcinoma della prostata a basso rischio sono stati chiesti di adottare le diete che carboidrati grassi e raffinati limitati e grani abbondanti contenuti, frutta e verdure e soia, olio di pesce, vitamine C ed E e selenio supplementari. Gli oggetti inoltre sono stati chiesti di impegnarsi in esercizio e gestione dello stress.

Per la fine dello studio, i livelli del telomerase erano aumentato e la lipoproteina a bassa densità (LDL), l'emergenza, l'indice di massa corporea, la circonferenza della vita e la pressione sanguigna psicologici sono stati ridotti.

“Le implicazioni di questo studio non sono limitate agli uomini con carcinoma della prostata,„ gli autori scrivono. “I cambiamenti completi di stile di vita possono causare i miglioramenti in telomerase e telomeri che possono essere utili alla popolazione in genere pure.„

— Dayna Dye

Riferimento

* Ornish D, Lin J, Daubenmier J, et al. attività aumentata del telomerase e cambiamenti completi di stile di vita: uno studio pilota. Lancetta Oncol. 2008 novembre; 9(11): 1048-57.

I polifenoli del vino rosso proteggono da danno di UVB

I polifenoli del vino rosso proteggono da danno di UVB

Il vino rosso bevente protegge dagli effetti nocivi della luce ultravioletta di B (UVB), secondo un vino rosso recente del tedesco study.* contiene gli alti livelli dei polifenoli antiossidanti.

In questo studio, 15 uomini in buona salute hanno subito l'irradiamento con la luce di UVB e poi hanno bevuto un volume fisso di uno di tre vini rossi oltre 40 minuti. I risultati sono stati espressi come la dose minima di UVB che ha prodotto il eritema della pelle (rossore), un indicatore di danno della pelle che può precedere il cancro.

L'effetto da su danno indotto UVB della pelle ha differito dal contenuto del polifenolo dei vini. Il vino con la concentrazione più bassa nel polifenolo non ha permesso la protezione di pelle, il vino con un di livello medio ha fornito una piccola quantità di protezione ed il vino con la quantità elevata dei polifenoli ha sollevato significativamente il livello di UVB che sarebbe stato richiesto per danneggiare la pelle.

Sebbene l'effetto sia modesto (un fattore di protezione del sole di 0,97 - 1,19), il beneficio è coerente con i risultati precedenti di studio.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Moehrle m., Dietrich H, CD di Patz, HM di Hafner. Protezione di Sun da vino rosso? J Dtsch Dermatol Ges. 31 luglio 2008.

Il più alta dose di Aspirin può essere migliore ad impedire le morti

Il più alta dose di Aspirin può essere migliore ad impedire le morti

I medici lungamente hanno raccomandato che i loro pazienti a rischio prendessero giornalmente aspirin a basse dosi, quale un bambino aspirin, per contribuire a ridurre il rischio cardiovascolare. Ma un nuovo studio dal giornale americano della cardiologia suggerisce che le dosi elevate di aspirin possano essere più efficaci ad impedire la morte prematura in pazienti con una storia recente di events.* cardiovascolare

Più di 4.500 pazienti con una storia recente degli eventi ischemici cerebrovascolari o coronari (quali angina, attacco di cuore, o il colpo instabile) erano aspirin prescritto nelle dosi che variano da mg 75-325, secondo la discrezione del ricercatore. Una adulto-forza aspirin contiene 325 mg, mentre un bambino aspirin contiene 81 mg.

Dopo seguito medio di un anno, le dosi elevate di aspirin quotidiano sono state associate con la mortalità per tutte le cause più bassa, malgrado l'incoraggiamento della tendenza aumentata verso gli eventi dell'emorragia.

“I nostri risultati suggeriscono che le dosi di aspirin [maggior di, o uguale] di 162 mg/giorno possano essere più utili di quei [di meno che] 162 mg/giorno ad impedire la morte,„ i ricercatori conclusivi.

— Dale Kiefer

Riferimento

* RM di Aronow HD, di Califf, RA di Harrington, et al. relazione fra la dose di aspirin, mortalità per tutte le cause e emorragia nei pazienti con gli eventi ischemici cerebrovascolari o coronari recenti (dalla prova di BRAVO). J Cardiol. 15 novembre 2008; 102(10): 1285-90.

La frutta, assunzione di verdure impedisce il Cancro colorettale negli uomini

Il consumo della verdura e della frutta può proteggere da cancro colorettale negli uomini, secondo gli studi intrapresi in Hawai e California.*

Complessivamente 85.903 uomini e 105.108 donne hanno invecchiato 45 - 75 anni hanno compilato i questionari dettagliati sulle caratteristiche di salute e sulle abitudini dietetiche, particolarmente frutta, verdura e assunzione del grano e poi sono stati controllati per l'avvenimento colorettale del cancro. Dopo una media di sette anni, 2.110 partecipanti hanno sviluppato il cancro colorettale.

Fra gli uomini, gli alti livelli del consumo della verdura e della frutta sono stati associati con il rischio di cancro colorettale significativamente più basso. Per le donne, l'assunzione della verdura e della frutta ha raggiunto una piccola riduzione del rischio di cancro che non era statisticamente significativo. L'assunzione dei grani inoltre non ha avuta effetto significativo in qualsiasi sesso.

I risultati negli uomini erano coerenti attraverso tutti e cinque i gruppi etnici studiati (bianchi, i nero, latini, hawaiani indigeni ed Americani giapponesi). La riduzione di rischio di cancro era più alta per tumore del colon che per cancro rettale.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* PS di Nomura, di Wilkens LR, di Murphy, et al. associazione della verdura, frutta e assunzioni del grano con cancro colorettale: lo studio di gruppo multietnico. J Clin Nutr. 2008 settembre; 88(3): 730-7.

Carenza della vitamina B connessa con danno conoscitivo

La carenza della vitamina B è associata con danno conoscitivo in topi come pure i cambiamenti microvascolari elevati e dell'omocisteina negli alti livelli di brain.* di omocisteina predispongono alla malattia ed al morbo di Alzheimer cerebrovascolari in esseri umani.

I topi sono stati alimentati una di due diete destinate per aumentare l'omocisteina, o una dieta di controllo, per 10 settimane. Una dieta era carente in folato, in vitamina b12 ed in vitamina b6; l'altro è stato arricchito in metionina (un aminoacido). Le vitamine di B sono necessarie da ripartire l'omocisteina, mentre di diete ricche di metionina aumentano la produzione dell'omocisteina.

L'apprendimento e la memoria spaziali sono stati valutati con una prova del labirinto dell'acqua. I topi dati la dieta B-carente della vitamina avevano alterato la prestazione della prova rispetto agli altri gruppi. L'esame del cervello ha rivelato che entrambe le diete e particolarmente la dieta B-carente della vitamina, riduttrice lunghezza del cervello e densità capillari e questi cambiamenti hanno correlato con sia omocisteina elevata che la prestazione più lenta sulla prova del labirinto dell'acqua.

I risultati suggeriscono che i cambiamenti microvascolari possano essere alla base del neurodegeneration connesso con l'iperomocisteinemia ed offrono la speranza che le vitamine di B potrebbero essere protettive.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Troen, karitè-Budgell m., B Shukitt-sana, Smith DE, Selhub J, Rosenberg IH. la carenza della B-vitamina causa l'iperomocisteinemia ed il danno conoscitivo vascolare in topi. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 26 agosto 2008; 105(34): 12474-9.

Continuato alla pagina 2 di 2