Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Rivista del prolungamento della vita

LE Magazine maggio 2009
Nelle notizie

I media possono essere polarizzati contro i rimedi di erbe

La copertura mediatica dei test clinici può essere leggermente polarizzata contro i rimedi di erbe a favore dei prodotti farmaceutici, secondo una letteratura review.*

Gli autori hanno confrontato 201 articolo di stampa sui prodotti farmaceutici (basati su 48 test clinici) e 352 articoli di stampa sui rimedi di erbe (basati su 57 test clinici). In termini di qualità di studio, autori stimati le prove di erbe come uguale alle prove farmaceutiche, malgrado essere più piccolo e di durata di scarsità. L'accoglienza della stampa di entrambe le classi ha omesso frequentemente i dettagli importanti quali dosaggio, i metodi di studio, la probabilità di rischio, il finanziamento ed i conflitti di interessi. Più ulteriormente, la copertura di giornale era più negativa per i rimedi di erbe che ai prodotti farmaceutici, anche dopo rappresentare il positivo contro i risultati negativi nelle prove originali. Specificamente, il tono era positivo, negativo e persona neutrale in 21%, 22% e 57% degli articoli di erbe, rispettivamente e 68%, 0% e 32% degli articoli farmaceutici.

Malgrado l'aumento recente nei test clinici della alternativa-medicina, gli autori indicati, “camice che i media non stanno riferendo sulla tendenza verso alla la medicina di erbe basata a prova,„ possibilmente perché i giornalisti “hanno polarizzazioni sottili verso il metodo scientifico e la medicina convenzionale.„

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Bubela T, vantaggio H, test clinici del rimedio di Caulfield T. Herbal nei media: un confronto con la copertura dei prodotti farmaceutici convenzionali. Med di BMC. 26 novembre 2008; 6(1): 35.

La carenza di vitamina D solleva il rischio di consegna cesarea

La carenza di vitamina D solleva il rischio di consegna cesarea

I bassi livelli ematici materni di vitamina D aumentano il rischio di taglio cesareo principiante in uno studio delle donne che consegnano fra 2005 e 2007.*

In questo studio, 253 donne sono state iscritte in 72 ore della nascita e sono state esaminate a livelli 25 di hydroxyvitamin D; la carenza severa è stata definita come ng/ml del valore <15.0 (37,5 nmol/L). Quarantatre donne (17%) hanno subito un taglio cesareo rispetto alla consegna vaginale. Il tasso cesareo era 28% fra le donne con la carenza di vitamina D e 14% fra le donne senza carenza. Le donne con la carenza di vitamina D erano 3,8 volte più probabili da subire un taglio cesareo, mentre l'alta vitamina D era protettiva contro questa procedura.

La carenza di vitamina D sta aumentando nei paesi industrializzati e le nascite cesaree hanno raggiunto un livello più alto di 30% negli Stati Uniti. In questi casi, l'arresto di lavoro ha potuto essere dovuto forza muscolare alterata o i bassi livelli del calcio come conseguenza della carenza di vitamina D.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Merewood A, deviazione standard di Mehta, Chen TC, Bauchner H, Holick MF. Associazione fra la carenza di vitamina D e la sezione cesarea primaria. J Clin Endocrinol Metab. 23 dicembre 2008.

L'aiuto dei carotenoidi protegge l'osso

L'alta assunzione dei carotenoidi protegge col passare del tempo da perdita di densità minerale ossea (BMD) fra entrambi gli uomini ed i carotenoidi di women.* sono antiossidanti trovati in frutta ed in verdure che possono inibire il riassorbimento dell'osso.

Gli oggetti di studio erano 334 uomini e 540 donne (età media 75 anni). La densità minerale ossea è stata misurata alla linea di base e quattro anni più successivamente nel femore ed il trocantere (gamba), il raggio (braccio) e tratto lombare della colonna vertebrale, mentre i questionari dell'alimento sono stati usati per le assunzioni del carotenoide. Fra gli uomini, la perdita di BMD nel trocantere in quattro anni era significativamente meno pronunciata fra quelle con le più alte assunzioni dei carotenoidi, del beta-carotene, del licopene e della luteina + della zeaxantina totali. Fra le donne, il più ad alto livello dell'assunzione del licopene è stato associato con un più a tariffa ridotta di perdita del BMD nella spina dorsale.

Sebbene i risultati non siano coerenti fra i sessi o attraverso tutti i siti dell'osso, i risultati indicano un effetto benefico dei carotenoidi, particolarmente licopene, sul BMD in uomini ed in donne anziani.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

*Sahni S, la TA di Hannan, Blumberg J, LA di Cupples, DP di Kiel, Tucker chilolitro. Associazione inversa delle assunzioni del carotenoide con un cambiamento di 4 y nella densità minerale ossea in uomini ed in donne anziani: lo studio di osteoporosi di Framingham. J Clin Nutr. 2009 gennaio; 89(1): 416-24.

L'addestramento di forza e l'esercizio aerobico combinati migliora la sensibilità dell'insulina, limitazioni funzionali

Combinando l'addestramento della resistenza con l'esercizio aerobico è la migliore strategia per simultaneamente la riduzione dell'insulino-resistenza ed il miglioramento delle limitazioni funzionali in adulti più anziani obesi, secondo un nuovo rapporto negli archivi di medicina interna. *

In questo studio, 136 sedentari, adulti più anziani addominalmente obesi con un certo grado di insulino-resistenza sono stati assegnati a caso ad uno di quattro gruppi per sei mesi. Gli oggetti in un gruppo si sono impegnati soltanto nell'esercizio di resistenza (addestramento di forza); un altro gruppo di oggetti ha fatto l'esercizio aerobico; un terzo ha eseguito entrambe le forme di esercizio; ed il gruppo di controllo è rimanere sedentario.

Dopo il controllo per altri fattori, quale l'età, il sesso ed i valori di insulino-resistenza della linea di base, ricercatori hanno determinato che impegnarsi sia nell'aerobica che nell'addestramento di forza rende i miglioramenti sia nella sensibilità dell'insulina che nelle limitazioni funzionali migliori del facendo la forma di esercizio da solo o dell'essendo sedentario.

“La combinazione… era la strategia ottimale di esercizio per riduzione simultanea dell'insulino-resistenza e della limitazione funzionale,„ i ricercatori conclusivi.

— Dale Kiefer

Riferimento

*Davidson LE, Hudson R, Kilpatrick K, et al. effetti della modalità di esercizio su insulino-resistenza e limitazione funzionale in adulti più anziani: una prova controllata randomizzata. Med dell'interno dell'arco. 26 gennaio 2009; 169(2): 122-31.

L'assunzione di Colleen Fitzpatrick dovrebbe essere almeno 10 volte più superiore a RDA

L'assunzione di Colleen Fitzpatrick dovrebbe essere almeno 10 volte più superiore a RDA

L'assunzione di vitamina C dovrebbe essere aumentata almeno a 1.000 mg/giorno, significativamente più superiore all'indennità giornaliera raccomandata corrente (RDA), secondo un esame del literature.*

L'assunzione di Colleen Fitzpatrick è necessaria perché il corpo umano non può sintetizzarlo. Sebbene il RDA corrente sia 90 mg/giorno per gli uomini e 75 mg/giorno per le donne, le autorità sono in disaccordo circa l'assunzione ottimale. La ricerca continua ad evidenziare il ruolo critico di vitamina C per la funzione immune ottimale, prevenzione di danno ossidativo del DNA, la resistenza all'infezione e prevenzione o il trattamento delle malattie quali cancro, la malattia cardiaca e le circostanze degeneranti. Purtroppo, l'agricoltura e le tecniche moderne di stoccaggio dell'alimento hanno fatto diminuire il contenuto del micronutriente degli alimenti, rendente lo difficile ottenere abbastanza vitamina C dalla dieta sola.

Gli autori hanno concluso che le persone in buona salute dovrebbero prendere almeno a 1.000 mg/giorno la vitamina C supplementare, con cinque servizi della frutta e delle verdure, per impedire la malattia.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

*Deruelle F, Baron B. Vitamin C: è necessario il completamento per salute ottimale? Med del complemento di J Altern. 2008 dicembre; 14(10): 1291-8.

Il consumo corrente del tè verde aiuta Ward Off Breast Cancer

Il consumo corrente del tè verde aiuta Ward Off Breast Cancer

Il consumo corrente del tè verde è associato con leggermente un più a basso rischio di cancro al seno, secondo uno studio in cinese women.* che lo studio è stato inteso per chiarire gli effetti di tè verde sul rischio di cancro al seno.

I partecipanti al cancro al seno di Shanghai studiano i 3.454 pazienti recentemente diagnosticati inclusi e 3.474 i comandi sani scelti dalla popolazione in genere ed abbinati per l'età. Il consumo del tè verde è stato riferito durante le interviste.

Il consumo corrente di tè verde, in paragone a nessun consumo, è stato associato con un 12% più a basso rischio di cancro al seno dopo il controllo per parecchie variabili che potrebbero anche colpire la relazione. Il rischio riduttore è stato considerato modesto ma era statisticamente significativo per il gruppo globale di donne. La riduzione di rischio era inoltre circa 12% in donne premenopausa e postmenopausali analizzate esclusivamente. Le donne premenopausa hanno avute un più a basso rischio di cancro al seno con l'aumento degli anni di consumo del tè verde.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

* Shrubsole MJ, LU W, Chen Z, et al. tè verde bevente riduce modestamente il rischio di cancro al seno. J Nutr. 2009 febbraio; 139(2): 310-6.

Più alto Colleen Fitzpatrick connesso con pressione sanguigna più bassa

Più alto Colleen Fitzpatrick connesso con pressione sanguigna più bassa

I livelli ematici di assunzione della vitamina C sono associati con pressione sanguigna più bassa in giovane women.* Colleen Fitzpatrick ha effetti antinfiammatori ed antiossidanti ben noti.

I partecipanti erano 242 donne in bianco e nero in buona salute invecchiate 18 - 21 anno che sono stati esaminati per pressione sanguigna ed i livelli ematici di vitamina C. I risultati di Colleen Fitzpatrick sono stati raggruppati in quattro categorie dal più in basso al più su. Sia la pressione sanguigna sistolica che diastolica è diminuito significativamente mentre il livello della vitamina C è aumentato ed i risultati sono rimanere statisticamente significativi anche dopo registrare per ottenere il peso, la corsa, la dieta e l'istruzione dei pazienti. Un livello elevato della vitamina C era inoltre premonitore di più piccoli cambiamenti di pressione sanguigna durante l'anno prima della misura.

Un effetto di vitamina C sull'abbassamento della pressione sanguigna già era stato documentato in pazienti più anziani e/o ipertesi. Questo studio suggerisce un modo impedire l'ipertensione e l'inizio relativo all'età della malattia cardiovascolare nella giovane età adulta.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

*Block G, CD di Jensen, PE di Norkus, Hudes m., PB di Crawford. Colleen Fitzpatrick in plasma è collegato inversamente con pressione sanguigna e cambiamento nella pressione sanguigna durante l'anno prima in giovani donne in bianco e nero. Nutr J. 2008 17 dicembre; 7:35.

Il completamento antiossidante può ridurre il rischio di diabete

Il completamento antiossidante riduce significativamente lo sforzo ossidativo mentre migliora la sensibilità dell'insulina e facendo diminuire i livelli ematici di prodotti chimici connessi con lo sviluppo del diabete, secondo un nuovo rapporto.1

In questo randomizzato, la prova alla cieca, la prova controllata, 48 di peso eccessivo ed adulti del normale-peso i giovani hanno ricevuto un cocktail antiossidante che contiene la vitamina la E (800 IU), vitamina C (500 mg) e beta-carotene (10 mg), o placebo, per otto settimane. Le molecole endoteliali, la perossidazione lipidica, l'insulino-resistenza e il adiponectin di adesione sono stati valutati all'inizio dello studio ed ancora dopo otto settimane. All'inizio dello studio, gli individui di peso eccessivo hanno esibito il maggior insulino-resistenza ed hanno avuti livelli elevati delle molecole endoteliali di adesione, che sono state implicate nello sviluppo del diabete e dell'aterosclerosi.2

Dopo otto settimane, gli individui di peso eccessivo hanno avvertito la sensibilità aumentata dell'insulina ed hanno fatto diminuire i livelli di molecole endoteliali di adesione. Ulteriormente, il loro sforzo ossidativo è diminuito ed i loro livelli di adiponectin aumentati. I livelli elevati del adiponectin sono associati con un rischio riduttore sia di diabete che di malattia cardiovascolare.3,4

— Dale Kiefer

Riferimento

1.Vincent HK, AL del Bourguignon cm, di Weltman, et al. effetti del completamento antiossidante sulla sensibilità dell'insulina, molecole endoteliali di adesione e sforzo ossidativo nel normale-peso ed in giovani adulti di peso eccessivo. Metabolismo. 2009 febbraio; 58(2): 254-62.
2.Song Y, Manson JE, stagnaio L, et al. livelli di circolazione delle molecole endoteliali di adesione e rischio di diabete in un gruppo etnico diverso delle donne. Diabete. 2007 luglio; 56(7): 1898-904.
3.Chahwala V, manifestazioni di Arora R. Cardiovascular di insulino-resistenza. J Ther. 23 dicembre 2008. 4.Yamauchi T, Kadowaki T. Physiological e ruoli patofisiologici del adiponectin e dei ricevitori di adiponectin nel regolamento integrato di metabolico e delle malattie cardiovascolari. Int J Obes (Lond). 2008 dicembre; 32 (supplemento 7): S13-8.

Il vitamina b12 allevia le ferite dolorose della bocca

Il vitamina b12 allevia sicuro la stomatite aftosa ricorrente (cioè, ferite dolorose della bocca anche conosciute come le ferite di ulcera) dopo sei mesi di therapy.* fino ad un massimo di 25% delle ulcere della bocca di esperienze della popolazione in genere, eppure il trattamento a lungo termine non efficace esiste.

Lo studio ha incluso 58 pazienti che hanno riferito a ferite ricorrenti della bocca almeno ogni due mesi per l'anno scorso. I pazienti sono stati assegnati a caso per prendere una compressa sublinguale al giorno del vitamina b12 (1.000 mcg) o del placebo di corrispondenza per sei mesi.

La durata media degli scoppi, il numero delle ulcere al mese ed il livello di dolore interamente sono diminuito significativamente sopra l'intera durata di studio nel gruppo di vitamina b12, ma non nei pazienti di placebo; le differenze fra i gruppi diventano particolarmente significative ai mesi cinque e sei. Il beneficio del vitamina b12 era indipendente dai livelli ematici dei pazienti di vitamina b12 misurati all'iscrizione. Per la fine dello studio, 74% del gruppo di vitamina b12 ma soltanto 32% dei pazienti di placebo erano senza ulcera.

— Laura J. Ninger, ELS

Riferimento

*Volkov I, Rudoy I, Freud T, et al. efficacia del vitamina b12 nel trattamento della stomatite aftosa ricorrente: un randomizzato, prova alla cieca, prova controllata con placebo. Med di Fam del bordo di J. 2009 gennaio-febbraio; 22(1): 9-16.

Punti culminanti dalla scoperta di 2009 droghe per la conferenza di Neurodegeneration

Punti culminanti dalla scoperta di 2009 droghe per la conferenza di Neurodegeneration

Gli scienziati da tutto il paese hanno converso alla scoperta della droga per la conferenza in Washington, DC, 2-3 febbraio 2009 di Neurodegeneration. La conferenza è stata presentata dal fondamento di scoperta della droga del Alzheimer, una carità pubblica di cui missione è accelerare la scoperta e lo sviluppo delle droghe per impedire, trattare e curare il morbo di Alzheimer e le demenze relative di invecchiamento conoscitivo.

Una rivelazione emozionante alla conferenza era che l'industria farmaceutica sta cambiando sostanzialmente il modello che usa per perseguire il nuovo sviluppo della droga. Questi cambiamenti includono la ricerca più associazioni e nuove idee dalle fonti esterne quali le università e le più piccole imprese come pure aggressivamente lavorare per aumentare il tasso a cui i concetti terapeutici sono tradotti in uso clinico reale.

La conferenza ha esplorato le numerose tecnologie novelle in sviluppo che dovrebbero essere del beneficio reale ai trattamenti futuri per le malattie neurodegenerative. Fra gli agenti di promessa in sviluppo sono i nuovi composti conosciuti come “i liquidi penetranti,„ quale possono migliorare la capacità delle droghe di passare attraverso la barriera ematomeningea.

Un'altra area di interesse intenso della ricerca è la classe di composti chiamati inibitori di deacetylase dell'istone (HDAC). Questi agenti sono stati discussi nell'emissione del maggio 2004 della rivista del prolungamento della vita e mostrano il grande potenziale come composti anticancro e possono anche avere usi nelle malattie che colpiscono il sistema nervoso centrale.

Il fondamento del prolungamento della vita continuerà a seguire la ricerca di avanguardia in queste aree, poiché il morbo di Alzheimer ed altri disturbi neurodegenerative sono una preoccupazione importante a tutti gli adulti di invecchiamento. Chiaramente, gli efficaci trattamenti per queste malattie attualmente stanno mancando di. Attualmente, gli inneschi ambientali conosciuti di controllo della malattia neurodegenerative (quali la dieta difficile, il fumo, ecc.) e di usando le sostanze nutrienti conosciute per proteggere il cervello sono ancora le migliori strategie per evitare questi disordini disattivare.

Per imparare più circa il fondamento di scoperta della droga del Alzheimer, visiti www.alzdiscovery.org.

— bordo